Pagine fisse in evidenza

mercoledì 28 novembre 2018

Il governo sospende il patto ONU sull'immigrazione

Salvini e i suoi sono stati letteralmente bombardati, non solo da noi... Intanto è una notizia confortevole, perché nel frattempo il dibattito si allargherà e la questione avrà lo scalpore e l'attenzione che merita. Ed è già un risultato che intanto Conte non vada a Marrakesh e non ci sia la firma dell'Italia... 
Ma, realisticamente, in parlamento il rischio potrebbe essere serio perché, come già ho osservato, c'è l'anima pidiota del m5s insieme a europeisti del cavolo (quelli di nani e ballerine per intenderci) compresi i residuati bellici del PD morente ma dal colpo di coda intriso di veleno... 
 L'unica speranza è che (tolti Lega e Fratelli d'Italia, sui quali è tutta la nostra fiducia) il dibattito dia i suoi frutti su parlamentari ancora in grado di usare la ragione e di non parlare da gabbie ideologiche nonché su una percentuale sufficiente di grillini non appesi al Fico.
* * *

Che cosa comporta il Global M. Compact per l’Italia?

Secondo lo psichiatra e criminologo Alessandro Meluzzi, se passa questa linea è la fine per la nostra cultura e civiltà. Intervistato dalla trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la Notizia” dichiara:
“Il global compact favorisce enormemente i fenomeni della migrazione africana. Dobbiamo ricordare che, al di là di tutte le chiacchiere che si sono fatte sulla fuga dalla guerra, sull’occidente che ha portato distruzione nei Paesi in via di sviluppo, in Italia non ci sono siriani e iracheni, c’è invece una tremenda linea di immigrazione che proviene dall’Africa del Sahel, principalmente dalla Nigeria, ma anche da Paesi come la Costa d’Avorio che hanno un tasso di crescita dell’8% all’anno, del Ghana, del Gambia e del Senegal dove non c’è nessuna guerra.
Queste migrazioni hanno ragioni che definire economiche è eufemistico, perché è un flusso che va più che altro alla ricerca dei benefici di un welfare state, piuttosto dotato in Italia e in altri Paesi europei, che è stato pagato dai lavoratori, dai proletari, dagli anziani dei nostri mondi e che queste persone ritengono di poter venire ad utilizzare, forse determinando, nella visione di qualche immigrazionista globalista, l’idea di una redistribuzione di reddito planetaria, in cui dopo aver globalizzato le monete si devono globalizzare anche gli esseri umani.
Questa posizione assunta come ideologia è un’idea dissennata che forse potrà piacere a qualche documento dell’Onu, ispirato dal mondo dei Soros, dei Rothschild, della finanza internazionale migrazionista e globalista che già negli anni 90 parlava di 180 milioni di africani in Europa entro il 2050. Se l’unico parametro possibile per valutare il benessere di un popolo è quello del prodotto interno lordo, la loro idea è fare venire centinaia di milioni di disperati in una società discretamente evoluta e sviluppata per produrre un finto reddito, per il semplice fatto che non hanno un televisore e se lo devono comprare, non hanno un’automobile e se la devono comprare, quindi questo si tradurrebbe in pil, ma in questi calcoli puramente liberal monetaristici si tradurrebbe in pil anche il business della droga e della prostituzione di cui la mafia nigeriana è principe.
Se questa linea passa, per la nostra civiltà, per la nostra cultura, per il nostro popolo è finita... deve fare terrore e paura e suscitare una reazione fortissima nella nostra dignità per ragioni elementari di sopravvivenza.
Se ne parla pochissimo perché c’è un muro del mainstream, dato che coloro che favoriscono questo processo hanno in mano i grandi giornali, le tv e il controllo dei sindacati dei giornalisti. C’è un enorme mondo prezzolato che fa una censura capillare. Solo qualche giornale e qualche programma televisivo scappato di mano riesce a lanciare l’avvertimento...”

83 commenti:

  1. A prescindere da come andrà a finire, qui ottimi consigli per Salvini:

    https://www.maurizioblondet.it/salvini-occhio-al-rischio-berlusconi-imitarlo/

    RispondiElimina
  2. Ha ragione Mic, la guerra è appena cominciata. È necessario sostenere la resistenza senza demordere. Ne va della nostra civiltà e del futuro dei nostri figli.

    RispondiElimina
  3. Attenzione al Colle

    Mattarella elogia la UE: "Un mosaico di civiltà e culture".

    Come no! La Grecia, costretta a vendere anche i siti archeologici, ne sa qualcosa!

    http://www.imolaoggi.it/2018/11/26/mattarella-elogia-la-ue-un-mosaico-di-civilta-e-culture/

    RispondiElimina
  4. Molto più che perdita di sovranità l’istituzionalizzazione a livello mondiale del progetto ONU.
    Non è eccessivo definirlo un complotto mondialista per omologare gli stati e i popoli a visioni contrastanti
    con il loro volere oltre che con la loro cultura e identità.

    RispondiElimina
  5. Deve essere condotta una battaglia politica e culturale e, se necessario, la questione deve essere sottoposta al popolo.

    RispondiElimina
  6. Razzismo anti-italiani28 novembre 2018 17:14

    A Casagiove, oltre 2500 persone vivono sotto la soglia della povertà, la disoccupazione giovanile supera il 50% e tanti, soprattutto donne, sono stati espulsi dal lavoro in attesa, spesso senza alcun ammortizzatore sociale.
    E allora cosa ha pensato bene di fare il sindaco della giunta di sinistra? Dare lavoro ai cosiddetti profughi...

    RispondiElimina
  7. nostro traduttore cita Emil Cioran:

    "...un universalismo di facciata, dispersione che fa presagire l’avvento di un mondo unito nella volgarità e nell’orrore".

    RispondiElimina
  8. "La lotta è solo all’inizio, sarà lunga, bisognerà stringere i denti, e tacere agendo. Siete circondati da nemici interni che sono più efficaci degli esterni, e non sapete liberarvene. Vi sarà imputato, alla fine. L’inefficacia in politica è peggio di un delitto."
    https://www.maurizioblondet.it/salvini-occhio-al-rischio-berlusconi-imitarlo/

    Personalmente mi fa cascar le braccia Salvini , gliel'ho scritto fin dall'inizio in tutte le salse : silenzio ,autocontrollo , parlate solo nelle sedi deputate ...macche' li vedi in tutte le televisioni come prima piu' di prima , e la foto a letto , e la foto sulla ruspa , e ti mando un sorriso......ma andate a farvi friggere ...

    RispondiElimina
  9. https://www.maurizioblondet.it/salvini-occhio-al-rischio-berlusconi-imitarlo/

    RispondiElimina
  10. E da questi chi ci libera?

    “I MIGRANTI CONTRIBUISCONO ALLA NASCITA DI GRANDI CIVILTÀ” il cardinale Pietro Parolin Segretario di Stato Vaticano

    RispondiElimina
  11. ONU = Gates, Clinton, the Obamas, Soros, Roth......and co. Matteo ha stoppato Giggino che, trascinato nella vicenda del padre, un'inezia a confronto del babbo Tiziano, ha lasciato campo libero, resta l'incognita Berlusca, vera mina vagante e pericolosa.......è passata di cavalleria la notizia delle 2 bambine cinesi 'costruite' geneticamente per essere immuni al virus HIV, si getta acqua e pompieri in servizio permanente, ma la cosa è molto grave, la strada è aperta e i finanziamenti/tori per questo genere di cose non mancano di certo, anzi.

    RispondiElimina
  12. Un grazie a Matteo Salvini! Sosteniamolo anche con la nostra preghiera!

