martedì 2 giugno 2020

Cosa si festeggia il 2 giugno? Il 3 giugno

Non fiori né opere di bene per la festa della Repubblica italiana. All’opposizione sono stati negati i fiori sull’Altare della Patria, agli italiani sono negate o tardate le opere di bene. Galleggiamo da mesi in una lunga e sfiorita anticamera, nell’attesa generale di fondi europei e nell’attesa particolare di aiuti per le singole imprese, famiglie e attività. Il 2 giugno ha in serbo solo una radiosa promessa per il domani: l’indomani, 3 giugno, tana libera tutti. Liberi, seppure con la condizionale, e forzosamente autarchici perché siamo ancora costretti nei nostri confini nazionali, respinti dal mondo, dai tedeschi ai greci. Mai accaduto, il peggior momento della repubblica italiana, interno ed esterno. La bandiera si è ridotta a una mascherina tricolore per un micropatriottismo sanitario, in cui ai fratelli d’Italia è vietato “stringersi a coorte”.

Ma visto che siamo alla sua festa di compleanno per i 74 anni, proviamo a chiederci: in che repubblica siamo, la seconda, la terza, la farsa? La mia idea è che non siamo mai usciti dalla prima repubblica, viviamo solo un nuovo stadio dissolutivo della stessa. Lo dico per almeno tre ragioni.
Uno, la formula politica su cui regge la nostra repubblica è rimasta la stessa, siamo ancora in una repubblica parlamentare e non siamo mai passati a una repubblica presidenziale, federale o altro. Tradita, degenerata ma parlamentare. Vani tentativi, piccoli aborti, leggi elettorali a raffica e su misura per chi governa, ma nessun sostanziale passaggio da una forma repubblicana a un’altra. Fallì pure il tentativo renziano di “abolire” il senato e il bicameralismo perfetto. Siamo dove eravamo, solo più sfasciati.

Due, nessuno ha avuto il coraggio e i numeri per modificare la Costituzione, riscrivere i suoi passi alla luce delle esigenze mutate e dei cambiamenti d’epoca; non sono nemmeno cadute le grottesche “norme transitorie”, non è stato rivisto il presupposto ideologico e storico della Carta, legato all’esperienza della guerra e del fascismo. Sarebbe giusto, dopo 74 anni, scrivere che la repubblica ripudia non solo il fascismo ma ogni dittatura e ogni totalitarismo e ribadire il primato sovrano degli interessi generali, popolari e nazionali, sul predominio della tecnica e della finanza.

Tre, è rimasto invariato il suo peccato originale: i partiti non furono dentro la repubblica, ma la repubblica fu sin dall’inizio dentro il sistema dei partiti che allora si chiamava Cln. Avemmo sin da allora la partitocrazia come recinto e orizzonte della democrazia, e tale è rimasta dopo tanti scossoni; sono i partiti, i loro capi e le bande a loro collegate che via via li occupano: non solo i poteri politici ma tutto il resto, perfino la comunicazione (vedi la Rai). È ancora la Cupola dei partiti a nominare, a rimuovere, decidere in tutti i campi in base ai propri interessi, scegliendo il personale di servizio. La meritocrazia è solo una vecchia battuta, e non fa ridere.

Dunque, siamo ancora nella fase dissolutiva della prima repubblica. E che di un processo dissolutivo si tratti, lo testimonia drammaticamente la divisione dei poteri saltata, l’invasione di campo della magistratura, il suo imbastardimento e la sua politicizzazione, il suo protagonismo e il conflitto a fuoco con gli altri poteri o tra bande di magistrati. Non siamo entrati nella seconda repubblica giudiziaria, ma siamo dentro la guerra civile dei poteri, fino alla nascita di associazioni di stampo mafioso nel cuore degli stessi poteri. Non siamo dunque passati alla seconda o alla terza repubblica, siamo semmai degradati nel seminterrato, al piano meno uno, meno due della Repubblica.

L’unica grande novità degli ultimi decenni è che sono scomparsi i partiti storici che l’avevano costituita, le loro ideologie e la loro presenza territoriale. La Dc, il Pci, il Psi, il Msi, il Psdi, il Pri, il Pli. C’è chi mostra legami con i partiti e gli schieramenti di quel tempo, come il Pd, LeU e Fratelli d’Italia, derivati dal Pci-Margherita e dal Msi-An, discendenti dai rispettivi ceppi storici della sinistra o della destra nazionale e sociale. Le altre formazioni presenti, pur rivendicando alcune eredità, appartengono alla storia più recente dei partiti personali – Berlusconi, Renzi, Grillo, Di Pietro, Bonino/Pannella, forse Conte – o territoriali, come fu la Lega Nord.

Quando si formò il governo grillino-leghista si pensò che fossimo passati dalla democrazia delegata e parlamentare a una forma ibrida di democrazia diretta, populista e trasversale, che liquidava definitivamente gli steccati tra destra e sinistra. Ma l’intesa finì presto e non produsse cambiamenti strutturali che potessero davvero indicare un cambio di repubblica. Le due vecchie carcasse di destra e sinistra o le loro protesi correttive, di centro-destra, centro-sinistra o grillo-sinistra, ripresero il sopravvento o ricrebbero nel vuoto.

Nell’arco di questa legislatura si è mostrata pure l’inconsistenza del populismo; lasciato a se stesso, è un vago umore, un sentimento di rivolta e di opposizione. Ma poi, per governare, si deve unire ad altro che le dia sostanza, qualità, strategia e destinazione: per esempio una linea di sovranità o di subordinazione ai poteri internazionali. Il populismo vale come sfogo, disagio, voglia di mutamento; ma non ha poi le classi dirigenti, le capacità e le competenze per potersi trasformare da pura protesta in governo in guida del Paese. Il populismo è la fase puerile della politica, quando è ancora confusa con l’antipolitica e non distingue tra slogan e progetti, tra desideri e realtà. Quando va al potere, il populismo grezzo lascia il campo agli improvvisatori, ai trasformisti, ai venditori ambulanti di se stessi o di piccoli gruppi e sette; o si consegna alle vecchie cricche, le vecchie cupole di potere.
Cosa festeggiamo dunque questo due giugno, se non il tre giugno, cioè il giorno in cui riavremo un po’ di libertà? Una prospettiva di corto respiro, una falena. Se questa è una repubblica, Viva il Re.
Marcello Veneziani, La Verità 1° giugno 2020

45 commenti:

Elle ha detto...

Aggiungo io :
Viva il Re dei Re !

E.P. ha detto...

Vorrei segnalare l'articolo Una scuola bianca: lo sfogo di un insegnante americano alle prese con degli studenti neri, riguardante le "differenze culturali" (chiamiamole così) coi neri.

La tesi è che razzismi e tensioni non sono fenomeni spontanei sorti dal nulla senza motivo (o al limite per motivi meramente economici), ma sono dirette conseguenze di quella "varia umanità" (chiamiamola così). Esistono naturalmente eccezioni da ambo i lati, ma l'insegnare per anni in una scuola dove l'ottanta per cento degli studenti è nero, dà modo di rendersi conto di ciò che ci aspetta (da mezzo secolo l'Italia ha smesso di far figli).

