Pagine fisse in evidenza

lunedì 11 giugno 2018

La vicenda Acquarius svela più sull’immigrazione di quanto abbiano fatto anni di propaganda

La vicenda del blocco navale italiano deciso ieri dal Ministro degli Interni Matteo Salvini sta tenendo molti con il  fiato sospeso.

L’azione del Governo Italiano sta mettendo a nudo in poche ore molto più di quello che i media ci hanno voluto mostrare in anni.

L’Acquarius non rischia l’ammaraggio, è perfettamente in grado di raggiungere in meno di 48 ore qualsiasi porto del Mediterraneo. Il governo italiano ha inviato due motovedette per fornire viveri e personale medico. La nave è dotata finanche di giornalisti a seguito.
Secondo le dichiarazioni dell’ambasciatore maltese in Italia, il capitano dell’imbarcazione ha deciso di non attraccare a Malta, nonostante gli fosse stato autorizzato l’accesso e piuttosto che mettere in salvo 629 naufraghi raggiungendo altri porti, preferisce restare in mare facendo zig zag tra Malta e Sicilia “in attesa di ordini”, come verificabile qui.

I giornali stanno dando il meglio citando Fonti del diritto toalmente a caso, che vanno dalla Costituzione, alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, al codice della navigazione, al diritto internazionale. Usate per inquadrare fattispecie specifiche imprecisate.

Va detto poi che in una cornice di incentivazione delle vittime, salta qualsiasi schema giuridico, poiché una emergenza non è più tale se viene creata sistematicamente con una impalcatura logistica e mediatica in un lungo arco temporale, è piuttosto un’agenda politica a spese di esseri umani. Il tutto condito dall’abuso di convenzioni internazionali a scopo elusivo delle leggi sull’immigrazione.
A chi si è chiesto se si possono chiudere i porti, ricordiamo che Francia e Spagna lo hanno fatto quasi un anno fa, insieme al sigillamento dei confini austriaci e nessuno ha evocato scenari apocalittici o lo ha messo in discussione. Ancora una volta, anche i regolamenti UE sull’immigrazione forniscono regole che valgono solo per la Repubblica Italiana, e dispensano tutti gli altri.

Lo scopo di un blocco navale è di sfavorire a monte le partenze con destinazione predeterminata “Italia”. Nonostante fosse stato annunciato, alcuni prevedono sbarchi copiosi. Il che significa che c’è una volontà di fondo di usare le tragedie umane a scopo strumentale e politico.

Il mistero dei misteri rimane lo stesso: chi e perchè ha stabilito che l’Italia dovesse essere l’unico hub mediterraneo di arrivo dei migranti, anche al di fuori dell’area si soccorso di competenza italiana?
Sulpicia - Fonte

50 commenti:


  1. Bene Salvini, bisogna perseverare e prepararsi ad una dura battaglia

    --Nel chiudere i propri porti lo Stato italiano esercita la sua legittima sovranità,
    non viola nessun trattato internazionale.
    La chiusura dei porti equivale a quella delle frontiere di terra. Giusto. L'hanno fatta e la fanno Austria e Francia, con noi confinanti. Se è perfettamente legittima per loro non si vede perché non debba esserlo anche per noi.
    --L'unico modo per l'Italia di bloccare il traffico dei clandestini è quello di colpire il mezzo che li trasporta. L'unico mezzo in nostro possesso sembra al momento quello di impedire al "traghetto" di entrare nei nostri porti. Inoltre, si possono attuare misure di sequestro nei confronti di queste navi private, in quanto implicate nel "traffico di carne umana" dalle coste dell'Africa all'Italia.
    Sembra di capire che ci sono tre tipi di "traghetto". 1. Le navi delle ONG, mezzo principale. 2. Le navi militari degli altri paesi europei. 3. Il traffico capillare di mezzi privati dalla Tunisia verso la Sicilia e la Sardegna, quello degli "sbarchi fantasma", per capirci. Siamo un colabrodo spaventoso.
    --Un bel successo, perché farebbe diminuire assai gli sbarchi, consisterebbe nel far sparire il mezzo rappresentato dalle navi delle ONG, nostre nemiche anche "ideologiche", in quanto strumenti dell'ONU e delle oligarchie interessate alla distruzione delle nazioni europee. La via imboccata da Salvini sembra quella giusta: impedire loro l'accesso ai nostri porti. La battaglia sarà comunque dura assai perché l'industria del "migrante", oltre che dall'odio ideologico travestito da umanitarismo, è motivata anche dallo spirito di lucro.
    --Il card. Ravasi ha dimostrato di non esser un grande "biblista". Il passo di Mt 25, 42 recita: "fui pellegrino e non mi albergaste [hospes eram et non collegistis me]; nudo e non mi rivestiste; infermo e carcerato e non mi visitaste". Chi avrà commesso questi peccati se ne andrà in perdizione. Gesù menziona qui lo straniero (di passaggio, come Dio e i due angeli che apparvero ad Abramo come stranieri nel Querceto di Mamrè, Gn 18) nel senso di ospite che ha sempre bisogno di protezione e deve esser trattato con rispetto. Ma questi che vengono in massa non sono "hospites", sono invasori ipocritamente travestiti da bisognosi e quasi tutti musulmani, genìa che viene a conquistare e dominare. Si è diffusa la voce a livello planetario che l'Italia è il paese del bengodi, che accoglie tutti, che mantiene tutti, anche gratis. Per questi, vale quanto ha detto san Paolo, ispirato da Cristo: " Chi non lavora, non mangi".
    PP