    RispondiElimina
  13. Lettera inviata ai giornali
    LA TRAPPOLA MORTALE DELL’INVASIONE

    L'Europa e la sovranità nazionale. L'immigrazione, lo spread, la disinformazione e la magistratura ideologizzata.

    Il governo italiano è in fibrillazione. E’ in corso una partita politica che segnerà, nel bene o nel male, le sorti future dell’Italia e di noi, italiani. Sono in gioco la nostra sopravvivenza identitaria o la nostra morte: culturale, sociale, economica e religiosa. E il tempo stringe; un po’ come in un finale di partita ai rigori.
    Sorprende che in molti non si rendano conto di quanto di grave sta accadendo. Non mi riferisco a una conoscenza delle cause, abilmente oscurate da chi, condizionando informazione e cultura, gestisce e guida le sorti del mondo. Ma la percezione di un qualcosa di non inevitabile, di qualcosa di programmato a monte, agli alti livelli internazionali non dovrebbe mancare; e dovrebbe essere presente; almeno in chi si sente in dovere di contribuire alle necessità sociali che ci riguardano.
    E’ mai possibile che non si avverta il disegno culturale e politico del rifiuto della nostra sovranità nazionale: monetaria e territoriale? E’ mai possibile che non si comprenda che i continui stressanti inviti al rispetto delle minoranze e della diversità altro non sono che un mezzo di coercizione morale e psicologico, funzionale all’annientamento della nostra identità culturale? E’ mai possibile che non si comprenda che l’immigrazione forzata in atto da anni è programmata al solo scopo di distruggere, con l’ideologia del meticciato, la nostra identità; al fine di renderci intellettualmente passivi, inetti, schiavi del pensiero dominate e, con esso, dei padroni del mondo? E’ mai possibile che non si comprenda che la sempre più diffusa povertà è un qualcosa di indotto, di programmato dall’alta finanza al fine di renderci vittime, consapevoli o meno, di interessi innominabili?

    Eloquente, al riguardo, il pensiero di Coudenhove-Kalergi. Nel suo libro «Praktischer Idealismus», Kalergi dichiara che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale. Egli afferma senza mezzi termini che è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’élite al potere. Una mescolanza di bianchi, neri e asiatici che, unitamente all’eliminazione della democrazia e alla repressione delle masse porterà a una piena realizzazione della superiorità dell’elite ebraica.

    La realtà è drammatica. Non c’è quasi più niente cui aggrapparsi. Tutto è venuto meno: la politica, le istituzioni, la chiesa, i valori morali di sempre. Si salvano solo, eventualmente, la nostra coscienza individuale e il senso del dovere.
    Mario Dionisotti

    RispondiElimina
  14. La decisione di non firmare il GlobalCompact fa parte di quelle scelte di recupero della sovranità per cui abbiamo combattuto negli ultimi anni.
    In questa cornice, favorevoli i traditori della Nazione: Pd e piùEuropa
    Giusrppe Palma

    RispondiElimina
  15. Da Israele ad Australia e Stati Uniti, i paesi occidentali che “tengono” non firmeranno il Global Compact dell’Onu sulle migrazioni. E l’Italia deve fare altrettanto. Questo accordo è il tentativo di fare della hijra, l’immigrazione islamica, un diritto umano, eliminando quella illegale. L’immigrazione è competenza di stati e confini, non di enti sovranazionali ideologizzati. Pure Hillary Clinton qualche giorno fa al Guardian ha detto che i paesi occidentali devono gestire più severamente l’immigrazione. Questo accordo dell’Onu va rifiutato, a meno che non vogliamo accelerare la trasformazione di democrazia e libertà in casbah e sharia. E una mattina ci sveglieremo al canto del muezzin di fronte a un minareto, come accade in Svezia, che firmerà l’accordo.
    Giulio Meotti

    RispondiElimina
  16. L’obiettivo del Global Compact delle Nazioni Unite in materia di migrazione è di legalizzare l’immigrazione clandestina, che è del tutto inaccettabile e viola la sovranità degli Stati, tra cui l’Ungheria”, ha detto il ministro degli Esteri Peter Szijjártó in una conferenza stampa a Budapest.
    “Per il governo ungherese, il Global Compact è un documento altamente distorto a favore dell’immigrazione, che è sia dannoso che pericoloso”, ha affermato.
    “Le Nazioni Unite commettono lo stesso errore dell’Unione Europea, che vuole basare la propria politica migratoria su quote obbligatorie di reinsediamento. Il patto delle Nazioni Unite è più pericoloso, tuttavia, perché è un’iniziativa globale e rappresenta quindi un rischio per il mondo intero “, ha aggiunto il ministro.
    “La principale controversia riguardo al Patto è se è obbligatoria o meno, e dato che il documento contiene la parola “obbligo” 80 volte, l’affermazione che il Patto contiene solo raccomandazioni è falsa”, ha denunciato Szíjjártó.
    Hai capito Salvini?
    https://voxnews.info/2018/11/26/ungheria-avvisa-italia-patto-onu-legalizza-immigrazione-clandestina/

    RispondiElimina
  17. http://www.ilgiornale.it/news/politica/litalia-non-firma-patto-onu-che-dar-diritto-migrare-1608553.html

    RispondiElimina
  18. un nuovo tentativo dell’Onu di imporre limitazioni agli stati sovrani
    http://www.lanuovabq.it/it/litalia-non-firma-il-patto-globale-meglio-cosi

    Uhm !
    Prova di scacco matto ?

    RispondiElimina
  19. Marconista nottambulo29 novembre 2018 02:50

    Telegrafico, ma non troppo:

    I Vice-capi del Governo troppo indaffarati nella guerra di logoramento reciproca; in perenne campagna elettorale. I problemi si studiano prima e poi si risolvono, senza troppi proclami. Anche nell'affaire "Bergoglio-Amoris laetitia" i proclami sono serviti a poco. Eppure chi li ha voluti fare almeno si è preparato per bene. Non vedo gente che studia i dossier seriamente, a parte forse Giorgetti, che mi dicono abbia purtroppo frequentazioni "altre" in quel di Frankfurt am Main, dov'è di casa uno che porta un nome poco raccomandabile ...

    La manovra economica non caverà un ragno dal buco, non creerà alcun circolo virtuoso, sia perché essa è vanificata dal clima di incertezza, di vero e proprio timore del futuro, che gli stessi che l'hanno ideata e voluta stanno creando, sia perché è per nulla espansiva, per nulla keynesiana, mentre invece servirebbe ben altro che il reddito di cittadinanza o altre amenità della stessa fattispecie. Il Meridione d'Italia, ad esempio, più che di susssidi che non farebbero che alimentare ancor di più il "nullafacentismo" coatto, abbisognerebbe di grandi investimenti statali in infrastrutture - strade, autostrade, ferrovie, porti -, oltreché di una razionalizzazione della spesa pubblica, ora largamente improduttiva.

    Quindi io sarei pessimista: non vedo purtroppo grandi statisti in giro, ma bottegai interessati al guadagno immediato. Salvini sempre più deludente. Di Maio non classificato.

    Bene trattare anche questi argomenti - immigrazione, questioni economiche, ecc. - perché essi sono non del tutto disgiunti da questioni più spirituali.

