venerdì 15 novembre 2019

Card. Müller: quando i pastori dormono, suona l’ora dei laici

Riprendiamo dal Tagenpost. Qui indice articoli precedenti.

Il cardinale Gerhard Müller respinge le critiche riguardanti il lancio delle Pachamama nel Tevere. Senza nominare l’artefice dell’azione, Alexander Tschugguel [qui - qui], Müller ha detto al nostro giornale: “Quando i pastori dormono, suona l’ora dei laici”. Lo scandalo risiede nella bestemmia quando, al posto dell’unico e vero Dio, nelle chiese cattoliche e alla presenza dei fedeli cattolici e dei loro pastori si venerano creature o immagini di pietra, legno, metallo, ecc fatte dall’uomo.

Müller: I profeti dell’Antico Testamento si sono comportati con maggior rigore
Interrogato sul lancio nel Tevere compiuto da Tschugguel, il cardinale ha detto che i profeti dell’Antico Testamento si sono comportati con maggior rigore nella lotta contro gli idoli. Müller ha ricordato anche l’esempio dell’”apostolo dei tedeschi”: san Bonifacio ha costruito una cappella cristiana col legno dell’albero di Thor da lui abbattuto. Letteralmente il Cardinale ha affermato: “Fosse successo nell’epoca dell’autosecolarizzazione del cristianesimo, alcuni suoi discepoli – serenamente in armonia con i nemici che lo portarono alla croce – avrebbero accusato e condannato pubblicamente Cristo per danni alle cose e lesioni alle persone dopo la pulizia che egli stesso fece nel tempio”. I discepoli avrebbero attestato la mancanza di disponibilità al dialogo di Gesù, continua Müller, “perché era intervenuto con santo zelo, mentre cambiavalute e commercianti di animali trasformavano la casa del Padre in un mercato”.
Il card. Müller ancora una volta ha criticato aspramente il Sinodo amazzonico:
“Non si può minimizzare tutta questa baraonda  –  sponsorizzata con tanti euro –giustificandola come semplice inculturazione o, addolcendo la pillola, come segno di rispetto per le altre culture, né voler riconoscere nelle figure femminili un simbolo di fertilità o addirittura un simbolo Pro-Life”. 
Il cardinale ha sollecitato i cardinali a ricordare l’esempio dell’apostolo Paolo. Infatti i licaoniani avrebbero voluto offrire sacrifici a Paolo e Barnaba perché li consideravano  dei greci Zeus ed Ermes. Paolo, però, rispose ai pagani: “Vi portiamo la Buona Novella affinché dal vostro niente vi convertiate al Dio vivente che ha creato il cielo e la terra”.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

Bergoglio poco fa: "Alcuni governanti - e simili - parlano come Hitler nel 34 e 36. Pericolo di rigurgiti di nazismo"

https://www.huffingtonpost.it/entry/papa-francesco-vede-un-rigurgito-nazista_it_5dce9dc0e4b0d2e79f8b1a84

Che ne pensa gentile dott.ssa Guarini di queste affermazioni?

Anonimo ha detto...

Allora il card. Muller ammette di essere un dormiente pure lui....
Lo sa benissimo che noi laici anche in 100.000 non potremmo fare nulla, mentre lui anche da solo potrebbe fare tutto. Ma se uno il coraggio non ce l'ha......

Anonimo ha detto...

Si queste affermazioni di rigurgiti di nazismo non so cosa ne pensi la dott.ssa Guarini, ma so cosa ne penso io: sono farneticazioni!

Josh ha detto...

Io ne penso quel che ne pensa Cavalcoli riportato da Tosatti pochi giorni fa

Josh ha detto...

Mentre la dottssa Guarini medita cosa rispondere al 1mo commento, credo del solito provocatore, rispondo io: non é affatto vero che ci sono leader politici che parlano come Hitler. Questa pare piuttosto una mossa da mondo alla rovescia in stile stalinista. Mai si era sentito invece un pontefice adorare idoli amazzonici, non parlare di Cristo e soprannaturale, ed entrare continuamente nella politica del paese che lo ospita con contenuti che sono un mix tra globalismo, pd, rifondazione comunista, massoneria, culto per le altre fedi invece della propria. Lui vedrà del nazismo. Io ci vedo rigurgiti di veterocomunismo unito al peggior ossequio ai potentati mondialisti, cosa che non fa neanche un gran onore. Il tutto mi pare anche frutto di lettura superficiale, ideologica e viziata dalla pluricondannata 'teologia della liberazione'. Ci sarebbe molto altro, ma mi pare le risposte siano per tutto il portale. La cosa più affine al nazismo oggi francamente non sono tanto Salvini e Meloni ...sottintesi...ma certi aspetti della guerriglia islamista che é da sempre anticristiana e antioccidentale. Anche Erdogan coi Curdi ci da un discreto esempio...e c'è chi ne vuole sempre di più

Josh ha detto...

