martedì 17 maggio 2016

Athanasius Schneider: “L’Unione Europea è divenuta una Unione Sovietica occidentale”

L’Amoris Laetitia di Papa Francesco ha bisogno di una urgente nota interpretativa, la famiglia naturale è sotto attacco, non dissociare mai misericordia dalla giustizia. Sono gli affondo di Monsignor Athanasius Schneider in questa intervista. Monsignor Schenieder, puntuale teologo, è Vescovo ausiliare nella Diocesi di Maria Santissima in Astana (Kazakhstan), dove lo abbiamo contattato.

Eccellenza, possiamo dire che la famiglia in senso naturale e cristiano oggi è sotto attacco?
“L’attacco alla famiglia in senso naturale e secondo la Sacra Scrittura, è palese e non ha bisogno di ulteriori elementi di prova. L’attacco ha raggiunto dimensioni globalizzanti, secondo i piani strategici di una ideologia promossa dai più potenti organismi politici del mondo occidentale, come ONU e Unione Europea, divenuta una sorta di nuova Unione sovietica occidentale ”
La dottrina cattolica è soggetta a cambiamenti?
“La dottrina cattolica è quella rivelata nella Parola Divina scritta e oralmente trasmessa, un tesoro Divino consegnato al Magistero della Chiesa per essere fedelmente custodito, trasmesso, spiegato e difeso, secondo lo stesso pensiero e lo stesso significato vigenti nelle generazioni precedenti. Il Magistero (cioè il Papa e tutto il corpo del episcopato) non ne è l’autore, né il proprietario, tanto meno il padrone. Al contrario, il Magistero è soltanto il servitore, perché non è al di sopra della verità della Parola scritta e trasmessa (cf. Concilio Vaticano II, Dei Verbum, 9), è soltanto l’ amministratore di un bene Divino, sul quale deve rendere rigorosamente conto davanti al Padrone, che è Cristo, Verità Eterna. Il Magistero sarà fino alla fine del tempo sempre esposto all’attacco contro questo tesoro da lui amministrato. Questo attacco proveniva, proviene e proverrà prevalentemente dall’interno della Chiesa, da parte di coloro che con il pretesto di una più profonda conoscenza e di una libertà di giudizio , di discernimento della coscienza, e di un adattamento alla mentalità del mondo contemporaneo, falsificano questo tesoro della fede cattolica, comportandosi nei suoi confronti come padroni. La più grave e allo stesso tempo la più pericolosa tentazione dei detentori del Magistero della Chiesa, consiste appunto nel volere disporre del tesoro Divino della verità cattolica come essi fossero il padrone: o secondo le proprie preferenze ideologiche o per gradire al mondo e ricevere applausi da parte degli uomini e dei potenti del mondo “.
Amoris Laetitia : che valutazione si può dare al documento e in particolare al cosiddetto caso per caso? Esiste la possibilità di una lettura e prassi relativista?
Amoris Laetitia contiene molte indicazioni utili e spiritualmente profonde, soprattutto per la vita pratica e quotidiana nel matrimonio e nella famiglia. D’altra parte, Amoris Laetitia contiene, purtroppo, delle espressioni oggettivamente ambigue che si prestano ad interpretazioni erronee e persino contrarie alle verità immutabili della fede cattolica. Tali interpretazioni erronee, con conseguenti applicazioni pratiche, già si realizzano da parte di laici, preti e vescovi. Ci sono delle formulazioni nell’Amoris Laetitia, soprattutto nel VIII capitolo, che lette con buon senso e onestà intellettuale, difficilmente sono interpretabili secondo l’immutabile dottrina cattolica. Si può prendere soltanto un esempio, quando si parla di “fedeltà” in un’unione “irregolare”, cioè in un’unione adulterina, “fedeltà” in uno stile di vita che contraddice gravemente il Comandamento di Dio, l’indissolubilità del matrimonio e la sacralità del sacramento. Non possiamo negare l’evidenza di alcune espressioni ambigue nell’Amoris Laetitia nascondendo la testa sotta la sabbia. Tale comportamento sarebbe insincero ed indegno. Dio non ha ci dato il permesso di poter trasgredire Suo Comandamento e quindi offenderLo, nemmeno in un solo caso. Dio non ha detto: “Non commettere adulterio, ad eccezione in un caso particolare” Non si può scherzare con i Comandamenti di Dio, né con la sacralità del vincolo indissolubile del matrimonio, né con la santità incommensurabile dell’Eucaristia, nemmeno in un solo caso”.
E’ indispensabile un chiarimento interpretativo?
“Un chiarimento interpretativo autentico dalla parte della Sede Apostolica è senza alcun dubbio indispensabile, c’è persino il periculum in mora, il pericolo nel ritardo.”
Immigrazione: la carità secondo lei da dove inizia?
“La carità e l’obbligo di cura cominciano per primi verso quelli chi ci sono i più prossimi. Il padre della famiglia non può accogliere figli altrui con la conseguenza di danneggiare i propri. Un tale comportamento sarebbe contro la legge naturale e creerebbe una situazione di ingiustizia, di confusione e di conflitto”.
Esiste un rischio di islamizzazione dell’Europa?
“Non esiste soltanto un rischio di islamizzazione dell’Europa. L’islamizzazione dell’Europa è in pieno sviluppo, orchestrata in modo più o meno aperto da parte dai vari organismi politici.”
La misericordia di Dio è incondizionata o ha bisogno del riconoscimento del peccato e della giustizia?
“Non ci può essere un contrasto tra giustizia e misericordia Divina, tra la verità del perdono e la soddisfazione e riparazione del male commesso. La Sacra Scrittura ci dice “la misericordia e la verità s’incontreranno” (Sl 85, 11). Secondo san Tommaso d’Aquino l’opera della giustizia Divina presuppone sempre l’opera della misericordia, la quale a sua volta si basa sulla giustizia (cf. Summa theol., I, 21, 4). Il dottore Angelico dice che persino le punizioni Divine sono allo stesso tempo un’opera della misericordia e della giustizia, poiché Dio ricompensa il penitente oltre suoi meriti e punisce l’impenitente in misura minore di ciò che lui merita. Papa Giovanni Paulo II ci ha lasciato luminosi insegnamenti su questo tema, dicendo che una “generosa esigenza di perdonare non annulla le oggettive esigenze della giustizia. In nessun passo del messaggio evangelico il perdono, e neanche la misericordia come sua fonte, significano indulgenza verso il male, verso lo scandalo, verso il torto o l’oltraggio arrecato. In ogni caso, la riparazione del male e dello scandalo, il risarcimento del torto, la soddisfazione dell’oltraggio sono condizione del perdono” (Enciclica, Dives in misericordia, 14). L’autenticità della misericordia e del perdono presuppongono un vero pentimento e una volontà seria di riparare il male commesso, ciò significa una fedele collaborazione con la grazia, sia nel pentirsi sia nel riparare il male. San Giovanni Paolo II ha detto: “La Chiesa ritiene giustamente come proprio dovere, come scopo della propria missione, quello di custodire l’autenticità del perdono” (Enciclica, Dives in misericordia, 14).
[Fonte]