    RispondiElimina
  2. Evidentemente qualcuno, a nome dell'Italia, ha acconsentito ad essere cavia per esperimenti antropologici vari.
    Bisognerebbe conoscere nome e cognome di questo qualcuno o di questi diversi qualcuno.

    N.B.Siamo nelle mani di pazzi esaltati. Si credono Dio.

    RispondiElimina
  3. https://www.diplomaziaitaliana.it/salvini-respinge-la-nave-aquarius-finalmente-un-governo-che-sa-il-diritto-del-mare/

    Finalmente l’Italia ha un governo che conosce il diritto del mare: il ministro degli Interni Matteo Salvini rifiuta l’approdo alla nave della Ong Aquarius carica di migranti raccolti nel Mediterraneo.
    Non più tardi di un mese fa abbiamo illustrato come il governo Gentiloni avesse autorizzato l’approdo della ONG Sos Mediterranée con a bordo 105 immigrati nonostante il diritto del mare prevedesse lo sbarco a Malta. Era, quello, l’ennesimo caso in cui gli esecutivi di sinistra da un quinquennio decidevano di far sbarcare in Italia immigrati soccorsi in acque internazionali pur non avendo nessun obbligo di accoglierli in base al diritto internazionale del mare.

    RispondiElimina
  4. https://www.lospecialegiornale.it/2018/06/11/aquarius-migranti-salvini-meluzzi/amp/

    RispondiElimina
  5. Aquarius, il sindaco Orlando: “Criminale nazista chi non capisce che c’è una sola razza. Salvini ministro scimunito”

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/11/aquarius-il-sindaco-orlando-criminale-nazista-chi-non-capisce-che-ce-una-sola-razza-salvini-ministro-scimunito/4418181/amp/

    Orlando e' avveduto , accorto , e rigettera' lo statuto speciale di cui si fregia la sua regione . Nevvero ?
    N.B. la Sicilia trattiene il totale delle imposte

    L'articolo non e'di Salvini :
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/04/02/le-regioni-a-statuto-speciale-non-hanno-piu-senso/3491826/

    RispondiElimina
  6. Con Aquarius il centrodestra si ricompatta: Meloni ringrazia Salvini
    Il centrodestra si ricompatta sulla gestione della nave 'dirottata' verso la Spagna. Gelmini (Forza Italia): «L'Ue batta un colpo»
    https://www.diariodelweb.it/italia/articolo/?nid=20180611-517691

    RispondiElimina
  7. http://www.ilpetulante.it/la-fermezza-di-salvini-e-lo-scarso-amor-patrio-dei-soloni-e-dei-guru-dellaccoglienza-2910/

    RispondiElimina
  8. Il ricatto morale è inaccettabile . Stefano Fontana

    La politica delle immigrazioni non è come l’azione di chi sta sulla spiaggia e vede il naufrago agitare le braccia e gridare. L’azione politica, per essere buona, deve tenere presente il bene comune in tutti i suoi aspetti.

    http://www.lanuovabq.it/it/il-ricatto-morale-e-inaccettabile

    RispondiElimina
  9. Quando il blocco lo face Prodi per fermare il flusso incontrollato degli albanesi non ci fu questo scalpore: ma all'epoca non c'erano gli affari delle coop. e della neo-chiesa.

    RispondiElimina
  10. « Ave maris stella,
    Dei Mater alma
    atque semper virgo
    felix coeli porta.
    Sumens illud ave
    Gabrielis ore
    funda nos in pace
    mutans Evae nomen.
    Solve vincla reis,
    profer lumen caecis,
    mala nostra pelle,
    bona cuncta posce.
    Monstra te esse matrem,
    sumat per te preces
    qui pro nobis natus
    tulit esse tuus.
    Virgo singularis
    inter omnes mitis,
    nos culpis solutos
    mites fac et castos.
    Vitam praesta puram,
    iter para tutum
    ut videntes Jesum
    semper collaetemur.
    Sit laus Deo Patri,
    summo Christo decus,
    Spiritui Sancto
    tribus honor unus.
    Amen. »