P.s poi se il blog fosse mio manco li pubblicherei gli anonimi. Chissà che ci sarà mai da replicare a un'uscita come quella...

Anonimo ha detto...

Grazie Cardinale! eccoci chiesaromana.info

Aloisius ha detto...

E' Bergoglio che dovrebbe rigurgitare le sue eresie.

Alberto ha detto...

Josh, invece è vero. Tra eutanasia e amore esagerato per gli animali, di politici che parlano come Adolf ce ne son tanti.

Anonimo ha detto...

Il Sinodo per l'Amazzonia non riguardava il paganesimo e Pachamama, ma "l'idolatria di un'agenda politica", dice Michael Matt su RemnantNewspaper.com (7 novembre).

Matt intravede una "alleanza empia" tra Francesco e le Nazioni Unite, che usa la tattica della paura su temi come l'allarmismo climatico per stabilire un nuovo ordine mondiale.

Matt sa che la Pontificia Accademia per le Scienze si è riunita dopo il Sinodo per l'Amazzonia (28 ottobre) per firmare i 14 impegni dell'ONU intitolati "Percorsi e impegni per uno sviluppo sostenibile in Amazzonia".
Riguarda i "Fini di sviluppo sostenibile" dell'ONU, che significano aborto, contraccezione, educazione sessuale e omosessualità.

All'incontro hanno partecipato anche governatori socialisti e comunisti provenienti dalla regione amazzonica, dirigenti dell'ONU e alcuni padri sinodali, come il cardinale Hummes.

mic ha detto...

Per Alberto
È vero che ci sono politici che sposano pratiche e principi riconoscibili in certe turpitudini nazizte; ma non è a questi che si riferisce Bergoglio...

Anonimo ha detto...

Primo commento: ormai queste battute lasciano il tempo che trovano, non esistono rigurgiti di nazismi, fascismi, antiebraismo, razzismo di specie alcuna nel popolo italiano e neppure in questa sede. Esistono rigurgiti di stalinismo con minaccia di gulag-galera a chi esprime un libero pensiero su responsabilità oggettive di individui o gruppi estremisti, mai di popoli, ovvero una dittatura diabolica alla Orwell su chi non la pensa come il pensiero stalinista-maoista stabilisce tramite le sue lunghe mani mediatiche, e purtroppo giudiziarie in qualche caso, come dimostra il caso Carola (ove un organo non eletto dal popolo, che deve costituzionalmente applicare le leggi ed obbedire al Governo ed al Parlamento si permette di legiferare su Carole e fine vita). Quanto agli ebrei abbiamo fior di giornalisti strapagati in televisione ed altrove, ed i giovani africani maschi anche "minorenni non accompagnati" sono aitanti e ben nutriti come non lo sono tanti italiani e non hanno ferite da guerra se non le cicatrici facciali tribali. Di funerali poi nemmeno l'ombra, solo visione di casse da morto visibili in ogni agenzia funeraria, dimenticando che i musulmani non usano bare. Che poi i barconi finiscano in Italia alla deriva senza motore ha del "miracoloso",che poi esistano servizi segreti deviati e pure che i centri sociali di destra e sinistra pilotati da altri, come le Grete o gli studenti incapaci di pensiero proprio non manipolato in quanto non ancora adulti formati,in base al comune senso oltre che alla pedagogia, siano eccezioni che nulla spartiscono con il popolo. Che accada un omicidio in famiglia rende forse tutte le famiglie omicide? Idem nel caso, le eccezioni esistono e vanno isolate in galera, senza accusare indebitamente di rigurgiti di nazismo, che potrebbero richiedere un'autotutela giuridica, nel caso dovessero procedere oltre la "ciancia", già l'abuso di certi mass media è un'accusa non provata.

Aloisius ha detto...

Condivido con Josh.
Aggiungo il fatto che il prof. Diego Fusaro, filosofo di sinistra sovranista e nemico dell'attuale "sinistra fucsia e arcobaleno",
è rimasto vittima degli "antifascisti senza fascismo", come da lui chiamati: costoro, a Genova, gli hanno fatto revocare il permesso ad utilizzare una sala per un convegno del suo nuovo partito.
Gli è stato negato il diritto, costituzionalmente garantito, di manifestare liberamente il suo pensiero, perché evidentemente "fascista", non essendo arcobaleno.

Ovviamente Fusaro è lontano da noi cattolici perché i suoi riferimenti sono Marx e Gramsci, ma vede e dice la verità sulla situazione attuale e su chi è il nemico da combattere.
Ed è intelligente, coltissimo e ha il pregio di parlare con tutti rispettando tutti.
Pensate, è andato anche a parlare, "con spirito socratico", con quei mostri subumani e indegni di ogni pietà, di Casapound!

