mercoledì 5 luglio 2017

Lettera aperta a Boeri: dire che i migranti ci pagano le pensioni è un insulto all’Italia

La dichiarazione del presidente dell'Inps - il ricorrente mantra ossessivo che l'Italia avrebbe bisogno di sempre più immigrati che pagherebbero le nostre pensioni - non è solo un insulto all'Italia, ma anche alla nostra intelligenza. Ѐ vergognoso dover constatare impotenti ogni giorno l'improntitudine delle dichiarazioni di ordinaria follia da parte di nostri governanti, amministratori e, purtroppo, persino pastori. Con gente così diventa serio il rischio di venire sostituiti etnicamente, culturalmente e spiritualmente nel giro di pochi anni oltre a veder distrutto ulteriormente per i nostri figli il mondo del lavoro. E mentre Spagna e Francia chiudono i porti alle Ong, l'Austria chiude la frontiera, l'Italia col Governo non eletto Pd, per paura di ritorsioni dell'Europa, o chissà per quali connivenze, e Minniti che smentisce se stesso, continua a tenerli aperti e continua a non intervenire in mare e a terra per bloccare i barconi... E la situazione appare ingravescente e sempre più ingovernabile. Anche all'opposizione consapevolezza ma solo sfoghi verbali. Non si vedono vie d'uscita perché quelle percorribili neppure per idea! Grande tragica mistificazione che rasenta la follia. Stiamo diventando un campo profughi a cielo aperto, con conseguenze inimmaginabili, nella colpevole inerzia di tutti...
Di seguito pubblico la lettera aperta di una madre, tratta da Imola oggi, alla quale mi associo toto corde, per esperienza diretta. (M.G.)

Egregio signor Tito Boeri
leggo la sua dichiarazione ai giornali italiani con disappunto.
L’Italia era un paese sovrano, ricco, e con una grande manifattura, spina dorsale della nostra economia.
Poi sono arrivati i trattati europei e con essi, l’atteggiamento lassista e irresponsabile dei governi degli ultimi venticinque anni.
Tutte le proprietà del demanio sono state svendute ai nemici della patria italiana, a coloro che hanno tutto l’interesse che l’Italia muoia.
Un amico, mi ha appena scritto “è dai tempi di Metternich che i governi europei guardano alla penisola italiana come ad un territorio da fruire e godere liberamente senza l’intralcio di un governo e di un popolo che su di esso accampino diritti di sovranità“.
Come può un popolo a cui è stato sottratto il diritto al lavoro e quindi il futuro mettere al mondo figli? Quale atto di irresponsabilità voi chiedereste agli italiani? Quello di mettere al mondo creature innocenti e poi affamarle?
L’Italia non ha mai avuto bisogno di nessuno, s’è sempre rialzata da sola; ha combattuto e vinto tutti i suoi nemici con onore… ma i traditori, le serpi in seno, quelle no, quelle non si possono combattere… talmente vili da nascondersi tra le pieghe del tessuto sociale, che attaccano a tradimento, nell’ombra [e ormai perfino allo scoperto...].
Egregio signor Boeri, non credo che lei sappia cosa significhi aver il problema di mettere insieme pranzo e cena per sé e i propri figli; non credo che lei sappia cosa significa per una madre crescere un figlio, vederlo laurearsi a pieni voti, e poi vederlo partire per un altro paese pieno di speranze, perché qui la speranza sta morendo.
No, non credo che lei sappia quanto offensiva sia la portata delle sue dichiarazioni: “i migranti dovrebbero pagarci le pensioni”…
Le pensioni gli italiani se le sono già ampiamente pagate, col sangue e il sudore; e non solo quelle.
Gli italiani mantengono anche voi, che, in vita vostra, mai avete imparato cosa significhi “sudare e guadagnare”.
Voi che avete trovato tutto pronto, costruito sul sangue di coloro che son venuti prima. Voi che non sapete cosa sia “fare la differenza” .
Voi inutili e dannosi burocrati. 
Lorella Presotto

64 commenti:

Elle ha detto...

E' sempre piu' chiaro che stanno recitando un copione .

Anonimo ha detto...

Ricordo l'incontro tra Gentiloni e Soros che aveva appena visto Juncker a Bruxelles. Qualcosa si saranno pur detti.
Andrea Sandri

irina ha detto...

"Voi che avete trovato tutto pronto, costruito sul sangue di coloro che son venuti prima. Voi che non sapete cosa sia “fare la differenza” .
Voi inutili e dannosi burocrati."

Burocrati con nessuna conoscenza, non solo di governo, ma di storia, di geografia, di economia reale del paese che avete sempre intimamente disprezzato, guardando altrove. E' giunto il tempo che voi andiate altrove a fare i servi di quanti avete servito,nei fatti, torcendo e spremendo questo paese per il vostro e altrui tornaconto.

Anonimo ha detto...

http://www.imolaoggi.it/2017/07/05/libia-immagini-di-guerra-scafisti-sparano-contro-guardiacoste-di-tripoli/

Libia, immagini di guerra: scafisti sparano contro Guardiacoste di Tripoli

Silvano ha detto...

La deportazione di massa non è un caso, è tutto pianificato. I politici italiani sono esecutori degli ordini dei poteri forti. E i media corrotti, essendo composti da pennivendoli senz'anima, fanno di tutto per mistificare. Condividiamolo il più possibile noi.

Anonimo ha detto...

Sicuramente non danno alcun beneficio, tranne ai politici e cooperative che ci lucrano sopra...

irina ha detto...

Sarebbe necessario che qualcuno dicesse a costoro che non sono stati scelti, ad alte cariche,per le loro capacità ma, per le loro incapacità. Le quali incapacità fanno di loro strumenti docili nelle mani di chi persegue solo i vaneggiamenti propri e/o dei suoi simili.

