Pagine fisse in evidenza

mercoledì 27 marzo 2019

Clamoroso! Il Papa chiede ai centri di formazione e alle università di diffondere la sua tesi che "la diversità delle religioni" è "voluta da Dio"

Custos, quid de nocte?
Noi denunciamo e questi vanno avanti come schiacciasassi! L'iniziativa era già prevista nel documento. Ma ora sta prendendo il via nel concreto e nelle diocesi parte il bombardamento a tappeto delle agenzie formative che diffonde l'errore nelle nostre nuove generazioni a fronte peraltro di un islam certamente tetragono! E non notate anche l'assurdità di aver posto sullo stesso piano due firmatari come "la Chiesa cattolica" e "Al-Azhar"? Qui i precedenti sulla vexata questio:
Guardate cosa ci tocca leggere di seguito! E inoltre dal testo della Lettera del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso riportato in calce noterete che si tratta di un bombardamento a tappeto di tutti i contesti nazionali e internazionali. Ditemi voi se è tollerabile!
A tutti i sacerdoti, catechisti, insegnanti di religione cattolica e di altre materie in tutte le scuole, nelle università e negli istituti di educazione e formazione delle DIOCESI DI TIVOLI E DI PALESTRINA
Carissimi, il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, su richiesta del Santo Padre, ha chiesto di contribuire alla massima diffusione del Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, firmato ad Abu Dhabi lo scorso 4 febbraio dallo stesso Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar, in modo che «divenga oggetto di ricerca e di riflessione in tutte le scuole, nelle università e negli istituti di educazione e di formazione, al fine di contribuire a creare nuove generazioni che portino il bene e la pace e difendano ovunque il diritto degli oppressi e degli ultimi».
Nell’allegare a questa mia il testo del Documento, chiedo a tutti di farlo conoscere e diffonderne i contenuti con una raccomandazione speciale agli insegnanti di religione cattolica e ai cristiani cattolici che hanno a cuore il compito di educare le nuove generazioni.Grato per l’attenzione che vorrete dare, colgo l’occasione per porgere i migliori saluti.
Mauro Parmeggiani Vescovo - fonte
Ne abbiamo conferma su quanto pubblicato da LifesiteNews che sintetizzo nella nostra traduzione, da cui acquisiamo anche il testo del Pontificio Consiglio non reperibile in rete, che potete leggere di seguito...

Il vescovo Miguel Ayuso Guixot, segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, per espressa volontà del papa, in una Lettera datata 21 febbraio, ha chiesto ai professori, a sacerdoti, alle religiose e alle istituzioni universitarie di "favorire la distribuzione, lo studio e l'accoglienza" del Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, aggiungendo che il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso: "vi sarà grato fin da ora per ogni possibile iniziativa, nell'ambito della vostro istituzione, per la diffusione di questo documento".

La lettera cita anche alcuni passaggi del documento di Abu Dhabi, in cui entrambi i firmatari si impegnano "a trasmettere questo documento alle autorità, ai leader influenti, alle persone di religione di tutto il mondo, alle organizzazioni regionali e internazionali appropriate, alle organizzazioni all'interno della società civile, alle istituzioni religiose e i firmatari:
"la Chiesa Cattolica e al-Azhar, attraverso la comune cooperazione, annunciano e promettono di portare questo Documento alle Autorità, ai Leader influenti, agli uomini di religione di tutto il mondo, alle organizzazioni regionali e internazionali competenti, alle organizzazioni della società civile, alle istituzioni religiose e ai leader del pensiero; e di impegnarsi nel diffondere i principi di questa Dichiarazione a tutti i livelli regionali e internazionali, sollecitando a tradurli in politiche, decisioni, testi legislativi, programmi di studio e materiali di comunicazione.
Al-Azhar e la Chiesa Cattolica domandano che questo Documento divenga oggetto di ricerca e di riflessione in tutte le scuole, nelle università e negli istituti di educazione e di formazione, al fine di contribuire a creare nuove generazioni che portino il bene e la pace e difendano ovunque il diritto degli oppressi e degli ultimi."
Ulteriore scopo è quello di "educare le nuove generazioni" nel senso di questo documento per la pace e la fraternità mondiale tra popoli e religioni. 
* * *

Lettera del 21 febbraio del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso:
(tradotta dall'inglese perché non ce n'è traccia in italiano, tranne il riferimento nella comunicazione diocesana sopra citata - ndR)

Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso
Vaticano, 21 febbraio 2019 Prot. N. 129-19

 Rev. padre / Rev. sorella / Caro professore, 

Il Santo Padre ha chiesto a questo Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso di contribuire alla più ampia diffusione del Documento sulla Fraternità Umana per la Pace e il Vivere insieme, firmato ad Abu Dhabi, il 4 febbraio, dallo stesso Sommo Pontefice e da il Grande Imam di Al-Azhar. Associati in questo modo all'annuncio e alla promessa che i firmatari di questo documento hanno sancito, desidero chiedere a Vostra Eminenza / Eccellenza di facilitare la distribuzione, lo studio e la ricezione, poiché: 
[...] la Chiesa cattolica e Al-Azhar annunciano e si impegnano a trasmettere questo documento alle autorità, ai leader influenti, ai religiosi di tutto il mondo, alle appropriate organizzazioni regionali e internazionali, alle organizzazioni all'interno della società civile, alle istituzioni religiose e ai principali pensatori. Si impegnano inoltre a far conoscere i principi contenuti in questa Dichiarazione a tutti i livelli regionali e internazionali, richiedendo nel contempo che questi principi siano tradotti in politiche, decisioni, testi legislativi, corsi di studio e materiali da diffondere. 
Al-Azhar e la Chiesa cattolica chiedono che questo documento diventi oggetto di ricerca e riflessione in tutte le scuole, università e istituti di formazione, contribuendo così a educare le nuove generazioni a portare bontà e pace agli altri e ad essere difensori ovunque dei diritti degli oppressi e degli ultimi nostri fratelli e sorelle. 
Il Pontificio Consiglio sarà già riconoscente per qualsiasi possibile iniziativa, nell'ambito di questa istituzione, che mira alla diffusione di questo documento. 
Ad ogni buon fine, mi permetto di allegare il Documento nelle sue due lingue originali - l'italiano e l'arabo - e al tempo stesso sottolineare che altre traduzioni ufficiali sono disponibili sul sito ufficiale della Sede Apostolica: http://w2. vatican.va 
Colgo l'occasione per assicurarla, con i più distinti sentimenti, del mio cordiale rispetto,
 + Miguel Ángel AYUSO GUIXOT, MCCJ - segretario

27 commenti:

  1. Nessuna meraviglia, è l'ultima battaglia del diavolo, come dice Padre Paul Kramer nel suo libro con quel titolo; corrono come lepri, evidentemente il loro mandante sa che il suo tempo sta per scadere e li sprona a correre. Restiamo fermi a Pio XII ed al Vaticano Primo e lasciamolo correre, senza leggeri, ascoltarli o seguirli. Le loro parole, opere e omissioni li hanno già giudicati. L.J.C. !

    RispondiElimina
  2. A me sembra 1): un delirio totale, frutto del tempo che stringe e della consapevolezza di essere stato ormai sgamato;
    2) un grande gesto di arroganza e invasività indebita: l'istruzione pubblica é laica e, mi permetto di aggiungere da credente praticante, di questi tempi....per fortuna!

    RispondiElimina
  3. La mancanza di pudore é mancanza di intelligenza.

    RispondiElimina
  4. Ulteriore conferma che sono eretici, hanno rinnegato Gesù Cristo " andate e annunciate a tutte le nazioni la Buona Novella, chi crederà in ME si salverà, chi NON crederà in ME si dannerà"... d'altronde un eretico ha aperto le porte degli inferi, non fa parte della Chiesa, quindi come pretendere che predichi il Vangelo?

