venerdì 18 gennaio 2013

Dum Papa tuittat latine !

Riprendiamo da Avvenire (l'immagine invece dal Blog di Fr. Zuhlsdorf). È una notizia che mostra l'attenzione del Papa per le nuove tecnologie come strumenti che possono favorire una presenza della Chiesa e del suo messaggio di salvezza anche negli ambiti, non più eludibili, dove ormai confluiscono domande, risposte, notizie, espressioni e riflessioni di ogni genere.
... L'account in latino (cui ne seguirà uno anche in cinese), conferma quanto Papa Ratzinger sia attento alla conservazione e all'uso moderno della lingua della classicità romana, per il cui studio e diffusione ha istituito, il 10 novembre scorso, della Pontificia Accademia di Latinità. [Vedi - e anche]

"Visto l'argomento, non posso essere un osservatore obiettivo e disinteressato perchè tutto quello che può giovare al latino mi vede favorevole. Il latino, inoltre, si adatta benissimo alla sintesi richiesta dai nuovi social network, ancor più dell'inglese", ha detto oggi all'Osservatore Romano Manlio Simonetti, accademico dei Lincei, tra i maggiori studiosi italiani di Storia del Cristianesimo e di Letteratura cristiana antica.

Della stessa opinione il salesiano don Roberto Spataro, segretario proprio della nuova Pontificia Accademia di Latinità: "Twitter è uno strumento che impone una comunicazione rapida. Se dico in inglese 'the corruption of the best one is horrible, in latino sono sufficienti tre parole: 'corruptio optimi pessima; è una lingua che aiuta a pensare con precisione e sobrietà. E ha prodotto un patrimonio eccezionale di scienza, sapienza e fede".

Ora l'attesa è soprattutto per i messaggi del Papa, che finora, dall'esordio su Twitter poco più di un mese fa, il 12 dicembre, sono stati dedicati a sintesi di catechesi e omelie o al significato delle principali feste, tra cui il Natale, e accolti da oltre due milioni e mezzo di follower.

4 commenti:

Antonio ha detto...

Che tristezza.

Anonimo ha detto...

Breviloquium garantito, purché pieno di significato!

La tristezza di Antonio la immagino riferita alle finalità del social-network; ma qualche volta speriamo possa intervenire l'eterogenesi dei fini...

Anonimo ha detto...

Benedetto XVI in latino definisce Twitter 'Pagina Publica breviloquentis'. Nel messaggio di benvenuto scrive: "Tuus adventus in paginam publicam Summi Pontificis Benedicti XVI breviloquentis optatissimus est" ("Il tuo ingresso nella pagina Twitter ufficiale del Sommo Pontefice Benedetto XVI è graditissimo"), firmato "ex Civitate Vaticana".

Anonimo ha detto...


E così il latino vive...