Pagine fisse in evidenza

sabato 3 agosto 2019

Chiarezza di un Cardinale sulle ondate migratorie verso l'Occidente

Il riferimento è al card. Sarah, al suo libro e a sue recenti dichiarazioni contro le chiacchiere monotone e politicamente corrette delle élite clericali che appoggiano inopinatamente le ideologie dominanti. Precedenti, nel blog: qui - qui - qui - qui

Un tempo l’Europa ha corrisposto all’amore di Dio.
Oggi deve subire i migranti come una punizione di Dio!

clicca sull'immagine per ingrandire
In un libro e in una intervista di recente pubblicazione di un cardinale romano si può leggere con insolito buon senso delle ondate di immigrazione che da decine di anni minacciano di sommergere le grandi nazioni occidentali. Ma il cardinale Sarah non è “razzista” – viene dall’Africa nera. Se solo gli Europei apprezzassero i doni di Dio all’Europa come questo Cardinale! Ma chi in Europa vuole Dio? “Ay, there’s the rub,” [Sì, qui è l’ostacolo] come dice Amleto.

""Sono scandalizzato da tutti questi uomini che muoiono in mare, dalla tratta di esseri umani, dalla rete mafiosa, dalla schiavitù organizzata. Queste persone che emigrano senza documenti, né prospettive per il futuro, né famiglia. Pensano di trovare il paradiso qui in terra? Esso non è in Occidente! Se queste persone devono essere aiutate, meglio farlo lì da dove vengono, nei loro villaggi, in mezzo alle loro razze. Gli squilibri economici e i drammi umani non possono essere giustificati. Non si possono accogliere migranti da tutto il mondo. Accoglierli significa non solo far entrare queste persone nel proprio paese, ma dare loro anche un lavoro. Lo si può fare? No. Significa dare loro un posto dove vivere. Lo si può fare? No. Parcheggiarli in alloggi inadeguati, senza dignità, senza lavoro, non è quello che io chiamo accogliere le persone. Questo è più simile a qualcosa di organizzato dalla mafia! La Chiesa non può cooperare nella tratta di esseri umani, che è più simile a una nuova forma di schiavitù.

Quello che trovo altrettanto scandaloso è usare la Parola di Dio per giustificare tutto questo. Dio non vuole che le persone emigrino. Il Bambino Gesù si è rifugiato in Egitto, a causa di Erode, ma poi è tornato a casa. Dio ha sempre riportato il suo popolo in Israele, che si trattasse di una carestia in patria o di una prigionia all’estero. Avere un paese è un grande tesoro, è quello dove siamo nati, dove sono sepolti i nostri antenati. Quando si accoglie qualcuno, è per dare loro una vita migliore, non per mandarli nei campi di immigrazione. Quando si dà da mangiare senza che si faccia alcun lavoro, non c’è dignità.

E che cultura si offre loro? Sono in grado i popoli europei di far condividere a costoro la propria cultura e le proprie radici cristiane? Temo che lo squilibrio demografico provocato da queste ondate migratorie farà perdere agli Europei la loro identità insieme a ciò che li rende quello che sono. L’Europa ha una missione speciale affidatale da Dio. Siete voi Europei che ci avete insegnato il Vangelo e i valori della famiglia, della dignità della persona e della libertà. Se rinunciate alla vostra identità, se vi lasciate sommergere da popoli che non condividono la vostra cultura, allora i vostri valori e la vostra identità cristiana rischiano di scomparire. Come accadde quando l’antica Roma fu invasa dai barbari. Dovete riflettere: le migrazioni di oggi non sono una nuova forma di schiavitù, organizzata per ottenere manodopera a basso costo? Tutte queste persone che vengono qui alla ricerca di uno stile di vita da sogno. Che bugia! Che cinismo! Papa Benedetto XVI è stato particolarmente chiaro e profetico su tutte queste questioni. [ . . . ]

Voi europei siete stati plasmati dal cristianesimo, tutto in Europa è cristiano. Perché negarlo? Nessun musulmano nega la sua identità. Se non tornate ad essere quello che siete, sparirete. E se l’Europa scompare, ci sarà uno sconvolgimento spaventoso: il cristianesimo rischierà di scomparire dalla faccia della terra. Guardate a come siete stati invasi dall’Islam: i musulmani vogliono conquistare il mondo, e hanno i mezzi finanziari per farlo. Non avranno successo perché il Signore è con noi fino alla fine del mondo. Ma intanto non dovete negare chi siete: quegli immigrati che fate entrare devono integrarsi nella vostra cultura, supponendo che abbiate ancora una cultura. Non li integrerete nel vostro materialismo ateo. Essi non vogliono avere niente a che fare con esso"".

