giovedì 9 gennaio 2020

Soncino (Cr) - Il parroco toglie "il tavolo/mensa" dal presbiterio di una chiesa, e scoppia un caso montato ad hoc.

La colpa non è del giovane organista ma di chi gli ha insegnato che la Messa non è la Cena del Signore e il Sacerdote che celebra dall'Altare che simboleggia il Calvario, non volta le spalle ai fedeli, ma insieme sono orientati verso il Signore [vedi].
 E [qui] il tentativo, naufragato, del card. Sarah dei reintrodurre la celebrazione ad orientem

SONCINO (4 gennaio 2020) - Via le mense dalla chiesa di San Giacomo. L’arciprete dice messa alla vecchia maniera, rivolto all’altare e non verso la navata dove ci sono i fedeli, come si faceva prima del 1962. La decisione del parroco don Giuseppe Nevi divide i credenti del borgo e Roberto Grazioli, politico e compositore di musica sacra, condanna la scelta con forza: «Rimuoverle senza motivo significa non riconoscere il Concilio Vaticano II. Questa è la chiesa che non ricorda i comandamenti, che non conosce più i profeti. Insomma, che manca di cultura». La parrocchia della cittadina murata è un caso unico nel territorio: nelle vicine Genivolta, Villacampagna, Ticengo e Cumignano di don Davide Osio o a Gallignano dove è parroco don Lino Viola le mense sono rimaste al loro posto. A Soncino e nei paesi vicini ne parlano tutti e la videodenuncia sui social di Grazioli è già diventata virale, facendo il giro del web e diventando l’argomento più chiacchierato nei bar e nelle strade.
Fonte: MiL

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Apocalisse Australia

Si stima che in Australia ci siano tra i 65.000 ed i 90.000 aborti ogni anno, con uno dei tassi più alti dell'occidente (calcolati su 1000 donne in età fertile, 15-44 anni).
Ogni anno inoltre si tengono "eventi" satanici che toccano le più importanti città del paese mentre leggi sempre più laiciste e liberticide provano a ledere le libertà religiose fondamentali, soprattutto quelle della Chiesa Cattolica; tutto ciò mentre il Cardinale Pell, già Arcivescovo di Melbourne, marcisce in carcere da innocente dopo un processo farsa fondato su accuse palesemente inconsistenti.

Ma pare che il problema siano gli animali morti negli incendi.

Non li vedo bene...

E torniamo in Cina ha detto...

Le nuove misure verranno attuate a partire dal 1° febbraio 2020. Attività, raduni, programmi delle comunità religiose devono avere l’approvazione dell’Ufficio affari religiosi. Le organizzazioni religiose devono “diffondere i principi e le politiche del Partito comunista cinese”, educando “il personale religioso e i cittadini religiosi a sostenere la leadership del Partito comunista cinese”.

Anonimo ha detto...

Se non siamo vicini alla fine non ne siamo molto lontani. Credo che sia bene che le persone normali ne parlino; senza che se ne siano rese conto, in base ad una abituale fiducia data senza neanche presumere un qualsivoglia raggiro, hanno ingozzato tanti veleni a loro insaputa. Ora nei vecchi tornerà la memoria, qualche giovane intuitivo e/o informato parlerà, qualche altro isserà la bandiera della Tradizione e il castello di carte aggiornato, costruito con mano di velluto, con pugno di ferro e cesellato dalle parole della propaganda modernista, finirà con il crollare su se stesso. Con Gesù e Maria, ai nostri posti di combattimento!

Ariel ha detto...

Il CV II non ha mai deliberato la rotazione dell'altare verso i fedeli. Questo è il frutto di mosse moderniste successive che hanno reso obbligatorio ciò che negli atti del CV II non era neppure accennato.
http://www.missagregoriana.it/?p=1245

Signore , pensaci Tu ! ha detto...

