Pagine fisse in evidenza

martedì 24 dicembre 2013

Triste Natale per la cattolicità. Notizie sui F.I. da Imperia

Ci segnalano da Libertà e persona l'ennesimo duro provvedimento. La vicenda rimbalza sulla rete. Se ne parla anche all'estero. Due esempi: [qui] e [qui]. La scure si sta abbattendo con troppo accanimento. Cosa che non succede con realtà ecclesiali davvero problematiche, sulle quali da anni erano in corso analisi promosse presso la Dottrina della Fede. Ma esse hanno posto nella neo-chiesa, chi ama la Tradizione no. Auxilium christianorum ora pro nobis!
In questo articolo precedente, trovate tutti i principali link di quanto abbiamo pubblicato, che tracciano l'excursus della vicenda.

Il susseguirsi di fatti relativi alla vicenda dei Francescani dell’Immacolata che feriscono e mortificano la Chiesa, colpiscono profondamente non solo frati e suore della grande famiglia di questo Istituto, ma anche i fedeli che li conoscono e li frequentano e che si accingono così mestamente a “festeggiare” il Santo Natale.

Quella che più mi tocca, oltre a quelle già note come l’annientamento del Seminario, è la decisione di “chiudere” in modo repentino tre insediamenti nella Diocesi di Albenga-Imperia (il Santuario di N.S. della Rovere a San Bartolomeo al Mare, la Chiesa di San Leonardo a Porto Maurizio e il Santuario di N.S. di Pontelungo ad Albenga) con l’immotivata giustificazione che i frati sono missionari e pertanto devono andare nelle missioni!

In realtà si tratta di una ritorsione nei confronti del Vescovo locale che ha osato difendere e sostenere la richiesta al Commissario da parte di un Padre F.I. per il permesso a poter continuare a celebrare la S. Messa in forma straordinaria per i fedeli che abitualmente la frequentano, anzi ormai si deve dire “la frequentavano” !.

Queste decisioni, affiancate alla sospensione dei cenacoli della MIM (i laici che fanno parte della famiglia Francescana) con l’imposizione che si potranno riavviare solo e se i membri effettueranno una sorta di giuramento di fedeltà al Commissario stesso, … lasciano perlomeno sconcertati.

Aggiungiamo poi le altre iniziative eclatanti, come i vari trasferimenti imposti e l’ordine tassativo per i frati di non collaborare alla stesura dei periodici della Casa Mariana, editrice tra l’altro del Settimanale di Padre Pio, periodico con ottimi articoli di apologia, spiritualità e formazione cattolica, anche in questo caso per una ripicca nei confronti dell’editore, evidentemente “manelliano”: cosa si può pensare dell’opera devastatrice di P. Volpi ?

Il tutto in un clima di intimidazione e di paura…

Stiamo assistendo alla distruzione di un Ordine esemplare e all’annientamento del co-fondatore P. Stefano Manelli, altro che (tratto dalle lettere del Commissario) “ristabilire la verità e la carità”, “dovere di giustizia e di misericordia”, “spirito fraterno” !

E noi semplici fedeli cosa possiamo fare ? Stiamo a guardare e basta ? La preghiera ormai forse non basta più: scriviamo al Papa, che solo può mettere fine a questa ingiustizia…
 Silvano Dottori

51 commenti:

