mercoledì 8 maggio 2013

Roma, 8 maggio. I «Veglianti»

Noi siamo i Veglianti. Veniamo in pace a difendere il diritto dei bambini a crescere nell’amore complementare di un padre e di una madre. La nostra resistenza pacifica si inscrive nella speranza del diritto immutabile dei bambini ad avere un papà a una mamma. Non ci arrenderemo”.
In Francia in questi ultimi mesi, ci sono state numerose manifestazioni, prevalentemente contro il matrimonio gay. Da qualche settimana, inoltre, è emersa una nuova corrente di manifestazioni pacifiche, senza cortei e slogan, organizzate dai cosiddetti “Veilleurs“ (persone che vegliano, sentinelle; e noi traduciamo con Veglianti).

Sono persone che si radunano per qualche ora di sera in un posto all'aperto, davanti ad un edificio pubblico o un'ambasciata per chi sta all'estero, recitando testi, cantando, pregando. Vengono persone di ogni categoria sociale, religione, confessione, sesso... Certo, una grande parte di queste persone, in Francia, hanno anche sfilato durante le manifestazioni contro la legge del matrimonio gay.

Il fenomeno dei Veilleurs ha riscontrato e riscontra tutt'ora un gran successo. Quindi un gruppo di persone, per lo più ragazzi, che vivono a Roma, hanno deciso di organizzare anche loro una veglia, il mercoledì 8 maggio, davanti all'ambasciata francese, piazza Farnese, a Roma, la sera, dalle 19 alle 21.
_____________________________
[Fonte: La Stampa, 7 maggio 2013]

Nessun commento: