sabato 28 aprile 2018

Reggio Emilia 29 aprile - Veglia di Riparazione per Alfie

Reggio Emilia per Alfie

Domenica 29 aprile - ore 21
 Veglia di Riparazione per l'omicidio di Alfie Evans
Santuario della Madonna della Ghiara
cliccare sull'immagine per ingrandire

41 commenti:

mic ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/alfie-e-morto-la-battaglia-per-la-vita-continua

Anonimo ha detto...

Adesso sta nella Gloria del Signore a chiedere giustizia contro i suoi assassini.

berni/exodus ha detto...

una preghiera per Alfie che stanotte ci ha lasciati ed è andato nelle braccia della SS.ma Vergine. - Credevamo che i vandali di secoli fa del nord/Europa si fossero civilizzati, ma ci siamo sbagliati - chi nasce vandalo lo rimane per sempre. S.Benedetto ha fatto molto per civilizzare questa Europa tramite il Cristianesimo ed il monachesimo, ma oggi ci accorgiamo che dove poi arriva il materialismo e ateismo avvengono poi queste cose. Ci sarebbe da parlare molto di questa Europa materialista protestantizzata ed atea, ma lo fare in altro momento.

Anonimo ha detto...

In comunione di preghiera ci saro' anche io .

fabriziogiudici ha detto...

chi nasce vandalo lo rimane per sempre.

Siamo tutti nati pagani. Il problema è la Chiesa che arretra, semplicemente a diverse velocità nei vari paesi.

irina ha detto...

"Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro chi mi hai dato, perchè sono tuoi." (Giovanni 17,9)

Silente ha detto...

In un post precedente, scrive molto giustamente A.: "Ogni volta che apprendo della morte di qualcuno, intono il DE PROFUNDIS (e/o il Dies IRAE). L'ho fatto per Pannella e per Frizzi; per la Ripa di Meana e per Correa de Oliveira. Per Alfie no. Il De PROFUNDIS e il Dies IRAE sono invocazioni in pro di chi ha debiti con Dio. Cioè di tutti gli uomini, salvo di due categorie. I bimbi innocenti ed i Santi Martiri. Alfie bimbo innocente lo è certamente e forse santo martire pure"..

Neanch'io pregherò per Alfie, certamente martirizzato senza peccati.
Però pregherò perché gli assassini di Alfie, medici, amministratori di un ospedale che si è dimostrato, collettivamente in tutte le sue componenti, omicida, giudici "liberal" ed eutanasici (e uno in particolare omosessuale e militante omosessualista), politici di sinistra e contro la vita, opinionisti e giornalisti progressisti fautori - espliciti o impliciti - dell'eutanasia, sostenitori dello jus soli che si sono scandalizzati per la cittadinanza concessa dall'Italia, prelati disertori della buona battaglia, prelati "tiepidi" (che "saranno vomitati", come dice la Bibbia), prelati "giustificazionisti", prelati che rilasciano dichiarazioni confuse e ambigue, prelati silenziosi o sfuggenti all'argomento, prelati "che bisogna riflettere", cattolici assenti, cattolici "neutrali", cattolici "chi sono io per giudicare", cattolici "evitiamo ogni integralismo" e potrei continuare con queste disgraziate e miserabili categorie, in attesa di vedere su "Repubblica" o su "Il fatto quotidiano" articolesse ipocrite, lacrimose ma perversamente giustificazioniste dell'assassinio, ecco, come dicevo, pregherò perché tutti costoro abbiano la "giusta mercede" già su questa terra".

Però una cosa bisogna dirla: mai, come in questa occasione, il mondo cattolico "buono" (lasciamo perdere i vescovi inglesi - e non solo - schierati con l'eutanasia) ha dimostrato, nonostante la generosa volontà di alcuni, la propria incapacità di agire, di incidere sui fatti, di cambiare le cose, di mobilitare vaste porzioni di opinioni pubblica, di farsi sentire sulla grande stampa di opinione, di mobilitare folle che non possano essere ignorate dai media. E' vero: "loro" hanno tutto: stampa, televisioni, radio, siti importanti, opinionisti, università, legislatori, governi, giudici. In più sono malvagi e pervertiti, quindi favoriti perché non leali.
Ma questa egemonia la cricca progressista se l'è costruita in decenni (o forse più) di lavoro sotterraneo. Noi niente di tutto ciò. Siamo solo ingenui, disorganizzati, sottorappresentati, incapaci di costruire canali di lobbying, deboli collitorti, buonisti ad oltranza, capaci solo di reggere moccoli e candeline davanti a un ospedale, indisponibili ad azioni "forti", timorosi di apparire "retrogradi" e "integralisti", incapaci di sacrifici per fondare/sostenere un giornale, una radio, una televisione, di contrattare con qualche forza politica (ma positivo il caso qui riportato di Fontana) o anche, mi si perdoni, ma ammettiamolo, un po' stupidi? Che ne pensano gli amici del blog?

