domenica 17 novembre 2019

Mercanti nel tempio

La desacralizzazione che avanza. Segnali sempre più frequenti.

Immagine: © Cambridgeshire Live
Questo fine settimana torna nella cattedrale di Ely, una delle cattedrali più belle e storiche della Gran Bretagna, il mercatino di Natale (cibi e articoli da regalo).
Le oltre cento bancarelle, che offriranno di tutto, dai formaggi ai gioielli, saranno allestite nella splendida navata centrale, nella Lady's Chapel dedicata alla Madonna, e in un tendone nel recinto della cattedrale.
Torneranno iniziative tradizionalmente apprezzate, come la Food Hall natalizia (gin, vodka, ottimi formaggi, cioccolato, salumi, marmellate e sottaceti) e una bellissima giostra vittoriana restaurata. Alle quali si aggiungeranno nuovi espositori (oggettistica d'interni, regali insoliti, gioielli funky). Vi saranno inoltre dei laboratori gratuiti con dimostrazioni su come confezionare regali, realizzare ghirlande natalizie, ed altro. 

18 commenti:

Josh ha detto...

Al di là che tra i gioielli funky siano annoverati ciondoli con la Pachamama o meno😝, perché DENTRO la chiesa? Roba da matti

Urgentissimo! ha detto...

I preti vogliono per forza fare concorrenza ai supermercati nei cui corridoi hanno da ieri preso posto le bancarelle natalizie...

Crisostomo ha detto...

Vedete, questa è la prova provata che la simbolica continua a funzionare e a dire molto alle persone (almeno a livello subcosciente), checché ne dicano i modernisti.
A uomo secolarizzato, non può che corrispondere l'edificio ecclesiastico secolarizzato. L'edificio ecclesiastico, infatti, è per la tradizione cristiana anche simbolo del cristiano e della sua interiorità.
E' logico che si profanino le chiese, visto che si ha permessa la profanizzazione dell'animo dei cristiani con insegnamenti eterodossi ed eretici. Una è lo specchio fedele dell'altro!
E si deve pur aggiungere che non vi è stata epoca, nella storia del Cristianesimo, in cui la Chiesa sia stata così brutalmente attaccata nella sua dottrina, nei suoi dogmi e nella prassi come il tempo presente. Ognuno ne renderà conto, a seconda della sua responsabilità e dei suoi incarichi.

Alba ha detto...

Personalmente non concepisco una "sconsacrazione" e la percepisco alla stregua dello "sbattezzo". Cio' premesso , mi e' capitato di visitare una bellissima antica struggente citta' ed un bellissimo antico paesino entrambe realta' ricche di Chiese alcune delle quali cosiddette sconsacrate ed utilizzate per mostre d'arte ; beh , quel poco che ho lo metto nelle mani di Nostra Signora per riparare allo sgarbo fatto a Dio Padre , ho sempre in borsetta ( praticamente tutto ) una ampollina con l'acqua benedetta e la Corona del Rosario e trovandomi a visitare queste localita' sono entrata in queste Chiese come in qualunque Chiesa : fuori l'acqua benedetta per il segno di Croce , fuori la Corona del Rosario nella mano e...Ave Maria dopo Ave Maria mentale in giro per la navata con sosta prolungata davanti alle varie nicchie con altari incassati alle pareti e pedane di legno e magnifici affreschi , con l' accompagnamento musicale del mio cuore in ginocchio e in lacrime che mi fa sentire il profumo dell'incenso e delle preghiere in ginocchio , dei Battesimi , dei matrimoni e dei funerali e di ogni Santo Sacrificio che si e' elevato in quel Luogo ! Una esperienza bellissima ! Cosa esponevano all'interno ? Boh , non ci ho fatto caso !

tralcio ha detto...

SANTA MESSA ODIERNA

Dal primo libro dei Maccabèi - 1 Mac 1,10-15.41-43.54-57.62-64

In quei giorni, uscì una radice perversa, Antioco Epìfane, figlio del re Antioco, che era stato ostaggio a Roma, e cominciò a regnare nell’anno centotrentasette del regno dei Greci.