    RispondiElimina
  5. A me la cosa che sconvolge di più è che la maggioranza del clero è incondizionatamente a favore di Papa Francesco. Sono convinto che questo documento sia l'ennesimo frutto avvelenato del Concilio Vaticano II. è vero che i problemi grossi sono cominciati ben prima, ma la cesura è da cercare negli anni sessanta del 900: Concilio e riforma liturgica.
    Ripeto il problema è: quanti prelati alti e bassi si oppongono a Papa Francesco?
    questo documento inoltre ha anche lo scopo pratico di islamizzare ulteriormente l'Europa. Nel mondo islamico tra l'altro ovviamente quasi nessuno crede a queste sciocchezze. Per loro la definitiva rivelazione che tutti devono abbracciare è quella coranica. La sinistra è filoislamica, la Cei è filoislamica, il Papa è filoislamico.
    Cosa possiamo fare noi laici?

    RispondiElimina
  6. È vero che la situazione è inedita ma una presa di posizione un po' più coraggiosa da parte dei pochi buoni rimasti, assieme a Benedetto XVI, aiuterebbe molti cristiani. "E' ora di finirla di stare zitti! Gridate con centomila lingue. Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito." - Santa Caterina da Siena -.

    RispondiElimina
  7. Era già previsto nel documento. Ma ora questa iniziativa che manipola le nostre nuove generazioni a fronte di un islam prevedibilmente tetragono è disgustosa!

    RispondiElimina
  8. Non solo dicono eresie clamorose, se ne vantano pure... Una volta si cercava di conquistare le anime e di diffondere la verità...ora le anime fuggono e si diffonde l'errore...

    RispondiElimina
  9. Qualche anno fa dicevo: Restiamo nei paraggi per salvare quante più anime possibile. Sono passati al gas venefico. E' venuto il tempo delle sirene d'allarme. E di fuggire a gambe levate.

    RispondiElimina
  10. E non notate anche l'assurdità, che sa anche di pagliacciata, di aver posto sullo stesso piano due firmatari come "la Chiesa cattolica" e "Al-Azhar"?

    RispondiElimina
  11. Uno qualsiasi che, davanti ai media mondiali, sfrontatamente afferma che Dio vuole il contrario di ciò che Gesù ha chiaramente detto, facendosene un baffo di quell'ANDATE, PREDICATE, BATTEZZATE, - peggio se dotato di autorità suprema davanti al mondo intero - vuol dire che è contro Gesù Cristo stesso, si oppone a Lui pervicacemente, e questa non è una cosa di poco conto, ma è una sfida satanica, a tutto campo, lanciata a Nostro Signore: un duello a viso aperto, spacciato per fratellanza-eguaglianza con gli idolatri, voluta (?) da quel Padre Celeste che ha mandato invece Suo Figlio perchè rivelasse l'Unico Vero Dio, rendendogli gloria e testimonianza al Battesimo nel Giordano e nella Trasfigurazione ! qualcuno glielo può ricordare a questo tizio ?
    Che altro dobbiamo aspettare per capire al servizio di CHI stia veramente costui ?

    RispondiElimina
  12. OT Segnalo questo:

    http://www.valeursactuelles.com/politique/complotiste-mensonger-villiers-demonte-les-critiques-sur-son-livre-105271

    Contesto: Philippe de Villiers (uomo politico francese, ex repubblicano che poi ha fondato un piccolo partito sovranista, il Mouvement pour la France) ha recentemente pubblicato un libro in cui sostiene che la costruzione europea è marcia sin dall'inizio; ovvero sostiene che i "padri fondatori" come Monnet, Schuman, ecc... già avevano in mente di portarci nella palude ed erano sostenuti da forze ostili. Lui sostiene che i documenti che porta a sostegno della propria tesi la dimostrerebbero senza ombra di dubbio. Siccome è piuttosto ricorrente il tema "la costruzione europea all'inizio era una cosa, poi ad un certo punto è deragliata", e altri lo criticano, sarebbe interessante avere una disamina storica di queste cose...

    RispondiElimina
  13. Niente di cui preoccuparsi. Sicuramente sottolinearanno che significa solo la volonta` permissiva, in accordo con la pecetta pietosamente applicata da +Schneider. Circolare, circolare!