  1. L`accanimento con il quale l`autorità sta distruggendo l`ordine dei FFI porta un nome ed è persecuzione.
    Nella Chiesa c`è posto per chi calpesta la Dottrina, devasta la Liturgia e lo spazio sacro, per chi si inventa "liturgie" e percorsi ( segreti) propri e si permette di disobbedire alle decisioni del Papa senza timore perchè certo di godere della protezione dei suoi amici.
    Nella Chiesa c`è posto per chi disobbedisce, per chi contesta, per chi organizza la ribellione, per chi dietro facciate menzognere edifica una chiesa parallela frutto dell`orgoglio più smisurato.
    Ma non c`è posto per i Frati dell`Immacolata, per chi ha sempre celebrato la Messa nella forma ordinaria con grande cura ma ha commesso l`orribile crimine di avere amato e voluto far conoscere ANCHE la Santa Messa Tridentina, per chi è stato totalmente obbediente e fedele al Papa e al suo Magistero e ha pensato di poter inserirsi, con grande rispetto e competenza, nella discussione sull`ermeneutica della continuità, per chi stava facendo scoprire la bellezza del tesoro della Santa Messa Antica e della Tradizione a tanti seminaristi, frati e fedeli, troppi ormai per il potere "en place".
    Queste le orribili colpe dei FFI, queste oggi sono considerate colpe nella Chiesa, non la ribellione, non la disobbedienza, non l`eterodossia liturgica e dottrinale, ma l`amore per la Chiesa, per la sua Tradizione e la sua Liturgia, l`obbedienza al Papa e il rispetto dei suoi documenti, il Summorum Pontificum è solo un esempio ma è molto rivelatore.
    Tolleranza, comprensione, dialogo, accoglienza, e anche incoraggiamento, per gli uni, accanimento, minacce, ricatti, pressioni intimidatorie per gli altri.
    Dove sono tutti i vescovi che hanno fatto venire i FFI nella loro diocesi?
    Hanno paura?
    Temono che la scure cada anche su di loro se si avventurano a prendere le difese dei FFI?

    Purtroppo se capisco che Silvano Dottori pensi che non resta più che rivolgersi direttamente al Papa, e senza volerlo scoraggiare, al contrario, è far prova di realismo ed essere lucidi avere presente che oggi nella Chiesa non c`è foglia che muove che papa Bergoglio non voglia, abbiamo visto le foto dell`incontro di padre Volpi con il Papa e letto le parole del papa riportate dal commissario Volpi.
    E dire che nei giorni a venire sentiremo, ancora e ancora, riecheggiare la parola "misercordia".

    RispondiElimina
  2. Scusate ma mi sorge una domanda... forse ingenua... ma tutti questi frati che si trovano le porte dei conventi sbarrate... dove vanno?? Hanno chiuso il seminario di Sassoferrato: e quei poveri frati studenti dove sono adesso? Li stipano tutti in un convento-lager per la rieducazione?

    Colgo l'occasione per augurare alla preziosa signora Maria Guarini e a tutti quelli che seguono il blog un Santo Natale ricolmo della vera gioia portata dal Dio Bambino

    RispondiElimina
  3. Vorrei segnalare da MIL un altro racconto di discriminazione:

    http://blog.messainlatino.it/2013/12/io-le-prometto-di-portare-il-suo-dolore.html?spref=fb

    mentre a questi, nessuno dice nulla naturalmente

    http://www.corrispondenzaromana.it/lo-yoga-gesuita-a-padova/

    prima ho dimenticato di firmarmi: Rossella

    RispondiElimina
  4. ma è sicuro che quello nella foto sia Padre Volpi?

    RispondiElimina
  5. Laudetur Iesus Christus ! Semper laudetur !

    Carissimi Ascoltatori, Carissimi Amici di Radio Vobiscum,

    Ora accade in Italia quello che anni fa accadeva oltre alpi.

    Nelle zone di lingua tedesca e pure in France sono i vescovi che hanno fatto i "Volpi" accaniti su tutto quello che poteva ricordare il passato del cattolicesimo.

    Per Grazia divina ci sono stati i rifugi per cattolici, i cosidetti centri di Messa tradizionalisti spesso o quasi sempre tenuti dai Lefebvriani. In Italia le "Volpi" si abbattono solo su un ordine religioso. Nelle zone di lingua tedesca e in Francia, è al livello delle diocesi che le "Volpi" si sono accaniti distrugendo tutto quello che poteva essere un richiamo al passato ante conciliare.