In quei giorni uscirono da Israele uomini scellerati, che persuasero molti dicendo: «Andiamo e facciamo alleanza con le nazioni che ci stanno attorno, perché, da quando ci siamo separati da loro, ci sono capitati molti mali».
Parve buono ai loro occhi questo ragionamento. Quindi alcuni del popolo presero l’iniziativa e andarono dal re, che diede loro facoltà d’introdurre le istituzioni delle nazioni.
Costruirono un ginnasio a Gerusalemme secondo le usanze delle nazioni, cancellarono i segni della circoncisione e si allontanarono dalla santa alleanza. Si unirono alle nazioni e si vendettero per fare il male.
Poi il re prescrisse in tutto il suo regno che tutti formassero un solo popolo e ciascuno abbandonasse le proprie usanze. Tutti i popoli si adeguarono agli ordini del re. Anche molti Israeliti accettarono il suo culto, sacrificarono agli idoli e profanarono il sabato.
Nell’anno centoquarantacinque, il quindici di Chisleu, il re innalzò sull’altare un abominio di devastazione. Anche nelle vicine città di Giuda eressero altari e bruciarono incenso sulle porte delle case e nelle piazze. Stracciavano i libri della legge che riuscivano a trovare e li gettavano nel fuoco. Se presso qualcuno veniva trovato il libro dell’alleanza e se qualcuno obbediva alla legge, la sentenza del re lo condannava a morte. Tuttavia molti in Israele si fecero forza e animo a vicenda per non mangiare cibi impuri e preferirono morire pur di non contaminarsi con quei cibi e non disonorare la santa alleanza, e per questo appunto morirono. Grandissima fu l’ira sopra Israele.

Anche se a molti "parve buono" il "ragionamento" l'oscurità ha finito per incombere...
Oggi come allora... Gridiamo come il cieco di Gerico!


Signore Gesù Cristo,
... Ti preghiamo anche di aiutarci ad affrontare l’oscurità che, di tempo in tempo, è sempre minacciosamente attiva al suo interno (della Chiesa).
(Come a San Martino accada anche a noi di incontrare un maestro che) ... ha illuminato la sua intelligenza e in tal modo lo ha protetto dalle insidie dell’arianesimo. Così, egli venne preservato da quella falsa forma di fede cristiana, che trasmetteva ai popoli recentemente convertiti un’immagine sminuita di Nostro Signore e impediva pertanto l’accesso alla grandezza della vera fede.
Anche oggi la nostra fede è minacciata da mutamenti riduttivi a cui le mode mondane la vorrebbero sottoporre per sottrarle la sua grandezza.
Signore, aiutaci in questo nostro tempo ad essere e a rimanere veri cattolici – a vivere e a morire nella grandezza della Tua verità e nella Tua divinità.
Signore Gesù Cristo, abbi pietà di noi!

Anonimo ha detto...

Il papa che non ha mai incontrato Paola Bonzi del Centro di aiuto alla vita di Milano, né Flora Gualdani (v. sotto), né gli esponenti di Courage per la pastorale degli omofili, né è mai entrato in un Centro di Aiuto alla vita, ha incontrato il 14 (ma non ne ha parlato nessuno, tranne il blog di Lamendola)una ATTIVISTA lesbica subito dopo la messa:

http://www.gaynews.it/2019/11/14/vaticano-attivista-lesbica-jayne-ozanne-incontra-papa-francesco-preoccupato-terapie-conversione-lgbt/
Per seguire le sue prossime iniziative, seguite gaynews!

Su Flora Gualdani v. il blog di Costanza Miriano e https://it.aleteia.org/2018/11/12/flora-gualdani-casa-betlemme-difesa-vita/
Antonio di Roma

Anonimo ha detto...

In Francia incendiata la cattedrale di Eauze. Il sindaco parla di 'atto satanista'.
https://fr.aleteia.org/2019/11/15/incendiee-la-cathedrale-deauze-fermee-pour-au-moins-trois-semaines/

Anonimo ha detto...

Ci sarebbe molto da dire, ma cominciamo dal Cile dove le chiese vengono distrutte, incendiate e le ostie profanate e gettate a terra senza che la chiesa cilena, succuba delle sue nefandezze sessuali compiute in altri tempi, faccia un soffio, in Cina vengono spianate con la ruspa, in Spagna e Francia, entrambe vittime di furori rivoluzionari anticristiani, ogni giorno le stesse cose, oltre a rubare gli oggetti preziosi, che quelli si vendono bene a certe persone e da noi? Tranquilli anche qui ce ne sono di furti, di ostie consacrate e arredi, di riti satanici nei cimiteri ed altre amenità, ma nulla trapela, si sa mai......un'ultima chiosa, ieri il papachamista ha offerto un pranzo halal per tutti così non si scontenta nessuno, poi parte per la Thailandia notorio paese cattolico.....last but not least anche Ravenna è stata sommersa non di poco e anche qui abbiamo avuto notevoli danni, visto che le ondate, o marosi, erano così violenti da scavalcare strutture di ogni tipo e da allagare il lungomare, una scena scioccante e non è detto che non ce ne siano altre. Lupus et Agnus.

