lunedì 30 maggio 2016

A Putin riservato il trono degli Imperatori bizantini sull'Athos

«Segni dei tempi»
Per la celebrazione dei 1000 anni del Monachesimo russo, il presidente Vladimir Putin è in pellegrinaggio sul Monte Athos e si è recato a Karyes,  che ne è il centro amministrativo, ricevuto da tutti gli Igoumeni. Lo ha accolto il suono delle campane, un onore mai tributato ad un capo di stato. Per gli Ortodossi (e forse non solo per loro e senza esagerazioni ma con realismo), oggi Putin appare come il katechon menzionato da San Paolo.

Clicca sull'immagine per ingrandire
I monaci gli hanno anche riservato il “trono”, il baldacchino destinato ai vescovi e, un tempo, agli imperatori (immagine a lato: Putin visibilmente emozionato), intonando inni, dal Xristòs Anésti al Ti ipermacho stratigo (Al generale che vince tutte le battaglie) e gli hanno fatto dono di una icona del “Cristo in trono”, onore anch'esso riservato ai vescovi. 

Maggiori informazioni da Katehon:
Sia il governo russo che la Chiesa russa hanno ora bisogno di sostegno spirituale da parte dei Monaci dell'Athos. Lo Stato trattiene la marea del liberalismo occidentale senza Dio, che aumenta la pressione sulla Russia in ogni direzione e in modo inequivocabile minaccia di aprire un conflitto militare. La Chiesa è impegnata in una guerra spirituale, e si prepara ad affrontare la tendenza ecumenica e Riformista in occasione del prossimo Concilio pan-ortodosso di fine luglio. (traduzione nostra)

23 commenti:

Francesco ha detto...

Onestamente, di tutto ciò che fa una chiesa scismatica ed eretica deve interessarci poco. La Madonna, con i suoi messaggi e le sue profezie, appare ai cattolici, non agli ortodossi. Cristo ha fondato la Chiesa cattolica. La confessione "Ortodossa" è nata da volontà umana come costola staccatasi dal cattolicesimo. Nel Credo si parla di Chiesa cattolica, cioè la nostra. I santi padri appartenevano alla Chiesa cattolica, cioè alla nostra. Gli ortrodossi possono fare e credere quello che vogliono, ma la loro religione, che è una reliquia del passato, un errore della storia, non vale più di quella protestante, ebrea o mussulmana. Come diceva dom Prosper Gueranger, l'ortodossia è una chiesa morta, che vive di fronzoli, broccati e ori per nascondere il nulla che cova al suo interno. Scusate se appaio eccessivo, ma bisogna mettere la cose in chiaro.

irina ha detto...

Forse neanche lui se lo aspettava questo onore. Preghiamo affinchè rimanga umile e lucido.

Walter ha detto...

Ho sentito dire che in un recente incontro con Bergoglio, Putin volesse consacrare la Russia al cuore immacolato di Maria (vedi Fatima). Lui, credo per poca fede, ha risposto picche!

Anonimo ha detto...

massoni che costruiscono chiese

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/30/massoneria-a-trapani-500-iscritti-in-19-logge-potere-parallelo-in-grado-di-inquinare-la-gestione-della-cosa-pubblica/2779621/

Luisa ha detto...

Qui invece una riflessione su quel che succede nella nostra Chiesa cattolica... è di colui che si firma su Rorate Coeli "padre PIO PACE" , Rorate Coeli sottolinea che è un chierico non solo saggio ma influente, reagisce all`Amoris Laetitia e alle ultime esternazioni di Gänswein:


"Pio Pace on latest Roman Comments on the Bizarre Dual Papacy"

http://rorate-caeli.blogspot.com/2016/05/exclusive-op-ed-pio-pace-on-latest.html

Tradotto in francese da Béatrice:

http://benoit-et-moi.fr/2016/actualite/une-papaute-elargie.html

Anonimo ha detto...

