lunedì 20 maggio 2019

L'imponente offensiva mediatica, politica e giudiziaria contro Salvini e la Lega. Il peso dei simboli cristiani

Ho messo insieme significative osservazioni dei lettori sulle recenti vicende pubbliche nell'agone politico.

Ennesimo sbarco di clandestini nel porto di Lampedusa dopo l'entrata in scena di un procuratore di estrema sinistra, colui che voleva processare Salvini per il caso Diciotti e si inventa un sequestro probatorio, che poi come già avvenuto probabilmente farà cadere in pochi giorni (lieti di essere smentiti), permettendo alla Sea Watch di tornare in Libia e ricominciare il suo traghettamento di afro-islamici. Questo è un attacco concertato all’Italia. È una dichiarazione di guerra da parte di poteri ostili all’Italia. Un tentativo, eversivo, di pilotare e condizionare la politica migratoria italiana.
E, in tutto questo, non si può non notare la complicità o comunque il silenzio dei grillini: la loro apparente inerzia sa di connivenza dopo le aperture precedenti. Per non parlare del Colle.
Sul tema vedi indice articoli qui.

E, poi , mentre Salvini osa rivendicare le radici cristiane dell'Europa - che hanno forgiato i valori, la civiltà, l'eredità culturale che il sistema attuale rinnega - ed è l'unico, insieme alla Meloni, a fare i nomi di Atene e Roma, ma poi invoca anche i Santi protettori d'Europa e affida l'Italia e l'Europa all'Immacolata, ecco scatenarsi il finimondo.
  • Da Repubblica: Rosario sul palco, il mondo cattolico contro Salvini. Il Vaticano: "Dio è di tutti, pericoloso invocarlo per sé".
  • Il Giornale: La Chiesa contro Salvini: "Dio è di tutti, invocarlo per sé è pericoloso" Il Vaticano contro il leghista che ha mostrato il rosario sul palco. Lui: "L’Europa che nega proprie radici non ha futuro"
In realtà non è il mondo cattolico (cioè fedeli e infedeli cattolici) contro Salvini, ma Vaticano (Parolin e Spadaro - notoriamente portavoce del papa attraverso La Civiltà Cattolica - e persino vescovi e sacerdoti), CEI, Famiglia Cristiana, Avvenire, il sedicente priore Bianchi... schegge impazzite filo-protestanti.
Poi il vero pensiero dei suddetti è: "Dio è di tutti, invocarlo è pericoloso", mentre dovrebbe essere: "Dio è di tutti, tutti dovrebbero invocarlo".
Dire "Dio è di tutti" appare nozione deistica, non conforme al Dio che si è rivelato nel Verbo Incarnato. Andrebbe spiegata meglio.
Dio, secondo la dottrina tradizionale, è Dio di tutti avendo creato tutti. Egli vuole che tutti gli uomini siano salvi ma salva solo coloro che credono nell'unico vero Dio, Uno e Trino, con l'eccezione dei casi  individuali di battesimo di desiderio implicito ed esplicito (e condannerà i "falsi fratelli", coloro che vivono la vera fede tiepidamente, immersi nelle opere malvagie).  In questo senso più specifico, Dio non è "di tutti": è Il Padre che ha affidato al Figlio il compito di salvare quelli che avranno creduto in Lui (Gv 17; 18: "Di quelli che mi hai dati non ho perduto nessuno", v. 9).
Perciò quando Salvini invoca la protezione della Beata Vergine e di Dio sull'Italia, non  invoca il Dio "di tutti" ma l'unico e vero Dio Uno e Trino, non il Dio dei musulmani o  degli ebrei o di ogni altra religione che sia. 
L'offensiva contro Salvini e la Lega sta raggiungendo livelli impressionanti, con gravi danni per il Paese.  L'attività del governo è di fatto paralizzata dai Grillini, che sabotano i decreti più urgenti. La loro azione, anche verbalmente polemica, si inserisce in quella del papa e dell'establishment cattolico in simbiosi con quella di una parte della magistratura. Lo spread si è impennato di colpo, proprio adesso. Si è creato, sotto elezioni, un nuovo caso Diciotti.
Vi sono ormai sindaci e magistrati che agiscono apertamente contro il Governo, stiamo cadendo sempre più (per colpa delle sinistre e affini) in quella situazione di ingovernabilità e faziosità politica che nella storia precede eventi rivoluzionari o comunque forti agitazioni civili, che si concludono con una rivoluzione o l'intervento militare straniero. Governare diventa sempre più difficile se non impossibile.
Il fatto nuovo è la partecipazione massiccia della Gerarchia cattolica contro un ministro che cerca semplicemente di difendere il Paese da una micidiale e ingiustificata invasione e i cittadini comuni da una delinquenza sempre più aggressiva.
Speriamo che gli elettori capiscano come stanno le cose. Ma l'esito di queste elezioni non è affatto scontato a favore dei "sovranisti", che il rullo compressore del politicamente corretto, del "sistema", sta investendo da tutte le direzioni.
Tutto sommato. a ben riflettere, quello di Salvini tutto è tranne che uno spot elettorale, soprattutto se si considera che l'elettorato davvero cattolico è nettamente minoritario