Sacerdos quidam ha detto...

Volgari assassini della peggiore specie. Imparruccati o in camice bianco, solo miserabili assassini e nient'altro.
Quanto ad Alfie ora è in Cielo, chiediamo che preghi per i suoi genitori e per tutti noi.

Silente ha detto...

Vorrei provare a ripercorrere alcuni fatti salienti della vicenda Alfie, ricorrendo a notizie, non sempre ben divulgate, pubblicate su quotidiani quali "La Verità" e "Libero" o reperite in siti alternativi o dedotte dai fatti:
- non è vero che in casi simili a quello di Alfie, la patria potestà passi necessariamente e obbligatoriamente all'ospedale. Il fatto che sia avvenuto in questo caso, dimostra la volontà eutanasica dei medici;
- non è vero che il mantenimento in vita di Alfie sarebbe stato "costoso" per l'ospedale (tralasciando l'argomento, ovvio e soprattutto giusto, rappresentato da: "e anche se fosse?"). Non più di casi comparabili. Ciò dimostra che la decisione dei medici era dettata principalmente da odio per la vita in generale anche se forse non è da escludere l'abietta considerazione "stabiliamo un precedente, così risparmieremo nel futuro";
- il sacerdote italiano (ma incardinato in una diocesi inglese) che assisteva la famiglia Evans è stato improvvisamente richiamato nella sua parrocchia dal suo vescovo e diffidato dall'incontrare il piccolo martire e i suoi genitori;
- l'ospedale aveva vietato l'ingresso nella stanza di Alfie a tutti i suoi parenti, fatti salvi i genitori, i quali potevano entrare solo quando stabilito dall'ospedale e previa perquisizione. Avete letto bene: previa perquisizione. Pare che la stanza di Alfie fosse presidiata da circa 30 agenti;
- la polizia di Liverpool ha usato "maniere forti" nei confronti dei manifestanti pro-Alfie: vi sono stati feriti e medicati;
- la polizia inglese, ormai dominata da elementi liberal e di sinistra, ha diffidato tutti i commentatori sul web dal commentare in modo "malevolo" le decisioni eutanasiche dell'ospedale, minacciando severi interventi giudiziari. Ciò tuttavia ha generato una rivolta sul web che chiedeva cosa volesse dire "malevolo".

Anonimo ha detto...

"Non e' mai lecito.."

Per questo , come gia' sottolineato dal Prof.Gandolfini , bisogna che stiamo attenti a sventare i tranelli tipo quello che si sta cucinando per noi italiani sul "fine vita" . Il Prof.Gandolfini mette in guardia : cio' che prima era stata denominata "Dichiarazione anticipata sul fine vita " e che fin'ora e' stata trattenuta , si e' intanto tramutata in "Disegno di Legge" ed in questo caso diventa vincolante . In questo disegno (satanico) sia l'alimentazione che la idratazione sono considerati "terapia medica" e tanto per chiudere il cerchio , viene esclusa l'obiezione di coscienza del Medico che sara' obbligato ad accorciare la vita delle persone . L'Olanda ha fatto da apripista . L'Inghilterra come sta messa .. ?
Non c'e' che dire , ci stanno cucinando a fuoco lento .. .
Abbiamo lasciato correre , abbiamo lasciato correre , abbiamo lasciato correre....e adesso il quadro e' sempre piu' chiaro .

Anonimo ha detto...

Le parole magiche " per il miglior interesse ".
Appunto , poiche' e' per nostro miglior interesse andiamo a leggere :
https://www.ilbrucoelafarfalla.org/dat/documenti-e-convenzioni/lalimentazione-e-lidratazione-di-pazienti-in-stato-vegetativo-persistente-comitato-nazionale-per-la-bioetica

Anonimo ha detto...