68 commenti:

Luisa ha detto...


“Non esiste soltanto un rischio di islamizzazione dell’Europa. L’islamizzazione dell’Europa è in pieno sviluppo, orchestrata in modo più o meno aperto da parte dai vari organismi politici.”


Ma no, Monsignor Schneider, lei non ha capito, lei non ha ragione, ascolti il papa che ci dice che non bisogna aver paura dell`islam, che le donne devono poter portare il velo...come i cristiani "indossare la croce", che non dobbiamo aver paura dell`islam, beh è vero che è conquistatore ma non lo era forse anche Cristo quando ha inviato gli apostoli per il mondo?

Quel che ha detto Bergoglio ai giornalisti della Croix è talmente enorme, così scioccante che mi viene solo da dire e presupponendo che il Vangelo lo abbia letto:
ma ha letto il Corano ?

Come può un papa paragonare il Corano al Vangelo?
Cristo ha forse inviato gli apostoli per uccidere, massacrare, tendere tranelli, sottomettere gli "infedeli"?
Cristo ha forse lui stesso, come Maometto, preso le armi e condotto battaglie sanguinose e mortifere?

Qui non siamo più alla semplice ignoranza già grave in sè, non saprei come qualificare l`ultimo exploit di Jorge Bergoglio, mi astengo.

mic ha detto...

Siamo alle solite. Una intervista a La Croix non è di certo magistero e allora cardinali vescovi e sacerdoti si sentono autorizzati a non intervenire...
Ma non si può tacere quando un papa, con la valenza morale delle sue affermazioni, soprattutto se sbandierate urbi et orbi da un'agorà mediatica internazionale, fa certe esternazioni che nessuno smentisce.
In questo caso, a prescindere dall'abominevole avallo del suicidio dell'Europa, quella nei confronti del Signore non è neppure una eresia, è una bestemmia!
Vade retro!

mic ha detto...

Almeno qualcuno che smentisca clamorosamente...

Annarè ha detto...

Mi pare che Bergoglio stia sempre più affrontando a spada tratta il buon Dio, lo sta tentando, vuole vedere fino a dove può arrivare nell'offenderlo, nel portargli via le anime, nell'avvilire i suoi figli, nel disprezzare sua Madre. Temo che i tempi siano sempre più vicini, se non si svegliano i prelati e decidono di dimetterlo per eresie, dovrà pensarci il buon Dio.

irina ha detto...

Le nostre preghiere siano cespugli di rosa canina intorno a mons. Schneider.

Anonimo ha detto...

http://www.tempi.it/basta-sanzioni-alla-siria-e-ai-siriani#.Vzq83pGLTIU

Anonimo ha detto...


@ Periculum in mora - si avvicina l'ora della verita' per mons. Schneider

Perdura il silenzio di Papa Bergoglio di fronte alle richieste di chiarimento avanzate da mons. Schneider. Et pour cause. Restando in silenzio il Papa, che cosa fara' mons. Schneider? Non e' che possa aspettare per mesi. Il tempo vola, l'autodemolizione della Chiesa sta procedendo con ritmo sempre piu' accelerato, Bergoglio sta dando persino l'impressione di esser un vero e proprio adepto dell'islam, uno che vuole farci diventare tutti maomettani. Se entro questo maggio il Papa non avra' chiarito nulla, mons. Schneider dovra' gia' dai primi di giugno far onore al suo nome proprio - Atanasio - e intervenire nel merito delle ambiguita' del documento papale, proclamandone urbi et orbi l'incompatibilita' con la retta dottrina cattolica.
Molto probabilmente si ritrovera' isolato, come a suo tempo mons. Lefebvre e mons. De Castro Mayer. Preghiamo per lui, perche' il coraggio finora dimostrato continui a sostenerlo, con l'aiuto dello Spirito Santo. E' di fondamentale importanza che si manifestino voci qualificate di dissenso nella Gerarchia nei confronti dell'impostazione "riformista" prodottasi a partire dal Vaticano II. Tale dissenso impedisce l'esistenza di un magistero ordinario comune al Papa e a tutti i vescovi dispersi per il mondo sui temi oggetto di "riforma", magistero comune che costituisce il presupposto dell'infallibilita' del magisterio ordinario. Per questo e' stato fondamentale per l'avvenire della Chiesa (oltre naturalmente che per la salvezza delle anime) il mantenimento della Messa OV o Tridentina: esso ha impedito la vittoria della Messa fabbricata a tavolino da Papa Montini, ha mantenuto aperta la questione liturgica, ed ora, dopo il noto intervento di Benedetto XVI, permette di configurare una controffensiva del vero rito cattolico contro quello artificioso del NO. Parvus

Anonimo ha detto...



"In questo caso, a prescindere dall'abominevole avallo del suicidio dell'Europa, quella nei confronti del Signore non è neppure una eresia, è una bestemmia!
Vade retro!"

Se lo scrive MIC che Bergoglio è reo di bestemmia ereticale, va bene, se lo scrivono altri scatta la censura.

E allora dico io: "Per fortuna lo scrive Lei no?"

Che sia la volta che ci si sveglia????

Per il resto i fatti parlano chiaro: tutti i preti, vescovi e cardinali muti....
al massimo dal Kazakistan si invoca la nota previa....