Va bene, sarà una chiesa morta, ricoperta di ori e broccati, ma almeno in alcuni suoi capi dice apertamente quello che la cc non dice per non dispiacere ai capi che tutto ordinano, Putin sarà quel che sarà,ma sfido chiunque a vedere i nostri cari leaders europoidi a fare cose del genere......in Vaticano poi si premiano Gere e Clooney, 2 campioni di cristianità, non c'è che dire poi el jefe dice che è incosciente, ma che fare il papa gli piace,e non ci pensa a dimettersi.......a chi vuol capire......intanto Renzie si adonta per chi osa pronunciare la parola invasione, ah, se non è invasione che è, vacanza pagata? 2 anni per distruggere la Grecia? Ma lo è già annientata, stanno già preparandoci il patibolo e noi boccaloni stiamo a sentire a bocca aperta.........EEG piatto come il mare di Sicilia, venghino, venghino pure, cari fratelli, carne e sangue ci succhieranno, ma lui dice essere Cristo in persona, altro che eresie, blasfemie in libertà adesso poi che arriva Christoph, Mueller se ne può tornare a casa con la coda tra le gambe, a me dà l'impressione di fare tutto per far dispetto al/ai predecessori, sarò maligno, ma ci si azzecca sempre. Anonymous.

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno ciò che dice il signor Francesco. Anzi proporrei ai siti tradizionalisti, che da qualche giorno a questa parte ci propinano queste notizie amene, di darsi una calmata : Eugenio IV ha già espresso il suo parere definitivo durante il concilio di Firenze. Il filoortodossismo è una brutta malattia, il cui fine è distruggere l'amore per il carattere romano della Chiesa Cattolica.

irina ha detto...

Parlo per me, saper riconoscere la persona oggi non contaminata dalla pesteidiozia è capacità da ammirare in chi la possiede.Ed è parimente da ammirare chi è stato in grado di evitare il contagio.

viandante ha detto...

Scusatemi ma credo che da buoni cattolici non ci possiamo per nulla disinteressare di quel che capita nel mondo ortodosso. Non fosse altro perché se la Russia fosse consacrata, come richiesto a Fatima, si convertirebbe.
Ma non solo, ricordiamoci che anche il popolo d'Israele fu spesso castigato per mano di popoli pagani e noi, che sicuramente un castigo ce lo meritiamo, per mezzo di chi saremo castigati? Magari proprio dai russi. Forse anche da turchi e musulmani. Per tacere degli "alleati occidentali".
Infine un'ultima annotazione: per eretici e scismatici che possano essere, i loro sacramenti pur illegittimi, sono validi, le ostie consacrate dai loro sacerdoti, rappresentano veramente il Corpo e Sangue di Cristo. E al di là di tutte le disquisizioni teologiche, che hanno certamente il loro valore (ci mancherebbe!), come vi comportereste di fronte ad un'ostia consacrata rinvenuta per terra davanti ad una chiesa ortodossa?
Facciamo quindi attenzione che il paragone coi protestanti non regge e anche quello con gli ebrei non è migliore. Quello coi musulmani per niente.
Se non sappiamo fare queste distinzioni siamo peggio di elefanti in una gioielleria!

irina ha detto...

letto articolo di Padre Pio Pace, chiusura è misteriosa.

mic ha detto...

Se non comprendo male, la conclusione di Pio Pace sostiene che col papa in vita non si può contraddire il suo insegnamento e che Ratzinger non si asterrebbe dal parlare (porta l'esempio della smentita su Fatima, che in realtà contraddice diverse sue dichiarazioni passate, il che potrebbe invece far pensare ad una iniziativa del Vaticano).
Ma, visto che non ha fatto commenti sul'AL, significa che la condivide? Personalmente non lo credo. Si è imposto il silenzio e lo mantiene. E, del resto, se è vero che sue osservazioni avrebbero un grande peso morale, non credo che il carrozzone meditatico che accompagna il successore le avallerebbe. Abbiamo l'esempio di quando era regnante, figuriamoci adesso.
Purtroppo gli effetti nefasti del magistero liquido sopravanzano qualunque intervento.
Ci vorrebbe una contestazione seria e autorevole e pubblica.

irina ha detto...

mic,l'ultimo paragrafo dove sono citati Caffarra e Pio XII.

max ha detto...

La Vergine ha scelto il suo soldato per spazzare via l'impero del male.

mic ha detto...

Sì Irina, ho visto poco fa. Avevo letto in fretta su Benoit et moi il primo articolo

hai ragione la chiusura è misteriosa. Ne riparleremo

Rr ha detto...

Riferire una notizia sul Capo di Stato della Russia non significa fare l' apologia degli Ortodossi.
Personalmente poi preferisco vedere Putin sotto un baldacchino onorato come un imperatore bizantino che vedere il VdR fare lo scemo in Piazza S.Pietro ad un passo dalle tombe di S.Pietro stesso e dei grandi Papi del passato.
Per non parlar del "negher" che ci sopportiamo da otto anni ( grazie a Dio il 31 dicembre finisce il mandato).

