giovedì 25 giugno 2020

Sante Messe in Rito Antico a Sant'Anna al Laterano

Domenica 28 e lunedì 29 giugno - ore 16:00
Vi ricordo la Santa Messa Antica celebrata
ogni Domenica e feste di precetto
Sant'Anna al Laterano
Via Merulana, 177 - Roma

14 commenti:

LJC et MI ha detto...

C'e' molta affluenza , ci si deve prenotare ?
Sapete anche se c'e' la possibilita' di confessione prima della S.Messa ?
Grazie , mi interessa molto .

mic ha detto...

L'affluenza c'è. Il celebrante si rende disponibile per le confessioni prima della messa. Ma im genere c'è un po' di fila....

Anonimo ha detto...

OT

https://www.youtube.com/watch?v=qXtOqPLFe6o

SGARBI SENZA FRENI, PORTATO VIA DI PESO DALLA CAMERA! #Byoblu24

LJC et MI ha detto...

Grazie .

Anonimo ha detto...

Vorrei aggiungere due parole sul fatto, su questo tipo di fatti. Oggi come oggi qualunque sia il cognome del trasportato via, bisogna aver chiaro che queste persone, solitamente di fine sensibilità, sono più ricettive al malessere che attanaglia un intero popolo e generosamente se ne fanno portavoce. Cercando di essere equanime, mi auguro che ognuno capisca che queste persone, Musso o Sgarbi che sia, hanno dato voce al silenzio di un popolo tradito, deriso, turlupinato, raggirato scientemente, ripetutamente, continuamente e presentemente. Non è loro la vergogna, la vergogna massima è degli ipocriti che hanno rovinato un grande paese e continuano imperterriti a rovinarlo in nome di finanziarie ideologie dissolute, con le quali credono di detenere il potere mentre del reale potere loro sono marionette soltanto.

Anonimo ha detto...

Giuseppe Palma:
Non capisco perché sia stato ordinato l'allontanamento di Vittorio Sgarbi dall'aula di Montecitorio. Ha solo pronunciato (citato) una frase dell'ex Capo dello Stato Cossiga (l'ANM è un'associazione di stampo mafioso). Parole di Cossiga, non di Sgarbi. Sulle presunte invettive verbali nei confronti delle due deputate, dagli audio che circolano in queste ore non si sente nulla. Io non ho sentito nulla.
L'uso della forza contro un libero pensatore, il cui livello culturale non ha pari in tutto il Paese, lo vedo come un tentativo - mal riuscito - di mettere a tacere uno degli uomini più intelligenti e più liberi che io abbia mai conosciuto in tutta la mia vita.

Anonimo ha detto...

Bagarre alla Camera. Sgarbi replica al Presidente Fico: «Non ho insultato nessuno. Detto poi dall’esponente di un partito che si è fatto strada a colpi di “vaffanculo” fa solo ridere»
Ed aggiunge: «Il Parlamento era il posto della libertà di parola, oggi è il luogo della censura»

ROMA – Vittorio Sgarbi replica al presidente della Camera Fico che ha annunciato una indefinita “istruttoria” contro il parlamentare del gruppo misto reo di aver replicato duramente ad alcuni suoi colleghi durante il dibattito sulla giustizia alla Camera.
«Di “indecente e indegno” c’è solo il comportamento di Fico che mi attribuisce cose mai dette ignorando che le persone e i deputati non si dividono per sessi, e io non ho detto nulla di diverso da quello che avrei detto a un deputato maschio. So tratta di una ignobile strumentalizzazione.
Alla Bartolozzi mi sono limitato a dire “sei ridicola”, e a evocare il nome di Berlusconi che l’ha fatta eleggere.
Quanto alla Carfagna le ho detto “fascista”, com’era il suo atteggiamento avendomi impedito non solo di parlare ma di votare. Noto che anche una donna può essere fascista»
Fico non troverà nelle registrazioni nessun insulto rivolto a una donna, ma solo invettive contro alcuni deputati. Dalla sua istruttoria uscirà sbugiardato.
Un tempo – conclude Sgarbi – il Parlamento era il posto della libertà di parola, oggi è il luogo della censura. E parla l’esponente (Fico) del partito che si è fatto strada con gli insulti, a colpi di “vaffanculo”. E che definì Veronesi “cancronesi”»
l’Ufficio Stampa
press@vittoriosgarbi.it

Bernardo Guerrini ha detto...