Quello che però stupisce maggiormente è il contemporaneo silenzio che viene dalla Chiesa di Bergoglio sulle pubbliche, quotidiane offese ai valori cristiani che arrivano dal laicismo più arrabbiato e dal “politicamente corretto” più scomposto.
La vicenda delle croci coperte in un cimitero per non offendere le altre fedi non è che l’ultimo di una lunga serie di attacchi e alla religione cattolica. Parliamo del presepe abolito ad ogni Natale in diverse scuole pubbliche. Parliamo delle ricorrenti polemiche sul crocifisso nelle scuole. Parliamo  dei numerosi spettacoli blasfemi che da anni approdano nei teatri e che nessuno osa criticare per non ledere la “libertà di espressione”. Parliamo della proliferazione di moschee e di centri islamici nelle nostre città. Parliamo della grottesca propaganda dei “matrimoni” gay che invade i mass media. Su questi e su tanti altri, simili  episodi  la Chiesa di Bergoglio è reticente a esprimersi. E, le rare volte che lo fa, lo fa proprio perché non potrebbe fare altrimenti. Invece, se un uomo politico esibisce un simbolo cristiano, i monsignori sono lesti a bacchettarlo e a dargli dell’abusivo.

44 commenti:

Emanuele A. ha detto...

Ma i suddetti Vescovi e compagnia cantando, che sostengono che non si può invocare Dio per sé stessi, hanno mai pregato le preghiere insegnate da San Pio X nel catechismo?
"...Vi offro le azioni della giornata: FATE CHE SIANO TUTTE SECONDA LA VOSTRA SANTA VOLONTÀ' E PER LA MAGGIOR GLORIA VOSTRA. PRESERVATEMI DAL PECCATO E DA OGNI MALE. LA VOSTRA GRAZIA SIA SEMPRE CON ME E CON I MIEI CARI. AMEN."
Non è forse un pregare per se stessi quello che ci insegna il catechismo?
E ancora: nell'atto di fede "...Conforme a questa fede, voglio sempre vivere.Signore accrescete la mia fede."; nell'atto di speranza: "Signore, che io non resti confuso in eterno."; nell'atto di carità: "Signore, fate che io vi ami sempre più."
Emanuele A.

Anonimo ha detto...

Fanghiglia a-cristiana dice che il rosario esibito da Matteo Salvini è FETICISMO, apperò, io avevo sempre pensato fosse un simbolo di preghiera Cattolica, visto che gli altri cristiani hanno altre modalità di servizio...... attenti a non vendere prima la pelle dell'orso, le elezioni potrebbero serbare grosse delusioni, i sinistri sono scesi in campo con l'artiglieria pesante da king George a Jorge e tutti i media e la vedo faticosa....
Ma se è feticista brandire il Rosario, come la mettiamo col baciare i piedi di politici?

Anonimo ha detto...

Giustissimo. In pratica articolo da leggere sottoscrivere condividere e stampare. Dopodiche pregare il Signore in particolare tramite la Vergine Maria alla quale attraverso la recita del Rosario ci affidiamo e affidiamo anche tutti noi l'Italia e l'Eufopa specie in vista delle elezioni di domenica (considerando poi che siamo ancora ben dentro il mese mariano per eccellenza, cioè maggio appunto), Che Dio ci aiuti.
Michele

Anonimo ha detto...

Stanno davvero esagerando!

http://m.ilgiornale.it/news/2019/05/20/migranti-vescovo-di-mazara-salvini-non-puo-dirsi-cristiano/1697978/

irina ha detto...

Una sintesi importante:

https://www.maurizioblondet.it/il-primo-putsch-degli-onesti/

IL PRIMO ” PUTSCH DEGLI ONESTI”
Maurizio Blondet 20 Maggio 2019 93 commenti
E’ stato nel numero del 3 febbraio 1993 di “L’Italia Settimanale”, direttore Marcello Veneziani, e per cui lavoravo anch’io. L’articolo rivelava per primo che meno di un anno prima, il 2 giugno 1992, “a bordo del regio yacht Britannia (che si trova “per caso” nelle nostre acque territoriali) dei rappresentanti della BZW (la ditta di brocheraggio della Barclay’s), della Baring § Co., della S.G. Warburg , e dai nostri rappresentanti dell’ENI, dell’AGIP, di Mario Draghi del ministero del Tesoro, Riccardo Gallo dell’IRI, Giovani Bazoli dell’Ambroveneto, Antonio Pedone del Crediop e da alti funzionari della Comit, delle Generali e della Società Autostrade [danno] il via alla svendita dello Stato. Prime vittime annunciate, i patrimoni industriali e bancari più prestigiosi. Il nome dell’operazione è “privatizzazione”....

Anonimo ha detto...

Se Salvini non è cristiano anche Italia che sta con lui non è cristiana? Ma allora l'Italia è mussulmana per la maggior parte con il pd, boldurini e simili, compreso Bergoglio....

Anonimo ha detto...

PREGHIAMO DIO UNO E TRINO CHE CI PRESERVI DA OGNI FUTURA "LIBERAZIONE", CE N'è BASTATA UNA.
Il popolo ha eletto Salvini, cosa vogliono costoro? Faranno un altro colpo di stato? Ci bastano quelli dei Monti vari…. ed avanzano!

Anonimo ha detto...

Il messaggio di Bergoglio è: il Dio pregato da Salvini non è il Dio cristiano.
Ma come? Non aveva detto che c'è un unico Dio uguale per tutti?

Anonimo ha detto...