Una conoscenza delle loro incapacità, con umiltà riconosciute e accettate, sarebbe per costoro il primo passo verso un risveglio. Risveglio che è inizio di pentimento. Pentimento che è inizio di conversione. Conversione che è inizio di tutte le conversioni avvenire. Conversioni avvenire che sono sulla strada della santità. E qui si aprirebbe per ognuno il compito che Cristo ha affidato a ciascuno di loro personalmente, per collaborare con Lui alla redenzione, corpo, anima e spirito, dei fratelli. Ognuno scelga il da farsi.

mic ha detto...

La Procura aveva bisogno di un appoggio politico indispensabile per portare avanti un’indagine delicata in acque internazionali e in uno scenario di guerra civile come quello libico. A quanto pare la sferzata del magistrato è servita.

http://app.piovegovernoladro.info/2017/07/05/la-rivincita-del-pm-zuccaro-le-ong-finiscono-inchiesta/

OK. Ma è finito il tempo delle inchieste! Intanto, tempus fugit e l'Africa si sta riversando qui a ritmi insostenibili!

Letto su Fb ha detto...

In origine, solo sei anni fa, l'Italia era una nazione normale, occidentale, (apparentemente) libera, civile. Poi tutto è cambiato, un papa (minuscolo) andò a Lampedusa ed a braccia aperte invitò tutto il terzo e quarto mondo a venire in Italia! Non si sa perché andò a Lampedusa e non a Maiorca, forse perché a Maiorca lo avrebbero arrestato,o forse perché in Italia era stato abbattuto il legittimo governo e si era impadronito del potere una congrega di personaggi non proprio famosi per amare l'Italia! Era l'epoca di Enrico Letta,cattocomunista mai eletto da nessuno,il quale subito si impegnò a rendere più rapido e sicuro il traghettamento di "migranti ", con il tristemente famoso "mare nostrum "! Era iniziato lo tsunami, esclusivamente verso l'Italia, mentre l'Europa intera si blindava e stendeva un cordone sanitario attorno all'ex belpaese! Il governo degli accoglioni,con la grancassa di Bergoglio,chiuso dietro le mura del Vaticano, iniziò a collaborare con le organizzazioni criminali che operavano la tratta degli esseri umani, ed al popolo italiota venne raccontato che non potevamo fare diversamente e che oltretutto i migranti erano indispensabili perché ci pagavano le pensioni ( ed anche le coop rosse e bianche, ma questo nessuno lo disse!) Dopo un anno di traghettamento intensivo arriva Renzi, anche lui eletto da nessuno, e visto che l'afflusso non era abbastanza si inventa Triton, un mare nostrum allargato a tutta l'Europa, autorizzando tutte le navi europee a scaricare in Italia! Tutti contenti, l'Europa scaricava in Italia e si preservava, le coop rosse e bianche facevano affari d'oro, gli italioti erano allo stadio, tutti contenti! Ma il diavolo,si sa, fa le pentole ma non i coperchi, e l'Italia non può essere allargata! Siamo ai giorni nostri, sconfitte epocali per la sinistra accogliona,( non tutti gli italiani vanno allo stadio) e Renzi si accorge che nessuno in Europa vuole le "pensioni " pagate dai ciabattanti ( forse perché non esistono) e oramai incartati completamente trovano strano che le nazioni del resto del mondo vogliano proteggere i loro confini! E rimediano la epocale figura di merda con cui,è oramai chiaro,che l'Italia è destinata ad essere una grande favelas, un grande e unico campo profughi! Questo è lo stato dell'arte, questa è la storia tragicomica di come,ancora una volta,i comunisti hanno distrutto una nazione!

Stefano Martini ha detto...

Lo penso anche io. Lo scopo di non vedere "l'elefante in corridoio" è sostituire il nostro popolo e le nostre tradizioni perché di intralcio al disegno delle élite massonico progressiste. È ormai evidente che dietro alle chiacchiere dette sui giornali e alla tv c'è una volontà occulta che va nella direzione opposta a quella del popolo.

irina ha detto...

Mediamente questa è una generazione di ex tossici. Spero nell'ex.

Anonimo ha detto...

Che pensione volete che ci paghi un disoccupato mantenuto che consuma risorse e destabilizza pure la società?"

Anonimo ha detto...

Siamo un popolo di brontoloni, che non sa neanche cosa vuol dire impegnarsi a formare una politica onesta a livello locale. Quando con tangentopoli nacquero le prime liste civiche, alcuni comuni presero a diventare virtuosi e a risanare i loro bilanci. Siamo un popolo di corrotti e corruttori, che non sa guardarsi oltre al terreno di casa sua. Si parla di solidarietà spicciola, ma non si sa neanche cosa significa organizzare il bene locale. Se almeno tutti decidessero a spendere un pò di tempo per fare una formazione locale politica onesta mandando avanti giovani onesti, non figli di papà. Ma ormai anche questi stanno sparendo e si stanno accodando alla gran massa. Già trent'anni fa quando io ci avevo provato ero sempre solo in tutto. Se almeno fossi stato aiutato, appoggiato, ma niente... Tanti paroloni da parte dei buonisti locali, tutti aspettare che io perdessi tempo per gli altri senza vedere uno straccio di condivisione di premio, di ringraziamento per il lavoro fatto, poi mi sono accorto che avevo vent'anni e passa, che nessuno poteva mantenermi, ero il primo dei figli, mio padre era stato messo su una strada, con la solidarietà del Comune. E perciò le mie belle idee di fare politica, con la "P" grande è defunta. Ora cerco di formare le coscienze nei modi che mi è possibile. A voi ora fare il resto... oltre che a brontolare sui social. Occorre ragionare per priorità anche per fare le battaglie e senza buttare il voto nella pattumiera di questo o di quest'altro partito perchè promettono qualcosa che soddisfa il proprio portafoglio o la propria smania godereccia.

