Pagine fisse in evidenza

domenica 6 settembre 2020

Rovesciamo la dittatura sanitaria - don Elia

Importante per la vigorosa chiamata alle armi che trovate in conclusione, alla quale siamo tutti chiamati.

In manu Dei potestas terrae, et utilem rectorem suscitabit in tempus super illam (Sir 10, 4 Vulg.).
Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo
«Il dominio della terra è in mano a Dio; a suo tempo susciterà su di essa un governante benefico». È una verità inoppugnabile, riconosciuta dalla ragione naturale nonché confermata dalla Rivelazione: il Creatore ha necessariamente il pieno e continuo controllo della Sua opera e dirige la storia umana facendo sorgere, quando è l’ora da Lui stabilita, guide capaci. La luminosa massima è contenuta nel libro dell’Ecclesiastico (o del Siracide, come lo si chiama oggi in base al nome greco dell’autore). Immediatamente prima l’agiografo annota: «Com’è la guida di un popolo, tali sono i suoi ministri; qual è l’amministratore di una città, tali sono i suoi abitanti. Un re stolto manderà il suo popolo in rovina, ma le città si popoleranno grazie al senno dei potenti» (Sir 10, 2-3). Se, subito dopo tali osservazioni, si auspica l’avvento di un utilis rector, pare evidente che all’epoca della composizione del libro (si presume all’inizio del II secolo a.C.) gli israeliti fedeli non fossero entusiasti dei loro compatrioti che governavano per conto dei Seleucidi, dinastia pagana di cultura ellenistica.

Mai parole risuonarono più attuali e pertinenti. Siamo dominati da un regime estraneo che ha piazzato ai posti di comando italiani di bassissima levatura perché eseguano supinamente ordini che giungono dall’alto, miranti a rovinarci economicamente e a disgregarci come Nazione. I mass media continuano a terrorizzare la popolazione con un bombardamento incessante di notizie false o tendenziose: i morti oggi imputati al Covid-19 lo hanno per lo più contratto nei mesi scorsi e ne sono guariti, ma son poi deceduti per altre cause, oppure sono registrati come vittime dell’epidemia pur essendone stati del tutto esenti, in modo che l’ospedale riceva per tal motivo sovvenzioni più cospicue. Sembra altresì che decessi avvenuti nell’arco di una settimana siano raggruppati nello stesso bollettino giornaliero per provocare l’impressione di una situazione sanitaria ben più grave. Essendo il virus clinicamente morto, poi, i nuovi contagi – se sono reali – non si spiegano se non con cause artificiali, a meno che non si tratti di falsi positivi.

Gli immani interessi delle multinazionali farmaceutiche e dei principali finanziatori dell’O.M.S. non sono più un mistero per nessuno, ma a noi sono chiari pure gli stretti legami tra la sinistra al potere e il sionismo mondialista che ha puntato sulla Cina come nuova potenza egemone. Nessuno si sogna di negare che al Coronavirus siano imputabili molti malati e parecchi morti, ma che l’origine del morbo non sia stata naturale e che esso, mediante una sistematica amplificazione dei dati, sia stato sfruttato per provocare una guerra economica a livello planetario, nonché per avviare un’operazione globale di ingegneria sociale, è un fatto che si impone sempre più prepotentemente alle menti più lucide e avvertite. L’obiettivo pare sia una radicale ridefinizione della persona umana come essere relazionale e, di conseguenza, un completo riassetto della società, dello Stato, dell’economia, della religione… Si direbbe un’onnicomprensiva metamorfosi del mondo quale l’abbiamo finora conosciuto, programmata da secoli e realizzata a tappe da quegli illuminati che credono di governare la terra e mirano a ridurre l’umanità ad una massa di schiavi.

Tale demoniaco progetto ambisce a realizzare una nuova creazione, ma rovesciata. L’immagine che sintetizza le dottrine iniziatiche ivi soggiacenti è un uomo barbuto che si rispecchia capovolto nella cornice di una stella a sei punte, simbolo che non ha nulla a che vedere con Davide, ma rappresenta la doppia trinità, quella positiva (ossia quella “cristiana”, reinterpretata in senso esoterico) e quella negativa (ossia quella “benefica”, destinata a completare l’altra). L’assoluto rigetto del principio di non-contraddizione e la deliberata scelta del sotto-sopra come criterio ordinatore costituiscono i pilastri di questa gnosi satanica (com’è in realtà ogni forma di gnosi, benché in modo più o meno mascherato). Il losco figuro della stella non è altri che l’Adam Kadmon, ossia l’Uomo primordiale, controfigura di Lucifero stesso. È questa la “filosofia” che si nasconde dietro il nuovo umanesimo professato dall’ignoto discepolo [qui - qui] del defunto cardinal Silvestrini (coordinatore della sedicente mafia di San Gallo) [quiqui - qui] prodigiosamente assurto alla guida del Paese, ma di recente incriminato per reati di inaudita gravità… un “umanesimo” capace di trasformare le scuole in lager.