Santanche (Fratelli d'Italia) contro la politica bergogliana vaticana in genere

https://www.liberoquotidiano.it/video/politica/13464088/papa-francesco-daniela-santanche-aria-che-tira-invasione-islamica-silenzio.html

Marisa ha detto...

Monsignor Mogavero ci ha già scomunicati on line su rainews24 10 minuti fa... tutti quelli che votano Salvini sono scomunicati.

Il Giornale ha detto...

...Adesso invece le gerarchie cattoliche pretendono l'esclusiva dell'uso del marchio. Per metterlo al servizio di chi vogliono loro, oppure per censurarlo al fine di non offendere Allah e i musulmani. Alcuni dei quali, in nome del loro dio [che non è lo stesso dei cristiani], non sperano di vincere le elezioni, ma fanno stragi di cristiani.

mic ha detto...

“Un vero soldato non combatte perché ha davanti a sé qualcosa che odia. Combatte perché ha dietro di sé qualcosa che ama” (Chesterton)

“Stanotte ho pensato che quello che stiamo facendo lo stiamo facendo per i nostri figli. Amiamo i nostri figli, la nostra terra e i nostri valori. Amiamo anche la Madonnina che ci sta guardando dall’alto… Affido l’Italia, la vita mia e la vostra al Cuore Immacolato di Maria” (Matteo Salvini – 18 maggio 2019)

https://cooperatores-veritatis.org/2019/05/20/ha-fatto-bene-salvini-a-parlare-con-il-rosario-per-il-futuro-delleuropa/

irina ha detto...

Mi chiedo, mentre noi siamo ampiamente distratti con la persecuzione quotidiana del Ministro dell'Interno, quale altra scenografia si sta montando dietro le quinte? Ogni giorno di questa settimana avremo un colpo di scena dei 'buoni ed onesti' contro 'il male' dei cattivi e disonesti? Leghisti, naturalmente! Sovranisti meglio! Suprematisti ottimo! Siamo in attesa di vedere la prossima puntata, speriamo con intervista sussiegosa di qualche Illuminato, che scenderà appositamente dal suo olimpo per mostrarci con il suo signorile aplomb, quanto siamo rozzi, fuori del nostro tempo, retrogradi, con una parola, Medievali.
Martedì alla stessa ora: 'La persecuzione di Salvini, Il COLPEVOLE!' Simil-commedia dell'arte italiana, offerta dai poteri forti al popolaccio italiano. Gratis, per frastornarlo da tutti i malviventi che, vogliono seguitare a derubarlo, mirando ad incatenarlo per sempre.

Anonimo ha detto...

.....Dobbiamo giungere anche noi ad una conclusione…. e non vogliamo che sia politica. Vogliamo raccontarvi invece come nasce la Bandiera Europea, vedi qui, e capire come, il gesto di Salvini e le sue parole possano essere coinvolte  in qualche cosa di davvero grande e di cui siamo protagonisti e non spettatori.

Così riportava il fatto Vittorio Messori.

Il Consiglio d’Europa indisse nel 1950 un concorso internazionale per un vessillo del Continente. Parteciparono centinaia di artisti e di grafici ma i bozzetti, i più numerosi, che contenevano una croce furono bocciati dai socialisti e dai laicisti in genere.

Soltanto nel 1955 la commissione, presieduta da Paul Lévy, un ebreo, si decise per una bandiera azzurra con al centro 12 stelle d’oro disposte in cerchio. L’idea piacque, tanto che nel 1986 lo stendardo fu adottato come ufficiale anche dalla Comunità Europea, cambiando solo in argento l’oro delle stelle.

Ci fu sconcerto, però, e rammarico, in molti, quando si conobbe il retroscena: l’autore era Arsène Heitz, un grafico belga poco noto, devoto mariano fervente. L’azzurro è il colore della Vergine e le stelle sono quelle che circondano il capo della Donna dell’Apocalisse in cui la Tradizione riconosce Maria. Quanto al dodici, è quello delle dodici tribù di Israele, dei dodici apostoli e delle dodici stelle che stanno sulla Medaglia Miracolosa voluta nel 1830 dalla Vergine stessa e che Heitz portava sempre al collo, da buon devoto.

Ma c’è di più, visto che per la firma solenne del documento che adottava la bandiera, nel 1955 , si cercò una data che convenisse a tutti i politici che venivano a Strasburgo dall’Europa intera, nessuno, al Consiglio, si accorse che il giorno prescelto non era come gli altri, per i credenti: era, infatti, pure qui, l’8 dicembre. E la Medaglia che era servita da modello al grafico porta incisa una invocazione proprio all’Immacolata Concezione.

Maria è la stella dell’evangelizzazione che deve brillare sul nostro cielo europeo, se vogliamo compiere un’opera efficace. Diversamente, l’Europa già fin troppo scristianizzata, si avvierà verso il baratro superando il punto di non ritorno.