Anonimo ha detto...

No, Irina tossici attivi, tutti, poi da uno stato che non solo legalizza la marijuana, ma la coltiva pure, che si deve sperare? Questi sono i residui dei fumi 68ini all'ennesima potenza, sperare che passi la nottata ormai è vano, è buio pesto e loro menano botte da orbi su un popolo di ciechi imbottiti di oppio = media e fake news. Lupus et Agnus.

Rr ha detto...

Boeri, figlio di mamma' e fratello di archistar ed archigiornalista, gente che ha trovato maturità e laurea facile, posti di lavoro immediati, gente che non voleva il parcheggio sotto casa (pubblico e popolare) et voila', no parcheggio, e chi se ne frega se il Comune di Milano, cioè tutti i Milanesi, devono pagare la penale ai costruttori del parcheggio.
L'unica cosa positiva si Pisapia: aver sconfitto il fratello archistar (quello del "Bosco verticale")alle primarie PD-SEL 6 anni fa. Se no oggi ci troveremmo lui all'INPS (voluto da Renzi, se non ricordo male) ed il fratello Sindaco (un secondo mandato non gliel' avrebbe levato nessuno.

Rr ha detto...

Boeri, nonno massone, padre partigiano...

Anonimo ha detto...

La sola logica che trovo nella linea politica dei 6 anni di Governi a guida PD (sostenuti da maggioranze non elette, mai scordarlo) è che ci sia un esperimento mondiale in corso per vedere fino a che punto i cittadini italiani possono venire vessati e umiliati prima di far esplodere una rivoluzione.... Sennò non c'è alcuna logica a questa follia continuata e persistente....

Anonimo ha detto...

l PD e i grillini sono i curatori fallimentari di una Italia che non stava fallendo ma che deve essere fatta fallire. Ci sono italiani in grado di reagire a questo omicidio della patria?

Anonimo ha detto...

http://voxnews.info/2017/07/05/bonino-svela-piano-governo-abbiamo-chiesto-noi-che-gli-sbarchi-avvenissero-tutti-in-italia-video/

Anonimo ha detto...

Gotti Tedeschi a Boeri: "Non servono i migranti, Inps si salva con le famiglie"
http://www.intelligonews.it/le-interviste-della-civetta/articoli/5-luglio-2017/63645/boeri-senza-immigrati-a-rischio-sistema-previdenziale-inps-migranti-ci-pagano-pensioni-parla-ettore-gotti-tedeschi/

Anonimo ha detto...

Meluzzi Vs Boeri: “Lo capirebbe anche un cretino: migranti oggi sono disoccupati da mantenere”
http://www.intelligonews.it/le-interviste-della-civetta/articoli/5-luglio-2017/63643/meluzzi-vs-boeri-lo-capirebbe-anche-un-cretino-migranti-oggi-sono-disoccupati-da-mantenere/

irina ha detto...

@ 6 luglio 2017 03:08

Era evidente che nessuno entra in casa se le porte sono chiuse e le sentinelle sveglie.
Sono anni che si parla di Colpo di Stato. Cittadini italiani, nativi, che conoscono la vita del loro paese e le persone, presentarono denuncia circostanziata con nomi e cognomi alle Questure.
Sono anni che dura questa solfa. Situazione indegna.
Andate allo stadio, andate al concertone, fatevi una canna e sesso trasversale. Buon divertimento. Non preoccupatevi di lavorare intanto i soldi ve li passa lo stato, anche per la droga. Importante che non disturbiate i guidatori che devono portare a termine la costruzione del loro modellino "paradiso terrestre".
Ora, raggiunta la vetta della masturbazione obbligatoria di stato che va ad aggiungersi alla droga di stato da somministrare con i vaccini, siamo proprio sulla cresta dell'onda dei nostri tempi. Una galera a cielo aperto, senza neanche braccialetto. E' bastato un un po'di oppio, somministrato regolarmente a tappeto, per distruggere un impero. Non so se ne parlano ancora nelle scuole. Forse no. Notizie traumatiche. Da tenere nascoste.

Luisa ha detto...

Ma Bergoglio non aveva dato la Svezia come modello di immigrazione e integrazione pacifiche?
La verità è un`altra ma i media la ignorano volutamente:

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2017/07/e-stoccolma-la-prima-capitale-europea-dove-si-impone-la-sharia/

mic ha detto...

E' estremamente frustrante tutta questa consapevolezza e l'intreccio di notizie che ci mostrano una realtà incontrovertibile, ma insostenibile perché al momento appare senza vie d'uscita. O, meglio, chi è al potere non intende adottarle...

irina ha detto...

@ mic 11:56

Non ci sono maschi, con la testa sulle spalle. Responsabili, coerenti, fedeli.

Rr ha detto...

Luisa,
la Svezia è la nazione col più alto tasso di stupri ( numero di donne stuprate/numero di abitanti) dopo il Sudafrica della "rainbow coalition" del santo laico e comunista antibianco fin nel midollo Mandela.
Chissà perché le due nazioni hanno questo non invidiabile primato.

A me è bastato stare due giorni ad Oslo per capire che non c'è, e non ci sarà mai alcuna integrazione.
Del resto basta osservare una qualsiasi grossa manifestazione sportiva (lo sport che unisce...): in campo possono anche esserci non europei a giocare, ma sugli spalti, sulle tribune, lungo le strade, non c'è un Afrcano, un Arabo, un non europeo a pagarlo a peso d'oro.

mic ha detto...

