Pagine fisse in evidenza

martedì 25 marzo 2014

La strigliata del card. Brandmüller ai tedeschi ondivaghi e secolaristi

Il Foglio riprende un'intervista rilasciata dal card. Brandmüller all'agenzia Kath net:

Il cardinal Walter Brandmüller all’agenzia cattolica Kath.net:
Né la natura umana né i Comandamenti né il Vangelo hanno una data di scadenza”.
“L’insegnamento dell’etica può essere modificato solo nella misura in cui la natura dell’uomo cambia”, e “l’etica della chiesa origina dalla natura dell’uomo, una natura fisico-spirituale” ...“né la natura umana né i Comandamenti né il Vangelo hanno una data di scadenza”.

Per questo, chi rivendica ciò si trova “in contraddizione con la parola di Dio”. Questo accade perché “si constata ripetutamente una certa approssimazione e nebulosità del linguaggio da parte dei rappresentanti della chiesa. Mancano chiarezza e precisione. Si sentono cose che non è possibile né approvare né disapprovare, per cui ognuno può trarne ciò che più gli conviene. E’ invece urgente e importante che i pronunciamenti della chiesa si fondino su concetti chiari”, aggiunge il presidente emerito del Pontificio comitato di Scienze storiche.

“Serve il coraggio di enunciare la verità, anche contro il costume corrente. Un coraggio che chiunque parli in nome della chiesa deve possedere, se non vuole venir meno alla sua vocazione”. Con il mondo non si scende a patti, dunque: “Il desiderio di ottenere approvazione e plauso è una tentazione sempre presente nella diffusione dell’insegnamento religioso”, aggiunge Brandmüller: “Ma ogni volta che la chiesa si trova in contraddizione con l’opinione pubblica”, a dirimere la contesa deve essere “l’esempio di Cristo, che è vincolante. Quando lui chiese ai discepoli di mangiare la sua carne e di bere il suo sangue in modo da raggiungere la vita eterna, dovette confrontarsi con una forte resistenza e con l’abbandono di numerosi discepoli. E lui, per tutta risposta, chiese agli apostoli se anche loro volessero andarsene”.

31 commenti:


  1. http://wdtprs.com/blog/2014/02/card-brandmuller-blasts-some-german-bishops/

    RispondiElimina
  2. L'intervista originale:

    http://kath.net/news/44877

    RispondiElimina
  3. Kath net cita anche Fellini

    Una volta il regista italiano Federico Fellini ha detto: "La morale è la costante lotta contro gli ormoni"...

    RispondiElimina
  4. Grazie per le segnalazioni.

    Non manca su Kath net la riflessione, fatta da più parti anche da noi, sulla preponderante preoccupazione di alcuni vescovi:

    "come se legioni di cattolici il cui matrimonio è fallito e hanno costituito una seconda famiglia, stessero piangendo e singhiozzando e con abiti strappati davanti alle porte della chiesa chiuse come se fossero stati esclusi come una sorta di paria della vita della comunità cattolica. Il numero di coloro che sono già seduti dietro le porte della chiesa apparentemente chiuse, è diventato secondario rispetto al fatto che le chiese devono essere chiuse per mancanza di credenti, mentre resta rilevante il reale dramma esistenziale per i singoli casi."

    RispondiElimina
  5. OT

    Solennita' dell'Annunciazione 25 Marzo 2014


    «Accogliendolo nel tuo seno come Dio, tu sei inferiore al Figlio, che è Dio. Ma generando colui che è ugualmente Dio e uomo, tu sei al di sopra del Figlio in quanto egli è uomo. Quando infatti tu lo accogli, Dio diventa soltanto tuo ospite; ma quando lo concepisci, egli è uomo e Dio insieme, che abita dentro di te».

    Accogliendo solo Dio, tu vieni dopo il Figlio di Dio, ma generando l'Uomo Dio tu precedi il Figlio uomo, il quale nell'atto in cui fu da te accolto, era solo un ospite divino ma dopo il concepimento, olte ad essere Dio , divenne creatura umana.

