martedì 12 agosto 2014

Far finta che i fondamentalisti non siano islamici

Riccardo Cascioli su La bussola quotidiana [qui]. Riprendo l'intero testo per differenziare la discussione rispetto all'articolo precedente su sui è stata inserita la segnalazione.
Inoltre pubblico di seguito La preghiera di oggi [qui] su Il Foglio di Camillo Langone: Dovrebbero chiedere scusa a Benedetto XVI.

«Noi non possiamo tacere» [qui], è il titolo del comunicato con cui i vescovi italiani invitano a dedicare il 15 agosto, solennità dell’Assunzione della Vergine Maria, alla preghiera per i cristiani perseguitati, in particolar modo per quelli dell’Iraq. È un appuntamento a cui aderiamo con convinzione: ciò che sta avvenendo è una tragedia probabilmente senza precedenti nella storia, se è vero che in queste settimane è stata cancellata in Iraq la presenza di una delle più antiche comunità cristiane che pure per quasi duemila anni aveva superato indenne (o quasi) tutti i marosi della storia. Peraltro è anche la comunità che parla ancora la stessa lingua di Gesù, l’aramaico, così che la cacciata assume anche un ulteriore valore simbolico.
Aderiamo dunque con convinzione. Ma mentre ringraziamo la Conferenza episcopale per questa occasione che ci offre, non possiamo non provare anche un certo disagio proprio leggendo il comunicato: perché quel titolo iniziale - «Noi non possiamo tacere» - viene clamorosamente contraddetto dal contenuto, che riflette peraltro un terribile equivoco di cui sembra vittima la Chiesa, ma più in generale gran parte del mondo occidentale.

Ovvero si tace l’identità dei persecutori, non si vuole vedere chi sono davvero i carnefici e perché lo fanno. È una sorta di denuncia contro ignoti, pur avendo benissimo gli strumenti e le conoscenze per identificare i colpevoli. Nel comunicato si parla di cristiani perseguitati, scacciati, uccisi; si parla di Iraq e Nigeria; ma poi si fa riferimento a non meglio precisati terroristi e, più avanti, a integralisti. Fine. Ma chi sono costoro? Chi vuole l’eliminazione dei cristiani in Iraq, Nigeria e nella maggior parte dei paesi in cui i cristiani sono perseguitati? 

Ecco, si ha paura a dire che si tratta di islam, che i persecutori sono islamici. E non riguarda solo il comunicato della Cei, è un fatto generalizzato, nella Chiesa e nelle nostre società occidentali. Un esempio: due anni fa in Inghilterra è stato scoperto che dei fondamentalisti islamici avevano elaborato una strategia, già in fase avanzata di realizzazione, per prendere il controllo – ovvero islamizzare – alcune scuole statali a Birmingham. Da qui è suonato l’allarme, ma la cosa che è poi emersa è che le autorità locali avevano capito già da tempo quanto stava accadendo, ma non avevano detto nulla per evitare di offendere i musulmani. 

Ecco il dramma: si ha paura di offendere i musulmani. E quando si è proprio costretti a dire che i carnefici sono islamici, ci si affretta immediatamente ad aggiungere che però si ha a che fare con frange radicali che tradiscono il vero islam, che invece sarebbe una religione di pace. Ed ecco l’equivoco in cui si tiene l’opinione pubblica occidentale: si sta facendo credere che i casi dell’Iraq, della Siria, della Nigeria siano opera di gruppi tutto sommato circoscritti, che usano la religione contro lo stesso islam. E a questo scopo si dà uno sproporzionato risalto ai casi di musulmani che difendono i cristiani o che prendono posizione contro quanto sta combinando l’Isis in Iraq. Giusto fare emergere anche queste storie e valorizzarle, ma non a scapito della realtà.

È vero che ci sono tantissimi musulmani che desiderano vivere in pace, che ci sono alcuni che hanno dato anche la propria vita per difendere i cristiani in Iraq e che sono tanti a non volere i fondamentalisti dell’Isis o i nigeriani di Boko Haram. Ma non si può fare finta che non ci sia un problema con l’islam.

È un approccio errato sia dal punto di vista concettuale sia storico. Concettuale: sostenere che «il vero islam rifiuta la violenza» è un pio desiderio, non la realtà. Come ha scritto l’islamologo padre Samir Khalil Samir: «Che la maggioranza dei musulmani possa essere contraria alla violenza, può anche darsi. Ma dire che "il vero islam è contrario ad ogni violenza", non mi sembra vero: la violenza è nel Corano». E spiega: «Nella sua vita, Maometto ha fatto più di 60 guerre; ora se Maometto è il modello eccellente (come dice il Corano 33:21), non sorprende che certi musulmani usino anche loro la violenza ad imitazione del Fondatore dell'Islam».

Il fondamentalismo, oggi ampiamente dominante nel mondo islamico anche se in diverse versioni, è dunque semplicemente la riproposizione del modello maomettano. È vero che ci sono nel mondo islamico studiosi, intellettuali che propongono una reinterpretazione del Corano in chiave spirituale, sottolineando la storicità di certi contenuti legati al mondo arabo al tempo in cui è nato l’islam, ma si tratta di un fenomeno oggi ancora nettamente minoritario. E comunque non si può continuare a far finta di avere a che fare con un islam che in realtà non esiste.

Una seconda questione che viene sottovalutata è la mancanza di una autorità nell’islam. Ogni imam, ogni muftì, in fondo rappresenta se stesso e chi lo segue, non c’è un interlocutore riconosciuto che possa parlare a nome almeno di una parte riconoscibile del mondo islamico. Questo rende velleitario qualsiasi tentativo di un “dialogo” con l’islam, il dialogo come lo si intende comunemente è semplicemente impossibile. È possibile invece – e auspicabile - un rapporto con i singoli musulmani, e di questo sono segno i casi citati di islamici iracheni a difesa delle abitazioni dei cristiani. Ma è comunque una realtà che spazza via un certo irenismo che va di moda in ambienti cattolici.

La mancanza di un’autorità religiosa riconosciuta fa sì che allora all’interno del mondo musulmano diventino decisivi i rapporti di forza tra diverse correnti. E oggi dominano i gruppi fondamentalisti, anche grazie alla loro organizzazione.

E qui arriviamo all’errore “storico” che anche nella Chiesa si fa: il fondamentalismo islamico che vediamo all’opera in Medio Oriente e in Africa non riguarda solo quelle regioni, ma ce l’abbiamo anche in casa e in costante crescita. Lo rivelano anzitutto gli ormai innumerevoli casi accertati di combattenti in Siria e Iraq partiti dall’Europa. Non ci si faccia illusioni: non appena la situazione si stabilizzerà in quelle regioni torneranno in Europa per proseguire la stessa guerra. 

Devono chiedere scusa a Bendetto XVI.
La Preghiera del 12 agosto 2014, Camillo Langone.

San Manuele Paleologo, ti devono chiedere scusa. Devono chiedere scusa anche a Benedetto che aggredirono dopo averti citato a Ratisbona: “Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo, e vi troverai soltanto delle cose cattive e disumane, come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede che egli predicava”. Oggi che nell’ex Iraq la cronaca torna a farsi storia, e mostra a chiunque abbia occhi per vedere cosa sia il Corano messo in atto, devono chiedervi scusa. Ma non lo faranno: perché loro non credono nei testi sacri. Sono europei e un europeo non crede nel Vangelo nemmeno se è cattolico. Nemmeno se è prete (la domenica a messa le sole parole di fede sono quelle scritte nel messale, mentre quelle pensate dal sacerdote, prediche, monizioni, chiacchiere sparse, sono melanconiche manifestazioni di incredulità). Per un europeo credere che qualcuno creda nella propria religione è impossibile. Gli italiani, poi. Nel loro vocabolario alla voce Religione c’è scritto “cosa buona e umana”, quindi non chiederanno mai scusa né a te né a Benedetto. Chi non è più capace di credere in Dio non è nemmeno più capace di credere nella realtà: non sanno riconoscere una spada neanche quando gli sta entrando nel collo.
© FOGLIO QUOTIDIANO

94 commenti:

Anonimo ha detto...