Anonymous,
come sai siamo almeno in due ad esser maligni. Ora pare che non andrà al Congresso eucaristico nazionale a Genova perché Bagnasco, come Scola, gli sta sui maroni. Ma che razza di uomo e', a comportarsi cosi a quasi 80 anni? Proprio un gran " vir probatus" !
O forse il problema sta proprio nel " vir": esserlo o non esserlo, questo è il problema.

Carlo Ferdinando de Nardis ha detto...

Da cattolico mediocremente edotto ti rispondo:
Il cristianesimo ortodosso è scismatico, non eretico. Lo scisma non è nemmeno mai formalmente avvenuto: le reciproche scomuniche del 1054 non potevano creare uno scisma, non essendoci stato un concilio ed essendo morto il papa di Roma nel cui nome avvenivano le scomuniche. E' piuttosto un allontanamento progressivo tra la chiesa latina e quelle greche.
Tutte e due le chiese si considerano universali e portatrici della giusta dottrina: per questo tutte e due si proclamano sia cattoliche che ortodosse. La denominazione di uso comune è venuta a posteriori.
Il Credo cattolico e quello ortodosso proclamano ugualmente una Chiesa "una, santa, cattolica e apostolica" (e, tra l'altro, l'uso del Credo nella liturgia si affermò in Occidente molto tardi, mentre era normalità in Oriente).
I Santi Padri appartenevano alla Chiesa, in un periodo in cui la dottrina ancora non era stata del tutto fissata (e dunque non si pensava nemmeno alla contrapposizione tra chiese orientali ed occidentali). Il "grande scisma" era di là da venire e anche la questione del primato romano non era stata posta. La dottrina del "filioque", unica differenza dottrinale, ancora era dibattuta (e lo sarebbe stata per un pezzo).
Tale è la vicinanza, più che la separazione - al di là di Weltanschauung e liturgia - che un sacramento amministrato da un sacerdote ortodosso è valido per un cattolico e vice versa.


Intervengo in maniera diversa sulla seconda parte del tuo commento: come fai a dire che una religione è "una reliquia del passato, un errore della storia"? Prima di tutto, per chi, come me è nella Vera Fede Cattolica, qualcuno che condivide la mia stessa fede, a parte il primato papale e una differenza dottrinale combattuta, è molto più vicino a me e alla Verità di qualunque altra religione.
Poi, con la tua stessa fallace argomentazione, si potrebbe dire che il rito dell'Eucarestia stessa, visto che avviene da duemila anni con le stesse parole è "una reliquia del passato"!
I "fronzoli, broccati e ori" che nascondono il nulla sono per gli orientali la Tradizione della Liturgia, quella stessa che Dom Prosper Guèranger cerca di salvare dal modernismo con la riscoperta del canto medievale romano. Dom Prosper lo fa con un'operazione (ora superata dagli studi, ma comunque encomiabile) di ritorno a una presunta semplicità medievale, in particolare nel canto gregoriano. Egli, con il movimento di Solesmes, era però il più grande nemico della distruzione della liturgia che avveniva per ignoranza, faziosità già nell'ottocento e che peggiorò notevolmente nel dopo concilio.
E in ogni caso, per quanto possa dire Dom Prosper, molti sono i riti, la fede è una. Al fianco del rito ordinario cattolico, i molti riti delle chiese uniate sono identici ai loro omologhi ortodossi, e loro, cattolici come noi, hanno fronzoli, i broccati e gli ori, e un'integrità liturgica e simbolica che noi abbiamo perso per inseguire presunti ammodernamenti.

Per chiarificare bisogna innanzitutto provvedersi di luce.

Pietro C. ha detto...

"Come diceva dom Prosper Gueranger, l'ortodossia è una chiesa morta, che vive di fronzoli, broccati e ori per nascondere il nulla che cova al suo interno. Scusate se appaio eccessivo, ma bisogna mettere la cose in chiaro."

Rispetto tutte le opinioni ma questa puzza di rancindo!
Scendi dal tuo scranno e inizia a confrontarti con la realtà. Rispetto chi ama la Chiesa cattolica romana (anche se la vera romanità parlava sia greco sia latino, non solo latino!) ma definire "chiesa morta" una chiesa più che vivente (seppur "scismatica" per alcuni) è una grande idiozia.

lister ha detto...

"Personalmente poi preferisco vedere Putin sotto un baldacchino onorato come un imperatore bizantino che vedere il VdR fare lo scemo in Piazza S.Pietro ad un passo dalle tombe di S.Pietro stesso e dei grandi Papi del passato.
Per non parlar del "negher" che ci sopportiamo da otto anni ( grazie a Dio il 31 dicembre finisce il mandato)."

