sabato 9 gennaio 2021

Proposta: Digiuno e Preghiera il Venerdì contro l’Attacco Anticristiano

Ricevo da un lettore e volentieri pubblico.
Appello di unità nella preghiera

In questi ultimi tempi, si assiste in Italia e nel mondo a prese di posizioni sempre più preoccupanti non solo da parte dei cittadini di altre religioni o increduli ma anche e soprattutto delle istituzioni contro la Chiesa cattolica. In particolar modo, l’epidemia di Covid-19 ha fornito un pretesto in molte nazioni, a partire dall’Italia, per sospendere o rimettere in discussione alcuni diritti che noi cattolici ritenevamo scontati, in particolar modo quelli di parola, di libertà di spostamento e di culto.
Al contempo, si vanno affermando disposizioni che contrastano con la Dottrina e la morale cattolica, in special modo contro la pietà (cioè rendere a Dio ciò che Gli è dovuto, in particolare il culto) e contro la libertà di parola (come ad esempio il tristemente famoso DDL Zan). Anche all’estero, forze anticristiane hanno portato o stanno portando all’approvazione di reati contro la libertà di parola e di espressione, contro la persona (p.e. la recentemente approvata legge sull’aborto in Argentina) e contro la libertà di culto, in un’ondata crescente di insofferenza e di provvedimenti liberticidi rivolta contro tutto ciò che rimane della società cristiana, spesso col pretesto del contenimento del Covid-19 e della tutela della salute dei cittadini.

Questo è particolarmente evidente in Italia dove, contemporaneamente al confinamento di milioni di cittadini, si è presto passati alla discussione e, nel timore di un crollo del governo, alla rapida approvazione del famigerato DDL Zan in Italia. Il Governo italiano, il quale ha imposto assurdi coprifuoco e gravi limitazioni alle libertà costituzionalmente garantite (in particolar modo quelli al culto, sostituito dalla “Messa in streaming”, la quale non assolve in alcun modo il precetto festivo, e alla libertà di spostamento) con la scusa del Covid-19, con risultati nel migliore dei casi dubbi, sta al contempo sfruttando il virus cinese per cercare di rimodellare il nostro Paese secondo il sogno radical-socialista.

Questo è evidente nell’uso dichiarato dei 196 miliardi di euro di fondi provenienti dall’Unione Europea (il cosiddetto “Next Generation UE”, noto anche come “Recovery Fund”), che vedono, durante una supposta emergenza sanitaria, l’assegnazione di soli 9 miliardi di euro alla sanità e 19,2 miliardi all’istruzione ed alla ricerca, mentre ben 74,3 miliardi di euro verranno destinati a “rivoluzione verde e transizione ecologica” (cioè imposizione della dottrina ecologista e progressivo cambiamento delle strutture produttive), 48,7 miliardi di euro a “digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura” (cioè abolizione del contante e imposizione del cosiddetto smart working) e 17,1 miliardi di euro a “parità di genere e coesione sociale ed economica” (ovvero propaganda dell’ideologia di genere, anche nelle scuole, e provvedimenti volti a contrastare iniziative di vera o presunta “destra” messe in atto dai cittadini preoccupati, in particolare cattolici). Oltre a questo, è notizia di questi ultimi giorni che il confinamento messo in atto dal governo potrebbe continuare anche dopo il 6 gennaio, estendendosi a tutti i sabati e le domeniche ed alle regioni che non rispettano i parametri stabiliti dal Governo (mai dichiarati o chiariti).

In questa ottica, nella convinzione che quanto stia avvenendo nel nostro Paese non sia altro che il riflesso di un andamento generale che in altri Paesi è già in fase ben più avanzata del nostro e che il Covid-19 non sia altro che l’ombrello che taluni usano per portare avanti un’agenda politica ben precisa che mira a marginalizzare o a distruggere del tutto ciò che rimane della società cristiana, ma anche nella ferma convinzione che Dio è il padrone della messe (cfr. Mt 9,38) e che Lui possa porre fine a quanto stia avvenendo, sia dal punto di vista epidemico che politico, nonché che l’azione, volta al contrasto di queste iniziative palesemente anticristiane messe in atto dall’Unione Europea e dal Governo italiano, debba affidarsi ai mezzi soprannaturali della preghiera e del digiuno,

si chiede

a tutti i fratelli e le sorelle in Cristo di buona volontà e che possano farlo, da qui almeno fino a luglio (cioè all’inizio del cosiddetto “semestre bianco” in cui il Presidente della Repubblica Italiana non ha più la facoltà di sciogliere le Camere), di digiunare[1] e di recitare le seguenti preghiere dinanzi al Santissimo (esposto o anche solo nel tabernacolo) ogni venerdì, perché in Italia e nel mondo Dio disperda i superbi nei pensieri del loro cuore (in particolare coloro che brigano per annientare o condannare all’irrilevanza il cattolicesimo, o che anche soltanto desiderano promuovere ed imporre leggi anticristiche), ricolmi di beni gli affamati ma rimandi i (super) ricchi a mani vuote e soccorra i cattolici (il nuovo Israele), secondo quanto dice la Santa Vergine nel Magnificat (Lc 1, 39-55).

Queste preghiere, da recitarsi in un carattere di universalità e in un’ottica di adesione alla meravigliosa tradizione della Chiesa cattolica romana esclusivamente in latino, sono:
  • Un Pater Noster ed un’Ave Maria secondo le intenzioni del Sommo Pontefice (cioè l’esaltazione della Chiesa cattolica, la propagazione della fede, l’eliminazione dell’eresia, la conversione dei peccatori e la concordia tra le nazioni)
  • Il cantico del Magnificat.
  • La preghiera a San Michele Arcangelo composta da Sua Santità papa Leone XIII.
  • Infine, concludere con le tradizionali rogazioni.
In calce, per coloro che non le conoscessero in latino, troverete il testo del Pater Noster, dell’Ave Maria, del Magnificat e della preghiera a San Michele Arcangelo.

Spesso si pensa che solo un esercito potrebbe porre fine allo stato di decadenza ed alle derive totalitarie verso cui l’Occidente, dimentico di Dio quando non a Lui avverso, sta precipitando. Noi restiamo frustrati e ci lasciamo scoraggiare per gli scarsi risultati che la nostra preghiera sembra avere, spesso pretendendo risultati immediati e miracolosi, come se Dio non fosse il Signore ma una entità che ci deve qualcosa e che deve, istantaneamente, ubbidire alle nostre richieste, anche quando queste vanno contro i Suoi progetti (che non sono, però, certamente l’affermazione del male, dell’eresia, dell’apostasia). Ebbene, sulla base della promessa di Cristo (Mt 18, 19-20), dove due o tre sono riuniti nel Suo nome ed in unità di intenti, Nostro Signore sarà in mezzo a loro e concederà ciò che Gli chiediamo; e Dio vale più di qualsiasi esercito su questa terra, anzi Dio vale più della Terra stessa. Quindi, nell’unità di preghiera e di digiuno, con fiducia ogni venerdì uniamoci assieme e chiediamo a Cristo di farci la grazia che si verifichi quanto proclamato dalla Santa Vergine nel Magnificat e che San Michele Arcangelo ci protegga e sia presidio contro le inside e le malignità del Diavolo.
Sia lodato Gesù Cristo!

