lunedì 26 novembre 2012

Ecco cosa mancava al "Popolo Summorum": la fanfara!

Un arrivo rumoroso.
Roma, 26 novembre 2012 (Apic) - Benedetto XVI riceverà in Vaticano, il 1° dicembre 2012, 4.000 persone del mondo del circo e dello spettacolo, di cui 500 membri di fanfare. I circensi saranno in pellegrinaggio a Roma dal 30 novembre al 2 dicembre, annuncia un comunicato del pontificio consiglio per la pastorale dei migranti e dei nomadi. 

15 commenti:

Luisa ha detto...

Si ride per non piangere...ho già avuto modo di dire che, anche se non lo diranno, sono convinta che nel cuore di chi è venuto, anche da lontano, per ringraziare il Papa per il S.P, doveva essere presente se non la speranza di una sua presenza, almeno quella di un suo messaggio personale, invece sappiamo come sono andate le cose.
E oggi leggiamo che per i circensi il Papa ci sarà!
Come c`è sempre stato per i vari movimenti, associazioni e gruppi ecclesiali.
Mi domando perchè per i cattolici detti "tradizionalisti" il Papa non ha ritenuto opportuno e giusto esserci, di non dire una semplice parola all`Angelus, quando fa i suoi saluti.
Può essere che, come scriveva l`Ambrogetti, non ha voluto scioccare chi tradizionalista non è? Che non ha voluto essere frainteso? Che ha subito delle pressioni per non dare un messaggio che rischiava di essere "male"(!) interpretato?
Non voglio crederci, sarebbe veramente triste.
Il perchè della sua assenza lo conoscono solo i diretti interessati.
Comunque sia c`è chi ha corsie preferenziali, chi gode dell`amicizia e dei favori di chi ha il potere in Curia, non sembra essere il caso dei cattolici che hanno il torto supremo di essere restati fedeli e di amare la Santa Messa Antica.

viandante ha detto...

LUISA,
non so se hai seguito le manifestazioni in Francia sulla nuova legge "matrimoniale":
Qui un link:
http://preszhb.bluewin.ch/cp/ps/Main/login/Bwinit
Ebbene, vuoi dire che agli arcivescovi ed al clero in generale fanno più paura i tradizionalisti dei gruppi per l'adozione da parte di omosessuali, di chi sostiene il genitore 1 e 2, o delle castissime Femen, che meriterebbero un capitolo a sè?
A questo siamo ridotti!
Il Signore abbia misericordia di noi, perché le nostre colpe sono troppe!

RIC ha detto...

Mi illudo di pensare che il trattamento diverso che viene riservato ai tradizionalisti sia imputabile al fatto che cominciamo veramente a far paura a coloro che stanno distruggendo la Chiesa da dentro. Ma temo che sia solo una mia illusione...

RIC ha detto...

SCUSATE MA QUESTA E' TROPPO GROSSA!! TUTTO FA BRODO PER ATTACCARCI

Ravasi: «I tradizionalisti? Tornino a studiare il latino»

http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/latino-latin-latin-cultura-culture-cultura-20075/

Anonimo ha detto...

(dall'intervista su linkata)

Qual è il significato della creazione di questa Pontificia Accademia Latinitatis?

risponde Ravasi:

«Non vogliamo solo riprendere la grande eredità del passato composta di cultura, letteratura, pensiero, teologia e filosofia in latino, vogliamo riuscire a far tornare il latino nei seminari, per offrire i seminaristi la possibilità di comprendere nel testo originale i documenti fondamentali e, magari, qualche pagina dei padri della Chiesa. D’altra parte, vogliamo anche che nelle scuole di tutti i paesi del mondo si riscopra il latino, perche permette di comprendere la cultura contemporanea, perché la sua struttura (anche nota nei suoi aspetti basilari) è un aiuto per “pensare” bene».
------------------
come vedete questo è l'unico scopo per cui è stata fondata la Pontificia Accademia che avete applaudito giorni orsono, e credo che soltanto gli ingenui continueranno a volersi illudere sui fini di tale Accademia, come se volesse sostenere la Liturgia antica. Nulla di ciò.
E' soltanto un'operazione culturale, nel senso MODERNO, per andare sempre incontro al mondo moderno, e poter dialogare con esso. Cultura esteriore, fatta di vanità, erudizioni caduche! Altro che rivitalizzare Tradizione e Liturgia perenne.... Come prima più di prima:

concilium (21) imperat !

Anonimo ha detto...

c`è chi ha corsie preferenziali, chi gode dell`amicizia e dei favori di chi ha il potere in Curia,


come diceva un mio prof. in anni remoti:

"la legge è uguale per tutti, ma ci sono alcuni PIU' UGUALI degli altri ...."

