Pagine fisse in evidenza

domenica 23 giugno 2019

Salvini, Meloni... Svegliaaa!!!!

Non avrei mai immaginato la Taqiya così avanti pure in Italia e con questo governo, che speravamo "del cambiamento", anche nei confronti dei venti di sottomissione - e nonostante le insane esortazioni dal Soglio - che non sono affatto rassicuranti. Ma dove sono le leggi che ci salvaguardano? 
Leggiamo che ha sempre voluto fare il carabiniere per essere al servizio dei cittadini. E oggi, sabato 22 giugno, Badar, 23 anni, di origini marocchine, musulmano praticante, ha coronato il suo sogno giurando fedeltà alla Repubblica insieme ad altri 396 allievi in una cerimonia che si è svolta nella caserma Cernaia, a Torino. E con lui c’era la famiglia, che lo ha raggiunto dalla provincia di Bergamo, Chiuduno per la precisione, dove vive. 
Ma se cominciano a entrare tra i carabinieri, polizia ed esercito siamo fottuti! Possibile che non lo capiscano al governo? Immaginate quando dovessero andare poliziotti o carabinieri musulmani a riportare ordine nelle periferie degradate... Nel Regno Unito e in Francia il problema già esiste. Almeno traiamo qualche lezione e non permettiamo che ci sia chi viene a comandare a casa nostra!

50 commenti:

  1. Inutile illudersi o sottovalutare.
    L'Islam, quando si installa in un territorio fa "tabula rasa" di tutto il passato: credo, arti, cultura, diritti (non ha sottoscritto i diritti dell'uomo e vediamo come rispetta quelli delle donne), civiltà...

    RispondiElimina
  2. Purtroppo, grazie all'ipergarantismo del nostro sistema costituzionale e giuridico, non c'è modo di evitare follie di questo genere. Una eventuale norma che, assai opportunamente e giustamente, vietasse ai musulmani (o comunque agli italiani non di origine) di entrare nella Forze Armate o nelle Forze dell'ordine, verrebbe immediatamente cassata giuridicamente. E' la democrazia, che è intrinsecamente malvagia perché non contempla la difesa della nostra etnia, della nostra cultura e della nostra società. La legge, e la sua interpretazione da parte della magistratura, ci vuole meticci e dominati dai musulmani (così sarà tra pochissimi anni). Nel 2060, circa, infatti, ci sarà il sorpasso nell'Europa occidentale. Le popolazioni afro-arabe-asiatiche supereranno quelle bianche. La sharia sarà legge di stato. Che fine faranno il Duomo di Milano, la Cappella Sistina, San Marco a Venezia? E le nostre biblioteche? E i libri di Dante? E i nostri figli e nipoti, come faranno a restare cattolici?
    Ci salveranno i paesi dell'Europa dell'est, rimasti immuni dalla peste immigrazionista, e la Santa Russia?
    Silente

    RispondiElimina
  3. Da noi tutto è iniziato con le donne soldato, a seguire maschi e femmine omo, ed ora marocchini. Il problema non sono gli ingressi 'stravaganti' nell'esercito, il problema è, che cosa intendiamo, oggi, con la parola esercito. Sicuramente non intendiamo quello che intendevano i nostri genitori e nonni, quando oltre alle capacità individuali, si vagliava la famiglia di provenienza ed erano necessarie lettere di presentazione di persone conosciute e rispettabili, in particolare, per le carriere ufficiali. Allora nelle mani dell'esercito veniva posta la sicurezza nazionale disastri compresi, la difesa dei confini in terra, cielo e mare, questo più o meno in tempo di pace. Credo che a nessuno dei nostri vecchi sarebbe mai venuto in mente di mandare donne al fronte e men che meno omo-trans variamente assortiti e marocchini di cui la letteratura e la storia ricordano le gesta di stupro sul popolo vinto, cioè noi.
    Quindi stando così le cose, oggi, con la parola esercito intendiamo altro. Un lavoro, entro un gruppo in perpetuo divenire; divenire perché alla fine questi corpi militari, come l'organizzazione ue, dovranno essere volti contro gli italiani sopravvissuti. Quindi bisogna aprire a tutte le stravaganze antropologiche al fine di farle percepire come normali. Piano piano, naturalmente, per avvicinarci ad un esercito europeo, inteso come lo intendono al nord 'schiaccia e deruba il sud, introduci divorzio,aborto, eutanasia, droga al sud, fai morire i bambini del sud'; piano piano dunque entreranno nell'esercito italiano anche ragazzotti/e lussemburghesi, prussiani/e, svedesi, quindi l'esercito, un tempo italiano, avrà i fanti italiani pulisci scarpe, sottufficiali ed ufficiali europei del nord, di stanza in Italia nei villoni al mare, sui monti, ai laghi, sulle colline toscane a vite o ad ulivo un tempo degli italiani, aristocratici, alto borghesi, borghesi, arricchiti, ai quali l'esercito europeo sequestrerà il patrimonio per garantirsi soldo, vitto e alloggio, visto che garantisce agli italiani la sicurezza:...di una dolce morte, una dolcissima cremazione ed una poetica dispersione delle ceneri nel mare...un tempo nostrum.