Pater noster
Pater noster, qui es in cælis:
sanctificétur Nomen Tuum:
advéniat Regnum Tuum:
fiat volúntas Tua, sicut in cælo, et in terra. Panem nostrum cotidiánum da nobis hódie, et dimítte nobis débita nostra, sicut et nos dimíttimus debitóribus nostris. et ne nos indúcas
in tentatiónem;  sed líbera nos a Malo. Amen.
Ave Maria
Ave, Maria, grátia plena,
Dóminus tecum.
Benedícta tu in muliéribus,
et benedíctus
fructus ventris tui, Iesus.
Sancta María, Mater Dei,
ora pro nobis peccatóribus,
nunc et in hora mortis nostræ.
Amen.
Gloria Patri
Glória Patri et Fílio et Spirítui Sancto. Sicut erat in princípio, et nunc et semper et in sǽcula sæculórum.
Amen.

Cantico della Beata Vergine (Magnificat) Lc 1, 46-55

Magníficat * ánima mea Dóminum, et exsultávit spíritus meus * in Deo salutári meo;
quia respéxit humilitátem ancíllæ suæ, * ecce enim ex hoc beátam me dicent omnes generatiónes.
Quia fecit mihi magna, qui potens est, * et sanctum nomen eius,
et misericórdia eius a progénie in progénies * timéntibus eum.
Fecit poténtiam in brácchio suo, * dispérsit supérbos mente cordis sui
depósuit poténtes de sede, * et exaltávit húmiles,
esuriéntes implévit bonis, * et dívites dimísit inánes.
Suscépit Israel, púerum suum, * recordátus misericórdiæ suæ
sicut locútus est ad patres nostros, * Abraham et sémini eius in sæcula.
Glória Patri, et Fílio * et Spirítui Sancto.
Sicut erat in princípio, et nunc et semper, *
et in sǽcula sæculórum. Amen.
L’anima mia magnifica il Signore * e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. * D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

 Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente * e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia * si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, * ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, * ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, * ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, * ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, * ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo
Come era nel principio, ora e sempre
e nei secoli dei secoli. Amen

Preghiera a San Michele Arcangelo

Sancte Míchaël Archángele, defénde nos in proélio: contra nequítias et insídias diáboli esto praesídium. Imperet illi Deus, súpplices deprecámur: tuque, Prínceps milítiae coeléstis, Sátanam aliósque spíritus malígnos, qui ad perditiónem animárum pervagántur in mundo, divina virtúte, in inférnum detrúde. 

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia contro le malvagità e le insidie del diavolo, sii nostro aiuto. Ti preghiamo supplici: che il Signore lo comandi ! E Tu, Principe della milizia celeste con la potenza che ti viene da Dio, ricaccia nell'inferno satana e gli altri spiriti maligni, che si aggirano per il mondo a perdizione delle anime.

Rogazioni

Omnes Sancti et Sanctae Dei, intercedite pro nobis.
Propitius esto, parce nos, Domine.
 Propitius esto, exaudi nos, Domine.
A damnatione perpetua libera nos Domine.
Ab omni malo, libera ...
Ab omni peccato,
Ab ira tua,
A subitanea et improvisa morte,
Ab insidiis diaboli,
Ab ira et odio et omni mala voluntate,
A spiritu fornicationis,
A fulgure et tempestate,
A flagello terraemotus,
A peste, fame et bello,
Peccatores, te rogamus, audi nos.
Ut nobis parcas, te rogamus...
Ut nobis indulgeas,
Ut ad veram paenitentiam nos perducere digneris,
Ut Ecclesiam tuam sanctam regere et conservare digneris,
Ut domum Apostolicum et omnes ecclesiasticos ordines in sancta religione conservare digneris,
Ut inimicos sanctae Ecclesiae humiliare digneris,
Ut regibus et principibus christianis pacem et veram concordiam donare digneris,
Ut cuncto populo christiano pacem et unitatem largiri digneris,
Ut omnes errantes ad unitatem Ecclesiae revocare, et infideles universos ad Evangelii lumen perducere digneris,
Ut nosmetipsos in tuo sancto servitio confortare et conservare digneris,
Ut mentes nostras ad caelestia desideria erigas,
Ut omnibus benefactoribus nostris sempiterna bona retribuas,
Ut animas nostras, fratrum, propinquorum et benefactorum nostrorum ab aeterna damnatione eripias,
Ut fructus terrae dare et conservare digneris,
Ut omnibus fidelibus defunctis requiem aeternam donare digneris,
Ut nos exaudire digneris,
Fili Dei,

Agnus Dei, qui tollis peccata mundi,
parce nobis, Domine.
Agnus Dei, qui tollis peccata mundi,
exaudi nos, Domine.
Agnus Dei, qui tollis peccata mundi,
miserere nobis.

Christe, audi nos.
Christe, exaudi nos.
Kyrie, eleison.
Christe, eleison.
Kyrie, eleison.
________________________________
Santi e Sante tutti di Dio, intercedete per noi.
Sii indulgente, perdonaci, o Signore.
 Sii indulgente, ascoltaci, o Signore.
Dalla dannazione eterna liberaci, o Signore.
Da ogni malvagità, liberaci...
Da ogni peccato, libera...
Dalla tua ira,
Dalla morte improvvisa e inaspettata,
Dalle insidie del demonio,
Dall’ira, dall’odio e da ogni desiderio cattivo, Dallo spirito d’immondezza,
Dal fulmine e dalla tempesta,
Dal flagello del terremoto,
Dalla pestilenza, dalla carestia e dalla guerra, 
Pur peccatori, ti preghiamo, ascoltaci.
Perché tu ci risparmi, ti preghiamo...
Perché tu ci perdoni,
Perché tu ti degni di condurci a vera penitenza,
Perché tu ti degni di preservare e governare la tua santa Chiesa,
Perché tu ti degni di preservare il Papa e tutti gli Ordini Religiosi nel santo zelo religioso,
Perché tu ti degni di umiliare i nemici della Santa Chiesa,
Perché tu ti degni didonare pace e vera concordia ai sovrani e ai principi cristiani,
Perché tu ti degni di donare pace ed unità a tutto il popolo cristiano,
Perché tu ti degni di ricondurre all’unità della Chiesa tutti gli erranti, e di portare tutti gli infedeli alla luce del Vangelo,
Perché tu ti degni di supportarci e preservarci nel tuo santo servizio liturgico,
Perché elevi le nostre menti ai desideri celesti,
Perché ricompensi coi beni eterni i nostri benefattori,
Perché salvi dalla dannazione eterna le anime nostre, dei nostri fratelli, parenti e benefattori,
Perché tuti degni di concedere e conservare i frutti della terra,
Perché tu ti degni di donare a tutti i fedeli defunti l’eterno riposo,
Perché tu ti degni d’esaudirci,
O Figlio di Dio,

Agnello di Dio, che porti su di te i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.
Agnello di Dio, che porti su di te i peccati del mondo, ascoltaci, o Signore.
Agnello di Dio, che porti su di te i peccati del mondo, abbi misericordia di noi.