Anonimo ha detto...

Andrea Sandri:
Questo pomeriggio almeno tre manifestanti della libertà di parola sono stati arrestati all'Hyde Park Corner per presunta infrazione del lockdown. Uno era Piers Corbyn, fratello del mancato dittatore sovietico d'Inghilterra. (Piers non condivide le opinioni del suo sbrindellato fratello). Se le condividesse, probabilmente non sarebbe stato arrestato.
Le principali piattaforme dei social hanno immediatamente rimosso gran parte del filmato (alcuni dicono tutto), proprio come fa la brutale polizia cinese di Hong Kong.
Non agitarti. Stasera i due canali TV controllati dallo stato, ITV e BBC, ti mostreranno versioni accuratamente modificate degli arresti, sempre che vogliano parlarne.
È bello sapere che siamo protetti dai pericoli della libertà di parola e di libera riunione.
Goditi i tuoi garden centre e i barbecue sulla spiaccia (le spiagge della Gran Bretagna oggi sono piene) liberi dall'influenza di questi malvagi trasgressori.
Quanto tempo deve passare prima che tu stesso diventi uno di loro?

https://www.salisburyreview.com/blog/hyde-park-corner-gagged/

Anonimo ha detto...

Salvatore Napolitano:
25 aprile in piena pandemia manifesta la sinistra ed è espressione di libertà e di democrazia alla faccia delle regole anti covid-19.
2 giugno, a pandemia quasi sconfitta, manifesta la destra ed è eversione e va sanzionata.
Come al solito addo' ver e addo' ceca...

E intanto Trump ha detto...

Lo volevano rintanato in un rifugio e lui ieri sera ha lasciato la Casa Bianca e si è recato in visita alla St John’s Church, anche detta chiesa dei Presidenti, data alle fiamme dalle truppe del clan Soros che glielo aveva promesso apertamente ad inizio anno.
E ha preso in mano la Bibbia su cui ha giurato in quel fatidico Gennaio 2017, un messaggio potente.
Ha chiesto giustizia per Floyd, ha condannato la violenza, si è schierato con i manifestanti pacifici, ha mandato la Guardia Nazionale a ristabilire l’ordine, altro che nascondersi.
Si è preso pure i rimbrotti della Vescova della St John’s, alla Cnn non sembrava vero.
Tanto qualsiasi cosa faccia è sbagliata, ma lui va avanti per un futuro migliore, anche di chi lo odia.
E se non hanno ritenuto bastasse la pandemia del virus di Wuhan e hanno dovuto organizzare una guerra civile significa solo una cosa, che sono disperati.
Forza, resilienza, speranza, per la gente di buona volontà, non importa il colore, è pura aria fresca.

Transition to Greatness Donald J. Trump

Anonimo ha detto...

Luca Ronconi:
Oggi i media italiani si sono superati. Le edizioni online dei giornaloni schierano tirate antiamericane come quella del buon Severgnini. Tutto in una cornice ideologica che sarebbe stata degna della Pravda anni Ottanta.
Non vi piacciono gli Stati Uniti? Non andateci, andate in Corea del Nord, Venezuela o Cina.
Odiate Trump? Mi spiace per voi, fasulli democratici, ma è stato eletto sulla base di elezioni democratiche e si è sempre attenuto alla Costituzione più antica del mondo.
Non sapete nulla delle vicende americane e giudicate dal chiuso delle vostre redazioni in base a linee editoriali imposte dall'alto.
Ovviamente è comprensibile vi piacciano le scene di devastazione e disordine civile perché siete quasi tutti ex sessantottardi quindi andate a nozze con un certo "clima".
Per finire, restate in Eurabia dove tutto è bello e meraviglioso: l'economia è in boom, la disoccupazione non esiste, l'Unione Europea è stupenda e rappresenta alla perfezione la volontà dei popoli, le tensioni etniche non esistono, tutto va bene madama la marchesa.

Anonimo ha detto...

TRE... IL NUMERO PERFETTO

Tre indizi fanno una prova:
1) autopsie vietate
2) bruciano i cadaveri
3) scompaiono i dati clinici dei morti (a Brescia e a Bergamo)
Tre pazzi fanno un manicomio:
1) Boccia sdogana i kapò
2) Cateno De Luca vieta gli amplessi tra coniugi
3) Zingaretti propone la museruola come moda dell'estate
Tre rubagalline fanno un'associazione a delinquere:
1) Marcucci (senatore PD) mette le mani sull'affare plasma
2) La moglie di Sileri produce mascherine
3) Zingaretti compra da una ditta fantasma museruole per 35 milioni di euro. La merce pagata non viene consegnata. Qualcuno si è fottuto i soldi. Chi?
Tre giornali che manipolano le notizie e alterano le immagini fanno il minculpop:
Repubblica, il Fatto, il Corriere
Tre indizi fanno una prova, ma se in tribunale c'è Palamara, del PD, le prove vengono ricusate e il processo non si fa o diventa una farsa.
Per voi che credete ancora alla pandemia: la logica non è solo l'ordine ma l'etica del pensiero. Quindi o:
1) mancate dei presupposti morali
2) mancate dei requisiti minimi cognitivi
3) guardate Barbara D'Urso.

Anonimo ha detto...

Previsione del 2009: “con una Pandemia si instaurerà il Governo Mondiale”

In questi tempi di corona-virus, questa intervista del 2009 di Jacques Attali, quello che aveva ipotizzato l’eutanasia di stato per eliminare i “vecchi” troppo costosi e fra i principali architetti dell’Unione Europea, fa molto riflettere.

Nella sua rubrica della rivista a L’Express del 3 maggio 2009, il vecchio sherpa di François Mitterrand rivela alcuni intimi fantasmi del mondo oligarchico. In breve: là dove il crack finanziario è fallito, finora, una buona piccola pandemia potrebbe costringere i nostri dirigenti ad accettare la realizzazione di un governo mondiale!

“La storia ci insegna che l’umanità evolve significativamente soltanto quando ha realmente paura: allora essa inizialmente sviluppa meccanismi di difesa; a volte intollerabili (dei capri espiatori e dei totalitarismi); a volte inutili (della distrazione); a volte efficaci (delle terapeutiche, che allontanano se necessario tutti i principi morali precedenti). Poi, una volta passata la crisi, trasforma questi meccanismi per renderli compatibili con la libertà individuale ed iscriverli in una politica di salute democratica.”

Per Attali, “La pandemia che sta iniziando potrebbe far scatenare una di queste paure strutturanti”, poiché essa farà emergere, “meglio di qualsiasi discorso umanitario o ecologico, la presa di coscienza della necessità di un altruismo, quanto meno interessato.”

“E, anche se, come bisogna ovviamente sperare, questa crisi non sarà molto grave, non bisogna dimenticare, come per la crisi economica, di impararne la lezione, affinché prima della prossima crisi – inevitabile – si mettano in atto meccanismi di prevenzione e di controllo, come anche processi logistici di un’equa distribuzione di medicine e di vaccini. Si dovrà per questo, organizzare: una polizia mondiale, un sistema mondiale di stoccaggio (delle risorse) e quindi una fiscalità mondiale. Si arriverebbe allora, molto più rapidamente di quanto avrebbe permesso la sola ragione economica, a mettere le basi di un vero governo mondiale.”