Anonimo ha detto...

https://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2019-05-20/giorgetti-pontiere-che-ha-rotto-ponte-143325.shtml?uuid=ACqNBKF

Giorgetti, il pontiere che ha rotto il ponte
–di Guido Gentili @guidogentili1

Se un chiaro alt politico o un giudizio circostanziato sulla persona arriva dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, figura-chiave e solitamente in penombra di ogni Governo di qualsiasi colore, politico o tecnico che sia, bisogna quanto meno alzare le antenne. Primo perché è cosa rarissima in generale. Secondo perché se il sottosegretario in questione è Giancarlo Giorgetti, uomo assai poco incline alla chiacchiera, ed il Governo è quello Movimento 5Stelle-Lega fondato su un inedito “contratto di governo” sul quale vigila non un politico di professione ma l’avvocato Giuseppe Conte, con due vicepremier leader politici (Di Maio e Salvini) oggi in feroce competizione personale, il fatto assume una rilevanza particolare...

Anonimo ha detto...

Quali sono diventati per questo Vaticano e per le gerarchie cattoliche le priorità? Lo sterminio dei Cristiani dell'est, le stragi nello Sri Lanka, l'eutanasia di Stato, gli aborti consentiti fino all'ultima settimana di gravidanza, la crisi dell'Occidente che perde I suoi simboli, il burqa e la poligamia che ci invadono, la subalternità e persecuzione delle donne nelle famiglie, o un cattolico che tiene in mano un rosario simbolo di Fede e lo invoca a protezione sua e, perché no, anche dei cittadini italiani e della causa politica che rappresenta?

https://m.dagospia.com/maglie-i-prelati-indignati-per-il-rosario-di-salvini-che-dicono-davanti-a-vincent-lambert-203825

Marisa ha detto...

http://m.ilgiornale.it/news/2019/05/20/povera-chiesa-allah-si-la-madonna-no/1697732/

Ariel ha detto...

Ma "chi sono io per giudicare" vale solo per gli omosessuali e non per la vera o presunta fede di Matteo Salvini? E poi questa accusa di "feticismo" per aver esposto un simbolo cristiano: ma nostra Madre Chiesa ha ora la memoria corta? Il 28 Ottobre (sempre quella data!) del 312 Costantino impose il simbolo della Croce sugli scudi e sugli stendardi dei suoi soldati che si accingevano a combattere contro Massenzio (battaglia di Ponte Milvio)e questi soldati vinsero! E non mi si venga a dire che erano tutti militi credenti e che conoscevano perfettamente il significato di quel simbolo. E vogliamo citare le numerose volte che simboli cristiani o immagini religiose sono stati usati per creare un fronte comune contro il nemico invasore per la difesa della Patria e della religione cristiana? Basta ricordare Roncisvalle, Poitiers, la Reconquista spagnola, Vienna, Lepanto, ecc.....e perchè non mettere la guerra civile Spagnola del 1936? Simboli usati da eserciti composti da soldati che probabilmente non erano molto avvezzi a partecipare alla Santa Messa. Ma in virtù di quei simboli trovarono il coraggio e la determinazione per conquistare la vittoria. E per ultimo, quando recito le orazioni e prego per la salvezza della mia anima (cioè prego per me) commetto peccato? Pare di si.

Anonimo ha detto...

Attenzione, in Austria hanno fatto uscire il video che incastra il vice premier a fagiolo, Der Spiegel, e un altro giornale tedesco, hanno pubblicato in contemporanea la news e così vero o no, cade il governo e si va alle elezioni dove forti pressioni faranno spostare l'elettorato a sinistra, come successo in Spagna, lo fanno apposta per non fare andare al potere le destre, la Germania gioca sporco, come dice Nigel Farage nel suo ultimo video, ci trascinerà addosso tutte le sue macerie, perché non regge più, la DB sta fallendo ed è una voragine in cui precipiterà l'UE, noi Draghi e basta, manco ci prospettano l'ipotesi di voto, governo a casa e zitti.Cassandra? Forse, ma è la pura realtà, speriamo nella protezione celeste....

Weltanschauungh Italia ha detto...

...Novità dalla Chiesa (novella ONG) che si rinnova...

Vicenza, altare arcobaleno per la veglia in chiesa contro l’omofobia

Il parroco vicentino Don Dario Vivian: «Sbagliato escludere i credenti omosessuali, chiediamoci se anche nell’amore gay c’è Dio»

Italia cristiana ha detto...

queste ore, dopo la manifestazione di Milano che ha visto una partecipazione impressionante di popolo, compresi leaders e delegazioni provenienti da tutta Europa, si è scatenato il finimondo contro il leader della Lega Matteo Salvini.

Certo quel bagno di folla incredibile, nonostante la pioggia, ha fatto spaventare i poteri forti, i quali hanno mobilitato tutti i loro apparati, precettando tutti, ma proprio tutti.

Di quali poteri sto parlando ? Ma di quelli che vogliono che l’Europa resti una riserva di caccia della grande finanza, delle banche e delle multinazionali.

Quei poteri che vogliono sradicare i popoli europei dalle loro radici cristiane, cancellandone la memoria, imponendo all’ordine del giorno i temi a loro cari.  E tutti questi temi sono accomunati da un fine: portano tutti alla morte ! Aborto, eutanasia, liberalizzazione della droga, utero in affitto, e tasse, tante tante tasse.

Tasse imposte anche con l’uso della  forza, come è successo per la Grecia, dove cittadini di punto in bianco non hanno potuto più prelevare i loro soldi in banca, e il governo si è dovuto piegare al diktat dei padroni. Impoverirli per poi comprarli. Questo è stato fatto con la Grecia, e questo è quello che lor signori vogliono fare con l’Italia.