Non appena sono comparse le dichiarazioni del Ministro Mogherini sull’intervento italiano in Medio Oriente[1], teso non a salvare i cristiani dai macellai dell’ISIS ma a “consolidare il Kurdistan”, mi sono chiesto cosa ci guadagnasse (non l’Italia ma) l’America dal consolidamento del Kurdistan. Il legame degli Usa con i Kurdi è di vecchia data, risale alla prima guerra del golfo e permane nonostante la manifesta ostilità della Turchia – pur tappezzata di basi NATO – a tale simpatia.

http://radiospada.org/2014/08/gli-usa-difendono-il-kurdistan-mente-i-loro-alleati-foraggiano-lisis/

Anonimo ha detto...

"...Armi americane, addestramento americano ed israeliano, soldi arabi: poca meraviglia, quindi, se per i cristiani, nei loro piani, c’è solo il massacro, nella servile indifferenza dei governi occidentali.."

Luís Luiz ha detto...

La pace tra cristiani e musulmani in Iraq , grande prima le guerre del Golfo, è convenientemente distrutta. Divide et impera.

Rr ha detto...

http://www.cfnews.org/page10/page97/tony_palmer_requiem_mass.htm
Questo, Mic, e' OT, ma dagli un' occhiata e valuta se parlarne.
Rr

Rr ha detto...

CUI PRODEST ?
o anche:" is it good for...?"
Rr

mic ha detto...

L'ho visto, Rosa. E penso che con un altro papa non sarebbe mai potuto accadere.
Come Caserta e non pochi altri fatti e parole non è un bel segnale e temo che segni l'ennesima ruzzolata per la china... Sotto c'è il precipizio, ma sono in tanti a non vederlo o a non volerlo vedere.... E poi c'è chi cerca di distogliere l'attenzione in molti modi e cerca anche di togliere credibilità a noi che applichiamo la ragione e il discernimento e non lo esprimiamo con zelo amaro, ma in un orizzonte di fede.

Rr ha detto...

Mic, pare, tr l' altro, che il defunto volesse convertirsi al cattolicesimo, ma ne sarebbe stato dissuaso proprio dal VdR.
Rr

mic ha detto...

Fa il paio con quando invita i musulmani a continuare leggere il Corano ... Come fosse la stessa cosa!
Mi ricorda Kasper con gli anglicani. Smentito da Benedetto XVI con l'Anglicanorum coetibus...

Anonimo ha detto...

Peggio del silenzio sugli esecutori e quello sui creatori, mandanti e finanziatori delle suddette "milizie". E' peggio ma non sorprende affatto purtroppo.
Miles

Luisa ha detto...

Penso che Rosa l`abbia già letto, per chi legge il francese qui la storia dell`amicizia fra Palmer e l`allor card. Bergoglio diventato papa.
Un articolo scritto da un giornalista non sospetto di sensibilità tradizionale:

http://benoit-et-moi.fr/2014-II/actualites/loecumenisme-selon-franois-2.html

Effettivamente l`allora card. Bergoglio consigliò a Palmer che voleva convertirsi e diventare cattolico di non farlo perchè avevano bisogno di costruttori di ponti.
No comment.È meglio.

Luisa ha detto...

Dal Boston Globe:

"I funerali di Palmer erano una Messa di Requiem cattolica nella quale la maggioranza dei presenti era evangelica. È stato sepolto in un cimitero cattolico finalmente unito alla Chiesa in cui si sentiva a casa"....
Alla fine dell`articolo tradotto da Béatrice le parole di papa Bergoglio lette durante la cerimonia.

Anonimo ha detto...

Rose of Sardinia, it's not good for anything,but......ragazzi, ieri sono capitato per caso dalle parti di you tube ed ho visto quello che non avrei mai voluto vedere, il figlio piccolo di un mercenario aussie, sì perché checché ne dicano le news,la guerra irachena-siriana è combattuta da 4/5.000 mercenari occidentali strapagati e ovviamente molto,molto professionali,orbene la creatura teneva in mano una testa umana decapitata e sotto c'erano scritte deliranti inneggianti all'Islam, che a quanto pare paga bene questi macellai professionisti ben armati,addestrati,equipaggiati e straordinariamente efficienti....non facciamo gli ipocriti,tutto l'occidente vende armi di ogni tipo, droghe,armi chimiche,tecnologie belliche sofisticatissime e costosissime, quindi per favore, non facciamo i giovani lupetti che non hanno ancora fatto il primo giuramento scout....by the way, Baden Powell era un noto pedofilo,che nell'ipocrito British Empire non poteva fare outing ed allora aveva inventato questa associazione, alla YMCA, tanto per intenderci, così che il caustico G.B. Shaw aveva coniato questo commento sui boy scouts:'Bambini vestiti da cretini condotti da adulti cretini vestiti da bambini' ai posteri l'ardua sentenza,cmq. c'è niente di vero nelle notizie che passano sui mediamass , prepariamo i nostri stomaci a subire i resoconti del prossimo tour asiatico del nostro onemanshow......accetto invii gratuiti di maalox giallo e bianco, qua comincia a scarseggiare (:()Lupus et Agnus.

bernardino ha detto...

Cara Maria, il tuo articolo mi fà venire in mente il periodo precedente il 1948. Quando sentivo dire da ragazzo che i comunisti italiani dicevano che Stalin sarebbe arrivato a Roma ed avrebbe portato ad abbeverare i cavalli nelle fontane di piazza S.Pietro.
Stalin non l'ha fatto ma gli islamici qualcuno li ha portati e li stà portando. Quando saranno arrivati in massa che fine faranno le nostre Chiese ed il nostro Cristianesimo?
Siamo di nuovo al martirio ed alle crocefissioni come in Iraq o come alle persecuzioni dell'impero Romano?
Attenzione che la storia ci ha insegnato che di solito si ripete sempre.
Le precauzioni di bloccare con ogni mezzo il nemico, non sono mai troppe, oppure c'è la capitolazione; per chi non vuole difendersi e si consegna al nemico, c'è solo una cosa - la fine.

Annarè ha detto...

Vergogna papa Francesco! Vergogna Pisapia che fai moschee a Milano, vergogna a tutti coloro che ci riempiono le città di futuri carnefici, serviti e riveriti. Vergogna cattolici figli dei fiori.
Vergogna Europa che hai gettato la spugna e invece di difenderti e di tornare cristiana fai la mercante di fumo. Che Dio ci liberi presto di tutti questi cattivi pastori e cattivi servitori della Patria.

Anonimo ha detto...

Finalmente un'iniziativa concreta per i fratelli perseguitati:
Partita Interreligiosa della Pace, l’1 settembre 2014, allo stadio Olimpico di Roma.
Voluta da papa Francesco, il quale ha invitato anche Maradona....

... ma a che livello stiamo scendendo?

Rossella

http://www.imolaoggi.it/2014/08/11/papa-organizza-la-partita-della-pace-e-invita-maradona/

Annarè ha detto...

Il brutto Bernardino e che il castigo, che arriverà per questa capitolazione, sarà per tutti, non solo per quelli che ci hanno messi in questo brutto pasticcio. Certo poi il Signore dividerà la zizzania dal buon grano, ma non so se questo può consolarci, sinceramente non ho la stoffa della martire, ma spero che se sarà necessario il buon Dio ci dia la forza, specialmente il mio pensiero va ai bambini e mi vengono i brividi e una stratta allo stomaco. Possibile che il Papa se la rida così allegramente? Possibile che non si senta morire dentro per ciò che accade? E' privo dei neuroni specchio? I neuroni specchio sono quelli che ci fanno immedesimare in chi soffre come se fossimo noi a soffrire.
Che Dio ci aiuti!

mic ha detto...

Bisognerebbe dirlo ai nostri politici miopi e asserviti e ai nostri vescovi dialoganti non più docenti.

Luisa ha detto...

Il "Vaticano" si sveglia:

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/08/12/il-vaticano-si-sveglia-e-scopre-le-vergogne-del-califfato/

Anonimo ha detto...