“È del resto con la creazione dell’ospedale che è cominciata in Francia, al XVII secolo, la realizzazione di un vero e proprio Stato”, afferma per concludere.
https://attivo.news/previsione-del-2009-con-una-pandemia-si-instaurera-il-governo-mondiale/

Anonimo ha detto...

Immagino già il primo articolo della prossima Costituzione della Repubblica Italiana!

1. L'Italia è una Repubblica fondata sul principio "o Francia o Spagna purché se magna".
La sovranità appartiene al popolo (1) che la esercita con votazioni farlocche (2) e la cede volentieri agli eurocrati.

Note:
(1) :-) :-) :-)
(2) Come i plebisciti del 1860

Anonimo ha detto...

Caro Presidente, ho ascoltato il suo messaggio alla nazione. Anch'io son fiero di essere italiano e, come me e Lei, tutti gli italiani sono fieri di esserlo! Non si può nascondere però che molti, a partire da me, si vergognano di esserlo a causa degli scandali enormi che continuano ad essere posti in atto da persone che dovrebbero amministrare la "Cosa Pubblica" per il bene di tutti: Ma è da decenni, ormai troppi, che assistiamo a questo declino della politica partitica, dell'Etica in coloro che ci governano, della Giustizia che non è più giustizia, ma spartizione di potere e quant'altro.
Dal suo bel discorso, sembra che il nemico da sconfiggere con l'Unità Morale da lei invocata sia il Coronavirus-Covid 19 che tanti disastri ha provocato e forse continuerà a provocare. Nessun accenno alla situazione politica attuale e a quella della Giustizia. Sono molti gli italiani che se la prendono con la Giustizia, ma credo che bisognerebbe prendersela con coloro che la amministrano con logiche di potere politico quando essa dovrebbe essere al di sopra delle parti, perchè la Giustizia, oggi occorre ribadirlo, è Giustizia e il suo operare è tutto insito nel termine stesso, fare le cose giuste!
Ha invocato l'Unità Morale di tutti, come al tempo passato. E' giusto! Ma si rende conto del cambiamento Etico-Morale-Politico dei politici odierni rispetto a quelli a cui Lei fa riferimento? Intorno a che cosa, su quali Valori, bisogna fare Unità?
Qualcuno dovrebbe indicare questi valori e forse dovrebbe essere Lei, Caro Presidente, ma non si può ridurre tutto il nemico da combattere nel Covid19, ma nel malaffare sempre imperante, nella corruzione sempre più sfacciata, ben sapendo che con "gli amici degli amici" messi a quel posto da qualcuno che ha preso immeritatamente le redini del comando, sa di farla franca in barba agli italiani, fieri di esserlo, ma stanchi di assistere allo sfacelo.
Un noto proverbio popolare recita: "Il pesce puzza dalla testa"; una verità popolare questa che non può essere confutata da nessuno, provare per credere! Per chi fa finta di non capire il senso, lo dico io: La corruzione e il malaffare parte sempre dall'alto, dai capi, quando non si è onesti, un altro dei tanti valori intorno al quale dovrebbe orbitare la nostra esistenza. Ci sono state Persone, Servitori Onesti e Leali, che hanno lasciato la loro vita per questo e di cui ogni anno facciamo memoria formale, tanto per inquinare le menti dei giovani, facendoli passare come se fossero fautori di una certa parte politica.
Concludo , caro Presidente, sono Fiero di essere Italiano, come Lei, come tutti gli italiani ma gli uomini al potere mi fanno vergognare, non di essere italiano, ma di essere governato da loro, senza spina dorsale ma che esercitano il potere non per il bene comune ma per se stessi. Hanno trasformato l'Italia e gli italiani dal cuore grande, in una repubblica delle banane al punto che ogni Stato, e non solo Europeo, ci evita. (Filippo Cotroneo)

Anonimo ha detto...

Non riesco a capire perché la protesta per la morte di George Flyod sia indirizzata verso Trump.
Lo Stato del Minnesota è governato da Tim Walz, DEMOCRATICO.
Il sindaco di Minneapolis è Jacob Frey, DEMOCRATICO.
Perchè Obama e Biden attaccano Trump? Mi sa tanto che è in corso una strumentalizzazione politica dei Dem sulla morte di un pover'uomo, che meriterebbe GIUSTIZIA invece che questo vile teatrino politico.
(Giuseppe Palma)

Viator ha detto...

"E l’aspetto più drammatico è che anche la Chiesa sembra essere stata inghiottita da questo buio che si è fatto sulla terra. Abbiamo visto pastori impauriti abbandonare le proprie pecore, pastori indicare come soluzione la “conversione ecologica” invece che la conversione a Dio, pastori sottomettersi alla tecno-scienza e invocare un vaccino. Non tutti, per grazia di Dio. Ma l’impressione generale è di una Chiesa che non ha più nulla da dire di significativo, se non distribuire un po’ di alimenti e di vestiti a chi ne ha più bisogno. Finché dura.
«Nessuno sa sollevare lo sguardo». È vero, siamo duri a convertirci, siamo duri a capire, preferiamo confidare in noi stessi, coviamo sempre la speranza di cavarcela con una terapia, un vaccino, qualche riforma e possiamo metterci anche questo dramma alle spalle. Illusi."

Anonimo ha detto...

Leonardo, Fincantieri, Ferrovie dello stato ed altre aziende verrebbero dismesse insieme alla vendita delle riserve auree italiane (tra le maggiori del mondo dopo quelle di Stati Uniti, Germania e FMI) per fare cassa e foraggiare l'industria privata.


Ora, ho molti dubbi che un piano del genere possa essere varato. Si tratta infatti di un progetto che possiamo definire, senza esagerare, eversivo, dato che sguarnirebbe il paese di protezioni economiche e industriali primarie, senza le quali persino la tenuta democratica è a rischio. È dunque probabile che Colao abbia deciso di far circolare una bozza sparando molto alto per valutare le prime reazioni e aggiustare il tiro. Seguirà nei prossimi giorni un disegno più moderato ma non meno devastante. Sulla base di quel documento inizierà poi una trattativa. Dalla richiesta iniziale di smantellamento dello stato pari a 100, si passerà dunque a 50 con l'obiettivo di ottenere 25, magari 30. Dunque da un progetto eversivo si passerà a un piano comunque molto pesante, che consentirà alle classi industriali italiane di trarre grossi vantaggi economici spartendosi qualche grande azienda pubblica.


Si tenga infatti conto che, a dispetto della propaganda antistatalista, le aziende di stato macinano da anni utili e rappresentano la punta più avanzate dell'industria italiana. In tempi di vacche magre i numeri di Leonardo e Fincantieri fanno gola a tanti. 

https://ilgiornaledellasera.blogspot.com/2020/06/aziende-pubbliche-dismesse-e-vendita.html

Catholicus ha detto...