Segnalo articoli che precedono il caso Alfie e che suscitano interrogativi inquietanti :

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/11/14/liverpool-ancora-orrori-nell-ospedale-degli-aborti.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/06/02/liverpool-organi-di-bimbi-prelevati-senza-consenso.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/06/03/mio-figlio-fatto-pezzi-nell-ospedale-di.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/01/29/liverpool-sterline-un-organo-di-bambino.html?ref=search

Anonimo ha detto...

Non parlano forse i fatti ?
https://www.facebook.com/129894081090137/photos/a.133459674066911.1073741829.129894081090137/135475277198684/?type=3&theater

fabriziogiudici ha detto...

Però una cosa bisogna dirla: mai, come in questa occasione, il mondo cattolico "buono" (lasciamo perdere i vescovi inglesi - e non solo - schierati con l'eutanasia) ha dimostrato, nonostante la generosa volontà di alcuni, la propria incapacità di agire, di incidere sui fatti, di cambiare le cose, di mobilitare vaste porzioni di opinioni pubblica, di farsi sentire sulla grande stampa di opinione, di mobilitare folle che non possano essere ignorate dai media. E' vero: "loro" hanno tutto: stampa, televisioni, radio, siti importanti, opinionisti, università, legislatori, governi, giudici. In più sono malvagi e pervertiti, quindi favoriti perché non leali.

Parzialmente, bisogna intendersi. Le persone che sono scese in piazza sono ancora pochissime in senso relativo, cioè come percentuale dell'opinione pubblica. Tuttavia, incrementano giorno per giorno e alla fine non solo la vicenda è arrivata su tutti i giornali (che però l'hanno distorta); ma si registrano anche prese di posizione pubbliche in campo internazionale (ad es. il presidende Duda dalla Polonia, alcuni politici europei, e pure alcuni politici di rilievo inglesi). Proprio per questo è arrivata la stroncatura: perché bisognava fermare la reazione prima che potesse raggiungere la massa critica. Ora dobbiamo cercare invece di tenerla viva.

S'intende bene comunque il punto, e cioè che cinquant'anni di Chiesa conciliare nei fatti hanno ottenebrato, intontito, svuotato di nerbo troppi cattolici. Però questa vicenda ha la potenzialità di svegliare molti: insistiamo, insistiamo.

Stasera ha detto...

Alfie è morto, ma non la necessità di pregare. A Roma proseguirà anche stasera la veglia di
preghiera dalle 22 alle 22.30 in piazza San Pietro. Ecco il comunicato degli organizzatori e le
preghiere che verranno seguite:
Dopo aver pregato "per" Alfie, stasera, ancora dalle 22 alle 22.30 in piazza San Pietro,
pregheremo "con" Alfie per i suoi genitori e per la conversione dei nostri cuori. La diretta
streaming sarà disponibile sul canale Facebook di Pierluigi Bartolomei.
Preghiera “con” Alfie per i suoi genitori e per la conversione dei nostri cuori (28-4-
2018)

http://www.lanuovabq.it/it/pdf/veglia-di-preghiera-in-san-pietro

12 Maggio 2018 ha detto...

https://www.facebook.com/steadfast.onlus/photos/a.493509320696013.107329.481205785259700/1732467600133506/?type=3&theater

Silente ha detto...

Alfie è stato assassinato dai medici, dai giudici e dagli altri criminali eutanasici. Ma era cittadino italiano. E ora la magistratura italiana, quella che s'impiccia di tutto, si occuperà del caso?

Silente ha detto...

