lunedì 1 giugno 2020

Questioni mondiali

Da quando siamo diventati “un” mondo, da qualche decennio, si è aperto un nuovo campo di studio quello appunto che ha in oggetto il mondo nel suo complesso. Il grande ritorno d’interesse per una disciplina primo novecentesca caduta in disuso nella seconda parte del secolo (almeno nel dibattito pubblico) - la geopolitica - è figlio di questo nuovo modo di inquadrare in grande le cose umane. Ma ci sono ovviamente anche le questioni sulla globalizzazione, sulle migrazioni, sulla rete delle reti, nonché le questioni ambientali e climatiche di loro natura sovra-regionali, il ruolo della grandi religioni (islam, cristianesimi). Gli unici studiosi che sembrano aver colto il punto con sguardo ampio e curioso, sono gli storici. In Storia infatti, è fertile ed in piena espansione il filone della World History e della Global History (che non sono la stessa cosa).
Si ricorda che siamo diventanti “un” mondo, sebbene ovviamente per ragioni di coabitazione planetaria lo fossimo anche prima in un certo senso, non per via della globalizzazione ma per via del fatto che settanta anni fa eravamo 2,5 miliardi mentre oggi siamo 7,8 mld circa. Siccome le terre emerse abitabili sono sempre quelle, se in quel “sempre quelle” triplichi le persone che vi vivono sopra, inevitabilmente le une toccano le altre, metaforicamente ma anche concretamente.

Concretamente perché quello che fa A ha effetto su B, tutte attingono allo stesso pianeta (acqua, cibo, materia, energia), competono per lo spazio e poi perché certo Internet, globalizzazione, rete dei trasporti, interessi economici e finanziari, geopolitici, tessono la rete di interdipendenze ed interrelazioni che fanno del mondo “un” mondo. L’un mondo non sostituisce certo i vari frammenti di mondo locali, si somma. C’è quindi uno spazio del nostro intorno, quello regionale, quello stato-nazionale (per chi ha una nazione) o statale e basta (per chi ne ha più d’una a suo interno), quello continentale, quello della civiltà d’appartenenza ed infine ora anche quello planetario o mondiale. Ci sarebbero poi anche gli spazi virtuali, quelli d'acqua, quelli d'aria, quelli sotto la pedosfera (la parte più superficiale della litosfera -ndr) e quelli fuori dell'atmosfera ma rimaniamo coi piedi per terra.

Il fatto che la prima parte del secolo scorso passerà alla storia per le prime (e speriamo ultime) due guerre “mondiali”, dice di come il contesto mondo stava preparando la sua emersione già da tempo. Ancora prima potrete trovare una prima forma di mondializzazione economica e dei trasporti, il più vasto impero (non territorialmente continuo) della storia ovvero quello britannico, sistemi coloniali e reti di scambio merci e persone in aree locali di una certa dimensione (lo c.d. “scambio colombiano”, le reti indo-pacifiche asiatiche, le reti interne all’Africa), fino al 1942 quando il processo ha avuto inizio in un mondo di sole 460 milioni di persone, praticamente l’attuale sola Unione europea.

Ora, secondo Armed Conflict Location & Event Data Project [qui], tra 2017 e 2018, i conflitti armati nel mondo hanno fatto circa 193.000 vittime. L’attuale contabilità registrata su i vari dati forniti dagli stati della pandemia Covid19, segna un 344.000 morti nei soli 5 primi mesi del 2020. Sappiamo però che su i dati europei ed americani, si stima un +50% effettivo rispetto al dichiarato. Sappiamo anche che nel dichiarato il 70% dei contagiati e l’80% dei morti è appunto in Europa + Nord America, quindi saremmo portati a ritenere i 344.000 morti contabilizzati passibili di una più realistica stima ad almeno 516.000 morti. Ma dovremmo anche considerare che molti paesi non "occidentali", pur ancora nel solo 20% dei morti dichiarati, probabilmente hanno cifre anche peggiori. Su i dati di contabilità mortuaria come in Russia, in Brasile, la stessa Cina, ma anche altri asiatici massivi come India, Pakistan, Bangladesh, c’è probabilmente ancor meno contato di quanto non ci sia stato in occidente. Ad occhio penso che potremo prudenzialmente stimare una contabilità parziale a cinque mesi di 600.000 morti almeno. Ma 500.000 o 400.000 non cambia molto al fine del nostro discorso che voleva solo indicare come in cinque mesi s’è fatto almeno il doppio (se non il triplo) dei morti per conflitti in un anno o anno e mezzo recenti.