    De verginitate sanctae Mariae "Idelfondo de Toledo"

    Ave candidum lilium fulgidae semperque tranquillae Trinitatis,
    rosaque praefulgida coelicae amoenitatis
    Ti saluto, o candido Giglio della luminosissima e sempre tranquilla Trinità,
    O Rosa fulgidissima della celeste beatitudine

    De qua nasci Da Te nascere
    Et de cuius lacte pasci Da Te suggere il latte volle
    Rex coelorum voluit. Colui che è Re di tutti i cieli.
    Divinis fluxionibus animas nostras pasce! Noi pure allatta con doni divini!


    S.Brigida Ave candidum


    Si festeggia oggi anche il 30' anniversario della consacrazione del mondo al Cuore Immacolato compiuto da Giovanni Paolo II.


    Scusate leggo poco o ad intermittenza, ma veramnte il vaticanista della Stampa dovrebbe scrivere episodi/ o melodrammi in stile sudamericano,I suoi scritti in relazione a F, sono sempre strappa lacrime.

    RispondiElimina
  6. Segnalo che, per alcuni "soloni", queste nostre riflessioni sono solo "pietruzze" perché al momento Bergoglio sta semplicemente mandando avanti dei "guastatori" e tutto si giocherà dopo il Sinodo e il suo ineludibile personale intervento.

    Certo su quello si potrà basare ogni futura presa di posizione più netta. Ma nel frattempo, non credo inutile ricordare e ribadire i sani, inalienabili principi.

    RispondiElimina
  7. ... e per costruire la fortezza servono anche le "pietruzze".

    RispondiElimina
  8. una sola fede25 marzo 2014 12:39

    ".. e per costruire la fortezza servono anche le "pietruzze".


    Già...

    "Furono anche preparati il legname e le pietre per la costruzione del tempio.
    Per la sua costruzione si usarono pietre lavorate e intere

    Tutto il popolo faceva risuonare il grido della grande acclamazione, lodando così il Signore perché erano state gettate le fondamenta del tempio".

    (1Re 5,32; 6,7; Esd 3,11)

    RispondiElimina

  9. La foto del vaticanista della stampa, banalizzando cosi'un gesto altamento degno di significato, mi ricorda la foto della Renault 4 di Bergoglio,o la croce di ferro anziche' d' oro ma perche' anziche' della Renault 4 Bergoglio non usa un asino?

    RispondiElimina
  10. Linguaggio ondivago, dire che è proibito ma…, che sarebbe meglio non fare ma…, che bisogna evitare ma, un esempio molto grave, sempre in campo etico, lo scandalo dei feti umani abortiti usati nella produzione dei vaccini.
    I virus dei vaccini vengono coltivati in cellule di feti umani abortiti ma quanti genitori, quante persone lo sanno ?

    http://www.disinformazione.it/vaccini_feti_abortiti.htm

    http://autismovaccini.org/2013/05/25/vaccini-e-cellule-di-feti-abortiti/

    http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=1685

    E che cosa dice la Chiesa?
    Che bisogna rifiutare senza "se" e senza "ma" quei vaccini?
    No. Ondeggia, tergiversa.
    Incoraggia l`uso di vaccini alternativi, e l`obiezione di coscienza, MA se non ci sono alternative ammette la liceità dei vaccini prodotti a partire da cellule di feti abortiti e considera la sua posizione "una cooperazione materiale passiva e, in senso più debole e remoto, anche attiva, moralmente giustificata.."

    http://www.academiavita.org/_pdf/documents/pav/vaccines_prepared_from_aborted_human_foetuses.pdf

    Vaccini, creme, pillole, fabbricate a partire di feti abortiti, traffico di feti abortiti, quante persone lo sanno?
    A parte un cerchio ristretto che si interessa a quegli scandali e tenta di far sentire la sua voce, e far circolare l`informazione, continua il pesante e colpevole silenzio di chi avrebbe il dovere e il diritto di parlare.
    Sentiamo la Chiesa alzare la sua voce contro quegli scandali?
    E non con un linguaggio ondivago, ma chiaro e inequivocabile?