Catholicus ha detto...

Che c" è di strano, non può incontrare i cattolici, così come non può inginocchiarsi dinanzi a Cristo Eucaristia, o alla Madonna, è a servizio di ben altri padroni...

John Bell Hood ha detto...

Però, signori, calma e gesso:la "cattedrale" in questione è comunque un tempio acattolico, già evidentemente profanato da secoli;la struttura gotica risale certamente a un periodo precedente a Enrico ed Elisabetta, ma a occhio e croce da un mezzo millennio il luogo è utilizzato dagli eretici. Solo per puntualizzare.

Anonimo ha detto...

La desacralizzazione, o per dirla tutta la sconsacrazione del tempio è cosa riprovevole, ma mi chiedo se dobbiamo aspettarci di meglio quando si è desacralizzata la stessa liturgia e gli stessi simboli dell'essere cristiano. E siamo solo agli inizi della profanazione, a mio avviso il peggio deve ancora venire.
Mario Rossi

Anonimo ha detto...

Anche io sono contrario alla scelta di esporre in chiesa della mercanzia, anche se è buona e anche se è a fin di bene. Siamo in Europa, non nella foresta equatoriale dove non ci sono stanze. Qui da noi basta un semplice capannone industriale per fare le medesime cose anche meglio.

Ridammela , restituiscimela ha detto...

Se posso... qualcosa donata , o meglio consacrata , a Dio , come fai a riprendertela , a chiederla indietro..

mic ha detto...

Siamo in Europa, non nella foresta equatoriale dove non ci sono stanze.

Il problema non è la scelta del luogo migliore, ma la diffusa indifferenza che neppure fa cogliere la desacralizzazione che è profanazione.

fabrizio giudici ha detto...

Vedete, questa è la prova provata che la simbolica continua a funzionare e a dire molto alle persone (almeno a livello subcosciente), checché ne dicano i modernisti.

Esatto. Giustamente è stato commentato che la cattedrale di Ely non è più una chiesa da quando è caduta in mano degli Anglicani. Vero, però si parlava di simboli e la forma gotica della cattedrale, nonostante tutto, continua a richiamare il sacro. Ed è per questo che il senso è una dissacrazione, anche se la chiesa non è più consacrata da tempo.

Segnalo che ci sono stati atti di vandalismo contro chiese e monasteri anche in Irlanda. Mi sembra che ci sia un netto trend in aumento in paesi dove la cosa non era comune. Prepariamoci anche noi.

fabrizio giudici ha detto...

Aggiungo una frase al commento precedente: se organizzassero un mercatino nel cubo di Fuksas, la foto non sarebbe così eclatante.

Marisa ha detto...


A PROPOSITO DI CONFUSIONI

https://www.radiospada.org/2019/11/presentata-a-bergoglio-la-casa-interreligiosa-abrahamic-family-house/

fabrizio giudici ha detto...

Interessante il commento di mons. Viganò sulla casa interreligiosa:

https://www.aldomariavalli.it/2019/11/19/c-m-vigano-cosi-la-neo-religione-mondiale-avra-il-suo-tempio-con-lapprovazione-del-papa/

Siamo costretti a riconoscerlo: i frutti avvelenati della “primavera conciliare” sono sotto gli occhi di chiunque non si lasci più accecare dalla Menzogna imperante.

Pio XI ci aveva ammonito e messo in guardia. Ma gli insegnamenti che hanno preceduto il Vaticano II sono stati gettati alle ortiche, come intolleranti e obsoleti. Il confronto tra il Magistero preconciliare e i nuovi insegnamenti di Nostra aetate e Dignitatis humanae – per citare solo quelli – manifestano una terribile discontinuità, di cui bisogna prendere atto e che urge quanto prima emendare. Deo adiuvante…