...
Per singolare paradosso sono più i laici che i cattolici a suonare il campanello d'allarme (si pensi a Galli della Loggia e Ferrara). Ciò dipende dalla paradossale situazione della Chiesa cattolica dopo il Concilio e soprattutto oggi col nuovo pontificato. Niente è meglio della pace fra le religioni, soprattutto fra le tre bibliche che hanno, come si dice, «lo stesso Dio». Ma questo giusto pacifismo religioso, se diventa buonismo e lassismo, impedisce di difendere la propria religione. Cusano, che della convivenza pacifica (De pace fidei, 14) fu uno dei più alti ideologhi, morì a Todi (1464) mentre si recava ad Ancona per predicare una nuova crociata contro i turchi.

http://www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&accessMode=FA&id=1913525&codiciTestate=1&sez=hgiornali&testo&titolo=Tassati%2C+venduti%2C+cacciati%2C+uccisi%2C+bruciati%2C+crocefissi.+Sono+i+cristiani+in+Irak%2C+ma+non+solo.+Con+Saddam+e+Gheddafi%2C+questo+non+succedeva

Anonimo ha detto...

e ancora:
...
"È giusto che la religione cristiana eviti i pericoli del fanatismo religioso. Senza, tuttavia, che ciò implichi un indebolimento delle sue certezze, come appare in alcune espressioni dell'attuale pontificato: «Dio non è cattolico»; la Chiesa «è un ospedale da campo, non vuole convertire nessuno»; la morale non è condanna, ma misericordia («non esistono valori non negoziabili; ma chi sono io, per giudicare?»). Col pericolo che l'ecumenismo divenga rispetto di tutte le religioni, meno della propria....Il card. Giacomo Biffi era stato più sintetico, ma non meno realistico (della Fallaci): «I cattolici col dialogo ad ogni costo preparano la propria estinzione. L'Europa o ridiventerà cristiana o diventerà musulmana» ".

Anonimo ha detto...

E Socci, ancora su Facebook

DOPO WOJTYLA ECCO RATZINGER SULLA STESSA LINEA DELL' "INGERENZA UMANITARIA" IN DIFESA DEGLI INERMI MINACCIATI DI STRAGE (MA BERGOGLIO NON CONOSCE IL MAGISTERO E ORGANIZZA PARTITELLE CON MARADONA MENTRE SI SENTONO LE URLA DEGLI INNOCENTI MASSACRATI)

mic ha detto...

L’ultima Messa di padre Ganni, ucciso in Iraq perché non ha voluto chiudere le porte della sua chiesa: «Come potrei?»

http://www.tempi.it/lultima-messa-di-padre-ganni-ucciso-in-iraq-perche-non-ha-voluto-chiudere-le-porte-della-sua-chiesa-come-potrei#.U-ohYON_vTq

Anonimo ha detto...

Avete letto di quell'islamico che è entrato in una chiesa in Francia ed ha distrutto tutte le statue e calpestato le ostie dopo aver profanato il tabernacolo? La Sureté è sì intervenuta, ma per calmarlo, non penso saranno presi provvedimenti penali, laicité, liberté, imbecillité.....vale x tutta l'europa, imbelle imbecille che si crede che mettendosi a tappetino davanti ai mussuli questi una volta al potere ci risparmieranno? Voleranno teste mozzate dappertutto.....buona notte a tutti.....

Alessandro Mirabelli ha detto...

stiamo vivendo una sorta di seconda cattività avignonese. Stavolta il Papa non è succube del re di Francia ma di una pseudo teologia filo protestante, del buonismo, del politicamente corretto, ha rinunciato ad essere Papa. Psicologicamente è spiritualmente e' lontano dalla Roma perenne. Ci vorrebbe un'altra Caterina da Siena.

Anonimo ha detto...

Dov'e` l'amico del vdr che fa i digiuni???
Non crede che varrebbe la pena di cominciarne uno?

Anonimo ha detto...

...del politicamente corretto, ha rinunciato ad essere Papa.
....
Ci vorrebbe un'altra Caterina da Siena.
------------------
e se poi le eventuali "caterine" e simili voci di ammonitori, pur tentando di alzare la voce con santo sdegno vengono perseguitate imbavagliate, commissariate, deposte, ridotte allo stato laicale ecc.? certo nessuno dei FFI oserà alzare la voce come ha tentato di fare Socci, senza peraltro neppure NOMINARE quel qualcuno in Vaticano che si dovrebbe vergognare, come fosse un signor nessuno....

Annarè ha detto...

mamma mia ogni giorno peggio. Addirittura una partita intereligiosa per la pace, mentre i nostri fratelli muoiono, oltre il danno la beffa. Il fatto è che qualcuno dovrebbe impedirgli di fare queste cose, ogni volta che si inventa qualche genialata per la pace, poi scoppiano guerre. Qualcuno lo fermi, lo esorcizzi, si faccia qualcosa, non si può più andare avanti così. Non so una visita neuropsichiatrica....qui c'è qualche problema grave, non so se di natura fisica, psichica o spirituale, ma qualcosa non va a S.Marta.

mic ha detto...

Chi avrà il coraggio di partecipare a quell'abominevole partita di calcio?
Ma dove siamo?

Alessandro Mirabelli ha detto...

@ Mic: Maradona, messi, Zidane. Due argentini, l'altro nord africano e verosimilmente musulmano. D'altra parte a quella partita parteciperanno personaggi televisivi. E personaggio televisivo e' anche chi l'ha ideata, che non è un calciatore. Personaggio televisivo come i giocatori di calcio, non già capo carismatico.

Alessandro mirabelli ha detto...

All'anonimo delle 18,57: Socci ha parlato chiaro nell'articolo di domenica scorsa su Libero. Ed anche oggi sulla pagina facebook. Sai leggere e comprendere l'italiano?

mic ha detto...

Infatti, Socci ha parlato chiaro e anche Viglione su Il giudizio cattolico:

http://www.ilgiudiziocattolico.com/1/290/i-giorni-della-responsabilit%C3%A0.html

Inoltre, dalla segnalazione di un anonimo, anche un sociologo come Morra.

Socci su facebook ha detto...

PAPA SAN GREGORIO MAGNO (SUI PASTORI CHE TACCIONO E NON DIFENDONO IL GREGGE)

Spesso, guide d’anime improvvide e paurose di perdere il favore degli uomini hanno gran timore di dire liberamente la verità; e, secondo la parola della Verità, non servono più alla custodia del gregge con lo zelo dei pastori ma fanno la parte dei mercenari (cf. Gv. 10, 13), poiché, quando si nascondono dietro il silenzio, è come se fuggissero all’arrivo del lupo.

Per questo infatti, per mezzo del profeta, il Signore li rimprovera dicendo: Cani muti che non sanno abbaiare (Is. 56, 10). Per questo ancora, si lamenta dicendo: Non siete saliti contro, non avete opposto un muro in difesa della casa d’Israele, per stare saldi in combattimento nel giorno del Signore (Ez. 13, 5).

Salire contro è contrastare i poteri di questo mondo con libera parola in difesa del gregge; e stare saldi in combattimento nel giorno del Signore è resistere per amore della giustizia agli attacchi dei malvagi. Infatti, che cos’è di diverso, per un Pastore, l’avere temuto di dire la verità dall’avere offerto le spalle col proprio silenzio?

Gederson Falcometa ha detto...

"«I cristiani perseguitati sono una preoccupazione che mi tocca da vicino come pastore. So molte cose di queste persecuzioni che non mi sembra prudente raccontare qui per non offendere nessuno. Però ci sono luoghi nei quali è proibito avere una Bibbia  o insegnare il catechismo o portare una croce... Quello che voglio chiarire è questo: sono convinto che la persecuzione contro i cristiani oggi è più forte che nei primi secoli della Chiesa. Oggi ci sono più cristiani martiri che in quell'epoca. E non è fantasia, sono i numeri." Parole ricenti di Papa Francesco sulla persecuzioni dei cristiani.

Alcune volte può sembrare che Francesco non possiede teoria e che il suo pontificato è ateoretico, ma la cosa pùo non essere così. Il Pe Garrigou Lagrange, il grande avversario e contutadore di Henri de Lubac, nell'articolo “La nouvelle théologie, ou va-t-elle?" dove fa la della nuova teologia, dice che questa teologia facendo suo il concetto di verità di Maurice Blondel, già non define più la verità in funzione dell'essere, ma in funzione dell'azione. Tantissime riforme di Papa Francesco, hanno l'azione come il fine. Esempio di questo ê la ricenti riforma di qui se parla, la riforma del Papato: doppo 2000 anni di papato e della sua definizione nel Concilio Vaticano I, adesso se parla di questa riforma in funzione dell'ecumenismo e dell'unità che non possiede un essere che la define, è un'azione. Se pensiamo nell'ecumenismo di Pio XI, questo possiede delle verità definita in funzione dell'essere non in funzione dell'azione. E il curioso è che sono due ecumenismo completamenti opposti: il primo di Pio XI vuole la conversione di quelli che sono fuori della Chiesa e il ecumenismo di Francesco seguindo la linea del CVII, vuole cambiare e convertire la Chiesa solo per essere jn unità con gli eretici. Un assurdo!