Impoverire le famiglie, per distruggere la loro piccola economia e la loro dignità, impedire nuove nascite, per poi giustificare l’importazione di manodopera a bassissimo costo usando scafisti e mafie che lucrano sulla vita umana.

La destra ultra liberista che vuole servirsi dei  migranti per abbassare gli stipendi di tutti, aiutata dalla sinistra ideologica, imperante ovunque.

Sinistra ideologica e squadrista, che ha invaso da tempo ogni centro dove si forma e si diffonde il pensiero e l’informazione in Italia e in Europa. Pensiero rigorosamente unico ! Informazioni rigorosamente prodotte, distribuite e imposte da quegli apparati facenti capo ai poteri forti.
....

mic ha detto...

PETIZIONE ON-LINE
CONTRO I VERTICI DELLA RAI
Per il silenzio sulla Marcia per la Vita

https://petizioni.corrispondenzaromana.it/rai-marciaperlavita2019/

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=S5w7wBi-s-M

Che ne sarà dell'Europa? Giulietto Chiesa e Paolo Becchi.

Gas ha detto...

Salvini é l'unico che é rimasto a parole nel preservare la vita, ora servono i fatti: niente proroga a Radio Radicale che non é per la vita.

Anonimo ha detto...

DOVE GUARDARE
Tra Vincent e Salvini, il dramma della Chiesa
EDITORIALI21-05-2019 Riccardo Cascioli
Quello che abbiamo davanti in questi giorni è un quadro drammatico della situazione della Chiesa, è schiacciata in una dimensione esclusivamente orizzontale. In Francia si sta consumando un omicidio di Stato, l'immagine mortifera di una società senza Dio che si impone in Europa. E per i vertici della Chiesa il problema più grave è il rosario di Salvini...

... È interessata solo alla politica, ma non quella con la p maiuscola, come chiesto da Papa Francesco; no, proprio alle beghe partitiche, è una Chiesa in campagna elettorale permanente....???

...qual è il problema più grosso che la Chiesa pensa di dover affrontare? Il rosario di Salvini. Tutti concentrati su questo: Il segretario di Stato vaticano, cardinale Parolin, Avvenire, Famiglia Cristiana, La Civiltà Cattolica; e poi i soliti tweet di padre Antonio Spadaro, Enzo Bianchi, gli articoli di Alberto Melloni, giù tutti con l’artiglieria pesante...

...Pensare che avrebbero potuto inchiodare Salvini con ben altri argomenti, beccarlo sulle sue contraddizioni: subito dopo il comizio a Milano ha rilasciato una lunga intervista a Sky dove, tra l’altro, ha difeso il diritto della donna ad abortire e ha condannato la legge anti-aborto in Alabama; non ha bloccato le registrazioni, avvenute in alcuni comuni, di figli comprati all’estero tramite utero in affitto; non si è mobilitato perché il Parlamento legiferi in modo da evitare che a settembre la Corte Costituzionale introduca in Italia anche il suicidio assistito. Ma no, nulla...???????

mic ha detto...

È interessata solo alla politica, ma non quella con la p maiuscola, come chiesto da Papa Francesco; 

Gradiremmo sapere quale sarebbe la politica con la p maiuscola di papa Francesco...

Inoltre non mi risulta che Salvini abbia mai difeso l'aborto. L'ho sentito dichiarare di esser felice di aver favorito la nascita di 500 bambini (non ricordo in quale ospedale) per effetto del fatto che ritiene giusto aiutare le donne che non vogliono abortire. E non l'ho mai sentito condannare la legge dell'Alabama...

mic ha detto...

Resta da approfondire la mobilitazione per l'eutanasia per la quale bisognerà mobilitarsi.
La Meloni, che la Gruber non è riuscita a silenziare, l'ha chiaramente stigmatizzata dicendo che la vita è sacra. Ma l'occasione era data dal caso di Lambert...

mic ha detto...

non ha bloccato le registrazioni, avvenute in alcuni comuni di figli vomprsti hon l'utero in affitto

Su questo si è pronunciato chiaramente a Verona esprimendo la sua contrarietà. Inoltre mi risulta (dovrei cercare i comuni) che sindaci leghisti abbiano cancellato le nascite da genitori dello stesso sesso...

Anonimo ha detto...

https://www.vietatoparlare.it/il-card-bagnasco-richiama-salvini-perche-dice-che-la-sua-vita-appartiene-ad-un-bene-presente/

Oggi nel corso di una manifestazione un leader cattolico Salvini  e una folla prevalentemente cattolica fa la stessa cosa: ripone la propria speranza nella certezza del Bene infinito e auspica che possa essere vittorioso e riconosciuto nell’Europa attuale, in via di scristianizzazione. Ma inaspettatamente il giorno seguente il card. Bagnasco secondo il giornale avrebbe mostrato il suo disappuntoperchè “Invocare Dio per se stessi è molto pericoloso”

...qui semplicemente si sta parlando della manifestazione della Lega domenica a Milano, che ho visto. L’ho seguita in streaming su FB (come hanno fatto altri 914.000 italiani). Per questo posso dire con assoluta certezza che neanche per un attimo Matteo Salvini ha invocato i Santi e la Santa Madre di Dio per sé. Lo ha fatto invece perché l’Europa possa ritrovare le sue radici cristiane, perché possa essere salvata: tutto questo è al di fuori della portata di un partito, l’arroganza sarebbe stata non averlo fatto.