    Ora lo sperimentate voi. Osservate come in nome dello "Spirito del Vatican 2" vengono fatti divieti e poi capirete perchè c'è stato il movimento traditionalista lefebvriano in certe zone d'Europa.

    Ringraziate il Nostro Signore di poter vedere il vero volto della neo-chiesa conciliare come è realmente. La Chiesa cattolica officiale non vuole piu delle forme assunte dalla sua tradizione. Forse vi servono altri esempi per esserne convinti ? Quello che succede ai FFI non vi bastera per capirlo ? Speriamo di si !

    A mani giunte ! Preghiamo l'Immacolata !

    Felice Festa della Natività del Nostro Signore Gesù Cristo a tutti.

    Radio Vobiscum - [Germania]

    http://radio-vobiscum.tumblr.com/

    RispondiElimina
  6. Perché non prendere contatti con questi fratelli, e unire le forze invece che disperderle?

    RispondiElimina
  7. Bravissima Luisa hai detto tutto! Teresa

    RispondiElimina
  8. È un autentico schifo, punto e basta. Dunque, misericordia e comprensione per suore abortiste e omosessualiste americane, per preti e vescovi del nord europa che definire protestanti è far loro un complimento (per me al massimo possono essere teisti), e questi frati perfettamente cattolici, solo perchè non sono difesi da nessuno e non piacciono ai media massonici vengono spaZzati via senza la minima misericordia....Signore Gesù, anche questo Natale verrai da noi, nonostante le nostre infedeltà, ma come sono vili questi tuoi rappresentanti così forti con i deboli e fedeli cristiani e così vili con i potenti eretici e massoni...
    John

    RispondiElimina
  9. Sono assolutamente convinto che sotto il pontificato di Francesco l'Ordine dei F.I. verrà soppresso, come accadde per i Templari o i Gesuiti. Purtroppo non credo si potrà fare molto per impedirlo.

    RispondiElimina
  10. "… clima di intimidazione e di paura…"

    Mais, bon Dieu, bottez-leur le cul à ces bandits !
    Méprisez-les de toutes vos forces.
    Assez de jérémiades !
    Répliquez !
    Quand comprendrez-vous que ces voyous, qui mettent des religieux à la rue la veille de Noel, ne sont forts que de votre faiblesse ?
    Arrêtez le nian-nian !
    Frappez !

    RispondiElimina
  11. Io mi domando:
    se i FFI fedeli al carisma originario obbediscono e d'ora innanzi smettono di celebrare il VO usando quindi solo la forma ordinaria, ma in modo veramente fedele alla lettera del CVII (non al famigerato spirito del concilio), cioè in latino, rivolti ad Deum, rimanendo fedeli al testo del Messale senza introdurre variazioni creative, pensate che finalmente si smetterà di perseguitarli?
    Marius

    RispondiElimina
  12. I gesuiti, soppressi per modo di dire, imperversano in ogni dove in vaticano e fuori, ormai occupano tutti i posti strategici, non penso ci si possa fare nulla, noi contiamo niente, lefebvr. tradi, non tradi o semplicemente in possesso della piena facoltà di intendere e di volere, siamo tutti nello stesso casellario, ovverosia fuori....dove andremo? In chiesa, a pregare il Signore che ponga le Sue mani sui nostri capi e si occupi in prima persona della Sua chiesa...noi? Si sta come d'autunno le foglie sugli alberi...auguro a tutti un Santo Natale di N.S.G.C. a Mic speciale per la pazienza e lo spazio che sempre mi accorda. Lupus et Agnus.

    RispondiElimina
  13. In questo momento Teleradio Buonconsiglio sta trasmettendo la registrazione di una Santa Messa nella forma extraordinaria celebrata - mi pare - dal Padre Mannelli. Strano....