Adesso in tutto il mondo mussulmano se mata cristiani, nessuna autorità degli islamici si oppone al massacro dei cristiani e il Papa parla della proibizione di avere la bibbia e di insegnare il catechismo? E parla con prudenza per non offendere a nessuno?

Questa prudenza bergogliana offende e non onora il sangue dei martiri. In fondo, lui non vuole parlare per non fare male al "dialogo" inter-religioso o sia il "dialogo" è un bene più grande che la vità dei martiri e che la virtù della giustizia, che in pontifice romano doveva fare esempio per tutta la Chiesa. Anche il "dialogo" è una azione e nel caso dei mussulmani, è qualcosa di assoluta, perchè non esiste criterio per dialogare, il dialogo è il criterio. È un assurdo dialogare con una religione che fa quello che face l'islam. Roma con la manutenzione del dialogo con l'islam, lo presenta come assoluto. Quando un Stato possiede relazioni cordiale con altro, e una parte fa persecuzioni agli altri cittadini, le relazioni diplomatiche finiscono. Ma nella Chiesa conciliare, niente fa finire il dialogo, sono malati mentale!!!

Dicevano i prudenti romani "agere sequitur esse", ma i blondeliano come bergoglio hanno inverso questo addaggio per "esse sequitur agere". Se la verità viene definità in funzione dell'azione, manca l'essere e questo fa pensare esattamente in nominalismo, come qualcuno ha parlato di Bergoglio, ma è la nuova teologia...

Gederson Falcometa ha detto...

Belle parole di S. Gregorio Magno! Pastori, come Francesco, tacciono per non offendere i luppi. Forse Francesco vuole finire anche la fame dei luppi consegnando la sua gregge a loro...

Alessandro Mirabelli ha detto...

Meno di un anno fa CL era allineata come quasi tutti, come i normalisti tipo Introvigne. Non credo che Socci abbia scritto quel che ha scritto a titolo personale o come iniziativa estemporanea o preso in un moto di santa ira. E' un esponente di spicco di CL, ricordiamolo. Il fronte dei normalisti sta per perdere un pezzo non da poco che è CL. A me viene da piangere pensare che il vdr ha fatto organizzare una partita inter religiosa di calcio mentre in Iraq e non solo li' il martirologio cristiano si allunga di altri martiri. Mentre il sangue continua ad essere versato ... scusate ma mai nessuno in Vaticano ha suggerito al medico curante del vdr di sottoporlo ad una tac cerebrale?

Alessandro Mirabelli ha detto...

Questa prudenza bergogliana offende e disonora il sangue dei martiri.
Sottoscrivo.

Alessandro mirabelli ha detto...

Signore, vieni,presto in nostro aiuto e salva la tua Chiesa poiché il Tuo vicario la sta dirigendo verso gli scogli e rischia di affondare.

Anonimo ha detto...

Su riscossa cristiana.

Le omelie di Francesco accompagnano a morire i centomila nel deserto di Ninive, muniti di conforto religioso a debita distanza.

Garabandal ha detto...


Bravo Antonio continua cosi' per questo GENOCIDIO;ma senza virgolette

http://www.papalepapale.com/cucciamastino/senza-categoria/introvigne-vs-socci-e-viceversa/

Testimonianza raccolta da Famiglia cristiana Online

Andare D'Accordo con i Musuömani Condanna L'Italia e L' Europa

Caro don Antonio, sarebbe auspicabile che lei e i suoi collaboratori vi comportaste da cristiani, piuttosto che demolire quel poco che ancora resta delle nostre radici cristiane. Studiate la storia e vi renderete conto che non si salva né l’Europa né l’Italia se si vuole andare d’accordo con tutti. Lasciate che un sindaco faccia bene il proprio mestiere. Quando i musulmani permetteranno ai nostri fratelli cristiani di vivere serenamente la fede anche nei loro Paesi, solo allora potrete criticare chi desidera riportare l’Italia a una vita civile e onesta, alla luce della fede. Che vuol dire essere un Paese laico? Che tutto è permesso, come accade in Italia e in Europa? Se questa è civiltà, meglio tornare al Medioevo.

MADRE ANGELA – Vicenza


Continua anche l'indulgenza che la Chiesa Cattolica (del resto la maggiore sostenitrice del dialogo) professa nei riguardi dell'Islam. Continua cioè la sua irremovibile irriducibile volontà di sottolineare il "comune patrimonio spirituale fornitoci dalle tre grandi religioni monoteistiche". (...) Ma quale patrimonio in comune?!?!? Allah non ha nulla in comune col Dio del Cristianesimo. Col Dio padre, il Dio buono, il Dio affettuoso che predica l'amore e il perdono. Il Dio che negli uomini vede i suoi figli. Allah è un Dio padrone, un Dio tiranno. Un Dio che negli uomini vede i suoi sudditi anzi i suoi schiavi. Un Dio che invece dell'amore insegna l'odio, che attraverso il Corano chiama cani-infedeli coloro che credono in un altro Dio e ordina di punirli. Di soggiogarli. Di ammazzarli. Quindi come si fa a mettere sullo stesso piano il cristianesimo e l'islamismo, come si fa ad onorare in egual modo Gesù e Maometto?!? (...)

Naturalmente, capisco che la filosofia della Chiesa Cattolica si basa sull'ecumenismo e sul comandamento Ama-il-nemico-tuo-come-te-stesso. Che uno dei suoi principi fondamentali è almeno teoricamente il perdono, il sacrificio di porgere l'altra guancia (...). Però esiste anche il principio dell'autodifesa anzi della legittima difesa, e se non sbaglio la Chiesa Cattolica vi ha fatto ricorso più volte. Carlo Martello respinse gli invasori musulmani alzando il crocifisso. Isabella di Castiglia li cacciò dalla Spagna facendo lo stesso. E a Lepanto c'erano anche le truppe pontificie. A difendere Vienna, ultimo baluardo della Cristianità, a romper l'assedio di Kara Mustafa, c'era anche e soprattutto il polacco Giovanni Sobienski con l'immagine della Vergine di Chestochowa. E se quei cattolici non avessero applicato il principio dell'autodifesa, della legittima difesa, oggi anche noi porteremmo il burka e il jalabah (...) E la basilica di San Pietro sarebbe una moschea come la chiesa di Santa Sofia a Istanbul".

Oriana FALLACI
"Il nemico che trattiamo da amico"

Rr ha detto...

Sapete dirmi se l' Ospedale Bbambin Gesu' e' di proprieta' vaticana ?
perché se e' cosi, e se e' vera la notizia riportata dal " Fatto quotidiano", si capiscono tante cose...
X Lupus: welcome back. Non so se Baden Powell fosse omosessuale, e quindi pederasta, ma di sicuro era massone.
Comunque, forse non ti serve il Maalox. La notizia del viaggio in Corea era una delle ultime oggi.
X Annare': sai tra costruire moschee e cercare di irregimentare il Seveso, oOvviamente Pisapia e co. preferiscono le prime.
L' Europa che fa il mercante di fumo...
e quanto " fumo" e' finito nel cervello di chi ora ci governa, ma era giovane e pimpante all' epoca dei figli dei fiori ? I risultati si vedono ogni giorno di piu'.

Per chi non l' avesse letto ancora, coonsiglio " Camp des saints", scritto circa45 anni fa.
Rr

Alessandro mirabelli ha detto...

@ Rr: confermo che l'ospedale Bambino Gesù di Roma e' di proprietà vaticana.

Anonimo ha detto...

Cari miei è tutto scritto da 2000 anni ed anche a chiare lettere affinché tutti possano capire :Guai a voi quando tutti diranno bene di voi. Bergoglio farebbe bene a preoccuparsi di piacere a DIO piuttosto che ai nemici della Chiesa Cattolica.Non passerà molto tempo e purtroppo gli stessi drammi che stanno vivendo i cristiani siriani , iracheni e nigeriani saranno vissuti in Europa da noi.L'unica nota positiva sarà la fine della chiesa nata dal cv2.Bobo

Anonimo ha detto...