Cristo, ascoltaci.
Cristo, esaudiscici
Signore, abbi misericordia.
Cristo, abbi misericordia.
Signore, abbi misericordia.

[1] Si ricorda che il digiuno cattolico prevede un solo pasto al giorno, che può essere anche ripartito, l’astensione dalle carni, dai cibi e dalle bevande particolarmente raffinati o ricercati, ricordando che l’acqua non rompe il digiuno.

54 commenti:

Claudius ha detto...

Io ho partecipato. Purtroppo qui dove sono e' impossibile recarsi in una chiesa, quindi mi sono accontentato di fare tutto da casa. Invito tutti ad associarsi a questa iniziativa, per quanto e' possibile.
Grazie per aver postato anche la traduzione delle Rogazioni, non ero riuscito a trovarle da nessuna parte.

Marisa ha detto...

Io aderisco.
Grazie a chi lo ha proposto e a chi lo ha postato.

tralcio ha detto...

L'anno è iniziato di venerdì.
E' un anno nel segno del Sacro Cuore.
Grazie per la proposta di ieri e per tutti i prossimi venerdì.
In effetti l'umanità intera sta vivendo, più o meno consapevolmente, il venerdì santo.
Il curato d'Ars disse che la sola azione efficace è di Dio che si sacrifica per l'uomo.
I piccoli sacrifici che l'uomo fa per Dio stanno dentro quell'offerta, il santo sacrificio.
La santa messa lo ripropone e il tabernacolo contiene il cuore eucaristico di Gesù.
Dobbiamo stare lì, in comunione con quel sacrificio.
Lì con Maria, corredentrice perché senza peccato, amando puramente quel Cuore Sacro.
Lì con lei, sotto la croce, il venerdì santo, cuore a cuore con Gesù.
Allora la nostra preghiera raggiunge il cuore del Padre e non può non essere accolta.
Così assisteremo, alla fine, al trionfo del cuore immacolato di Maria.
Il divisore ha un problema: divide, ma è diviso. Sembra onnipotente: è solo onniperdente.

Non resta che pregare ha detto...

Riccardo Zenobi:
Siamo partiti da "si può dire qualsiasi cosa, non importa cosa, è tutto sullo stesso piano perché non esiste alcuna verità" (relativismo anni 2000) per poi accorgerci che così si è erosa completamente la fiducia e la cultura condivisa, che sono la base di ogni società. Ora stanno sostituendo la cultura e l'identità del passato con un'altra, da buoni ideologi di sinistra. Solo che prima l'identità era popolare e condivisa da molti, mentre la "nuova cultura" viene imposta dallo Stato come rieducazione forzata.

Anonimo ha detto...

“Che i più grandi social al mondo abbiano bannato il presidente degli Stati Uniti la dice lunga sul problema della libertà di pensiero che abbiamo creato.

Perché lo abbiamo creato noi.

Abbiamo dato noi tutto questo potere a dei ragazzini californiani e alle loro start up e abbiamo consentito diventassero un monopolio, i “Gafa”, e ora passano all’incasso, cacciando chi è ideologicamente avverso, facendo gli editori. *

Hanno creato un meccanismo geniale e infernale: censura in nome della libertà, esclusione in nome dell’inclusione, discriminazione in nome della lotta alla discriminazione, odio in nome della lotta all’odio, intolleranza in nome della tolleranza.

Qui non c’è destra o sinistra, c’è la salute mentale delle società occidentali in preda al conformismo, alla mancanza di pluralismo, alla omologazione politica, alla crisi di alternative, a una gigantesca Netflix di informazioni e intrattenimento.

E la loro risposta è persino insindacabile: “È il mercato, bellezza”. **

In effetti George Orwell quando scrisse “1984” non aveva capito che la dittatura del pensiero, la neolingua, il ministero del’Informazione e l’antifrasi sarebbero arrivate non dallo stato, ma dai privati.

E che per questo è tanto più difficile combatterle.

Stanno facendo e faranno un gran ripulisti di account, libri, articoli, giornalisti, idee e parole “per il nostro bene”.”

By Giulio Meotti

* editori solo quando fa comodo, perché poi non vogliono che sia loro attribuita la responsabilità per ciò che scrivono gli utenti;

** mercato fino a un certo punto, ovviamente... sono di fatto un cartello, che opera in regime di monopolio: se Trump prova a trasferirsi in un altro social, questo viene escluso da AppStore e PalyStore, ad esempio...

Anonimo ha detto...

https://www.lanuovabq.it/it/hai-lemicrania-tagliati-la-testa

LA POLITICA COVID
Hai l'emicrania? Tagliati la testa
EDITORIALI09-01-2021 Riccardo Cascioli
Tutti gli italiani in stato di confusione dietro al gioco delle regioni a colori imposto dal governo. E malgrado il lockdown duro abbia dimostrato la sua inutilità e dannosità gli espertoni lo vogliono ancora più duro. Un "gioco" che promette di andare avanti all'infinito perché il vaccino non porterà alcuna liberazione.

Abbiamo dato noi tutto questo potere ha detto...

Abbiamo dato noi tutto questo potere...
all'onorevole Fortuna che ha avviato la rimozione della prima pietra (il divorzio),a cui e' seguita la rimozione della seconda pietra sempre nella famiglia : la moglie non prende il cognome del marito ma mantiene il suo ( non piu' una cosa sola ,fuori il padre ), la terza pietra :si puo' dare al figlio il cognome della madre ( continua l'accantonamento del padre ),la quarta : basta che due entita'si vogliano bene anche se la fiammata e' di un giorno anche se e' tra me e un robot come nel film di Sordi 'Io e Caterina', questa e' famiglia ; la quinta pietra :unione tra due sessi uguali... Chi l'ha detto Dio Creatore? No , l'ha sancito il magistrato adulto di turno ovvero la creatura.I figli ? I figli sono i pupattoli , il giocarello ( direbbero a Roma ) del momento : Li voglio , non li voglio mi voglio divertire , non li voglio devo conservare la linea (Lessi che in Francia l'aborto andava di moda perche' aiutava a conservare la silhouette - fu vero ? Non so , l'ho letto in un quotidiano ), li vendo ne faccio un commercetto per le menti piu' disparate ( i pedofili , le aspiranti mamme che vogliono un figlio proprio ma che non e' proprio perche' alla fine e' surrogato) con 'sti semi e 'sti ovuli che viaggiano in frigo . Vogliamo pure a volo radente parlare dei trapianti ? Ha cominciato Barnard a sostituire i pezzi che vanno prelevati ad aspiranti cadaveri. Il Creatore se volesse potrebbe riportarli in vita sia che siano sia che non siano morti ma per giustificare la superbia la creatura si e' inventata la morte cerebrale non piu' quella cardiaca (una volta si diceva "finche' c'e' respiro c'e' speranza")..eh no, ci serve 'il pezzo'
Per il momento la spigolatura e' abbastanza nutrita ma, non e' finita perche' la superbia piu' sta e piu' si gonfia , adesso Caino vuole comandare sull'uomo Abele come fosse un bamboccio ed ecco.. il microchip. Mah ! La sequenza e' un po' sgangherata ma sufficiente per riflettere prostrarsi e digiunare.

tralcio ha detto...