    « Salve, Stella del Mare
    di Dio madre alma
    vergine sempre e feconda
    porta del cielo.
    Quell'ave ricevendo
    dal labbro di Gabriele
    noi nella pace immergi
    mutando il nome d'Eva
    Sciogli dai lacci i rei
    ridà la luce ai ciechi
    discaccia i nostri mali
    ottienici ogni bene.
    Dimostra d'esser madre
    Per te le preci accolga
    quei che, per noi nascendo,
    sofferse d'esser tuo.
    Vergine senza pari
    tra tutte la più mite
    Scioglici dalle colpe
    rendici casti e miti.
    Donaci vita pura
    proteggi il nostro viaggio
    finché Gesù vedendo
    gioirem per sempre insieme
    Sia lode a Dio Padre
    a Cristo sommo onore
    allo Spirito Santo
    onore a tutti e Tre
    Amen. »

    RispondiElimina
  11. In Italia oramai abbiamo i “cecchini” che si caricano di moralismo a pallettoni e sparano poi parole come: “ministri dell’interno razzisti o sbirri in Italia”, “politiche del ministro dal sapore fascista”, o accusano di inumanità e assenza di cuore, o infine come fa Repubblica che dà a Salvini del sequestratore, visto che titola: “629 persone ostaggi di Salvini”.

    Sono le stesse persone che finiscono poi per scaricare il risultato del loro moralismo sulla popolazione italiana. Loro si fanno belli, riempiendosi di belle “umane” parole, ma poi.........
    (Sabino Paciolla)

    RispondiElimina
  12. La Aquarius rifiuta la proposta di Danilo Toninelli di essere scortata a Valencia dalla nostra Marina Militare e dalla Guardia Costiera in caso si presentassero problemi di salute tra le 629 persone a bordo. "Impossibile lo spostamento", dichiara attraverso Sos Mediterranee. Questi non mollano, per i loro scopi vogliono addirittura il morto ed usarlo a pretesto per incolparci e creare una spaccatura nel governo. In ciò sanno di avere la complicità di "stampa" come Repubblica. Mica fessi. Sperano che il senso di colpa pervada il M5S e lo spinga a non tollerare più il pugno di ferro di Matteo Salvini.

    Non esiste nessun emergenza. Solo interesse monetario. Imbecille chi crede il contrario.

    RispondiElimina
  13. Le ultime notizie parlano della disponibilità della Corsica ma gli ultimi comunicati dicono che i profughi saranno caricati su navi italiane e portati a Valencia....

    RispondiElimina
  14. Il regolamento di Dublino III impone ai migranti di inoltrare la richiesta di asilo nel paese di prima accoglienza.

    Nel caso dei migranti del mare:

    Mi spiega una persona informata dei fatti che UNA NAVE CHE BATTE BANDIERA DI UN QUALSIASI STATO È PER CIÒ STESSO GIÀ TERRITORIO DI QUELLO STATO.

    NE viene che tutti i navigli stranieri all'Italia che scorrazzano nel Mediterraneo e che soccorrono migranti sarebbero e sono tenuti alla prima accoglienza di essi con tutto quello che ne discende (riconoscimento, presa in carico, mantenimento per gli anni previsti dal Dublino III e tutto ciò che conosciamo, e di cui l'Italia è stata costretta - per lo più indebitamente - a farsi carico in questi 5 anni).

    RispondiElimina
  15. Gli stessi che hanno massacrato nel sangue i lavoratori a colpi di "riforme del lavoro" vogliono l'immigrazione a ogni costo. Perché? Per poter ancora massacrare i lavoratori, costringendoli a competere con i nuovi schiavi deportati dall’Africa.
    Diego Fusaro

    RispondiElimina
  16. Questi non mollano, per i loro scopi vogliono addirittura il morto ed usarlo a pretesto per incolparci e creare una spaccatura nel governo. In ciò sanno di avere la complicità di "stampa" come Repubblica.

    Qui dobbiamo farci sentire anche noi, come possiamo: facciamo presente a tutti che questa rigidità svela che il vero interesse delle ONG non è il benessere dei profughi. Diciamo piuttosto che li stanno usando come scudi umani per perseguire le proprie politiche.

    RispondiElimina
  17. Notizie dal Libano:

    http://nna-leb.gov.lb/en/show-news/92033/

    The report explains further that the UNHCR staff would intimidate refugees by means of telling them things that raised doubts and sparked horror concerning their return to Syria, such as being forced to undergo military service, the shaky security situation, and the poor housing and living conditions. The refugees said that the UNHCR staff had also warned them that U.N. assistance and services would be halted once they were back in Syria, and had shared with them other intimidating information that would change their mind about returning back home.

    In sintesi: il Libano ospita un gran numero di profughi siriani e ora che l'ISIS è stato espulso da molte zone della Siria sta programmando il loro ritorno in patria. Non a caso i profughi sono stati tenuti in campi profughi, in attesa della risoluzione del conflitto, e non si è parlato di "integrazione". Bene, il governo avrebbe scoperto che l'UNHCR sta diffondendo una campagna di terrore presso i profughi, che va ben oltre l'informazione corretta, per dissuaderli dal tornare alle loro case. A dimostrare che queste grandi organizzazioni stanno perseguendo un piano di spostamento di popoli e non lavorano per i diritti umani. Il governo libanese minaccia ritorsioni nei confronti dell'UNHCR e speriamo che sia in grado di agire.