Kyrie eleison.

23 commenti:

  1. Continua indisturbata e indescrivibile e irraccontata la strage di cristiani. Un sacerdote cattolico, il parroco Paul Offu, è stato ucciso nella diocesi di Enugu, in Nigeria, dagli islamisti Fulani. È finito cosí, nel retro di una jeep. Ci sono più martiri cristiani oggi che ai tempi di Diocleziano. Ma nessuno ne parla.
    Giulio Meotti

    RispondiElimina
  2. http://m.ilgiornale.it/news/2016/08/02/accogliere-i-migranti-islamici-non-invitate-i-lupi-tra-le-pecore/1292573/

    RispondiElimina
  3. Buona l'intervista al vescovo ungherese sul Timone. Peccato per la chiusa

    Al Santo Padre non conviene dichiarare certi pensieri in maniera forte perché allora i musulmani possono vendicarsi sui cristiani del Medio Oriente.

    Infatti, si vede...

    RispondiElimina
  4. I dati parlano chiaro: continuano a calare i partecipanti alle udienze papali, i partecipanti alla messa, le offerte per l’obolo al papa, gli italiani che firmano per l’8 per 1000 alla Chiesa Cattolica.
    Di più: moltissimi articoli di giornalisti cattolici, anche sacerdoti, compaiono ogni giorno sui giornali di tutto il mondo per contestare i discorsi, le parole, le nomine di Bergoglio.
    Preti, vescovi e cardinali si recano spesso in udienza privata da Benedetto XVI per trovare una parola di conforto e di speranza.
    Quello che sconcerta molti cattolici è che Bergoglio non sembra minimamente interessato alla fede, a Cristo, alla preghiera, quanto alla sociologia, alla politica.
    Bergoglio ha alcune fisse, tra cui quella dei migranti e dell’ecumenismo, ma non sembra minimamente avere una lettura cristiana di questi avvenimenti.
    Per esempio la sua affermazione secondo cui i cristiani e gli islamici avrebbero “lo stesso Dio” ha fatto infuriare i cattolici del Medio Oriente che pagano spesso con il loro sangue la fede in Cristo, uccisi dagli islamici.
    Pur parlando tanto di misericordia, Bergoglio emargina senza pietà teologi, ordini religiosi, vescovi più tradizionali, ed arriva invece a difendere e coprire vescovi e cardinali con problemi legati a peccati di corruzione o di omosessualità, come il vescovo argentino Zanchetta, perché suoi amici o perché politicamente schierati con la comunisteggiante teologia della liberazione.
    La discontinuità tra i pontificati precedenti e quello attuale, sta lacerando la Chiesa, forse mai così divisa, confusa, pubblicamente insignificante come oggi.

    RispondiElimina
  5. Il radical ci spiega che in 100 anni sono emigrati 20 milioni di italiani in Usa, Australia, Canada, Argentina, Uruguay, Brasile. E quindi?
    Quegli italiani sono andati in continenti sconfinati, praticamente disabitati, in piena fase di sviluppo economico, con una enorme offerta di lavoro e richiesta di manodopera, privi di qualunque welfare, vi giungevano provvisti di documenti e di Visto, ma in ogni caso quelle nazioni decidevano liberamente se l'emigrante fosse di loro gradimento o meno, e liberamente potevano decidere di rispedirlo a casa ( vedi Ellis Island).
    Che cosa c'entra questo con l"invasione di immigrati illegali privi di documenti, sospinti dal ricatto morale umanitario, verso un paese piccolo, in declino economico, con una disoccupazione giovanile al 30% e con una delle più alte densita di popolazione al Mondo?

    RispondiElimina
  6. https://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/13490270/ong-tedesca-sea-eye-finaziata-da-cardinale-marx-50mila-euro.html

    RispondiElimina
  7. https://it.insideover.com/religioni/presenza-indesiderata-perche-in-eritrea-la-chiesa-e-in-pericolo.html

    RispondiElimina
  8. L'unica testata che ha rivelato che 2 dei 6 componenti della banda dello spray di Corinaldo sono nati in Marocco e Tunisia è stata ModenaToday. Tutti gli altri hanno nascosto queste informazioni. Se il criminale è straniero, è vietato dirlo.
    https://t.co/0Idz44ZEMe

    RispondiElimina
  9. Stiamo raggiungendo il punto in cui nessuno più gli chiederà spiegazioni, né chiarimenti, né gli rivolgerà supplica alcuna. Qualcuno prima o poi prenderà iniziative che lo riguardano per metterlo in condizione di non più nuocere. Forse un'altra Sant'Elena, lo aspetta. Chissà!

