Pagine fisse in evidenza

domenica 11 novembre 2018

Mattarella ammonitore - Marcello Veneziani

Il modo unico di Veneziani di rivestire di parole i nostri stessi sentimenti...

Non so di quali gravi problemi psicologici io soffra ma ogni volta che vedo in tv il presidente Mattarella mi sento uno straniero in patria. Anzi peggio, sento lui come il commissario, il proconsole inviato dalla Ue nel protettorato dell’Italistan per sedare le popolazioni ribelli. Nel mio stato allucinatorio lo vedo come un regnante assiro-babilonese, frutto di altre epoche e di altri mondi e il suo stile, il suo linguaggio, il suo incedere, il suo sontuoso copricapo bianco mi sembrano confermarlo. Sarà sicuramente una mia debolezza mentale, un trauma infantile o prenatale, ma non riesco mai a riconoscermi in quello che dice. Anzi penso quasi sempre il contrario di quel che dice, a parte il fondo inevitabile di ovvietà atmosferica e istituzionale con cui incarta il tutto e che è retaggio del suo ruolo protocollare.

Ma è possibile, mi chiedo preoccupato, che tutto quel che dice e persino il tono con cui lo dice, mi sembra sempre negare quel che mi sembra la realtà dei fatti, la storia vissuta, la vita reale dei popoli, il sentire comune, il disagio diffuso, la memoria storica, la percezione comune della realtà, oltre che le mie convinzioni ideali? Possibile che anche quando affronta temi che dovrebbero essere condivisi, come l’amor patrio o la celebrazione delle feste nazionali, lui riesca a dire il contrario di quel che mi aspetto da un Capo dello Stato e dal presidente degli italiani?

L’Italia per lui non è la nostra patria ma il luogo d’accoglienza universale, una specie di gigantesca tenda da campo predisposta dalle autorità europee. Le identità dei popoli, per lui, sono un cancro da sradicare, un muro da abbattere. Vanno bene le identità individuali o di genere, ma non quelle nazionali, popolari, civili. Le migrazioni per lui vanno accolte e benedette; le diversità culturali e religiose vanno ammesse se riguardano gli stranieri, vanno invece rimosse se ricordano le nostre radici, altrimenti siamo intolleranti.

Le nazioni per lui sono solo il preambolo funesto ai nazionalismi che sono la vera piaga del mondo; quando a me pare invece che i mali della nostra epoca siano piuttosto legati al suo contrario, allo sradicamento universale, alla cancellazione forzata delle identità, dei popoli e dei territori, al dominio cinico e apolide del capitale finanziario che non ha patria ma solo profitti; e ai flussi migratori incontrollati che in generale impoveriscono i paesi che lasciano e inguaiano quelli che invadono. Se un gruppo di migranti stupra una ragazza lui tace, se gli italiani dicono una sciocchezza contro i migranti o le donne, lui interviene per condannare.

Non si perde mezza celebrazione che riguardi l’antifascismo e l’antirazzismo, è sempre lì a commemorare coi suoi discorsi, mentre salta vagoni di ricorrenze cruciali, di anniversari patriottici, di caduti per l’Italia, di vittime del comunismo, dei bombardamenti alleati, delle dominazioni altrui.

Se gli capita un IV novembre tra i piedi lui non ricorda la Vittoria ma solo la fine della guerra e non commemora l’Italia e i suoi soldati ma l’Europa. E se proprio deve celebrare un patriota, celebra l’eroe nazionale degli albanesi o di chivoletevoi, non un patriota dell’Italia. E sostiene come l’ultimo militante dell’Anpi che il fascismo è il male assoluto e non ha fatto neanche una cosa buona, negando l’evidenza storica: una cosa del genere non riuscirei a dirla neanche di Mao e Stalin che sono i recordman mondiali di sterminio, per giunta dei propri connazionali e per colmo in tempo di pace; notizie che al Quirinale non risultano mai pervenute.

E non c’è giorno che non ci sia una sua dichiarazione ecumenica e curiale nella forma ma velenosa e ostile nella sostanza contro il Demonio Assoluto: il populismo e il sovranismo, ossia il governo in carica, e tutto sommato, il voto maggioritario degli italiani. È una continua allusione polemica a ogni cosa che dice, fa e pensa Salvini. Poco manca che non insignisca la Isoardi di un cavalierato al merito per aver scacciato il drago da casa sua.

Ma possibile che il Capo dello Stato debba essere così opposto al comune sentire? Non mi aspetterei certo che dicesse il contrario di quel che pensa e del materiale bio-storico di cui è composto; non chiedo che si metta a gareggiare in demagogia tribunizia, ma è possibile che il presidente degli italiani la pensa solo come quelli che votano Pd, e sempre dalla parte opposta dei restanti italiani? Non è stato informato che quel Renzi che lo volle al Quirinale nel frattempo è caduto e non lo vogliono neanche nel Pd? Non sa che in Italia, in Europa, nel Mondo, quella visione politica che lui depreca ogni giorno, conquista maggioranze di consensi popolari in libere elezioni democratiche ed esprime i maggiori governi e capi dello stato? Mai uno sforzo, lui che dovrebbe essere l’arbitro super partes, garante di tutti, per capire e riconoscere quell’altra Italia, quell’altro mondo, che non la pensa come lui. Sta lì, nel cuore di Roma, come se il Quirinale fosse uno Stato Vaticano ai tempi del non expedit, rispetto all’Italia che lo circonda.

