martedì 20 marzo 2012

I suoni della normalità.

Avverto i lettori che questo non è un blog della FSSPX, come potrebbe apparire dagli ultimi post che hanno registrato gli eventi che si stanno affollando nell'ultimo periodo, in questo delicato momento in cui se ne attende la regolarizzazione canonica.

Il Distretto tedesco della Fraternità di San Pio X presenta il film di Guenther B. Ginzel sulla Fraternità. È di sicuro uno di quelli più apprezzati degli ultimi anni. Così ne parla oggi il blog Rorate caeli. Evidentemente non siamo i soli a seguire con attenzione tutto quanto sta accadendo, cogliendo i molti segnali che la realtà dei fatti ci invia.

Davvero le immagini possono dire più di tante parole. Guardate e vedrete mirabilia Dei. Non credo di esagerare. Apprezzo molto l'equilibrio di Mons. Fellay e mi piacerebbe riscontrarlo in tutti, anche se non deve destare meraviglia che nella Fraternità, come accade del resto nella Chiesa, alberghino diverse anime. Se devo essere sincera apprezzo meno i toni e alcuni contenuti di don de Cacqueray, ad esempio....
Non è necessario capire una sola parola di tedesco per godersi le immagini e i suoni del film prodotto dalla rete pubblica tedesca ARD e trasmesso dal suo canale principale, Das Erste, all'inizio di quest'anno sulla Fraternità San Pio X: " Revolte gegen Rom ".[Il titolo non lo trovo ben azzeccato, anzi lo trovo fuorviante, se non lo comprendo male]

Il produttore del film segue la Fraternità in Germania attraverso la vita di una donna giovane, Veronika Fleischer, uno studente della St. Teresa School, in Schönenberg (Ruppichteroth, Nord Reno-Westfalia), e di un giovane, p. Elias Stolz, un Diacono nelle settimane precedenti fino alla sua ordinazione sacerdotale, nel Seminario Sacro Cuore (Zaitzkofen, Baviera).



La cosa più impressionante è come sembra tutto insignificante: non c'è nessun segreto, non è una "setta", non c'è davvero nulla da nascondere, in un film prodotto da un'emittente pubblica dalla quale non ci si aspetta solidarietà in tali questioni. La meraviglia della normalità cattolica pervade tutto: non diremo che non è cattolico, ma sicuramente si vede che tale è.

5 commenti:

don Camillo ha detto...

Titolo che poco mi garba, per ovvie ragioni. Comunque davvero ottimo. Che piacere vedere questo video. Un carissimo saluto al carissimo don Elias, che ricordo parla un ottimo italiano in quanto Tirolese di nascita. Pio sacerdote e davvero un ottimo confessore.

Milanes ha detto...

Rimaneggiamento di un documentario uscito due anni fa. Non completamente soddisfacente, ma si sforza di dare una visione acritica della realtà della Fraternità S. Pio X

Gederson Falcometa ha detto...

Mic, guarda questo interessante documentario:

http://youtu.be/lxx1ZRMpfk8

Gederson Falcometa ha detto...

Anche questo:

http://youtu.be/TR5XT2Vtn6w

Milanes ha detto...

@ Gederson: avevo visto questo documento anni fa. Molto interessante e documentato. Da far vedere a chi trova Messa e nuovo rito equivalenti.