Oggi pregavo in un santuario mariano e riflettevo sull'avversario della Santa Vergine.
Lui è la mente dell'attacco anticristiano che scongiureremo con la preghiera e il digiuno.
E' un ribelle a Dio, quindi un portatore di disordine nella perfezione divina.
E' una creatura rivoluzionaria, perché non gli basta stare al suo posto.
Esiste a scapito dell'Essere, opponendovisi: esiste tanto quanto toglie a Quello.
Il male è la negazione del Bene, l'Essere. Esiste a scapito dell'Essere, ma in sé non sta.
Il male divora se stesso e svanisce nel suo nulla eternamente disperato.
Promette speranze che disperano e rovinano anche quelli che lo seguono.
Non è logico, anche se è intelligentissimo nell'agire la propria follia.
E' il divisore, divide ed è inevitabilmente diviso in se stesso.
Finge, mente ed è falsario.
Imprigiona proclamando la libertà: è menzognero.
Uccide inneggiando alla vita, perché è omicida e rende omicidi fin dal principio.
Se riunisce ad affratella è solo perché riesce a farlo sembrare.
Odia l'unità e ama l'apparenza; odia la verità e ama il disordine.
Odia il silenzio e ama il rumore; odia la preghiera e insegna la bestemmia.
E' superbo ma anche invidioso, perché sa di non essere quello che l'Essere è per davvero.
E' all'inferno, eternamente, per esserci voluto andare: meglio lì, che dire a Dio un sì.
E' ebbro di questa sua scelta e vuole dimostrare a Dio che tante anime la preferiscono.
Si ubriaca ed ubriaca di forme e di luce, ma è solo deforme e buio.
Si traveste di bellezza, ma non costruisce che brutture e porcherie.
Tutto questo è riuscito a farsi strada nella storia, anche nella Chiesa sposa di Cristo.
La quale resta immacolata, perché ha per Madre l'Immacolata.
Dio l'ha creata così per avere carne umana. E il suo sì non è venuto meno sotto la croce.
L'anticristo perciò ha un capolinea, dove cessa di esistere: dove il peccato è lavato via.
E' costato il sangue del sacrificio di Nostro Signore, assistito dalla Madre della Chiesa.
Il prezzo è elevato, ma la giustizia costa. Non è la nostra. Come il giudizio. Amen.

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/si-e-stata-una-psy-op-e-si-non-serve-a-niente-scoprirlo/

Sì, è stata una psy-op. E sì, non serve a niente scoprirlo.

Maurizio Blondet 9 Gennaio 2021
Sì, è stata una psy-op. E sì, non serve a niente scoprirlo.
Nell’attimo fatale in cui il poliziotto del Campidoglio sparava il colpo mortale contro la giovane ex soldatessa dell’Air Force Ashli Babbitt freddandola, c’era uno che ha ripreso l’agghiacciante scena, praticamente da dietro la vittime. Ma non era un simpatizzante per Trump, ma dell’opposto estremismo: si tratta di John Earle Sullivan,...

Viator ha detto...

... Non so se vi consola o vi sconforta pensare che non viviamo però nel peggiore dei mondi possibili: cambiano le forme ma l’umanità coabita con questa follia da quando esiste. Certo, ci sono fasi cicliche, e noi ci ritroviamo in uno di quei momenti bassi. Non si muore di solo covid.

M.Veneziani, La Verità 8 gennaio 2021

Anonimo ha detto...

"In coda al banco pegni c'è il 30% di persone in più. Ci sono anche professionisti, tanti avvocati. Vengono lasciati molti Rolex, simbolo di un benessere che non c'è più.
... poi, tra mamme disperate che impegnano la fede per portare cibo ai figli e padri in ginocchio perché hanno perso lavoro e dignità, spunta la signora tutta firmata che lascia un braccialone d'oro: userà i soldi per farsi una quinta di seno, in segreto, per fare una sorpresa al suo uomo.
Raccontare la realtà è sempre più complicato." (cit. Paolo Barbuto )

Anonimo ha detto...

Twitter e Facebook censurano di concerto e in modo permanente un Presidente americano in carica regolarmente eletto, mentre danno voce a terroristi, genocidi, pazzi
Parler viene oscurato
I media lasciano filtrare una versione unica
La Pelosi e i democratici delirano di codici nucleari dimostrando che la follia non va cercata sotto al nome Donald Trump

Però continuate pure a credere la democrazia sia a rischio per uno spostato seminudo con le corna da bisonte.

Anonimo ha detto...

Di seguito una parte del testo dell' intervista di Viganò rilasciata a Lifestyle:

"È ovvio che Joseph Ratzinger è da annoverare tra coloro che hanno prestato giuramento; altrettanto indiscutibile è che egli “ha svolto un ruolo cruciale nel ribaltare gli schemi preparatori del Concilio e nell’avvio di un approccio completamente nuovo”, e che così facendo ha violato il giuramento. Se in questo Ratzinger avesse la piena consapevolezza di commettere un sacrilegio, lo sa solo Dio, che scruta nel profondo del cuore.

Mi sembra anche innegabile che ci siano molti dei suoi scritti in cui emergono sia la sua formazione hegeliana sia l’influenza del Modernismo, come ha ben illustrato il professor Enrico Maria Radaelli nei suoi saggi e come la nuova biografia di Papa Benedetto XVI di Peter Seewald conferma con abbondanza di particolari e numerose fonti. A questo proposito, credo sia ovvio che le dichiarazioni del giovane Joseph Ratzinger riportate da Seewald contraddicono ampiamente l’ermeneutica della continuità teorizzata in seguito da Benedetto XVI, forse come prudente ritrattazione del suo antico entusiasmo.