Naturalmente nei momenti di lucidità capisco che tutto questo è frutto di un mio stato di alterazione mentale, gli italiani invece sono entusiasti di Nuvola Bianca e dei suoi moniti, si bevono come oro colato le sue prediche indispensabili e lo considerano un santo, un sapiente e un oracolo. Però, non capisco perché quella mia allucinazione presidenziale mi fa quell’effetto eversivo-lassativo…
Marcello Veneziani, Il Tempo 9 novembre 2018

55 commenti:

  1. Un Papa Islamico, un presidente della repubblica anti italiano e un capo delle forze armate pro invasione che dice che non ci sono più confini...

    RispondiElimina
  2. Il nuovo Capo di Stato maggiore della Difesa Vecciarelli sostiene che la salvaguardia delle frontiere è un relitto del passato. Pensi che dovrebbe essere rimosso immediatamente?
    Antonio Maria Rinaldi

    RispondiElimina
  3. Libertà nazionale11 novembre 2018 15:10

    Non siamo d'accordo caro generale Enzo Vecciarelli che oggi le forze armate non debbano più difendere i confini nazionali e salvaguardare le frontiere degli stati come da lei recentemente dichiarato. E' infatti loro sacro dovere, la loro funzione primaria, proteggere il suolo patrio ed ogni cittadino dovrebbe essere chiamato a risponderne parimenti ed a partecipare! Altrimenti l'Aviazione, la Marina o l'Esercito diventano solo uno strumento imperialista per il controllo geo strategico ai fini della globalizzazione o di garantire processi migratori. Così, con la scusa di "esportare la democrazia" o generare "primavere varie", i nostri soldati diventano mercenari al servizio di lobbies transnazionali che col pretesto del "peace keeping" occupano nazioni sovrane, controllandone le risorse locali e le economie...

    RispondiElimina
  4. Mi domando quanto ne ricavi in termini di denaro prestigio ed affermazione di se' costui .

    RispondiElimina
  5. http://www.secoloditalia.it/2018/11/il-prete-anti-migranti-difende-salvini-e-lunico-politico-che-segue-il-vangelo/

    RispondiElimina
  6. Non e' questione di essere contro qualcuno e' solo questione di buonsenso .

    RispondiElimina
  7. Socialismo e Cristianesimo sono compatibili ? No. Comunismo e Cristianesimo sono compatibili ? No. È dal periodo del Sillon che c'è qualcuno che si prova a fare di codeste alchimie, con i risultati, nella Chiesa e nella società che vediamo. I Mattarella ed i Gentiloni sono due dei tanti di quel genere che hanno un potere politico nella nostra Patria,e che lo esercitano nel modo descritto da Veneziani.Detto di passaggio non c'è però un Papa che scriva un' altra Lettera ai Vescovi che inizi con "notre charge apostolique", per chiarire le idee confuse e "confermare i fratelli nella fede". Oggi chi ha dei dubbi se li deve tenere, anzi i modelli di riferimento proposti sono due persone che, se fossimo in un periodo ragionevole, dovrebbero essere considerati due criminali: la Bonino e Pannella. Vengo al dunque: il cattocomunismo non è possibile, uno dei due strangola l'altro, e quando a vincere è la parte cristiana il comunismo è visto nel suo orrendo aspetto, e decisamente ripudiato. Quando è la parte comunista che vince il cristianesimo viene usato come la famosa foglia di fico. Una raffinata cosmesi che si sgretola alla prova dei fatti.

    RispondiElimina
  8. Stupisce come nessuno di costoro dia prova di una certa, di una pur modesta, basterebbe anche incolore, autonomia di pensiero.

    Rimane per me misteriosa questa coesione di pensieri anche quando il pensiero che ne esce è consunto dai tarli.

    Se fossero così fedeli a Dio, Uno e Trino, come lo sono a questi pensieri guida di testa ignota, si direbbe che hanno una fede cieca.Questo non si può dire.

    Si può dire invece che si fidano di pensieri di uomini lasciati nell'ombra. Perchè? Sono dei mascalzoni? Evidentemente, no. Questi pensatori riscuotono la vostra fiducia. A loro vi siete votati anima e corpo.

    E pretendete che noi si faccia lo stesso. Su quale parola? Sulla vostra? Su quella di chi è rimasto nell'ombra? Un po' pochino.

    Dite le cose come stanno. Di chi sono queste idee, questi pensieri con i quali volete riempire le nostre teste? Diteci chi sono i pensatori che hanno pensato questi pensieri, cioè chi sono gli autori su i quali fondate la vostra propaganda.

    RispondiElimina
  9. Pietro da Cafarnao11 novembre 2018 21:58

    "Guardatevi dal lievito dei farisei, che è l'ipocrisia. Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti".(Lc 12, 1-3).