    RispondiElimina
  11. E' estremamente significativo che il card. Brandmuller abbia usato l'espressione "natura FISICO-SPIRITUALE" dell'uomo invece che il semplice "natura", come si fa di solito. Infatti, se per natura si intende in tutto o prevalentemente l'aspetto biologico, fisiologico, etologico ( l'uomo in quanto animale, e animale che sta in branco per perpetuare la specie e non molto di più ) basta che siano assicurate la riproduzione e l'assistenza ai piccoli in crescita, come può fare il branco nella sua totalità generica ( oggi anche in provetta ed asili stile Huxley "Il mondo nuovo") . Se invece sulla natura corporea si innesta l'elemento "spirituale", quello per cui l'uomo è un essere che cerca il senso ultimo della vita e lo trova unicamente in un rapporto con l'Infinito Personale; se inoltre l'uomo è un animale non solo razionale, ma anche "simbolico", intendendo con questa espressione che i suoi gesti hanno un significato spirituale ( perfino come imposta il tono della voce, introduce il cibo nella bocca o muove la sigaretta fra le dita fumando ) beh, allora la cosa cambia moltissimo. Nell'amore tra Romeo e Giulietta c'è qualcosa di enormemente più grande della spinta alla riproduzione: è il ritrovare tutta la bellezza e la bontà del mondo concentrata in una singola persona, a cui si è indissolubilmente uniti. Non a caso nel canone biblico è stato inserito il "Cantico dei cantici".
    Viceversa c'è un modo distorto di concepire il rapporto con l'Infinito: quello di Don Giovanni, che cerca di collezionare il maggio numero possibile di rapporti vari, trovando ciascuno di essi insufficiente.
    In ogni caso si tratta non solo di mostrare come Gesù abbia comandato la monogamia, ma far capire perché solo gli sponsali monogamici indissolubili corrispondano alla natura umana nella sua interezza.

    RispondiElimina
  12. "I principi morali non dipendono dal consenso di una maggioranza.

    Il male é male anche quando tutti fanno il male. Il bene é bene anche quando nessuno fa il bene."


    [Ven. Mons. Fulton Sheen]

    RispondiElimina
  13. “Serve il coraggio di enunciare la verità, anche contro il costume corrente...”

    Nel caso particolare in cui si difende la verità del matrimonio, come possono i progressisti (che parlano sempre di Chiesa dei primi tempi) non pensare all'esempio di S.Giovanni Battista, il più grande santo visto che il Signore stesso ci ha detto che ...nessuno tra i nati da donna era più grande di lui.


    "I martiri sono come dei testimoni: poiché con le loro sofferenze fisiche fino alla morte rendono testimonianza alla verità; non però a una verità qualsiasi, bensì alla verità rivelata da Cristo: la verità della fede. Quindi la causa del martirio è la verità della fede.
    ...
    tutte le azioni virtuose, in quanto si riferiscono a Dio, sono altrettanti atti di fede... E in questo senso tali opere possono essere causa di martirio. Così la Chiesa celebra il martirio di S. Giovanni Battista, il quale subì la morte non per non rinnegare la fede, ma per aver condannato l'adulterio[Mt 14, 3 ss.]."