Amen

mic ha detto...

Anonimo,
Ora stiamo raschiando il fondo. Ma la mia reazione arriva dopo un'affermazione obbiettivamente assurda oltre che grave.
Se passassi tutti i commenti sfogatoio-anatemizzanti questo sarebbe il blog delle geremiadi e non della denuncia insieme agli elementi edificanti e al ragionamento costruttivo...

Anonimo ha detto...


@ E non solo delle geremiadi, peraltro anonime, in genere

Sarebbe anche il blog dei sedevacantisti, i quali credono di risolvere tutto proclamando democraticamente che la Sede e' vacante. Se non l'hanno proclamata vacante ne' mons. Lefebvre ne' mons. Castro Mayer un motivo ci sara' pur stato. O dobbiamo ritenerli anche loro due "normalisti" ante litteram? Parvus

mic ha detto...

Esattamente, parvus!

Carlo ha detto...

Il punto è che alle persone va bene oggi stare in una Unione Sovietica Occidentale, troppo pigri e senza strumenti intellettuali per combattere la guerra alla coscienza e alla Verità, e quindi alla libertà, proclamata dalle elites internazionalistiche.

Bello il riferimento di qualche giorno fa a Jan Patocka "l'Europa nasce perchè Platone insegna a prendersi cura dell'anima"...quale FATICOSA ASCESI! troppo per materialisti iper-connessi che amano la pace...come "essere lasciati in pace" dalle domande fondamentali che interpellano ciascuno di noi e dalla ricerca di Dio.

Chi invece nel proprio quotidiano, senza tanti frastuoni mediatici nella preghiera e nella carità (quella cristiana, non il piagnisteo buonista del "volemose bbene"), combatte....bhè purtroppo è solo sebbene non "da solo", perchè Dio è con lui/lei e quella persona diventa davvero sale della terra ed è la vera Chiesa, intesa come Corpo di Cristo e Successione Apostolica, non ufficio ecclesiale integrato.

I libri di preghiera antichi, la preghiera alla Madre di Dio, la Fede di sempre, la Sacra Scrittura e gli scritti dei Padri della Chiesa ci guidano nel pellegrinaggio orante e combattente verso la nostra Patria, quella sì che veramente non conosce identità ma neppure meticciati imposti che hanno l'obiettivo di stemperare tradizioni e radici sulle quali costruire le nostre vite e la nostra libertà.

La situazione di oggi fa rimpiangere gli "assolutismi illuminati" di un tempo. Però uscirebbe chi si dimenticasse le parole dell'Ecclesiaste 7, 10-12

10 Non domandare: «Come mai i tempi antichi erano migliori del presente?», poiché una tale domanda non è ispirata da saggezza. 11 È buona la saggezza insieme con un patrimonio ed è utile per coloro che vedono il sole; 12 perché si sta all'ombra della saggezza come si sta all'ombra del denaro e il profitto della saggezza fa vivere chi la possiede.

Quel patrimonio è quello accumulato in Cielo, utile per chi vede il Sole, Cristo, alla cui ombra (riparo) si sceglie di stare come altri scelgono il riparo del denaro (il mondo con le sue opere) e quindi la Morte. La saggezza invece dona la Vita, quella Vera.

Nicola L. ha detto...

Non si contano i preti che quasi ogni giorno mi contattano in vario modo per esprimere angosce e timori. Nella nuovissima intervista ad un giornale francese, papa Francesco paragona la violenza espansionistica islamica con il mandato evangelizzatore di Gesù Cristo. Certamente paragonare il diabolico incitamento all'odio e alla morte contenuto nel Corano, con il dolce mandato di portare ovunque la Lieta Novella del Vangelo è veramente blasfemo. Un prete, scandalizzato, dice che il papa è impazzito. Rispondo: No. papa Bergoglio non è impazzito. E' modernista. Il che è peggio.

Nicola L. ha detto...

"L'Unione Europea è divenuta una "Unione Sovietica occidentale"......E mons. Schneider di Unione Sovietica se ne intende. Non per averne studiata la storia........ma per esserci nato...!

Luigi Rmv ha detto...

Anonimo delle 10,15, veramente Mic non ha censurato il mio commento di ieri notte h. 23,43 nell'altro articolo su Shneider, in cui dicevo di considerare la frase di Bergoglio una bestemmia, forse si è mimetizzata.
Ma è stato passato veramente il segno, l'equiparazione Vangelo/Corano detta in quel modo brutale e superficiale, l'ho sentita da vari 'uomini della strada' che odiano la Chisa, ma detta dal papa è orribile, sacrilego.
Mi fa lo stesso effetto del bacio di Giuda e di questo si tratta.
Dice bene Annare', sembra voler sfidare Dio.

Avrete sicuramente letto sul blog del buon Magister la frase di Bergoglio riportata da un suo adepto (tratto da http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351297):

" Se parliamo esplicitamente di comunione ai divorziati risposati, questi non sai che casino ci combinano. Allora non parliamone in modo diretto, tu fai in modo che ci siano le premesse, poi le conclusioni le trarrò io"....

"Quella di Forte non è una confidenza carpita a tradimento. L'ha detta dal palco del teatro della città di Vasto, di cui è arcivescovo, davanti a una platea gremita. "Tipico di un gesuita", ha poi commentato con un sorriso.

Che ci dobbiamo aspettare da questi custodi del Vangelo?

Luisa ha detto...

Ignoranza ancora, a meno che non lo sia e sarebbe ancor più imbarazzante, Bergoglio ha lodato la politica per la famiglia in Francia che attenuerebbe il problema della denatalità, a meno che Bergoglio pensi all`immigrazione massiccia musulmana che, con il loro numero elevato di figli e la poligamia, il tutto finanziato dallo Stato, e malgrado i 220.000 aborti all`anno, permette alla Francia di avere delle cifre meno catastrofiche di altrove.





Anonimo ha detto...