Dilettanti allo sbaraglio o traditori senza vergogna?
Emma Bonino (allora ministro degli Esteri):
Migranti: “Siamo stati noi tra 2014 e 2016 a chiedere che gli sbarchi avvenissero tutti in Italia... All’inizio non ci siamo resi conto che era un problema strutturale e non di una sola estate. E ci siamo fatti male da soli”, ha spiegato l'ex ministra degli Esteri del governo Letta, evocando un accordo mirato a far sì che le operazioni fossero coordinate da Roma. Ora “disfare questo accordo adesso è piuttosto complicato”

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/05/migranti-emma-bonino-siamo-stati-noi-tra-2014-e-2016-a-chiedere-che-gli-sbarchi-avvenissero-tutti-in-italia/3710291/

mic ha detto...

un accordo mirato a far sì che le operazioni fossero coordinate da Roma.

Così alla lettera - ma è chiaro che dietro c'è tutto il disfattismo e la mala fede che ora purtroppo conosciamo - di per sé coordinare le operazioni non significa fare dell'Italia un campo profughi...

Anonimo ha detto...

Qualunque cosa tocchi quella signora , muore .

Letto su Fb ha detto...

L'eterogenesi dei fini è il rovesciamento paradossale di una buona intenzione, di begli ideali in un esito cattivo.
Tale esito paradossale è possibile a causa di uno snaturamento politico e sentimentale del cristianesimo, rispetto alla sua natura "realistica", e di una lettura sbagliata dello svolgimento della storia e della natura umana
Esso coglie soprattutto i cattolici idealisti che vivono il cristianesimo con una tensione utopica, "aperta" e "rivoluzionaria".
Il cattolico di questo tipo sente ed accoglie le ideologie secolari, segnate da uno spirito di "perfettismo" ora sociale ora psicoemotivo ( vedi sui diritti e l'amore) che nascono all'esterno della fede cattolica come strumenti (di cui ignora o non coglie la natura ideologica e quindi "di prodotto costruito") che purificano e completano una fede sentita come rigida e lontana dallo "slancio di amore" con cui percepivano la fede dei primi secoli che, a detta loro, si sarebbe istituzionalizzata e sarebbe frenata e deviata dalla teologia, dalla morale e dal diritto insegnati dalla Chiesa (che invece con questi mezzi esprime e definisce la strutture della natura umana e della società).
Il fondo di questa tendenza non è solo caratterizzata da una incomprensione della finalità primaria soprannaturale della fede cristiana ma anche da una mentalità totalmente irrealista, sebbene questo irrealismo lo si tinteggi con immagini evangeliche. L'irrealisno cristiano resta una grave contraddizione in termini.
Questa caratteristica oggi la vediamo principalmente nelle attuali pastorali e nella questione "accoglienza-immigrazione".

Anonimo ha detto...

Falsi. Ipocriti. Infami, Traditori. Spacciano per solidarietà quella che una vergognosa partita di giro, anzi di roulette russa sulle nostre tempie: svendere l’anima del Paese per evitare di ammettere che l’Italia è fallita, che chi paga le tasse sperando di andare in pensione è un coglione, che la nostra economia è in mano a una banda di banche decotte e imprenditori politicizzati che stanno saccheggiando la parte sana del Paese (anzi, il poco che ne resta), che sperano nel miracolo dei “nuovi cittadini” per evitare un destino argentino o greco. Sono responsabili del disastro e ora vogliono completare l’opera, trasformando il Paese prima in un campo profughi a cielo aperto e poi cercando di sfruttare il marxiano esercito industriale di riserva, fatto da manovalanza a costo pressoché zero rispetto a un italiano. Pronta a qualsiasi condizione, visto che in Niger o in Mali dubito il dibattito sulla produttività o l’articolo 18 susciti grande interesse. Un pezzo di pane, un piatto di pasta, una stanza da dividere in otto e via. (M. Bottarelli)

Anonimo ha detto...

Il santo laico e comunista antibianco fin nel midollo Mandela.
E non dimentichiamo che, sia Mandela, sia il suo peggior nemico, il Re degli Zulù Inkhata, si vantavano di una (improbabile) discendenza da Marcantonio e Cleopatra.

Anonimo ha detto...

Posto che il fenomeno delle masse africane che si accalcano sui gommoni non è affatto evento spontaneo; posto che si sono attori finanziari che lo promuovono, in combutta con la criminalità organizzata, Stati esteri ed organizzazioni non governative “umanitarie” che pagano milioni per noleggiare le loro navi, con equipaggi di “volontari” stipendiati che usano spegnere i trasponder per non farsi identificare, eccetera – bisogna assumere finalmente questa ondata incessante e crescente per quel che è: un atto di guerra. (M. Blondet)

Anonimo ha detto...

Disfattismo, disfacimento, sfascio totale, basta vedere la Boldrinova ricevuta dal vdr, in tenuta Positano con tanto di ciabatte e unghie laccate bene in vista........ma nei paesi islamici chador e copertissima......ma andassero tutti sui gommoni alla deriva......

Anonimo ha detto...

http://www.maurizioblondet.it/pd-semplicemente-incapace-governare/

Anonimo ha detto...

DA LEGGERE con MOLTA ATTENZIONE!!!!

Non fatevi prendere in giro dai soliti comunisti!