Ci raccontano fino alla nausea ,da anni , che quelli che arrivano dall'Africa a decine di migliaia sono tutti dei perseguitati . Francesco si è recato a Lampedusa a dire banalità come gli succede spesso.Purtroppo nessuno,neanche il governo , è in grado di dire quanti sono i migranti che arrivano , chi sono e dove vanno.La verità e che arrivano insieme vittime e carnefici e non c'è modo di accogliere i primi e respingere i secondi.Sembra di leggere Gibbon quando racconta in che modo i romani fecero attraversare ai goti il Danubio in piena e li fecero entrare nell'impero . Il seguito di guerre e devastazioni fu la logica conseguenza di quel gesto sconsiderato .Speriamo che questa volta tutto finisca bene ma ci vuole veramente un miracolo,Bobo

Annarè ha detto...

Papa Francesco voleva una Chiesa ospedale da campo, ora più che un ospedale è un obitorio. La morte del Papa secondo le profezie di Fatima non può significare la morte spirituale del papato con papa Francesco? Con questo papa il Papa è morto, perchè non parla più da Papa non vive più come un Papa, non opera più come un Papa. E questo comporta il martirio spirituale e anche corporale di tanti cattolici.

e cc ha detto...

Tanto per allargare il conflitto !
https://twitter.com/metesohtaoglu/status/499172846602821632/photo/1

Gederson Falcometa ha detto...

Gesù ha insegnato:

"Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori..."

Il dialogo conciliare ci insegna:

"Avete inteso che fu detto per Gesù: Amerai il tuo prossimo e il tuo nemico; ma noi diciamo: fa del tuo nemico, il tuo amico e dialoga senza limite con lui..."

Gederson Falcometa ha detto...

Mic,

Ho trovato nel sito "Corsia dei servi" un'informazione in più sul dialogo, che può essere la chiave che appre la sua intera compreensione, vede:

"Peculiare a dir poco il suo concetto di rivelazione:la rivelazione è una testimonianza di Dio su Se stesso, con la quale Dio non si limita a portare conoscenza su di Sé, ma offre la propria realtà divina come oggetto di percezione amorosa ed intuitiva. Con la fede noi attingiamo la stessa res divina. Oggetto della rivelazione non sono quindi un numero di verità metafisiche su Dio, dateci allo scopo di ricavarne conclusioni. La rivelazione consiste in un dialogo tra Dio e l'uomo, un’esperienza interiore, intuitiva ed ineffabile. Trattasi di un fenomeno sperimentabile da qualunque uomo di qualsiasi religione attraverso il quale la natura divina arriva a noi. Quello che si rivela è il Cristo totale, e con lui, la Trinità, che si sviluppa nella Chiesa e nella Storia. La rivelazione continua in virtù del fatto che il Cristo è ancora oggi e sempre una sorgente della conoscenza della fede;il dato rivelato ha carattere reale e costituisce con il dogma la sorgente della nostra conoscenza. Il dogma, al pari della rivelazione, ha un carattere storico e si sviluppa continuamente, anche dopo l’età apostolica. Il progresso del dogma deriva principalmente dallo svilupparsi della realtà divina nella Chiesa: è dunque un mistero le cui cause sono soprannaturali e la cui logica diviene chiara quando Dio prende parte al procedere del pensiero umano. L’evoluzione del dogma deve seguire la percezione dinamica del dato rivelato e il progresso della conoscenza nella Chiesa; essa consiste nel fatto che il magistero prende atto del nuovo livello di coscienza raggiunto dai credenti e lo ratifica e verbalizza con delle formule. I fondamenti della rivelazione non stanno dunque entro le fonti, bensì riposano sul Magistero, unico interprete legittimo dell’insegnamento contenuto nelle fonti. Il dogma è una formulazione della conoscenza acquisita in un certo momento storico, il cui valore è legato ai tempi..." Nouvelle Theologie; una nuova veste dell'eresia modernista - http://www.corsiadeiservi.it/it/default1.asp?page_id=552

Anonimo ha detto...

Il papato fin dall'insediamento si è dimostrato vicino e in sintonia col Potere globale che, oltre a imporre i vari suoi dogmi etici e sociali, ha però anche una strategia in altri campi diciamo più materiali.
Per dovere "istituzionale" il Vaticano dovrebbe contemporaneamente difendere il gregge, così in una sorta di corto circuito ne scaturiscono dei fumosi panegirici in cui non si capisce mai bene chi sono le vittime e chi i carnefici e dove si parla indistintamente di uso distorto delle religioni. Panegirici ben diversi per esempio dai chiarissimi e conformi tuoni pro immigrazione di Lampedusa.
Tanto oramai in medio oriente, nell'indifferenza e inerzia della Chiesa (però attivissima su altri versanti, non dimentichiamolo), la "pulizia etnica" inflitta ai nostri fratelli di fede è praticamente compiuta e si può spendere qualche lacrimuccia tardiva per poi proseguire e dimenticare tutto.
Miles

Anonimo ha detto...

x Mirabelli:
un vero Vicario non dirigerebbe mai la rotta della Barca verso gli scogli, (a meno che egli non sia di fatto un ubriaco o drogato o peggio "pilotato" da certi papaveri, messo lì al timone a scopo dirottamento, calcolatamente secondo antico e studiato programma) ma continuiamo a credere che possa farlo, per chissà quali buone/giuste ragioni......anche volute da Dio!

Anonimo ha detto...

per capire la causa del "vietato citare col loro nome i terroristi":

http://www.youtube.com/watch?v=JkFbqbDAMk8

Gederson Falcometa ha detto...

Non dubbito che seguindo la linea del Concilio Vaticano II, se crie la "pastorale dei cristiani perseguitati". Il curioso nelle pastorale è che se lascia ai laici la funzione dei pastore.

I laici sono i responsabile per le pastorale...

Luisa ha detto...

OT:

Francesco Colafemmina risponde a p. Bruno:

http://www.fidesetforma.com/2014/08/12/risposta-p-alfonso-maria-bruno/

Anonimo ha detto...

X Rosa R, in quanto medico, sai che ci hanno mollato in regione un tot di quelli sbarcati al sud un tot per regione non so il numero esatto, ma sono tanti, orbene, negli ospedali in cui sono stati esaminati SERIAMENTE, sono scattati diversi allarmi, per malattie della pelle tipo scabbia ed altre, per casi di tbc, polio, vaiolo ed altre malattie che da noi non esistono più e non si fanno più i vaccini, sottacendo dei molti casi di malaria....un amico valenciano mi dice che in Spagna sono preoccupati assai per quelli che arrivano dall'enclave spagnolo in Marocco sahariano, sono delle bombe batteriologiche, hai sentito un alito, andrebbe bene anche un piccolo soffio, mi dicono che sono stati segnalati casi di meningite, da medico, tu che ne sai? Lupus et Agnus.

Luís Luiz ha detto...

"La morte del Papa secondo le profezie di Fatima non può significare la morte spirituale del papato con papa Francesco?"

Giusto e importante.

Angheran70 ha detto...

Questo revival teocon fuori tempo massimo da parte dei siti tradizionalisti appare piuttosto pretestuoso ed alquanto problematico. Se c'è una cosa che Bergoglio ha imbroccato è stata proprio la scelta a livello internazionale di non appoggiare nuove crociate dell'"Occidente cristiano". Nella fattispecie quando ha fatto capire che l'intervento in Siria non avrebbe avuto benedizioni. "Occidente cristiano" come sappiamo è un concetto che esiste solo nei media asserviti alla propaganda USA. I vari Ferrara ed atei devoti suonano il corno "Per Israele e per i cristiani perseguitati". Non c'è da aspettarsi nessun esito positivo da questa scelta, dopo oltre dieci anni di interventi umanitari. Il vaso di Pandora l'hanno scoperchiato loro, abbattendo in medio oriente regimi laici e poi chiamando alla "guerra santa"..

Rr ha detto...

Secondo il ". Fatto quotidiano", quindi da verificare, al salvataggio del " S. Raffaele" di Olbia contribuisce, oltre il noto fondo d' investimento del Qatar( che e' uno degli stati arabi che finanzia in soldi ed armi l' ISIS), il Bbambin Gesù', quindi il Vaticano. Quindi il Vaticano e' in affari col Qatar !!!!
No comment !










Turiferario ha detto...

Stamattina sento dire al tg che Bergoglio andrà in Corea per riportare la pace fra Nord e Sud, mica male come scaletta. Potrebbe fare un tentativo anche per l'Iraq. Sul dialogo con i musulmani, la beffa è che a questi ultimi non importa un bel fico secco di dialogare e ci considerano (dicendolo apertamente del resto) poveracci attardati. Stessa cosa del resto con i protestanti: a parte qualche pastorello casertano, da quella parte ritengono ancora il cattolicesimo il regno dell'anticristo, altroché dialogo.