Tout se tient – direbbero i francesi… per niente estranei, peraltro, alla nostra rovina pianificata. Il peggio è che i deliranti programmi degli illuminati godono della complicità (in parte inconsapevole) di certa gerarchia “cattolica” abbagliata dall’illusione gioachimita della èra finale, quella definitiva dello Spirito, nella quale ci starebbe proiettando proprio l’attuale emergenza sanitaria. D’altronde la pseudoreligione umanitaria, intrisa di utopismo e di buonismo, del tutto aliena al culto e alla morale, che stan cercando di farci introiettare non è altro che il pendant clericale dell’umanesimo laico di cui sopra ed è perfettamente funzionale, in effetti, all’instaurazione del nuovo ordine mondiale. Da quei chierici che la coltivano e propagano scientemente è perfettamente lecito dissociarsi con una vera e propria scomunica spirituale, mediante la quale, non avendo l’autorità di comminarla a livello canonico, li escludiamo di fatto dai nostri rapporti e rifiutiamo qualsiasi sostegno o collaborazione: Quae communicatio sancto homini ad canem? (Sir 13, 22). «Se uno viene da voi e non porta questa dottrina, non accoglietelo in casa e non salutatelo neppure» (2 Gv 10); altrimenti sarà impossibile tener fede al comando celeste: Esto firmus in via Domini (Sir 5, 12).

Ai fini del rovesciamento del regime camuffato che, con la sua colossale fabbrica di menzogne, ci sta precipitando nella rovina materiale e spirituale, non dimentichiamo di avere a disposizione armi soprannaturali che il sistema nemmeno sospetta. Ben Sirach, nella sua saggezza ispirata, prosegue affermando che nessuna potenza dura a lungo: Omnis potentatus brevis vita (Sir 10, 11). Il lapidario assioma è ulteriormente sviluppato con analoghe considerazioni sulla fugacità dell’esistenza di ogni uomo: «Anche il re oggi c’è e domani morirà» (Sir 10, 12). Il suo destino di vermi e putrefazione è dovuto alla superbia di chi si allontana da Dio (cf. Sir 10, 13-15). Chi ha la fede, invece, riceve dal Signore la capacità di abbattere perfino gli imperi: Sancti per fidem vicerunt regna (I santi con la fede sconfissero i regni; Eb 11, 33 nella versione liturgica). Un semplice sasso, con la fionda del giovane Davide, abbatté un gigante e mise in fuga gli oppressori. I filistei di ieri e di oggi, per quanto appaiano forti in termini mondani, vivono invece nell’angoscia propria di chi non conosce il vero Dio e non ha riparo dalle sue onnipotenti vendette.

L’individuo dal volto di pietra, già governatore della nostra banca centrale, poi di quella europea, è in realtà un uomo tormentato dalla paura di commettere un errore fatale; potrebbe forse governarci in modo adeguato? Per questo non è il caso di chiedere al Cielo un banale cambio della guardia, che potrebbe consegnarci a un esecutore ancor più spietato in quanto più vincolato all’oligarchia occulta; occorre piuttosto implorare dall’autorità divina un completo ribaltamento della situazione mediante un terremoto politico che consenta l’avvento di una guida scelta da Dio. Come insegna san Tommaso d’Aquino, la fiduciosa supplica di numerosi fedeli, purché concordi, è infallibile: Multorum preces facilius exaudiuntur (Le preghiere di molti sono più facilmente esaudite). Egli cita a sostegno il commento biblico della Glossa quando spiega la richiesta di intercessione per sé da parte di san Paolo (cf. Rm 15, 30): «Molti piccoli, quando si radunano unanimi, diventano grandi ed è impossibile che le preghiere di molti non ottengano» (Summa theologiae, IIª-II ͣ ͤ, q. 83, art. 7, ad 3). Vi rendete conto dello straordinario potere di cui disponiamo?

È giunta l’ora di far echeggiare una vigorosa chiamata alle armi, come il suono inatteso del corno di Gedeone (cf. Gdc 6, 34). Sabato 12 settembre, festa del Santissimo Nome di Maria e anniversario della prodigiosa vittoria di Vienna, tra le 17 e le 18 chiunque voglia unirsi a questa battaglia si arruoli recitando, singolarmente o in gruppo, l’intera corona di quindici misteri secondo l’intenzione sopra espressa; al termine si rinnoverà la consacrazione di Roma e dell’Italia effettuata il 3 aprile scorso (vedi in calce). Alle 18,00 tutti i sacerdoti disponibili, ognuno là dove si trova, reciteranno l’Esorcismo di Leone XIII perché il nostro Paese sia liberato dalla dittatura demoniaca da cui è oppresso; a tale atto si assocerà monsignor Carlo Maria Viganò, che ha dato pieno sostegno all’iniziativa [vedi appello Viganò di aprile]. Col Salmista intimiamo ai grandi di questo mondo: Nolite exaltare cornu. Deus iudex est; hunc humiliat, et hunc exaltat (Non abusate del potere. Dio è il giudice: abbassa l’uno e innalza l’altro; Sal 74, 5.8). Che il Signore risponda: Omnia cornua peccatorum confringam, et exaltabuntur cornua iusti (Annienterò tutta la potenza dei peccatori e si innalzerà la potenza del giusto; Sal 74, 11).