    [Somma Teologica PARTE II-II
    Q 124 Art. 5 - IL MARTIRIO ]

    RispondiElimina
  14. Luisa, e' ancora piu' scandaloso ed orribile che in Inghilterra usino i feti abortiti per riscaldare gli ospedali, bruciandoli insieme ad altri rifiuti ospedalieri.
    E poi un giorno si ed uno pure ci parlano di Hitler!
    E tutto questo per he' NON c'e' una legge in nessuna paese europeo che dichiari i feti umani, abortiti spontaneamente o a maggior ragione in modo procurato, esseri umani, e come tali degni di ricevere esequie !
    Rosa
    PS: se bruciassero gatti o cani, ci sarebbero tutte le organizzazioni pro animali in piazza

    RispondiElimina
  15. Sul Concistoro e la relazione Kasper, Tosatti scrive nomi e cognomi di quei cardinali, incluso il famoso (o famigerato)Re che hanno espresso la loro disapprovazione. Apparentemente tutti italiani, a parte Brandmuller.
    Però ui giornali gli articoli erano tutti su Kasper. come far intender che la Chiesa,o meglio la chiesa di PF, sia ad un passo dalla svolta epocale. Così la gente si forma un'opinione forte in un senso e poi chiede che quest'opinione sia rispettata e, se non lo è, giù critiche ed allontanamenti dalla Chiesa.
    Forse Benedetto non aveva tutti i torti parlando di un Concilio della stampa versus un Concilio vero.
    Rosa

    RispondiElimina

  16. "PS: se bruciassero gatti o cani, ci sarebbero tutte le organizzazioni pro animali in piazza"

    Esatto, rosa, ed è quel che già succede, fermo restando che amo e rispetto gli animali, non posso restare indifferente quando vedo associazioni, organizzazioni, e gruppi vari, mobilitarsi con gran vigore, e forza di mezzi, in difesa degli animali, mi domando come e cosa risponderebbero se domandassi loro se scenderebbero in piazza anche per denunciare tutte le vite umani soppresse in utero, o eutanasiate appena nate.
    Si difendono i diritti degli animali, ci sono associazioni ad hoc, ci si commuove alle lacrime e si esprime una giusta indignazione per i cattivi trattamenti che taluni subiscono, e lo capisco, sia ben chiaro che non sono contro quelle azioni, anzi, ma difficilmente posso soffocare la mia reazione, mi è difficile restare indifferente e insensibile quando so che a quell`attenzione così viva e emotiva, non corrisponde un`uguale attenzione per gli esseri umani più indifesi che possono essere soppressi, diventare oggetto di traffici, di esperienze, gettati nelle immondizie, o servire a riscaldare un ospedale(!), per loro solo indifferenza, silenzio, o anche una parola, "diritto", sopprimere una vita umana è, nella nostra società disastrata, diventato un diritto rivendicato come una vittoria.

    RispondiElimina
  17. Scusate,ndive avete trovato l'articolo di Tosatti?

    RispondiElimina
  18. Scusate mi rispondo da solo: l'ho trovato..

    RispondiElimina
  19. RIC: l'articolo l'ho letto su un altro blog, che rimandava alla Stampa.Credo sia di alcuni giorni fa.
    Rosa

    RispondiElimina
  20. Ecco il link
    http://www.lastampa.it/2014/03/24/blogs/san-pietro-e-dintorni/concistoro-segreto-cosa-accadde-wqBSURdD6alrU98fuLF5iP/pagina.html

    RispondiElimina
  21. Bravo, Cardinale!

    Spero che, fra poco, altri Cardinali parlano così


    Romano

    RispondiElimina
  22. Finalmente c'è qualche cardinale che parla chiaro!
    Neri

    RispondiElimina
  23. dall'art. citato (lo so, lo so ...bisogna accontentarsi delle briciole eh, ma qualcuno si sta rendendo conto,
    forse,
    piano piano,
    pssst pssst,
    ma non mi dire,
    ma va,
    di qualcosina...)..cito

    "Il cardinale Ruini ha poi citato il Papa Buono. Dicendo, in buona sostanza: quando Giovanni XXIII fece il discorso di apertura del Concilio Vaticano II disse che si poteva fare un Concilio pastorale perché fortunatamente la dottrina era pacificamente accettata da tutti e non c’erano controversie; quindi si poteva dare un taglio pastorale senza timore di essere fraintesi, poiché la dottrina rimane molto chiara.
    Se avesse avuto ragione in quel momento Giovanni XXIII, ha chiosato il porporato, lo sa solo Dio, ma apparentemente in buona parte forse era vero.
    Oggi questo non si potrebbe più dire nel modo più assoluto, perché la dottrina non solo non è condivisa ma è combattuta. "Sarebbe un errore fatale" voler percorrere la strada della pastoralità senza fare riferimento alla dottrina."