    RispondiElimina
  4. http://m.ilgiornale.it/news/2017/04/13/le-botte-una-benedizione-le-islamiche-spiegano-come-va-pestata-una-mog/1385795/

    RispondiElimina
  5. dal soglio arrivano le solite finestre di Overton da mondo alla rovescia:
    "nuove narrazioni della storia" in cui le vittime vengono fatte passare per carnefici
    e i carnefici per vittime


    https://www.agi.it/blog-italia/il-papa-pop/papa_francesco_napoli_ratisbona-5705331/post/2019-06-21/

    RispondiElimina
  6. Quale consorte di un ex-carabiniere mi duole fare alcune considerazioni. Ben oltre ciò che giustamente rileva Irina, l'Arma dei Carabinieri era un'istituzione gloria dell'Italia, ritenuta inattaccabile da qualsiasi corruzione o decadenza (nella famiglia di mio marito da generazioni erano innamorati dell'Arma a cui si riferisce la Fedelissima, nome della marcia d'ordinanza: un nome = un programma di vita spesa per quell'incarico e quei valori, fino alla morte). Anche lì sono entrate le donne e forse non gli ha giovato (un po' come le chierichette alla Messa, non vi pare?). Ora io penso che questo odierno sia l'atto di morte della gloriosa Arma, l'inizio della sua fine. Io mi chiedo: come fa un islamico praticante a GIURARE ? giurare in che senso ? sulla Costituzione ? ah già...la bibbia laica come diceva Ciampi. Come fa un islamico ad essere fedele alla Repubblica italiana ?
    di quale FEDELTà potrà dare prova, fondata su quale FEDE o lealtà, quali valori civili e morali ? su quelli che loro combattono da secoli ?
    Io mi chiedo: con quale animus questo ragazzo adoratore di allah potrà cantare l'Inno alla VIRGO FIDELIS che è proprio dei CC? certo, quando l'Italia aveva come religione di stato quella cattolica non sarebbe stato concepibile...ma dopo la consacrazione del multiculturalismo e santificazione (anzi deificazione) dell'islam voluta da questo pontificato, ora sì che si può ; un prete nella mia città ha fatto l'equivalenza migranti=Dio! quindi i poveri gonzi CC potranno pensare: "Dio stesso ora entra nell'Arma" e tolgono muri e paletti!
    Comunque ditemi ingenua, ma io penso di vederci un castigo di Dio:
    1) per i carabinieri dopo che hanno profanato la cappella di Lourdes con i loro festini e balletti;
    2) per i partiti FdI e Lega che non hanno fatto NULLA contro i gay pride.
    Non trovo conforto a ciò che sta accadendo. Come dice Nostro Signore, davvero "nessuno è buono se non Dio soltanto".
    Prego che l'Immacolata interceda per la povera Italia, oltre che per la Chiesa italiana che nel suo correre al suicidio ha demolito tutte le difese contro i nemici, materiali e spirituali ! (i famosi bastioni che i modernisti al cv2 vollero abbattere....vedete l'onda lunga?)

    RispondiElimina
  7. Forse qui qualcuno può confermare o smentire che dal 1929 al 1944 i carabinieri dovevano essere necessariamente cattolici? Ho sentito diverse volte questa storia, ma non ho mai saputo se relegarla alle leggende urbane o no.

    RispondiElimina
  8. L'islam congligge con l'art.8 della Costituzione
    https://www.magdicristianoallam.it/buongiorno-amici/stop-islam---l-islam-e-in-contrasto-con-l-articolo-8-della-costituzione.html

    RispondiElimina
  9. Ma è cittadino italiano ? E da quando ?

    Ai tempi dei vecchi Patti Lateranensi, non sarebbe mai potuto succedere. Ma il Cattolicesimo non è più religione di Stato da anni- credo dopo i Nuovi patti lateranensi, firmati da due massoni- quindi...