* * *
Consacrazione di Roma e dell'Italia 
al Cuore Immacolato di Maria
O Maria, Madre di Dio,
Vergine santa e immacolata,
Corredentrice del genere umano elevata alla gloria del Cielo,
stretti nella prova, noi ci prostriamo umilmente ai Tuoi piedi
per implorare la Tua onnipotente intercessione
di Mediatrice di tutte le grazie.
Siamo ben consapevoli degli innumerevoli e gravi peccati
nostri e di tutti gli Italiani,
ma ricorriamo a Te confidando nel Tuo inesauribile amore materno
e contando sulla consacrazione della nostra Nazione
compiuta dai Vescovi nel 1959.
A nome di tutti i membri del nostro popolo,
per l’incolumità della Patria intera e di Roma, sua capitale,
noi ci consacriamo nuovamente, con le nostre famiglie,
al Tuo Cuore Immacolato,
per ottenere da Te la conversione dei peccatori e il rinnovamento del clero,
il ritorno alla vera fede, a un culto degno e alla sanità morale,
la cessazione dell’epidemia
e la liberazione dalla dittatura culturale e finanziaria.
Per mezzo di Te, ci offriamo più perfettamente
al Signore Gesù Cristo, Re del cielo e della terra,
per riparare tanti sacrilegi, profanazioni e gesti di sincretismo o idolatria
che smentiscono o rinnegano la fede in Lui, unico Salvatore,
e per impetrare la penitenza finale degli ammalati
che devono lasciare questo mondo senza i conforti religiosi.
Per quanto indegni e incapaci, osiamo credere che, per Tua benevolenza,
questo atto possa attirare su tutto il Paese le grazie di cui ha bisogno
per tornare a riconoscere la regalità universale del Figlio Tuo
e il sovrano Suo dominio su questa terra benedetta,
che ha scelto come sede del Suo Vicario.
Fa’ che le nostre preghiere e sacrifici
affrettino il trionfo del Tuo Cuore Immacolato
a beneficio e salvezza di tutti gli uomini dal cuore retto
e a definitiva sconfitta dei nemici di Dio,
servitori di quel serpente cui Tu hai schiacciato la testa.
Tu, che hai generato il Salvatore delle nostre anime, salvaci!

Ricordati, o pietosissima Vergine Maria,
che non si è mai udito
che alcuno sia ricorso alla tua protezione,
abbia implorato il tuo aiuto,
chiesto il tuo patrocinio
e sia stato abbandonato.
Io, animato da tale confidenza,
a Te ricorro, o Madre, Vergine delle Vergini,
a Te vengo e, peccatore contrito,
innanzi a Te mi prostro.
Non disprezzare, o Madre del Verbo, le mie parole,
ma ascoltale propizia ed esaudiscile.
Amen.
(San Bernardo di Chiaravalle)

O Maria, Vergine potente,
Tu, grande e illustre presidio della Chiesa;
Tu, aiuto meraviglioso dei Cristiani;
Tu, terribile come esercito schierato a battaglia;
Tu sola hai distrutto ogni eresia in tutto il mondo;
Tu, nelle angustie, nelle lotte, nelle strettezze, difendici dal nemico
e nell’ora della morte accogli l’anima nostra in Paradiso!
Amen.
(San Giovanni Bosco)

Salve, Regina, Mater misericordiae,
vita, dulcedo et spes nostra, salve!
Ad te clamamus, exsules filii Evae;
ad te suspiramus, gementes et flentes
in hac lacrimarum valle.
Eia ergo, Advocata nostra,
illos tuos misericordes oculos ad nos converte;
et Iesum, benedictum fructum ventris tui,
nobis, post hoc exsilium, ostende.
O clemens, o pia, o dulcis Virgo Maria!
https://lacrunadellago.net/2020/09/03/lattacco-finale-del-nuovo-ordine-mondiale-allitalia-e-lautunno-che-cambiera-la-storia-del-mondo/
https://www.byoblu.com/2020/08/30/il-discorso-di-kennedy-a-berlino-che-giornali-e-tv-non-vi-hanno-fatto-vedere/

43 commenti:

  1. https://www.silvanademaricommunity.it/2020/09/05/dittatura-sanitaria/

    RispondiElimina
  2. https://www.marcotosatti.com/2020/09/06/se-sono-in-nigeria-le-black-lives-non-importano-ai-media/
    Dio mio,Dio mio, quanti Caino ! Questa terra e' ricoperta di sangue !
    Con un clik planetario le genti sono state silenziate , camminiamo ammutoliti e morti dentro . Con un click ci hanno tolto la gioia di vivere e le Chiese Cattoliche con sotterfugi varii sono state equiparate a cantieri permanenti effettivi . Nessuno si potrebbe piu' rifugiare in una Chiesa Cattolica per avere salva la vita ( come sembra che fosse stato per Lutero) :tolta la sacralita' ai luoghi , tolti gli abiti , tolti i paramenti , tolte le campane , tolti i sacramentali, tolte le genuflessioni , tolte le adorazioni...che rimane per nutrire l'interiore ..rimane una stanca recita e una immersione planetaria nei disinfettanti.