Ma gli altri euroleaders, lasciamo perdere i nostri burattini, hanno accettato senza battere ciglio che gli USA ci ammollassero le rovine dell'ex URSS, si badi bene, i satelliti morti, di fame ed altro, riempiendoci/li di debiti che mai si potranno pagare, poi i 3 paesi baltici sono praticamente come 3 bombe atomiche sotto al culo e, come dixit Rosa, la esibizione muscolare di Putin alla sfilata di 1° Maya, dovrebbe pur far riflettere, la CEE funziona con al massimo 6/8 paesi, a 27, con l' ulteriore ingresso di paesi mussulmani come Albania, Montenegro e Kosovo è solo gettare un mazzo di fiammiferi accesi dentro ad una tanica di benzina, siamo sull'orlo di una guerra USA - Russia e noi facciamo da sandwich, Obama ci lascia con imposizione di contratti capestri che cancellano la nostra economia, e ci impediscono scambi con altri, mentre Hilary, che verrà eletta, e non ho dubbi, farà scoppiare una guerra fra USA e Russia e noi babbei europoidi a fare da sandwich imbottito di islamici.......ma la gente dorme ed il vdr delira, ah, Ratisbona Ratisbona, quanti rimpianti e dolorose conseguenze non averti ascoltato, ormai è tardi.....Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Per questa Unione Sovietica Occidentale Bergoglio ha recentemente avuto pure un bel riconoscimento come suo promotore. Quindi mons Schneider sta chiaramente dicendo che Bergoglio è promotore di questa situazione drammatica.
Msrco P

gianlub ha detto...

Mic avrebbe ragione di tenere in considerazione coloro i quali come Mons Scheneider operano una critica costruttiva se dall'altra parte (Bergoglio e soci) ci fosse recettività. Ma poichè non è assolutamente questo il caso, ma anzi il suddetto continua ad operare come un rullo compressore conscio che gli resta poco tempo per fare il maggior danno possibile l'atteggiamento di Mic non solo non serve a niente ma diventa pericoloso perchè "fà il gioco" dei nemici di Cristo quali sono Bergoglio and Co.

RR ha detto...

Luisa,
ha veramente lodato la politica francese contro la denatalità ?
ma sta scherzando ?
Credo che solo con De Gaulle ci sia stato un governo francese a favore della natalità, e forse prima della I guerra mondiale, per ragioni militari ed in funzione anti-tedesca.
Ma dall'introduzione dell'aborto, circa 40 anni fa, la denatalità è aumentata in Francia (paese per altro secolarmente alle prese con alta denatalità ed alta mortalità).
Perché per il suo compleanno non gli regaliamo un Bignamino di Storia europea almeno degli ultimi due secoli ?

mic ha detto...

Invece di recriminare con lenzuolate a ripetizione per la mancata pubblicazione, perché non spendete lo stesso tempo ed energie per formulare interventi ragionati e intelligenti?
Ci sarà una ragione se certi interventi li pubblico (e non è questione di conoscerne o meno gli estensori) ed altri no...

mic ha detto...

il suddetto continua ad operare come un rullo compressore conscio che gli resta poco tempo per fare il maggior danno possibile l'atteggiamento di Mic non solo non serve a niente ma diventa pericoloso perchè "fà il gioco" dei nemici di Cristo quali sono Bergoglio and Co.

Il nostro impegno non fa il gioco di nessuno. Dice quello che c'è da dire senza fanatismi o contorcimenti vari. Punto

gianlub ha detto...

Poichè lei resta in "comunione" con questo tizio ne fà il gioco dei "nemici di Cristo". E non la giustifica il fatto che sono i Pastori a dover affermare l'ereticità e quindi la sua "carica" di antipapa.

RR ha detto...

Lupus.
che Hillary venga eletta è ora tutto da vedere. Trump non è più così osteggiato (lascia perdere il JYT, che farà e scriverà quel che Adelson dirà di scrivere, stan sparando gli ultimi colpi) e Sanders non si lascerò far fuori come se niente fosse.
La guerra contro la Russia. i generali non la vogliono perché sanno che le prenderebbero, e se i Polacchi ed I Baltici sono disposti a farsi ammazzare, dubito un po' sui Romeni e Bulgari. Non ce li vedo poi i giovani tedeschi ad imbracciar le armi contro Vladimir, e non parliamo di quelli Italiani o Francesi. E a dire il vero non credo che anche molti Americani sarebbero disposti a morire contro la Russia, sapendo bene che non si tratta dell'esercito di Saddam, e neanche di Daesh, che sta in pedi coi soldi degli USA, Qatar ed Arabia saudita, ma le armi sono occidentali.
Non sarei così catastrofica, anche perchè, grazie a Dio, Vladimir non è Obama e manco Hillary: più intelligente, più colto, più astuto, più freddo. Inoltre non è un Presidente in scadenza o una che, se al Cremlino gira, verrebbe sputtanata con le sue famose "emails" private hackerate, e che pare siano in possesso anche del Servizio segreto russo.

Alfonso ha detto...

Per MIC: avendo notato che in questi "mala tempora" tanti di noi soffrono in solitudine, premettendo che non penso ad una nuova entità istituzionale, ma volendo andare oltre le esternazioni di consolazione, chiedo se non si possa trovare un modo per quelli "viciniori" di incontrarsi e/o tenersi in collegamento per ogni iniziativa che si ritenesse utile intraprendere. Mi pare che un piccolo passo operativo in sede locale sia necessario e ciò potrebbe realizzarsi con l'individuazione di un referente. Spero che se ne possa discutere. Sursum Corda.

mic ha detto...

Alfonso,
Ricevuto. Abbiamo intanto una prima opportunità il 4 giugno prossimo.
Poi pensavo di organizzare una conferenza. Ne parleremo.

Luisa ha detto...

Don Sciortino in un vertiginoso esercizio di arrampicata sugli specchi e di presa per i frondelli dei lettori, perchè pubblichi in copertina proprio quella foto?
Non ne avevi un`altra per illustrare la famiglia?
Ah, ma è per vantare la generosità della AL, la gioia dell`amore in una chiesa che abbraccia tutte le famiglie nessuna esclusa....

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/copertina-famiglia-cristiana-fa-discutere-scoppia-lira-dei-l-1259965.html

mic ha detto...