Penso, tuttavia, che il passare del tempo, il suo ruolo di Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e, infine, la sua elezione al Trono abbiano contribuito almeno a una sorta di cambiamento di opinione sugli errori che ha commesso e le idee che professava. Sarebbe però auspicabile che egli, soprattutto in considerazione del Giudizio Divino che lo attende, si allontani definitivamente da quelle posizioni teologicamente errate – mi riferisco in particolare a quelle dell’Introduzione al cristianesimo – che sono ancora oggi diffuse in università e seminari che si vantano di chiamarsi cattolici. Delicta juventutis meae et ignorantias meas ne memineris Domine "

Anonimo ha detto...

http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video-di-francesco-lamendola/9803-video-lamendola-meluzzi-don-minutella,
Un bel dibattito, anche se con divergenze apparentemente insanabili tra la posizione di Lamendola e quella di don Minutella; in questo articolo, poi, Lamendola precisa meglio la sua posizione: niente “una cum” Bergoglio, ma nemmeno niente uscita dalla Chiesa Cattolica, ance se in mano agli eretici, agli apostati, ai traditori di Cristo. E’ la stessa posizione di mons. Viganò, che ha detto chiaramente “noi non ce ne andremo, sono loro che debbono andarsene…” :
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/teologia-per-un-nuovo-umanesimo/9830-di-chi-e-la-santa-messa

Anonimo ha detto...

La Cina con il virus ha fatto fuori l'America io mi sbaglierò PERÒ un sesto senso mi fa presupporre al complotto e sottomissione mondiale.... gli inglesi hanno fatto benissimo ad andare via ...l'Europa e alcuni stati africani abbiamo poco da rallegrarci ......

Anonimo ha detto...

- Portare la mascherina sempre e ovunque
- Non uscire mai dalla porta di casa
- ogni due ore circa ripetere quanto pericoloso e folle sia Trump e scuotere vigorosamente la testa
- preghiera di ringraziamento per un governo attento alla salute dei cittadini
- guardare le serie su Netflix e tanti notiziari
- aspettare con ansia il momento in cui potrete fare il selfie, mentre vi bucano il braccio, e conservare il batuffolo di cotone da mettere nella scatola dei ricordi più belli.

Quadretti di vita squallida 2021

Anonimo ha detto...

L'esultare del virologo Burioni perché Facebook censura chi è per la libertà sul vaccino, si inquadra come un gesto scientifico?
Non deve forse la scienza - Galilei docet - procedere confutando e non silenziando?

Anonimo ha detto...

"Se in questi anni avessero avuto la stessa velocità di sospensione utilizzata per l'account di Trump e di alcuni suoi sostenitori, nella lotta al terrorismo, alla violenza, alla pedofilia, sicuramente avremmo avuto effetti diversi, e tante vite umane sarebbero in salvo" (Don Salvatore Lazzara - Twitter, 9 gennaio 2021).

Anonimo ha detto...

https://m.ilgiornale.it/news/cronache/multa-calcetto-oratorio-prete-fa-ricorso-qui-dpcm-non-vale-1915118.html

Anonimo ha detto...

Questa censura assurda, applicata anche a chi manifesta, senza offendere, idee contrarie al pensiero unico, sta diventando pesante! E pericolosa.

Quaerere Deum ha detto...

Per tutta la vita mi sono chiesto: perché trionfano sempre i cattivi? Perché di Lepanto ce n’è uno, ma tutti gli altri ne han trentuno? La risposta, dura da ingoiare, è nel Vangelo: Cristo perde. Sì, poi risorge, ma se ne accorgono in pochissimi. In tempi più recenti un pensatore a me molto caro, Juan Donoso Cortés, arrivò alla stessa conclusione, come me, dopo una vita: il trionfo del bene è nell’altro mondo; in questo, rassegniamoci. - Rino Cammilleri

Se si pretende di trionfare seguendo i parametri mondani - soldi, potere, successo, etc. - non si otterrà nulla di tutto ciò con il Vangelo, il quale afferma che queste cose non sono importanti. Cristo perde, ma con Lui perde anche l'umanità e vince l'oppressione, ma solo temporaneamente: ogni oppressore viene spazzato via da un altro e dimenticato in poco tempo.
Dobbiamo farci un esame di coscienza e chiederci: noi cattolici a cosa puntiamo? Cosa vogliamo ottenere? Cosa vogliamo realizzare in questo mondo? Ricordate che puntando ai parametri mondani tradiamo il Vangelo: occorre una seria riflessione su tutto ciò.

Anonimo ha detto...

Non sono affatto d’accordo. Il regno di Dio inizia in questo mondo. Chiudersi in se stessi nell’attesa dell’aldilà non è cristiano. Tutti i veri cristiani non si sono mai esentati dal lottare per la giustizia giá in questo mondo. Siamo lievito, sale della terra. Queste espressioni indicano un impegno e un’azione da assumere giá qui e ora.
“C’è del buono in questo mondo, padron Frodo. È giusto combattere per questo”.

mic ha detto...

Non mi pare che l'intenzione espressa fosse quella di "chiudersi in se stessi nell’attesa dell’aldilà", ma quella di non cercare i valori mondani. Non impegnarsi per ottenere i valori mondani non significa rinunciare al giusto impegno usando i talenti (che possono essere doni tanto morali o spirituali che materiali) a fin di bene, cioè secondo la volontà del Padre... E magari anche lottare con i mezzi e le risorse consentite dalle circostanze e dalla propria sfera di influenza...

Anonimo ha detto...

I social hanno disattivato l’hashtag #1984, evocativo dell’omonimo romanzo di Orwell. Cioè uno può anche scriverlo (come sono umani loro), ma cliccandoci sopra non succede un bel niente: ergo, è impossibile stabilire il collegamento fra contenuti che è la funzione propria degli hashtag.

E’ l’ultima notizia in ordine di tempo dopo le ben note vicende che hanno riguardato gli account di Donald Trump e non solo. Ed è uno scenario che fa paura, perché accresce la sensazione che ai contenuti visionari della letteratura orwelliana la realtà si stia pericolosamente avvicinando.

https://loccidentale.it/82002-2/

Miscele esplosive ha detto...

Al di là dell'esito disastroso delle rivendicazioni elettorali di Trump, quello che è successo a Capitol Hill segna la polarizzazione tra una compatta super-élite transnazionale e un “popolo” di ceti medi e operai sempre più emarginato dai processi di globalizzazione. La leadership di Trump si avvia (forse) al tramonto, ma in tutto l'Occidente la contrapposizione tra élite e forgotten people sta montando, e promette di divampare ovunque, come una vera e propria guerra civile globale.

Anonimo ha detto...

Il cattolico, vivificato da Gesù, deve cristificare ciò che tocca, lasciandosi liberare dai vincoli del Maligno che, attraverso varie ideologie, tenta di soggiogarlo. 

Viator ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/il-regime-ha-gia-creato-i-besprizorniki-a-gallarate/

Anonimo ha detto...