    RispondiElimina
  10. Irina : "pensieri guida di testa ignota ... chi sono gli autori sui quali fondate la vostra propaganda" : purtroppo, cara Irina, credo che la fonte di questi pensieri, la mente distorta o malata che li genera, stia venendo alla luce sempre più velocemente(grazie all'orgoglio smisurato e alla spudorata tracotanza del Male). Autore non può che essere il diavolo in persona, Lucifero, Satana o come altro vogliamo definirlo, coautori i suoi collaboratori celesti, gli altri angeli ribelli, divenuti spiriti maligni come lui. Del resto, sappiamo da Maria SS.ma che "Satana è sciolto dalle catene", che è arrivato alla Prima Sede (anche se i masso-clericali ce lo nascondono da 60 anni) e da lì ha sparso, e sta spargendo e imponendo, l'apostasia nella ex Chiesa Cattolica, ormai divenuta braccio ecclesiastico del nuovo cesaropapismo di natura diabolica. Collaboratori nell'attuazione di questo piano infernale, più o meno consapevoli, ne sono i politici mondialisti, globalisti, massoni più o meno dichiarati (come i sinistrorsi difensori dell'oligarchia finanziaria mondiale, dando ad intendere di difendere i poveri, così come fa Bergoglio con la sua gerarchia). La loro tattica? è presto detto : cfr http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/archivio-articoli-la-caverna-di-platone/6021-una-mente-contorta (scusate l'autocitazione).

    RispondiElimina
  11. Chiedo scusa per la ridondanza, ma ho appena letto una notizia che conferma l'ipotesi dell'imposizione diabolica dell'apostasia al basso clero da parte della gerarchia, notizia riferita agli ordini religiosi femminili, a quelli fiorenti di vocazioni e coerenti con la Tradizione bimillenaria della Chiesa di NSGC, Ecco il link: https://apostatisidiventa.blogspot.com/2018/11/with-compliments-of-braz-de-aviz.html

    RispondiElimina
  12. Non è mai troppo deprecato l'uso divenuto sempre più fequente di insultare gli avversari.
    Che un po' corrisponde allo stile di Mattarella di delegittimarli attraverso luoghi comuni nell'ottica delle visioni europeiste della tecnocrazia mondialista.
    Ora nessuno nega che la maggior parte dei giornalisti rappresenti il quinto potere nella gestione dell'informazione asservita all'ideologia dominante.
    Ma niente autorizza ad usare i termini sprezzanti recentemente affibbiati ai giornalisti da Di Maio e Di Battista. Che poi alla fine si beccano articoli come questo.
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/11/11/cari-di-maio-e-di-battista-chi-sono-le-puttane/4757241/

    RispondiElimina
  13. Così tante uniformi italiane inzuppate di sangue non si erano più viste dalla Seconda guerra mondiale. 15 anni fa la strage di Nassirya e c'è chi "sembra" aver dimenticato. Alle 10,40 di mercoledì 12 novembre 2003 (le 8,40 in Italia) la Base Maestrale – una delle due sedi dei carabinieri a Nassiriya – fu devastata da un attentato suicida. Morirono 12 carabinieri – Enzo Fregosi, Giovanni Cavallaro, Alfonso Trincone, Alfio Ragazzi, Massimiliano Bruno, Daniele Ghione, Filippo Merlino, Giuseppe Coletta, Ivan Ghitti, Domenico Intravaia, Horatio Maiorana, Andrea Filippa –, cinque uomini dell’Esercito – Massimo Ficuciello, Silvio Olla, Emanuele Ferraro, Alessandro Carrisi, Pietro Petrucci – e due civili, il regista Stefano Rolla e Marco Beci, cooperatore. Non eravamo andati in Iraq per il petrolio, ma per difenderci in una guerra dichiarata a tutto l'Occidente e per confermare che siamo quel che siamo: uomini e donne liberi. In 15 anni purtroppo la fibra morale dell'Occidente si è fatta sempre più debole. I nostri soldati di Nassirya sono invece immortali come nel celebre frammento di Teognide: “Morendo non perirono, eterni essi s’ergevano a monumento”.
    Giulio Meotti

    RispondiElimina
  14. Non eravamo andati in Iraq per il petrolio, ma per difenderci in una guerra dichiarata a tutto l'Occidente

    I nostri soldati non sono mai stati destinati a operazioni di combattimento. Piuttosto erano lì di supporto per ripristinare l'ordine in una società ferita e dilaniata dalla guerra. Questi i loro compiti:
    - ricostruzione del "comparto sicurezza" iracheno attraverso l'assistenza per
    - l'addestramento e l'equipaggiamento delle forze, a livello centrale e locale, sia nel contesto della NATO sia sul piano bilaterale;
    - creazione e mantenimento della necessaria cornice di sicurezza;
    - concorso al ripristino di infrastrutture pubbliche e alla riattivazione dei servizi essenziali;
    - rilevazioni radiologiche, biologiche e chimiche;
    - concorso all'ordine pubblico;
    - polizia militare;
    - concorso alla gestione aeroportuale;
    - concorso alle attività di bonifica, con l'impiego anche della componente cinofila;
    - sostegno alle attività dell'ORHA;
    controllo del territorio e contrasto alla criminalità.