    A conti fatti, quando sarà il momento di farli, potrebbe perfino finire così: col "Draghi" che fa il "drago". Nomen omen ... e tanti saluti.

    https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13405281/sergio-mattarella-dagospia-dimissioni-giuseppe-conte-piano-paolo-savona-mario-draghi-italia-caos-governo.html

    RispondiElimina
  20. Il Global Compact è un documento apparentemente innocuo ma che al suo interno contiene un principio devastante per l’esistenza degli Stati nazionali: dice che l’immigrazione è un principio fondamentale di ogni essere umano. Attenzione, qualunque tipo di immigrazione: chi scappa dalla guerra, chi scappa dalla fame, chi scappa dal caldo, chi si muove semplicemente perché gli va di muoversi. Se l’Italia sottoscrive questo patto, qualunque politica di controllo delle nostre frontiere che faremo domani verrà richiamata dalle Nazioni Unite. [ 281 more words ]
    https://www.giorgiameloni.it/2018/11/29/al-flash-mob-fdi-sotto-palazzo-chigi-se-su-immigrazione-governo-cambia-politica-tornare-a-votare/

    RispondiElimina
  21. https://www.startmag.it/economia/ecco-come-i-leghisti-bagnai-e-borghi-sfruculiano-juncker-e-moscovici-sulla-manovra/

    RispondiElimina
  22. Ecco chi importiamo e manteniamo29 novembre 2018 08:11

    MACOMER. Il 38enne libanese arrestato in Sardegna, per essere affiliato all'Isis ed aver progettato un attentato in Italia, non lavorava ma percepiva assieme alla sua famiglia un sussidio a causa della sua condizione di indigenza. La moglie del 38enne, una donna marocchina, e i suoi due figli erano all'oscuro degli obiettivi criminali dell'uomo.

    RispondiElimina
  23. La Tunisia ha bloccato due navi Ong prendendo in consegna i passaporti e trattenendo i membri dell'equipaggio.
    Tra di loro, non solo giornalisti di Repubblica ma anche il deputato di Liberi e Uguali, Frantoianni.
    Mi chiedo quando vedremo parlamentari difendere fisicamente gli italiani come fanno con gli immigrati.

    RispondiElimina
  24. Una sconfessione clamorosa non solo del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, ma pure del presidente del Consiglio, peraltro azzoppato dal vicepremier proprio alla vigilia del suo arrivo al G20 di Buenos Aires che si apre domani. Giuseppe Conte, che appena due mesi fa a New York aveva garantito il sostegno italiano durante il suo intervento all'assemblea generale delle Nazioni Unite, fa buon viso a cattivo gioco e spiega che, vista la delicatezza del tema, è giusto che ci sia un pronunciamento del Parlamento. Ma la verità è ben altra. E racconta di uno scontro furibondo che si è consumato martedì ai piani alti della Farnesina, con il sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi che non ha ceduto al pressing degli uffici del ministro. D'altra parte, sono mesi che l'esponente della Lega sostiene che il Global compact è un «accordo folle» che «distrugge di fatto i confini e gli Stati nazionali favorendo l'immigrazione incontrollata». Insomma, le perplessità del Carroccio erano note, persino dentro la Farnesina. E Salvini non ha fatto che ribadirle a sera durante un acceso vertice a Palazzo Chigi. Il tutto con un risultato: il 10 dicembre l'Italia diserterà la conferenza intergovernativa di Marrakech perché non è in grado di esprimere una posizione.

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/piano-segreto-far-fuori-i-5-stelle-1608739.html

    RispondiElimina
  25. L'ONU (ma anche Amnesty e varie Associazioni Umanitarie o ONG) dovrebbe arrossire di vergogna per la sua ipocrisia! Si autoproclama paladina dei Diritti dell'Uomo che però vengono stabiliti e riconosciuti solo se approvati (a maggioranza) dai voti delle nazioni che vi fanno parte; promuove l'aborto definendolo nientemeno che "un diritto umano" e rendendosi così responsabile della morte di milioni di nascituri ai quali nega di fatto il Diritto alla Vita; controlla la crescita demografica delle popolazioni più povere finanziando la contraccezione (perciò considerando i loro figli un impedimento al progresso del popolo e dell'Occidente) anziché promuovendo le loro condizioni di vita famigliare e l'educazione sessuale soprattutto fra i più giovani!!! Spiace anche vedere alcuni Enti cattolici e lo stesso Vaticano affiancarsi all'ONU e Associazioni Umanitarie (p.e. Amnesty) senza mai dissentire con vigore dalle loro attività palesemente lesive dei diritti umani delle persone (e il concepito è Persona anche se non viene riconosciuto tale dall'ONU) più povere e indifese.

    RispondiElimina
  26. Nei due anni in cui ho condotto su Rete 4 Dalla vostra parte, una trasmissione in cui si dava voce ai problemi della gente comune, mi è capitato spesso di ascoltare il racconto di persone che erano state vittime di rapine, non di rado violente. Al dibattito che ne seguiva, c'era sempre un esponente politico della sinistra che alzava il ditino per dire che la soluzione dei problemi di chi era stato svegliato nel cuore della notte, picchiato oltre che rapinato, non era la legittima difesa, meglio se preventiva, ma l'intervento della forze dell'ordine.
    Maurizio Belpietro

    RispondiElimina
  27. Che cosa comporta il Global Migration Compact per l’Italia?
    Secondo lo psichiatra e criminologo Alessandro Meluzzi, se passa questa linea è la fine per la nostra cultura e civiltà. Intervistato dalla trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la Notizia” dichiara:
    “Il global compact favorisce enormemente i fenomeni della migrazione africana. Dobbiamo ricordare che, al di là di tutte le chiacchiere che si sono fatte sulla fuga dalla guerra, sull’occidente che ha portato distruzione nei Paesi in via di sviluppo, in Italia non ci sono siriani e iracheni, c’è invece una tremenda linea di immigrazione che proviene dall’Africa del Sahel, principalmente dalla Nigeria, ma anche da Paesi come la Costa d’Avorio che hanno un tasso di crescita dell’8% all’anno, del Ghana, del Gambia e del Senegal dove non c’è nessuna guerra. Queste migrazioni hanno ragioni che definire economiche è eufemistico, perché è un flusso che va più che altro alla ricerca dei benefici di un welfare state, piuttosto dotato in Italia e in altri Paesi europei, che è stato pagato dai lavoratori, dai proletari, dagli anziani dei nostri mondi e che queste persone ritengono di poter venire ad utilizzare, forse determinando, nella visione di qualche immigrazionista globalista, l’idea di una redistribuzione di reddito planetaria, in cui dopo aver globalizzato le monete si devono globalizzare anche gli esseri umani. Questa posizione assunta come ideologia è un’idea dissennata che forse potrà piacere a qualche documento dell’Onu, ispirato dal mondo dei Soros, dei Rothschild, della finanza internazionale migrazionista e globalista che già negli anni 90 parlava di 180 milioni di africani in Europa entro il 2050. Se l’unico parametro possibile per valutare il benessere di un popolo è quello del prodotto interno lordo, la loro idea è fare venire centinaia di milioni di disperati in una società discretamente evoluta e sviluppata per produrre un finto reddito, per il semplice fatto che non hanno un televisore e se lo devono comprare, non hanno un’automobile e se la devono comprare, quindi questo si tradurrebbe in pil, ma in questi calcoli puramente liberal monetaristici si tradurrebbe in pil anche il business della droga e della prostituzione di cui la mafia nigeriana è principe. Se questa linea passa, per la nostra civiltà, per la nostra cultura, per il nostro popolo è finita...deve fare terrore e paura e suscitare una reazione fortissima nella nostra dignità per ragioni elementari di sopravvivenza. Se ne parla pochissimo perché c’è un muro del mainstream, dato che coloro che favoriscono questo processo hanno in mano i grandi giornali, le tv e il controllo dei sindacati dei giornalisti. C’è un enorme mondo prezzolato che fa una censura capillare. Solo qualche giornale e qualche programma televisivo scappato di mano riesce a lanciare l’avvertimento...”