"Consideriamo solo questo: La donna musulmana in genere non lavora, quindi, ammesso che il marito lavori e che solitamente hanno 3-4 figli le detrazioni IRPEF quasi eguaglieranno l’imposta, con conseguenti assegni familiari altissimi, ISEE bassissimo, casa popolare praticamente garantita, ESENZIONE di : asilo nido , mensa, tasse scolastiche e universitarie; contributi, sussidi, agevolazioni in ogni possibile graduatoria...
E questi sono i residenti integrati…
A tutto questo aggiungiamo quanto ci costa l'immigrazione ... circa 4,5 miliardi ultimi dati: con quanto contribuisce l'Europa? 170 milioni...
Ma non basta!
E' in discussione il DDL sullo IUS SOLI, ma ciò che è già in vigore è il TU sull'immigrazione (Decreto legislativo 25 luglio 1998, n.286) il cui art. 19 comma 2 dice: <> quindi l'acquisto della cittadinanza italiana da parte dei bambini nati in Italia attribuirà automaticamente il diritto a stare in Italia a tutti i parenti entro il secondo grado di quel bimbo.
Infatti la legge sull'immigrazione vieta l'espulsione, tranne che per motivi di ordine pubblico o di sicurezza dello Stato...
Si sviluppera' un fiorente traffico di anziani genitori dall'Africa in Italia, scopriremo che non muore nessuno da quelle parti perche' saranno sicuramente SEMPRE 4 per famiglia , di cui nessuno potra' mai certificare la vera identita', arriveranno da ogni angolo dell'Africa con documenti falsi di ogni tipo e una volta che gli anziani avranno messo piede in Italia, subito partira' la richiesta di pensione sociale, gia' ne paghiamo oltre 100.000, sara' la bomba nucleare che esplodendo distruggera' definitivamente il nostro sistema pensionistico, con milioni di nuovi pensionati, che non hanno versato e mai verseranno un solo EURO.
E la fine della nostra gia' agonizzante assistenza sanitaria, per nuovi milioni di anziani malati, che si abbatteranno su di essa.
ALTROCHE' SE CI PAGHERANNO LE PENSIONI

Anonimo ha detto...

Ma non basta !
Come la metteranno con la poligamia , diranno loro : no, qua non si puo' ?

Anonimo ha detto...

La più grande moschea sciita di Stoccolma e della Svezia è stata parzialmente distrutta dalle fiamme in un incendio doloso, lunedì scorso. Alcuni giornali scandinavi ipotizzano che si tratti di una vendetta per l’attentato del 7 aprile, dove hanno perso la vita 5 persone, tra cui una bambina. Notizia, quest’ultima, silenziata da tutti i media occidentali, inclusi quelli italiani.

Anonimo ha detto...

@ 6 luglio 2017 14:01

analisi perfetta.

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/cos-governo-renzi-ha-dato-libera-grande-invasione-1416870.html

Così il governo Renzi ha dato il via libera alla grande invasione e i successivi hanno continuato....

irina ha detto...

La signora Bonino Emma ha ricordato.
Aspettiamo altri ricordi della signora Bonino Emma.
Nella speranza che, la signora Bonino Emma, possa connettere tra loro i suoi ricordi, e dare a noi un quadro d'insieme dei suoi contributi vitali alla storia della Repubblica Italiana.

Anonimo ha detto...

Mauro Bottarelli
6 luglio 2017

Sicuramente adesso ci diranno che quella persa oggi è stata solo una battaglia, mentre la guerra vera si combatterà l’11 luglio prossimo a Varsavia in sede Frontex. E noi, da bravi cittadini coscienziosi, faremo finta di credergli. Ma, guardando in faccia la realtà, ci sarebbe da sotterrarsi dalla vergogna: mai, penso, l’Italia è stata così piccola, debole e isolata in un contesto internazionale. Ciò che è avvenuto questa mattina, infatti, non ha precedenti: prima ancora che il vertice informale dei ministri dell’Interno UE di Tallinn, dedicato all’emergenza migranti, avesse inizio, era già terminato. Non erano nemmeno le 9 del mattino e già Spagna, Germania, Belgio, Olanda e il padrone di casa estone avevano chiuso la porta in faccia alla principale richiesta italiana, la cosiddetta regionalizzazione degli sbarchi. Ovvero, l’apertura di altri porti europei all’arrivo di migranti, in modo da decongestionare quelli italiani, pressoché al collasso.

E se Madrid già ieri aveva anticipato il suo no, motivato dal fatto che “i nostri porti sono già troppo sotto pressione”, arrivando al vertice, il ministro tedesco, Thomas de Maiziere, aveva dichiarato subito: “Non sosteniamo la cosiddetta regionalizzazione delle operazioni di salvataggio”. Lo stesso ha fatto anche il ministro belga per l’Asilo e politica migratoria, Theo Francken: “Non credo che apriremo i nostri porti”. E il padrone di casa estone, Sven Milkse, ha ribadito che sulla questione “non è possibile forzare nessuno”. Pare che anche la Svizzera, pur non c’entrando un cazzo, si sia sentita in dovere di inviare una lettera nel quale declinava l’invito, non tanto per assenza di porti – avrebbero ovviato in qualche modo, per senso di solidarietà – ma perché la presenza di migranti inquieta le vacche, pregiudicando la qualità del latte e, quindi, del cioccolato.

Segue

Anonimo ha detto...

...segue
Inoltre, è stata rinviata all’11 luglio l’altra furba mossa italiana: la richiesta di rimodulare il mandato dell’operazione Triton per indurre i partner a condividere il peso e la responsabilità delle vite salvate, consentendo gli sbarchi su porti europei. Anche in questo caso, porta in faccia. E direttamente dal Commissario UE per l’immigrazione, Dimitris Avramopoulos, il quale si è detto nettamente contrario: “Triton ha già un mandato ben definito, si tratta di migliorare l’attuazione di quanto già deciso”. Affermazione poi attenuata dai portavoce, i quali hanno infatti detto che le richieste italiane verranno vagliate appunto il prossimo 11 luglio in sede Frontex, organo da cui dipende Triton. Della serie, vinciamo già 6 a 0, ora facciamo melina e aspettiamo che l’arbitro fischi, tanto la patita di ritorno sarà una formalità. Sconcertante la prima reazione del ministro dell’Interno, Marco Minniti, allo schieramento avverso venutosi a creare: “Il vertice è comunque andato secondo le aspettative. L’agenda era stata disegnata dall’incontro di Parigi e dalla stessa Commissione europea”.