    RispondiElimina
  15. https://it.gatestoneinstitute.org/13290/cristiani-morte-sharia

    RispondiElimina

  16. Non erano destinati ad operazioni di combattimento, a Nassiryia, però hanno dovuto combattere lo stesso

    No, come al solito, perché nella Repubblica italiana di oggi vige la strana idea che i soldati non debbano combattere ma esser impiegati in addestramento o per opere di soccorso civile, idea che si fa scudo dell'art. 11 della Costituzione, il quale in pratica ci impedisce di fare la guerra, anche solo per difenderci (un articolo da abolire, seccamente).
    La presenza delle donne nelle FFAA contribuisce all'immagine pacifista dell'esercito. Ma a Nassiryia i combattimenti ci sono poi stati, si sono visti persino in TV: la c.d. Battaglia dei Ponti e altri combattimenti. I nostri erano attaccati da formazioni di signori della guerra locali e da terroristi. E se la sono cavata bene. Anche se poi il politicamente corretto ha cercato di metterli in difficoltà andando a contare come e quanti proiettili avessero sparato, e contro chi, e per qual motivo...
    Hanno combattuto più volte anche in Afganistan, contro i Talebani, ma la cosa viene tenuta seminascosta, per non irritare il politicamente corretto dominante. L'italiano di oggi è costretto a recitar la parte di quello di ieri, preunitario, quando a combattere erano sempre gli altri, anche a casa nostra per i loro interessi, perché noi eravamo vili per definizione.
    Z.

    RispondiElimina
  17. Schizofrenia anche al governo?12 novembre 2018 12:16

    Il generale nominato su proposta del ministro della Difesa Elisabetta Trenta : “Difendere i confini non serve”. Il nuovo capo di Stato maggiore della Difesa Vecciarelli attacca a sorpresa il «nazionalismo» e spiega che la salvaguardia delle frontiere è un relitto del passato. E allora quale è la funzione dell’esercito? È utile per «tutelare la libertà di muoversi».

    RispondiElimina
  18. Premesso che i nostri soldati fanno gli attendenti, nella migliore delle ipotesi, se non, fanno la guardia a dighe e depositi militari, poiché coetaneo di Veneziani, condivido le stesse patologie, ma una piccola risposta me la so dare, il cognome che porta (Mattarella) ha contato molto, ma di più certe amicizie, diciamo così, come quelle enfaticamente salutate poco tempo fa da un cittadino vaticano porporato su Il sole 24 ore, ciò detto veniamo al punto, nel 2020 Clinton annuncia che si ricandiderà e qui la vedo gnara per Trump, Merkel non so se reggerà, Seehofer lascia contemporaneamente presidenza del land Bayern, del partito CSU e la carica di ministro degli esteri dell'attuale governo.........il 2019 è alle porte c'è il voto UE, accendiamo il cervello, forse è l'ultimo treno e non ne passeranno altri.no comment

    RispondiElimina
  19. https://it.gatestoneinstitute.org/13290/cristiani-morte-sharia

    Cristiani condannati a morte. Applicazione legge islamica della sharia

    RispondiElimina
  20. http://vocidallestero.it/2018/10/20/alberto-bagnai-linformazione-il-deficit-e-i-mercati/

    RispondiElimina
  21. http://www.occhidellaguerra.it/trump-putin-parigi/

    A Parigi il nuovo ordine mondiale
    E a guidarlo sono Trump e Putin

    RispondiElimina
  22. http://m.ilgiornale.it/news/2018/11/08/tsipras-vuole-abolire-il-cristianesimo-come-religione-di-stato-in-grec/1598941/

    RispondiElimina
  23. Derrière la dénonciation des populistes à la Trump-Orban-Salvini, qui sont avant tout des souverainistes arrivés au pouvoir démocratiquement et des patriotes, derrière l’idéalisation morale des “ migrants ” sans tâche et d’une société sans frontières, l’idée n’est autre que de criminaliser, inhiber tout instinct de survie des peuples européens.
    Alexandre Del Valle

    RispondiElimina
  24. I vescovi si preoccupano per l'economia parassitaria e non per l'invasione afro-islamica.
    I vescovi contro Salvini per il decreto sicurezza:"a rischio 18mila impieghi nei centri per rifugiati." Prima regola per ricevere l'attenzione della Chiesa di Bergoglio: non essere cristiani, possibilmente immigrati clandestini di religione islamica.

    RispondiElimina
  25. https://www.maurizioblondet.it/non-e-economia-ma-lotta-di-liberazione/

    RispondiElimina
  26. Cari preti buonisti, quando il PD e Pannella promuovevano matrimoni omosessuali, eutanasia, liberalizzazione delle droghe, affidamento di bambini a coppie omosessuali, abolizione della legge 40, nessuno di voi ha mai paragonato qualche politico di sinistra a Satana. Invece ora che vi stanno togliendo il business dei migranti il fumo di Satana - quello vero - esce fuori dalla vostra bocca! Quando a strumentalizzare i simboli cristiani erano i politici del PD la vostra bocca restava chiusa, vero? Adesso invece, ogni volta che a destra si parla di Vangelo, pare abbiate gli attacchi di herpes zooster! Vergognatevi! Cambiate mestiere, di gente come voi non abbiamo bisogno!
    Grazie a Napoleone Bonaparte, unico francese da ringraziare, con decreto del 19 luglio 1809, la Consulte Extraordinaire pour les Etats Romains, tenendo conto che l'usanza di seppellire i cadaveri nelle chiese risultava essere estremamente nociva per la salute degli abitanti, poneva esplicito divieto a che le sepolture continuassero ad essere effettuate all'interno di esse e ordinava che per l'avvenire le tumulazioni venissero realizzate in «cimiteri situati fuori il recinto della città di Roma» . Accecati di denaro e potere occulto ci avete decimato con la peste…. dei defunti ricchi sepolti nelle chiese mentre i defunti poveri nelle fosse comuni…
    Cari preti, se guardiamo indietro la storia credo che avete causato più morti voi che la seconda guerra mondiale...

