giovedì 30 gennaio 2020

Un prece per don Tiziano Trenti

Rivolgiamo una prece in suffragio dell'anima buona del Parroco bolognese, don Tiziano Trenti.
Nella Chiesa di S. Maria della Pietà, in Via S. Vitale, promosse, fin dal 2007, la celebrazione della Messa di Sempre, accordata da Caffarra a seguito del Summorum Pontificum.
Don Tiziano aveva tutta la parrocchia, e aderiva al Summorum per la domenica sera e molte feste. Anche nel novus ordo offriva comunque omelie e predicazione osservanti.
Con tutti i limiti di quel dispositivo, don Tiziano compì, nella città di Lercaro e del PCI, un vero e proprio "atto eroico" anche perché non era aduso a "pizzi e merletti" ma esternava pubblicamente contro l'invasione islamica e l'arcobalenismo, incoraggiati e foraggiati dagli enti locali. 
Il Signore lo accolga in Paradiso nella gloria dei santi.
Amici della Tradizione Cattolica-Forlì

5 commenti:

Unknown ha detto...

Sacerdote buono e fedele alla dottrina segnato da grandi sofferenze fisiche e morali il Pastore grande lo accolga nel Tegno

Anonimo ha detto...

Un vero peccato,aveva solo 57 anni.A pensare che nella chiesa ci sono ottuagenari e nonagenari che compiono disastri da 50 e più anni e non hanno alcuna intenzione di smettere. Riposi in pace.

Anonimo ha detto...

Il Pastore grande e bello lo accolga nel Regno!

Josh ha detto...

Vicino alla mistica di S. Teresa d'Avila, mite e autorevole, leggeva dalla Patrologia del Migne greco e latino come fosse italiano, devoto al Sacrificio Eucaristico, consacrato a un'idea del sacerdozio come dono totale di sé. Abbiamo perso un amico fedele

Josh ha detto...

Solo Dios basta...