    RispondiElimina
  10. Risposta a chi si lamenta per i Nuovi Carabinieri Mussulmani ma poi applaude la Chiesa che vuole lo stato laico. Secondo il Papa attuale - invece, e in coerenza con la concezione della Democrazia Cristina e del Concilio Vaticano II - la Religione non deve incidere sullo Stato perché lui dice che lo Stato laico è sicuramente meglio dello Staro Confessionale /che lui dice che fanno una brutta fine). Devi prendere atto che il tuo modo di pensare non coincide con l'attuale politica vaticana. Mentre coincide con la concezione cattolica fino a Pio XII.
    (Rosario Del Vecchio)

    RispondiElimina
  11. Dice bene Mic

    https://almaghrebiya.it/2019/02/07/francia-sempre-piu-numerosi-i-casi-di-radicalizzazione-nellesercito-e-nella-polizia/

    Francia: sempre più numerosi i casi di radicalizzazione nell’esercito e nella polizia
    ................
    Gli affiliati ai Fratelli musulmani stanno diventando sempre più pericolosi, sono riusciti a infiltrarsi anche tra le forze dell’ordine e i militari francesi. Il più grande inganno del diavolo è stato quello di far credere al mondo che lui non esiste, si dice, ed ecco che quei diavoli dei fratelli musulmani sono riusciti a strisciare e insinuarsi fino ai muscoli della Repubblica, fin dentro le armi che dovrebbero difendere la stessa. Secondo quanto riportato sul sito web del canale televisivo francese BfmTv, in tutti i dipartimenti governativi (Difesa, Interni e Giustizia) sono stati identificati nel 2017 un totale di 100 casi di radicalizzazioni mentre leggendo un rapporto del DSPAP (Direzione sicurezza dell’agglomerato parigino) citato da BfmTv, tra il 2012 e il 2015 sono stati 17 i casi di radicalizzazione nella polizia. In particolare si è trattato di giovani entrati a fare parte della polizia all’inizio degli anni 2000. Sempre secondo la nota, il fenomeno avrebbe risentito di un’impennata a partire dalla fine del 2014. Alcuni casi si sono riscontrati anche nell’esercito e solamente nel 2016 una relazione della Commissione Difesa dell’Assemblea nazionale parla di 50 casi di radicalizzazione tra i soldati francesi. ....

    RispondiElimina
  12. https://www.vanthuanobservatory.org/ita/islam-un-problema-politico-magistrale-articolo-dellislamologa-francese-m-t-urvoy/

    RispondiElimina
  13. SERVE TEMPO, NELLE ELEZIONI PASSATE IL PD AVEVA VINTO SU TUTTI I COMUNI ITALIANI NON È CHE IL CAMBIAMENTO LO SI PUÒ VEDERE IMMEDIATO I DANNI PD SONO STATI TANTI E SECONDO ME SERVIRANNO ALMENO 2 MANDATI CIOÈ 10 ANNI PER FAR SÌ CHE IL CAMBIAMENTO SI VEDA E SI SENTA

    RispondiElimina
  14. W L'ascaro SCIRè.23 giugno 2019 23:43

    Primi anni '90. Una mattina il contingente italiano impegnato in Somalia, nel corso dell'operazione "RESTOR HOPE", ha una sorpresa. Con l'uniforme PERFETTAMENTE STIRATA, il fez in testa; il fucile '91 in spalla, perfettamente oliato all'ingresso c'è un ASCARO, venuto per RIPRENDERE SERVIZIO. Scatta sull'attenti. Dice il suo nome, cognome, grado e numero di matricola. qUINDI, chiesto il permesso di parlare dice più o meno:" Ascaro Scirè a Rapporto. SONO 50 ANNI CHE ATTENDEVO QUESTO MOMENTO. Ho sempre saputo che gli Italiani sarebbero tornati. W IL RE! W IL DUCE!"

    RispondiElimina
  15. Roger de Bourneville24 giugno 2019 01:16

    Non ci sono parole che possano esprimere la mia rabbia...

    RispondiElimina
  16. Il caso dell'ascaro non ha niente a che vedere con quanto succede ora...

    RispondiElimina
  17. AI TEMPI DI SARKOZY, la Francia ha avuto il Ministro dell'intero di fede islamica. Per la cronaca, una ragazza-madre di origine tunisina. Ragazza-madre che non ha mai voluto svelare il nome del padre del pargolo, ma una certa chiacchiera (mai confermata, ma neppure mai smentita) indicava in un celebre politico CATTOLICO Spagnolo.
    Oltre agli immigrati ed ai loro discendenti, esiste anche un islam ormai "autoctono". Ci sono gli Europei che si convertono all'islam. Proprio nei giorni del famoso 11 settembre 2001, il presidente della Lega Islamica Mondiale (i giornalisti dicevano, molto impropriamente, il "Papa" islamico) era un italiano, e dipendente pubblico di altissimo rango. L'ambasciatore Mario Scialoja . Ambasciatore italiano in Arabia Saudita, ma che ci tenne a far sapere che la sua conversione all'islam [o meglio, dato che molte scuole islamiche insegnano la pre-esistenza delle anime, prima della nascita (o almeno tollerano che lo si creda) il suo ritorno all'islam, in quanto prima della nascita TUTTI sono islamici] era precedente il suo incarico a Ryiad. Anzi, che la sua fede islamica era stata titolo preferenziale per la destinazione a quella sede.