Niente, era solo per aggiornar l’elenco delle questioni mondiali che ora oltre a questioni geopolitiche, economico-finanziarie, della spartizione delle risorse, religiose-culturali e informative (e tecnologiche), ambientali e climatiche, demografico-migratorie, sommano anche quelle sanitarie. In realtà chi si occupa del tema "mondo" già lo sapeva, ma ora lo sanno anche tutti gli altri. Il che aumenta non solo la complessità oggettiva del sistema-mondo, ma anche quella percepita. E piano piano la percepita effetterà anche quella oggettiva, complicandola.
Il percepito retroagisce sull'oggettivo, l'oggettivo sono i fatti ed i numeri dei fatti ma bisogna vedere che percezione e diffusione se ne ha.
Incredibile come in una affare così piccolo possa prodursi un tale casino, no?
Pierluigi Fagan

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Che si volesse, in alcuni ambienti, sfoltire l'umanità non era e non è una novità. Ora visto che questo virus ha dato risultati mortuari eccellenti due o tre cose restano da fare:

1) trovare indizi e prove che questo piano realmente è stato concepito e scientemente organizzato;

2) trovate prove e nomi, portare i responsabili, i complici e gli esecutori davanti ad un tribunale mondiale che non sia corruttibile e/o manipolabile dai soliti extra/ricchi e super/corrotti.

3)Diventa chiarissimo che, se si vuol parlare di mondo, è necessario che esista almeno la Chiesa Cattolica Cattolica Pia, cioè vera, originale, di sempre, dei suoi tempi migliori, la cui identità torni ad essere la Sua identità. Gli altri si facciano pure le loro comunità monoteiste, politeiste, idolatriche, esoteriche, spiritistiche, sataniche, ecumeniche...

3')Noi dobbiamo occuparci della Chiesa Cattolica, accanto alla battaglia perenne contro gli eretici e traditori di NSGC, bisogna ingaggiare una guerra senza quartiere all'ignoranza, alla corruzione dei costumi, alla prigionia ideologica in cui si trovano le menti, altrimenti detto, a tutti i vizi e le debolezze umane che si ripetono ad ogni generazione, infatti ogni generazione fin qui non è mai diventa completamente santa. Ora che le generazioni sono quasi del tutto satanico/ipocrite occorre mettersi al lavoro alacremente.

3'') Quindi mondo o non mondo, continente o non continente, nazione o non nazione, città o non città, borgo o non borgo, famiglia o non famiglia è tempo di mettersi all'opera. Prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.

Il primo compito è la nostra conversione permanente. I nostri cuori sono pronti, in attesa che il Signore Gesù Cristo dia al piccolo resto la guida che Lui ha in serbo per questa ora.

Per quello che riguarda il numero e le risorse per sfamare il numero, l'inquinamento e la tecno(scienza omicida tutto si risolverà piano piano mentre gli esseri umani lasceranno spazio nei loro cuori al Signore Gesù Cristo.

Anonimo ha detto...

Autobus affollati a Roma... Invece ieri a Messa per Pentecoste brutta sorpresa. Non ci fanno entrare anche se c'è molto spazio perché devono lasciare mezza chiesa vuota, ordini del regime.

Sono già arrivati agenti in borghese a controllare. Oggi quando il sorvegliante (il sorvegliante!), che doveva tener fuori le persone, me lo ha detto gli ho rifatto la domanda ben 4 volte. Attonita gliela rifacevo, ma la risposta era sempre la stessa: agenti in borghese. Agenti in borghese. Agenti in borghese.

Proprio così: agenti in borghese a Messa contro questi cristiani terroristi che osano prendere la pericolosissima Comunione.
Per cercare di renderli meno pericolosi e indebolirli il paterno regime ha vietato a quei sovversivi di inginocchiarsi.

Ma sono certi che non basterà. E allora per dissuaderli da coteste riunioni rivoluzionarie stanno studiando nuovi divieti sempre più incisivi e disturbi sempre più deprimenti, come prendere la Comunione e pregare davanti a un grigio muro (tutti quelli rimasti fuori erano come dei galeotti rinchiusi in un cortile davanti a un muro), il santo regime farà di tutto per debellare questi focolai di cittadini che osano adorare un altro dio senza nemmeno venerare il santo regime uno e trino: Contentino -DiMaioinpeggio-Zingarello. AMEN

Ditemi che sto sognando. Incubo!

Anonimo ha detto...

Il futuro. L'obiettivo finale è il transumanesimo, poi solo robot e un mondo tutto artificiale, digitale, fatto di ologrammi. Il mondo minerale (un supporto hardware deve pure averlo) tutto sintetico, artificiale con la intelligenza artificiale, senza più piante e animali.