Anonimo ha detto...

A qualcuno piace autoilludersi che sotto sotto ci siano gli americani (governo) o israeliani (popolo). Nossignori: dietro queste stragi di cristiani c'è l'islam. Ricordiamoci bene questo dato, perché giorno verrà che...

Latinista ha detto...

Chiedo scusa se vado fuori tema, pur restando in tema col fuori tema di Luisa 08:50, e visto che avevamo parlato di recente di cose del genere.

Ecco una risposta che mi pare possa essere d'esempio in caso di iniziative giuridiche di carattere intimidatorio, private o istituzionali che siano:

http://www.riscossacristiana.it/il-caso-unar-la-risposta-di-gianni-toffali/

Affermazione puntuale del proprio diritto e, se del caso, contestazione del diritto dell'altra parte.
Tono civile senza deferenza, vittimismo o tentativi di avvicinare o ingraziarsi l'interlocutore.
Soprattutto nessun'ombra di paura, che è ciò che più vuole la parte avversa.

mic ha detto...

Penso di riprendere la risposta di Colafemmina.
Ringrazio Luisa e Latinista.
Concordo: la deferenza è nei confronti del papa per la sua alta funzione, non di altri. E a questo punto lo dico, anche se pensavo fosse intuibile. Mi pare chiaro che un Tornielli che scrive dalle vacanze ha il fiato sul collo di qualcuno....

bernardino ha detto...

A G. Falcometa delle 20,26 -

Carissimo, ""forse Bergoglio (non il Papa) vuole finire consegnando il gregge ai lupi"" -

Il fatto è che il gregge l'ha già consegnato ai lupi (diceva Ratzingher: pregate per me che non scappi davanti ai lupi): perchè quando dice che non esiste un Dio Cattolico oppure chi sono io per giudicare? (ma non lo sà che lui è il Vicario di Cristo, e che Cristo gli ha detto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli e ciò che legherai sarà legato? ma queste parole hanno o no un significato, oppure a Bergoglio bisogna rispiegare parola per parola come ai bambini del catechismo?)
La Chiesa è un ospedale da campo, che non vuole convertire nessuno - e le parole di Cristo agli Apostoli: andate in tutto il mondo e predicate il mio Vangelo e chi non vi ascolterà, uscite da quella casa e battete i sandali affinchè non resti neanche un granello di polvere nei vostri calzari - ma Bergoglio sà spiegarsi letteralmente il significato di queste frasi?
NO! NO! NO! - io ho solo capito che Bergoglio e C. vogliono distruggere la Dottrina Cattolica che avevano,già altri cominciato col vat.II., deve portare a termine l'opera.
Però non sò se Dio tollererà ancora per molto questo disprezzo, e come dice Annarè alle 15,28 e alle 15,36 - il castigo che arriverà per questa capitolazione arriverà per tutti e non solo per quelli che hanno
fatto questo brutto pasticcio.
Si il Signore poi dividerà il buon grano dalla zizzania, ma che consolazione è questa?
Certo che se i fondamentalisti islamici, in massa, riusciranno in ciò che non è riuscito loro nei secoli (quante volte hanno tentato di invadere l'Europa Cristiana) questa volta Dio inonderà la terra come ai tempi del diluvio universale, e i veri infedeli dovranno rendere conto davanti all'Onnipotente che sarà il vero Giudice.
Dio può distruggere tutto questo mondo ateo ed eretico e soprattutto infedele verso di Lui, e ricostruirlo come ha fatto dopo il diluvio universale, ma qualcuno dovrà pagare il conto; in altri tempi il conto lo pagava il popolo eletto perchè disubbidiva a Colui che E'.
E per favore prima che tutto questo accada, si inginocchi davanti a Cristo Redentore del mondo, visto che lo fà davanti ai veri infedeli e davanti a tutti gli uomini e impari a dire anzichè buonasera, buon prenzo o altro ""Sia Lodato Gesù Cristo"" perchè i Cattolici dicono Laudetur Jesus Christus e non buona sera.
E si ricordi che sulla terra ci sono giudici umani, mentre in cielo c'è un giudice che emette una pena che non ha più fine.

Rr ha detto...

Per anonimo ore 9.41: mai sentito dire : il nemico del mio nemico e' mio amico? Mi spiego: gli USa ( governo) sono pesantemente dietro la rivolta in Siria, insieme con la Gran Bretagna e la Francia, cosi come erano insieme contro Gheddafi. CUi prodest se ogni stato arabo con un esercito in gamba entra nel caos più totale ?
Una parte dei combattenti in Siria contro Assad, che per quanto " dittatore" non ha mai torto un capello ai cristiani, ha sconfinato i. irak ed ha compiuto una marcia trionfale verso Mosul senza che non solo il pseudo governo iracheno se ne accorgesse e ponesse rimedio, am a quanto pare anche i Turchi, foraggiatori delle milizie antiAssad e felici di incasinare i Curdi e men che meno i satelliti spia americani. E' da credere?? Maper favore!
Perche'. Ma per ridestabilizzare l' Irak, incasinaare i curdi e successivamente l' IIran. Perché l' Iran non lo ha incasinato nessuno, finora, ne' gli USa hanno bombardato o comunque agito nei suoi confronti come Israele( governo Netanyahu, che comunque e' stato eletto) desidera da anni. Naturalmente ci sono anche i Sauditi, il Qatar, forse alltri emirati del golfo.
Il mostro Frankestein, pero', ha cominciato ad agire di testa sua, come Al Qaida in Afghanistan, dopo essere stato usato contro i Sovietici.
Quindi: l' Islam e' per sua essenza pericolo per la Cristianita', come attestano secoli di guerre, violenze, pirateria, schiavitù di migliaia, forse milioni, di europei portati in quelle terre.
Ma il suo nemico non e' detto che sia mio amico.
Ancora una volta CUI PRODEST ?
Rr
PS: di Gaza non si parla più, am neanche dei cristiani in irak, am solo degli Yazidi. Perché?

mesmer ha detto...

Quello di opinione è di critica è un diritto di rango costituzionale.

Se episodicamente è volata qualche parola di troppo (tuttavia non solo dall'eterogeneo fronte tradizionalista, ma anche dall'eterogeneo fronte avverso), laico buonsenso e cristiana indulgenza avrebbero dovuto suggerire accomodamenti per altre vie che la composizione in un'aula di tribunale.

Se posso aggiungere un'osservazione personale, provo un profondo rammarico per il procedimento istruito contro Francesco Colafemmina. Soprattutto perché mi sembra che egli non possa in alcun modo essere posto nel novero dei facinorosi. Il ricorso all'ironia non può essere considerato alla stregua di una pratica diffamatoria. A quanto mi è stato dato di constatare, Colafemmina si è sempre distinto per misura ed eleganza non meno che per schiettezza, e nel suo spazio in rete non ha mai agito in modo censorio, ma ha sempre accettato il confronto, assicurando piena libertà di espressione a chiunque; e non dopo avere preventivamente confezionato risposte rese, con arbitrio d'autarca, inimpugnabili: Colafemmina mi sembra avere sempre cercato di fare emergere, anche dal contraddittorio, il vero stato dei fatti e dei diritti. Se fosse mai sfuggita anche a lui la proverbiale parola di troppo (quod est demonstrandum), sarebbe, io stimo, stato saggio non appigliarsi ad essa con troppa irruenza.

mic ha detto...

non esiste un Dio Cattolico oppure chi sono io per giudicare?

Francamente non sono queste le espressioni che mi fanno rabbrividire. Perché potrebbero rientrare nel suo insolito stile e linguaggio tranchant.
Il problema è che poi dovrebbe essere esplicitato anche il seguito, che manca sistematicamente e che viene lasciato alla libera interpretazione di chi ascolta. Cosa che un papa non può permettersi, soprattutto quando, come accade, prevale e circola l'interpretazione anticattolica...

E, poi, ci sono altri punti, ben più pertinenti alla sfera dottrinale e teologica, che sono il vero cuore del problema...

mic ha detto...

La "troppo irruenza" di cui parla mesmer è un segnale ancor più anomalo da parte di un religioso e nella chiesa della misericordia... peraltro unidirezionale.

rr ha detto...