    RispondiElimina
  10. chiarezza ? ma questo card. Sarah non è lo stesso che si pronunciò poco tempo fa in questa intervista ?
    http://www.lafedequotidiana.it/cardinal-sarah-fedele-al-papa/
    nella quale ha affermato:
    "Nessuno può citare una parola, una frase, un gesto con cui mi oppongo al Papa. È ridicolo, è ridicolo...."
    e se è molto fedele al papa, come mai non è d'accordo con lui sull'obbligo che l'Italia e l'Europa avrebbero di subire l'invasione massiccia degli afro-islamici?
    c'è qualcosa che non capisco...

    RispondiElimina
  11. Sì è lo stesso e ne abbiamo parlato.
    Ciò non toglie che le cose edificanti che dice le riprendiamo.

    RispondiElimina
  12. La fedeltà al Papa non vuol dire che non si possano sostenere posizioni diverse dalle sue, quando non si esprime ex-cathedra. Paolo fu fedele a Pietro quando lo criticò. Inoltre il card. Sarah parla del Papa intendendo il papato come istituzione. È che questo dovrebbero spiegarlo meglio e in modo più esplicito.

    RispondiElimina
  13. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/vescovi-associazioni-e-star-berlino-finanzia-linvasione-1735513.html

    RispondiElimina
  14. Ecco tre nomi dei ragazzi arrestati per i fatti della Discoteca di Corinaldo:
    Moez Akari, 22 anni residente a Castelnuovo Ranone (Modena).
    Badr Amouiyah, 19 anni residente a San Prospero (Modena).
    Sohuibab Haddada, 21 anni residente a di Bomporto (Modena).
    CHE RICCHEZZA AVETE FATTO ENTRARE IN ITALIA!
    Non bastavano i delinquenti italiani

    RispondiElimina
  15. Quindi, siccome gli italiani fuggono dal sud in depressione economica, dobbiamo importare centinaia di migliaia di immigrati in hotel. E spendere quasi 5 miliardi di euro l’anno per mantenerli. Pensate se il Pd in questi anni, invece di pagare i fancazzisti per stare in posti come Riace, avesse investito nei giovani locali la stessa cifra. Ma non ditelo a Saviano, è oltre la sua comprensione.

    RispondiElimina
  16. Mondo impazzito3 agosto 2019 23:20

    da Vox: Corinaldo, la gang multietnica (nordafricani) incassava 15mila euro al mese: 60 colpi con lo spray
    Agosto 3, 2019
    Milano, immigrati contro poliziotti, 3 aggressioni in poche ore: “Se osi portarmi in questura ti ammazzo”
    Agosto 3, 2019
    Bibbiano, PD indaga su se stesso – Meluzzi: “Vuole insabbiare tutto” – VIDEO
    Agosto 3, 2019
    Allarme Onu: figli immigrati pronti ad attacchi terroristici in Europa entro l’anno
    Agosto 3, 2019
    Cina, creati embrioni chimera uomo-scimmia
    Agosto 3, 2019
    Ragazzino massacrato da 20 nordafricani che volevano violentare la sorellina – VIDEO
    Agosto 3, 2019
    Migranti spingono bambini sui binari? La soluzione sinistra: “Treni più lenti”
    Agosto 3, 2019
    Londra: verso lo psicoreato di ‘islamofobia’, se ne occupa imam
    Agosto 3, 2019
    Germania: settimana di sangue, profughi macellano persone in strada
    Agosto 3, 2019

    RispondiElimina
  17. Però che coincidenza ,anche a Torino in Piazza S. Carlo ,dove morirono 2 donne e ci furono centinaia di feriti,c'erano dei magrebini che usavano lo spray al peperoncino.

    RispondiElimina
  18. La Repubblica4 agosto 2019 09:18

    Chiarezza di un vescovo

    Polonia, l'arcivescovo di Cracovia: "La comunità Lgbt è come un'epidemia e la piaga rossa"

    L'attacco feroce agli Lgbt è partito dalla bocca dell'autorevole Marek Jedraszewski, che in diversi discorsi commemorativi ha  paragonato la comunità anche alla "peste nera"

    BERLINO. Nuovo, gravissimo attacco della gerarchia apostolica polacca contro la comunità Lgbt simbolo di libertà difeso dalla società civile. Nell´anniversario dell'eroica insurrezione partigiana di Varsavia, schiacciata dalla Wehrmacht e conclusasi con la distruzione totale della splendida capitale polacca per ordine di Hitler, uno tra i massimi esponenti della conferenza episcopale polacca, l´arcivescovo di Cracovia Marek Jedraszewski, in diversi discorsi commemorativi ha scandalosamente paragonato la comunità e la cultura Lgbt alla "peste nera" e la ha accostata in paragoni impliciti ma chiari ai danni orrendi causati alla nazione polacca dall´occupazione nazista e poi dal comunismo. 