    RispondiElimina
  18. http://lanuovabq.it/it/contro-il-governo-xenofobo-il-piano-dei-cronisti-embedded

    Che schifo ! Come immaginavo e' stato tutto organizzato .

    E in occasione della visita di Conte ai terremotati , ieri per caso in TV da un non so chi fosse :" Il governo si deve occupare dei terremotati che soffrono tanto ..."!
    Avrei voluto rispondergli : In due anni non avete combinato niente , adesso ve ne accorgete ?

    RispondiElimina
  19. Senza parole..
    https://twitter.com/GavinoSanna1967/status/1006290995162550273

    Giustamente si osserva che anche il semaforo e' un segno convenzionale .

    RispondiElimina
  20. La nave Aquarius sta continuando a rivelare:

    La nave Aquarius, pur con la disponibilità iniziale del governo italiano di accogliere le sole donne, bambini e malati, pur con finalmente la disponibilità di Malta (che a scanso di equivoci fa benissimo a chiudere i porti, ne va della sua stessa sopravvivenza, e amici maltesi mi dicono che i pochi migranti che hanno stanno creando tensioni con gli abitanti) e della Spagna (che ha invece sempre usato il pugno di ferro contro le navi, ma già, c'erano Zapatero e poi la Colau, gli idoli della sinistra liberal) ad accoglierla, se ne sta ferma da un giorno in mare, senza alcuna intenzione di attraccare in questi porti sicuri che pur si sono offerti di far sbarcare i profughi; è a questo punto evidente che dei migranti che ha a bordo non gliene frega niente, è evidente che non va bene che un porto maltese o spagnolo o comunque non italiano abbia dato la disponibilità, dal momento che il carico umano deve essere evidentemente consegnato solo ed esclusivamente in Italia. Questi non sono samaritani o missionari, questi sono schiavisti e mafiosi, nè più nè meno; si tratterà di una Organizzazione Non Governativa, ma sicuramente non è un'Organizzazione Non Lucrativa (e se ci si pensa, dietro l'ong in questione, la SOS Mediterraneè, c'è sempre lui, il solito e maledetto Soros, speculatore e gran negriero). A questo punto, se proprio la Aquarius vuole sbarcare esclusivamente in Italia, la si scorti, si accolgano gli stranieri per identificarli e dare loro il primo soccorso, ma poi si arrestino tutti gli uomini dell'equipaggio, dal primo all'ultimo, e si sequestri la nave, meglio ancora se per affondarla. I negrieri sono tra la peggior specie d'uomini, anche e soprattutto quando si ammantano di bontà, fosse quella protestante evangelica del passato o quella liberal sostanzialmente atea di oggi...

    RispondiElimina

  21. Speriamo che la vicenda della Aquarius non finisca male per l'Italia

    La vicenda è, come prevedibile, entrata in una fase confusa. Non mi stupirei se alla fine, i c.d. migranti fossero trasbordati da navi italiane in porti italiani, se non tutti almeno una parte rilevante. Sarebbe una vera beffa.
    Dicono i giornali che Tripoli ha allentato i controlli in mare. Se vero, dimostra ancora una volta l'ambiguità dei libici.
    Che fare poi con le altre navi che si annunciano? Forse l'unico modo sicuro per scoraggiare l'indegno traffico sarebbe quello di farle attraccare da noi per poi sequestrarle ad una ad una con l'imputazione di correità nel traffico di "schiavi" in Italia. Come aveva fatto a suo tempo la Procura di Trapani. Non bisogna preoccuparsi se non c'è una norma di legge chiara in proposito. Sono anni che i giudici "creano" le norme giuridiche e non solo in Italia. E poi c'è appunto il precedente della Procura di Trapani, che ha bloccato un nave
    ONG per diversi mesi, mi sembra.
    Insomma, la battaglia non è affatto vinta e si presenta lunga e difficile. Speriamo che Salvini tenga duro e che il governo lo sostenga, che non si arrivi al solito brutto compromesso finale, costretti dalla nostra debolezza (nella quale ci siamo però sinora cullati, per così dire).
    PP

    RispondiElimina
  22. Terribile ieri il tweet dei Francescani di Assisi: "Dov’è finita l’accoglienza? Dov’è finita l’umanità? Dov’è finita la fratellanza? Forse sul muro dei pregiudizi e dell’ignoranza. San Francesco li avrebbe accolti come fratelli e sorelle"

    Credo che ormai essi confondano il Serafico Padre con Bergoglio, la fratellanza con la "fraternité", l'umanita' con l'ideologia dei diritti umani, e l'accoglienza con Soros.

    Quos perdere vult, Juppiter dementat prius....o meglio: "per questo Dio invia loro una potenza d'inganno perché essi credano alla menzogna, e così siano condannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hanno acconsentito all'iniquità." 2Tess.11

    RispondiElimina
  23. Gli è stato offerto tutto il possibile:
    -Viveri e rifornimenti? NO.
    -Recupero ed assistenza donne e bambini? NO.
    -Attracco in #Spagna? NO.