Che i più grandi social al mondo abbiano bannato il presidente degli Stati Uniti la dice lunga sul problema della libertà di pensiero che abbiamo creato. Perché lo abbiamo creato noi. Abbiamo dato noi tutto questo potere a dei ragazzini californiani e alle loro start up e abbiamo consentito diventassero un monopolio, i “Gafa”, e ora passano all’incasso, cacciando chi è ideologicamente avverso, facendo gli editori. Hanno creato un meccanismo geniale e infernale: censura in nome della libertà, esclusione in nome dell’inclusione, discriminazione in nome della lotta alla discriminazione, odio in nome della lotta all’odio, intolleranza in nome della tolleranza. Presto non si potranno più commettere passi falsi su razza, gender, Islam, clima e molto altro. Controlleranno anche le virgole. E banneranno anche gente di sinistra non del tutto allineata, come già sta succedendo. Qui infatti non c’è destra o sinistra, c’è la salute mentale delle società occidentali in preda al conformismo, alla mancanza di pluralismo, alla omologazione politica, alla crisi di alternative, a una gigantesca Netflix di informazioni e intrattenimento. E la loro risposta è persino insindacabile: “È il mercato, bellezza”. In effetti George Orwell quando scrisse “1984” non aveva capito che la dittatura del pensiero, la neolingua, il ministero del’Informazione e l’antifrasi sarebbero arrivate non dallo stato, ma dai privati. E che per questo è tanto più difficile combatterle. Stanno facendo e faranno un gran ripulisti di account, libri, articoli, giornalisti, idee e parole “per il nostro bene”.

Perfetto (purtroppo) Giulio Meotti

A rischio non solo gli account ha detto...

La cosa gravissima non è che sono stati cancellati per sempre da Twitter il profilo personale di Trump e il suo profilo ufficiale come presidente degli Stati Uniti d’America, ma che insieme a questi sono stati soppressi i profili dei suoi portavoce, di avvocati a lui vicini, di giornalisti e presentatori televisivi con profili da milioni di follower. E anche di Melania .
Android ha cancellato dagli Store l’App alternativa Parler, Apple sta per farlo.
Immaginate a questo punto di essere oppositori politici ad un governo sostenuto dalle grandi corporazioni basterà schiacciare un tasto per togliervi tutto.
Immaginate quando oltre ai vostri account social potranno sospendere la vostra moneta elettronica e quella di carta non esisterà più.
Pensate serva altro per finire nella peggiore dittatura mai concepita????
Ma continuate pure a gongolare perché Trump non vi piace.

Sindrome cinese ha detto...

La sindrome cinese, i monopoli all'attacco delle libertà.

Quante volte lo abbiamo detto che i monopoli sono una minaccia non solo per la tua autosufficienza economica ma anche per le tue libertà civili, tra cui quella di pensiero? Si stanno avverandoo gli scenari più catastrofici.

Il più grande rivenditore al mondo in rete A..... N ha dichiarato oggi che disattiverà la piattaforma P.... R perchè ritiene che gli iscritti non vi scrivano i contenuti che ritiene conformi ai suo parametri ideologici.
Sono talmente grandi e potenti e sfrontati che, come fa la Cina, non hanno timore di mostrare al mondo come violano i diritti degli individui.

Ave Maria ! ha detto...

radicatinellafede
https://www.youtube.com/watch?v=k_XKSqYZkWQ

Per i fedeli che sono impossibilitati a spostarsi per raggiungere la chiesa per la S. Messa ecco la possibilità di seguirla in diretta streaming trasmessa dalla Chiesa di S. Caterina V. M. in Vocogno (VB).

Santa Famiglia di Gesù Maria e Giuseppe.
Santa Messa cantata in rito tradizionale a Vocogno in Val Vigezzo (VB).
Domenica 10 Gennaio 2020 ore 10.30.

Anonimo ha detto...

https://www.divinumofficium.com/cgi-bin/missa/missa.pl

Anonimo ha detto...

Qualcuno ancora nutre dubbi che siamo in dittatura. Stanno cancellando tutti gli account, i profili pubblici, i video dei "guastatori" del sistema. Mi appello alla misericordia di Dio affinché metta mano Lui stesso a questo attacco all'umanità, favorito da utili idioti

La famiglia e' essenziale ! ha detto...

radicatinellafede
https://www.youtube.com/watch?v=nyK6_u7lWEo
Santa Famiglia di Gesù Maria e Giuseppe in rito tradizionale a Vocogno in Val Vigezzo (VB).
Omelia di don Alberto Secci: la mentalità divorzista .
Domenica 10 Gennaio 2020.
****
Sito WEB: http://www.radicatinellafede.com
Canale Gloria.Tv: https://gloria.tv/usquequo

Viator ha detto...

https://www.europacristiana.com/papa-bergoglio-influencer-dellideologia-globalista/

Anonimo ha detto...

Giovenale, che sintetizza le aspirazioni della plebe nell’antica Roma, o in epoca contemporanea in riferimento a strategie politiche demagogiche di governi (o, peggio, di società di comunicazione private): il popolo due sole cose ansiosamente desidera: pane e giochi circensi (“[…] [populus] duas tantum res anxius optat panem et circenses“, Satira X).

Anonimo ha detto...

Benvenuti nel Furbistan, il paese che in una precedente vita si chiamava Italia. È in corso la guerra dei furbi, tra la volpe Renzi e la faina Conte, per il dominio del Furbistan. ‪Riuscirà la volpe Renzi a far fuori la faina Conte? Nella guerra dei furbi non contano il Paese, gli altri, la propria dignità; è solo un fatto personale.

(Marcello Veneziani)

Anonimo ha detto...

Il nemico insuperabile della furbizia è però la realtà. Quando poi vedi gli effetti scarsi o negativi, quando noti i mancati risultati rispetto agli annunci e alle promesse, quando vedi che all’apparenza non segue alcuna sostanza, e i leader e i testimonial sono solo palloni gonfiati e simulatori, allora la furbizia si sgonfia. A quel punto il problema è stare attenti a non passare dal predominio di una furbizia all’altra…

Anonimo ha detto...

Il profilo di Trump è stato bannato da Twitter e da Facebook. E con lui, centinaia di account di giornalisti, opinionisti, avvocati, scrittori, artisti ecc. colpevoli di non essere allineati al verbo globalista.

Nel frattempo, l'app di Parler (nata e cresciuta come alternativa a Twitter) è stata tolta da Play Store, esclusa da Android e Apple.

L'attacco che in queste ore sta avvenendo contro la libertà di pensiero ci riporta ai giorni più bui delle dittature del secolo scorso.

Chi giustifica tutto questo con "sono aziende private e fanno ciò che vogliono", non ha capito nulla o fa finta di non capire. Stiamo parlando di giganti che hanno in mano i dati di miliardi di persone. Stiamo parlando di colossi con una potenza finanziaria spaventosa ed in grado di influenzare l'opinione della gente regolando il flusso delle informazioni. Stiamo parlando di EDITORI, e non di liberi social, che scelgono cosa si può scrivere e cosa no, senza risponderne a nessuno.

Non a caso, queste "big companies" di Silicon Valley sono tutte dalla parte della cricca mondialista, da Davos alla Casa Bianca di Biden, dalla trilaterale a Bruxelles, dal Vaticano a Pechino. Un'unica mafia unita da comuni interessi e dal disprezzo verso la democrazia.