    RispondiElimina
  27. Gli ultimi 15 sono sbarcati sabato 10 novembre, ma erano già arrivati in 45 tra giovedì e venerdì scorsi. Grazie al clima ancora mite proseguono gli sbarchi di immigrati nel Sud Sardegna: complessivamente 63 clandestini, tutti di nazionalità algerina, sono approdati sulle coste tra Teulada e Porto Pino.
    I musulmani, dopo gli accertamenti, sono stati accompagnati al centro di accoglienza di Monastir, ma già una buona parte di loro sono stati trasferiti a Taranto per le procedure di rimpatrio.
    https://voxnews.info/2018/11/12/sbarcano-63-clandestini-in-sardegna-subito-rimpatrio-video/

    RispondiElimina
  28. La Patria dov'è?12 novembre 2018 21:01

    CONFINI ED ESTERNAZIONI ESTEMPORANEE

    Desidero spendere qualche parola in difesa del Generale Enzo Vecciarelli nuovo Capo di Stato Maggiore Generale della Difesa il quale avrebbe detto (il condizionale è d'obbligo) che non è più compito attuale delle Forze Armate quello di difendere i confini della Patria. Posso pensare e voglio sperare che il Generale Vecciarelli abbia inteso dire che nell'attualità, non essendo in vista una qualche aggressione all'integrità territoriale dello Stato (specialmente da Paesi membri dell'Unione europea), sono sufficienti i normali presìdi militari di frontiera (se ancora ci sono).
    Quel che mi inquieta è il seguito di quanto avrebbe dichiarato il Generale Enzo Vecciarelli e che cioè compito delle Forze Armate dello Stato sarebbe quello di garantire la libertà di spostamento delle persone e delle imprese.
    A parte che non vedo cosa possano in concreto fare le Forze Armate a tale scopo, e volendo fermamente escludere (per carità di Patria) che il Signor Generale abbia voluto dare un "endorsement" agli organizzatori delle immigrazioni clandestine (anche quella è libertà di spostamento ...) e non vedendo per quale motivo un'impresa che volesse delocalizzare sede e produzione, avrebbe bisogno delle Forze Armate, c'è da chiedersi in modo preoccupato e preoccupante che cosa abbia inteso dire il Signor Generale in questione. Probabilmente il concetto espresso non è neanche a lui chiaro ma certamente occorre che il Generale Vecciarelli chiarisca cosa ha inteso dire. Certamente è bene che il Generale Vecciarelli si ricordi che il compito delle Forze Armate è sommamente quello di garantire l'integrità territoriale e l'indipendenza politica dello Stato, e che quel che devono fare le Forze Armate non è lui che lo decide, o lo Stato Maggiore o il Consiglio Supremo di Difesa, ma solo e soltanto l'utorità politica governativa e parlamentare. Non lo decide neppure il Capo dello Sato.
    Duole constatare che questo richiamo al Generale in questione provenga da uno che è stato solamente Tenente dell'Arma Aeronautica (la stessa di Vecciarelli) ma che ha assolto i suoi doveri costituzionali verso la Patria con intenzioni, con animo e con volontà ben diversa da quella del Generale Vecciarelli il quale, evidentemente preda di una improvvisa compulsione esternatoria, dimentica anche il dettato costituzionale: "La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino". Penserei ancor più del cittadino in uniforme. Nevvero, Generale?
    Conforta ricordare chi disse che la guerra è una cosa troppo seria per farla fare ai militari. Qualche altro ha detto che la guerra effettivamente la combattono gli Ufficiali del complemento, cioè non quelli di carriera.
    Ad maiora, Generale Vecciarelli!

    Augusto Sinagra

    RispondiElimina
  29. http://piccolenote.ilgiornale.it/38026/parigi-vincono-putin-trump

    RispondiElimina
  30. Mi riconosco nel articolo di Veneziani in commento sul Presidente Mattarella.
    Non è il mio governo ideale e il 5S non mi piace affatto, ma Mattarella, sin dall'inizio di questo governo, ha mostrato la sua ostilità ad esso, la sua simpatia per la sinistra - plateale nell'episodio di Lucano, in cui ha taciuto, mentre ha invece bacchettato Salvini per la tragicomica accusa per la vicenda della nave Diciotti - e il suo servilismo nei confronti dell'Europa, come ben evidenziato da Veneziani.


    Oggi le sparate infantili e offensive del 5S, pur essendo vero che certa stampa (come Repubblica) e' deprecabile, hanno dato a Mattarella un'altra occasione per salire in cattedra e fare la lezioncina sulla libertà di stampa.
    Ma quando cessa il suo mandato? Non vedo l'ora.



    RispondiElimina
  31. Avete capito bene cari fedeli dovete ritrovare i valori e per il vescovo presidente della Cei i valori sono le banche che li salvano.... Naturalmente la colpa di tutto è di Salvini e di Di Maio. La vostra anima appartiene a Dio il vostro posteriore appartiene alla curia alla chiesa al cattocomunismo

    RispondiElimina
  32. Giorgia Meloni:
    Dopo la gravissima sentenza che ha assolto per “tenuità del fatto” un antagonista che ha sputato in faccia a un agente, Fratelli d’Italia sostiene in pieno la proposta che arriva dai sindacati di polizia di inserire nell'ordinamento il reato di “terrorismo di piazza” per perseguire seriamente gli imbecilli che aggrediscono le forze dell’ordine. FdI sarà felice di fare propria questa proposta di legge e presentarla al più presto in Parlamento insieme alla legge anti Black Bloc per perseguire chi si copre il volto durante le manifestazioni e insieme alla revisione dell’assurdità della cosiddetta legge sulla tortura. Dalla parte delle forze dell’ordine. Sempre!