Sottoscrivo in pieno. Grande Rosa!!

Anonimo ha detto...


@ Gli "ortodossi" sono scismatici ma non eretici?

Qualche domanda, per capire:

1. Chi si separa dall'unica vera Chiesa di Cristo perche' nega scientemente il Primato petrino, oltre che scismatico, non e' anche eretico? Negare il primato non e' eresia?
2. La faccenda del "filioque" come e' andata a finire? Si tratta di una divergenza dottrinale da poco? Non sembrerebbe, dal momento che conduce a concepire in modo differente il ruolo dello Spirito Santo rispetto alla figura di Cristo. Se non e' eresia, non c'e' comunque errore dottrinale?
3. Gli "Ortodossi" credono nell'esistenza del Purgatorio?
4. Ci sono poi le differenze nella morale concretamente applicata: l'ammissione del divorzio, per esempio. Il matrimonio ammesso, entro certi limiti, anche per gli ecclesiastici. (Il cesaropapismo, la sudditanza al potere politico).

Non sembrano differenze da poco. Ne' errori da poco.
Notazione a margine: "Papa di Roma" per indicare il Papa lo dicono i musulmani e, appunto, gli "Ortodossi", scismatici ed eretici. A. P.

Anonimo ha detto...

3. Gli "Ortodossi" credono nell'esistenza del Purgatorio?
Alla mera esistenza sì. Circa il fatto che vi si soffra o che sia solo una "sala d'attesa", è considerata libera opinione.

Anonimo ha detto...

..."carattere romano della Chiesa Cattolica"... Purtroppo da un qualche tempo mi riesce difficile vederlo, spero di essere io incapace di riconoscerlo.

mic ha detto...

....
Ma al di là delle opinioni personali io non ho alcuna intenzione di “santificare” Putin ma di raccontare una lettura molto diffusa della sua posizione in una analisi storica che non prende come riferimento la politica, ma segni e narrative metapolitiche. In questo quadro, mentre solo tre giorni dopo durante l’inaugurazione del tunnel del San Gottardo veniva messa in scena una rappresentazione demoniaca con caproni e anime che si trasformano in scarabei, in un mare di indemoniati mezzi nudi, fa di sicuro impressione vedere Putin arrivare sull’Athos e inchinarsi dinanzi all’icona della Vergine. Ora, uno non potrebbe neppure dire: “lo fa per conquistare consensi”, perché quali consensi può conquistare chi si mette nettamente “all’opposizione”? Chi sposa la fede della “minoranza”? Chi si espone al ludibrio di agnostici e laicisti? Chiediamocelo. Ma soprattutto riflettiamo un po’ sulla teologia della storia, ossia sulla possibilità che, al di là del peccato dei singoli uomini, essi partecipino alla scrittura di una storia che va verso una direzione a noi già nota.
(Francesco Colafemmina)

Biagio Ricciardi ha detto...

Personalmente penso che la Chiesa Ortodossa per quanto ancora purtroppo considerata scismatica è l'unica che ha sacerdoti e vescovi validamente ordinati, mantiene lo stesso Credo ad accezione del Filioque, mantiene i sacramenti etc,Il venerato a mai sufficientemente lodato San Giovanni Paolo II ha più volte ribadito che la Chiesa deve respirare con i suoi due polmoni Oriente ed Occidente. Il problema vero è che noi occidentali stiamo perdendo la FEDE in Cristo e ci stiamo facendo travolgere da tutta una serie di libertà che libertà non sono e che ci stanno svuotando!!!!! La Chiesa Ortodossa NO ! Questo è un dato di fatto e va riconosciuto.
Aggiungo che un paio di anni or sono ero a Bari per lavoro e sono andato alla Basilica Santuario di San NIcola, sulla piazza vedo una bella statua di bronzo di San Nicola con tutti i paramenti di Patriarca Ortodosso e la scritta "dono di Vladimir Putin Presidente della Federazione Russa", vado al tesoro e tra le tante cose osservo due Candelieri molto belli con la scritta dono di "Vladimir Putin" cioè Suo dono personale.La Russia in questo momento sta comportandosi per come previsto nel "17 dal secondo segreto di Fatima " Se il Santo Padre consacrerà la Russia al Mio Cuore Immacolato alla fine il Mio Cuore Immacolato Trionferà
Ritengo che queste cose vanno serenamente meditate