Nessun privato dovrebbe poter ergersi al di sopra delle libertà sancite in una Costituzione o calpestare le leggi di uno Stato. Invece sta accadendo proprio questo.

Il globalismo è la dittatura di questo secolo. La più potente mai apparsa, perché soffoca gran parte del mondo. La più totalizzante, perché ha dalla sua un potere mediatico infinito.

Le scelte sono due: essere collaborazionisti di questa dittatura o combatterla. Io ho scelto la seconda opzione.

La battaglia passa prima di tutto dalla libertà di espressione. Sfero, MeWe, Parler, Rumble... iscrivetevi ai social alternativi. Usate i numeri preponderanti delle piattaforme maggiori per far conoscere queste alternative e portare lì nuovi utenti.

E resistete.

Cit. Matteo Brandi

Allora je piace ha detto...

‪Riuscirà la volpe Renzi ..
Ma non si era ritirato a vita privata il giovincello ?

Anonimo ha detto...

Giusto, - pregare e vivere - nel Cuore divino-umano di Cristo e nel Cuore Immacolato di Maria - è la prima e più importante attività (attività contemplativa) per l'uomo. Realtà che diventa esclusiva e assoluta nei momenti di persecuzione e di martirio. Eppure, fino ad allora, noi dovremo aver combattuto la buona battaglia, - in tutti i campi, da quello religioso a quello civile - anche a livello culturale, e politico, affinché la verità e la giustizia possano essere testimoniate in questo mondo e, a Dio piacendo, possano instaurarsi e crescere in questo mondo. E' indubbiamente l'arma più forte del nemico quella di voler far credere a tutti, e in tutto il mondo, che loro abbiano il potere e il controllo su tutte le cose. Solo alla fine dei tempi, e per un breve tempo, - simbolicamente un tempo che vale 3 e mezzo su 7 - loro avranno il controllo esteriore su tutte le cose. Ma solo allora. Fino ad allora noi siamo liberi di lottare - e di testimoniare anche nel sangue - per instaurare il Regno di Cristo su questa terra e in questa epoca (anche dopo l'epoca delle Rivoluzione che oramai è al suo capolinea, e l'ossessione del covid ne sta dimostrando più la debolezza che la forza), - non solo nei nostri cuori, ma nella società, secondo l'ideale già perseguito dai nostri Padri nella fede, sia ai tempi dell'Antico Israele, sia nei 2000 anni di storia della Chiesa cattolica. A loro torna estremamente comodo che il piccolo esercito dei don Chisciotte - di cui noi facciamo parte - si butti verso l'intimismo e il misticismo, separati da Cesare e dal cammino della storia umana (che in quanto tale non esiste ma che unita al corpo si Cristo esiste e fruttifica). Loro - i servi dei poteri mondani - ci vogliono rintanati "laicamente" e sentimentalmente in un angolo, a sognare mondi diversi. Cristo al contrario ci vuole forti nella buona battaglia - di Davide, di Costantino, delle belle Crociate, di Lepanto, di Vienna, della Vandea, dei Cristeros, degli Insorgenti antirivoluzionari, - battaglia anche politica e militare - a contemplare il cielo in terra, e a servire - come Giovanna d'Arco, come Tommaso Moro, come Gabriel Garcia Moreno, come Sansone, come Caterina da Siena - Cristo al centro della città, nei luoghi pubblici in cui si educa la gente e in cui dio Trinità deve essere adorato sia dai singoli che dai Popoli che dalle Nazioni che dagli Stati che da tutta l'umanità. Altro che fratellanza umana senza Cristo! Bensì fratellanza umana solo grazie a Cristo e con Cristo! - rdv

Anonimo ha detto...

Un paese dove un ministro della repubblica viene mandato a processo per aver fatto il proprio dovere, così come chiestogli da milioni di elettori... e in un'aula bunker dove solitamente si celebrano processi per mafia, non è il mio paese.
Un paese una grossa parte politica favorisce ed incoraggia, foraggiandola copiosamente, l'immigrazione clandestina facendo sbarcare in italia delinquenti, stupratori e parassiti di ogni genere, non è il mio paese...
Un paese che permette a 5 clandestini, di cui 2 in carcere (perché evidentemente bravi ragazzi) e al sindaco di Palermo, il musulmano abdullah Ollando di costituirsi parte civile al processo open Arms, non è il mio paese..
Un paese che sta dalla parte di Carola Rackete che, per sua stessa ammissione per ordini della Germania porta clandestini in italia e non dalla parte di chi questo traffico umano lo vuole contrastare, non è il mio paese...
Un paese dove Laura Boldrini e Myrta Merlino si inginocchiano, in parlamento e in TV, per l'uccisione di un nero afroamericano ma si guardano bene dal farlo per l'uccisione di una bianca americana, per mano della stessa polizia, non è il mio paese...
Un paese che permette a giornalisti o pseudo tali come Saviano, Lerner, Giannini, Friedman, Mughini, Pedulla' di vomitare odio h24 verso chi non la pensa come loro, non è il mio paese...
Un paese dove una giornalista, Myrta Merlino, esulta perché Fb, Twitter ed altre piattaforme zittiscono Trump e gli impediscono di comunicare con i suoi elettori, non è il mio paese...
Salvatore Napolitano

Anonimo ha detto...

A breve l'Italia sarà tipo la Libia, ma senza la risorsa petrolio. No industrie, no investimenti stranieri, no cultura, no turismo, no agricoltura, caos totale fra varie etnie, zombie, stato di emergenza permanente...i confinanti costretti a costruire un muro e a schierare l'Esercito al confine. Oltretevere rasa al suolo dai fratelli tutti. fvn

Anonimo ha detto...

ALLERTA NUOVO VIRUS MONDIALE !
Il prossimo virus è già in arrivo e si avvicina a grandi passi. E questa volta coprirsi la bocca o chiudersi nelle proprie case non serve a niente. Infatti, diversi scienziati hanno rilevato una malattia - finora sconosciuta - causata apparentemente dalla mutazione di un altro virus incubato contemporaneamente in diverse parti del mondo. Secondo questi esperti, la loro diffusione è planetaria e più veloce di tutte le pandemie conosciute.
Gli esperti dell'OMS l'hanno identificata come la ''influenza del risveglio'' i cui primi sintomi si manifestano con una comprensione improvvisa e chiara di fatti e fenomeni che sembravano diffusi o sospetti. Quasi allo stesso tempo si verifica una pronunciata antipatia nei confronti dei media, in particolare la TV, i suoi programmi di news e altri rifiuti. Infine, in questi primi sintomi si manifestano anche un considerevole aumento del livello di coscienza e una liberazione dalla paura, fenomeni completamente sconosciuti fino ad oggi da una grande maggioranza di esseri umani.
Gli esperti chiamano questa malattia il ''virus della verità'' e avvertono che è altamente contagiosa. Sospettano che venga trasmesso dal pensiero aperto e positivo, e raccomandano di evitare con ogni mezzo il contatto con persone che usano il cervello correttamente.
Cit. Marco Denni

Estote parati ha detto...