Questione di legami…

Quella a cui il card Bagnasco si riferisce, è una preghiera fatta pubblicamente, una domanda di protezione per  tutto un popolo a cui lui sente di appartenere in virtù di legami. Tutto il suo intervento è stato una lunga elencazione e sottolineatura di quali sono questi legami e di come le elite europee al potere – molte delle quali non elette – nutrano una vera ostilità contro questi legami.

Perciò dirmi ‘fammi vincere rivolgendosi al Padre Nostro” non è fammi vincere alla partita tra il Milan e la Juve, ma aiutami per difendere proprio quei valori che hanno fatto grande l’Europa. Fammi vincere ma per Te. Questo concetto Matteo Salvini lo aveva detto più volte in modo che non fosse frainteso  e lo aveva ricordato in nodo differente anche Marine Le Pen con il suo ‘Europa non ha settantanni ma molti di più…” ed ha citato ciò che il cristianesimo ha generato nei secoli.

Anonimo ha detto...

Salvini è un politico molto capace che stranamente mantiene la parola data anche quando deve prendere decisioni scomode.Venendo da decenni di cedimenti e di accordicchi fatti sempre al ribasso la sua azione politica è una boccata di aria pura per gli elettori.Come finirà questa legislatura e quale sarà il gradimento degli elettori per la Lega al momento non è dato sapere perché le variabili sono numerose.Certo i suoi avversari sono tanti ed agguerriti e molto dipende dalla tenuta dei 5 Stelle i quali potrebbero suicidarsi ,facendo cadere il governo per paura.Ma mentre la Lega ha un partito strutturato alle spalle e potenziali alleati con i quali coalizzarsi in caso di nuove elezioni ,i 5 Stelle se cade il governo rischiano di diventare irrilevanti e di essere fagocitati dal PD.Quindi far durare questo governo è interesse della Lega ma ancor più di Di Maio.

Anonimo ha detto...

In certi ambienti, come ad esempio il forum r/italy, il parossismo anti-Salvini è già da tempo ai livelli del parossismo anti-Berlusca di vent'anni fa. Vedono "fascismo" da tutte le parti, chiamano "democrazia" le aggressioni a Salvini e invocano la censura più feroce contro una casa editrice "vicina a Casapound" della quale nulla sapevano fino a un momento prima. Le loro fonti? Fanpage, Repubblica e Corriere (oh, ma come sono anticonformisti e lungimiranti tali sedicenti "antifascisti"!) Non puoi usare certi termini che scattano le reazioni pavloviane ("laggenda di soros" eeeh! tu credi al gombloddoooh!) Non sarà accidentale il fatto che all'occasione si mostrano ultrà del papa, dando del fascista a chi non gradisce Bergoglio. Addirittura vanno dicendo che in Italia l'opinione fascista è proibita dalla legge (sic) e quindi se uno non critica Salvini in modo abbastanza rumoroso dev'essere per forza fascista e per forza proibito dalla legge. Proprio come riassumeva Marcello Veneziani in "La proprietà transitiva". In breve, quei radical chic da tastiera strepitano come degli invasati veri, più di un centro sociale dell'epoca Berlusconiana e ti coprono di "downvote" pur di metterti a tacere (fermo restando che i più zelanti tra loro hanno parecchi "alt" diversi e quindi un singolo cretino con abbastanza tempo a disposizione ti affossa sotto decine di "downvote", e quando la sommatoria del tuo storico di "downvote" va sotto zero il forum pone limitazioni ai tuoi nuovi post).

Intendiamoci bene: non è più uno scazzo politicoide da bar dello sport. E' proprio un'ossessione da invasati, qualcosa che esige di smettere di ragionare e di comunicare solo con gli slogan autorizzati del momento. Proprio come in epoca berluscoide: non contano i ragionamenti, solo gli schieramenti. Ho una cugina che non ha mai fatto altro nella vita che rifarsi il make-up. Sposa il figlio del più ricco medico della città e campa di rendita. Non avendo niente da fare da mattina a sera (non sia mai si sporchi le mani, ci pensa la servitù) passa le sue giornate su Facebook a sbraitare contro Salvini come un'ossessa, come se ciò avesse almeno un minimo effetto concreto. Ossessa al punto che un parente, timidamente, le fa notare che se ci tiene davvero tanto a quegli immigrati, ne potrebbe accogliere qualcuno nella lussuosa casa e vedere che effetto fa. Vada a prenderli direttamente con lo yacht del marito. Se lei privata cittadina ci tiene davvero così tanto ad umiliare il ministro Salvini, che si rechi con uno dei macchinoni che ha in garage ad un comizio ed abbia il coraggio di spernacchiarlo in diretta Facebook, così da raccogliere molti più "Mi Piace". Se veramente vede fascisti da tutte le parti, che li denunci per apologia di reato non appena li sente parlare di Salvini senza insultarlo. Inutile ricordarle che Salvini non è il capo del governo e che detto governo tutto fa fuorché ricostituire il partito fascista...

