venerdì 28 luglio 2017

Venerdì 28 luglio. La Preghiera di Riparazione

Ricordiamo che oggi, venerdì, è il giorno dedicato alla nostra Preghiera di Riparazione secondo le modalità, complete delle Litanie del Sacro Cuore, che trovate qui.

Altre notizie e avvisi su Riscossa Cristiana [qui].

Sabato 29 luglio, a Rimini, si terrà una processione in riparazione del “gay-pride” che si svolgerà in quella città. Cliccate qui per maggiori dettagli. Invitiamo gli aderenti alla Lega di riparazione, e tutti gli amici di Chiesa e post-concilio, a unirsi alla processione, partecipandovi personalmente o, se impossibilitati, con la preghiera. Preghiamo anche perché il Signore voglia presto darci Santi Pastori che possano guidare i fedeli in questa epoca di smarrimento, di confusione e di empietà e sostenga quelli che si espongono con parresìa.

Per la nostra formazione, proseguiamo nella lettura di San Cirillo di Gerusalemme. Anche oggi il testo potrà essere scaricato in formato pdf cliccando qui; in tal modo potrete costituire e conservare la vostra biblioteca di letture di formazione.

11 commenti:

mic ha detto...

Proprio adesso sono di nuovo collegata. Guasto di zona e disservizio prolungato con problemi saltuari anche al cellulare... Grazie e E.P. per aver tenuto il fronte e rieccoci!
Deo gratias e avanti.

Luisa ha detto...


I ponti tra la comunità lgbtiqecc e la Chiesa nel libro di padre Martin , il molto gay friendly gesuita nominato da Bergoglio consulente del Segretariato vaticano per le comunicazioni, libro con un’introduzione firmata dal cardinale Kevin Farrell che il papa argentino ha scelto nell’agosto del 2016 per guidare il nuovo dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

http://ilsismografo.blogspot.ch/2017/07/stati-uniti-james-martin-omosessualita.html#more

Anonimo ha detto...

Occorre riparare anche l'uccisione di Charlie:

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/07/28/il-piccolo-charlie-e-morto_a13948ba-7257-407a-9a3c-f441eb137b2a.html

tralcio ha detto...

E' morto Charlie Gard.
E' morto un bambino malato.
E' morta la pietà.
E' morta la cultura giuridica.
E' morta la cultura occidentale.
E' morta la cura medica.
E' morta la cura pastorale, dato che certi pastori sono come morti.
Quanti morti, ma un'anima innocente oggi è in Cielo.
Charlie è vivo, tra gli angeli.
Charlie ha incontrato la Mamma celeste.
Charlie è nella casa del Padre.
Charlie è oggi quello che il mondo non ha voluto che fosse.
Il principe di questo mondo è omicida (e falsario) fin dal principio.
Chi lo serve, anche ecclesiasticamente, ha lui per signore.
Ma la vita è in un regno che non è di questo mondo.
Charlie è cittadino di quel regno, non più tra noi umanamente assoggetati agli zombies.
Charlie dialoga con l'Eterno, mentre chi dovrebbe annunciar l'Eterno dialoga con il mondo.

Anonimo ha detto...

- L'ostinazione dei perversi
L'uomo perverso, anche quando è vinto dall'evidenza della verità, non cede e si ostina senza ragione, per dispetto, per ira, e per reazione interna. Non discute più, perché è sconfitto, ma non vuole cedere, perché la verità e l'evidenza più lo accendono d'ira!

[Brano tratto dal libro “La Sacra Scrittura”, volume II, Esodo - Levitico, Don Dolindo Ruotolo, Apostolato Stampa]
http://cordialiter.blogspot.it/2017/07/pensiero-del-giorno-lostinazione-dei.html

Anonimo ha detto...

« Lo Stato deve essere padrone della morte, deve uccidere per mantenere vivo e sano l'organismo sociale. »
("Il diritto di morte" di Adolf Jost)

Ora il piccolo Charlie è in paradiso.