    RispondiElimina
  33. https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/11/13/roma-sgomberato-il-presidio-umanitario-baobab-che-ospita-100-migranti-salvini-dalle-parole-ai-fatti-stop-zone-franche/4760714/

    Ricordo che vi si erano rifugiati i transfughi della Diciotti...

    RispondiElimina
  34. https://www.maurizioblondet.it/il-grande-giornalismo-italiano/

    Senza parlare dell'assassinio della grammatica italiana .

    RispondiElimina
  35. Sono mesi che il presidente Mattarella esterna su ogni possibile problema (mai peraltro a favore di questo governo, sarà un caso?) e celebra anniversari anche di eventi ormai dimenticati: non per antipatia ma non tutti sono della portata della tragedia del Vajont...
    A vederlo ogni giorno in video ti chiedi, anche involontariamente, se non siano date cercate col lanternino per portare avanti una campagna elettorale sottotraccia.

    Il pensiero - magari malizioso - è avvalorato dal fatto che, salvo miglior memoria, non risultano pervenuti commenti di condanna su recenti fatti efferati di cronaca perpetrati da extracomunitari, notoriamente difesi ad oltranza dal suo bacino politico di provenienza...

    RispondiElimina
  36. Lingua di genere & Liturgia di genere: l’ultima frontiera della dissoluzione (Romanzo infernale) – di Alessandro Gnocchi
    https://www.riscossacristiana.it/lingua-di-genere-liturgia-di-genere-lultima-frontiera-della-dissoluzione-romanzo-infernale-di-alessandro-gnocchi/

    RispondiElimina
  37. Cosa significa che cadono le principali accuse ai danni degli aguzzini di Desiree Mariottini?
    Pochi giorni fa il giudice per le indagini premilitari, nel confermare la misura cautelare, aveva scritto che i fermati avevano agito "con pervicacia, crudeltà e disinvoltura, dimostrando una elevatissima pericolosità non avendo avuto alcuna remora a porre in essere condotte estremamente lesive in danno di un soggetto minore giungendo al sacrificio del bene primario della vita", imputando loro accuse che andavano dalla violenza sessuale di gruppo all’omicidio volontario, oltre al traffico di stupefacenti.
    Eppure adesso il Tribunale del Riesame ha fatto accedere l’accusa di omicidio e ridimensionato lo stupro di gruppo a singola violenza sessuale.
    Così questi criminali se la caverebbero con una pena decisamente più mite e nel giro di poco tempo sarebbero nuovamente fuori.
    E infatti persino un loro legale commenta con sincerità che ‘le indagini condotte in tal modo, rischiano di non rendere giustizia a quella povera ragazza’.
    Dunque non c’è stata violenza sessuale di gruppo? Dunque non è stato un branco di aguzzini a provocare la morte della povera Desiree?
    Dunque la pervicacia e la crudeltà scritte dal GIP non c’erano?
    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Desiree-cade-accusa-di-omicidio-per-2-arrestati-3380f812-171a-479e-97a1-ed44e852b850.html

    RispondiElimina
  38. I call center non funzionano ? Non c'e' problema eccoti un altro lavoro : lo sradicamento dell'Africa .13 novembre 2018 18:44

    " il-presidio-umanitario-baobab-che-ospita-100-migranti-"

    Permettetemi di dire : " che ospita 100 SRADICATI" , "100 INTORTATI " al soldo di quelli che..... li mandano a pulire i vetri delle macchine agli incroci , quelli che li portano in pulmino in punti strategici della citta' a distribuire volantini pubblicitari , quelli che li mandano a vendere la morte per droga agli ultimi giovani rimasti , quelli che li mandano a via Marsala alla stazione Termini a vendere carte telefoniche prepagate , quelli che sicuramente nei loro paesi di origine hanno promesso loro che si ciberanno di latte e miele , quelli che li coinvolgono nei furti e nelle rapine , quelli che.....veniteveniteaccoglienza accoglienza......arrangiatevi , dormite sotto i ponti e fra le fresche frasche ,quelli che..... vi portano coperte e latte caldo ogni sera purche' restiate per strada , quelli....coi colletti bianchi , quelli immacolati della politica che per la legge del contrappasso meriterebbero di vivere come i 100.... .ma ora sta per venire babbo natale e finalmente faranno un bel pranzo e una bella foto di gruppo . Aho' sono a rischio 18mila impieghi nei centri per rifugiati , mica pizza e fichi...

    RispondiElimina
  39. E ora scatta la sfida a Salvini: "Pronti ad accamparci altrove"
    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/e-ora-scatta-sfida-salvini-pronti-ad-accamparci-altrove-1601273.html

    Eh no carissimi cocchi , non altrove , sed a casa di tutti quelli che hanno indossato le magliette rosse e come le sirene hanno invocato urbi et orbi "venite ! Venite! Venite !".
    Aiutatevi che Dio vi aiutera' : trovate le foto di quelli che vi hanno cercato , il loro nome , cognome , indirizzo e numero civico , incontrerete SICURAMENTE i loro occhi pietosi !