Dovrò fare un pubblico avviso a parte. Intanto, se chi legge e non ha ancora inviato la sua mail me la indirizzasse con qualche essenziale notizia su di sé a romaperenne@gmail.com potrò cominciare ad inviare qualche comunicazione "interna".

Luisa ha detto...

La Bussola riprende l`intervista di Bergoglio a La Croix e cita senza nulla commentare il passaggio dove Bergoglio paragona, in modo inqualificabile, il Corano e il suo spirito di conquista con il Vangelo.
Ma come può un quotidiano on line cattolico sorvolare su una tale enormità?
Nemmeno porre una piccola domanda? Esprimere sconcerto per quel paragone assurdo?
Tutto normale?
Citare senza commentare, in quel caso è sottoscrivere, non è informare, un media cattolico dovrebbe essere come minimo scioccato da quella frase in particolare, anche se pure il resto meriterebbe di essere commentato e non solo ripreso.

mic ha detto...

@Segnalazione di Luisa. Quoto don Sciortino :

""Non c'è alcun adattamento ai tempi - ha ribadito don Sciortino - ma solo misericordia nell'accogliere e accompagnare le 'famiglie ferite'. E soprattutto c'è l'invito a testimoniare la bellezza del matrimonio, dove anche il sesso è dono di Dio". ""

Fa il solito discorso banalizzante e pressappochista.
Forse nega che il sesso sia un dono (o non piuttosto una pulsione vitale) chi non ne fa un fatto di "consumo" e rimane nell'alveo di una legge fatta per condurre alla vera libertà che non è né licenza né irresponsabile noncuranza?
E non è forse un dono (e un valore), da offrire, anche la verginità?
E la misericordia per le famiglie ferite esclude forse l'impegno perché molte di più evitino di esserlo, facendo conoscere e amare i valori autentici e non le parole accattivanti?

Anonimo ha detto...

«Ma dall'introduzione dell'aborto, circa 40 anni fa, la denatalità è aumentata in Francia (paese per altro secolarmente alle prese con alta denatalità ed alta mortalità)».
Un'affermazione che fa parecchio riflettere ...!
Perché se la Francia, pur essendo secolarmente alle prese con alta denalità e alta mortalità detiene, come ha rilevato l’ultimo rilievo ufficiale dell’Ufficio statistico europeo, il tasso di fertilità più alto d’Europa con 2,01 bambini nati per ogni donna, l’Italia con 1,37 bambini nati per ogni donna con che cosa dovrebbe essere alle prese, con la miseria più nera?
Questi i dati ufficiali. Dopo la Francia con 2,01 bambini nati per donna, segue Irlanda 1,94 - Islanda 1,93 -Svezia 1,88 - Norvegia 1,75 - Belgio 1,74 - Finlandia e Paesi Bassi 1,71 - Danimarca 1,69 - Lituania 1,65 - Lettonia 1,63 - Slovenia 1,58 - Lussemburgo 1,50 - Austria e Germania 1,47 e Italia con 1,37. Peggio di noi ci sono Spagna e Polonia 1,32 Grecia 1,30 e Portogallo 1,23.

Anonimo ha detto...

Finalmente un intervento del Card. Bagnasco che condivido:
La legge sulle unioni civili, prosegue Bagnasco, "sancisce di fatto una equiparazione al matrimonio e alla famiglia" e "le differenze sono solo dei piccoli espedienti nominalisti, o degli artifici giuridici facilmente aggirabili, in attesa del colpo finale, così già si dice pubblicamente, compresa anche la pratica dell’utero in affitto, che sfrutta il corpo femminile profittando di condizioni di povertà".

Speriamo che non sia soltanto un episodio, ma l'inizio di una vera presa di coscienza della CEI della realtà.

Anonimo ha detto...


@ In certi paesi, come l'Irlanda, il tasso di natalita' e' ancora abbastanza alto (1, 94) perche' le "madri singole" sono lautamente mantenute a spese dello Stato, per anni e anni. Le "madri singole" costituiscono in realta' famiglie (anzi nuclei) di fatto che sono ormai ben piu' del trenta per cento (sta a dire: piu' del trenta % dei figli nasce fuori di un matrimonio regolare). In Regno Unito ancora di piu'. Scotus

Anonimo ha detto...

Direi che l'UE riesce ad essere addirittura peggio dell'URSS. Prima di tutto perchè ammantata di insopportabile ipocrisia e retorica e poi perchè a fronte di una repressione totalitarista sempre più truce manca completamente ed orgogliosamente di quegli elementi di tutela sociale, compresi quelli della famiglia naturale, che l'Unione Sovietica aveva.
Senza poi dimenticare che la suddetta UE è anche guerrafondaia essendo immischiata in un modo o nell'altro in qualsiasi conflitto più o meno per conto terzi.
E il papa con corte al seguito è uno degli alfieri e sostenitori di questo mostro di iniquità orwelliana e anti umana.
Miles

Paolo Pasqualucci ha detto...


@ la pubblica protesta in difesa della fede: cosa si aspetta, ancora?

Il prete che in privato resta basito dalle ultime, sconcertanti dichiarazioni del Papa e dice che gli sembra "impazzito", perche' non protesta invece pubblicamente, sempre con un linguaggio rispettoso, affermando con decisione che il Papa sbaglia a dire certe cose, e che certe cose nemmeno il Papa le puo' dire senza sbagliare e senza offendere la verita' storica?
Comincino i tanti sacerdoti che si angosciano in privato per la deriva sempre piu' allucinante della Gerarchia attuale, ad angosciarsi in pubblico, a far giustamente angosciare anche i fedeli, affidandosi allo Spirito Santo per le conseguenze. Quando finira' questo deleterio "nicodemismo"? E' anche per colpa di questa mancanza collettiva di coraggio che siamo arrivati dove siamo arrivati...

Anonimo ha detto...

Ogni peccato, infatti, causa una perturbazione nell'ordine universale, che Dio ... vera ed inestimabile offesa di Dio, anzi ingrata ripulsa dell'amore di Dio ...
PAOLO PP.VI
http://w2.vatican.va/content/paul-vi/it/apost_constitutions/documents/hf_p-vi_apc_01011967_indulgentiarum-doctrina.html

Gli anni della memoria ha detto...