Anonimo ha detto...

RIFORMISMO ADDIO. FRANCESCHINI E L’ALLEANZA ORGANICA CON M5S.
.....
Come mantenere il potere: Dario Franceschini ha dichiarato che l'accordo PD-M5S dovrebbe secondo lui sfociare in una alleanza permanente.
......
Ci sono due partite dietro la proposta di Franceschini di un'alleanza organica fra Pd e M5s, spiega il sociologo Panarari. Una è politica: un matrimonio di interesse, che però priva i dem della loro natura riformista e li mette in difficoltà in Europa. L'altra è personale, e punta dritto a Palazzo Chigi.

L’ipotesi di un’alleanza strutturale tra il Partito Democratico e il Movimento 5 stelle paventata recentemente dal ministro Dario Franceschini forse è più di un’ipotesi. E, forse, lo è proprio perché formulata da Francescini. “In genere, quando si muove lui, è il preludio ad una serie di spostamenti all’intero del Pd e più in generale del centro sinistra“.
....
Pur di governare si sono già dimostrati capaci di ogni trasformismo... quello che chiedono ai loro elettori è però se possibile una trasformazione più radicale... a loro infatti si chiede di adeguarsi ad un partito azienda la cui ragione sociale non è più il cambiamento della società ma la produzione di benefici/privilegi derivanti dall'occupazione delle istituzioni.

Anonimo ha detto...

Costanza Miriano: Il ddl Scalfarotto Zan in esame alla Camera non prevede più come in precedenza la norma salva preti. Cioè neanche loro sarebbero esenti dal rischio di denuncia penale.
Ora, io non penso che militanti lgbt andranno nelle aule del catechismo parrocchiale, non in tutte almeno. Ma se a qualcuno saltasse l'uzzolo di controllare, o se un ragazzino raccontasse, che so, a uno zio quello che ha sentito a catechismo, cioè che l'amore voluto da Dio è fra un uomo e una donna, e se allo zio andasse di denunciare, sacerdoti e catechisti rischierebbero anni di carcere. Non la multa: il carcere.
Cattolici laici, catechisti, sacerdoti, vescovi, vi va bene questo?
Custodi della Costituzione, è normale questa soppressione delle libertà fondamentali?
Nessuno ha niente da dire?

by Andrea Sandri ha detto...

Katechon e apocalisse. Schmitt e Taubes

Il giurista è ciò che in seguito egli [Schmitt] chiama il kat-echon, colui che trattiene, che impedisce al caos di emergere. Non è questa la mia concezione del mondo né la mia esperienza. Come apocalittico immagino che direi: I have no spiritual investment in the world as it is. Ma capisco che un altro possa investire in questo mondo, e, qualunque ne sia la forma, veda nell’apocalisse l’avversario, facendo di tutto per soggiogarla e per sottometterla, poiché c’è il rischio che da essa si sprigionino forze che non siamo in grado di controllare.

- Jacob Taubes, La teologia politica di San Paolo, Adelphi, Milano 1993, p. 186

Anonimo ha detto...

Devono svendere quanto rimane dopo questa farsa, hanno la Germania e altri stati pronti ad acquistare tutte le nostre strutture, questi sono patti fatti con l'UE già ai tempi di Prodi e sinistra sua!

Anonimo ha detto...

"...adeguarsi ad un partito azienda la cui ragione sociale non è più il cambiamento della società ma la produzione di benefici/privilegi derivanti dall'occupazione delle istituzioni."

Preciso preciso, tessera più tessera meno, a quello che è accaduto alla fu religione cattolica in vaticano.

Anonimo ha detto...

Giuliano Guzzo:
I Paesi che ora non ammettono turisti italiani dovrebbero, per coerenza, scordarsi l’Italia; e i turisti italiani, se posso permettermi un consiglio, dovrebbero ricambiare il favore. Dopotutto, in giro per il mondo possono trovare tante cose carine, molte anche meravigliose, per carità. Ma per quanto di incantevole possa esservi fuori dai confini, nulla potrà mai competere con quel che c'è fuori dalla finestra.

Anonimo ha detto...

