lunedì 13 febbraio 2012

Il vescovo di Nevers ricusa una scuola religiosa perché legata con la FSSPX

Condividiamo quanto pubblica oggi Riposte Catholique by Perepiscopus. La buona notizia della nomina di Lourdes è subito controbilanciata. C'è da chiedersi se sarebbe stata esternata la stessa ostilità ad una madrassa musulmana!


Il nuovo vescovo di Nevers, mons. Brac de La Perrière, inizia il suo ministero lamentandosi pubblicamente dell'apertura di una scuola privata nella sua diocesi per il (cattivo) motivo di esser legata alla Fraternità di San Pio X.

Addio riconciliazione... Ma quante sono nella sua diocesi le scuole cattoliche (intendo dire autenticamente cattoliche, nelle quali si insegna la fede della Chiesa, o si prega, o il progetto educativo è conforme alla vita cristiana...) ?

E' proprio il tempo, mentre è evidente la crisi dell'educazione, di lamentarsi per la creazione di una nuova scuola?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Questi vescovi chi li nomina?

Dante Pastorelli ha detto...

Un colpo al cerchio ed uno alla botte: la tattica di questo pontificato.

Anonimo ha detto...

Mais il est évident que le Saint-Père est prisonnier et ne sait rien.

Dante Pastorelli ha detto...

Non sa, non vede, non sente. Però parla.