E accusa giustamente i fucsia arcobalenati italiani di essersi alleati col nemico che dovrebbero combattere e di aver rinnegato lo stesso pensiero di sinistra e i ceti sociali che dovrebbero tutelare.

Fusaro chiama questo espediente di demonizzazione degli avversari politici come "reductio ad Hitlerum" (anche se tale espressione e' citata perché coniata da un altro intellettuale), tale da giustificare ogni arbitrio e prepotenza "antifascista".

Fusaro da un'interpretazione aggiornata della sinistra, riconosce i "valori di destra", come la patria sovrana e la famiglia.
Sembra una cosa nuova, ma estremamente minoritaria e a livello per ora accademico e filosofico.

Ma la verità è che il comunismo è antidemocratico sin dalle origini, come dimostrano i regimi di "socialismo reale" e le sue derivazioni.

Ora, nella versione arcobaleno geneticamente modificata, e' ancora peggio: intellettualmente disonesti e scorretti, politicamente arroganti e prepotenti, si sono impadroniti del potere burocratico, delle televisioni, della scuola, di buona parte della stampa, creando l'arma del linguaggio politicamente corretto da imporre con la forza per evitare il pericolo di una deriva "fascista e nazista" e "tornare al '22 del secolo scorso", come ha detto Zingaretti.
E disprezzano i ceti che perlomeno un tempo tutelavano, fingendo di tutelarli.

E ora hanno anche l'appoggio dei gesuiti massoni, eretici e apostati che guidano la Chiesa visibile.

Diciamo che un tempo erano più onesti, ma dai miei ricordi di gioventù vedo che la sostanza è sempre quella, anche al loro interno.

Anonimo ha detto...

DAVANTI AL SORRISO DI SALVINI le vergognose falsità di un Vaticano ormai comicamente sottomesso al sinistrismo e al frocismo fanno solo sorridere...Papa Bergoglio ha detto: «Vi confesso che quando sento qualche discorso di qualche responsabile del governo mi vengono in mente i discorsi di Hitler nel ’34 e nel ’36» e che «le persecuzioni contro gli ebrei, gli zingari, le persone di orientamento omosessuale, rappresentano il modello negativo per eccellenza di cultura dello scarto e dell’odio»

Anonimo ha detto...

Pur non avendo ricevuto il prezioso parere della dott.ssa Guarini proprietaria del meritorio blog, tuttavia ringrazio cojunque tutti coloro che hanno voluto dire la loro circa le ultime affermazioni di Bergoglio, in primis Josh, sempre attento ed esaustivo.

Ps mi si perdoni l'anonimato, ma non è certo inserendo il mio nome di battesimo (o addirittura un qualunque nickname) che diventerei automaticamente "non più anonimo".

Josh ha detto...

Quanti commenti.

@Aloisius: grazie dei contributi e approfondimenti. La 'reductio ad Hitlerum' dell'avversario (politico e pure teologico) è ridicola, quando poi si stringono patti con imam apertamente fan dei kamikaze.

@Alberto: "Tra eutanasia e amore esagerato per gli animali, di politici che parlano come Adolf ce ne son tanti."

Hai ragione in pieno. Tra mondialisti, ecoterroristi e nazisti rossi, proprio nella deformazione idolatrica alla natura e potere indiscutibile delle elites onusiane, con l'aggiunta di culto all'aborto e all'eutanasia, questo pare nazismo purissimo.

E proprio lì pare andare a collegarsi anche l'affaire amazzonia e Pachamama, tra l'altro, con la decrescita (ritorno alle palafitte green, abolendo quanto lo stesso Spirito Santo ha permesso all'evoluzione anche mentale e intellettiva dell'uomo, oltre che spirituale) e i riti cannibalici del mangiare cuori e ceneri di parenti morti, mangiare nemici delle tribu vicine, seppellire vivi bambini indesiderati o eliminare vecchi di cui è gravoso prendersi cura come fanno gli indios e al cui volto dovremmo adesso assomigliare, ovvio Onu benedicente.

Anonimo ha detto...

Forse sarebbe ora che il cardinale, o i cardinali magari, si mettessero realmente a fare il loro dovere ed alzassero finalmente uno stendardo di verità contro l'eresia e l'apostasia dilagante. A questa chiamata milioni di fedeli cattolici risponderebbero eccome, invece si continua a fare melina e l'impostore biancovestito va avanti come una schiacciasassi a distruggere quel che resta del cattolicesimo.

Bisogna dichiarare eretico Bergoglio perchè tale è, ed ufficializzare la sua decadenza per eresia pubblica e scisma. Il resto è solo fuffa.