    RispondiElimina
  28. Perché non firmare il Global Compact? In fondo è solo un'ideona Onu per spingere a riconoscere come rifugiati pure i migranti irregolari e a rinunciare al presidio dei confini, dando carta bianca alle navi Ong: e poi guai a chi fiata. Perché non firmare il Global Compact? A me allarma che solo ci si ponga il problema.
    Giuliano Guzzo

    RispondiElimina
  29. È bene ascoltare cosa dicono gli stessi migranti, sulla Libia, quando non sono imboccati dai soliti noti.
    «Io voglio tornare a casa, perché in Libia è meglio di qui». Gli immigrati dei Cas ignorano le guerre che ovviamente non ci sono a casa loro e si lamentano dell’accoglienza italiana.

    https://voxnews.info/2018/11/29/profughi-rimandateci-in-libia-si-sta-meglio-che-in-italia-video/

    Non rimandereste, con loro, anche quelli che li hanno fatti venire illudendoli. E che ancora sbraitano per acvoglierne senza limiti?

    RispondiElimina
  30. Miei dubbi e timori purtroppo fondati. Non è una notizia rassicurante!

    https://www.huffingtonpost.it/2018/11/28/global-compact-conte-diserta-il-vertice-di-marrakech-ma-il-m5s-sara-li-con-la-delegazione-del-parlamento-ue_a_23603559/

    RispondiElimina
  31. Un Giulio SAPELLI strepitoso!
    "Chi fa la politica non sono le caste, come pensano Stella e Rizzo, ma chi detiene l’egemonia culturale. E oggi ad avere l’egemonia è il pensiero ordoliberista. I suoi fautori sono riusciti a convincere anche gli operai che il pareggio di bilancio è il signore assoluto delle nostre vite. Non è vero. Il punto non è avere debito zero, ma che il debito sia solvibile. Conosco un bravissimo ragazzo nero che pulisce i bagni in una palestra. Il debito ci ucciderà tutti, mi ha detto un giorno. Non è vero, gli ho detto io, è una favola che ti hanno raccontato quelli che vengono qui, molti dei quali sono gli stessi che parlano in tv. Che contratto hai? gli ho chiesto. Mi hanno rinnovato per due volte un contratto di tre mesi, fa lui. Sono in regola! insisteva. No, gli dico. Per convincerti che il contratto di tre mesi è buono e che ti deve bastare, ti dicono che a darti più garanzie saremmo oppressi tutti dal debito. Chiaro? L’ordoliberismo è penetrato a tal punto nelle viscere della gente che anche un povero ragazzo che pulisce i gabinetti la pensa esattamente come i ricchi che usano quei gabinetti lasciandoli sporchi. Questo non è mai accaduto nella società".
    (Giulio SAPELLI)

    RispondiElimina
  32. La Germania ha incassato 1,34 miliardi di euro dall'inizio della crisi greca nel 2009. Lo ha indicato il quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung. Si tratta dei profitti ottenuti grazie agli interessi dei prestiti ad Atene. In sostanza, la banca di sviluppo tedesca Kfw (Kreditanstalt fur Wiederaufbau) ha incassato 393 milioni di euro sui prestiti di 15,2 miliardi alla Grecia nel 2010. Tra il 2010 e il 2012, il programma di riacquisto di titoli ellenici da parte delle banche centrali della zona euro ha fatto registrare alla Bundesbank profitti per 952 milioni di euro.

    i Greci CREPANO, ma la banca tedesca riempie i caveaux! FATE VOBIS SE QUESTE è EUROPA, OPPURE è SOLO UNA GUERRA "ALTERNATIVA"!

    RispondiElimina
  33. Global Compact sui migranti, il trappolone Onu che ci obbligherebbe a riconoscere come rifugiati anche i migranti irregolari, a rinunciare al controllo dei nostri confine e concedere libertà d'azione alle navi delle Ong. Con la minaccia di liquidare come razzista e xenofobo chiunque osasse criticarlo. Ecco perché l'Italia non deve firmarlo.
    Gian Micalessin

    RispondiElimina
  34. Iniziano le bordate29 novembre 2018 21:00

    https://www.riscattonazionale.org/2018/11/29/onu-federica-mogherini-vuole-linvasione-dellitalia-il-global-compact-e-nel-nostro-interesse-nazionale/

    RispondiElimina
  35. L'Egitto ci sta aiutando ad espellere la Francia dalla Libia. Con tempismo Fico interviene sul caso Regeni, il povero ragazzo utilizzato dai servizi britannici. Fico è un 'altra Boldrini e una minaccia per gli interessi nazionali

    RispondiElimina
  36. Se Regeni fosse stato uno di destra avrebbero già archiviato il caso e i giornaloni non gli avrebbero dedicato neanche una riga.

    RispondiElimina
  37. Il presidente della Camera Fico sul global compact :
    "... invito tutti a leggersi davvero il contenuto di questo accordo, perché, tra l’altro, ci consentirebbe di non restare soli nella gestione del fenomeno dell’immigrazione”.

    Fa un discorso mozzo, che non ha alcuna visuale che focalizzi il nucleo del problema: parlare in questi termini significa avallare flussi migratori indiscriminati e apocalittici e contemporaneamente eliminare la fifesa dri confini e della sovranità nazionale.

    Ed è un rischio non da poco quando dovesse esserci la votazione in parlamento perché, oltre a quel che resta del PD, ci sono troppi sinistri mascherati tra m5S e FI...

    RispondiElimina
  38. Della serie :"Il primo che si alza comanda "30 novembre 2018 10:47

    La Kyenge vuole il Global compact "O aumenta il razzismo in Ue"
    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/kyenge-torna-parlare-razzismo-vista-global-compact-1609161.html

    E' sicuramente un mio limite , non capisco tanta eco della stampa a questa signora , forse perche' la nostra stampa e' mercenaria ?

    RispondiElimina
  39. https://www.giorgiameloni.it/2018/11/30/giorgia-meloni-a-la-verita-no-al-global-compact-sulla-difesa-dei-confini-non-si-retrocede/

    RispondiElimina
  40. COME PUÒ IL PRESIDENTE DELLA CAMERA, SECONDA CARICA PIÙ IMPORTANTE DELLO STATO, SOSTITUIRSI ALL'INTERO PARLAMENTO ITALIANO..???
    Il presidente della Camera ignora totalmente i limiti del suo ruolo.

    Caso Regeni, Crosetto: "Fico non puo' varare una SUA politica estera diversa da quella dello Stato. Fatto di una gravità senza precedenti"

    Ci sono i precedenti delle ONG e della Diciotti.

    RispondiElimina
  41. E Mario Monti annunzia sulle pagine del corriere che è arrivato per il governo italiano lo "Tsipras moment" ovvero il momento in cui il governo italiano prende consapevolezza del destino manifesto dell'Italia; quello di servi e vassalli della Germania. Dove peraltro l'Italia è divisa in due, il Nord avrà un futuro da contoterzista tecnologicamente arretrato della Germania mentre il sud avrà un futuro da produttore di derrate agricole grazie peraltro alla manodopera africana che accetta condizioni di schiavitù di fatto.
    Questo è in realtà quello che pensa questo signore.

    https://www.corriere.it/politica/18_novembre_29/monti-la-maggioranza-viveva-un-bolla-ora-arrivato-momento-tsipras-e493c9de-f41e-11e8-b6fd-3556737c89de.shtml

    RispondiElimina
  42. Credo che sia, nella sua mente, un bocconiano. Già sulla pista di lancio.
    Bruciano la vita del prossimo come fiammiferi. E il prossimo non si accorge della trappola, accecato dalla lusinga.