    RispondiElimina
  24. Questo è pArlare chiaro: e pensare che sentendo certa stampa pare che tutti i cardinali appoggino kasper, tranne Muller
    John

    RispondiElimina
  25. Beh, per finire la storia degli scempi sui bambini, in Cina si estraggono, perché non penso si possa parlare di aborto, feti di quasi 9 mesi, vivi, per estrarne organi da trapiantare in altri bambini occidentali e figli di ricconi.....un tempo in GB coi feti abortiti ci si facevano prodotti per i capelli.....in Danimarca paese civilissimo ed avanzato, vibranti proteste per l'abbattimento di animali da zoo, per carità anche io amo gli animali, ma qui si considerano solo quelli e si ignorano i mln. di bambini mai nati; ieri sera al Late show ascoltavo l'ex presidente Carter che parlava degli aborti selettivi cioè della mattanza di feti femminili in Asia sottolineando anche le colpe di chi finanzia i family planning (Gates se ci sei, batti un colpo), sottaccio sugli esperimenti huxleyani fatti in giro in qua ed in là fra l'assordante silenzio dei media, sono le stesse cose che facevano i nazi, solo che il nazismo con tutti i suoi errori ed orrori durò 13 anni, qua si fa passare tutto come legittima ricerca scientifica per non parlare di quei disgraziati che per un pugno di dollari si fanno iniettare di tutto per studiarne le conseguenze spesso lasciandoci le penne....Re fa parte del famigerato tetragramma che ha di fatto esautorato il predecessore dell'attuale vdr, non fatemi aggiungere altro. I miei interventi sono 'forti' , ma spero di non urtare le sensibilità di alcuno, in caso contrario, la webmistress è liberissima di censurare e bannare, non ho mai protestato in tal caso. Grazie per l'eventuale spazio. Anonymous.

    RispondiElimina
  26. anonymous non urti la mia sensibilità ma davanti alle tue parole rimango senza fiato ( come a quelle di Rosa, Luisa etcc ).Non sapevo di tutte queste violenze sui feti; come credo tante altre persone, se non pungolate su questi argomenti, non mi rendono conto di ciò che accade, certo che se tutto quello che leggo è vero mi domando come la Chiesa possa stare zitta su certe pratiche adotatte, come sia possibile che non si faccia veicolatore di queste informazioni, se non lo fa lei chi lo deve fare ? sicuramente si farebbe nemici mortali ma meglio avere questi nemici che trovarsi al cospetto di Dio e dover rendere conto di tale omissione. grazie per aver dato queste informazioni per non avermi lasciato nell'ignoranza. saluti Vighi

    RispondiElimina
  27. @ Vighi, mi spiace se le notizie crude fanno male, ma la verità va fatta sapere in questo mondo attamente addormentato e tenuto in coma dai media...alle tremende statistiche c'è da aggiungere un ultimo misfatto, l'asportazione del clitoride alle bambine mussulmane fin dalla più tenera età, ferita ricucita e riaperta solo per permettere atti sessuali atti alla sola procreazione ed alla nascita dei figli, già il problema è di per sé grave, ma poiché spesso e volentieri sono interventi non compiuti in unità ospedaliere, ma in condizioni igienico sanitarie a dir poco disperanti, altissimo è il numero delle morti per infezione.....pare che a nessuno importi che il 95% delle femmine subiscano in un surreale silenzio dis-interessato questo abominio......qua si piange per la giraffa abbattuta e per i panda morti di fame e freddo..... (se troppo forte, tagliate pure)Anonymous.