    RispondiElimina
  18. https://www.secoloditalia.it/2019/06/francia-rapporto-al-parlamento-lislam-avanza-e-con-esso-la-segregazione-delle-donne/

    RispondiElimina
  19. https://www.maurizioblondet.it/contro-gli-eurocrati-litalia-ha-buone-carte/

    RispondiElimina
  20. Prima o poi doveva succedere c'è poco da stupirsi . In Italia ci sono un paio di milioni di islamici che fanno tanti figli e qualcuno di questi giovani ,se ha i requisiti,ha il diritto secondo la legge di diventare carabiniere . Il problema non è questo ,il problema enorme è che ci sono stati,e ci sono ancora,dei politici italiani che hanno permesso che questa comunità ,spessissimo priva dei requisiti minimi,si impiantasse in Italia.Il problemone sono politici come LETTA,Alfano, Renzi che hanno agevolato l'invasione con ogni mezzo e col massimo impegno per anni ed anni.Un problema ,risolto da questo governo,è stata la guardia costiera italiana che faceva a gara con le ong a chi portava più immigrati in Italia.Un problema di non facile soluzione è la chiesa cattolica specialmente da quando è guidata da Francesco. Il problema è quella parte rilevante della magistratura immigrazionista che tanti guai ha prodotto con sentenze creative al limite del paradosso . Adesso c'è un carabiniere islamico e c'è solo da augurarsi che sia un buon carabiniere a differenza dei tanti politici,prelati,giudici e militari italianissimi ,cattolici(?)e traditori.

    RispondiElimina
  21. I parlamentari francesi Eric Diard ed Eric Poulliat, rispettivamente della destra gollista e del partito di Emmanuel Macron, hanno presentato un rapporto shock sull‘infiltrazione islamista nel settore pubblico transalpino che verrà reso integralmente pubblico il prossimo 26 giugno, dopo una breve anticipazione già pubblicata dal settimanale Le Point.

    Diard e Poupillat hanno organizzato una serie di audizioni a porte chiuse, a partire dallo scorso novembre fino ad oggi, con alti funzionari delle istituzioni come prefetti, dirigenti dell’intelligence, ufficiali di polizia e dell’esercito, con l’obiettivo di far presente una situazione che appare estremamente preoccupante. Gli islamisti radicali risultano infatti infiltrati in numerosi settori tra cui l’azienda trasporti parigina Ratp, gli aeroporti, le scuole, le università ma anche in polizia, nell’esercito, tra i vigili del fuoco, negli uffici pubblici e all’interno dei sindacati.
    .....
    https://it.insideover.com/societa/francia-servizi-pubblici-islamisti.html

    RispondiElimina
  22. Sorgerà a Mulhouse, in Francia, la più grande moschea d'Europa, raccontano i settimanali d'Oltralpe questa settimana. E' pagata quasi interamente dal Qatar, sarà gestita dai Fratelli Musulmani e ha ricevuto una grossa somma dal comune. In pratica l'Europa che si lega, mani e piedi, all'islamizzazione. Provo a raccontarlo nel mio libro uscito oggi, “Notre Dame brucia”: “Il ministero degli Interni francese contava 150 moschee nel 1976, 900 nel 1985, 1.555 nel 2001 e oggi sono oltre 2.450. 50 nuove moschee ogni anno. Sono raddoppiate negli ultimi vent'anni...È l’Islamizzazione pacifi­ca dell’Europa da raggiungere attraverso le moschee, il proselitismo, la demografia, il multiculturalismo”. Ma tutto questo, non è che una fantasia razzista.
    Giulio Meotti

    RispondiElimina
  23. Io non mi preoccuperei per questo caso, adesso i militari sono professionisti e non più di leva, alla proposta di Salvini di 6, dicasi 6 miseri mesi di servizio militare per i nostri fighettini 18enni, le prefiche hanno urlato e, stracciatesi le vesti, hanno detto 'Italia antifassista', a me preoccupano più quei 5/ 600.000 maschi età dai 15 ai 30 sbarcati negli anni d'oro del fiorentino che sono un esercito islamico potenziale e ben più temibile......... ......noterelle a latere, il festival allegrotto in quel di Bologna è stato rovinato da una violentissima grandinata e da acquazzoni bombati che hanno rovinato il make up di cotali partecipanti, come se ciò non bastasse ieri c'è stato il terremoto, cosa insolita e rara in quelle zone........io comincerei a fare 2+2=4........Lupus et Agnus.