Non ci sono video delle odierne manifestazioni della destra in Italia? Notizie del Generale Pappalardo e dei gilet arancione? e Salvini e la Meloni si sono fatti sentire? urge informativa non manipolata, grazie.

Anonimo ha detto...

La legge Zan-Scalfarotto è solo apparentemente contro quella che viene chiamata "omotransfobia". Gli atti di violenza, infatti, sono già puniti - e ci mancherebbe!! - oltretutto con aggravanti, se l'offeso è disabile, omosessuale, ecc.
Se passa la legge Zan-Scalfarotto sarà tacciato e punito come una specie di RAZZISTA chiunque ha dei valori diversi da quelli imposti dalla nuova categoria LGBT: mamme e papà che educano i loro figli, sacerdoti e catechisti che trasmettono la fede, insegnanti che non inseriscono il gender nella didattica.
Avere opinioni diverse non rende tali idee automaticamente lesive‼️
Eppure saremo stigmatizzati e puniti al pari dei RAZZISTI se oseremo obiettare rispetto al pensiero dominante; il quale, per rendere tutti uguali, renderà alcuni più uguali di altri (Orwell).

Anonimo ha detto...

caro giovane amico, non ti conosco, non ho nulla da rimproverarti e non so neppure come la pensi. In compenso tu sai già - senza conoscermi - come la penso io, e sai già che sono brutto sporco cattivo razzista e omofobo. Dico solo come la penso sull'ultima cosa che hai scritto. Non sopporto chi dice che l'omosessualità sia una malattia mentale. No. Non è una malattia. Non capisco perché tu mi attribuisca quello che non ho detto e che non penso. Questo modo di giudicare casomai è una forma di intolleranza e di mancanza di rispetto umano. Addirittura, secondo te, se unisco matrimonio e amore, poi sono il primo ad incitare all'odio razziale. Sai già tutto il male degli altri che non conosci e che non hanno fatto nulla di male. E' diventata una colpa credere nel matrimonio e nell'amore tra marito e moglie? Chi è, quindi, il vero incitatore d'odio? Se vuoi discutere porta le tue ragioni, con rispetto e umiltà, ascoltando le ragioni degli altri prima di criticare e attaccare. Se poi uno dovesse dire qualcosa di sbagliato critica pure. Ma solo dopo aver ragionato e aver ascoltato.

Anonimo ha detto...

Grillo ha raccolto per lo più persone di sinistra. Gli ingenui sono andati via dopo un pò. Quelli che si riconoscono e identificano nella incapace classe dirigente grillina (che libera anche i mafiosi) sono rimasti. Pappalarlo mira a catturare quelli di destra. Meglio avvisare gli ingenui e lasciare con lui gli imbecilli che tanto non servono nè a destra nè a sinistra. Vedendo la sua storia è chiaro che è un soggetto costruito e proveniente da giri oscuri.

Anonimo ha detto...

#UNITÀMORALE
No, Egregio Presidente,
gli italiani onesti non hanno niente che li unisca moralmente al letamaio politico - giudiziario emerso da più di un anno con le intercettazioni di Palamara e tanto meno alla volontà pervicace di tenere a galla questo governo di livello mai così infimo (dopo Fioramonti, Azzolina, Bonafede etc).

Anonimo ha detto...

"Il poliziotto americano ha commesso un reato gravissimo, è sotto arresto e deve pagare per ciò che ha commesso.

Mi saltano agli occhi però alcune considerazioni.

Il capo della polizia di Minneapolis dal 2017 è di colore.
Il sindaco di Minneapolis è del Partito democratico.
Lo stato del Minnesota è un caposaldo dei democratici da tanti anni.
La maggioranza dei voti alle ultime presidenziali sono andati ad Hillary Clinton e non a Trump.
Obama ha governato gli Usa per 8 anni, gli omicidi commessi dalle Polizie Locali sono andati avanti senza particolari differenze statistiche.
C'è un problema di violenza etnica o di violenza della Polizia in generale?
Nel 2018 ci sono stati oltre 1800 uccisi dalle varie Polizie americane.

Divise per razza, le vittime sono:
649 bianchi anglosassoni
377 afroamericani
240 ispanici
23 nativi americani o alaskani
23 asiatici o delle isole del Pacifico
1 mediorientale
497 di origine non specificata.
(Dal sito Nessuno tocchi Caino)

La differenza quindi non è nella razza, ma nell'attenzione mediatica data al caso.
Non capisco cosa c'entri il Governo Federale.
Non capisco cosa c'entrino le devastazioni ed i saccheggi".
Alfredo Minciarelli

Anonimo ha detto...

Circa il fantasma COVID da riesumare h24 ogni giorno per tenere la popolazione soggiogata nel panico permanente, utile a recluderla sine fine, è utile ascoltare il prof. Zangrillo primario Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione al S. Raffaele di Milano che il 31 maggio ha dichiarato: "Il c-virus è clinicamente finito" https://www.youtube.com/watch?v=gYUtjccmpoY "Qualcuno vuole terrorizzare il paese".
MA SUBITO i pervicaci aderenti al partito unico del "virus-nemico-semprevivo" si erano stracciati le vesti per imporre la mascherina per altri 3 anni (o fino al vaccino obbligatorio di B.Gates) resettando nel popolo italiano ogni pensiero razionale.
Siccome il virus "circolante" SERVE bene a mantenere il terrore e lo stato emergenziale, quando uno scienziato che opera sul campo (non da salotto come quelli che hanno dominato la scena da 3 mesi) dice le verità provenienti d OSSERVAZIONI FATTE E VERIFICATE, ecco che viene immediatamente attaccato e screditato dai media di regime, e probabilmente anche minacciato o zittito (come si intuisce da alcune frasi nei giorni successivi).
L'avv. Polacco descrive questo deplorevole stato di minaccia costante al dissenso in cui vivono tutti coloro che a vario titolo vogliono essere ONESTI nella loro professione, e devono soggiacere al diktat del "virus permanente" contro ogni evidenza : https://www.youtube.com/watch?v=WzmHzFjPspM al min. 6:20

Anonimo ha detto...

1956.... PIANO RIUSCITO

Leggete queste straordinarie parole di Günther Anders, datate 1956, e ditemi cosa vi fanno pensare...

"Per soffocare in anticipo ogni rivolta, non bisogna essere violenti.
I metodi del genere di Hitler sono superati.

Basta creare un condizionamento collettivo così potente che l'idea stessa di rivolta non verrà nemmeno
più alla mente degli uomini.

L'ideale sarebbe quello di formattare gli individui fin dalla nascita limitando le loro abilità biologiche innate.

In secondo luogo, si continuerebbe il condizionamento riducendo drasticamente l'istruzione, per riportarla ad una forma di inserimento professionale.

Un individuo ignorante ha solo un orizzonte di pensiero limitato e più il suo pensiero è limitato a preoccupazioni mediocri, meno può rivoltarsi.

Bisogna fare in modo che l'accesso al sapere diventi sempre più difficile e elitario.

Il divario tra il popolo
e la scienza, che l'informazione
destinata al grande pubblico sia anestetizzata da qualsiasi contenuto sovversivo.

Niente filosofia.