    #Aquarius è disposta a tutto pur di continuare questo gioco di forza, usando vite umane come ricatto. Criminali, che altro?
    https://twitter.com/EcoDemOrg

    RispondiElimina
  24. Riproviamo l'esorcismo: Sapete perchè non vogliono andare in Spagna? In Italia gli immigrati ricevono la paghetta, in Spagna no. Capite l'affare? Se li portano in Spagna, gli immigrati denunciano Acquarius per averli danneggiati. Meglio farli fare una rivoluzione sulla nave così gli idioti dal "cuore d'oro" (e non solo il cuore) crocifiggono il cattivo di turno. Cosa dire? Anche questo è terrorismo che noi conosciamo bene... quello fatto sempre dalla sinistra. (Ops.. ho nominato "sinistra" .... aspetto la fuga di altri diavoli. Non mi deludete eh!)
    Mario Proietti

    RispondiElimina
  25. https://www.controinformazione.info/battaglia-sulle-rotte-del-mediterraneo-mondialisti-mafiosi-ong-e-scafisti-tutti-contro-il-governo-conte-salvini/

    RispondiElimina
  26. Articolo del 2017 ma tuttora attuale

    http://m.ilgiornale.it/news/2017/04/21/nomi-finanziatori-e-intrighi-ecco-tutti-i-segreti-delle-navi-ong/1388158/

    RispondiElimina
  27. Non hanno soldi per i terremotati e per lo sfascio del territorio ma li hanno per i DEPORTATI dall' Africa .

    RispondiElimina
  28. La nave Aquarius è parte della flotta di Medecins sans Frontieres, di Bernard Kouchner, ex ministro degli Esteri nel governo Sarkozy, quello che fece saltare (tò che strano) Gheddafi e che si fa finanziare da Soros con la sua Open Society Foundation.

    RispondiElimina
  29. Non mi fanno paura gli immigrati. Mi fanno molta più paura gli immigrazionisti, gli invasionisti, quelli per i quali non "accogliamo" mai abbastanza, quelli che vorrebbero l'Africa intera in Italia, e l'Asia e il Sud America. Quelli che se non la pensi come loro sei "razzista" e "xenofobo". Sono questi alienati mentali, questi folli per ideologia che mi fanno molta, molta più paura. Perchè non avranno pace finchè non saremo stranieri in casa nostra. Esattamente come non mi fanno paura gli omosessuali, ma gli omosessualisti, che vogliono decostruire ad ogni costo famiglia e identità sessuale. Sono gli ideologi del pensiero unico, che mi fanno paura. I teorici del magnifico mondo "liberal", mi fanno paura. Non sono morte le ideologie, ne è rimasta soltanto una. Per certi versi la peggiore.

    RispondiElimina
  30. Va detto che Bernard Kouchner è stato sì il fondatore di MsF, ma ne uscì sbattendo la porta già nel 1979. Credo che fossero solo liti tra bande, perché la biografia è quella standard del filantropo progressista eccetera, forse più con atteggiamento riformista che massimalista. Ma ormai non fa molta differenza.

    Comunque, ad onor del vero, ieri ha rilasciato un'intervista che non è totalmente critica di Salvini, in quanto ha riconosciuto implicitamente che Salvini ha dei punti validi nel far presente che sinora il problema è stato lasciato tutto sulle spalle dell'Italia:

    http://www.rtl.fr/actu/politique/immigration-il-faut-tout-changer-juge-bernard-kouchner-sur-rtl-7793711932

    RispondiElimina
  31. Dal Corriere (via C&DM):

    “La soddisfazione di Tripoli: «È necessaria la linea dura, meno arrivi anche in Libia»”.

    «Finalmente il ministro Matteo Salvini ordinando la chiusura dei porti inizia a prendere il problema dal verso giusto. Una scelta che senza dubbio frenerà gli arrivi in Libia dall’Africa sub-sahariana e ridurrà le partenze verso l’Europa», spiegano al Corriere i responsabili della guardia costiera e delle milizie legate al premier Fayez Sarraj, che da tempo guardano con preoccupazione alle centinaia di migliaia di disperati che con ogni mezzo arrivano nelle regioni costiere della Tripolitania, pronti a tutto pur di attraversare il Mediterraneo. (…)
    «Ai tempi del regime del colonnello Gheddafi gli africani rappresentavano la nostra forza lavoro a basso prezzo. Avevano mercato nella Libia dell’export petrolifero. E Ghaddafi poteva anche utilizzarli come arma di politica estera per fare pressione sui governi europei. Ma oggi le centinaia di migliaia che si assiepano sulle nostre coste, assieme alle bande di criminali che li accompagnano, significano unicamente destabilizzazione e caos. Non li vogliamo, ma voi europei con la vostra cieca politica umanitaria ci create problemi immensi», ripetevano pochi mesi fa i responsabili dei porti di Misurata e Garabulli.
    Ancora più netta è la critica libica alle organizzazioni non governative. «Per noi hanno sempre rappresentato un ostacolo gigantesco. Sappiamo che, almeno alcune di loro, sebbene non tutte, operano a fini umanitari. Altri sono criminali “travestiti” da Ong. Però, anche nel caso di quelle più pulite, ogni volta che le loro navi si avvicinano alle nostre coste vediamo puntualmente la crescita esponenziale delle partenze dei migranti. Non so che grado di coordinamento esista con gli scafisti. Sta di fatto che gli umanitari inglesi, tedeschi, danesi, olandesi, spagnoli, facilitano le attività criminose», ci diceva ieri al telefono Massud Abdel Samat, responsabile della guardia costiera per la regione di Tripoli.