    RispondiElimina
  24. Loro fanno e......E le 12 stelle stanno a guardare-

    RispondiElimina
  25. Conosco molti Carabinieri dall’appuntato al generale e ti assicuro che l’Arma è l’unica istituzione che riesce a plasmare i propri appartenenti in base a principi etici che provengono dalle nostre migliori tradizioni: ci potranno certo essere carabinieri infingardi, ma l’Arma non potrà mai esserne contagiata. Quando incontro, per strada una pattuglia di carabinieri, io mi sento protetto e sicuro. 
    Bernardo

    RispondiElimina
  26. Hermann sta: non credete che sia stato facile, lo hanno vagliato e massacrato prima. Non sappiamo nemmeno se è un islamico praticante. mentre il problema nasce con i convertiti e nell'esercito ce ne sono diversi. 

    RispondiElimina
  27. Alessandro Lotti: non c'è nè Arma nè istituzione che tenga quando sull'altro piatto della bilancia si trova una religione millenaria che insegna che è lecito fingersi amici degli infedeli per poterli colpire al momento giusto... 

    RispondiElimina
  28. Certo che non avrà vita facile stretto fra la diffidenza degli italiani e pressioni ben più pericolose quando avrà a che fare con suoi compatrioti.Al momento ,forse perché sto invecchiando,vederlo impettito e fiero ,in alta uniforme ,in mezzo a mamma e papà ,mi ha un po' commosso.Facciamo gli auguri a questo giovanotto e facciamoceli pure a noi che ne abbiamo proprio bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 92 minuti di applausi 👏👏👏

      Elimina
  29. Mi domando e chiedo - senza voler fare alcuna polemica - come può un musulmano giurare “fedeltà alla Repubblica Italiana e alle sue leggi” se il Corano gli impone fra molte assurdità che la legge coranica prevale su le altri leggi dello Stato? O i suoi superiori questo non lo glielo hanno spiegato bene nell’integrarlo o il Sacro Giuramento di una volta è diventato una “buffonata” per cui non si potrà più fare riferimento neanche all’Arma che nel tempo rinunzierà alla nostra protettrice Madre Celeste “Virgo Fidelis” con Allah.
    Integrazione vuol dire riconoscere in toto le nostri leggi.
    Generale Gianfranco Milillo

    RispondiElimina
  30. Spiace dover ricordare un punto fondamentale della nostra Costituzione che molti di noi paiono non conoscere. "Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge [cfr. artt. 19, 20].

    Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.

    I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze."

    ...in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano. Vogliamo discutere su questa religione e le nostre leggi?

    RispondiElimina
  31. https://www.imolaoggi.it/2019/06/23/francia-avanzano-islam-antisemitismo-e-segregazione-delle-donne/

    Il paradosso è il silenzio delle femministe e degli anticlericali: quelli che, con superficiale ignoranza, accusano la Chiesa di essere nel medioevo...

    RispondiElimina
  32. Questo è sfuggito?!?24 giugno 2019 19:16

    Ci sono gli Europei che si convertono all'islam. Proprio nei giorni del famoso 11 settembre 2001, il presidente della Lega Islamica Mondiale (i giornalisti dicevano, molto impropriamente, il "Papa" islamico) era un italiano, e dipendente pubblico di altissimo rango. L'ambasciatore Mario Scialoja . Ambasciatore italiano in Arabia Saudita, ma che ci tenne a far sapere che la sua conversione all'islam era precedente il suo incarico a Ryiad. Anzi, che la sua fede islamica era stata titolo preferenziale per la destinazione a quella sede.

    RispondiElimina
  33. Notizia di una GRAVITÀ SENZA PRECEDENTI: in Belgio si sta formando il partito Islamico che punta a vincere l’elezioni tra due anni e imporre la Shariah nel Paese.

    L’Europa democratica e cristiana ( aggiungo democratica PERCHE’ cristiana!), contaminata dall'ideologia di sinistra, sta decretando la sua morte.

    Il relativismo di un piccolo gruppo di “benpensanti” (da decenni imposto sulla stampa e nei media) ha obbligato a mettere da parte il cristianesimo, base fondante della nostra società, indebolendo i nostri valori di Fede fino ad annullarli e riempiendoci di tutto il superfluo, delle peggiori teorie ed ideologie.

    Ecco il risultato: una sottomissione dei nostri Paesi e della nostra cultura CRISTIANO-democratica, a chi la democrazia non l’ha MAI applicata nei propri paesi di origine; a chi emigra da quei Paesi perché incivili - ma che grazie all’ideologia di sinistra vorrebbe imporre questa INCIVILTÀ nel nostro Paese!