    RispondiElimina
  14. Al momento è in atto un semplice smembramento (trasferimenti, esili, chiusura seminari ecc.). Prima o poi, quando ci si renderà conto che molti, forse troppi, all'interno rimarranno fedeli al carisma del fondatore P.Manelli e che hanno vocazioni davvero autentiche, si passerà alla soppressione formale. Le ragioni rimarranno ovviamente oscure, pur dando luogo a dibattiti, ipotesi e congetture, come successe per i Templari e Gesuiti. Frati e suore saranno cioè invitati a cambiare abito e ad inserirsi nelle altre famiglie francescane, semplicemente perché i F.I. non esisteranno più. Molti ovviamente avranno crisi di fede e lasceranno l'abito sacro, ma verrà detto che non si trattava di vere vocazioni. Dopo un periodo più o meno lungo (quanto? solo Dio lo sa), l'Ordine verrà ricostituito per diretto invito di un nuovo Papa. E sarà una nuova primavera per la Chiesa.

    RispondiElimina
  15. Nessun commissariamento per chi promuove una religione radical-chic, condita con yoga, zen, meditazione trascendentale, buddismo, induismo, da noi è prassi comune, e da tempo, ad opera dei gesuiti, seminari, corsi, soggiorni di fine settimana si riempiono di persone che vanno a "se ressourcer", un sincretismo alla moda, oggi leggo questo:

    http://www.corrispondenzaromana.it/lo-yoga-gesuita-a-padova/

    RispondiElimina
  16. http://www.immacolata.com/index.php/it/35-apostolato/fi-news/253-precisazione-del-commissario-apostolico

    Quanta umiltà in p. Volpi!

    RispondiElimina
  17. 1)
    ma sarà contento il Signore che questi FFI obbediscono agli uomini anzichè a Lui, alimentando così l'ingiustizia, e dando l'esempio ad altra futuri "obbedienti" che si inginocchiano all'iniquità crescente ?....e facedno credere che gli oppressori siano giusti e stiano agendo secondo volontà di Dio ?

    2) l'art. dice infine:
    "ricorrere al papa che può metter fine all'ingiustizia...."
    ?!? ma dobbiamo ridere o piangere ?
    vi pare che questo "papa" abbia il senso della giustizia, con la sua proclamata misericordia a senso unico ? vi pare equo costui nelle sue preferenze dimostrate a CERTI (vario/non)credenti e persecuzioni spietate ad altri SENZA GIUSTA MOTIVAZIONE, chiaramente commissionate da lui ?

    certo, caro sig. Dottori, penso che gli oppressi dovrebbero dirgli come la Lucia manzoniana supplicava l'Innominato:
    DIO PERDONA TANTE COSE per un'opera di misericordia !

    .....ma qui si tratta di un'opera di Giustizia, coincidente con la misericordia EQUANIME, da usare cioè verso TUTTI, non solo verso reprobi, blasfemi, peccatori ed eretici di varia fatta!

    RispondiElimina
  18. E' la vostra intolleranza verso yoga, zen, meditazione etc. etc che vi rende invisi a tutti gli altri credenti, salvo poi chiedere tolleranza per voi quando volete imporre le vostre formule vetero-tradizionaliste. Prima interi pamphlet contro la democrazia come forma di governo e poi si firmano democraticissimi appellii. Siate coerenti.

    RispondiElimina
  19. Amici miei i chiarimenti del commissario Volpi riguardano una diffida legale presentata dai familiari di padre Manelli in relazione a sue dichiarazioni rese pubbliche, dice, suo malgrado in quanto riservate.
    In ogni caso la questione riguarda beni immobili e loro disponibilità.
    Vedo che a questo riguardo è stato ed è molto loquace. Purtroppo non lo è altrettanto, né lui né i vari vescovi coinvolti, nei chiarimenti e appelli di ordine pastorale, di cui abbiamo dibattuto fino ad oggi, che sono gli unici che ci interessano e ci riguardano come fedeli, ignorati e bistrattati, a prescindere dall'esito delle altre questioni e assolutamente non correlati ad esse.