X Lupus,
quel che scrivi sui clandestini e la sanità non mi fa affatto meraviglia. Ai tempi nei quali gli Stati ci tenevano ai propri confini, si stabilivano leggi di "quarantena" per ogni vascello o nave che attraccasse in porto con a bordo "carichi umani" da terre sconosciute. Ad Ellis Island c'era un ospedale (se vedete le foto, pensate ad un campo di concentramento, non ad Ellis Island) dove venivano tenuti in osservazione gii immigrati in USA che provenivano dall'Europa orientale e dal Sud Italia (e non sol) perché le autorità americane ritenevano, a ragione, che le norme igienico-sanitarie fossero poco conosciute e rispettate nelle terre d'origine, e i richiedenti l'ammissione agli Usa potessero essere ammalati o comunque portatori di malattie. D'altronde tu non puoi portare il tuo cane negli USA.
Ma se oggi dici certe cose o proponi d'istituire dei controlli sanitari centralizzati, sei un razzista.
Io ero in Canada quando scoppiò la SARS che fece una trentina di morti, dei quali una ventina tra gli operatori sanitari a Toronto e dintorni. Tutti sapevano come fosse arrivata la malattia e perché si fosse diffusa, ma nessun politico osava dirlo, né prendere il provvedimento più semplice: chiudere l' aereoporto ai voli dalla Cina (Bush fece chiuder le frontiere con il Canada). Perché la Cina è potente e la comunità cinese, che albergava la malattia, era anch'essa potente a Toronto e dintorni, Preferirono obbligarci tutti a lavarci le mani in continuazione, sospesero corsi all'università, conferenze, ecc. , anche nelle scuole limitarono al massimo festicciole, attività extrascolastiche, finchè tutto passò.
Chi ha visto lo "Squalo 1" sa come reagisce il sindaco alla richiesta di chiuder le spiagge. Beh, è uguale. Tra politically correctness, ideologia marxista a gogò e tanti, grossi, affari, ci ritroveremo non dico l'Ebola, ma un qualche caso di TBC fulminante. Peccato che ai tipi come la Boldrini e company, non succeda mai.
RR

Annarè ha detto...

Siamo in mano a politici senza spina dorsale, che pensano solo a riempire le casse di casa loro.
Se iniziassero a rimettercdi loro le penne con le malattie che gli extracomunitari ci portano, forse sarebbero più cauti, ma loro poi hanno i soldi per curarsi di mejo medici. AAAHH! I bei tempi civili dove ognuno aveva la sua Patria da difendere innanzi tutto e i confini erano ben delineati.

rr ha detto...

HA PARLATO TAURAN !!!
IL Califfo ha subito deposto le armi !
Cfr Magister.

Garabandal ha detto...


"I sistemi che accolgono entro la loro logica l’esercizio della violenza come un diritto originario e incontestabile della loro «missione» nel mondo, non capiscono altra argomentazione che non sia la forza. Ogni tentativo di confronto ideale sarà giudicato una debolezza. Non si dialoga con l’arroganza e con chi, senza ragioni obbiettive, ti esclude dalla stessa possibilità di esistere come tu sei e come vuoi essere. Certo la prepotenza non è mai ammessa nello stile cristiano, neppure come ritorsione; alla violenza non si deve rispondere con la violenza. MA CON LA FORZA SI ;LA FORZA DELL'ANIMO che non si lascia intimidire, la forza di una comunità capace di contestare moralmente ogni sopruso politico e culturale, la forza di astenersi dal consenso sollecitato con mezzi diversi dalla dimostrazione razionale.

Questa forza va usata non solo in nome della verità e della giustizia (o quanto meno della legittima persuasione di essere nella verità e nella giustizia), ma anche come atto d’amore verso i nemici: qualche volta è l’unico modo di migliorarli e di ricondurli a pensieri e a propositi più degni. Opporre durezza a durezza può essere la sola forma di carità che ci è dato di esercitare verso l’uomo che aspira a trasformarsi in un padrone di uomini (Biffi, Contro Maestro Ciliegia)"

Il mio ringraziamento ad Antonio Socci e Magister, cattedrali nel deserto, per il resto, giornalisti vaticanisti,opinionisti mi ricoradano i benpensanti del Forteto.

"Niente e' piu' triste, e piu' anticristiano,di un cristianesimo politically correct,pronto ad autodenigrarsi e a rinunciare a se stesso pur di accordarsi alle tendenze del momento."
Da un intervista con Rene' Girard

Luís Luiz ha detto...

Non so se sbaglio, ma mi sembra ricordare che Tariq Aziz, ministro delle relazioni estere e poi primo ministro di Saddam Hussein, era cattolico. L' ha deposto l'asse del Bene, che anche, guarda caso, finanzia gli stessi jihadisti in Siria e Libia. Adesso pagano il conto i poveri cattolici assiriani, abbandonati anche dal governo vaticano, che ha relazioni così tenere con le forze del Bene. La rottura è stata le guerre del golfo (e l'11 settembre) e non un apposito clash di civiltà che non esisteva 30 anni fa.

Luisa ha detto...

OT

Sbalorditiva scelta per mettere dell`ordine nei media vaticani:

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/08/13/alla-bbc-ha-fallito-e-adesso-ci-prova-con-i-media-vaticani/

La BBC che non ha mai perso un occasione per vomitare sulla Chiesa cattolica e in particolare su Benedetto XVI.

Garabandal ha detto...


Antonio Socci in merito alla Lettera all'Onu .


Diciamo che questa lettera è, come l'Angelus di domenica, il minimo sindacale... per salvare la faccia

Dice: "costretti a fuggire dalle loro case e assistere alla distruzione dei loro luoghi di culto e del patrimonio religioso". Ma da chi? E poi solo "costretti a fuggire"? e dei bambini venduti come schiavi, sepolti vivi, degli uomini crocifissi.... ne vogliamo parlare??

Orrù non è che usa un vocabolario diverso, semplicemente TACE su quello su cui dovrebbe GRIDARE !!!! E si sta prendendo una grave responsabilità morale!

Anonimo ha detto...

Qua sarebbe ora di uscire tutti a strillare dai tetti, e non a limitarsi a quei pochi coraggiosi (quali ammiro) lo fanno dai vari blog.

mesmer ha detto...

è un segnale ancor più anomalo da parte di un religioso

In effetti i conti non tornano, e in tutta la vicenda, così come nelle consimili, c'è qualcosa di strano.

Anonimo ha detto...

Qualcosa di strano c'è anche nelle scelte per lo IOR e Ricca e Chaouqui e in quest'ultima.

Anonimo ha detto...

Vi siete dimenticati Ciudad de l'Este?

Gederson Falcometa ha detto...

Caro Bernardino,

Grazie per il commento. Ieri ho pensato sull'offensiva dell'islam qualcosa simile a che lui ha pensato sul mondo ateo ed eretico. L'Islam non sta nel mondo moderno, lui ha suo proprio mondo e gli mussulmani nella sua maggioranza, non sono uomini moderni. Esiste un pericolo reale dell'Europa diventare mussulmana. Se questo accade, la Chiesa deve convocare un Concilio per "aggiornare" la Chiesa al mondo islamico e all'uomo mussulmano? E che cosa sarà del Concilio Vaticano II?

Gederson Falcometa ha detto...

Vladimir Putin Exposes the ‘New World Order’

http://worldtruth.tv/vladimir-putin-exposes-the-new-world-order/

Anonimo ha detto...

Terribile ! http://www.riscossacristiana.it/francesco-dove-vai-di-piero-laporta/

RAOUL DE GERRX ha detto...

"Francesco imboscato" — terrible en effet.

Mais qu'attendre encore d'un homme qui n'est qu'un personnage sans substance, ou qui n'a de substance que médiatique — il l'a assez prouvé depuis un an et demi — ou qui est même de la substance des persécuteurs.

Ne l'a-t-on pas vu à l'œuvre dans le cas des Franciscains et des Franciscaines de l'Immaculée ?

Pourquoi un homme qui juge bon de mettre à la rue, du jour au lendemain, des centaines de religieux fervents, et, pour beaucoup, de briser leurs vies, éprouverait-il la moindre compassion sincère pour les centaines de milliers de persécutés d'Irak, qu'on n'ose appeler ses frères dans la foi ?

Un homme sans substance. Un zombie. Un ectoplasme. Terrible en effet.

Silente ha detto...