    "Non potendo raccogliere le offerte al momento dell'offertorio perche' e' ancora proibito passeremo tra i banchi dopo la comunione (al momento del ringraziamento !!)"
    Questo e' quello che ha detto il parroco nella messa prefestiva .
    Che senso ha ?

    "Non potendo scambiarci il segno di pace perche' e' ancora proibito guardatevi negli occhi , fatevi un sorriso.. "
    Questo e' quello che ha detto il parroco nella messa prefestiva .
    Che senso ha ?

    Per trovare chi ti inviti a disinfettare l'anima bisogna entrare in internet .

    RispondiElimina
  3. A messa, ormai, si va come al cinema: su prenotazione.
    Non si entra in chiesa spinti da una voce interiore, no, non è più possibile né ammissibile.
    O si telefona e si prenota, oppure ciccia.
    La fede può attendere.
    Era questo il messaggio di Cristo?
    Crediamo proprio di no e il Covid non può essere un pretesto per annullare millenni di pratiche quotidiane.
    http://blog.messainlatino.it/2020/09/lucca-annullata-lantichissima.html#more

    Appunto..poi dice che le presenze delle famiglie e dei giovani sono calate..
    e' vero , io ho poca fede ma tu certamente fai di tutto per non acrescermela , anzi , per togliermela del tutto !

    RispondiElimina
  4. Almeno ogni 7 gg 1 Santa Messa !6 settembre 2020 10:19

    Diretta S. Messa XIV Domenica dopo Pentecoste Vocogno '20
    radicatinellafede
    Per i fedeli che sono impossibilitati a spostarsi per raggiungere la chiesa per la S. Messa ecco la possibilità di seguirla in diretta streaming trasmessa dalla Chiesa di S. Caterina V. M. in Vocogno (VB).

    https://www.youtube.com/watch?v=JsiRGrVslLI

    Lo voglio , la desidero , ed e' senza prenotazione .

    RispondiElimina

  5. Bene per l'esortazione alla preghiera, per esser difesi dal morbo e liberati da questo governo scadente ma determinato nei suoi programmi antititaliani,

    però:

    - non si capisce cosa c'entri l'accenno al "sionismo mondialista che avrebbe puntato sulla Cina etc", quasi la Cina fosse un agente del "sionismo mondialista" (siamo sempre ai falsi "Protocolli dei Savi di Sion", a quanto pare);
    - che il Coronavirus sia "clinicamente morto" non lo si può dire con sicurezza, anche se appare indebolito rispetto a mesi fa. Su una diagnosi così radicale forse Berlusconi non sarebbe tanto d'accordo, tanto per fare un esempio. Occorre ancora prudenza, soprattutto per certe categorie di persone, pur opponendosi al tentativo del presente governo di prolungare all'infinito lo stato di emergenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mic, ogni volta che passi i commenti di troll come questo imbecille io mi devo flagellare per evitare di rispondergli in modo poco cristiano. Ti avevo invitato a filtrarli ma niente. Vabbè.

      Elimina
  6. Ti fai domande sul Covid19? NEGAZIONISTA
    Ti fa domande sull'UE? POPULISTA
    Ti fai domande sul 5G? COMPLOTTISTA
    Ti fai domande sui clandestini? RAZZISTA
    Ti fai domande sui vaccini? NO VAX
    Ti fai domande sul degrado sociale? FASCISTA

    Qualunque sillogismo loro continueranno ad inventarsi, non importa. TU CONTINUA A FARTI DOMANDE, perché mentre la schiavitù è cieca, la Verità ci vede benissimo. Lorena Poloni

    RispondiElimina
  7. Preghiera e riparazione6 settembre 2020 10:56

    Le gerarchie vaticane e i loro organi di stampa, come Avvenire e Osservatore romano (non parliamo di Famiglia scristiana), sono schierati, anzichè con Trump che combatte aborto e pedofilia, con Biden (per il quale tifano gli abortisti, eutanasisti e i pedo); pensate un po’! Chissà come mai?

    RispondiElimina
  8. io non so dove vedete la dittatura sanitaria. e non comprendo perché questi sacerdoti invece di predicare ed insegnare la vera Fede perdano tempo dietro emozionalismi ed occupino ruoli a loro impropri. Semmai ci fosse qualcosa da indicare come negazione della giustizia e della libertà cristiana dovrebbero essere i laici a farlo, ed chi è nella polis per il bene comune.
    Hermann Sta su Fb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Hermann Sta 6 settembre 2020 11:35

      Approvo in pieno!
      Mi ha tolto le parole di bocca.

      E quel che vale per "questi sacerdoti" vale anche per questi arcivescovi che lo sostengono, mescolando le istanze per la vera fede con le rivendicazioni sociali.