Luisa, lei pensa che il papa non abbia nessun potere in curia ?
se così fosse, l'autorità di PIETRO dov'è? esiste concretamente, o è assente, o "virtuale", o agisce "a singhiozzo" o applicando criteri continuamente cangianti, a sseconda del TARGET a cui si rivolge ?

Luisa ha detto...

Non so se i tradizionalisti fanno paura, e quando parlo di cattolici tradizionalisti intendo la base perchè non son certo gli eventuali vertici tradi a fra tremare intra e axtra muros, ma è palese che chi ha in mano le redini del potere non perde un`occasione per screditarci, ridicolizzarci, fare amalgame assurde e sopratutto menzognere, ultima piccola dimostrazione, il thread di Tornielli sulla cappa magna...picche, sottili maldicenze, subdole allusioni,tutto fa brodo.

La base non ha il potere effettivo, i vertici non amano il clamore mediatico, continuano a coltivare l`"arte" del segreto e del silenzio, e delle manovre di corridoio, ma devono ormai contare, che piaccia loro o meno, con le voci non religiosamente corrette, che cantano fuori dal coro egemone composto da quella strana alleanza progressisti-conservatori.
Queste voci si fanno sentire e si organizzano, si informano e si sostengono a vicenda, certo questa nuova libertà deve essere esercitata con responsabilità e maturità, le sinergie devono formarsi, le divisioni tipiche di ogni gruppo umano(perchè i tradi dovrebbero esserne esenti?) dovrebbero essere superate, o in ogni caso non essere un ostacolo maggiore.

Conosciamo le varie espressioni dell`ostilità al S.P e ai cattolici tradizionali, c`è chi le subisce direttamente, c`è chi ha più fortuna, ma la causa della difesa della sacra Liturgia tradizionale, della Santa Messa Antica, è una buona causa che vale la pena di essere difesa, per la quale vale la pena battersi, consapevoli che si svolge in un ambiente ostile, consapevoli dell`importanza di usare prudenza, intelligenza, pazienza e costanza, ma anche tanta determinazione.

Anonimo ha detto...

Ancora non vi rendete conto che Summorum o non Summorum, noi siamo in una sorta di limbo, in libertà vigilata, tollerati più che accettati. Piuttosto che piangerci addosso per un'udienza non concessa, pensiamo a santificarci: è l'unico modo per aiutare la Chiesa. P.Luca

don Camillo ha detto...

Ma forse il 3 novembre era impegnato a correggere e rileggere il suo nuovo libro.

mic ha detto...

Piuttosto che piangerci addosso per un'udienza non concessa, pensiamo a santificarci: è l'unico modo per aiutare la Chiesa.

Non è che ci stiamo piangendo addosso. E' che stiamo fotografando la situazione.

E' vero che il modo migliore per aiutare la Chiesa è che ognuno parta da se stesso e pensi a santificarsi. Poi c'è questo sentire e, speriamo, agire comune, che possa 'destare' una pastorale pastoralmente inesistente, la cui mancata attuazione soffoca la Tradizione...

mic ha detto...

Gli interrogativi e le perplessità dell'ultimo anonimo, che destano sofferenza e disagio ma non intaccano la Fede e la Speranza, sono anche i nostri.

Io non ho una risposta certa al cento per cento. Ho solo impressioni, un po' di delusione forse, ma ciò che si vede all'esterno è solo un gran dispiegamento di lobby e di poteri in un 'luogo' al quale dovrebbero esserne estranei.

Tuttavia la storia ci ha insegnato che davvero nihil sub sole novi e, dunque, anche noi in questo tempo particolarmente oscuro che ci è stato assegnato, cerchiamo di "fare la nostra parte" dalla parte del Signore con i mezzi che abbiamo e che sono dono Suo.

Luisa ha detto...


Luisa, lei pensa che il papa non abbia nessun potere in curia ?

Quel che penso non importa, quel che osservo è che fatti recenti e meno recenti ci hanno mostrato che in Curia(relayés all`esterno) ci sono fazioni avverse, cordate di potere che si affrontano, vecchia guardia che si attacca ai privilegi acquisiti durante il lungo pontificato di Giovanni Paolo II, ho visto fatti certi che ci mostrano che sono molti, e piazzati ai posti giusti per farlo, coloro che ostacolano il Papa, che si oppongono al suo operato, che arrivano a vanificare la sua volontà, e perfino le sue norme( vedi norme correttive del 2005 per la liturgia nel cnc), vi ricordate la non avvenuta nomina del Santo Curato d`Ars come protettore dei sacerdoti, c`è chi complotta alle sue spalle(scusate ma è ricorrente, vedi tentativo fallito nel gennaio scorso di strappargli l`approvazione della "liturgia" creata dall`iniziatore del cnc...i cartoncini d`invito per festeggiarla erano già sulle scrivanie dei porporati e il Papa non ne sapeva niente), vi ricordate l`episodio attorno alla revoca della scomunica ai vescovi della FSSPX e la susseguente lettera ai vescovi.