    RispondiElimina
  43. Qualcuno avverta Fico che nel contratto di governo non c'è il Global compact, ma il problema dei migranti.

    RispondiElimina
  44. CULLE ITALIANE VUOTE da una parte, Global Compact e INVASIONE DI MIGRANTI dall'altra: qualcuno vorrebbe SOSTITUIRCI?
    Altro che accoglienza indiscriminata, prima sosteniamo il futuro delle famiglie Italiane!

    RispondiElimina
  45. Giorgia Meloni:
    ...Salvini ha dichiarato che su questo tema i parlamentari si potranno esprimere “secondo coscienza” e nessuno riuscirà a far litigare la maggioranza. Non siamo d’accordo. Dire Si o No a un accordo che legittima per sempre l’immigrazione incontrollata non è questione di coscienza, ma un tema politico decisivo per qualsiasi governo. Che senso ha chiudere oggi i porti se da domani saremo giuridicamente indifesi di fronte all’invasione? Che senso ha festeggiare un timido decreto sicurezza se poi il governo di cui fai parte finisce a schierarsi con Macron, Merkel e le Ong di Soros? E non siamo nemmeno d’accordo sul fatto che su questi terni non si debba litigare.

    Se, dopo aver dettato la linea su tutte le misure economiche, il M5S dovesse riuscire a scardinare la politica dell’immigrazione di questo governo, si deve avere il coraggio non solo di litigare ma di porre fine a questa accozzaglia innaturale.

    https://www.giorgiameloni.it/2018/11/29/giorgia-meloni-a-il-tempo-legittimare-limmigrazione-incontrollata-con-il-global-compact-non-e-un-tema-etico-ma-politico/

    RispondiElimina
  46. https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2018/11/30/global-compact-possibili-scenari_Fo3rACzTOiez2Ia4JNJXYP.html

    Global compact per le migrazioni "è sepolto", a meno di non rischiare "la crisi di governo". Lo dicono all'AdnKronos fonti parlamentari della Lega, secondo cui la calendarizzazione al 22 dicembre del voto della mozione di Fratelli d'Italia contro il Patto dell'Onu "è solo un modo per fare contenti tutti", dopo che il vicepremier Matteo Salvini aveva fatto sapere che l'Italia non sarebbe andata alla conferenza di Marrakech il 10 e 11 dicembre in assenza di un voto del Parlamento.

    Già il fatto che il voto si tenga dopo la Conferenza è indicativo della volontà di governo e Parlamento di seppellire il Global compact, per quanto tecnicamente l'Italia avrebbe ancora il tempo per farlo. Voto che, stando a sentire le fonti della Lega, in realtà potrebbe non tenersi mai: "Il 22 dicembre ci saranno ancora le votazioni sulla legge di bilancio, si rinvierebbe al 7 gennaio, quando ci sarà il Milleproroghe, di rinvio in rinvio il voto non ci sarà mai".

    A meno che non si voglia rischiare la caduta del governo. "In Parlamento una maggioranza contraria al Global compact esiste. O il M5s si adegua alla Lega - avvertono le fonti, sottolineando come il gruppo vicino al presidente della Camera Roberto Fico non lo farebbe mai - o nasce una nuova maggioranza de facto, con pezzi del centrodestra e alcuni grillini che voterebbero insieme ai leghisti, ma a quel punto cadrebbe il governo".

    D'altro canto, ha sottolineato Salvini in queste ore, "quando approvi un decreto che mette regole normali e dignitose sul tema dell'immigrazione difficilmente dieci giorni dopo puoi firmare un accordo che mette nello stesso pentolone immigrati irregolari, profughi e rifugiati".

    RispondiElimina
  47. Dopo le ultime dichiarazioni (specialmente quelle riportate nel commento delle 13:36) non mi sorprenderebbe se la Lega usasse il GC come "casus belli" per chiudere i conti con il M5S - solo che dicembre è ancora forse un po' presto...

    RispondiElimina
  48. 30.11.2018 - «L’Ue rischia di dover risarcire la Grecia per i danni dell’austerity» - L'ex Relatore speciale Onu per il diritto all’alimentazione, De Schutter: Atene potrebbe chiedere indennizzi per i danni provocati dall’austerità. Appellandosi al Trattato Ue. I danni causati al popolo e allo Stato in Grecia dall’austerità sono troppo grandi per non chiamare in causa responsabilità da parte dei vertici europei. Il 40% della popolazione rurale della nazione è ormai sulle soglie della povertà. E queste persone è giusto che possano ambire ad ottenere un risarcimento.

    I danni causati al popolo e allo Stato in Grecia dall’austerità sono troppo grandi per non chiamare in causa responsabilità da parte dei vertici europei. Il 40% della popolazione rurale della nazione è ormai sulle soglie della povertà. E queste persone è giusto che possano ambire ad ottenere un risarcimento.

    De Schutter cita il Trattato Ue, che prevede risarcimenti per danni causati dalle istituzioni europee

    A chiederlo non è l’ala sinistra di Syriza, partito al governo ad Atene che ha sempre chiesto un alleggerimento delle politiche rigoriste. Né il capo del governo Alexis Tsipras. Bensì il belga Olivier De Schutter, docente di diritto internazionale con un passato nelle Nazioni Unite. Che tuttavia avverte: «Il problema è identificare chi è stato direttamente colpito dalle misure di austerità. E che potrebbe tornare utile in tribunale».
    https://valori.it/lue-rischia-di-dover-risarcire-la-grecia-per-i-danni-dellausterity/

    RispondiElimina
  49. ATTENZIONE: IL PATTO PER I RIFUGIATI DELLE NAZIONI UNITE È PERSINO PEGGIORE DEL PATTO PER LE MIGRAZIONI ED ENTRAMBI SARANNO FIRMATI A DICEMBRE
    Anche se il patto non è giuridicamente vincolante, fa riferimento agli obblighi. Quindi, una sorta di leggi morbide che limitano la sovranità dei paesi. Alcuni dei punti inclusi nel patto per i rifugiati sono i seguenti:

    • Il concetto di rifugiato è esteso alle persone colpite dal cambiamento climatico e dalla distruzione ambientale (paragrafo 12).

    • Ogni quattro anni, a partire dal 2019, un forum globale per i rifugiati verificherà e produrrà un indice di come ciascun paese ha rispettato gli obblighi dell'accordo (paragrafi 17-19).

    • Sarà creata una rete accademica globale con università, associazioni accademiche e istituti di ricerca per creare opportunità per i rifugiati per l'istruzione, la ricerca e le borse di studio (paragrafo 43).

    • Promuovere un atteggiamento positivo nei confronti dei rifugiati trasferiti da un paese all'altro (paragrafo 90).

    Non è solo l'ONU che lavora attivamente per provocare cambiamenti nelle questioni migratorie, ma anche l'UE e altri attori. Un elemento rilevante è il documento dell'UE che riguarda la promozione della delocalizzazione dei rifugiati all'interno degli Stati membri.

    Il documento utilizza termini come "misura obbligatoria", "strumento legale" e "vendita", che suggerisce un carattere vincolante e che gli autori del documento hanno riconosciuto la difficoltà di convincere il pubblico delle proposte.

    In questo documento, l'UE ha anche calcolato la capacità massima di assorbimento di ciascun paese e ha concluso che, ad esempio, si stima che la Germania abbia una capacità di 274 milioni di persone e la Svezia di 440 milioni (Tabella 12).