    P.S. La mia famiglia storna il per mille a una missione in Congo , a Natale una elemosina ai francescani di S.Giovanni Rotondo , in cambio siamo subissati da richieste di soldi dalle piu' varie associazioni . Proprio oggi da un'altra Associazione di Milano "Fondazione Casa della Carita' Angelo Abriani onlus " mai vista e conosciuta , ci piacerebbe sapere chi ha fornito loro il nostro indirizzo ! Per non sapere ne' leggere ne' scrivere ci siamo documentati :
    https://www.fiopsd.org/fondazione-casa-della-carita-angelo-abriani/

    RispondiElimina
  40. Desirée, Riesame annulla l'accusa di omicidio per 2 arrestati: «Non fu stupro di gruppo»
    https://www.ilmessaggero.it/italia/desiree_riesame_cade_accusa_omicidio_alinno-4104724.html

    "Non fu stupro di gruppo " bensì uno alla volta , vuoi mettere la differenza ?

    RispondiElimina
  41. Damose una mossa !14 novembre 2018 10:16

    PERCHE’ TRUMP CERCA DI RE-INDUSTRIALIZZARE L’AMERICA
    https://www.maurizioblondet.it/perche-trump-cerca-di-re-industrializzare-lamerica/

    Da far leggere a Giorgia Meloni per i suggerimenti del caso .

    RispondiElimina
  42. La Francia senza l'Africa crolla.
    La Germania senza l'Euro crolla.
    E noi siamo qui a subire le conseguenze del colonialismo francese e gli effetti di una moneta tedesca. Mentre un branco di traditori, seguiti da lobotomizzati, ci ripete ogni giorno che il problema siamo noi.
    (Matteo Brandi)

    RispondiElimina
  43. Il Financial Times:"l'UE non ha mai sanzionato uno Stato per aver violato le sue regole." Non solo. L'UE per la prima volta potrebbe sanzionare uno Stato, l'Italia, per averle rispettate. Tutti sapranno che l'UE sta cercando di rovesciare un governo democraticamente eletto.

    RispondiElimina
  44. Manovra, Forza Italia sabota l’Italia
    Mentre il Governo si prepara alla lettera di risposta all’UE, il partito di Berlusconi gioca contro il Paese
    http://www.affaritaliani.it/politica/manovra-forza-italia-sabota-l-italia-571818.html?fbclid=IwAR1fMWxUqLMWM2HuSy7iQ0-Xw4mrK5CLM2V8D_2dyO8MIofkhbBTADd34io

    E certo , vorra' difendere il futuro delle sue aziende , dei suoi figli , delle sue mogli ...?!?
    Pro memoria :
    Carissimo Berlusconi ,il Buon Dio le ha gia' regalato 82 anni , 82 tesi di esame , 82 talenti , 82 possibilita' di far del bene al suo prossimo meno prossimo , 82 anni per lasciare una traccia di se' su questa terra , 82 possibilita' di recupero delle possibilita' perdute ... ,

    RispondiElimina
  45. Lafinanzasulweb Pubblicato il 27 ott 201814 novembre 2018 12:57

    7 febbraio 1992 : consegna dell'Italia ( e degli italiani ), mani e piedi .

    La Matrix europea: le prove di come il cartello finanziario ha distrutto l'Italia.
    La Matrix finanziaria, il libro del blogger e giornalista Francesco Amodeo, non è un testo complottista, ma un elenco circostanziato e documentato di fatti incontestabili, di dati economici oggettivi e provenienti da fonti ufficiali e di legami documentati tra i soggetti che hanno guidato l'Italia negli ultimi decenni che mostra, in maniera inconfutabile, come gli atti che hanno portato l'Italia dall'essere la quarta potenza economica del mondo all'essere un Paese in crisi economica e sociale siano stati voluti e perseguiti da un "cartello finanziario" composto da un ristretto numero di persone legate tra loro. Il video che vi presentiamo cambierà la vostra percezione della nostra storia recente.
    https://www.youtube.com/watch?v=Al6gY3WQZkk

    RispondiElimina
  46. Secondo quanto riportato da Lafinanzasulweb il governo dovrebbe studiare come disinnescare gli accordi firmati dai gruppi Bilderberg e soci .

    RispondiElimina
  47. COMMERZABANK E DEUTSCHE “DANNO CONSIGLI” AL PRESIDENTE ITALIANO
    https://www.maurizioblondet.it/commerzabank-e-deutsche-danno-consigli-al-presidente-italiano/

    Consigli (per gli acquisti ) dai signori mercati

    RispondiElimina
  48. Ormai non c'è niente da fare. Certi magistrati (troppi) stanno con il Potere mondialista

    Desirée, "Non fu uno stupro di gruppo". E i giudici fanno cadere l'accusa di omicidio

    Dove sono le femministe e tutti i benpensanti contro la violenza contro le donne?

    RispondiElimina
  49. Scenari economici14 novembre 2018 23:12

    Molto bene la risposta italiana all’EU, che voleva privatizzazioni ed austerità: appunto, a Bruxelles volevano privatizzazioni e privatizzazioni hanno avuto, “peccato” abbiano ottenuto solo immobili di stato, magari di provincia, di cui discuteremo sotto.