    RispondiElimina
  19. Da Il Giornale di oggi

    “Notre-Dame brucia. L'autodistruzione dell'Europa” (Giubilei Regnani) di Giulio Meotti, giornalista del Foglio. Domanda di Meotti: cosa piangevano i francesi nella notte del 15 aprile? Risposta: piangevano una parte di sé stessi, l'immagine di una civiltà post-cristiana in frantumi. Post-cristiana, esatto. Meotti dimostra la tesi con una valanga di numeri e statistiche. Il calo (crollo) demografico di un'Europa sempre più vecchia corrisponde a un'immigrazione di massa dalle conseguenze imprevedibili. Mentre gli europei non vogliono saperne di fare figli, gli immigrati, anche di seconda o terza generazione, continuano a riempire le culle. In molti Paesi, specie del Nord, si rischia un'islamizzazione di fatto. Niente di male se ciò avvenisse attraverso una vera integrazione. Per ora è pura illusione. Abbiamo imboccato una strada diversa. Tante comunità differenti vivono fianco a fianco conservando i propri costumi e la propria lingua. In alcuni quartieri delle metropoli è possibile nascere e morire parlando solo l'arabo (...) Purtroppo il pensiero mainstream funziona così: c'è libertà di espressione solo entro certi paletti. Siamo tutti chiamati a rispondere al tribunale della coscienza universale che si autoproclama democratica, tollerante e multiculturale. Ma è una menzogna. È una coscienza rispettabile ma partigiana. Eppure, chi la contesta è un mostro, un nazista in pectore, un razzista. No, cari miei. Questi sono soltanto giochi di parole per delegittimare gli avversari senza confrontarsi con la realtà. E la realtà, nella durezza dei numeri, sta nel libro di Meotti”.

    RispondiElimina
  20. A proposito di censura, AgCom e Carta di Roma, nel suo blog sul sito del Fatto quotidiano, la giornalista di sinistra Zanardo, femminista, accusava i suoi compagni di ideologia di coprire i crimini degli immigrati: “Una donna è stata violentata e picchiata brutalmente in Puglia qualche giorno fa. La donna versa in gravi condizioni in ospedale. Da più parti mi viene consigliato di non diffondere questa notizia: perché? Contrariamente a quanto accade solitamente, quando cioè le notizie che riguardano stalking e violenze vengono commentate e diffuse sui social network da molte donne e anche uomini, in questo caso la notizia è stata riportata solo da qualche quotidiano e diffusa pochissimo. […] La reticenza di molti gruppi femministi e giornalisti è dovuta al fatto che la violenza sia stata commessa da un ragazzo rifugiato di un centro Cara. Questa e solo questa la ragione dell’occultamento del fatto”.

    Ora capite perché i giornali e i media non parlano dei crimini degli immigrati, e perché accusano chi ne parla di ‘fake news’.
    ....
    https://voxnews.info/2019/08/04/giornalista-di-sinistra-confessa-nascondiamo-crimini-immigrati-gente-non-deve-sapere/

    RispondiElimina
  21. Il Santo del giorno4 agosto 2019 11:23

    Glorioso San Domenico allontanate dalle nostre case la peste dell'errore e della funesta modernità +

    RispondiElimina
  22. Inviterei a vedere  nel cardinale nero, guineano, uno splendido esempio di integrazione.  Integrazione culturale, politica, storica . Un successo visibile  di chi?  Ma dei missionari francesi in Africa, e  più o meno direttamente di Monsignor Lefebvre, da giovane  nelle postazioni della brousse (la savana) , poi direttore di seminario in Gabon,  e poi  vescovo e  vicario apostolico a Dakar  dal 1947.

    RispondiElimina
  23. So soddisfazioni, sentire i lamenti dei catto sinistrati per l'approvazione del decreto sicurezza bis.Certo che è un bel dilemma per i salvatori di professione :sbarcare un centinaio di clandestini in Italia col rischio che venga sequestrata la nave e galera per il comandante della bagnarola o andare in Francia o in Spagna col rischio che venga sequestrata la nave e multa salatissima?In un caso come nell'altro sempre di sequestro e multa si tratta.A pensare che se non dovesse bastare si potrebbe sempre approvare il decreto ter ………...Bei tempi quando i compagni dicevano che non si potevano fermare le migrazioni.

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.