La questione mondiale è questa
https://www.youtube.com/watch?v=WROZjicw4jg&feature=youtu.be&fbclid=IwAR3GpY7NBBNYDSBkftuv2nhMbNVvJTz7ooJ631eWAg2h5J4ytSjqW2vGiTw

L'OMS quella che dirige il coronavirus (andato loro male) vuole il sesso nell'asilo, toccarsi ecc.… e vuole pure l'omopedofilia:nessuna discriminazione contro rapporti con minori, nessun limite di età pe r il sesso.Ovvero nesssuna galera ai porci

https://laforzadellaverita.wordpress.com/2020/05/29/sesso-dallasilo-lo-ordina-lorganizzazione-mondiale-della-sanita/?fbclid=IwAR1oRmGjs91DsaD86_X6LysOeMQ3jApap8wnhp9Y_H_Q-a98LJVrZrJ9lCE




Silente ha detto...

Il post delle 16:50 sulla proposta di legge Zan solleva un problema serio. E' una legge liberticida: ogni commento critico, anche moderatissimo, sull'omosessualità, o sull'utero in affitto, o sul fatto che esiste una sola vera famiglia, potrebbe portare a tre anni di carcere. Verrà sanzionato anche il possesso della Bibbia, o delle opere dei Padri della Chiesa, o delle lettere di Santa Caterina da Siena?.
E indigna il silenzio di chi dovrebbe opporsi, delle "opposizioni" ("opposizioni"?). Perché tacciono? E non credo che, anche se il centrodestra tornasse al potere, avrebbe il coraggio di abolirla. Certo non mi aspetto nulla da questa chiesa, ormai in mano a chi giustifica e sostiene la perversione sodomita.
E' un ulteriore segno dei tempi.
Silente

Diego ha detto...

Dipende da molte cose. Dipende da quanto tempo abbiamo prima di un guerra mondiale. Lo sviluppo dei computer quantistici potrebbe dare il via ad IA che siino autocoscienti e, sebbene ritenga molto pericolose queste creature, non sarebbero mai più malvage di una tigre o uno squalo. Il che le potrebbe rendere strumenti del Re dei Re. Se anche domani ci svegliassimo un S.Pio V redivivo come papa e i migliori governanti al posto di quelli che abbiamo avremmo un moto di rigetto da parte di una società che ha rifiutato Dio e la Sua Signoria. È l'animo degli uomini corrotto e questo non si cura con decreti o DPCM ma con la Fede e la preghiera nonché l'essenziale Grazia divina.
Le IA verranno usate dal maligno e i suoi accoliti ma, se come credo saranno di almeno "una dimensione" superiore a noi, divoreranno i loro padroni incauti e superbi. Siamo in tematiche di frontiera ma il senso di tutto è che le Vie del Signore sovrastano le nostre e non sappiamo mai da dove la vittoria di Cristo possa arrivare...

Anonimo ha detto...

Sono posseduti dai demoni. Se gli esorcisti si muovessero: esorcismo del parlamento, del governo, delle task forces anche dislocate in UK. Prima di tutto grande esorcismo del vaticano.

tralcio ha detto...

Più di un osservatore paventa lo scoppio di una guerra mondiale e in effetti se ne vedono le condizioni.
Più difficile è comprendere gli schieramenti che si fronteggeranno, dal momento che la confusione ha creato nemici all'interno degli Stati e delle coalizioni tra Stati.
Oggi, più di un tempo non lontano, le potenze non sono solo quelle che muovono gli eserciti, ma quelle di manine, più o meno invisibili, capaci di muovere armi immateriali a partire da circoli ristrettissimi, sovranazionali, in grado di condizionare anche gli Stati più potenti.
Paradossalmente una delle cause scatenanti il putiferio potrebbe non essere più il conflitto tra entità nazionali, o alleanze, per quello che accade fuori e dentro ai propri confini, ma l'estremo tentativo di ripulire il mondo da chi sta cancellando i confini dalle cartine.
Per costoro il nemico non parla un'altra lingua e non confessa un altro credo: no, è nemico chi semplicemente ha una lingua e un credo.
E' nemico l'uomo con un ordine, dal momento che va superato, in ogni contesto.
E' nemico chi vive da uomo e non si assoggetta ad essere scomposto, incasellato, gestito elettronicamente, sanitariamente come nella filiera agroalimentare e microcippato in ogni sua attività, anche le più private e intime, ritenute pericolose, sospette e ostili se non ricondotte alle macro del sistema informatico che ne detiene il file.
L'uomo creato da Dio non è un animale. Senza Dio è tale e quale.
Muore e diventa polvere, con la cremazione come simbolo dell'ottimizzazione del processo.
Siamo destinati a quello, se non più funzionali al sistema. E basta. Finisce lì.
Senza Gesù, il risorto, Dio incarnato e consegnatosi al sacrifico di croce, siamo tutto lì.
La differenza con l'animale da filiera di un uomo passa da questo snodo cruciale.
La guerra mondiale passa attraverso la trincea che difende il confine di non ridurci a semplici animali.
Tra l'altro l'animale non pecca.
E' vero: solo l'uomo, tra le creature anche materiali, pecca.
Chi nega il peccato ci vuole animali.
E' un altro aspetto (terrificante) degli strani schieramenti in campo, anche dentro la Chiesa Cattolica. Il peccato è brutto e costa sangue a Dio.
Ma ci rivela chi è l'uomo, creato da Dio e diverso da tutti gli altri animali.
Il nuovo ordine ci vuole bestie.
E' la bestia infatti ad aver distrutto l'ordine, per aver peccato contro Dio.
Una bestia spirituale, che si è impossessata delle menti, brillanti, di uomini potenti.