    RispondiElimina
  20. La strategia che i neomodernisti hanno deciso di adottare con i FI, frati e Suore, è esattamente quella descritta da Zag. Ben presto è probabile, come si va dicendo, che vengano commissariate anche le Suore, dopo un'altra visita apostolica-farsa. Però, c'è un però... Fanno i conto senza l'Oste...

    RispondiElimina
  21. E' la Vigilia di Natale, quindi carissimi auguri a Mic e a tutti i partecipanti di questo sito.
    Ma consentitemi un pensiero commosso e particolare a tutti i Cristiani e Cattolici perseguitati nel mondo.
    Buon Natale ai Cristiani di Siria, delle città martiri di Maloula, di Raqqah e di molte altre, dove sono ormai centinaia i testimoni della fede assassinati dai ribelli anti-Assad. Buon Natale ai Cristiani d'Egitto dove, solo negli ultimi mesi, sono più di 80 le Chiese sono state distrutte dai Fratelli Musulmani. Buon Natale ai Cristiani iracheni e libanesi, che lasciano in massa i loro paesi per evitare rapimenti, assassinii e persecuzioni. Buon Natale ai Cristiani di Terrasanta, stretti nella feroce morsa della violenza islamista e della tenace persecuzione amministrativa degli ebrei, che li vede nemici due volte: come arabi e come Cristiani: a Betlemme, nella Terra Santa occupata, si sono ridotti dal 90% al 35% della popolazione. Buon Natale ai Cristiani del Kossovo, culla della cultura e della Cristianità serba, che nelle enclave di Mitrovica e in altre, nei monasteri ortodossi isolati, resistono alle aggressioni e alle distruzioni albanesi-musulmane solo grazie ai militari italiani della Kfor. Buon Natale ai Cristiani nigeriani, centro-africani, kenioti, contro i quali si susseguono attentati e aggressioni. Buon Natale ai Cristiani del Pakistan e dell'India, contro i quali ad accanirsi non sono solo le masse islamiche e induiste, ma le stesse autorità statali.
    Buon Natale a tutti questi veri testimoni della Fede, che soffrono, combattono e muoiono nel silenzio di un Occidente imbelle e vile, ormai narcotizzato dai veleni laicisti e anticristiani delle lobby, che ci vogliono privati della nostra Fede, della nostra cultura, delle nostre tradizioni, della nostra storia, del nostro diritto, delle nostre radici.
    Sui confini della nostra civiltà cristiana, costoro soffrono, combattono e muoiono anche per noi. Buon Natale.

    RispondiElimina
  22. Cara Luisa, il suo intervento delle 8:34 è perfetto. Grazie. Un Buon Santo Natale.


    RispondiElimina
  23. Quindi la maggioranza dei credenti ("tutti gli altri") sarebbe legittimata a preferire lo yoga e lo zen all'andare a Messa (o al leggere o meditare di mistica tradizionale cristiana, magari dopo aver recitato il rosario), perché così vuole lo Zeitgeist (notoriamente opposto alle "formule vetero-tradizionaliste") ?

    RispondiElimina
  24. @ Giovanni
    Se non fosse per il suo sgradevole intervento avrei evitato di parlarne per non innescare ulteriori diatribe.
    Qui non si tratta di intolleranza nei confronti di yoga od altre pratiche non cattoliche, che chiunque è libero di seguire; ci si riferisce a casi di SINCRETISMO (tali pratche frammiste al cattolicesimo) attribuibili ai gesuiti.
    Ne sono testimone in prima persona, avendone fatto esperienza diversi anni fa: faccio due nomi, padre Ballester per la "preghiera profonda" e padre De Gennaro per lo "yoga cristiano".
    Ebbene, sono esperienze che ho accostato con grande apertura ed entusiasmo, proprio in quanto guidate da sacerdoti (entrambi gesuiti e potrei fare altri svariati nomi, il che dimostra l'entità del fenomeno). Ma dalle quali ho preso le distanze non appena vi ho colto l'estraneità...