E cosa cazzo siamo andati a fare a Tallinn, a farci prendere in giro in nome dell’Europa? Non avrebbe fatto più bella figura una sedia vuota? No, perché in seconda battura Minniti cerca di tamponare il fallimento. In primis, promettendo fermezza nel dibattito in sede Frontex: avendo minacciato la chiusura dei porti e fatto marcia indietro dopo 24 ore, immagino quanto i nostri partner siano intimoriti. Secondo, rivendicando quanto ottenuto: approvazione del codice di comportamento per le ONG, via libera ai nuovi finanziamenti a sostegno della Guardia Costiera libica e riaffermazione della necessità di elaborare una nuova politica europea sui rimpatri. Insomma, fuffa. Ma tranquilli, perché l’11 luglio a Varsavia gli faremo vedere i sorci verdi a questi stronzi di partner europei che non vogliono condividere con noi le risorse. Ci sono tanti modo di perdere, quello di negare la sconfitta è il peggiore.

Anche perché ormai davvero il Re è nudo. Non basta la candida auto-denuncia fatta da Emma Bonino, riguardo la scelta italiana – nel 2014 – di prendere in carico sul nostro territorio tutti i migranti in arrivo, un do ut des con le autorità europee che puzza lontano un miglio di compravendita sui nostri traballanti conti pubblici, ora a rendere ancora più patetico e politicamente criminale l’atteggiamento tenuto dai governi succedutisi a Palazzo Chigi ci ha pensato anche Bill Gates. Il fondatore di Microsoft, infatti, dall’alto del suo ruolo di filantropo miliardario, ha detto chiaro e tondo che l’Europa deve chiudere i confini, perché mostrandosi troppo generosa verso i migranti non farà altro che stimolare nuove partenze, rischiando di venire schiacciata dalla pressione migratoria e demografica dell’Africa. Insomma, ciò che dice Salvini ma senza essere tacciato di razzismo. Anzi, essendo ospitato con tutti gli onori sul “Corriere della Sera” e ascoltato come l’oracolo di Delfi.

Anonimo ha detto...

... segue
Mettiamoci l’animo in pace, anche perché il Viminale ha già aggiornato il dato: da inizio anno sono oltre 85mila i migranti approdati sulle nostro coste e, state certi, a Varsavia non si otterrà un cazzo, quindi da qui a fine anno la quota di 220mila arrivi preventivati sarà facilmente polverizzata. E il Paese messo a serio pericolo di esplosione sociale. Io posso dire una cosa sola: in punta di dignità, fossi Marco Minniti mi dimetterei e dovrebbe fare altrettanto Paolo Gentiloni, per manifesta incapacità. Ma, sopra ogni cosa, il Parlamento – e magari qualche Procura – dovrebbe chiedere conto a Emma Bonino delle sue parole, perché se risultassero vere – e non ho il minimo dubbio al riguardo – chi decise, pose in essere e diede il via libera a quello scambio – sulla pelle del Paese – in sede europea, andrebbe processato per alto tradimento.

E sarebbe il caso di dare vita ad iniziative concrete di sensibilizzazione e denuncia per ottenere chiarezza in tal senso, anche a partire da questo blog, se le condizioni lo renderanno possibile. Per il resto, alla luce di quanto vi ho appena detto, non mi resta che dirvi di prepararvi al peggio, ognuno nel modo che ritiene più necessario e opportuno. Lo ha detto ieri anche il generale Marco Bertolini, capo delle missioni estere italiane, nel suo discorso di commiato al Centro Operativo Interforze: “Ad altri toccheranno sfide che alla mia generazione sono state risparmiate.. Guardiamo a quanto accade fuori dai nostri confini con più rispetto.

Osserviamo la vera realtà, non quella delle fiction di prima serata o di alcuni superficialissimi talk-show… In Italia ci ostiniamo a voler credere di vivere nel migliore dei mondi possibili. Non è così”. Significa prepararsi alla guerra. E magari, in prima istanza, non obbligatoriamente contro un nemico esterno. Ma contro qualcuno cui abbiamo dato le chiavi di casa. Per questo, chi di dovere dovrà pagare. Nel frattempo, il conto lo dovremo saldare tutti noi. E sarà salatissimo.

P.S
PROSSIMI AD UNA GUERRA CIVILE...

Anonimo ha detto...

Ma scusate chi fu che disse 'Faremo tutto da soli' se non il pidiota che non se ne vuole andare anche quando perde pesantemente le elezioni, NOI, ITALIA, abbiamo voluto il Triton e mo' ce lo teniamo, en passant, non è che gli altri paesi strapieni di mussuli se la passino bene, ma i governi scandinavi, D, F, e UK, proibiscono ai media di scrivere le porcate e i reati commessi ogni ora dai migranti accolti, se guerra deve essere che lo sia, tanto gli italioti non fanno rivolte contro il potere, 4 governi non eletti, tasse massacranti, bugie che volano come bombardieri e zitti, che volete che sia, quando finiranno di mungere le fonti non li faranno più arrivare, mafie permettendo, hasta la victoria siempre compañeros jesuitas, tanto lì non ci entrano, sicuro sicuro. Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Così Renzi si è venduto l'Italia e gli altri hanno proseguito
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/12432101/mario-mauro-immigrati-renzi-alfano-venduta-italia-sbarchi-in-cambio-flessibilita-conti-pubblici-.html

mic ha detto...