In Gran Bretagna i sindaci di Londra, Birmingham, Leeds, Blackburn, Sheffield, Oxford, Luton, Oldham, Rochdale sono musulmani. Ci sono oltre 3mila moschee e 130 tribunali della sharìa, nonché parecchie zone in cui è meglio non entrare. Il 78% delle donne musulmane non lavora e riceve sussidi+alloggio, percentuale che per gli uomini è del 63%. In tutte le scuole del Regno Unito a mensa non si mangia più maiale. Tutto ciò è stato ottenuto da soli 4mln di musulmani su 66mln di abitanti.

Vedi 1789 Francia ha detto...

Questa e' la ri.prova , nel caso ce ne fosse bisogno , che la rivoluzione e' sempre appannaggio di una minoranza ( e di una maggioranza inebetita)

Anonimo ha detto...

@ Anonimo
11 gennaio 2021 09:26

Romanamente si dice: 'ognuno s'ammaza' come je pare!'
Noi invece, col Diritto Romano, con nostro padre Dante, con Machiavelli Nicolò, 'se famo ammaza' da chi passa passa!

Islam incombe ha detto...

Follia 2,5 mln a biblioteca islam mentre paese in difficoltà

Roma, 11 gen - “È scandaloso che il Governo decida di finanziare in un momento come questo una biblioteca dedicata agli studi su storia e dottrine degli islam, con 2,5 milioni di euro che sarebbero stati sicuramente meglio destinati a lavoratori e categorie in difficoltà che ancora attendono i ristori promessi dall’esecutivo, tra cui molti legati proprio alla cultura, per cui si fatica sempre a trovare fondi. Si tratta di una cifra esorbitante, che verrà utilizzata per costituire a Palermo un hub europeo cruciale per lo studio delle scienze religiose islamiche mentre il Paese ha evidentemente bisogno d’altro. Una scelta illogica da parte del Governo e soprattutto irrispettosa di quegli italiani in difficoltà e di tutte le migliaia di persone che ancora aspettano i ristori promessi da mesi”.

Anonimo ha detto...

Bisogna prendere atto che lo pseudo/governo non risponde più agli Italiani, ma alla ue che è la lunga mano dei signori del globalismo. Non è ironia, sarcasmo, è la verità. Quindi o noi li accompagniamo alla porta, loro, la ue e i signori del globalismo o ci facciamo una ragione che noi Italiani per gli pseudo/governanti, la ue, e i signori del globalismo siamo una popolazione che non ha più alcun diritto sulla terra che calpesta, che le istituzioni sono amministrate per conto terzi da italiani non più italiani, quindi la popolazione italiana a questo punto o si sottomette zitta e mosca o combatte e li caccia. Tutti. Presto saremo smembrati in toto con l'innesto di altri popoli, altre culture che del bel paese se ne fanno un baffo e col tempo se ne faranno due baffi e barba. Questo è quello che sta accadendo da anni ormai. Se non lo avete capito, mi dispiace.

E lo stesso dicasi per gli occupanti del vaticano. Il Cattolicesimo non abita più là, è del tutto inutile che facciamo le pulci a quello che dice el Jefe. Di nuovoo lo si accompagna anche lui alla porta o non parliamo più di lui. Aiutati che Dio ti aiuta. Non credo che Gesù Cristo sia contento di questa mosceria. Proprio no. Se non vogliamo sporcarci le manine, sopportiamo in silenzio. Chiudiamoci in casa preghiamo e studiamo, ma nessuno venga a far propaganda a casa nostra per promuovere vaccini, mascherine e disinfettanti e...biblioteche islamiche. Basta. Ormai chi ha compreso ha compreso, chi non ha compreso sta facendo il finto tonto perché colluso.

Ave Maria ! ha detto...

Mater Divini Amoris
https://www.youtube.com/watch?v=ZHiwuEbTSEs

Terza conferenza del nuovo ciclo di incontri tenuti da don Vilmar Pavesi sul "Trattato della vera devozione a Maria" di san Luigi Maria Grignion de Montfort, in vista della Consacrazione al Cuore Immacolato della Vergine Santissima. 11 Gennaio 2021
Sancte Joseph ora pro nobis !

Anonimo ha detto...

Giovincello? Ha 46 anni e tre figli più alti di lui

Anonimo ha detto...

Riflessioni magistrali, inconfutabili. Ma vai a farle capire ai buonisti sinistrorsi e spesso anche ai timorosi moderati, lo stesso dicasi per i cattolici, ormai quasi tutti lessati e bolliti come le famose rane. In entrambi i casi vi è quello che mons. Lefebvre definiva "il colpo da maestro di Satana" : obbedienza a falsi pastori (e false autorità civili, queste ultime frutto di congiure di palazzo, o di brogli), che lavorano per il Nemico, Satana (e per i nemici massoni globalisti, satanisti).

Leggere con sentimenti di compassione come farebbe Gesu' . ha detto...

Il vescovo "scivola" sull'Ostia in bocca
La Nuova Bussola Quotidiana, 10-01-2021
Benedetta Frigerio

Secondo il vescovo di San Giovanni Rotondo, Franco Moscone, ricevere l'Ostia in bocca è un abuso. Ma sbaglia clamorosamente. Però il suo scivolone rivela che quella del Covid è solo una scusa: c'è una strategia che punta a desacralizzare l'Eucarestia.
Guardate questo video dal minuto 01:06:43 al minuto 01:08:50. Si tratta dell’ultima performance del vescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, monsignor Franco Moscone, il quale, come se nulla fosse, con il movimento del braccio destro a scandire le stupidaggini liturgiche pronunciate, afferma senza mezzi termini che la Comunione sulla lingua è un abuso. Sissignore, un abuso: parola di vescovo.
http://blog.messainlatino.it/2021/01/per-il-vescovo-di-manfredonia-s.html

Facebook fa catechismo (corretto). Semplice ed immediato.
http://blog.messainlatino.it/2012/05/facebook-fa-catechismo-corretto.html

Il giusto fiorirà come palma, crescerà come cedro del Libano. ha detto...

INTERVISTA AL VESCOVO
"Perché ho lottato contro i lockdown delle chiese"
ECCLESIA14-01-2021
Monsignor Mark Davies, vescovo di Shrewsbury, ha fatto il punto dell'attuale situazione inglese con la Nuova Bussola Quotidiana. «A Natale abbiamo celebrato quindici Messe. Nelle ombre oscure di questi tempi è sembrato che la luce di Cristo risplendesse più intensamente. La parola “coraggio”? Mi è stata ripetuta più volte da Papa Benedetto XVI perciò ci siamo opposti alle restrizioni del parlamento. Il vero pericolo? La dimenticanza del passato cristiano».

https://lanuovabq.it/it/perche-ho-lottato-contro-i-lockdown-delle-chiese