"S'intende bene comunque il punto, e cioè che cinquant'anni di Chiesa conciliare nei fatti hanno ottenebrato, intontito, svuotato di nerbo troppi cattolici. Però questa vicenda ha la potenzialità di svegliare molti: insistiamo, insistiamo."
Ha ragione, caro Giudici. La tiepidezza, se non la resa, o addirittura il consenso della Chiesa di fronte a un palese caso di eutanasia di un bimbo nonostante la ferma opposizione dei genitori trova la sua causa ultima nel Concilio, nello "spirito" del Concilio, nell'evoluzione post-conciliare. Come in altri casi, come nel tradimento della Dottrina e della Tradizione operata dagli ultimi Pontefici e massime da quello attuale, la giustificazione si ritrova nelle crepe aperte dal Concilio.
Se valutata solo con razionalità e occhio umano, la situazione non appare reversibile, vista la sua gravità, profondità e ampiezza. Di più: che la Chiesa possa tradire se stessa, che un Papa possa incrinare la solidità veritativa di Sacramenti come il Matrimonio, la Confessione, la Comunione appare un Mysterium iniquitatis che un giorno, di qua o di là, ci verrà svelato. D'altronde, la nostra desuetudine a ragionare in termini anche metafisici ci ha reso più miopi nella comprensione "spirituale" dell'ora presente.
Per ora, non ci rimane che lottare per la Tradizione e pregare per la Chiesa.

Anonimo ha detto...

La definizione di MIGLIOR INTERESSE è la chiave che apre la porta a ogni sopruso sull'umano, ed è l'equivalente giuridico del famigerato DISCERNIMENTO bergogliano, che apre la porta ad ogni peccato.

Anonimo ha detto...

Alfie era nato sano e dopo l'esavalente, ha avuto delle epilessie. Portato in ospedale dopo una puntura di sedativo Alfie non si è più ripreso. Adesso lo hanno ucciso, facendolo morire di sete e fame.

Il padre nel post conferma che Alfie ha ricevuto 6 vaccini e che sanno che la causa della malattia potrebbe essere quella

mic ha detto...

L'altra Inghilterra.

Quella che invoca la Vergine Maria con il Santo Rosario
https://ilbenevincera.wordpress.com/2018/04/29/rosary-on-the-coast-linghilterra-invoca-la-vergine-maria/

tralcio ha detto...

https://gloria.tv/video/vb7po3SFR1CM2tmdbkKPPnysv

Ci riguarda tutti.

La dittatura del relativismo, i cui dotti squadrati, compassati e grembiulati sono i detentori e dispensatori della falsa sapienza, hanno in odio il soprannaturale e fanno di tutto per espellerlo persino dalla cultura religiosa di chi dice di avere una fede.
E infatti: “Io ritengo che [Gesù] fosse un abile guaritore, ma certi miracoli sulla natura, come camminare sulle acque, devono essere stati adattamenti degli evangelisti tratti dalle profezie bibliche” (così il Card. Ravasi).
Oggi, Santa Caterina da Siena, torniamo ad essere più mistici. Ci servirà.
Le "profezie bibliche" infatti si avvereranno (es. Sofonia).
Star tra quelli che potranno "rallegrarsi" (Sofonia 3,14) non sarà né banale, né scontato.

Anonimo ha detto...

Attenzione, il convegno di ieri in Vaticano era dedicato proprio al "global care". Approfondiamo, qui c'è da tremare!

RR ha detto...

Silente,
d'accordo su tutto.

E' chairo, o almeno a me pare chiaro, che Alfie, nato sano, è stato quanto meno mal curato, se non addirittura ucciso, da malpractice ospedaliera, per dirla appunto all'inglese, in un ospedale molto "chiacchierato". Che il Sistema sanitario pubblico inglese faccia acqua da tutte le parti, è noto e conclamato da anni, ormai. Non si contano i casi di malpractice, di imperizia, imprudenza, improvvisazione, negligenza, trascuratezza, quando non proprio da reato criminale, da parte di medici ed infermieri, spesso, ma non sempre, immigrati non europei.
E' il destino che attende il nostro SSN: quando saranno andati in pensione i medici e gli infermieri formatisi 30-40 anni fa, i casi "Alfie" , indipendentemente dall'età, si moltiplicheranno.
Peccato che chi volle ai tempi la riforma sanitaria italiana (tutto "l'arco costituzionale"), basandola sul marxista National Health System inglese, sarà defunto, dopo aver ricevuto, lui si, le migliori cure possibili (cfr Napolitano). E chi se ne frega se I figli, i nipoti e pronipoti, ne pagano e pagheranno le conseguenze.

Anonimo ha detto...

http://www.marcotosatti.com/2018/04/28/vi-giornata-della-buona-stampa-cattolica-a-pavia/

Alessandro ha detto...

Lei ha delle fonti certe che le hanno riferito questo?? Sarei molto interessato ad approfondire...

Anonimo ha detto...