    Il testo del trattato del patto dei rifugiati delle Nazioni Unite può essere letto nella sua interezza qui.

    https://voiceofeurope.com/2018/11/warning-the-uns-refugee-pact-is-even-worse-than-its-migration-pact-and-both-will-be-signed-in-december/

    RispondiElimina
  50. https://voxnews.info/2018/11/26/vaticano-vuole-italia-firmi-patto-onu-su-migrazione-ma-loro-non-lo-firmeranno/

    RispondiElimina
  51. ...il governo ha battuto il colpo che tanti in Italia gli chiedevano. La storia e la geografia fanno dell’Italia la frontiera meridionale d’Europa: il naturale punto di arrivo dei flussi migratori provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente.

    Con il ritiro dell’Italia dal Global compact, il governo Conte riafferma con forza l’interesse nazionale di non delegare ad altri il governo dei flussi migratori. E riafferma la sovranità italiana sui confini nazionali.
    ....
    https://www.diplomaziaitaliana.it/no-global-compact-vince-italia/

    RispondiElimina
  52. La protesta dei gilet gialli francesi non si è spenta, è solo in attesa, pronta a esplodere di nuovo. E intanto si allarga al Belgio e alla Germania, guarda caso tutti popoli di Stati promotori della criminale operazione di distruzione delle identità europee, ai cui vertici, i responsabili della grande finanza mondialista, hanno piazzato le squallide figure di Merkel, Macron, Michel. Sembra che un analogo movimento di protesta antimondialista stia per organizzarsi anche in Italia, non contro il Governo di Liberazione, ma contro gli aguzzini del gruppo Bilderberg, della Trilaterale e dei vari Soros e Rotschild ….. Probabilmente si preparano giorni difficili, forse tragici, perché i padroni della finanza internazionale, i grandi banchieri usurai, non staranno con le mani in mano di fronte alle proteste che potrebbero sfociare in una clamorosa affermazione dei sovranisti alle prossime elezioni europee di maggio. Anche perché se USA e Cina dovessero trovare un minimo accordo sul problema dei dazi, questo significherebbe l’inizio della fine per questa falsa Europa e per i suoi lugubri rappresentanti. Vedremo nei prossimi giorni...

    RispondiElimina
  53. http://www.imolaoggi.it/2018/12/01/sassari-richiedenti-asilo-appena-arrivati-trasportavano-un-chilo-di-eroina/

    RispondiElimina
  54. Temo il parlamento... Troppi voltagabbana. Ci prego sopra, altro non posso fare. Certo che tra global compact, minaccia di troika, spread e vescovo di Roma siamo circondati....

    RispondiElimina
  55. A proposito di integrazione1 dicembre 2018 10:07

    Una notizia data dall’emittente televisiva tedesca Sat 1 racconta l’esperienza traumatica vissuta da Yara, una bambina di 8 anni. La vicenda è avvenuta in una scuola frequentata per la maggioranza da migranti, con alunni turchi e arabi. La piccola è diventata un’emarginata, è stata vittima di bullismo e persino pugnalata.

    Yara era l’unica persona nella sua classe che parlava tedesco. “Avevano bisogno di assumere un interprete per tradurre dal tedesco al turco o all’arabo in modo che si potesse almeno capire che cosa stava succedendo. Mi sono sentito un po’ perso ed è stato allora che ho capito che cosa deve aver passato mia figlia“, dice a Sat 1 il padre della bambina, Mike F.

    Il bullismo contro Yara è aumentato nel tempo e infine si concluso con la coltellata ricevuta da un “bambino arabo” che l’ha colpita all’addome.

    RispondiElimina
  56. ...Questa volta, smascherando la trappola Onu, il ministro Salvini ha dimostrato di non pensare solamente alle prossime elezioni europee, ma di concentrarsi sul futuro della legalità a salvaguardia delle future generazioni d’italiani. Come dicono a Caserta: “Ca ‘a Maronn t’accumpagn”!

    http://www.atlanticoquotidiano.it/quotidiano/global-compact-for-migration-trappola-cui-governo-italiano-non-abboccato/

    RispondiElimina
  57. https://www.silenziefalsita.it/2018/11/17/belpietro-il-quirinale-tiene-in-ostaggio-la-manovra-per-costringere-il-governo-a-cambiare-manovra-le-provano-tutte/

    RispondiElimina
  58. I gilet gialli hanno messo a soqquadro Bruxelles. I motivi delle proteste sono quasi gli stessi: tasse disumane e costo crescente degli alimentari. La gente non riesce più a sopravvivere.
    L'attuale governo è un fallimento completo, tale da far rimpiangere la Ddr.
    Inascoltata per decenni, oppressa da un regime fiscale tale da far rimpiangere il testatico romano e la tassa sul macinato, la gente rimpiange a calde lacrime di non essere un migrante: bene accolti, coccolati, stipendiati per il solo fatto di esistere e di non essere belgi.

    RispondiElimina
  59. Una lotta titanica1 dicembre 2018 10:38

    L’ultima enciclica sull’usura – di Giovanni Lazzaretti
    On 30 novembre 2018

    «Ma un’altra economia è possibile. Un’economia del popolo e per il popolo. Il problema non è tecnico: è politico. Non occorre null’altro che riprendere la libertà che fu degli europei, e strappare la sovranità che fu degli Stati.»
    «Da qui, se volete, comincia la lotta di liberazione».
    https://www.riscossacristiana.it/lultima-enciclica-sullusura-di-giovanni-lazzaretti/

    RispondiElimina
  60. https://w2.vatican.va/content/benedictus-xiv/it/documents/enciclica--i-vix-pervenit--i---1-novembre-1745--poiche-e-venuto-.html

    RispondiElimina
  61. Anche in Olanda1 dicembre 2018 10:41

    https://voiceofeurope.com/2018/11/yellow-vest-protests-spread-to-the-netherlands-protests-announced-in-at-least-two-cities/

    RispondiElimina
  62. Torniamo a noi ,1 dicembre 2018 11:20

    Video integrale del Convegno a Portici su "1948-1978. Trent’anni di guerra culturale contro l’Italia cristiana"
    http://blog.messainlatino.it/2018/12/video-integrale-del-convegno-portici-su.html

    RispondiElimina
  63. http://www.ilgiornale.it/news/milano/chiuderei-i-centri-abusivi-dellislam-potete-fidarvi-1609939.html
    Basta infilare un piedino...

    RispondiElimina
  64. È Lademocrazia U€ bellezza...

    "La critica alle migrazioni sarà un reato penale." "I media che daranno spazio alle critiche potranno essere chiusi".
    https://mobile.twitter.com/KayaJones/status/1068401850016120832

    RispondiElimina
  65. La Corte d'Appello di Parigi ha prosciolto il polemista Eric Zemmour per le dichiarazioni sui musulmani pubblicate nel 2014 sul Corriere della Sera. Zemmour aveva detto che “i musulmani hanno un loro codice civile, è il Corano. Vivono tra di loro, nelle periferie. I francesi sono stati costretti ad andarsene”. Dopo la polemica che seguì a quelle parole, Zemmour fu condannato nei primi due gradi di giudizio e il canale iTELE lo mise alla porta. Magari me la sono persa io, ma sarebbe stato interessante leggere oggi la notizia del proscioglimento di Zemmour sul Corriere della Sera, almeno un box, magari un editoriale, per dire “giustizia è fatta”, liberté di dire e pensare per tutti, non solo per i furbacchioni. Forse non è un caso se Zemmour, dopo quella intervista, non ne ha date altre ai giornali italiani.
    Giulio Meotti