    ...e riuscira’ ad imporla se non BLOCCHIAMO questa follia!

    RispondiElimina

  34. Punizione divina, come se fossimo negli ultimi tempi

    L'islamizzazione del Belgio, che sembra più avanzata rispetto ad altri paesi, è la punizione divina per quello che i ben noti cardinali e vescovi belgi e olandesi (L'Olanda, altra preda per l'islam) hanno combinato al Concilio. I vari Suenens, Alfrink,Schillebeeckx, De Smet, Philips, etc, in prima linea nel sabotare e poi buttare a mare gli schemi preparatori ortodossi, opera della Curia (in tre anni di lavoro) con a capo il card. Ottaviani. Tutto ciò grazie alla complicità di Giovanni XXIII e poi di Paolo VI. Il loro neomodernismo ha semplicemente distrutto il vero cattolicesimo, grazie anche alla riforma liturgica, creando il deserto morale e religioso, nel quale si sta ora da tempo inserendo il surrogato rappresentato dall'islam.
    La situazione potrà mutare solo se ci sarà un'inversione radicale di tendenza nella Chiesa cattolica, cosa al momento da escludere, data l'inconsistenza della opposizione al nuovo corso, iniziatosi col Concilio, che viene comunque lasciata sempre ad iniziative isolate.
    La persecuzione del cristianesimo si va rafforzando ed estendendo da ogni parte.

    Sant. Agost., Città di Dio, XX, XI: --"E quano saranno compiuti i mille anni, Satana sarà scatenato dalla sua prigione e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro angoli della terra, Gog e Magog, il cui numero è come la sabbia del mare, per radunarle a battaglia"[Ap 20, 7-8]. Allora dunque le sedurrà per trascinarle nella guerra come prima le aveva sedotte per trascinarle in molti mali. Uscirà, è detto, in aperta persecuzione, eromperà dalle oscurità dell'odio. Questa sarà l'ultima persecuzione che, nell'imminenza del giudizio finale, dovrà soffrire su tutta la terra la santa Chiesa, cioè tutta la città del Cristo, da parte di tutta la città del diavolo, qualunque sia l'estensione dell'una e dell'altra sul globo terracqueo --. (tr. it. C. Borgogno, C. Landi, Paoline, 1973, p. 1223)
    PP

    RispondiElimina
  35. Ultimamente un musulmano è diventato carabiniere.

    Innanzitutto c'è da chiedersi che cosa farà se dovesse operare contro i terroristi islamici, se intende fere rispettare la legge o la sharia e che cosa farà durante le annuali celebrazioni della patrona dell'Arma, la Virgo Fidelis, se gli verrà concesso di fare obiezione di coscienza, o se per non dispiacere lui e eventuali altri, verranno celebrati anche allah e maometto come patroni.

    In ogni caso è lecito pensare che il destino della Madonna sia quello di essere messa definitivamente da parte e che, dato che il corano autorizza gli islamici a mentire agli infedeli, il valore del giuramento di questa persona è praticamente nullo.
    Fabio Riparbelli. 

    RispondiElimina
  36. Cito Mario Minetti:
    Bisogna in tutti i modi, anche su iniziativa popolare, approvare al più presto una legge che dichiari, senza alcun dubbio o esitazione, la sharia anticostituzionale.
    Le avvisaglie per una guerra ideologica, politica e religiosa ci sono tutte.
    Non è vero che già le nostre leggi lo prevedono perché abbiamo magistrati che queste leggi le interpretano a proprio uso e consumo. Lo vediamo con spacciatori, molestatori e clandestini.
    Ci vuole una legge ad hoc!

    RispondiElimina
  37. ... bisogna ammettere, con semplicità, che lo scopo "storico" di tutta questa sproporzione di peso e giudizio sull'islam non è altro che il "falso scopo" (si chiama così in Artiglieria l'obiettivo a cui si guarda per puntare al vero obiettivo che sta al polo opposto del falso scopo) dell'ideologia atea che domina tutto e tutti, clero e Vaticano compresi (il paradosso è che gli Islamici notano subito e senza problemi questa verità). Infatti l'ideologia atea - post comunista e post nazista - odia fino alle midolla la Civiltà Cristiana - e pretende che la Chiesa sottoscriva il suo nichilismo oramai vincente dovunque, comprese le teste dei Capi della chiesa. Mitizzare e innalzare l'Islam - nascondendo l fatto che è una ideologia antiumanistica antiliberale anticristiana antirazionale - non è altro che cercare di eliminare totalmente ogni valore metafisico - di matrice greco-romano-giudaica così come la tradizione romana li ha tramandati fino a noi - e ogni opera della grazia di Cristo... Gay Femen Radicali e iper-democratici che idolatrano l'Islam non è altri che il tentativo di distruggere il Cristianesimo - tentativo che arriva dopo il fallito tentativo che va dalla Rivoluzione Francese al Sessantotto, e dopo la sconfitta delle ideologie totalitarie e dopo 50 anni di pillola, edonismo, globalismo, volgarità, aborto, divorzio e matrimonio gay... provano di tutto per sconfiggere Cristo, ma ci ci riescono ... ora stanno provando col Cavallo di Troia "protestante-massonico" della Teologia della fratellanza universale, del dialogo e della Misericordia e della chiesa in uscita ..