      Elimina
  9. Sunday 6th September 2020: Fourteenth Sunday after Pentecost
    https://www.youtube.com/watch?v=joKfdc_sXEQ&feature=emb_logo

    Grazie a internet anche qui siamo a casa !

    RispondiElimina
  10. Dogma TV
    Don Alfredo ci accompagna in questa profonda catechesi alla comprensione dell'abito del sacerdote. Siamo purtroppo abituati a non distinguere più il sacerdote fra la gente. Perchè la Chiesa prescrive l'uso della talare, quale ne è il significato,.....
    https://www.youtube.com/watch?v=XrfOOYF6WWk
    Il significato mistico del santo abito sacerdotale

    RispondiElimina
  11. Observabit peccator justum, et stridebit super eum dentibus suis.

    Dominus autem irridebit eum, quoniam prospicit quod veniet dies ejus.

    Gladium evaginaverunt peccatores, intenderunt arcum suum, ut dejiciant pauperem et inopem, ut trucident rectos corde.

    Gladius eorum intret in corda ipsorum, et arcus eorum confringatur.

    (Ps 36, 12-15)

    RispondiElimina
  12. Ama la verità, mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paure e senza riguardi.
    E se la verità ti costa la persecuzione, e tu accettala, e se il tormento, e tu sopportalo.
    E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, e tu sii forte nel sacrificio.
    Giuseppe Moscati

    RispondiElimina
  13. Per intercessione della SS. Vergine Maria , di San Michele Arcangelo e di tutti i Santi, il Signore voglia accogliere il grido dei piccoli. Grazie .

    RispondiElimina
  14. @Hermann Sta 6 settembre 2020 11:35
    sono in disaccordo completo.
    vuol chiudere la bocca alla Chiesa, rinchiuderla nelle sacrestie?

    OS

    RispondiElimina
  15. Dalla Parola di Dio ascoltata oggi durante la Santa Messa

    Ezechiele
    La sentinella deve accorgersi del pericolo e avvertire. Dio si serve di alcuni come sentinelle per il popolo. Anche per il malvagio, perché desista dall'iniquità. Alla sentinella non è garantito che ciò avverrà, ma che -facendo il proprio dovere- così la sentinella si salverà.
    San Paolo
    Chi ama l'altro ha adempiuto la Legge. La carità non è solo un fare: nessuno di noi è solo un fare. Chiunque si affaccendi l'intero giorno, ma sia solo e vuoto non troverà sollievo nel proprio agire. L'uomo non è una macchina e amare non è solo fare cose buone. La carità non fa alcun male al prossimo: pienezza della Legge infatti è la carità. Quindi la carità è non fare il male e fare e basta può fare del male, come dimostra molta filantropia priva di carità, perché priva della volontà buona di Dio, ma agita solo per filantropia, per essere apprezzati dal mondo, per compiacere se stessi e senza saper dire né fare la verità.
    Vangelo
    La correzione fraterna descritta da Gesù è difficilissima e pochissimo praticata, anche da me che scrivo. Serve umiltà per poterla applicare come la spiega Gesù. Bisogna spesso rinnegare se stessi per poter fare noi, anche da offesi, il primo passo, con vera carità.
    Il mondo insegna altro. La psicoterapeutica insegna altro. Satana insegna altro. Quindi andiamoci piano a sentirci in grazia di Dio, mancando di carità e di questa modalità di praticarla, proprio quando ci costa e richiede di mettere da parte l'orgoglio. Altro che filantropia e volontariato... Poi, se uno supera la porta stretta di questo primo arduo passo e il fratello non si cura del nostro tentativo (se la sentinella trova orecchi da mercante all'allarme e se si ride della volontà di Dio), allora si passa alla fase due ed eventualmente alla fase tre (se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano). Non sparliamo di nessuno in fase uno. E anche in fase tre, scelti per amici quelli che invece credono a Dio, preghiamo fiduciosi Cristo Re piuttosto di scimmiottare il mondo nei suoi schemi carnali e nel suo indulgere al peccato.


    RispondiElimina
  16. @Hermann Sta 6 settembre 2020 11:35

    Oh mamma mia!!

    RispondiElimina
  17. Chiamata molto importante di don Elia alla discesa in campo con l'arma della preghiera contro i filistei!!

    Mi chiedo se non sarebbe possibile un collegamento per quel giorno con qualche radio cattolica, o con qualche sito in streaming, per farci sentire maggiormente in comunione fra noi.

    RispondiElimina
  18. gli stretti legami tra la sinistra al potere e il sionismo mondialista che ha puntato sulla Cina come nuova potenza egemone

    Concordo con un commento posto sopra: questa ossessione di piazzare il sionismo ovunque, anche quando si parla di Cina, non rende un buon servizio alla causa.

    E in qualche modo sono anche d'accordo con il commento di Hermann Sta: non sono pochi i laici cattolici che si stanno occupando nei dettagli di questioni politico-sanitarie: i consacrati dovrebbero toccare il tema con più distacco. Questo non vuol dire "mettere il bavaglio" alla Chiesa come qualche commento sciocco ha riportato sopra: la Chiesa non sono solo i consacrati. Ad ognuno il suo. La confusione tra ruoli è una delle cause di questa crisi, peggiorandola non si migliora la situazione.