C`è chi trama, c`è chi combatte, c`è molta ipocrisia, vige la legge del silenzio, ma alla fine per il mondo deve prevalere la facciata dell`unità, anche se noi sappiamo che è illusoria e menzognera.
Purtroppo l`esercizio dell`autorità del Successore di Pietro, si è perso per strada, salvo sulle questioni di morale, il linguaggio si è fatto esortativo, non si punisce, si esorta e si incoraggia, l`errore continua a dilagare, nessun provvedimento arriva a fermare i cattivi maestri che hanno devastato la Liturgia, ferito il cuore della nostra fede, creato magisteri alternativi, continuano la loro opera di distruzione in tutta libertà.
Perchè questo possa succedere non lo so, perchè il Papa non interviene, non lo so, fa male vederlo, fa male vedere che i distruttori sono organizzati e hanno il sostegno di chi è al potere.

Ho sempre creduto che, visto il carattere mite e conciliatore del Papa che privilegia la moderazione e il dialogo, ci voleva più tempo ma che, a modo suo, sarebbe intervenuto sui punti dolenti che dilaniano la Chiesa, purtroppo il tempo passa e chi sta devastando i fondamenti della nostra fede non solo non è sanzionato ma è legittimato, incoraggiato e talvolta perfino ringraziato.
Il Papa è intervenuto con coraggio su molti scandali, ha proclamato la tolleranza zero sulla pedofilia, ha instaurato la trasparenza in certi casi, quanto vorrei che proclamasse con la stessa autorità e lo stesso coraggio la tolleranza zero verso chi sta dilaniando la Chiesa.

Luisa ha detto...


"Il Papa accoglie queste persone per dire loro che, anche se talvolta sembrano confinate nelle periferie delle città e dei villaggi, sono sempre nel cuore della Chiesa.

La disponibilità del Papa ad accoglierli così, tutti insieme -- un fatto di per sé eccezionale se non addirittura storico -- conferma senza dubbio l'attenzione e la vicinanza della Chiesa a questo mondo così particolare.
Ed è segno del rispetto e dell'apprezzamento per il valore sociale, culturale e artistico che esso offre all'umanità.
D'altra parte, l'incontro con Benedetto XVI è anche occasione per esortare tutte le realtà ecclesiali a ravvivare l'impegno a favore di questa grande famiglia.
Sarà un'ulteriore testimonianza che la missione della Chiesa si rivolge a tutti, senza distinzioni
La parrocchia, intesa proprio come comunità, dovrebbe mostrarsi sensibile verso queste persone, e assumere atteggiamenti di accoglienza e di ospitalità generosa, di disponibilità all'ascolto e al reciproco scambio."


Mi metto a sognare, ecco le parole che avrebbe potuto pronunciare il cardinale incaricato di presentare il pellegrinaggio del 3 novembre...invece sono le parole dette dal card. Vegliò per presentare l`udienza alle persone dello spettaccolo viaggiante....

mic ha detto...

Gli interrogativi e le perplessità di Anonimo 9:08, che destano sofferenza e disagio ma non intaccano la Fede e la Speranza, sono anche i nostri.

Io non ho una risposta certa al cento per cento. Ho solo impressioni, un po' di delusione forse, ma ciò che si vede all'esterno è solo un gran dispiegamento di lobby e di poteri in un 'luogo' al quale dovrebbero esserne estranei.

Tuttavia la storia ci ha insegnato che davvero nihil sub sole novi e, dunque, anche noi in questo tempo particolarmente oscuro che ci è stato assegnato, cerchiamo di "fare la nostra parte" dalla parte del Signore con i mezzi che abbiamo e che sono dono Suo.

Anonimo ha detto...

ickgi [url=http://www.cheapbeatsuksale.co.uk]dr dre beats[/url] rrcjbg http://www.cheapbeatsuksale.co.uk iyct [url=http://www.cheapdrebeatssales.co.uk]dre beats uk[/url] ggvxuj http://www.cheapdrebeatssales.co.uk vkso [url=http://www.beatsbydreukstores.co.uk]dre beats headphones[/url] krubbw http://www.beatsbydreukstores.co.uk rffnz tfwsb rv [url=http://www.focsa.org.au/myreview/beatsbydre.phtml]cheapest beats by dre[/url] znsvjv on http://www.focsa.org.au/myreview/beatsbydre.phtml eveaj bb yzurs[url=http://www.drdrebeatsstores.co.uk]beats by dre outlet[/url] lbvxxi http://www.drdrebeatsstores.co.uk xnaqejayl [url=http://www.drdrebeatsuksale.co.uk]cheap beats by dre[/url] tntqxm http://www.drdrebeatsuksale.co.uk yghy