    RispondiElimina
  38. Pagati per divertirsi (loro !)25 giugno 2019 20:31

    Veramente questa televisione trasmette solo schifezze e si deve solo buttare nella spazzatura . Gia' non guardo piu'niente ,se non programmi di cucina , perche' ogni programma oltre ad avere sempre gli stessi /e protagonisti/e in eterno oltre il ripetersi di stupidi vuoti volgari contenitori non vanno. Ora , mentre guardavo un programma di cucina su real time pubblicizzano la scaletta della sera : ore 21:oo Tizia in giro per l'Italia presenta il programma love me gender....! Senza parole , pur di apparire dentro quella scatoletta non sanno dire NO a qualunque cosa gli propongano ! Ricordo benissimo un attore francese di origini italiane eppur famoso con una carriera gloriosa che diceva di NO ogni qualvolta i registi gli proponevano in qualche film di baciare la partner o qualche scena piccante , tutto per non offendere la moglie ! Altri uomini , altri tempi , altra morale . Senza palare della pubblicita' !! Quando mai si sarebbe pubblicizzato durex perche' con durex e' meglio con tanto di scena esplicita del know how .
    IPSE VENENA BIBAS !


    Questa sera alle 21:oo== su Radiobuonconsiglio c'e' la tavola rotonda dal tema : "IL SACRO CUORE DI GESU'"

    RispondiElimina
  39. "Non avrei mai immaginato la Taqiya così avanti pure in Italia...".

    Eppure è manifesto da almeno tre decenni; ma avendo preferito dormire, ora la situazione è molto difficile e si raccoglie il frutto anche della nostra ignavia.
    Gaetano2

    RispondiElimina
  40. Mentre cardinali e vescovi schiavi del principe del mondo si riuniscono per cospirare in maniera sempre più radicalmente eretica e sovversiva contro la Chiesa preparando il Sinodo dell'Amazzonia;
    e mentre la finanza internazionale e la UE operano per far cadere il governo italiano per imporre Draghi e prendere il controllo definitivo del nostro Paese;
    una femmina telecomandata sfida l'autorità sovrana italiana varcando i confini in maniera fuorilegge e aggressiva, ponendo in questo modo con le spalle al muro l'uomo forte del governo italiano (e facendo tutti gli altri felici).
    Il tutto mentre a Washington si lotta mortalmente per stabilire se attaccare o meno l'Iran.
    E poi dice che d'estate ci si annoia...
    Dei quattro punti, è difficile stabilire quale sia quello vitale.
    Tutti direbbero il quarto.
    Alcuni il secondo, da cui ovviamente dipende il terzo;
    per me... rimane sempre il primo.
    Questione di visioni metastoriche e anche metafisiche.
    Osserviamo con interesse, vedendo come su tre punti su quattro ci sia al centro l'Italia, direttamente o indirettamente.
    Quel che è certo, è che oggi per non capire bisogna avere una immensa capacità di cecità mentale congenita.
    Come si diceva in classe mia ai bei tempi, "deviesseveramentedecoccio".
    Noi non possiamo fare nulla. Eccetto capire.
    E iniziare a pensare cosa fare di conseguenza. (M.V.)

    RispondiElimina
  41. IL GIOCO DELLA SEA WATCH

    Può darsi che mi sia sfuggito qualcosa, ma se ho capito bene la Sea Watch è un’imbarcazione olandese di una Ong tedesca – capitanata infatti da una trentunenne tedesca, tale Carola Rackete -, con a bordo 42 persone africane, un’imbarcazione che zigzaga vicino nei pressi di Lampedusa da ormai quasi due settimane, tempo che avrebbe potuto impiegare per raggiungere agevolmente Francia, Spagna, Grecia, Cipro, perfino altri Paesi europei non affacciati sul Mediterraneo, facendo sbarcare tutti quanti. Invece così non ha fatto, perdendo tempo e prendendo pure uno sberlone dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, che poco fa ha respinto il ricorso con cui quanti erano a bordo della nave chiedevano di sbarcare in Italia