    RispondiElimina
  25. Ma ha letto l'articolo segnalato su corrispondenza cristiana? Si attacca lo yoga in sé avendone una conoscenza superficiale! E cosa signfica che Leise ne è allontanato per estraneità? Sono tante le cose che non hanno necessariamente un'attinenza con la religione, non per questo non sono cose buone ed interessanti.
    giovanni

    RispondiElimina
  26. " Chiarisco in primo luogo che il carattere confidenziale di tale scritto NON autorizzava nessun componente dell’Istituto a trasmetterlo ad organi d’informazione, e chi si è reso responsabile di tale trasgressione ne dovrà dunque rispondere in sede canonica, oltre che in sede penale."

    E toc!
    Ancora una minaccia, ancora un messaggio intimidatorio, il commissario Volpi sta compiendo la sua missione con una mano sul cuore per taluni e l`altra occupata a maneggiare una scure, è diventato talmente sicuro di sé, si sente così forte e gonfiato dal suo potere, che non ha nemmeno più bisogno delle due mani per farla cadere sui malcapitati che avrebbero la pessima idea ( ai suoi occhi) di resistere, di difendersi, di non sottomettersi ai suoi abusi di potere.

    RispondiElimina
  27. Giovanni,
    non conto io che me ne sono allontanata " per estraneità", conta l'"estraneità" con la nostra Fede e l'inquinamento che ad essa deriva se si fanno improprie commistioni.

    Quando si parla di qualcosa occorre sapere di cosa si sta parlando.

    Ebbene, non ho detto che lo yoga di per sé non sia interessante: è interessantissimo ed intrigante, perché contempla una disciplina, pratiche e conoscenze che hanno un reale impatto nell'universo fisico, psichico e spirituale della persona. Ma sostanzialmente si risolvono in una manipolazione della realtà, che trovo del tutto estranea al rapporto personale con la S.S. Trinità e all'opera di 'cristificazione' che è il proprium della nostra Fede cattolica.

    Detto questo, chi ha orecchi per intendere intenda. Non so se a lei può bastare. A me è bastato, non soggettivamente come persona, ma come credente appartenente al Signore e al Suo corpo mistico che è la Chiesa.

    RispondiElimina
  28. Natale forever
    Malgrado tutte le manovre (insensate e penose) del nemico di Dio, coadiuvato dai suoi "burattini" terreni (per i quali, naturalmente preghiamo) al fine adombrare e mistificare il Santo Natale, MAI nessuno riuscirà a togliere ai credenti in Cristo la gioia del Natale. E tantomeno la Grazia che, in tale faustissimo giorno, scende copiosamente dal Cielo su tutti noi.
    Non gli è consentito. Per preciso decreto del Padre celeste. Egli, infatti, desidera espressamente che questo giorno costituisca un'occasione speciale, per tutti gli uomini, in cui aprire il cuore a Cristo, venuto a riaprire le porte del Paradiso all'umano genere.
    ETERNA LODE A DIO E ALLA SACRA FAMIGLIA.


    http://allisonmisti.blogspot.it/

    RispondiElimina
  29. Giovanni in poche righe è riuscito a inanellare una bella serie di castronerie, complimenti!
    1) Non siamo intolleranti verso yoga, zen, meditazione, ma notiamo solo che spacciarli per tecniche cristiane è da pataccari
    2) Non è certo ad ogni modo per questo che siamo invisi agli "altri"!
    3) Quelle che chiama "formule vetero-tradizionaliste" sono la tradizione del cattolicesimo così come yoga, zen e meditazione lo sono dell'induismo e nel buddhismo. Non è che Giovanni sei uno di quelli che sbeffeggiano il latino perché non si capisce e poi si imparano i mantra in sanscrito? Ne ho conosciuti parecchi!
    4) I pamphlet contro la democrazia esulano completamente dai nostri interessi, ma comunque 5) un appello non ha nulla a che vedere con la democrazia, si può anche sottoscrivere un appello a un dittatore.