Una volta si parlava di "pubblico ludibrio"... ma se si pensa che nelle zone terremotate - le più penalizzate da questi governi e dalle loro scelte e leggi suicide - continuano a votare PD...
C'è il rischio che il fuoco covi sotto la cenere e che i bubboni, che sono tanti, esplodano.

Rr ha detto...

Irina,
last news sulla Svezia: sospeso un importante e seguitissimo festival musicale dal vivo, una tradizione in Svezia, in seguito alle denunce di. numerose donne molestate sessualmente.

Eh, questi Ingmar, Sven, Jan, che si turbano per pochi centimetri di pelle nuda...

Sulla moschea incendiata.
In USA ogni tanto brucia una chiesa frequentata esclusivamente da Neri. In 9/10 casi l'inchiesta appura che:
- è stato il pastore per riscuotere l'assicurazione (e lui si intasca i soldi),
- è stato il pastore per non pagare più i primi assicurativi (e si intasca i soldi),
- è stato un parrocchiano stufo che il pastore allungasse le mani sulla moglie,
- è stato un vagabondo nero, sbronzo, che s'e' addormentato dentro con la sigaretta accesa...

Quando è successo a NY, era per una faida fra due clan mussulmani.

Rr ha detto...

Tallinn e altri incontri...

Ma non era Berlusconi che ci faceva fare figure di m...a, quando andava all'estero ? ma non era con lui che non contavamo nulla, che tutti ci sfottevano/ disprezzavano/ sputacchiavano" ? Perché lui era ridicolo, un ignorante, peggio un puttaniere...
Ora invece, col marchese Gentiloni "Mazzanti Vien dal Mare" , tanto fine, colto, serio, tutti stanno a obbedi' ?

E quand'e' stato che l'Italia veniva rispettata, temuta, ascoltata ?
Eh, proprio vero che il tempo è galantuomo, e la verità viene a galla.

Ah, l'Estone ha fatto la voce grossa, e pure il Belga...Se Putin starnutisce, l'Estonia si alluviona, e se continua cosi, il prossimo ministro belga vestirà il burqa, donna o altro che sia (il Benelux ha una percentuale di ministri e capi di governo omosessuali e/o ubriaconi che non ha alcun altro paese. Sarebbe da farci uno studio).

mic ha detto...

Rr,
neppure messa a così riesco a rivalutare Berlusconi. Era la sua guasconaggine e una certa abilità levantina a fargli ottenere qualcosa, in certi momenti. Ma il rispetto credo sia un'altra cosa...

Anonimo ha detto...

https://www.riscossacristiana.it/lacqua-limmigrazione-e-una-favola-africana-di-leon-bertoletti/

Anonimo ha detto...

«L’immigrazione è come acqua che scorre dal rubinetto: non bisogna solo asciugarla, ma chiudere il rubinetto». La dichiarazione non appartiene a un noto sovversivo sovranista, populista e razzista, ma a un eminentissimo cardinale di Santa Romana Chiesa: il ghanese Peter Kodwo Appiah Turkson. Mi è tornata alla mente in queste ore, in questi giorni di “sbarchi” e di sopraffini vaneggiamenti sulle società aperte, l’annullamento delle frontiere, il globalismo globalizzato, il mondialismo mondializzatore, propiziati da un Inno alla Gioia e da una Marsigliese, acclamati da alieni alienati dalla realtà terrena e marinara, da predicatori di Europa e di civiltà europea che contemporaneamente ne favoriscono (con maggiore o minore consapevolezza) il declino, la scomparsa, l’estinzione, il suicidio.

irina ha detto...

QUESTO PD, SEMPLICEMENTE, E’ INCAPACE DI GOVERNARE.
Maurizio Blondet 6 luglio 2017 18

Anonimo ha detto...

"La sensazione è che l’Italia si appresti a diventare un test di laboratorio, la sperimentazione di come dissolvere uno Stato nazionale ed imporre modelli sociali e politici più funzionale alla globalizzazione apolide. E la sinistra sta scientificamente operando per questo, scardinando l’assetto demografico, sociale e culturale dell’Italia; accettando passivamente l’immigrazione incontrollata come fosse un disegno del destino e non uno “schema indotto” dal potere globalista."

RR ha detto...

Mic,
non sono d'accordo. Ma comunque la mia era più una battuta. Non volevo aprire un dibattito politico, perchè non siamo su un sito politico.
Però questo che scrivo ora non è una battuta: la Sinistra cerca di distruggere l'Italia da sempre. L'Italia, la Francia, la Spagna, la Germania... La Sinistra è internazionalista, aborre i confini e le patrie. Può servirsi del nazionalismo per arrivare al potere, ma è intrinsecamente globalista, mondialista, cosmopolita. Perchè tali erano i suoi padri fondatori.
Quindi a me non meraviglia affatto che Gentiloni venga preso a pesci in faccia a Tallin. Lui e tutto il PD non sono semplicemente credibile, come non lo è l'SPD tedesco, il PS francese, il Labour, ecc. Cercano ora di correre ai ripari, perchè hanno una paura fottuta di perdere le elezioni e tutti i soldi che ciò comporta, perchè è gente che non ha un mestiere serio nelle mani. Gli altri lo sanno, e non hanno alcuna intenzione di tagliarsi le p..e di fronte al loro elettorato, a cominciare da Frau Merkel - per compiacere un Gentiloni qualsiasi.
Perchè 'sta massa di immigrati NON vuole restare in Italia, vuole andare in Germania, nei paesi scandinavi, in Francia ed UK, perchè il welfare di quei paesi li campa molto meglio che il nostro. E le bionde piacciono molto di più delle brune mediterranee.
Ma se là s'incazzano, le cose si fanno brutte davvero. E non so, oggi come oggi, quanto i vari governi riuscirebbero a far fronte. V. quello che è successo ieri ed avant'ieri ad Amburgo.

mic ha detto...