"Comincino i tanti sacerdoti che si angosciano in privato per la deriva sempre piu' allucinante della Gerarchia attuale, ad angosciarsi in pubblico, a far giustamente angosciare anche i fedeli, affidandosi allo Spirito Santo per le conseguenze. Quando finira' questo deleterio "nicodemismo"? E' anche per colpa di questa mancanza collettiva di coraggio che siamo arrivati dove siamo arrivati..."


Per altre categorie, prof. Pasqualucci, avremmo potuto invocare il famoso detto semipilatesco ("semi" perché giustificato dal fatto che la pagnotta a casa occorre portarla tutti): "Tengono famiglia!".

Ma siccome in questo caso si sta invece parlando di una categoria (la sacerdotale/vescovile/cardinalizia) in cui essi sono liberi da legami familiari PROPRIO per non dover avere quei vincoli all'azione anche forte e determinata che lei e altri giustamente invochiamo, ecco che il comportamento assume allora un connotato pienamente pilatesco. E quel che è peggio è che mentre Ponzio Pilato era esterno alla comunità dei seguaci di Gesù Cristo, invece qua ne è inserito addirittura avendo come ruolo quello di guida, di pastore.

Evidentemente ci sarebbero molte cose da rivedere in tutto questo, a iniziare dal sentimento di SICUREZZA ASSOLUTA di poter condurre una vita comunque o agiata oppure comunque in cui non ci sia la necessità di sudare e darsi da fare per la comunità (e non intendo ovviamente solo dal punto di vista dell'essere attivi materialmente, ma soprattutto esserci spiritualmente).

Luisa ha detto...

Trovo abbastanza patetico che i vari commentatori di cose vaticane riprendano l`intervista a ruota libera, a 360 gradi( dixit la Bussola), di Bergoglio à La Croix omettendo il passaggio dell` increscioso paragone fra islam, conquistatore e Gesù che invia i suoi apostoli, o lo riportino ma senza commentarlo, perchè?
È talmente grossa che al limite si frenano perchè se dovessero dire il loro pensiero e mettere le sole parole che convengono sarebbero obbligati di criticare il papa?
Oppure trattandosi di islam si autocensurano?
Oppure, ancora, sono sfiniti e anche imbarazzati di dover commentare le trovate, le interviste a ruota libera, gli slogan ripetitivi, le frasette a effetto, di un papa che parla e riflette in seguito, di un papa che rifiuta di tener conto ( o allora lo sa e ne approfitta) che è il Papa e che come tale le sue parole e le sue azioni fanno il giro del mondo?
Comunque basta leggere i commenti su media, siti o blog, per constatare quanto e come cresca lo sconcerto che Jorge Bergoglio provoca nei cattolici degni di questo nome.

Anonimo ha detto...

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2016/05/17/papa-francesco-modello-libano-europa-vade-retro___1-v-142109-rubriche_c285.htm

Scusate lo sfogo ha detto...

"Finalmente un intervento del Card. Bagnasco che condivido:....Speriamo che non sia soltanto un episodio, ma l'inizio di una vera presa di coscienza della CEI della realtà."


Scusate lo sfogo, ma certo che augurarsi che sia l'INIZIO della presa di coscienza della realtà da parte della CEI vuol dire essere arrivati a un punto bello avanzato dell'accontentarsi di una qualche dichiarazione. L'inizio, perché l'inizio? E prima dove erano i vescovi, scusate?...

A me invece è parsa davvero una presa di posizione talmente in ritardo da evocare almeno in me (che lo so che non sono nessuno, solo un figlio della Chiesa) un sentimento di forte irritazione, che spero non sia valutato troppo negativamente da Nostro Signore; ma d'altra parte so anche che Egli comprende bene lo stato d'animo dei suoi poveri figli sotto pressione da anni in questa neo-chiesa e magari chiuderà un occhio...

Infatti mi permetto ulteriormente di dire che il prendere posizione SOLAMENTE ora dopo che per tutta la discussione in parlamento la CEI non si è mai espressa sulla questione delle unioni civili e su ciò che questa avrebbe potuto portare, mi pare qualcosa che somiglia molto ad un dire: "Vedete? Qualcosa ora lo stiamo dicendo, in fondo!". Certo, ora che praticamente la LEGGE E' FATTA però! Allora - mi chiedo infine - come non sentirla come una presa di giro verso noi, pecore ormai lasciate vagare appunto quasi senza più pastore terreno (come più volte dice anche la Sacra Scrittura)?

mic ha detto...

Questa volta condivido lo "sfogo".
Mi facevo scrupolo a criticare il card. Bagnasco perché in fondo si era fatto sentire; ma effettivamente mi chiedevo se una voce chiara e forte della Chiesa a tutti livelli non sarebbe stata più efficace e in ogni caso più opportuna, prima delle votazioni.
Qualcuno ha abbinato la tirata di Santa Marta (io non ci avevo pensato) che ha gettato palate di fango sui vescovi italiani alla posizione di Bagnasco già nota al vdr...

Anonimo ha detto...

Luisa nessuna sorpresa dalla NBQ che salvo rare eccezioni ha sempre rivestito il ruolo "normalista" (che poi detta in altri termini è visione ermeneutico continuista, a prescindere anche dalle evidenze più macroscopiche).

Marco P

A pensar male si fa peccato, però spesso ci si prende ha detto...

Maria, la CEI interviene ora perché ha capito che in piena dichiarazione dei redditi qua stavolta gli salta più di qualche 8X1000!...scusami sai, ma, come dice spesso anche Rosa, "io sarò pure maligna, però magari ci becco spesso..."

Anonimo ha detto...

Il card. Bagnasco... quello che ha comunicato Luxuria (che notoriamente sapiamo non essere pro famiglia ma pro altre cose...).
La CEI quella di Todi (dopo di che c'è stata una accelerazione parossistica verso il NWO anche in Italia; o quella della legge 40; o quella di TV 2000 & Avvenire etc etc)
Quindi di quali pastori stiamo parlando ??
Parlare dopo non costa nulla; non ci si compromette e rientra nel gioco delle parti, buono per chi ci vuol credere e vuol continuare a dormire senza essere disturbato mentre va tutto alla malora.
Marco P

Anonimo ha detto...

http://voiceofthefamily.com/dr-anca-maria-cernea-cultural-marxism-a-threat-to-the-family/

catholicus ha detto...