Salvini mi era diventato simpatico proprio a causa di quella ossessiva e sgangherata campagna di odio che se non ci fosse stata gli sarebbe comunque convenuto attivarla lui a sue spese. E' diventato suo malgrado un simbolo, l'uomo che per ora può arginare lo sfacelo. Bene la sua capacità di sfruttare l'effetto Berlusca, sublime il momento in cui sfoggia il rosario facendo infuriare (cioè venire allo scoperto) i vescovi, male la miopia politica e l'incompetenza. Non si può essere perfetti, daccordo, ma in politica l'incompetenza e la miopia sono i crimini peggiori. Quando ho visto silurare il suo uomo-chiave, Siri, ho capito che Salvini è in declino. Non vale la pena coltivare grandi speranze. Ma vale la pena osservare quegli atteggiamenti, che fanno capire chi (meglio: "cosa") comanda davvero l'Italia.

mic ha detto...

È proprio a quel "cosa" che comanda davvero in Italia (e non solo) la sfida del 26...
E Salvini, nonostante le molteplici bordate distruttive a sfiancanti, è l'unico capace di raccoglierla e - a Dio piacendo - vincerla, insieme a Giorgia Meloni, che forse sarà la vera sorpresa.

mic ha detto...

E noto che entrambi non sono cristallizzati, ma hanno la capacità di ascoltare e raccogliere (la Meloni approfondisce di più, almeno nell'immediato) le idee e i suggerimenti degli interlocutori seri.

Marisa ha detto...

La campagna elettorale di Bergoglio:

https://www.arcsanmichele.com/index.php/vita-della-chiesa/44-attacchi-alla-chiesa/12128-la-campagna-elettorale-di-bergoglio

Anonimo ha detto...

Effettivamente la situazione politica è complicata ma se si riesce a bloccare (e siamo sulla buona strada) l'arrivo dei migranti ed a rimandare in Africa tutti quelli che si possono espellere allora tutto diventa più semplice.Poi bisognerà occuparsi della magistratura con una riforma finalmente seria ,cosa che è auspicata da gran parte degli italiani. Dico tutti i migranti che si possono espellere perché oltre ai magistrati che si mettono di traverso c'è il problema enorme che i loro paesi non li rivogliono indietro.Infatti per i nostri sinistri sono risorse ma per i loro paesi d'origine dei sono buoni a niente.

Anonimo ha detto...

Il vescovo Mogavero indagato per truffa e appropriazione indebita. Ha fatto sparire 500 mila euro!

Maurizio ha detto...

Mic delle 8:21 e delle 8:31

E' vero, Mic, l'articolo della Nuova Bussola Quotidiana riporta gravi inesattezze! Allora anche Riccardo Cascioli gioca sporco, scrivendo cose inventate mescolandole a cose giuste ...
Occorre quindi veramente fare "discernimento" anche su ciò che scrive Cascioli! Che tristezza!

Anonimo ha detto...

Maria, Riccardo Cascioli un po' ci fa. perché non può non sapere dei vincoli burocratici, legali, di procedura che hanno i procedimenti amministrativi oppure immagina che il potere di un ministro sia al pari di quello di un sovrano assoluto e che passi anche sopra le deliberazioni dei precedenti ministri, possa saltare i gradi di competenza, essere dispotico.
La posizione politica della Bussola è stata sempre legata ad un centrismo asfittico e oramai morente ridotta come è ad essere la retrovia cattolica di Forza Italia.
Ogni leader politico, specie quelli che intravedono un risultato importante cerca di allargare i consensi a pochi giorni dal voto. le dichiarazioni di Salvini non proprio in linea con i desideri di Cascioli, ed anche dei miei a dire il vero, sono funzionali a questo. In politica non abbiamo bisogno di santi o di massimalisti, ma di uomini realisti che hanno a cuore l'uomo, la sua umanità vera, la nazione, la sua forma cattolica. Ci si domandi allora se Salvini è uno di questi.
Hermann Sta

Anonimo ha detto...

Se invocare Dio per sé stessi è molto pericoloso, allora non dovremmo più pregare? O è pericolosa per i nemici?Invocarlo pubblicamente per la società in un tempo in cui non è moda, è gradito a Dio che ha convertito l'ebreo Ratisbonne solo perché portò la medaglia, che ha chiesto al re di Francia una pubblica consacrazione, non fatta che in ritardo, che ha chiesto al Papa una pubblica consacrazione , non fatta. Dio protegga Salvini, il suo Dio è cristiano ma a quello di certo clero può divenire pericolosa l'invocazione di Salvini, perché il loro dio non è Dio.

Anonimo ha detto...

Ma a muovere tutto questo è lo zelo per annunciare il Vangelo. Perché a nulla serve riempire la pancia dei poveri quando a questi hanno svuotato l’anima e tolto la speranza.

frutti sono visibili e tangibili. Tanto più si evangelizza, più avvengono conversioni e più si riesce ad aiutare persone che avevano la vita completamente distrutta. Tutto è concatenato. Molti giovani trafficanti e molti carcerati, dopo la conversione, hanno imparato a leggere col solo scopo di leggere la Parola di Dio.

il carcere come uno dei principali centri di evangelizzazione.
http://www.marcotosatti.com/2019/05/22/vangelo-pane-e-legalita-lesperienza-dellarcivescovo-di-callao-in-peru-che-cosa-insegna/

Commento mio : Lo S.Santo soffia dove vuole , ci vuole tanto a capire che la Chiesa deve riprendere quello che ha sempre fatto , portare Cristo nei cuori e non contribuire alla rivoluzione permanente effettiva rabbiosa dei centri sociali ? A buon intenditor...

fabrizio giudici ha detto...