Anche in questo caso bisogna usare
la persuasione e non la violenza diretta:

si diffonderanno massicciamente,
attraverso la televisione, divertimenti che adulano sempre l'emotività o l'istintivo.

Affronteremo gli spiriti con ciò che è futile e giocoso.

E' buono, in chiacchiere e musica incessante, impedire allo spirito di pensare.

Metteremo la sessualità al primo posto degli interessi umani. Come tranquillante sociale, non c'è niente di meglio.

In generale si farà in modo di bandire
la serietà dell'esistenza, di ridicolizzare tutto ciò che ha un valore elevato, di mantenere una costante apologia della leggerezza; in modo che l'euforia della pubblicità
diventi lo standard della felicità umana.

E il modello della libertà.

Il condizionamento produrrà così da sé tale integrazione, che l'unica paura,
che dovrà essere mantenuta, sarà quella di essere esclusi dal sistema e quindi di non poter più accedere alle condizioni necessarie alla felicità.

L' uomo di massa, così prodotto, deve essere trattato come quello che è: un vitello,

e deve essere monitorato come deve essere un gregge.

Tutto cio' che permette di far addormentare la sua lucidità e' un bene sociale,

il che metterebbe a repentaglio il suo risveglio deve essere ridicolizzato, soffocato,

Ogni dottrina che mette in discussione il sistema deve prima essere designata come sovversiva e terrorista e coloro che la sostengono dovranno poi essere trattati come tali. "

(Günther Anders, "L'uomo è antiquato", 1956)

Anonimo ha detto...

Scriveva 4 anni e mezzo fa lo psichiatra Paolo Cioni:

“Sono un grave paranoico e sto da anni pensando di mettere su un piano per assoggettare tutta la popolazione mondiale ai miei voleri. Il mio progetto consiste nel seguente decalogo:

1) Drogare la popolazione con sostanze d'abuso e farmaci;

2) Diminuire il QI generale favorendo programmi d'intrattenimento di massa demenziali, "divertendo" attraverso la solleticazione di impulsi primordiali;

3) Distruggere ogni riferimento a tradizioni, cultura e religione, sbandierando, per prevenire obiezioni, che mi sto occupando di favorire la "cultura" della popolazione;

4) Distruggere la scuola riempiendola di contenuti "alternativi" che confondono sugli obiettivi da raggiungere e fare screening psicologico-psichiatrici nelle scuole per individuare bambini disturbati da "normalizzare";

5) Rendere insicura la popolazione facendola invadere da masse informi e incontrollate, non integrabili;

6) Fare proclami di integrazione e di accoglienza impossibili da gestire e, mentre la popolazione si sente invasa e impaurita, farla sentire ancora più insicura sbandierando l'apertura dei confini indiscriminata;

7) Nel contempo, dopo aver fatto assaporare un periodo di benessere economico teso alla spesa incontrollata, con il denaro che ha sostituito i precedenti valori, provocare una "crisi" economica senza fine dove la popolazione fa fatica a tirare avanti e non ha più valori sostitutivi al denaro, che viene a mancare. Mostrare in parallelo gente viziata e ricchissima che guadagna stipendi da mille e una notte per tirare due pedate o cantare una canzoncina, o occuparsi del nostro bene pubblico;

8 ) Distruggere quel che resta della famiglia, logorata da anni di leggi contrarie ad incentivarla e da un'ideologia del godimento che l'ha minata culturalmente, rendendola un optional arcobalenato;

9) Introdurre norme sempre più restrittive della libertà di pensiero, in nome della "democrazia";

10) Distruggere l'identità di genere fino dalle scuole, confondendo le idee su quelle che sono le basi della personalità individuale.

Che ne dite, sono a buon punto?”

Anonimo ha detto...

I gilet arancioni hanno dato una bella botta, e pensare che lo stato (pseudo) ha fatto di tutto contro, ha bloccato gli italiani col covid, han bloccato i pulman con centinaia di persone, han sparso la voce che Pappalardo è un massone che frequentava i salotti tv ecc, un'ape che vola qua e là, la storia ci dirà se sono notizie che hanno almeno una radice o no. Comunque persino la piazza e l'ora a Roma è stata ceduta a Salvini Meloni Taiani, che però ci han fatto una magra figura, perché son stati platealmente schifati dagli italiani che erano coi gilet arancioni apartitici. quindi ieri sera Mentana era sconvolto che non si fosse riuscito a fermare gente come i gilet arancioni,e che qualcuno avesse accennato che avevano sbagliato ad uccidere fratello, il che posso ipotizzare fosse riferito a Mattarella, il cui mondo pare legato alla mafia,anche visto che Napolitano,detto nella trasmissione di Giletti, dal Magistrato De Magistris ha coperto mafiosi. Ormai il governo è de-ligittimato , anche nell'accettazione implicita, che esplicita non esiste . L'opposizione ha perso tutto facendo la cricca coi pseudogovernanti. I gilet arancioni hanno vinto. Ne parlano oggi in tv persino, dopo averne accennato ieri sera, ma continuano ad oscurare i video della manifestazione gilet arancioni. PS io sono andata a vedere la lega in loco, per protesta, ma per non adesione ho indossato il gilet giallo.

Anonimo ha detto...

Ci ha lasciati Roberto Gervaso (1937-2020)

Gervaso la trovo in forma splendida…
«Infirma splendida, vuole dire. Io ho 78 anni. Vivo una vita postuma, reggo l’anima coi denti, e muoio al dettaglio».
Silvio Brachetta

Anonimo ha detto...


"Gli omicidi commessi dalle polizie locali sono andati avanti per anni senza particolari variazioni statistiche"

Se chiamiamo "omicidi" queste morti, mettiamo la polizia sullo stesso piano dei delinquenti, il che non è accettabile. Il sito Nessuno Tocchi Caino lo dà il numero dei poliziotti che vengono uccisi ogni anno in America del Nord, e anche feriti? La polizia americana ha a che fare con una delinquenza molto violenta, che spara e comunque ammazza senza pensarci due volte. I metodi della polizia sono quindi in proporzione all'avversario, metodi rudi, a volte applicati con eccessi di brutalità come nel recente caso, la cui dinamica non è però ancora del tutto chiara anche se ha scatenato le inevitabili proteste di piazza mediaticamente pompate, subito utilizzate da rivoluzionari e criminali di ogni tipo al fine di sfogare i loro istinti.
Qualcuno vorrebbe forse inaugurare una "primavera araba" in stile yankee, per così dire, per danneggiare il più possibile la campagna elettorale di Trump o addirittura forzarlo a dimettersi sotto l'accusa di non saper governare un Paese in prede al caos e sull'orlo della guerra civile? C'è da pensarlo, guardando anche all'atteggiamento dei Democratici, il partito i cui leaders furono i sostenitori delle famigerate "primavere arabe", un movimento di dissoluzione anarchico-democratica che dall'Africa del Nord investì il Medio Oriente e mise piede in Europa Orientale, in Ucraina. Fu però bloccato dalla reazione russa, in Ucraina e poi in Siria; in Egitto dall'intervento dell'esercito, ancora al potere. La "primavera araba" ha prodotto in Libia un tumore la cui metastasi sembra aumentare di continuo.
Vedremo come andrà a finire in America, la battaglia per Trump non è facile, trovandosi egli in sostanza isolato e sottoposto ad un continuo impressionante linciaggio mediatico e poco appoggiato anche all'interno del suo partito. Nonostante i suoi toni rudi, la politica di Trump rimane l'unica valida, come tentativo di arrestare la decadenza dell'Occidente. Si impernia sulla lotta all'aborto mentre contro l' omosessualismo si limita ad una politica di contenimento. L'obiettivo di Trump è arrivare ad avere nella Corte Suprema una maggioranza che rovesci la giurisprudenza filoabortista oggi prevalente. Ma proprio questo obiettivo gli scatena contro l'ira di pregiudizi ed interessi giganteschi.
Policratico

Anonimo ha detto...