    Ebbene, se le cose stanno così c’è un fatto che si impone all’evidenza: la Sea Watch non vuole portare i migranti in un porto sicuro, ma in un porto italiano. O Italia o niente. Il primo scopo di questa Ong non è cioè quello di fare del bene alle persone tratte in salvo, ma servirsi di queste persone per lanciare un messaggio politico, aiutate dai mezzi di comunicazione che enfatizzano i drammi senz’altro reali di quanti sono a bordo dell’imbarcazione senza però interrogarsi sulle finalità ultime – al di là della patina filantropica – di quanti la finanziano e la guidano. Siamo quindi in presenza di un braccio di ferro nel quale la carta dell’altruismo di Sea Watch pare francamente poco spendibile, e gradita solo ad alcuni: quelli che ancora non capiscono e quelli che, al di là e al di qua del Mediterraneo, ancora ci guadagnano.
    Giuliano Guzzo

    RispondiElimina

  42. "..fare del bene alle persone tratte in salvo.."

    Cerchiamo di non essere ingenui. Questi clandestini non sono "persone tratte in salvo", tranne che in rarissimi casi. Assai più spesso, vanno all'appuntamento con la nave ONG, che li aspetta d'accordo con gli scafisti, per traghettarli in Italia.
    E'un servizio di traghetto illegale, dalla Libia al territorio italiano.
    Ferry-boat and Sea-crossing, previo ricco pagamento del viaggio, con soldi dati da chi, visto che i clandestini sarebbero nullatenenti? Sarebbe interessante scoprire da dove vengono i soldi scuciti da ogni singolo "migrante".

    RispondiElimina
  43. Stia attenta Carola Rackete, non è detto che i prigionieri-migranti della Sea Watch non capiscano che lei e chi la sovvenziona li stanno usando. Chi la sovvenziona è a terra al sicuro, lei è sulla Sea Watch.

    RispondiElimina
  44. Questi commettono atti di guerra civile. E l’avranno vinta, perché dalla loro hanno tutto: la “giustizia Palamara” e la “Europa”, la Marina militare, la Rai-Tv, la 7, le ONG, El Papa, la passività del popolo italiano.

    Insieme all’Olanda e alla Germania, responsabili della Sea Watch e della sua comandante, volevano dimostrare che Salvini è impotente. E ci stanno riuscendo, perché la sola reazione adeguata a questo atto di guerra sarebbe un atto di guerra – l’affondamento – e non si può fare.

    https://www.maurizioblondet.it/30468-2/

    Che t'ho detto tante volte ?
    Hanno fatto dell'Italia una discarica .

    RispondiElimina
  45. https://www.facebook.com/creaturemitologiche/photos/a.625789484172269/2268827166535151/?type=3&theater&ifg=1

    Questa e' una dichiarazione di guerra bella e buona .
    Le parole, la ragione, l’intelligenza, non servono più a niente. Le azioni richiedono azioni.

    RispondiElimina
  46. Festa della Madre del Perpetuo Soccorso
    https://sardiniatridentina.blogspot.com/2017/06/beata-vergine-maria-madre-del-perpetuo.html?m=1

    INTROITUS
    Gaudeámus omnes in Dómino, diem festum celebrántes sub honóre beátæ Maríæ Vírginis: de cuius sollemnitáte gaudent Angeli et colláudant Fílium Dei ~~ Ps 44:2- Eructávit cor meum verbum bonum: dico ego ópera mea Regi. ~~ Glória ~~ Gaudeámus omnes in Dómino, diem festum celebrántes sub honóre beátæ Maríæ Vírginis: de cuius sollemnitáte gaudent Angeli et colláudant Fílium Dei

    Rallegriamoci tutti nel Signore celebrando questo giorno di festa in onore della beata Vergine Maria! Della sua festa gioiscono gli angeli, e insieme lodano il Figlio di Dio. ~~ Ps 44:2- Proruppe il mio cuore in buone parole, al Sovrano canto il mio poema. ~~ Gloria ~~ Rallegriamoci tutti nel Signore celebrando questo giorno di festa in onore della beata Vergine Maria! Della sua festa gioiscono gli angeli, e insieme lodano il Figlio di Dio.

    RispondiElimina
  47. https://www.tpi.it/2019/06/26/diego-fusaro-capitana-sea-watch-3-critica/
    Se l'ha fatto e' segno che e' "piucchecoperta" !

    RispondiElimina
  48. L'attuazione del programma "sostituzione di popoli " andava a rilento ?
    Beh eccoti pronta la pasionaria dal portafoglio gonfio in servizio permanente effettivo .
    Con le buone o con le cattive l'otterranno ma , poi , chi fa piu' resistenza ?

    RispondiElimina
  49. "Salvini, Meloni... Svegliaaa!!!!"

    Veramente dovrebbero svegliarsi gli italioti e muoversi invece di frignare e basta

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.