    Certamente l’EU si incazzerà come un puma. Motivo? Loro, i franco-tedeschi, volevano mettere le mani sulla spiagge italiane [da sempre il sogno degli investitori tedeschi abituati a fare le vacanze sul Mar Baltico], su ENEL, su ENI, su Leonardo-Finmeccanica…. Ed invece nisba, nada, nicht, nulla! Solo immobili vecchi magari nel centro di Canicattì. Certo, i tedeschi da quando è partito l’euro vogliono viaggiare in prima (classe), non si accontentano più.

    Detto questo ritengo giusta la mossa governativa – ossia la strategia – ma sbagliata la tattica: infatti secondo chi scrive E’ ASSOLUTAMENTE NECESSARIO CHE NELL’ALIENAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE ITALIANO CI SIA LA CLAUSOLA DI PRELAZIONE PER I CITTADINI ITALIANI!
    Gli avvoltoi franco-tedeschi non devono fare affari con le dismissioni imposte dall'EU all'Italia!

    Ossia, visto che tali immobili sono stati pagati con le tasse dei padri e dei nonni, se lo Stato vende deve permettere agli italiani di comprare – ossia dare la prelazione agli italiani – in modo che se c’è da fare un affarone lo facciano i nostri. E NON gli stranieri, soprattutto francesi e tedeschi che negli ultimi mesi hanno cristallinamente dimostrato di essere dei veri avvoltoi, essendo interessati a che l’Italia NON esca dalla crisi, anzi vada in recessione. Per poi poterci strangolare col debito e comprare a termine – qualche annetto – per un tozzo di pane i nostri asset (che un governo invece venduto certamente metterebbe in vendita per pochi spiccioli, ndr; notasi che non ho detto Gentiloni, Monti, Renzi o Letta, no, non l’ho detto…).

    RispondiElimina
  50. Mattarella, presidenzialismo non dichiarato
    Prima con le estenuanti trattative per trovare una maggioranza di governo, poi con gli interventi continui per rasserenare i mercati e l'Ue, la difesa della libertà di stampa dagli attacchi dei grillini, il contraltare alle promesse elettorali più irrealistiche... Mattarella sta diventando un presidente con potere decisionale, come mai in passato.
    http://www.lanuovabq.it/it/mattarella-presidenzialismo-non-dichiarato

    Fa quello che vuole lui oppure fa gli interessi degli italiani ?

    RispondiElimina
  51. "... E’ ASSOLUTAMENTE NECESSARIO CHE NELL’ALIENAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE ITALIANO CI SIA LA CLAUSOLA DI PRELAZIONE PER I CITTADINI ITALIANI!..."

    Giustissimo!

    Nella veglia del primo mattino ho pensato che si potrebbero fare dei comitati di compratori (mio desiderio sarebbe un comitato di compratori CATTOLICI, cioè veri, non contaminati).

    Ognuno dei compratori darà quello che potrà in un arco di tempo che il Governo deciderà.

    I compratori potrebbero avere in cambio quei mini bot, quelli di cui parlava Claudio Borghi, il quale deciderà poi se lasciarli in mano ai compratori o se raccoglierli in qualche banca tutta nostra, sicura. Questo lo deciderà Borghi con le persone di sua fiducia.

    Questi immobili saranno assegnati, per cento anni, a giovani famiglie, da tre a più figli; i genitori volentieri e con convincimento si impegneranno ad educare i loro figli cristianamente sotto la loro guida, in particolare della madre, che percorrerà la carriera di madre di famiglia.

    La famiglia avrà come onere le spese vive di conduzione, ma sempre in percentuale inversamente proporzionale al numero dei figli, da decidere sullo stipendio del padre.

    La madre nel tempo riceverà un piccolo stipendio ed al compimento dei sessanta anni la pensione da dirigente.

    Questi palazzi, che il comitato di Italiani Cattolici acquisterà, saranno ristrutturati senza alterare la loro struttura, nè la loro statica. Si formeranno con strutture in metallo o in legno, cioè movibili e sicure, grandi e luminosi appartamenti,per famiglie numerose, dove i bambini possano crescere, giocare e studiare, con comodo, tra i loro fratelli e sorelle, avendo ognuno la sua stanza.

    RispondiElimina
  52. Avvocato ebreo insegna ai “migranti” a fingersi “cristiani perseguitati nel loro Paese” per ottenere asilo in Europa
    https://www.maurizioblondet.it/avvocato-ebree-insegna-ai-migranti-a-fingersi-cristiani-perseguitati-nel-loro-paese-per-ottenere-asilo-in-europ/

    Non avevamo dubbi !
    Gli addendi sono sempre gli stessi e la somma anche .
    E guarda un po' siamo anche intelligenti da prevedere il totale !

    RispondiElimina
  53. «(............), cui nulla riesce tanto bene quanto la parte di vittima e perseguitato «Chiagne e fotte» dicono a Napoli »

    RispondiElimina
  54. Annichilire il cristianesimo è una fissazione che va avanti da oltre tre secoli.
    http://www.marcotosatti.com/2018/11/15/laicismo-e-islamismo-uniti-a-livello-mondiale-contro-il-cristianesimo-e-la-chiesa/

    Fuori Dio , fuori l'uomo , avanti Satana

    RispondiElimina
  55. Posti di lavoro , ci vorrebbero dei sindacati...
    https://www.laverita.info/il-business-dei-migranti-va-in-crisi-il-gus-di-macerata-non-paga-i-salari-2619414983.html?utm_campaign=RebelMouse&share_id=4155489&utm_medium=social&utm_source=twitter&utm_content=La+Verit%C3%A0

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.