Sono d'accordo con te sulla visione d'insieme ma, al di là di ogni altra considerazione, non ho mai apprezzato Berlusconi al quale è stato consentito da troppe 'serve', di trasformare lo stato in azienda personale.

Anonimo ha detto...

Quando si parla di "Italiani" la generalità delle persone pensa a qualcosa di unitario. Ma ignora o dimentica che già stata una guerra civile, un referendum falsificato che ha scelto la repubblica, uno scontro continuo tra democratici e comunisti, migliaia di morti civili, tra magistrati, poliziotti e carabinieri... bande di delinquenti che hanno imperversato per il paese, servizi segreti in azione indisturbati di almeno sei paesi stranieri... che la mafia è padrona di ampi territori e... invischiata con parti di stato non secondarie... Insomma non è così semplice.

Anonimo ha detto...

Persino Bruno Vespa:
... “Visto che con la ragionevolezza non riusciamo ad ottenere niente, nonostante gli avvertimenti del ministro Minniti, serve purtroppo una prova di forza“. Largo, dunque, alle ricette. “Le soluzioni possono essere due. O chiudiamo davvero i porti costringendo le navi delle Ong ad andare nei rispettivi paesi oppure entriamo nelle acque territoriali libiche e blocchiamo i gommoni alla partenza. Solo un gesto clamoroso può indurre a udire chi si finge sordo”.
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/12433151/immigrazione-bruno-vespa-blocco-navale-ong-pugno-di-ferro-europa.html

Rr ha detto...

A me non sembra che Berlusconi abbia trasformato lo Stato in una sua azienda personale. Semmai è da almeno 72 anni che numerosissimi uomini politici e vari partiti, buon ultimo Renzi ed il PD, usano lo Stato italiano, le sue risorse, la sua economia, il suo popolo, per accumulare fortune che, altrimenti, si sarebbero sognati. Politici e partiti a Roma, a Milano, a Olbia, a Bergamo, in Calabria, Sicilia, OVUNQUE, e a qualsiasi livello. Per non parlare dei soldi presi dall'URSS, dagli USA, dall'UK, dalla Francia, ora anche dal Qatar ed Arabia Saudita.

Come disse una volta un signore su un tram a Milano, durante Tangentopoli: solo ad uno non sono caduti soldi dalle tasche, quando l'han messo a testa in giù .

mic ha detto...

Rr,
non intendevo affatto dire che Berlusconi abbia trasformato lo stato nella sua azienda, ma che ha introdotto un stile aziendale, da faccendieri, per non dire da intrallazzatori, agendo anche pro domo sua (ho lavorato nelle stanze dei bottoni dove facevano le leggi ad personam). E la politica, nel senso nobile e proprio del termine è venuta meno... Certo non è stato l'unico e ovviamente ha trovato delle connivenze (quelle di coloro che ho sempre chiamato 'serve'). Oggi abbiamo toccato il fondo.

Rr ha detto...

Mic,
di faccendieri ed intrallazzatori la storia politica italiana, dal Dopoguerra in poi, ne è piena.
Scandalo Lockheed ? Per non citarne che uno.
Suvvia, pensare che il malaffare nelle stanze dei bottoni lo abbia portato Berlusconi, non è da persona intelligente ed informata. Certo tu non c'eri in quelle stanze nel 1960, 1965, 1970...ma bastava occuparsi un po' di politica, anche solo a livello locale, del proprio comune, e gli intrallazzi, il malaffare, il faccendierismo, balzavano subito agli occhi. E vivendo tu a Roma, non posso pensare che non te ne fossi accorta prima di entrare nella stanza dei bottoni.

mic ha detto...

Rosa,
non ho detto che Berlusconi sia stato l'unico intrallazzatore, né che certi fenomeni siano esclusivi di un'epoca.
Se ho parlato della stanza dei bottoni è perché ho avuto una esperienza diretta (riguardante anche e non solo colui di cui stavamo parlando) e per me inedita, che è stata quella che mi ha portata altrove e mi ha fatto arrivare fin qui.

Rr ha detto...

Mic,
allora io sono stata più fortunata o precoce a capire com funzionvano le stanze dei bottoni. Ero al Ginnasio, e assistevo alle sedute del consiglio comunale, quando, per far si che i nuovi maggiorenti del partito allora di maggioranza relativa a Roma ed in loco ( la corrente dorotea vincente) guadagnassero milionate di lire, si modifico' il piano urbanistico, decidendo che la zona a mare, bellissima, diventasse industriale ( capannoni, capannoni, capannoni...), mentre quelle più all'interno, a rischio alluvioni, e richiedenti molte più spese in infrastrutture urbanistiche, diventassero edificabili ( case e negozi). 100% in più il valore dei terreni cosi etichettati.
Da allora non ho più creduto alla buona fede di alcun politico: ci sono quelli più malfidati ( Renzi oggi) e quelli meno( Salvini.), ma NESSUNO è veramente onesto. Se lo fosse, non farebbe politica. Almeno NON in Italia, e NON nell'Italia dal 1960 in poi.

Anonimo ha detto...

Ius soli, Paolo Gentiloni: "Non ci sono le condizioni nella maggioranza per approvarlo prima dell'estate"

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12667474/ius-soli-paolo-gentiloni-non-ci-sono-condizioni-approvazione-prima-estate.html