Celebra sempre Don Giuseppe Vallauri?

mic ha detto...

Don Giuseppe Vallauri ora celebra i primi sabati del mese.
La Domenica e feste di precetto celebra Mons. Agostini. Non posso non sottolineare le sue omelie non solo edificanti... di più!

Anonimo ha detto...

Le Messe dei primi sabati per il momento sono sospese.

Wisteria ha detto...

Questo orario è punitivo?

LJC et MI ha detto...

Mia buona sorella , carissima sentinella , grazie per la segnalazione . In genere tutte le Messe pomeridiane VO e NO della nostra citta'sono alle 18,30/19,00 per cui chi come me abita in periferia e deve prendere piu' di un mezzo pubblico per arrivare lì impiega almeno due ore per andare e due ore per tornare . Personalmente trovo l'orario comodissimo ( sono partita alle 14,00 e sono arrivata alle 15,30) giusto giusto per la Confessione . Magnifica omelìa sul Vangelo del giorno ,porto sempre con me un quadernetto per appunti onde meditarla nei gg a venire . Sono uscita dalla Chiesa alle 17,30 e sono arrivata a casa alle 19,00 . Con questo orario , adatto a me , la famiglia che deve accudire persone anziane e/o malate non risente dell'assenza . Quel poco o tanto di temperatura calda si offre volentieri a NSGC .
Grazie di cuore Carissima Mic e che Dio La benedica !

mic ha detto...

Queste sono le notizie che rendono più felici.
Io purtroppo oggi non c'ero e difficilmente riuscirò domani.
Che il Signore mi aiuti per domenica prossima....

Anonimo ha detto...

FESTA DI SAN PIETRO (2020)
I Santi Apostoli Pietro e Paolo.
Doppio di I classe con Ottava comune – Paramenti rossi

Tutta la Chiesa è in festa, perché « Dio ha consacrato questo giorno col martirio degli Apostoli Pietro e Paolo » (Or.) Nelle due grandiose basiliche erette a Roma sulle tombe « di questi Principi che hanno conquistato con la croce e la spada il loro posto nel senato eterno (Inno ai Vespri), come in Catacumbas sulla via Appia, il Papa celebrava oggi solennemente la Messa stazionale. Più tardi, a causa della gran distanza che separa queste due chiese, si divise questa festa, onorando più particolarmente San Pietro il 29 giugno, e San Paolo il 30 giugno. – 1° San Pietro, Vescovo di Roma, è il Vicario, luogotenente, sostituto visibile del Cristo. Come mostrano il Prefazio, l’Alleluia, il Vangelo, l’Offertorio e l’Antifona della Comunione, gli Ebrei avevano respinto Gesù, e fecero lo stesso verso il suo successore (Ep.). Spostando allora il centro religioso del mondo, Pietro lasciò Gerusalemme per Roma, che divenne la città eterna e la sede di tutti i Papi. — 2° San Pietro, primo Papa, « parla a nome del Cristo » che gli ha comunicato la sua infallibilità dottrinale. Quindi non la carne e il sangue lo guidano, ma il Padre celeste, che non permette che le porte dell’Inferno prevalgano contro la Chiesa, di cui egli è il fondamento ( Vang.). — 3° San Pietro ricevendo le chiavi è preposto al « regno dei cieli » sulla terra, cioè alla Chiesa, « e regna in nome del Cristo», che lo ha investito della sua potenza e della sua autorità suprema ( Vang.). I nomi di San Pietro e di S. Paolo aprono la lista degli Apostoli nel Canone della Messa. — Con la Chiesa, che non cessava di rivolgere preghiere a Dio per Pietro (Ep.), preghiamo per il suo successore, « il servo di Dio, il nostro Santo Padre, il Papa [Gregorio XVIII – ndr.] » (Canone della Messa)

http://www.exsurgatdeus.org/2020/06/29/nella-festa-di-san-pietro-29-giugno-2020/