    RispondiElimina
  32. Ricapitolando, io posso recarmi vicino alle coste libiche, attendere e/o contattare gli scafisti, prelevare più disperati di quelli che potrei (la mia nave ne può ospitare al massimo 500? Peggio per loro, che si stringano) decidere di traghettarli – a prescindere – dove voglio, o altrimenti starmene in mare aperto ore ed ore, facendo salire la tensione. Ma a giocare sulla pelle della gente sono gli altri. Non fa una grinza.

    RispondiElimina
  33. Nessuno fa mai notare che le ville pontificie di Castel Gandolfo hanno una superficie di 55 ettari. Qualche migliaio di sedicenti profughi li potrebbero ospitare. Che dice il card. Ravasi?

    RispondiElimina
  34. Solidarietà europea

    Parigi e Madrid contro Roma. Macron: "Da Italia cinismo". En Marche: "Vomitevole". Spagna: "Rischia responsabilità penali"
    Per la ministra della Giustizia spagnola Roma è incriminabile per violazione dei diritti umani

    P.s. solo l’Italia è razzista e fascista. Malta fa benissimo a chiudersi. La Francia fa benissimo a bastonare fisicamente i clandestini rispedendoceli indietro. Vero?
    Luca Ronconi

    RispondiElimina
  35. Chi osa vince. Sul caso Aquarius Matteo Salvini ha osato e grazie al bisogno di visibilità del neo premier socialista spagnolo Pedro Sanchez ha garantito all'Italia una delle più significative vittorie sul fronte dell'immigrazione. Ma vincere una battaglia non significa chiudere la partita. E lo dimostra il caso della Diciotti, il pattugliatore della Guardia Costiera con a bordo 937 migranti e due cadaveri in rotta verso il porto di Catania che la attende nella giornata di oggi. L'episodio impone la trasmissione di nuove disposizioni alla Guardia Costiera e al centro Marittimo di Soccorso per meglio ripartire le modalità d'intervento nel Mediterraneo. Insomma ancor prima di trovare un accordo con l'Europa Salvini deve garantirsi il pieno controllo delle strutture di casa propria. Subito dopo deve riuscire a mettere sul tavolo una strategia concreta e di lungo periodo per impedire che i nostri vicini europei ripiombino nel solito indifferente cinismo.
    ...
    Gian Micalessin si Il Giornale

    RispondiElimina
  36. Aquarius, la Spagna non spara più ai barconi. Un consiglio ai giornalisti tifosi dell'accoglienza a tutti i costi...

    Un effetto che molti hanno sottovalutato della presa di posizione del governo italiano sulla nave Aquarius è che la Spagna tutto d'un tratto ha smesso di sparare ai barconi. Credo poco alle conversioni istantanee, più all'effetto dei riflettori. L'Italia fa da tempo il suo dovere accogliendo anche oltre le sue possibilità, dunque mi pare un principio ineludibile quello di condividere un dovere etico anche con gli altri. La Spagna che fino a ieri sparava ai barconi dei migranti non faccia la parte del buon samaritano, non ne ha il passato. Ai giornalisti che pontificano sull'accoglienza a tutti i costi e gridano al razzismo istituzionalizzato, consiglio di leggere bene gli accordi europei e, prima di poterli difendere, di frequentare qualche altro immigrato oltre alle colf che lavorano nelle loro case. Spesso anche in nero.
    Souad Sbai

    RispondiElimina
  37. En España tenemos desde el pasado viernes 8 de junio un nuevo gobierno socialista apoyado por la izquierda y los nacionalistas catalanes que preside Pedro Sánchez. Después de la Movión d Censura al Gobierno anterior. En el nuevo Gobierno son todos globalistas y.... tal vez masones. Mariano Rajoy ya no está.
    Todo mi apoyo a Italia y su Gobierno precisamente dese la Ciudad de Valencia.
    Recen por España.

    RispondiElimina
  38. Certo che preghiamo anche per la Spagna!
    Conosco luoghi in Andalusia (che ha dato i natali a Seneca, Traiano e Adriano) che custodiscono molte vestigia romane e conservano anche nelle tradizioni popolari retaggi che neppure immaginiamo di cui sono rimasti in pochi a custodire le origini...