Caro Luis delle 12:37: ricorda bene: Tariq Aziz era cattolico caldeo. Col "cattivissimo" Saddam la comunità cristiana era rispettata e poteva accedere alle più alte cariche dello stato. Poi sono arrivati, come al solito, i "liberatori": il risultato lo vediamo. E oggi, di Tariq Aziz non si sa più nulla, se non che è malato e giace in qualche oscura segreta dei suddetti "liberatori". E gli è andata bene: i soliti "tribunali" dei soliti "liberatori" lo avevano condannato a morte per i soliti "crimini contro l'umanità".
Copione già visto.

Rr ha detto...

Intanto in radio e TV si parla solo ormai degli Yazidi, e siccome il VdR se n'e' partito per la Corea( sperando di portare la pace tar Sud e NOrd: se fossi coreana, comincerei a prepararmi per le bombe), smetteranno di parlare dei Cristiani siriani ed irakeni.
Oggi han parlato di Gaza solo perche' e' morto ( RIP) il reporter italiano in termini cosi ambigui che all' inizio non avevo capito nulla, come fosse morto e che cosa l' avesse ucciso. Er evidente, direi palpabile, l' imbarazzo nel riferire la notizia. Ed han dovuto mandare in onda il suo ultimo servizio: le immagini delle case sventrate erano tragicamente simili a quelle delle nostre citta' durante la guerra.
Rr

L

Rr ha detto...

Luisa, la notizia dell' ex capo della BBC e' di alcune settimane fa. Un cittadino inglese non diventa capo della BBC se non e' legato a triplo filo con the powers that be, anzi se non vi appartiene lui stesso, per famiglia o per adesione. Ed uno così lo mettiamo a riorganizzare l' informazione della S.sede? Veramente le volpi son dentro il pollaio.
Eh, cosa non si fa per la carriera, per potersi rifare dei rospi ingoiati in gioventu', de no subiti, dei trasferimenti mal accettati, dell' essere rimasto ai margini, pardon, alle periferie...
Rr

Gederson Falcometa ha detto...

Aspettare una enciclica con una condannazione dell'islam, sarebbe aspettare un miracolo?

Angheran70 ha detto...

Garabandal ha detto...


Antonio Socci in merito alla Lettera all'Onu .


Diciamo che questa lettera è, come l'Angelus di domenica, il minimo sindacale... per salvare la faccia



Ma Socci redivivo di cosa parla? La Gospa gli ha suggerito la nuova guerra santa per Usa e Israele? Perchè non prova ad elencare un solo risultato utile per i cristiani dopo un decennio di esportazione della democrazia?
Non dovrebbe essere difficile. La compagnia degli atei devoti con supporto teocon vuole fare un'altra partita di giro? Si sono accorti che al tavolo "Occidente cristiano" le carte sono truccate e per i cristiani è sempre notte?

Stefano78 ha detto...

Qualcuno apre gli occhi? Facendo 2+2...: http://www.papaboys.org/il-doppio-gioco-americano-senatore-usa-conferma-abbiamo-finanziato-lisis-insieme-agli-alleati/

Luisa ha detto...

"I giorni della responsabilità"
di Massimo Viglione


http://www.riscossacristiana.it/giorni-della-responsabilita-di-massimo-viglione/

Luís Luiz ha detto...

" Si sono accorti che al tavolo "Occidente cristiano" le carte sono truccate e per i cristiani è sempre notte?"

Può sembrare che siamo davanti a quello che gli scacchisti chiamano zugzwang: tutte le mosse sono perdenti. Ma non ci credo. Bisogna soltanto individuare il male da combattere, e la storia della Chiesa è una fonte di luce più che sufficiente.

Garabandal ha detto...


Commentatore ore 9:55

Gentildonna o Gentiluomo,

perche' nn "combatte a viso aperto?"Antonio Socci offre molto in merito,gia' citare la "gospa" e credo in tono sprezzante identifica ilsuo profilo.
Cordialmente.

mic ha detto...

Anche a me quel riferimento, del tutto gratuito non è piaciuto e non ho avuto il tempo di farlo notare.
Il resto rientra in un'ammissibile difformità di vedute.
Sviluppate reciprocamente queste...

Annarè ha detto...

Difronte al mondo e agli uomini i cristiani sembrano dei perdenti, ma non dimentichiamoci che esiste anche un'eternità che ancora noi non conosciamo, pertanto chi perde e chi vince lo sapremo di la.

Garabandal ha detto...


Per rimanere in tema


"La dichiarazione del Consiglio Pontificio per il Dialogo Interreligioso del, giorno 12, dopo la giusta analisi della situazione e la indicazione (finalmente) dei colpevoli, chiude con queste stupefacenti parole: "La violenza non si vince con la violenza. La violenza si vince con la pace". Notare il : si vince! Forse San Pio V e Lepanto o Marco D'Aviano a Vienna si sono sbagliati. Quando questi signori, parlo dei componenti il Consiglio , Papa in testa, affronteranno i terroristi islamici portando in processione il SS Sacramento, come fece San Leone Magno con Attila, allora vedrò i risultati (se ci saranno) e mi ricrederò"

"D'altra parte, «la legittima difesa può essere non soltanto un diritto, ma un grave dovere, per chi è responsabile della vita di altri, del bene comune della famiglia o della comunità civile» (CCC 2265). Accade purtroppo che la necessità di porre l'aggressore in condizione di non nuocere comporti talvolta la sua soppressione. In tale ipotesi, l'esito mortale va attribuito allo stesso aggressore che vi si è esposto con la sua azione, anche nel caso in cui egli non fosse moralmente responsabile per mancanza dell'uso della ragione (Cf S. Tommaso D'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q. 64, a. 7; S. Alfonso De' Liguori, Theologia moralis, l. III, tr. 4, c. 1, dub. 3.)""EVANGELIUM VITAE" DI San GIOVANNI PAOLO II

Garabandal ha detto...


A costo d' esser derisa o giudicata un nuovo acquisto del Vaticano, un' atea in via di conversione, una mangiapreti in cerca di assoluzione, insomma una ravveduta in punto mortis , torno dunque a Ratzinger. E dico: Ratzinger ha ragione quando scrive che ormai l' Occidente nutre una specie di odio verso sé stesso, non ama più sé stesso. Che della sua storia vede soltanto ciò che è deprecabile, che di essa non riesce più a percepire cosa contiene di grande e di puro.

Ha ragione anche quando dice che il mondo dei valori su cui l' Europa aveva costruito la sua identità ( i valori ereditati dagli antichi greci e dagli antichi romani e dal Cristianesimo, chiarisco io) sembra giunto alla fine o uscito di scena. Che l' Europa è paralizzata da una crisi del suo sistema circolatorio e che questa crisi la sta curando con trapianti ( l' immigrazione e il pluriculturalismo, chiarisco io) i quali possono solo eliminare la sua identità. E poi ha ragione quando dice che la rinascita dell' Islam non è nutrita soltanto dalla nuova ricchezza dei paesi che posseggono il petrolio: è nutrita anche dalla consapevolezza che l' Islam possa offrire una piattaforma di spiritualità.

La spiritualità a cui la vecchia Europa e l' intero Occidente hanno rinunciato. Infine ha ragione quando cita Spengler secondo il quale l' Occidente corre inesorabilmente verso la propria morte, non solo una morte culturale, e di questo passo crollerà come crollò la Civiltà Egizia, l' Impero Romano, il Sacro Romano Impero. Come sono crollati e crollano ( aggiungo io) tutti i popoli che dimenticano di avere un' anima. Ci stiamo suicidando, cari miei. Ci stiamo uccidendo col cancro morale, con la mancanza di moralità, con l' assenza di spiritualità. E questa faccenda del mondo da rifare con la truffaldina eugenetica, con la bugiarda biotecnologia, non è che la tappa definitiva del nostro masochismo. Ecco perché i Bin Laden e gli Zarqawi, individui immorali e amorali tuttavia sorretti da una loro paradossale forma di moralità, hanno buon gioco. Ecco perché i loro correligionari ci invadono così facilmente e così disinvoltamente fanno i padroni in casa nostra. Ecco perché a casa nostra vengono accolti con tanto servilismo o tanta inerzia. Tanta paura. Ecco perché l' Europa è diventata Eurabia e l' America rischia di diventarlo. Ed ecco perché, segnati in fronte dal marchio di cui parlo ne L' Apocalisse , il marchio della schiavitù e della vergogna, molti occidentali finiranno inginocchiati sul tappetino a pregare cinque volte al giorno il nuovo padrone cioè Allah.

Noi cannibali e figli di Medea - Oriana Fallaci

Rr ha detto...

BRAVA, GARABANDAL!!!!
Rr