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. OT Portentosa intervista del card. Sarah sull'immigrazione e l'invasione dell'islam:

    https://www.lesalonbeige.fr/cardinal-sarah-dieu-ne-veut-pas-la-migration-vous-etes-envahis-par-lislam/

    RispondiElimina
  16. Corso sul ministero dell'esorcismo e preghiera di liberazione (Università Pontificia Regina Apostolorum):

    https://upra.us13.list-manage.com/track/click?u=855c7419b0ab76140307d3dde&id=bf2a5f89de&e=1f87d01984

    RispondiElimina
  17. OT Questo è preoccupante:

    https://www.corriere.it/politica/19_marzo_27/salvini-verdini-opposti-in-politica-che-si-attraggono-95ca5978-5083-11e9-bc24-e0a60cf19132.shtml

    RispondiElimina
  18. CATECHISMO DI SAN PIO X, in "pillole" (35)

    122. Che significa "comunione dei santi"?
    Comunione dei santi significa che tutti i fedeli, formando un solo corpo in Gesù Cristo, profittano di tutto il bene che è e si fa nel corpo stesso, ossia nella Chiesa universale, purché non ne siano impediti dall'affetto al peccato.

    123. I beati del Paradiso e le anime del purgatorio sono nella comunione dei santi?
    I beati del paradiso e le anime del purgatorio sono anch'essi nella comunione dei santi, perché congiunti tra loro e con noi dalla carità, ricevono gli uni le nostre preghiere e le altre i nostri suffragi, e tutti ci ricambiano con la loro intercessione presso Dio.

    124. Chi è fuori della comunione dei santi?
    È fuori della comunione dei santi chi è fuori della Chiesa, ossia i dannati, gl'infedeli, gli ebrei, gli eretici, gli apostati, gli scismatici e gli scomunicati.

    RispondiElimina
  19. Articolo ripreso da Blondet

    https://www.maurizioblondet.it/papa-chiede-ai-centri-di-formazione-e-alle-universita-di-diffondere-la-sua-tesi-che-la-diversita-delle-religioni-e-voluta-da-dio/

    RispondiElimina
  20. Fabrizio Giudici:
    Monnet era un agente USA, e questo è risaputo da anni.

    RispondiElimina
  21. Alessandro da Roma28 marzo 2019 16:27

    La situazione è molto grave, già da parecchio fuori controllo. Come si può , da parte dei Cardinali dei Vescovi e dei Sacerdoti, tacere, anzi sostenere l’ipotesi, contro la logica aristotelica, di obbedire sottomettersi e lasciare che il male devasti le anime indisturbatamente. Bergoglio sarà duramente punito dall’ira di Dio, ma lo saranno doppiamente gli “Schneider” della situazione, insieme a tutti quei laici che fino ad adesso hanno sostenuto la tesi dell’immobilismo tacito.

    RispondiElimina
  22. https://www.corrispodenzaromana.it. Ordine di Malta : quelle parole d'ordine politically correct

    segnalo anche l'ultimo libro di Henry Sire La maschera di Bergoglio in italiano e in commercio dal dicembre scorso.

    RispondiElimina
  23. Ma Bergoglio non si era "corretto" dopo i rilievi critici di Mons. Schneider?
    Questa è la risposta a chi se l'era bevuta!

    RispondiElimina
  24. Nessuno di noi se l'era bevuta. Mons. Schneider ha ribadito vigorosamente la verità e noi denunciato l'ambiguità. Anche questo fa parte della crisi che stiamo subendo del tutto impotenti (umanamente)...

    RispondiElimina
  25. Mons. Schneider, inoltre, aveva già scritto che la "correzione" verbale ammessa da Francesco non era sufficiente ed era necessaria una correzione scritta.

    RispondiElimina
  26. ....e quando potremo vedere questa necessaria correzione scritta = scripta manent ?

    RispondiElimina
  27. Dio lo vuole??? Magari, Dio lo permette! Questo può essere vero. Dio vuole che seguiamo Gesù , il suo unico figlio e l’unica salvezza per gli uomini!

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.