!Il prete che in privato resta basito dalle ultime, sconcertanti dichiarazioni del Papa e dice che gli sembra "impazzito", ..." : caro Pasqualucci, ma ci sono preti di codesto genere? sarei felice di incontrarne anche solo uno; finora mi è stato impossibile. Anche un mio caro amico, anziano sacerdote molto saggio e dotto, alla mia domanda su cosa ne pensasse della vexata questio sul "pro multis" nella Messa, si è subito stracciato le vesti : con quella formula la Chiesa sbagliava, perché portava la divisione, mentre Cristo ha portato l'unità, per fortuna che abbiamo Papa Francesco, un grande papa, mi ha risposto. A quel punto non ho osato ribattere, ne andava di una pluriennale amicizia. Ma come hanno fatto, mi chiedo, a diventare cosi? oppure sono io che sono rimbecillito ed incattivito ? Qui serve un intervento dall'Alto.

Rr ha detto...

Solo ora vedo il commento sui tassi di fertilità per le donne europee. Le cifre riportate sono " tarate " per razza o no? Perché in Francia molte donne mussulmane, che figliano molto di più delle non Mussulmane, sono cittadine francesi, quindi alzano il tasso.
Vedrete che man mano che altri paesi arrivano alla proporzione di Mussulmani della Francia, che credo sia la più alta in Europa, seguita dall'Inghilterra. ( attenzione, Inghilterra, non Regno unito, perché in Scozia ed Irlanda del Nord di Muslims ce n'e' molti meno) si alzeranno i tassi. Del resto basta frequentare le maternità pubbliche, gli asili, le scuole elementari, le metropolitane, e si vedono Mussulamne con almeno tre figli al seguito. E loro non studiano, non lavorano, non abortiscono.
Quindi è vero che la Francia non ha politiche che aiutino la natalita', specie quella dei Francesi di razza.

Luisa ha detto...

O quando l`intervistatore è intervistato a proposito dell`intervista e mente, mente dicendo che :

"L’opinione pubblica e i media sono molto favorevoli a questo papa. Soprattutto quando parla di migranti, di Islam…"

Falso, Goubert mente sapendo di mentire, l`opinione pubblica francese sta ingrossando i ranghi del FN perchè non sopporta più la pusillanimità dei governi successivi nei confronti dell`immigrazione musulmana, dei quartieri di certe città diventati stati musulmani nello stato dove la polizia non osa più mettere i piedi, della predicazione salafista nelle moschee, l`opinione pubblica si rende conto del fallimento del multiculturalismo eretto in dogma del vivere insieme, della minaccia che costituisce il comunitarismo.
L`opinione pubblica francese non è favorevole a Bergoglio quando parla di islam, i media venduti e codardi continuano a far prova di un angelismo irresponsabile, a bollare di islamofobia, o di fascismo, chiunque resiste al mediaticamente e politicamente corretto, nemmeno la realtà insostenible con le sue tragedie, i suoi morti, il caos provocato dall`arrivo massiccio di quei migranti e dalle loro rivendicazioni, riesce a farli uscire dalla loro ideologia sinistroide.
Il direttore del giornale La Croix ha mentito, e non si vergogna di farlo.

http://agensir.it/europa/2016/05/17/francia-il-direttore-de-la-croix-guillaume-goubert-francesco-il-papa-che-piace-al-paese-della-laicita/

Rr ha detto...

Catholicus,
non sono "diventati", erano già cosi. Per quanto anziano sia il suo amico, non sarà molto più vecchio del VdR, formatosi dopo il CVIi. Man mano i seminari sono stati svuotari di inseganti e seminaristi ortodossi e sostituiti da modernisti e neomodernisti (oltre che di altro, ma transeat). Anche se ne ne sono accorti, i Papi, a partire dall'ondivago Paolo VI, non hanno voluto o potuto ( sec.me voluto) intervenire. Perché, come ha scritto qualcuno in un altro thread, ne andava del loro quieto vivere. E figuriamoci i Vescovi.
Inoltre, nel caso del "pro multis" e di tutto quest'ecumenismo d'accatto, se tutti sono salvati, se per tutti il sangue viene "effuso", loro non devono fare alcuna fatica a cercare e salvare anime, ma possono dedicarsi a fare gli amministratori, i burocrati, gli animatori sociali, i "community organisers", gli agit -prop contro la mafia, il capitalismo, l'inquinamento, gli insegnanti, gli scrittori, i presenzianti spettacoli televisivi, trasmissioni radiofoniche, i giornalisti, i politici...tutto fuorché essere " alter Christus".
Forse avrebbe fatto un favore al suo amico,se glielo avesse ricordato.

Rr ha detto...

Luisa,
Sbaglio, o La Croix è l'equivalente della nostra Fanghiglia cristiana?
Su FB ed anche sui giornali le cririche, anche pesanti, al VdR cominciano a sprecarsi. Per quanto lavaggi del cervello stiano facendo, alla gente di strada tutto questo parlare di multikulti ed immigrazione non piace, specie se legge certi "bollettini di guerra", come quelli che provengono ormai quotidianamente dalla Germania, Austria e Paesi scandinavi.
Nnon che negli altri paesi siano tutte rose e fiori, ma in Francia e UK la stampa censura ancor di più.

Rr ha detto...

Miles,
dire che l'Unione Sovietica era meglio per le sue politiche sociali, a favore della famiglia e perché non era guerrafondaia, mi sembra un tantini ridixolo. Politiche sociali ? Far vivere intere famiglie in due stanze di cartapesta con cucinino senza gas e bagnetto sul ballatoio ? Per non parlare della. Eonica mancanza di generi di prima necessita' o dei disastri agricoli.
A favore delle famiglie ? Aver ampliato il divorzio ed introdotto l'aborto ? La maggior parte dei matrimoni conclusi in un divorzio e molte donne sole a crescer i figli?
E per quantoriguarda l'essere o non guerrafondai: i Bolscevichi non avevano ancora sconfitto l'Armata bianca zarista e già tentavano l'invasione della Polonia, iPaesi Baltici, Finlandia....e l'Europa del'Est presa a colpi di carri armati? e tutti gli aiuti dati alle varie rivoluzioni innescanfi sempre sanguinose guerre civili, per non citare il Vietnam o l'Angola?
Cche l'UE sia uno schifo, d'accordo, che assomigli sempre più all'URSS anche, ma non che sia peggio.
C'è un limite a tutto, e superare Lenin e Stalin è oggettivamente molto difficile. Anche pwrche bisogna avere una certa " statura" anxhe nel male, e di gente con " statura" in UE non ce n'è.

irina ha detto...