    RispondiElimina
  19. Significativa gaffe del premier Conte mentre parlava dal palco ieri alla festa de Il Fatto quotidiano: ha affermato che i morti di Covid in Italia sono 135mila. L'intervistatore Padellaro ha interloquito ovviamente "35mila" ma Conte ha ribadito "134mila-135mila". Il dubbio è sulle unità, non sulle centinaia. Forse è peggio di un lapsus freudiano.

    RispondiElimina
  20. @per Fabrizio Giudici6 settembre 2020 22:16

    https://www.radiospada.org/2014/01/uninews24-caso-radio-spada-se-parlare-di-certa-storia-e-un-tabu/

    RispondiElimina
  21. Concordo con Fabrizio Giudici.
    E a metà con Hermann Sta, nel senso che al contrario di lui io riconosco la dittatura sanitaria, ma d'accordo con lui ritengo non sia compito dei curatori d'anime; come alle stesso modo non è compito di un papa fare l'ecologista.

    RispondiElimina
  22. L'Anticristo lo abbiamo sempre pensato persona reale e tale lo descrive la Bibbia: e se fosse un programma che facesse quadrare l'economia stabilendo accordi, un falso profilo??? ... non vado oltre. Questa idea farebbe conciliare la realtà dei 4 esseri maligni descritti in Apocalisse che si accordano prima della battaglia di Gog e Magog...

    https://va.news-republic.com/a/6868548896679789062?app_id=1239&c
    Nasce AI Jesus, l’agoritmo che crea il Messia Artificiale

    RispondiElimina
  23. Giuliano Guzzo:
    Oggi, tre anni fa, ci lasciava il cardinale Carlo Caffarra. Il tempo passa, ma la grandezza - umana, culturale e teologica - di pastori come lui non può essere dimenticata.
    Tra i suoi tanti meriti, quello di aver saputo denunciare l'implosione antropologica in atto in favore di un formalismo giuridico che, per quanto rassicurante, nulla sa e nulla può dire di definitivo.
    «Siamo giunti a un tale oscuramento della ragione», diceva, «da pensare che siano le leggi a stabilire la verità delle cose».

    RispondiElimina
  24. Cesare Sacchetti:
    Il virus sale sul treno ma non va al cinema. Al ristorante non si siede, ma sta in piedi. E ora la nuova scoperta. Il virus va a ballare solo nei locali etero della Sardegna ma invece non frequenta il gay pride. Sarà un virus "omofobo"? La più grande truffa della storia va avanti.

    RispondiElimina
  25. Il virus va in Chiesa e nelle processioni ma non alle feste dell'unità....

    RispondiElimina
  26. L'ex ministro Tremonti: «Programmi Bce e “debito buono" hanno un limite: restano ancorati al globalismo, che preferisce un mondo senza regole a morale, tradizioni e nazioni».

    RispondiElimina
  27. Il virus è politically correct, ambientalista, ecumenista e sa diversificare le opzioni.
    Non crea problemi in un raduno-pride, minaccia di farlo in processione.
    Non crea problemi in una moschea affollata, ma può darne in una chiesa cattolica semivuota.
    Al ristorante richiede la mascherina mentre paghi alla cassa, non mentre siedi al tavolo.
    Ha trasformato in negazionista chi lo trascura, ma non in nazista chi se ne serve e lo procura. Porta a invocar la salvifica cura del vaccino, imponendola all'anziano e al bambino.
    E' una minaccia incombente portata dai sani: esser positivi oggi è peggio d'esser pedofili.
    E' fatto simbolo di una natura che si è ribellata, ma ribellarglisi è oltraggio alla vulgata.
    Il virus è totem, idolo, liturgia e catechesi, pensato ad arte, celato in scatole cinesi.

    RispondiElimina
  28. Giuseppe Masala:
    Poi per chi non l'avesse capito "togliere gli ostacoli all'innovazione" significa accettare la digitalizzazione, ovvero i tagli alla scuola (DaD), alla Sanità (telemedicina), alla P.A (Smart Working). Insomma, minor qualità dei servizi e meno salario e diritti per i lavoratori. Nel privato Smart Working si legge, minori tutele e minori salari per la concorrenza della nuova categoria immaginifica partorita dai sociologi, quella dei "nomadi digitali", insomma di chi sarà disposto a prestare servizio da casa per metà stipendio o magari direttamente a P. Iva.

    Perchè il tuo lavoro lo devi fare tu quando può farlo qualcuno a 300 euro in collegamento da Durazzo? Perchè vuoi avere un medico se hai mal di testa quando puoi digitare i sintomi su una App e t'arriva a casa la pasticca con il drone di Amazon? Perchè vuoi avere un Prof. di Greco tutti i giorni quando puoi sorbirti delle lezioni tipo documentario e magari ci sarà un Prof per 300 alunni? Impari meno? Non serve al sistema che tu sappia. E via discorrendo.