Oggi, Santa Caterina da Siena, torniamo ad essere più mistici.
Chi segue la Tradizione oggi festeggia l'altro domenicano San Pietro da Verona, Martire ucciso dai Catari. Santa Caterina da Siena la festeggia domani.

Anonimo ha detto...

avete parlato dell'egemonia culturale creata dalla sinistra in decenni di lavoro sotterraneo..
non sono d'accordo.
alla fine della seconda guerra mondiale, dopo il 25 aprile, a maggio, ci furono massacri di nemici, alcuni fascisti, altri solo democratici e per questi delitti non ci fu giustizia.
poi le armi furono murate, così ho letto in un libro, ma sempre col sottinteso che, in ogni istante, avrebbero potuto essere smurate.

Aloisius ha detto...

Ringrazio Silente per le riflessioni, che condivido in toto, e per la domanda finale, che crea un dibattito, perché il limite del blog è che spesso sembra di 'parlare a vuoto', non hai un riscontro al tuo intervento, salvo che non ci sia qualche polemica con toni a volte esagerati.

Prendo solo la domanda di Silente:
"....Noi niente di tutto ciò. Siamo solo ingenui, disorganizzati, sottorappresentati, incapaci di costruire canali di lobbying, deboli collitorti, buonisti ad oltranza, capaci solo di reggere moccoli e candeline davanti a un ospedale, indisponibili ad azioni "forti", timorosi di apparire "retrogradi" e "integralisti", incapaci di sacrifici per fondare/sostenere un giornale, una radio, una televisione, di contrattare con qualche forza politica (ma positivo il caso qui riportato di Fontana) o anche, mi si perdoni, ma ammettiamolo, un po' stupidi? Che ne pensano gli amici del blog?"

Questo è il risultato, condivido anche l'analisi e le risposte date nei precedenti interventi con Giudici.
Parto dalle cause, poi alle possibili soluzioni.
Si e' innescata una catena di cause ed effetti che si alimentano a vicenda, con un circolo vizioso negativo che genera gran confusione.
Le vere cause di questo degrado sono dunque due.
La prima è già individuata voi e dal blog stesso, cioè la mancanza della Chiesa come riferimento, mistico e militante.
Prendeva botte, anche molto forti, ma essendo in salute si riprendeva.
Ora si è ammalta con il virus del modernismo già denunciato da grandi papi e portato dentro da traditori ed eretici che ora guidano la Chiesa e che ha contagiato anche i fedeli causando la situazione descritta da Silente.

E' la Chiesa che deve formare, ammaestrare e guidare i fedeli, quindi e' sua la maggiore responsabilità e, di conseguenza, la maggiore colpa per questa situazione.
Ha rinnegato il suo glorioso passato, se ne vergogna.
Dunque, se il pastore e' stato bastonato e cacciato, come possono i fedeli e i loro figli non essere come deacritti da Silente?

La seconda causa è l'attacco esterno di un nuovo mostruoso sistema economico sociale capitalista e social progressista-massonico, che alimenta quel modernismo ecclesiastico, ormai alla guida della Chiesa.
Apocalisse o meno, è veramente una sintesi del peggio.
Il paradigma è la Cina, che sintetizza i due peggiori aspetti del materialismo comunista e di quello capitalista.
Ad occidente, la dittatura subdola di chi abbiamo parlato più volte, con sfumature diverse a seconda di Stati e culture, ma avviata in un unica direzione.

Procede per gradi, i genitori sono espropriati della potestà genitoriale.
Il debole, bimbo o anziano, si butta dalla rupe, non serve più allo Stato, il peso sociale supera il profitto che può rendere con i suoi consumi

Ma la cosa tragica è che la maggioranza di cattolici e non, anche oppressa da una poverta' generale voluta e programmata, non si rende conto di nulla, non vuole guardare in faccia la realtà.
Um comunista come il filosofo Diego Fusaro, pur essendo al nostro opposto, fa un'analisi sociale molto lucida e chiara, come fu quella di Pasolini, e per questo viene schifato e criticato dalla stessa sinistra di cui fa parte, radical chic, che ha perso la sua stessa identità e non ha capito nemmeno chi sono i veri "padroni" da combattere secondo la sua ideologia rivoluzionaria e sanguinaria, divenendone serva.
Blaterano contro il fascismo, cercando nella guerra partigiana la loro identità ormai perduta.
Francamente, non credo nemmeno che sia un bene per noi cattolici, meglio un nemico come Fusaro e l'onorevole Peppone che che questi qui.