    Buon Natale a tutti e stanotte preghiamo per un migliore 2014!

    RispondiElimina
  30. (avevo sbagliato post)

    altre salutari testimonianze e letture x giovanni ed altri:

    video di Claudia Koll
    http://www.youtube.com/watch?v=oDwNi0u5AKM

    (attenti allo yoga)
    http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/attenti allo yoga.htm

    cattoliciliberi.it

    RispondiElimina
  31. ANCHE SE PER TUTTO IL CATTOLICESIMO, QUESTO S.NATALE E' TRISTE, IO MANDO UGUALMENTE DI VERO CUORE ""BUON NATALE"" A TUTTI I LETTORI DI QUESTO BLOG ED AGLI AMMINISTRATORI.
    QUESTO GIORNO, PER NOI CHE ABBIAMO FIDUCIA IN GESU', E' FELICITA' E GIOIA, PERTANTO NOI LO FESTEGGIAMO DA VERI CRISTIANI/CATTOLICI ROMANI.

    BUON NATALE!!!!!

    RispondiElimina
  32. Buon Natale.
    Non angustiatevi troppo.
    Il Signore veglia sul cammino di ognuno di noi e su quello della Chiesa.
    Lui conosce tutte le cose.

    mauro

    RispondiElimina
  33. giovanni avrebbe potuto partecipare all`emissione-documentario diffuso l`altro giorno dalla tv svizzera italiana sulla crisi della Chiesa, in studio un frate cappuccino che si definisce lui stesso eterodosso, che parla di Dio o ente supremo, o comunque vogliasi chiamarlo (!), e nel documentario, che comincia con una frase del fu card.Martini sulla "brace sotto le ceneri", il maggior spazio è stato dato a Mancuso e ad un padre gesuita che organizza quei generi di week-end, dove si mischia meditazione e altre tecniche che ci vengono dall`oriente, tutti d`accordo nel dire che la Chiesa è indietro di 200 anni, ed io spengo il televisore con la sconfortante sensazione di non condvidere la stessa fede e religione di quelle persone.

    RispondiElimina
  34. Auguro a tutti un Santo Natale, a Maria, agli amici di questo blog e a chi non lo è ma passa comunque da queste parti!

    RispondiElimina
  35. "Chiesa e storia, dal bastone alla misericordia" ovvero come da Giovanni XXIII in poi la Chiesa ha mandato in soffitta la condanna.

    http://www.argocatania.org/2013/04/05/chiesa-e-storia-dal-bastone-alla-misericordia/

    ...ora la chiesa “preferisce usare la medicina della misericordia piuttosto che della severità. Essa ritiene di venire incontro ai bisogni di oggi mostrando la validità della sua dottrina, piuttosto che rinnovando condanne”.


    Si ma se poi provi a dire che sei mezzo tradizionalista (come i FI) allora la vedi all'opera sul serio la bontà, la medicina e la tolleranza conciliare.

    RispondiElimina
  36. Quale è, in termini spirituali, il prezzo di queste pratiche [yoga e meditazione trascendentale n.d.r.]?

    Risposta del cardinal Ratzinger:

    La perdita della fede e la perversione della relazione uomo - Dio, e un disorientamento profondo dell’essere umano, cosicché alla fine l’uomo si sposa con la menzogna.

    http://guide.supereva.it/filosofie_orientali/interventi/2005/06/215176.shtml

    RispondiElimina
  37. X Luisa: e il 26 dicembre si replica con una trasmissione sempre della TV svizzera dedicata al primo anno di pontificato di Bergoglio. Inutile dire che tutti coloro che interverranno sono naturalmente allineatissimi al nuovo corso.
    Comunque buon Natale a tutti: mi consola il fatto che stanotte avro' la fortuna di assistere al Mattutino e alla Messa di Sempre alla Trinita' dei Pellegrini qui a Roma.