Qualche precisazione su Cascioli.

Intanto è normale che si debba fare la tara sugli scritti di chicchessia. Nessuno è perfetto. Cercare, anche inconsciamente, una persona di riferimento al 100% è in definitiva il tentativo di delegare ad altri responsabilità che sono proprie. Lo dico prima di tutto a me stesso, perché questa tendenza la sento pure io. Prendendo come spunto il card. Newman, la coscienza è mia e la responsabilità mia; la devo formare bene, con sapienza, prudenza, ecc..., cercando di annullare io mio ego per aderire alla volontà di Cristo; ma poi, alla fine, spetta a me la decisione definitiva. Io ho sempre pensato al cattolicesimo come il non plus ultra delle responsabilità personali ineludibili.

Dunque non c'è da preoccuparsi se anche nelle persone che stimiamo o prendiamo come riferimento ci sono cose che non condividiamo.

In secondo luogo, LNBQ ospita punti di vista diversi. Questo articolo p.es. è già chiaro nel titolo:

http://www.lanuovabq.it/it/radici-e-identita-il-cattosovranismo-e-possibile

Un certo atteggiamento - chiamiamolo così - "dissociato" relativamente a Papa Francesco è molto comune in molte figure cattoliche di riferimento, non solo Cascioli. È una delle mie più grandi curiosità capire quante sono convinte di questo atteggiamento e quante invece agiscano per "prudenza" di vario tipo. Ricordiamoci che un direttore di una rivista ha anche responsabilità nei confronti dei collaboratori.

In generale ho notato che i media cattolici americani sono molto più "disinibiti" di quelli italiani e credo che sia dovuto a questioni culturali: la vicinanza delle curie (fisica e spirituale), il democristianismo (a cui gran parte del mondo cattolico sano ha pagato dazio), eccetera.

Infine, per essere precisi:

Inoltre non mi risulta che Salvini abbia mai difeso l'aborto.

Sì, più volte ha detto che la legge 194 è una conquista sociale, un progresso che non si tocca e roba del genere. Che sia tattica o ne sia convinto, comunque l'ha detto chiaramente. Anche la Meloni ha detto che "nessuno è intenzionato ad abolire la 194". A Verona c'è stata più di una polemica proprio su questo fatto; così come sabato scorso a Roma, all'opposto, c'è stata la massima chiarezza, anche grazie alle parole chiarissime di Virginia Coda Nunziante.



mic ha detto...

Intanto è normale che si debba fare la tara sugli scritti di chicchessia. Nessuno è perfetto.

Certamente.
Comunque tutto è partito da un'osservazione che mi è venuta spontanea e che non era diretta a giudicare o criticare Cascioli ma a rettificare alcuni suoi contenuti inesatti. Poi sono arrivati commenti sul contesto che ne spiegano certe posizioni.
Sulla 194 non posso che essere d'accordo, ma credo che in questo momento, con tutti i temi cruciali che arroventano il dibattito politico sia irrealistico metterla sul tappeto. Salvini e Meloni ovviamente, da laici non confessionalmente schierati (anche se a differenza di altri si dichiarano credenti), non sollevano il problema ma almeno si battono per aiutare la donne a non abortire.
Personalmente non li idealizzo ma neppure vedo in giro salvatori della Patria o dell'altare.... per cui la scelta è sul meno peggio.
Se noi e altri veri cattolici riusciremo a interloquire con loro più efficacemente (ho notato notevoli evoluzioni nei loro discorsi: tanto per cominciare entrambi ora citano Atene e Roma e non solo le radici giudaico-cristiane e una buona e salutare dose di consapevolezza sull'islam, ad esempio) e ad essere attivi e incisivi nei contesti formativi e informativi che contano, forse non può essere utopistico pensare ad una possibile ricristianizzazione della nostra società. Non penso di essere visionaria, la condidero un'ultima possibilità nonostante tutto faccia pensare ad un disfacimento irreversibile. Una tragica dissoluzione prima di una palingenesi nuova.

irina ha detto...

A segnale convenuto escono fuori dai centri sociali 'gli antagonisti' picchiatori, che poi picchiano la polizia. Questo è inammissibile. Mi chiedo come la 'democrazia' italiana abbia potuto tollerare questa organizzazione, senza smantellarla come smantella qualsiasi organizzazione violenta, in particolare contro le forze dell'ordine che sono presenti, come nell'ultimo caso, per tutelare un comizio di persone che hanno opinioni forse diverse da quelle di sinistra e la cui diversità è tutta da verificare. Questo problema dell'ordine pubblico bisogna risolverlo.Qui la sinistra con la scusa del centro sociale ha tenuto in piedi una organizzazione , violenta, a sua completa disposizione per intimidire le piazze e la popolazione. Ora veramente basta, non si può più tollerare questo stato di cose. Ed anche per i ragazzi dei centri sociali è degradante essere tenuti come picchiatori di piazza secondo necessità, mentre nell'altro tempo vengono drogati, storditi, corrotti, manipolati nei centri sociali. Il santo ed onesto lavoro, se non sono in grado di studiare, può aiutarli a crescere e conquistare così quella educazione di se stessi che né la famiglia di provenienza, né la scuola ' al passo dei tempi'sono state in grado di rendere per loro desiderabili e perseguibili.

Anonimo ha detto...

Tout cela envahit le monde, comme une force de vie.