La verità non è ammessa, basta vedere la disgustosa ipocrisia dei media di sinistra, come Gramellini su Rai tre, e compagnia bella.
I pochi leder politici che se ne rendono conto sono emarginati con le peggiori etichette, o esclusi dal potere perché "non graditi ai mercati finanziari"
(segue)



irina ha detto...

La storia di Alfie era e resta una sporca storia.

Che gli inglesi non ci azzecchino in molti campi, non so da cosa dipenda, anche i nuovi palazzi andati a fuoco dimostrano che qualcosa non funziona proprio nella cura del fare, può darsi che sia manovalanza non preparata, ma la supervisione?

Il fatto della esavalente oggi lo sento, sono molto adirata, molto.

Che questo ospedale nasconda del marcio anche oggi, ora, è uscito fuori, ma non si sa esattamente cosa sia e chi siano i primi responsabili.

Abbiamo fatto malissimo ad abbassare la guardia quando ci hanno richiesto il silenzio, questa è stata una colpa nostra; a posteriori capisco che i genitori erano tenuti sotto scacco e noi avremmo dovuto capirlo.

Ed ora veniamo a noi, molti si sono interessati ad Alfie, ma pochi sul serio. Mi hanno fatto delirare quelli che sapevano e lo davano come sintomo dei tempi che cambiano, perchè loro sono persone di mondo. Ci sarebbe stato da mettere loro le mani addosso ma, sono per lo più anziani che parlano secondo la vulgata TV. Tutti lavori da portare avanti con costanza e delicatezza piano piano.

I gruppi di preghiera qui sono stati guidati da uno sparuto gruppuscolo di sacerdoti di buona volontà, forse di nascosto, non so, quando Alfie è stato fatto morire, ciao ciao ai gruppi di preghiera. Tiepida chiesa in tiepido stato. Adesso vedremo con il cittadino italiano Alfie Evans ucciso a Liverpool, come mostreremo i nostri muscoli giuridici, al mondo. Improvvisamente tutti svagati diventeranno i giudici de noantri.

Importantissimo per noi iniziare una impresa, fare qualcosa, in qualsiasi campo, come vi pare, c'è un grande bisogno di CATTOLICI di fatto che facciano. Silenzio, di tomba. Svagati anche noi su questo punto.
Basta, mi taccio.

Aloisius ha detto...

Ma come uscire dalla situazione descritta da Silente?

1. Con Giudici avete convenuto sull'insistenza nella preghiera e nella difesa della Tradizione in tutti nel piccolo, in tutti i modi possibili.
E questa è sicuramente la conditio sine qua non.

2. Ma il passo successivo penso che sia quello di conoscersi personalmente, organizzare degli incontri.
Il web da solo non basta, occorre guardarsi negli occhi, stringersi la mano, parlare direttamente.
Capisco che non è facile, abitiamo in varie regioni italiane, ma con un poco di buona volontà si può fare.
Maria ha creato questa bella realtà e con il suo impegno assiduo tiene in vita il blog.
Ha organizzato gli incontri qui pubblicizzati, partecipa a convegni, mantiene contatti, è piena di iniziative, una combattente che andrebbe aiutata di più da tutti noi.
Io cerco di darle una mano quando e come posso, abitandole vicino; ho conosciuto alcuni di voi alle Messe v.o. e agli incontri di cui sopra, abbiamo mangiato insieme.
Chi abita al nord potrebbe organizzarli lì, in città equidistanti e chissà che non si riesca a venire da Roma.

Ma come si possono organizzare battaglie e "azioni forti", o anche meno forti, ma comunque azioni, se non ci si ma conosce nemmeno?
Iniziamo da noi.

Anonimo ha detto...

“Se il chicco di grano...”
http://querculanus.blogspot.it/2018/04/se-il-chicco-di-grano.html#more

fabriziogiudici ha detto...