Ucciso da medici perché non poteva guarire, ucciso da coloro che dovrebbero curare i malati, anche inguaribili, sulla base di una loro decisione, consacrata da giudici ed ecclesiastici di alto rango.
Chi non può guarire deve morire. Nel suo interesse. Per la sua dignità. Non è dignitosa la vita di un malato grave. Non è dignitosa la sofferenza. Quanti vecchi malati gravi verranno uccisi, dato che la loro prospettiva è la morte e più vecchi sono più la loro “inguaribilità” è conclamata ? Quanti malati gravi “inguaribili” verranno uccisi ?
La vita umana non è sacra. La nostra vita non ha origine in Dio, non ci è stata data a sua gloria. Non appartiene a Dio. Appartiene a noi. Non ha come fine di conoscere, amare e servire Dio, in questa terra e goderlo dopo. Bene infinito e nostra eterna felicità. Ha come fine la nostra realizzazione nel mondo. Cibo, vacanze, amicizie, sport, cultura, divertimento, “ammmmore” (con uno o più d’uno, dello stesso sesso e specie o di altri sessi e specie, ora anche vegetale, apprendo), autorealizzazione lavorativa e anche “spirituale” (filantropia, yoga e volemosebene alla cena domenicale, che siamo dei ).
Lo chiamano “benessere”. E se non puoi stare “bene”, se soffri, se non sei prestante, se devi essere assistito, la tua vita non è più degna di essere vissuta. Il tuo interesse ti suggerisce di farti uccidere senza dolore né coscienza. Dolce morte la chiamano. E se ti ostini a non volere che ti uccidano, qualcuno, deciderà che tu non sei in condizioni di fare il tuo interesse, e pietosamente ti ucciderà. I tuoi parenti, se decideranno di tenerti in vita, quando sarai senza coscienza, mostreranno il loro egoismo e sadismo. E lo Stato deciderà al posto loro.
L’uomo che si crede Dio. Che “fabbrica” la vita in laboratorio, selezionando le vite degne di essere vissute e scartando le altre, e che in laboratorio le spegne, quando non sono più degne.
Il bene chiamato male e il male chiamato bene.

Charlie è in paradiso, ormai. Noi siamo precipitati nelle tenebre dell’inferno.
Prega per noi, piccolo Charlie.

Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, parce nobis, Dómine.
Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, exáudi nobis, Dómine.
Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, miserére nobis.

Iesu, mitis et húmilis Corde.
Fac cor nostrum secundum Cor tuum.

Anna

Anonimo ha detto...

NELLA CHIESA DI BERGOGLIO LA BONINO PONTIFICA DAL PULPITO E IL CROCIFISSO E IL TABERNACOLO VENGONO OCCULTATI (siete proprio sicuri che tutto questo è normale e che va tutto bene?)
(Antonio Socci)

Anonimo ha detto...

Lode a Maria
30 luglio - Edicole e visite mariane
"Nelle tue mani, o Maria, stanno i tesori della divina misericordia. Non si chiuda mai la tua mano, perche' lo splendore della tua gloria, lungi dall'oscurarsi, aumenta quando i penitenti, giustificati dal perdono, sono assunti alla gloria".
Amen. Ave Maria!
(Ugo di S. Vittore)
Da Ogni giorno una lode a Maria , Casa Mariana - Santuario Madonna del Buon Consiglio - Frigento (AV) 1987.

Anonimo ha detto...

“Che io ti cerchi desiderandoti e ti desideri cercandoti. Che io ti trovi amandoti e ti ami trovandoti.”
Sant’ Anselmo d’Aosta

Anonimo ha detto...

29 LUGLIO 2017 Olimpiadi dei sordi, lo straordinario Inno di Mameli delle pallavoliste italiane "Fratelli d'Italia / L'Italia s'è desta". Nella lingua dei segni l'Inno di Mameli è ancora più emozionante, soprattutto se a interpretarlo sono le pallavoliste che hanno vinto l'argento ai Giochi dei sordi, svoltesi a Samsun in Turchia. Le azzurre sono riuscite ad arrivare in finale e si sono piegate solo davanti al Giappone, che si è imposto per 3-0. L'inno delle ragazze italiane è stato pubblicato, su Twitter, da Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico https://video.repubblica.it/sport/olimpiadi-dei-sordi-lo-straordinario-inno-di-mameli-delle-pallavoliste-italiane/281961/282562

Anonimo ha detto...

Senza entrare nel merito , senza giudicare , solo a titolo di cronaca : c'e' chi da' , c'e' chi toglie , se Dio vuole si fara' .
http://www.lametino.it/Ultimora/vescovo-esautora-fondazione-natuzza-evolo.html