Gervaso non scrisse una sorta di biografia di Cagliostro, che cercava di mettere quel celebre impostore in buona luce, libro fortemente anticlericale e filomassonico?

Anonimo ha detto...

Vi dò una notizia di questo momento. A Piazza Venezia a Roma è in atto uno scontro tra le FDO e la federazione dei movimenti di liberazione dell'Italia, decisi a rovesciare questa dittatura disumana. Nelle TV di regime non se ne farà il minimo cenno. La diretta su youtube viene trasmessa con parziale oscuramento. Preghiamo che si possa fare qualcosa di risolutivo per il bene di tutto il popolo italiano, con l'intercessione della SS.ma Vergine, NOstra Signora del Buon successo, (secondo la sua promessa) in questa battaglia inaudita contro le forze delle tenebre, che manovrano abilmente i governanti del mondo, senza violenze inutili e senza guerra civile. Un Rosario per l'Italia è ora necessario, ogni giorno. Per chi vuole seguire gli eventi: https://www.youtube.com/watch?v=LPX_VDC26Eo

Anonimo ha detto...

Lo strano concetto che, i sinistrati, hanno della uguaglianza e del giudizio sui comportamenti!
Ho letto vari commenti, di giornalisti, di internauti sulla manifestazione di ieri a Roma, commenti di disapprovazione, pensate un po', per gli assembramenti e per" l'attentato al clima di unità nazionale" che secondo il sinistrato, improvvisamente, sarebbe comparso nella terra dei guelfi e ghibellini, dei rossi e dei neri! Sicuramente anche l'immancabile Gramellini avrà fatto la sua chiosa, non lo so perché non leggo mai quel fritto misto di luoghi comuni che lui spaccia per perle di saggezza, insomma tutto il caravanserraglio dei pennivendoli di regime si sono attivati nel rimettere in moto il loro hobby preferito, è cioè l'indignazione a corrente alternata!
Ho visto le foto della folla a Codogno per la cerimonia con il presidente della Repubblica, tutti belli accalcati, ma politicamente corretti, quindi al sicuro da virus contagi vari! Nello stesso giorno la manifestazione di Roma della opposizione perfettamente uguale, folla (e meno male) come a Codogno ma, in questo caso, a rischio contagio, essendo una folla politicamente scorretta!
E vogliamo parlare del 25 aprile scorso, quando in piena chiusura per coronavirus gli sfigati sinistrati radical chic sono scesi in piazza a cantare bella ciao? Anche in quel caso nessun problema per i sinistrati nel cervello, il virus è notoriamente di sinistra e non colpisce i sinistrati,(anche perché ne ha pietà, come si fa a colpire dei poveracci già così duramente mazziati dalla natura essendo affetti da psicosi comunista?)
Poi c'è stato qualche bel tipo che, nella terra dei guelfi e ghibellini, si è inventato una unità nazionale dove i trinariciuti hanno abolito la stessa nazione da sempre! In altri termini c'è chi ha avuto sulle corna il successo della manifestazione di Roma e, preso da un attacco di bile, ha colpevolizzato i manifestanti perché non appoggiano il governo! E come si sono permessi di infrangere tutto questo clima al miele dove tutti vogliono bene a tutti?
Insomma è diventato reato opporsi al governo dei bibitari, né più né meno che essere anticomunista ai tempi di Stalin! Come potete vedere tutto è tornato "normale ", i comunisti fanno i comunisti, come sempre, ed è questo il segnale più importante della estinzione clinica del corona virus! Ad maiora italioti!
Domenico Napolitano

Anonimo ha detto...

Da vari decenni Roberto Gervaso era stato confinato in un’Italia parallela, già passata. Era conservatore, ironico e antisinistra perciò subiva un mezzo esilio indecente, che lui “indossava” con decoro e spiritosa dignità.
(Marcello Veneziani)

Anonimo ha detto...

Gli agenti della Polizia di Frontiera hanno rintracciato nella zona di San Dorligo della Valle (Trieste), sull’altopiano del Carso, oltre una sessantina di clandestini.
Il gruppo, composto da soli giovani maschi pakistani è stato preso in carico dalla Polizia di Frontiera e dalla Polmare: sono stati trasportati nelle strutture di accoglienza individuate dalla Prefettura, per poter trascorrere una vacanza quarantena a spese dei contribuenti.
E sono solo gli ultimi di una lunga serie:
Centinaia nell’ultima settimana. Solo tra quelli individuati. Migliaia in marcia dai Balcani.
Poi ci rompono con gli ‘assembramenti’. Andate dove non si dice.
La Francia ci rimanda indietro i clandestini, noi non siamo in grado di rimandarli in Slovenia. Che intanto respinge gli italiani come appestati. Che governo di merda.

https://voxnews.info/2020/06/01/migliaia-di-islamici-in-marcia-verso-litalia-centinaia-passano-frontiera/

Anonimo ha detto...

Dell'agnostico e massone (per ammessa convenienza professionale) Roberto Gervaso, ieri passato a miglior vita, va ricordato il gusto per l'aforisma tagliente ed azzeccato, come quello, di alcuni decenni addietro, che faceva piena luce su certe derive ideali, morali e politiche della Democrazia Cristiana.

"I democristiani, da cattivi cattolici, ma da ottimi clericali, non credono in niente. E chi non crede in niente, non solo è capace di tutto, ma lascia fare tutto a tutti."

Da Fb ha detto...

"E Niente... Oggi Zangrillo torna sui suoi passi, si mette a fare gesti di appartenenza massonici, chiede aiuto ai suoi fratelli, in altre parole il solito merdaio di circoli mafiosi di pressione e ricatti vari... Un medico radiato va sotto i ponti: o segui i Golpisti o arriva il pollice verso 👎 dell'Ordine (NWO). Vi risparmio il video che già le TV sciacquano abbastanza i cervelli.
Chi ancora non ha capito che siamo in piena deriva da dittatura sanitaria o è un analfabeta funzionale o è ignorante alle dinamiche del Potere. IL carnevale deve continuare, chi è fuori dal coro e non butta benzina per alimentare lo psico dramma sanitario, oramai inesistente ed ingiustificabile, verrà "epurato".

Anonimo ha detto...

Il pitone, una storia vera.