2. Ma il passo successivo penso che sia quello di conoscersi personalmente, organizzare degli incontri.

Certamente. Il problema è che tra il dire e il fare... Per me sono 500km, e ci vogliono una o due giornate intere (due per forza se non ci si organizza per le ore centrali della giornata). Negli ultimi mesi ho tentato due volte, ma con problemi. Io ho in previsione di essere alla Marcia della Vita, anche se arriverò poco prima e dovrò ripartire subito. Però, almeno per stringerci tutti la mano, quelli che ci sono potrebbero vederci in un punto di riferimento preciso, prima dell'inizio della manifestazione.

mic ha detto...

Noi abbiamo il nostro incontro mensile il 5 maggio prossimo. Darò l'annuncio pubblicamente domani, penso. Ma la data è già nota da tempo almeno ai più vicini.
Purtroppo l'incontro di aprile è risultano penalizzato dalla concomitanza della Conferenza del 7 e quello di maggio sarà penalizzato dalla concomitanza della Marcia per la vita.
Un gruppo di assidui (anche non romani) peraltro resiste ma mancano molti di voi più lontani.
Speriamo che prima o si realizzi come si deve ciò che tutti desideriamo.

Anonimo ha detto...

Non era quell'oppioide programmato per Alfie ?
https://www.maurizioblondet.it/gli-skripal-avvelenati-da-fentanyl-non-da-novichok-e-adesso-dove-sono/

Aloisius ha detto...

I "nordici" potrebbero organizzarsi al nord, magari a Milano, che e' più o meno equidistante, e darcene notizia, così proviamo noi a raggiungerli, se possibile.

E' difficile, non c'è dubbio, ma quando ci si affida alla Madonna ci pensa Lei a guidarci passo passo, sappiamo come opera e intercede.

Suggerisco anche di contattarci ogni volta che capita di recarci in qualche città, anche per lavoro.

Comunque certe iniziative si possono prendere anche a distanza, e'il lato positivo del web, almeno sono a quando sarà libero.

Che iniziative extra blog proporreste voi?

Anonimo ha detto...

http://www.lastampa.it/2018/04/30/vaticaninsider/parolin-in-corea-si-accesa-una-grande-speranza-HIzh7OfVJqqNBTw1gpxPZO/pagina.html

mic ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/incredibile-nichols-attacca-chi-ha-difeso-alfie

Anonimo ha detto...

In risposta, parziale a Rr, il nostro dottore di fiducia in ogni senso, ho letto anch'io da qualche parte, tweet anonimi inglesi, ovvio, che il bambino era nato sano,che ebbe delle crisi epilettiche verso i 6 mesi dopo che gli fu fatto il vaccino esa, perciò venne ricoverato in quel lager e poi gli furono fatte delle cure sbagliate perché non recuperò più, mi scuso col dott. c'era il nome del farmaco somministrato per far cessare le crisi, ma me lo sono scordato, fatto sta che non è più uscito da lì, ah, lo humour british, la sua 'malattia' viene ora definita 'morbo di Alfie'........intelligenti pauca. Lupus et Agnus.

Sacerdos quidam ha detto...

Le uscite di nichols (senza alcun titolo e con iniziale minuscola voluta) sono stomachevoli. E preferisco non proseguire.
Caro piccolo Alfie, dal Cielo prega anche per questi miserabili. E per noi tutti.

Anonimo ha detto...

A bocce ferme. Nella famiglia Alfie ho visto il compimento del "Discorso della montagna". In particolare si è elevata la figura del " Beati i poveri in Spirito" : gli umili, coloro che sanno di avere bisogno del nutrimento della Parola e che a questa stanno attaccati saldamente, mostrando la bellezza della Carita' ( unione con Dio), della Fede ( certezza della sua presenza) e della Speranza ( certezza di avere un futuro oltre la morte fisica). Ho compreso anche il " perché di essi è il regno di Dio" ... in loro, la comunione di amore sino alla Croce , ha preso corpo. Solo un amore così grande, così immenso può far fare ciò che Kate e Tom hanno fatto: essere Regno senza potere, ma Regno che sa amare e che domina con l' amore che va " fino alla fine" ( Gv 13, 1). La loro fame e sete di giustizia sarà saziata perché se è vero come è vero che l'Amore che è " regno dei cieli" ora " soffre violenza ed i violenti se ne impadroniscono" ( Matteo 11,12) con la subdola , viscida ed ingannatrice complicità di chi il Regno deve custodire e coltivare è altrettanto vero che essi non prevarranno e per loro ci sarà solo "lacrime e stridore di denti".
Matteo della Noce su Fb