    RispondiElimina
  39. "Terribile ieri il tweet dei Francescani di Assisi: "Dov’è finita l’accoglienza? Dov’è finita l’umanità? Dov’è finita la fratellanza? Forse sul muro dei pregiudizi e dell’ignoranza. San Francesco li avrebbe accolti come fratelli e sorelle"


    Chiedo:

    Ma i Francescani di Assisi avranno il permesso di leggere i giornali e di seguire le notizie stampa???
    Sapranno che questo delirio dura da cinque anni?
    Conosceranno tutti i risvolti economici del mantenimento di questo battaglione di persone RIDOTTE IN SCHIAVITU' per l'arricchimento di pochi??? (ridotti in schiavitù che poi, in molti, si tramutano in aguzzini rabbiosi e brutali una volta sul nostro suolo).
    In un'Italia che langue sotto il peso della disoccupazione e della crescente entrata in povertà assoluta (= MISERIA NERA. Vedi fonti Istat).


    ° ° ° ° ° ° °

    Visti gli SRAGIONAMENTI che percorrono come fulmini e saette la nostra nazione su questo tema, chiedo:

    MA LA SCEMENZA E' UN VIRUS???

    RispondiElimina
  40. I Francescani di Assisi ce li siamo persi nel 1986...

    RispondiElimina
  41. Secondo il rapporto congiunto (pubblicato a fine 2016) sul fenomeno migrazione diffuso da Europol ed Interpol, il 90% dei migranti che entrano in Europa sono gestiti da reti criminali. Sono ben 250 i punti di raccolta per il contrabbando di migranti costituiti dentro e fuori l’Unione Europea con il fatturato annuo della rete criminale che gestisce il traffico che si aggira tra i 5 e i 6 miliardi di dollari. È passato più di un anno ed è molto probabile che questa stima sia mutata in eccesso.
    Ma cosa succede in mare? Come alcune ONG svolgono il servizio di salvataggio? Un'inchiesta di Report spiega come funziona e lo fa accendendo le telecamere a bordo dell' Acquarius
    Questo video può essere molto utile a chi è alla ricerca di prove e a chi è preso da attacchi di buonismo RadicalChic. Sia chiaro che ogni vita deve essere salvata, ma c'è anche urgenza di risolve il grave problema della tratta alla sua radice e non di alimentarne il suo traffico.
    https://www.facebook.com/dileoe/videos/10212786968611170/UzpfSTE2MDAxODcxNTI6MTAyMTQzNjc5MjI2NjQxNTI/

    RispondiElimina

  42. Basta con il Mediterranean Express per i "migranti"! E'iniziata una partita decisiva per il nostro futuro di nazione

    Quello delle ONG non è un servizio di salvataggio è un servizio di traghetto.
    Dovrebbe esser chiaro anche ai ciechi.
    Ogni tanto accade qualche naufragio per le cattive condizioni del mare. Ma
    la natura della cosa non cambia.
    Ma, di fatto, anche le navi militari europee e la nostra guardia costiera fanno
    il traghetto, lo 'shuttle' tra la Libia e l'Italia. Si è instaurato di fatto un servizio Express nel Mediterraneo, tra noi e la Libia.
    Si è saputo che la nostra Guardia Costiera dipende dal ministero delle Infrastrutture.
    Non dalla Marina Militare. E'una forza disarmata. E che Guardia è, allora? Cose incredibili. Ma quand'è che in Italia si riuscirà finalmente ad organizzarsi in modo decente, appropriato ai problemi da affrontare?
    Giusto far notare a Salvini che deve riorganizzare anche il ruolo della Guardia Costiera
    e quello delle navi da guerra delle nazioni europee.
    La situazione si fa sempre più incandescente. I "migranti" della Aquarius dove sono, al momento? Non è chiaro. Conte farebbe bene ad annullare il vertice di Parigi, per una
    questione di dignità. Da Macron abbiamo avuto finora solo calci sui denti.
    A quando la dichiarazione del governo italiano che i nostri porti saranno chiusi in permanenza, che la c.d. "migrazione" è una farsa tragica che deve finire, che noi ci
    tiriamo fuori e preghiamo ONG ed affini di togliersi da casa nostra? Sarebbe finalmente un far chiarezza, anche se ci costerebbe molto in termini politici. La sinistra, auspice lo stralunato Ferrara, si sta mobilitando con toni da linciaggio, da guerra civile. Quando si dice: i riflessi condizionati della sinistra, che sono sempre gli stessi. Ma, come dicevano una volta: per aspera ad astra.
    Se il governo tiene duro ed anzi ci mette il carico da undici, si potrà finalmente combattere per qualcosa di giusto, per difendere il suolo dell'Italia da un'invasione in nessun modo giustificata, per poter affrontare in campo aperto anche i nemici interni che ci vogliono distruggere come nazione e come popolo.
    H.

    RispondiElimina
  43. Giuseppe Conte ha deciso di annullare il viaggio per Parigi. Le accuse del governo francese all’Italia sulla gestione dell’imbarcazione Aquarius, che trasporta 629 migranti, hanno convinto il presidente del Consiglio, d’accordo con i ministro Matteo Salvini, a cancellare l’appuntamento a Parigi.