    RispondiElimina
  66. ....«Dobbiamo fornire a tutti i nostri cittadini l’accesso a informazioni obiettive, chiare e corroborate dai fatti sui vantaggi e le sfide delle migrazioni, al fine di combattere narrazioni fuorvianti che generano percezioni negative dei migranti». .
    Fin qui una descrizione dei propositi del Global compact. Ora, basta un'occhiata rapida ai punti salienti del decreto Salvini che ora è legge, per capire che proprio non ci siamo.
    Le misure vanno dall'abrogazione dell'istituto del permesso di soggiorno per motivi umanitari al restringimento dell'azione degli Sprar, dai trattenimenti più lunghi nei Cpr (Centri di permanenza per i rimpatri) a norme più severe per la concessione della cittadinanza.
    Tutta un'altra direzione, e a chi obietta che quelle del Global Compact dell'ONU sono dichiarazioni di intenti che non obbligano le nazioni si può rispondere come fa in un Tweet fulminante il costituzionalista Luciano Barra Caracciolo, Sottosegretario agli Affari Europei a Palazzo Chigi, che “non si può ignorare che il global migration compact è applicativo di dichiarazioni Assemblea NU, onde rafforza formazione del diritto internazionale generale che, ai sensi art.10 Cost, finirebbe per essere assai vincolante, portando alla dichiarazione di incostituzionalità delle leggi italiani contrastanti”.’ Un cavallo di Troia.

    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/global-compact-fatto-maglie-tutto-quello-che-non-sapete-testo-189345.htm

    RispondiElimina
  67. Visto che io sono una persona ignorante ed ottusa, vorrei capire... quindi Martina, Kyenge, pd, vogliono abrogare il decreto sicurezza, appoggiati dal fico boldrini. cioè vogliono che le cose restino così, che sia normale picchiare i poliziotti, che vada bene che se esci di casa e la trovi occupata l'hai persa, che l'italia accolga a braccia aperte tutti i delinquenti indesiderati negli altri paesi, che lo stupro resti praticamente legale, che ogni tanto qualche italiana può anche essere mangiata, che i comuni e le autorità abbiano le mani legate, e per ultimo, che la cittadinanza italiana sia un bonus da dare a chiunque lo desideri se vota pd.
    E tutto questo lo pretendono delle persone che gli Italiani con il voto del 4 Marzo pensavano di aver messo a tacere.
    E sempre visto che sono un idiota semianalfabeta perché non voto il pd, ma i soldi per le campagne anti italiani, per fondare il partito illegale black power in Italia, per le campagne di odio ecc. chi glieli dà, se hanno 4 iscritti in tutto?

    RispondiElimina
  68. Renzi rottama Berlusconi e poi gli frega i suoi votanti: chi voterà per il nuovo partito dell’ex sindaco fiorentino? Gli ex comunisti? La gente di destra? Un minimo di decenza sarebbe utile…
    https://scenarieconomici.it/renzi-rottama-berlusconi-e-poi-gi-frega-i-suoi-votanti/

    A che numero siamo arrivati ? 8000 partiti ?

    RispondiElimina
  69. Ma non siamo una repubblica presidenziale1 dicembre 2018 17:04

    Global compact, l'opposizione di Sergio Mattarella al governo di Lega e M5s: piano-Colle sugli immigrati

    «Ogni occasione, ogni sede, ogni strumento, ogni documento che richiami alla responsabilità comune di tutti gli Stati e della comunità internazionale, e che eviti di immaginare che faccia carico solo su alcuni paesi, è prezioso».
    Testo e musica di Sergio Mattarella. Alla fine anche il presidente della Repubblica si è espresso sul Global Compact: nulla di esplicito, ma la sue parole vanno nella direzione della firma al documento sponsorizzato dall' Onu per gestire l'immigrazione. Che invece il governo ha fatto sapere che per ora non ci sarà. E l'Italia non parteciperà al summit di Marrakech, dove tra il 10 e l'11 dicembre verrà sottoscritto l'accordo.
    Mattarella ha spiegato che il fenomeno migratorio «non è più di carattere emergenziale ma strutturale, e quindi costituisce una delle grandi sfide che si presentano all' Ue e a tutto il mondo, ed è un' esigenza che richiama alla responsabilità comune». E a proposito della posizione del nostro Paese negli ultimi anni, il capo dello Stato ha ricordato che «l'Italia è stata lasciata sovente sola sul fronte dell'immigrazione, ha chiesto e chiede con governi di diverso orientamento che l'Ue assuma in maniera concreta nella sua dimensione continentale questo fenomeno, che non va ignorato ma affrontato». Ed è quello che sta facendo il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, con gli accordi in Africa (vedi Ghana e prossimamente Nigeria) e i rimpatri volontari che riporteranno a casa 2.700 immigrati in tre anni. È stato lo stesso leader leghista ad annunciare mercoledì alla Camera che il Global Compact dovrà passare dal voto parlamentare.
    Da Libero quotidiano

    RispondiElimina
  70. https://www.maurizioblondet.it/mattarella-boccia-minenna-alla-consob-non-e-qualificato-come-lui/

    MATTARELLA BOCCIA MINENNA ALLA CONSOB . Perché la Democrazia è ereditaria.
    Maurizio Blondet 1 dicembre 2018

    RispondiElimina
  71. Il papa che pensa di vendere le chiese invece di preoccuparsi di ripopolarle, il presidente che dismette l'Italia... siamo orfani di padri. Significa che dobbiamo crescere e assumerci responsabilità inedite...

    RispondiElimina
  72. https://www.maurizioblondet.it/macron-cede-a-berlino-anche-il-seggio-francese-al-consiglio-di-sicurezza/

    MACRON CEDE A BERLINO (ANCHE) IL SEGGIO FRANCESE AL CONSIGLIO DI SICUREZZA…
    Maurizio Blondet 30 novembre 2018

    RispondiElimina
  73. https://www.maurizioblondet.it/diteglielo-coi-fiori-parigi-sabato/

    DITEGLIELO COI FIORI (PARIGI, SABATO)
    Maurizio Blondet 1 dicembre 2018 1 commento

    RispondiElimina
  74. "bonne chance "1 dicembre 2018 20:27

    Il Vescovo siriano all'Europa: "Aiutateci a non emigrare"
    Intervista a monsignor Youhanna Jihad Battah, vicario generale a Beirut della Chiesa siro-cattolica
    https://www.interris.it/religioni/il-vescovo-siriano-all-europa--aiutateci-a-non-emigrare

    Vedi quanto si preoccupa il cosiddetto "ONU"o la cossiddetta "EU " !
    Responsabili di questo grave dissesto , responsabili di tanto dolore , responsabili di tante lacrime , mangiate e bevete a sazieta' , tenete i vostri piedi al caldo ancora per molti anni . Saziatevi ancor che siete vivi con cibi succulenti , perche' dopo forse , sentirete un altro tipo di caldo... quello eterno ?
    E voi in maglietta rossa e col portafoglio gonfio non andate ad asciugare le lacrime di quei poveretti ? Non mettete a disposizione i vostri talenti , la vostra intelligenza , per alleviare il dolore di questi popoli ?Eh lo so , la sabbia vi entrerebbe nei calzari , non potreste essere sempre a puntino , la permanente sempre a posto , il visagiste , il trucco , i tacchi a spillo ....senza contare che lì non c'e' a portata di mano una jacuzzi !