    RispondiElimina
  38. Ganswein: i fan di Papa Francesco? Rimarranno delusi
    http://www.ilfoglio.it/soloqui/21166#.UrQD56bfBtw.facebook

    RispondiElimina
  39. E' un Natale di persecuzione. Ormai è scontato, nel nuovo anno toccherà anche a noi. Ma niente tristezza. Grande serenità invece! Il persecutore Erode fu gabbato in scioltezza da quel Bambino e sua Madre. Essi ci mostreranno la strada e ci difenderanno da Bergoglio e dai suoi sicari.

    RispondiElimina
  40. comunque i FI sono fortunati perché siamo a Natale e a Natale anche un Volpi é più buono.

    A pasqua li avranno asfaltati...

    RispondiElimina
  41. Ganswein invece di parlare di un futuro ipotetico dovrebbe parlare dei gravi fatti che succedono ora ai frati dell'immacolata e che lasciano tutti noi ben più che delusi. Lui invece nulla, non un commento su questo, ma solo un " i fan di Bergoglio rimarranno delusi"...E in più si preoccupa perchè le sue chance di essere nominato vescovo di qualche diocesi tedesca sono basse.. Ma per favore....fatelo tacere.
    Dani

    RispondiElimina
  42. Mons. Gaenswein è molto amico di P. Alessandro Apollonio, uno dei FI esiliati dal gatto e la volpe. Sono certo che ha fatto quanto poteva per limitare i danni.

    RispondiElimina
  43. Ultimissima notizia che "gira" in ambienti abbastanza informati è che P. Volpi sospenderà dai sacramenti i frati che hanno richiesto di staccarsi per fondare un nuovo Istituto sotto Ecclesia Dei, salvo un loro ritrattamento sottoscritto con completa adesione ... all'onnipotente Volpi !
    Santo Natale a Tutti.
    Silvano Dottori

    RispondiElimina
  44. Tanti auguri a tutti di un buon Santo Natale.

    RispondiElimina
  45. Ieri sera alla Trinita' dei Pellegrini c'erano cinque Francescane dell'Immacolata che hanno devotamente seguito sia il Mattutino che la Santa Messa. Ho pregato per loro e per i cari Frati sperando che questo non sia per l'ordine l'ultimo Natale. Ancora auguri a tutti.

    RispondiElimina
  46. ganswein ha fatto quanto poteva? sarà vero, però le sue chance di essere nominato vescovo diventerebbero ancora più basse con una parola pubblica , vero? Questo mi sa che gli preme maggiormente.
    Auguri a tutti
    dani

    RispondiElimina
  47. Forse qualcuno non si è accorto che Gaenswein è già Vescovo, anzi Arcivescovo, nonché prefetto della Casa Pontificia... Inoltre, subito fortemente che abbia intenzione di abbandonare Benedetto XVI finché è in vita. Il futuro, poi, è nelle mani di Dio. Santo Natale a tutti

    RispondiElimina
  48. Gaenswein è legato da un giuramento di fedeltà a papa Benedetto finché questi è in vita, quindi al momento svolge doppio incarico, quanto a chi si dovrebbe esprimere apertis verbis sulla faccenda dei FI non è certo lui che non è neppure card. ma qualche alto papavero rosso (o bianco), prendersela col gatto-volpe non serve, lui non è che un final executor, esegue ordini ricevuti dall'alto....Buon Natale a tutti.Passante per caso 2

    RispondiElimina
  49. Con lo stile con cui Francesco ha oggi condotto la benedizione Urbi et Orbi, è stata pienamente confermata la assoluta continuità con Benedetto XVI : i fedeli legati alla tradizione non hanno assolutamente nulla da temere..

    RispondiElimina
  50. Anonimo delle 9.52 si parlava ovviamente di essere nominato vescovo di una sede diocesana, perchè lo stesso Ganswein ne ha parlato nell'intervista, nominando Conia o Friburgo....

    Dani

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.