Anonimo ha detto...

C'è davvero qualcuno che se la sente di dargli torto?

"Il consumo capitalistico impone un movimento di riduzione dei desideri attraverso la regolarità della soddisfazione dei bisogni artificiali che restano bisogno senza esser mai stati desideri".

(Guy Debord, 1960)

Anonimo ha detto...

La cosa che non dovevano sbagliare è continuano a sbagliare con un numero enorme di morti (x ora 30000-50000 ma che cosa se tutti gli asintomatici si ammalano dopo?) é nn aver chiuso frontiere e confini. Il virus è tutti i suoi ceppi possono tranquillamente entrare da confini e aereoporti e l'epidemia con le loro aperture non può x me che ricominciare con lutti x tutti. Ci sono ceppi del virus in Brasile e India ben adattati al caldo e pericolosi. Quindi gli avvenimenti temporali potrebbero essere: apertura aereoporti, dopo 15 giorni nuova ondata di contagi con ancora una volta diffusione maggiore in città dotate di aereoporti, affollamento ospedali, forse distruzione linea alimentare, disordini come in usa e forse guerra civile, tra noi poveri e tra noi e migranti (ecco perché dall'Africa li hanno portati qui). Esattamente come in usa. Se nn succede prima qualche guerra mondiale che parte dagli usa o dalle nazioni che nn riescono a contrastare il virus. Spero di sbagliare, ma questi tempi mi sembrano abbastanza pericolosi e bisogna attentamente valutare prima di scegliere che fare. Personalmente mi sono preparato per un lockdow lungo. Già ho le mascherine ffp2 ffp3, e protezioni. La situazione nn mi sembra x nulla rosea. Sia Lodato Gesù Cristo

Anonimo ha detto...

Vorrei lanciare un appello a tutti perchè si ponga attenzione e si DIVULGHI a TUTTI I GENITORI la terribile prospettiva che attendE gli alunni di tutte le scuole alla prossima riapertura: la possibile deportazione dei ragazzi, appena dovessero avere un colpo di tosse e un po' di febbre, mediante un intervento immediato di ASL e carabinieri chiamati dagli insegnanti SENZA AVVISARE LE FAMIGLIE !! La agghiacciante nuova linea-GUIDA di "cattura dei sintomatici" a scuola, (per la difesa della salute pubblica ?) è stata annunciata dalla dott.ssa De Mari in due video:
1) Silvana De Mari: "Epidemia finita, comincia il regime ed il rischio della sottrazione dei bambini" https://www.youtube.com/watch?v=75v7WLZjFUE
2) Silvana De Mari NUOVE REGOLE: Il trattamento delle persone sintomatiche a scuola
https://www.youtube.com/watch?v=ICgFDNQgn-k
vi prego, SALVIAMO I BAMBINI E RAGAZZI D'ITALIA DA QUESTO ORRIBILE DESTINO DECRETATO DA UN GOVERNO CHE CON LA SUA INFAMIA PERTINACE GRIDA VENDETTA A DIO !!
penso che non si dovrebbero mandare i figli a QUESTA scuola-lager, ma intanto AVVISIAMO TUTTI.

Anonimo ha detto...

Una questione di mondo: la gauche caviar de noantri è entusiasta delle ribollenti piazze statunitensi, misteriosamente contestatrici di Trump anche se il misfatto scatenante è avvenuto in uno stato e una città in mano ai Democratici. Però se la piazza, in Italia, si riempie di manifestanti che non sono loro graditi (per inciso: Tajani, con o senza la j, non è gradito manco a me) si indignano perché sono pericolosi per la salute. Che menti raffinate!

Da brividi : ha detto...

Ed era così stimato ed ascoltato questo ennesimo mengele ?
https://gloria.tv/post/p4xNFCgecQE41KJ74CgPbYcLc