    RispondiElimina

  75. Ci deve essere un errore di stampa...

    In un intervento sopra si cita un documento secondo il quale in futuro la Germania potrebbe arrivare a 274 milioni di abitanti accogliendo i "migranti" e la Svezia a 440. Ci deve essere un errore di stampa, queste cifre non stanno né in cielo né in terra. Ma dove li mette la Svezia 440 milioni di abitanti? E la Germania 274? Vogliamo scherzare?
    Qui ormai sbarellano tutti, voglio dire, quelli che sono stati fin adesso i "padroni del vapore". Se ricomincia l'invasione indiscriminata dell'Italia da parte dell'Africa, fermata (notevolmente ridotta) al momento da Salvini e obtorto collo dai suoi alleati di governo, in Italia scoppia la guerra civile, altro che "gilets gialli".
    Sulla presente manovra economica, per ragioni tattiche, l'Italia deve comunque cercare una soluzione di compromesso che vada bene per la CE. E' realpolitik, bellezza. Non possiamo allo stato permetterci una procedura d'infrazione ed un eventuale panico sui mercati nei confronti dell'Italia. Sarebbe far la fine della Grecia e peggio.
    Per avere una effettiva politica di investimenti pubblici bisognerebbe però eliminare certe storture, rappresentate dal ruolo eccessivo svolto dalla magistratura negli appalti, ormai ingessati in una gigantesca rete burocratico-giudiziaria con l'idea di prevenire la corruzione, e dai sindacati, che hanno costituito strutture di potere, a livello locale, di fatto controproducenti, per quanto riguarda l'efficienza produttiva.
    Compito assai difficile, ci vorrebbe un governo con la Lega attuale da sola al potere.
    Intanto, sembra positivo il fatto che Berlusconi non sia più eleggibile, forse si deciderà a ritirarsi.
    Per il nefasto Global Compact: è importante che il Governo diserti la riunione marocchina. Non c'è bisogno che lo si discuta alla Camera. Il Governo si sottrae a questo accordo. La discussione alla Camera si rinvia.
    Z.

    RispondiElimina
  76. http://www.perfettaletizia.it/bibbia/salmi/Salmo48.htm
    Lasciati giudicare da Dio .
    Ogni giorno ( se vuoi farti trovare preparato).

    RispondiElimina
  77. https://www.giorgiameloni.it/2018/12/02/giorgia-meloni-a-la-stampa-la-maggioranza-dica-no-al-global-compact-oppure-salvini-faccia-cadere-il-governo/

    RispondiElimina
  78. Ho detto tutto !2 dicembre 2018 13:18

    Meloni alle maestre laiciste: non vi piace il Natale?
    Il 25 andate a lavorare…
    http://www.secoloditalia.it/2018/12/meloni-alle-maestre-laiciste-non-vi-piace-il-natale-il-25-andate-a-lavorare-video/

    Sono perfettamente d'accordo con Giorgia , il Natale e' una festa "cristiana" e ricorda "una nascita" , la nascita di Colui che ci ha dato la liberta' . Visto , nell'ordine , che dimostrano ampia ignoranza circa le loro radici relative al suolo su cui e' stato dato loro la grazia di nascere , visto che non vogliono/ricusano/rigettano Colui che ha pagato per loro (Lui le ama ma le maestre non vogliono il Suo Amore quindi hanno fatto una scelta ), visto anche che non sanno gestire la " liberta' "che e' stata loro regalata gratis , dato che questo e quello per loro pari sono (In altri termini chiamata indifferenza ) , nei giorni in cui i cristiani ricordano e ringraziano Dio Onnipotente per la Nascita del Figlio ..... lavorino ! Gia' un'altra volta ho discusso con alcune maestre circa il privilegio di tre mesi di ferie e mi e' stato risposto : "non e' vero , siamo disponibili".....ma per favore ....! Se così fosse non ci sarebbe il bisogno di parcheggiare i bambini presso i vari centri estivi , tutti privati , mentre i genitori lavorano .

    RispondiElimina
  79. Su questo nuovo terreno di scontro il Capo dello Stato, che secondo la nostra Costituzione dovrebbe esercitare le sue funzioni con terzietà, si è invece apertamente schierato per il progetto globalista.

    https://scenarieconomici.it/siamo-proprio-sicuri-che-mattarella-sia-imparziale-di-p-becchi-e-g-palma/

    Quindi Napoleone II da Napolitano prese la corona ferrea, se la mise in capo su quella imperiale e pronunciò le famose parole: "Dio me l'ha data, guai a chi la tocca".

    RispondiElimina
  80. ...Il disegno è chiaro: annientare i popoli e le loro culture in nome di una falsa carità che porterà il caos sociale in tutta l’Europa decretandone la propria fine. Bergoglio, con la sua mentalità comunista, è diventato uno dei maggiori sponsor di tutte quelle idee che fino a Benedetto XVI erano ritenute eretiche.

    L’ONU, che è il protagonista di questo scempio, è un’organizzazione corrotta. Non a caso i rappresentati italiani che la sponsorizzano sono quelli più nefasti per la Nazione Italiana (vedasi Bonino per fare solo qualche nome). Dietro queste politiche distruttive ci sono personaggi come Soros, magnate che ha in odio l’umanità e la cultura occidentale in particolare. Si chiama Humanity Ventures la partnership siglata nel gennaio 2017 a Davos tra il finanziare e Mastercard, sulla base della promessa del magnate di stanziare 500 milioni di dollari a favore dei migranti in Europa. Come si legge sul sito di Mastercard, il progetto ha l’obiettivo di “catalizzare e accelerare lo sviluppo economico e sociale delle comunità vulnerabili di tutto il mondo, in particolare i rifugiati e i migranti”. E poiché è circolata voce che questa fosse un fake news, riporto il sito di Mastercard:

    https://newsroom.mastercard.com/press-releases/mastercard-and-george-soros-to-explore-private-sector-solutions-to-societal-challenges/

    Il Global Compact è stato sponsorizzato in Italia da Fico, presidente della Camera. Grillino. Personaggio che si è fatto fotografare mentre sorridendo teneva il pugno alzato rievocando vergognose rivoluzioni comuniste. Il M5S è in attesa di un altro comunista, il Dibba, che per ora si spiaggia al caldo dei tropici. Penso che con queste persone l’Italia non abbia altra sorte se non di fallire.

    http://www.affaritaliani.it/cronache/il-global-compact-la-fine-dell-europa-il-filo-rosso-che-va-da-soros-a-fico-575365.html

    RispondiElimina
  81. domenica 2 dicembre 2018
    Le regole
    http://goofynomics.blogspot.com/2018/12/le-regole.html

    RispondiElimina

  82. "Penso che con queste persone l'Italia non abbia altra sorte se non di fallire"

    O di cominciare a ribellarsi, ma sul serio.

    RispondiElimina
  83. https://scenarieconomici.it/con-il-migration-compact-criticare-la-migrazione-diventera-un-crimine-dodio/

    Ci sono forti pressioni, provenienti perfino dal Quirinale, affinchè l’Italia firmi il Migration Compat, l’accordo mondiale che renderebbe quello di migrare un diritto. Naturalmente molti paesi lo hanno rifiutato, fra cui Svizzera, Slovenia , Croazia, Austria, Ungheria, Polonia , Israele, Cechia ed Australia. Alla fine è una questione dei soliti “Progressisti”, UK e Germania in testa, e di chi vuole invadere gli altri. L’Italia allo stato attuale, come ha detto Salvini, non firmerà il patto.

    Tra l’altro, come ha messo in luce il deputato europeo Marcel de Graaff, dopo la firma i cittadini europei che lo accettassero perderebbero il diritto di parola e di critica della Migrazione: infatti se questa viene definita come un diritto dall’ONU e questo viene accettato, dopo non è più possibile criticarlo se non essendo inquisibili come “Hate Speech”.

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.