Stamani mentre pregavo mi è venuta in mente una storia (vera) che mi raccontò mio fratello un paio di anni fa. Un suo amico aveva in casa un piccolo pitone di cui era orgogliosissimo e che lasciava libero, tanto gli piaceva la sensazione di convivere con qualcosa di diverso che usualmente può incutere paura, ma che in quel contesto fosse assolutamente innocuo. Anzi piu’ volte diceva che la mattina si svegliava con il suo bel pitone a fianco al letto, segno - a parer suo - di inequivocabile affetto.

Dopo qualche tempo, mio fratello chiese all’amico del pitone e lui facendosi cupo disse di averlo dato via. Mio fratello stupito ne chiese ragione. L’amico rispose che avendo riferito al veterinario dell’affetto che il pitone dimostrava ogni mattina al suo risveglio, lui gli rispose molto semplicemente: “non é affetto caro mio, é istinto, sta prendendo le misure. Se continua a tenerlo libero, appena sarà sufficientemente cresciuto, quel pitone sarà la sua bara”.

I pitoni infatti ingoiano persone intere, così come in tutti i Paesi del mondo l’Islam divenuto maggioranza fa vittime cristiane. Anche laddove sia piú moderato e non arrivi a fare vittime, é indiscutibile la pressione oscurantista che esercita sul credo cristiano, esempi quotidiani sono in Pakistan come in Medio Oriente.

Quindi spero che anche chi governa in casa nostra, in Italia, possa incontrare un buon veterinario che lo risvegli da questa idiozia comportamentale composta da vanita’ “progressista”(o meglio “regressista”) e ingenuità (o meglio “ignoranza”) pentastellata.

p.s.Un paio di giorni fa é stato ratificato l’accordo “culturale” Italia-Qatar per la sovvenzione di moschee e centri culturali islamici in Italia con il solo voto negativo di Fratelli d’Italia!!! (lega e forza Italia astenuti).

Il paradosso di una sinistra che si dichiara tanto attenta ai diritti delle donne, ma che nella pratica stende il tappeto rosso ad una cultura che considera la donna come essere inferiore.

Anonimo ha detto...


IL femminismo nelle immagini della App Immuni, scadute nel ridicolo e nel controsenso

Quella che sta venendo "scaricata" in questi giorni da chi vi si vuole sottomettere volontariamente per i "tracciamenti" coronavirus. I due logo iniziali su di essa facevano vedere una donna con un bambino e un uomo al computer. Giusto. Proteste per "sessismo" (?). Allora, si cambierà, dicono i giornali: un uomo che culla un bambino, una donna al computer. E al posto di un'immagine interna col dottore, una con una dottoressa. Ci mancherebbe.
Le donne sono dappertutto e stanno diventando maggioranza in molti settori, un fatto puramente numerico. Più della metà dei giudici sono donne, ci dicono i numeri. Lo stesso per i medici? E come funziona la giustizia, è migliorata rispetto al passato?
Ma a ben vedere l'immagine della madre col neonato è incongrua, per il nostro paese: le donne in gran maggioranza non vogliono più fare figli, vogliono vivere come gli uomini, al matrimonio regolare con un marito preferiscono l'aborto, il sesso protetto dalla pillola, i rapporti saffici e chi più ne ha più ne metta. E anche quando sono normali e sposate, se lavorano tutto il giorno in ufficio, tempo per fare figli ne hanno davvero pochino.
L'immagine dell'uomo col neonato è ridicola ed effeminata ma ai maschietti all'acqua di rose di oggi non sarà difficile imporla.
Speriamo che al dunque questa App Immuni sia un flop, anche per ragione di estetica, di buon gusto.
Una delle cause della caduta dell'impero romano in Occidente, dicono alcuni storici, sarebbe stata un'epidemia di influenza iniziatasi ai tempi di Marco Aurelio (forse importata da legionari che avevano combattuto in Persia) e protrattasi ad intervalli sino ai tempi di Giustiniano, ossia per circa quattro secoli. Negli intervalli, anche pestilenze peggiori.
Roma città fu decimata almeno una volta, pare.
Certo, società così completamente e pervicacemente capovolte come le nostre, sino a quando il Signore potrà tollerarle? La nostra corruzione è assai peggiore di quella del mondo antico.
O.

Una polemica semplicemente ridicola ha detto...

Il sessismo è senz’altro qualcosa di penoso, ma anche chi lo vede ovunque non scherza. Per esempio, gli illuminati che stanno ringhiando contro l’immagine presente tra le grafiche dell’applicazione raffigurante un uomo e una donna: lui lavora al computer, lei tiene in braccio un bimbo ancora in fasce. Un orrore per gli ayatollah del politicamente corretto, i quali non proferiscono parola contro il crimine dell’utero in affitto e naturalmente difendono il delitto dell’aborto volontario, ma davanti ad una madre con il suo piccolino e ad un padre che manda avanti la baracca niente, non ce la fanno, impazziscono.
Ma dove stia lo scandalo non è chiaro dato che pure in Norvegia e Svezia la cura dei figli, specie sotto i cinque anni di età, è un impegno anzitutto femminile, cosa che neppure il passare dei decenni ha più di tanto modificato; che una donna lavori a tempo pieno o meno cambia poco (The Annals of the AAPSS, 2009). E perfino tra i primati le femmine mostrano più interesse nei confronti dei neonati e dei cuccioli della controparte maschile (Psychobiology, 1988): «sessista» pure la natura? Andiamo. L’impressione è dunque che a sinistra non si sentano molto bene. Per questo attendo il giorno in cui, dopo il covid, il dottor Zangrillo dichiari «clinicamente morto» pure il progressismo.
Giuliano Guzzo
https://giulianoguzzo.com/2020/06/03/app-immuni-sessista-ma-dove/

Anonimo ha detto...

Giuseppe Palma:
Credo che ormai tutto sia perduto.
L'Umanità sta per entrare in una nuova Era, eccessivamente digitalizzata e con contatti umani ridotti all'essenziale, che mai si era vista nella storia. Non è né progresso, né sviluppo, ma MUTAMENTO ANTROPOLOGICO.
Non PER l'Uomo, ma CONTRO l'Uomo.
Non è né un'opportunità, né una sfida, ma una nuova forma di schiavitù in cui sarà "felice" solo chi saprà meglio adattarsi.
I vecchi concetti di Libertà e democrazia, che avevamo dato per scontati, non saranno mai più quelli di prima.
Credo sia finita. Mi dispiace.

Rr ha detto...

Che alla manifestazione di Roma del CD non ci fosse nessuno, ho i miei dubbi, avendola seguita, così come ho seguito altre manifestazioni, tutte disponibili su FB o YouTube. Anzi mi ha meravigliato la tanta gente che c'era.

Su Pappalardo: era sottosegretario con Ciampi, noto rivoluzionario, e denuncio' Salvini per l’ “ affaire” Diciotti.
Mi sembra un altro Grillo e 5Stelle. Sappiamo com’e' finita.
PS: se fosse così pericoloso, non lo avrebbero neanche fatto sbarcare aRoma.
Le manifestazioni di Casa Pound sono sempre vietate, le sue autorizzate. Dice niente?

Viator ha detto...