Gesù eucaristico amore, di padre Stefano Maria Manelli riporta questo edificante episodio:
Ogni giorno il Re di Francia, san Luigi IX, ascoltava la santa Messa in ginocchio, sul nudo pavimento. Un valletto una volta gli offrì un inginocchiatoio, ma il Re gli disse: “Nella Messa Iddio si immola e così anche i Re devono inginocchiarsi sul pavimento.”
E oggi cosa accade? Che pochi capiscono l’importanza di inginocchiarsi. Anzi, in alcuni chiese si mettono anche sedili senza inginocchiatoi
http://itresentieri.it/limportanza-di-inginocchiarsi-medita-su-queste-parole-di-san-luigi-ix/

Sull'affermazione " Che pochi capiscono l’importanza di inginocchiarsi. " sono in disaccordo con l'amato Padre Manelli . A parte il fatto che gli inginocchiatoi sono stati messi in soffitta e molti di noi non riescono a inginocchiarsi fino al pavimento senza l'ausilio di un appoggio , poi c'e' che molti Sacerdoti non insegnano piu' e a volte sono anche di cattivo esempio * e il popolo "fatto cristiano " non ha consapevolezza del grande dono ricevuto e della responsabilita' che ne consegue perche' non gli viene piu' insegnato che gli atti esteriori sono importantissimi perche' inducono ad esercitare l'amore verso NSGC e raffozano la fede ..

* com'e' possibile essere spettatori di un vaso di fiori che si rovescia e il presbìtero presente non trova di meglio che usare un amitto per asciugare l'acqua sul pavimento ,

* com'e' possibile partecipare ad una Adorazione Eucaristica e il parroco presente indossando solo l'alba e il cingolo senza stola e niente altro dei paramenti sacri , senza incensare l'Ostia consacrata da' la benedizione e buonanotte ai suonatori ?
Tutto ci appare freddo e senza amore , sembra di essere in un reparto ospedaliero in cui bisogna osservare un modus operandi che e' il seguente : cure igieniche , colazione , terapia medica , visita medica , pranzo , ingresso parenti ...chiusura del reparto .

fabrizio giudici ha detto...

Beh, insomma, il giovane organista (anche politico? Di che orientamento, tanto per curiosità?) è adulto e vaccinato e se qualcuno non gli ha insegnato qualcosa ha sempre la possibilità di impararla. Se ne ha davvero voglia.

Catholicus ha detto...

Caro Fabrizio, ho letto su altro sito cattolico ( mi sembra Stilum Curiae o Gloria TV che sia un fan delle sardine sott'odio (per Salvini, Meloni &C.), come il card Zuppi, sui degno mentore.

Anonimo ha detto...

Gentile Apocalisse Australia,

Grazie per quello che dice del cardinale PELL.

Il cardinale PELL PRIMA che iniziasse il processo dì primo grado era stato già processato dai Media australiani che quotidianamente lo dipingevano come il peggiore dei mostri mai apparsi sull'isola.

Non poteva nemmeno camminare per strada perché la gente lo insultava.

Se in Australia vuoi essere cattolico devi rinunciare al tuo buon nome, all'apprezzamento sociale e alla carriera.

Mai però si era vista una cosa del genere. Contro il cardinale PELL è stata orchestrata una diabolica campagna mediatica.

In Australia si è ora convinti che la Corte Suprema lo rilascerà.

Infine va considerato che se il cardinale PELL fosse rimasto in Italia nessuno lo avrebbe potuto arrestare.

Ma il cardinale ha preferito rendersi presente davanti al Collegio.

Un ultimo appunto: il.Vaticano non lo ha difeso MA anzi lo ha scaricato fin dal primo momento.

VIVA il card PELL

Anonimo ha detto...

Questo Roberto Grazioli politico e musicologo deve mai aver letto i comandamenti che però cita a sproposito: lo si informa che i comandamenti sono 10 e che Gesù stesso ha detto che saremo giudicati da Mosè e cioè dai 10 comandamenti. Lo si informa anche che oltre a non essere stato il Concilio Vaticano II ad aver cambiato gli altari ma Paolo VI, nemmeno questo concilio fa testo, nei punti in cui contraddice 20 secoli di Chiesa vera.

RR ha detto...

Il cardinale Pell trattato come il peggiore dei malfattori...e l'Australi brucia grazie ad un'estate particolarmente calda ed asciutta e a delinquenti piromani, non individuati e fermati per tempo da una classe politica ed inquirente degno di un paese del terzo mondo.