    RispondiElimina
  28. (se troppo forte, tagliate pure)Anonymous.

    Son cose che in molti non ignorano ma di cui normalmente non si parla, ma soprattutto chi potrebbe non interviene.
    Se capita l'occasione è bene che si sappia. Anche se aumenta l'impotenza, ma è un contributo alla verità anche in un orizzonte di speranza che tutto non rimanga inesorabilmente così. So di molte donne, in ambito musulmano, che si impegnano per eliminare quella pratica aberrante di cui ha parlato.

    RispondiElimina
  29. in. inghilterra per la prima volta un medico insieme con un complice viene processato per la morte di una bambina sottoposta ad infibulazione.
    Per essere precisi la pratica do aortare parte o tutto il clitoride, che e' l' equivalente nella donna del pene( stessa origine embrionaria) NOn e' veramente musulmana, ma deriv da abitudini millenarie africane, NON arabe. La differenza tra l' Islam ed il C ristianesimo, in questo caso, che i cristiani lasciarono perdere l' usanza della circoncisione che avrebbe impedito ai" gentili" di convertirsi, i. usulmani han lasciato in piedi una simile barbarie poiche' non hanno un alto concetto della donna, mentre il cristianesimo ha un alto concetto del corpo umano.
    Ricordo infine come anche i maschietti sottoposti a circoncisione rituale possono ammalarsi ed anche morire. Numerose ricerche, infine, dimostrano che la circoncisione rende il pene meno sensibile allo stimolo tattile, quondi rende i rapporti sessuali meno piacevoli prr l' uomo. Qualche studioso ritiene anche che possa provocare un trauma psichico indelebile.
    Chi legge l' inglese o altre lingue straniere, dovrebbe giornalmente farsi un giro sui quotidiani e riviste straniere, cattoliche e non, perche' purtroppo qui da noi c' e' molta superficialita', per non dire vera e propria censura,, su molti gemi, etici, medici, dcientifici, culturali, storici, ...
    Rosa

    RispondiElimina
  30. riguardo alle ferite inferte alle mussumulmane purtroppo ne ero al corrente, anche del fatto che sono sottoposte a questa crudeltà spesso in luoghi non ospedalieri. questo fatto però molte volte giustifica il fatto che alcune persone focalizzano il problema proprio su questo e non sull'atto abberrante in se. Un pò come è successo per l'aborto, non si tenta di sradicare questa crudele pratica ma si tende a legalizzare tale pratica con la scusa del male minore, se proprio vogliono farlo almeno lo possono fare in una struttura protetta. E così in un detto fatto si rende legale ciò che non lo è per nulla. Purtroppo ne ho sentite di persone ragionare in questo modo, in fin dei conti sono loro abitudini e dai qui arrivare a discorsi senza senso. Vighi

    RispondiElimina
  31. Vighi, di' loro che e' vero, sono loro abitudini, ma siccome vivono da noi, quando poi finiscono in ospedale sanguinanti ed infette, paghiamo anche noi le loro cure. E se il sistema sanitario deve provvedere anche a questi interventi, ci saranno meno soldi per i loro interventi. Che se il ginecologo di turno sta infibulando la bambina musulmana appena sbarcata a L ampedusa, non sara' la' per assistere la lro preziosa figliloetta che, fattasi mettere incinta dal tossico, ora deve abortire per volere di papa' e mamma'. Raccontagliela mettendola sul piano dei soldi e personale, e cosi forse incominciano a ragionare.
    Oppure parla loro del diritto di ogni donna ad una libera e soddisfacente sessualita'...perche' noi occidentali si e loro no ? ma questa e' discriminazione! e corri ad avvisare la Boldrini!
    Rosa

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.