    Non possono più chiamarli sacrifici, questa volta li chiamano innovazione.
    Penso che il problema di fondo sia che la "innovazione" é in mano (e piedi e dita e naso), ai privati, cioé alla logica liberista. E' chi la guida il problema, non la tecnologia in sé. Quella esiste e governa pure il capitale. Difficile re-incatenare Prometeo.

    RispondiElimina
  29. https://corrieredibologna.corriere.it/bologna/politica/20_settembre_04/galeata-tampone-bambini-che-vogliono-fare-prima-comunione-e2f2f04c-ee99-11ea-8dbf-392b8070ae32_preview.shtml?reason=unauthenticated&cat=1&cid=M9SNdeY-&pids=FR&credits=1&origin=https%3A%2F%2Fcorrieredibologna.corriere.it%2Fbologna%2Fpolitica%2F20_settembre_04%2Fgaleata-tampone-bambini-che-vogliono-fare-prima-comunione-e2f2f04c-ee99-11ea-8dbf-392b8070ae32.shtml

    il link sembra complesso da inviare, il pezzo in modalità riservata. Comunque a Galeata, paese nel reggiano, il sindaco infermiera obbliga al tampone covid i bimbi della 1ma Comunione.
    L'incredibile è che il parroco è d'accordo e dice : niente test, niente Comunione.

    RispondiElimina
  30. la notizia, ora leggibile, anche sul Fuffington post:

    https://www.huffingtonpost.it/entry/la-sindaca-di-galeata-niente-comunione-ai-bimbi-se-non-fanno-il-tampone-il-parroco-e-daccordo_it_5f521c12c5b6578026cc9627

    “Niente comunione ai bimbi se non fanno il tampone: il parroco è d’accordo”

    https://www.virgilio.it/italia/galeata/notizielocali/a_galeata_nel_forlivese_prima_comunione_ai_bimbi_solo_dopo_il_tampone-63293453.html

    RispondiElimina
  31. Di fronte al più grande saccheggio della nazione, al più grande furto di diritti del popolo, alla distruzione della democrazia e forse ad una immensa strage di stato dovuta a cure sbagliate io non dovrei partecipare ad una manifestazione di protesta perchè l'avrebbero organizzata o parteciperebbero dei fascisti? Francamente io vedo il fascismo reale degli altri, di quelli che stanno a casa ad applaudire i proclami del Regime.

    Guardate che da questa storia non ci riprendiamo per i prossimi 50 anni se li lasciamo continuare. Stanno deliberatamente distruggendo lo stato. Il problema non è la presenza, vera o presunta, di fascisti. Il problema è l'assenza degli altri, dei democratici, dei rispettabili. Sì, i rispettabili. Chi sono i fascisti?

    RispondiElimina
  32. "IO SARÒ CON TE E TU SCONFIGGERAI I MADIANITI... STÀ IN PACE, NON TEMERE".
    GIUDICI 6:16; 23

    Il nome Iahveh-Shalom: Il Signore è la nostra pace, fu scoperto da Gedeone quando Dio gli ordinò di guidare Israele contro i Madianiti. Una richiesta per cui non si sentiva preparato. "Come posso salvare Israele? La mia famiglia è la più debole... e io sono il più piccolo nella casa di mio padre" (v. 15 Nuova Diodati). Ecco come gli rispose il Signore: "Io sarò con te e tu sconfiggerai i Madianiti... Stà in pace, non temere, non morirai!" Quel Gedeone spaventato credette in Dio e, prima ancora che la battaglia fosse combattuta o vinta, vide per fede la pace già assicurata. Per questo costruì un altare a Iahveh-Shalom, "Il Signore è la nostra pace". Spesso pensiamo che avremo pace solo quando la nostra situazione cambierà. Poi, come Gedeone, impariamo che la pace interiore non dipende dal cambiamento delle circostanze esterne; dipende dal credere che Dio è con noi e sperimentare la Sua pace interiore. Gesù ci promette: "Vi lascio pace; vi do la mia pace [interiore, basata sulla fede]. Io non vi do come il mondo dà [esteriore, circostanziale]. Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti"(Giovanni 14:27). Forse non ti senti preparato alle sfide di oggi, ma ricorda le parole di Cristo: "Vi ho detto queste cose, affinché abbiate pace in me... fatevi coraggio, io ho vinto il mondo"(Giovanni 16:33). Ecco il tuo compito: "farti coraggio" e fidarti di Iahveh-Shalom; Egli si farà carico di tutto il resto!

    RispondiElimina
  33. Il succo del Vangelo di ieri: "cercate prima il Regno di Dio e tutto il resto vi sarà dato in aggiunta"....
    È bene preoccuparsi e impegnarsi per ogni situazione nella quale siamo immersi; ma prioritario è il rapporto col Signore, la Preghiera, l'Adorazione, come sorgente di tutto il resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e poi c'è una netta diversità di ruoli tra chierici e laici.