Per la Boldrini una mamma con un bimbo in braccio è solo un "insopportabile anacronistico stereotipo"! E' da esorcismo...

Anonimo ha detto...

Giorgia Meloni:
Un'altra conferenza stampa di Conte mandata in diretta in contemporanea su più reti per dire che il governo FARÀ tantissime belle cose. Milioni di italiani assistono basiti, chiedendosi con quale coraggio si facciano nuove promesse quando non sono ancora arrivate le risorse promesse in analoghe conferenze di due mesi fa. Ma forse per rendersi conto di quanto tutto questo sia surreale occorrerebbe, ogni tanto, uscire dal palazzo e dalle conferenze virtuali.

Anonimo ha detto...

Siamo basiti perché ha nominato la banda larga la tecnologia alta velocità, ma di scuola di sanità di lavoro di imprenditoria niente... Giuseppe Conte, il favoliere delle Puglie

Anonimo ha detto...

https://www.qelsi.it/2020/conte-oltre-ogni-limite-parla-di-progetti-faraonici-mentre-litalia-muore/
....
Insomma tutti attendono la fine del Governo Conte e lui parla come se fosse stato appena eletto dagli Italiani e avesse davanti anni interi di mandato. Sapremo nei prossimi giorni se tutto questo è il tentativo disperato di un pazzo di sopravvivere a se stesso, oppure c’è un disegno più generale che non può non coinvolgere il Quirinale.
....

Anonimo ha detto...

In futuro bisogna stare attenti, il potere inebria e si rischia di trovarsi con centinaia di ebbre nullità, in delirio di onnipotenza, alla guida del paese.

Anonimo ha detto...


Trump, poco dopo l'inizio della crisi da pandemia, ha fatto avere a tutti gli americani con un reddito lordo inferiore ai 75.000 dollari 1200 dollari netti, donazione una tantum. Sono arrivati automaticamente sul conto corrente, mandati tecnicamente dal temutissimo INternal Revenue Service, l'agenzia americana delle entrate, sotto la voce : "rimborso fiscale".
In Italia una mossa del genere sarebbe possibile? Gli aiuti messi in cantiere dal governo, come sono stati dati? Si è dovuto far domanda per averli oppure no?
Ma in America c'è un sistema presidenziale, questa è la differenza: l'esecutivo, ossia il presidente ha una serie di poteri di intervento che il nostro governo non ha (ha un potere "di indirizzo"). Dopo i soldi, Trump ha mandato una lettera di una pagina a ciascun beneficiato spiegando il perché e il percome. Il foglio era da un lato in inglese, sul verso in spagnolo, seconda lingua degli Stati UNiti.
La colpa più della nostra classe dirigente è forse quella di non aver voluto fare una vera riforma costituzionale, che ci desse finalmente un esecutivo in grado di operare, sempre sabotata dai partiti che contano, comunisti e postcomunisti in testa.

Anonimo ha detto...

Che cosa farà la Commissione Colao?
si prepara un disegno liberista FOLLE!! Ascoltate l'allarme dell'economista Malvezzi:
IL PIANO COLAO CHE CHIUDE IL CERCHIO DEL DISEGNO LIBERISTA: LA FINE DELLO STATO -
Un progetto molto chiaro secondo l'economista che punta ad un unico obiettivo: “Mettere fine allo Stato, svendendo 70 anni di crescita, dalla fine della guerra, nelle mani delle Banche e degli speculatori stranieri”. Per Malvezzi la soluzione per risollevare il Paese starebbe nell’economia umanistica. Che cosa si intende con questa espressione? Segui l’intervista su Byoblu24 https://www.youtube.com/watch?v=MyGtDAM40As&t=226s
Oltre 80mila firme per il Manifesto del Patto per la Libertà di Espressione. Manca la tua? Mettila qui: https://go.byoblu.com/Patto

Chi è Colao? ha detto...

ADDIO ORO E PARTECIPAZIONI STATALI: nell’agenda di Conte il piano Colao per rubare le ultime cose rimaste all’Italia

Il richiamo agli “Stati generali dell’Economia” fatto ieri da Conte apre la strada all’applicazione del cosiddetto “Piano Colao”. Questo piano è un distillato dei desideri della grande imprenditoria italiana, quella che copre le perdite con i contributi pubblici, ma si tiene ben stretta gli utili, magari portandoli all’estero. Del resto lo stesso Colao scrive da Londra, dimostrando una conoscenza superficiale della situazione italiana.
Il piano è Astuto perchè contiene anche dei punti messi ad hoc per nascondere l’obiettivo principale e dargli qualche scusa per renderlo in parte accettabile.
Vediamo i punti principali:
1. Pace fiscale;
2. Piena deducibilità degli aumenti di capitale;
3. Benefici fiscali per le aziende che centrano gli obiettivi di crescita dimensionale;
4. Creazione di un fondo di sviluppo pubblico;
5. Modifica delle procedure fallimentari.
Ora i punti 1 e 5 sono quelli “Di Distrazione ” e messi per nascondere i regali a tutto il resto. La Pace Fiscale serve, è necessaria, ma è chiesta soprattutto dalle forze di opposizione (Lega in testa). La riforma della procedura fallimentare è INDIFENDIBILE ed è ormai una riforma orfana, nel senso che nessuno la difende, se non qualche pasdaran piddino che non ha mai gestito neanche un’edicola.
I problema sono gli altri tre punti che, casualmente, non sono nè in testa nè in coda…
La piena deducibilità degli aumenti di capitale e i benefici fiscali per le grandi aziende che continuano a crescere, punti due e tre, sono solo dei regali, non particolarmente necessari, per i grossi gruppi. Sono regali inutili, completamente inutili. Facciamo un caso pratico nella situazione attuale: i vaccini COVID che andranno presto in testo non sono stati sviluppati dalle “Big Pharma” che, a parte Moderna, sono rimaste a guardare. Sono il frutto di piccoli-medi laboratori, fortemente innovativi e focalizzati, che hanno sviluppato questi prodotti per poi cederli alle Big Pharma. Il vaccino di Astra Zeneca è stato sviluppato da IRBM di Pomezia, non da Astra Zeneca. Le grandi società trovano più comodo comprare i risultati delle piccole e non investire nulla. Vogliamo ancora di più facilitare le loro operazioni? Inoltre la facilitazione delle operazioni di Merger and Acquisition (M&A), come apertamente affermato nel piano Colao, andrebbe a solo vantaggio di un pugno di grossi cagnoni che si avvantaggerebbero di queste operazioni. Tra l’altro la misura sarebbe poco incisiva in una situazione di depressione economica come l’attuale. Quale sarebbe l’incentivo alla crescita derivante da una concentrazione ulteriore del mercato? Nessuna.
Queste però sono solo misure regressive ed antisociali. Il peggio verrebbe dal punto 4). Colao prevede un fondo delle dimensioni fra i 100 ed i 200 miliardi, gestito da CDP; che ormai fa tutto all’interno del Ministero dell’Economia. Da dove vengono i soldi?
https://scenarieconomici.it/addio-oro-e-partecipazioni-statali-nellagenda-di-conte-il-piano-colao-per-rubare-le-ultime-cose-rimaste-allitalia/