    RispondiElimina
  44. Bravo, Conte. Senza nessuna animosità. Solo per segnare il limite oltre il quale non andare con le parole e con i fatti. Per non scadere, dopo anni in cui tutto e tutti ci hanno affossati. Il tempo di insultare e ridicolizzare l'Italia è finito.

    RispondiElimina
  45. Nel marzo 2008 Jacques Chirac affermava:
    “Senza l’Africa, la Francia scivolerebbe a livello di una potenza del terzo mondo”

    Il predecessore di Chirac, François Mitterand, nel 1957 profetizzava che:
    “Senza l’Africa, la Francia non avrà storia nel 21mo secolo”

    Avevano perfettamente ragione
    a scapito dell'Africa e dei suoi abitanti...

    https://www.facebook.com/giulioluciano.vonella/posts/10211096175712054?hc_location=ufi

    RispondiElimina
  46. @ Anonimo
    13 giugno 2018 20:02

    Ma come ha fatto la Francia ad avere, con questi 13 paesi, rapporti così privilegiati?
    Non riesco ad andare su facebook ho letto, come ho potuto, dietro la foto dell'intestatario.

    RispondiElimina

  47. Ma come ha fatto la Francia ad avere rapporti privilegiati con questi paesi?

    Sono tutti paesi ex-colonie francesi, ecco perché. Si trovano sulla costa atlantica dell'Africa, qualcuno all'interno. I possedimenti francesi in Africa erano enormi (Maghreb, Africa equatoriale francese). Andavano dalla Tunisia, all'Algeria al Marocco per poi scendere per la Mauritania, il Senegal, la Costa d'AVorio. Dopo la zona inglese (Nigeria etc) riprendevano con il Cameron, il Gabon. All'interno comprendevano il Mali, il Niger, il Ciad oggi vasti Stati semidesertici ma ricchi di materiali strategici. Il Niger e il Ciad confinano con la Libia, al tempo italiana. Nella II g.m. si combattè tra italiani e francesi tra il Ciad e la Libia meridionale (il Fezzan, che occupa metà della Libia). L'attacco francese da Sud fu bloccato. Con la sconfitta dell'Asse, dopo la vittoria inglese ad El Alamein e il quasi contemporaneo sbarco americano in Algeria (nov 1942), le scarse truppe italiane si ritirarono dalla Libia meridionale o furono prese prigioniere e i francesi poterono avanzare verso il nord della Libia. Dopo la guerra volevano incamerare tutto il Fezzan, cioè metà e più della Libia, ma non ci riuscirono per l'opposizione americana e russa (Stalin voleva inizialmente che l'URSS avesse l'amministrazione della Libia, poi rinunciò). La Libia divenne indipendente.
    E'ovvio che la Francia voglia mantenere "i rapporti privilegiati" che è riuscita ad instaurare con le sue ex-colonie africane. E sia interessata a controllare in qualche modo il Fezzan e la Tripolitania, ossia il tratto d'Africa che unisce Chad e Niger al Mediterraneo, dopo la caduta di Gheddafi, provocata soprattutto proprio dai francesi, come si è visto.
    H.

    RispondiElimina
  48. Un chiarimento indispensabile per capire .14 giugno 2018 20:17

    Francia: le crisi del momento e il nocciolo della questione
    Robi Ronza 14 giugno 2018

    QUESTO IL MOTIVO DEGLI INSULTI E DELLE INTEMERATE FRANCESI CONTRO L'ITALIA
    La chiave di volta di tutto quello che sta accadendo tra noi e la Francia si chiama Zohr, l’enorme giacimento di gas naturale che l’Eni scoprì nel 2015 in una sua concessione al largo del delta del Nilo in acque territoriali egiziane. Si tratta della più grande riserva di gas naturale del Mediterraneo con riserve stimate in 850 miliardi di metri cubi. Per farsi qualche amico e fare subito corposi incassi l’Eni ne ha poi venduto il 30% alla compagnia russa Rosneft e il 10% alla britannica BP......

    https://robironza.wordpress.com/2018/06/14/francia-le-crisi-del-momento-e-il-nocciolo-della-questione/

    RispondiElimina
  49. @ Anonimo H.
    14 giugno 2018 11:16

    Grazie.

    RispondiElimina
  50. Ancora stanno per mare ?15 giugno 2018 12:42

    Aquarius, il cambio di rotta: la nave si avvicina alle coste della Sardegna - 14 Giugno 2018
    http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13350106/aquarius-cambia-rotta-si-avvicina-coste-sardegna-non-e-finita.html

    2 commenti ripresi dal predetto giornale :

    Domenico Giuliotti : Cioè, ci volevano fare credere che una nave progettata come rompighiaccio per il nord atlantico e mare del nord e “ eccezionalmente idonea alla navigazione anche in condizioni di tempo avverso” ha problemi nel mediterraneo a giugno, con onde al massimo di 2 m?

    Stefania Giavelli : per andare a Valencia stanno circumnavigando la Sardegna... facevano prima ad andarci a remi

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.