      Elimina

  34. Ma non è stato il Vaticano II a conferire immense competenze temporali (politiche, economiche etc) ai vescovi?
    Già nella enc. Pacem in terris, Giov. XXIII non si occupava anche di minute questioni di politica agraria?
    Come stupirsi se i vescovi, dal Concilio in poi, non fanno altro che occuparsi di tutto tranne che del loro campo specifico in senso stretto, ridotto alla solidarietà per il prossimo soprattutto se "diverso"?
    Le Conferenze Episcopali di tutto il mondo hanno fabbricato, dal Concilio in poi, quante tonnellate di documenti, su tutti i problemi politici, economici, sociali immaginabili? E con quali risultati, se non quelli di un MAESTOSO ZERO?

    RispondiElimina
  35. Dice bene chi dice cambiano qui e cambiamo là. Sulle cose secondarie ha ragione. Ma tralascia le cose primarie. Non dice la cosa più importante. Non dice Chi abbiamo lasciato e abbandonato. Lui per primo, infatti, come ognuno di noi, dovrebbe fare i conti col Dio che ha abbandonato per seguire Carlo Marx. Tutti i mali hanno una origine. L'ateismo e il disprezzo di Dio. Come ci si può lamentare dei frutti inariditi quando l'albero stesso è stato tagliato? Io non crederò più a nessun profeta che non dica: 1) anche io sono un peccatore come voi - 2) il primo peccato della società è aver dimenticato Dio, come ho fatto io, quando volevo cambiare il mondo senza neppure nominare il nome di Dio. - rdv

    RispondiElimina
  36. Ennesimo orrore di questa infernale dittatura che tiene in scacco i fedeli anche per i Sacramenti! Leggete la notizia agghiacciante :
    Niente Comunione ai bambini se non fanno il tampone. Il Parroco è d'aCCORDO!
    Accade nel comune di Galeata prov. Di Forlì.
    Su Il Mattino.

    RispondiElimina
  37. “Questo è il giorno dell'Aurora ..8 settembre 2020 00:45

    «Quale magnifica speranza ci viene data in questo giorno tramite la bambina che nasce nella casa di Gioacchino ed Anna; per suo mezzo iniziano i beni e terminano i mali; per lei l’antica amarezza del paradiso cambia in dolcezza e delizie spirituali, per lei è rimosso l’inganno del serpente che aveva perso il capo del genere umano. Oggi tutto il genere umano si rallegra ed esulta per la nascita della sua Sovrana, la benedetta e onorata al di sopra di tutte le creature».
    https://lanuovabq.it/it/la-nativita-di-maria-inizio-di-una-nuova-creazione

    RispondiElimina
  38. Eutanasia dello Stato italiano
    EDITORIALI08-09-2020 Gianandrea Gaiani
    Tra presidente del consiglio e ministri è stato un fine settimana disastroso tra gaffe, dichiarazioni e risposte preoccupanti. Più grave di tutti l'intervento del ministro dell'Interno Lamorgese sul fenomeno degli sbarchi clandestini: ha fornito l'evidenza di una resa dello Stato davanti alla criminalità organizzata e alle pressioni delle Ong
    https://www.lanuovabq.it/it/eutanasia-dello-stato-italiano

    RispondiElimina
  39. L'Italia ha molti gravi problemi, ma questa pandemia ne ha mostrato soprattutto uno: l'assenza di verità nel presentare la realtà.

    L'Italia conta, ufficialmente, 35000 morti (per Conte 135000) che rapportati ai positivi accertati (280000) rappresentano il tasso più alto in Europa (12,5%). Superiore a quello britannico, una volta e mezzo quello francese, più del doppio di quello spagnolo, più del triplo di quello tedesco, quattro volte quello polacco, dieci volte quello della Repubblica ceca.

    Dunque: di che cosa dovrebbe vantarsi il Governo?

    Di un iniziale faciloneria su aperitivi e apertura allegra dei confini?
    Di accesso alle cure ridotto, per i tagli scriteriati alle terapie intensive?
    Di aver celebrato "eroi" messi a lavorare senza dispositivi di protezione?
    Di aver persino diffuso -per mesi- dei protocolli sbagliati su come eseguire il tampone?
    Di protocolli di cura sbagliati, costati la vita a molti?
    Del mancato ricorso in modo mirato e tempestivo alle zone rosse?
    Del divieto di fare autopsie?
    Di aver fatto pochi tamponi quando serviva per farne ora per dire che continua l'emergenza?
    Di essere propenso al MES per puntellare le spese sanitarie?
    Di usare i soldi per sanificare il Paese e imporre il vaccino per la gioia di chi lo vende?

    Un Paese così non ha speranza nel futuro. Ha solo Speranza nel suo perituro.

    RispondiElimina
  40. L'asimmetria con cui l'UE, e naturalmente il Governo italiano, tratta il caso della Bielorussia e quello di Hong Kong, è la dimostrazione che i "diritti civili" e "umani" sono armi da guerra da utilizzare contro il nemico e da riporre di fronte agli amici. Così anche i "diritti dei migranti": una guerra con carne umana nei cannoni, anzi: sui barconi.
    (Andrea Sandri)

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori del blog.