Da "Il Veggente,Il segreto delle Tre Fontane" di Saverio Gaeta:

"...'Vedi figlio mio' mi dice la Vergine, 'anche se chi dà un ordine ti sembra che sbagli, tu sei tenuto a ubbidire, a meno che quest'ordine tocchi la fede, la morale e la carità. Allora no!'" (pag.174)


" Satana vi gira attorno con astuzia politica, egemonica, deleteria, con religioni eretiche e pagane, proprio per ridurre a fango la dottrina della salvezza e voi, mio clero,costituito nella Chiesa,Corpo mistico di mio Figlio.Se continuate su questa via voi non crederete più alla vita eterna e getterete quel fango malefico sull'Eucarestia, su me stessa Immacolata e Madre di Dio e sulla Santità del Padre. Mio Figlio lo elevò a Suo Vicario sulla Terra. Rispetto, amore, ubbidienza nella verità dottrinale". (pag.193-194)

San Tommaso d'Aquino(copiato da irina) ha detto...

Da "Somma contro i Gentili" di San Tommaso d'Aquino,Capitolo CXXII, Per quale ragione la semplice fornicazione sia peccato secondo la legge divina, e il matrimonio sia naturale.

Da ciò pare evidente esser vana la ragione di certuni i quali affermano che la semplice fornicazione non è peccato.Mettiamo, essi dicono,che esista una donna non maritata, ed emancipata dalla tutela del padre o di qualsiasi altro. Se uno si accoppia con essa col suo consenso, non fa ingiustizia a lei: poichè essa lo vuole ed ha potestà sul proprio corpo. E non fa ingiustizia ad altri, perchè non è sotto il dominio di nessuno. Non sembra quindi che ciò sia peccato.(Nota,Queste idee che fermentano nell'ideologia libertina in tutte le epoche, al tempo dell'Aquinate circolavano presso i giovani goliardi delle varie università europee, cfr. G.Parè, Le Roman de la Rose,Montreal,1947, pp. 282,320)

San Tommaso d'Aquino (c.da i.) ha detto...

%San Tommaso d'Aquino

Non sarebbe sufficiente rispondere che si fa ingiuria a Dio.-Dio infatti non viene offeso da noi, se non perchè agiamo contro il nostro bene, come sopra abbiamo detto(c.121). Ora, non appare come ciò sia contro il bene dell'uomo. Dunque non sembra che per questo si faccia ingiuria a Dio.
Così pure non è sufficiente rispondere che si fa ingiuria al prossimo,il quale si scandalizza.-Poichè capita che qualcuno si scandalizzi anche di cose che non sono peccato: quindi codeste cose sarebbero peccati "per accidens".Ma ora noi indaghiamo, se la fornicazione semplice sia un peccato non "per accidens" ma "per se".

San Tommaso d'Aquino(c.da i.) ha detto...

%San Tommaso d'Aquino

Perciò bisogna cercare la soluzione nelle cose già dette.Abbiamo infatti spiegato (cc. 112ss.)che Dio ha cura di ciascuna cosa in ordine al bene di essa. Ora, per ciascun essere il bene consiste nel conseguire il proprio fine; e il male sta nell'allontanarsi dal debito fine. E questo vale sia per il tutto che per le sue parti: cosicchè ciascuna parte dell'uomo e qualsiasi suo atto deve raggiungere il debito fine. Ebbene , lo sperma umano,pur essendo superfluo rispetto alla conservazione dell'individuo, è però necessario per la conservazione della specie. Invece le altre superfluità, quali le feci, l'urina, il sudore e simili, non servono a nulla: perciò il bene dell'uomo richiede soltanto la loro espulsione. Ma nello sperma non si richiede soltanto questo, bensì che venga emesso per generazione,alla quale è ordinato il coito. La generazione di un uomo sarebbe vana, se non fosse seguita dalla debita nutrizione: perchè altrimenti la prole non sussisterebbe. Perciò l'emissione dello sperma deve essere così ordinata da poterne seguire e la generazione e l'educazione della prole.

Anonimo ha detto...

>Rr mi riferivo all'Unione Sovietica degli anni '70 e '80. In ogni caso tra la vera URSS e quella mediatica occidentale c'era e c'è la stessa differenza che si rileva ora tra la vera Russia attuale e la sua rappresentazione e mostrificazione mediatica ad uso del popolo.
Nulla a che vedere con lo schema politico destra/sinistra, rosso/nero.
Miles

PS: quanto all'est è uno spasso per esempio vedere la cattolicissima austera Polonia passata senza remore dalla occupazione sovietica alla completa sottomissione occidentalista con al seguito tutto il consumismo relativismo progressista politicamente corretto (e relative installazioni militari in ogni dove). Si vede che di occupazioni non ne possono fare a meno.

Luisa ha detto...

No, cara Rosa, La Croix sarebbe pittosto l`equivalente di Avvenire, "il giornale dei vescovi", chi la dirige e vi scrive rappresenta e esprime un cattolicesimo progressista e non ha nulla da invidiare ai colleghi della stampa laicista francese, certi suoi editorialisti non temono di criticare e opporsi a documenti o decisioni vaticani ( come lo fece Kubler per la Dominus Jesus), quando i cattolici battagliavano e scendevano in piazza contro il "matrimonio per tutti", La Croix ha preso le distanze in una forma di neutralità ben poco cattolica, la loro antipatia se non avversione per i cattolici tradizionali è esplicita.

Anonimo ha detto...

Su Bagnasco. Francamente mi piacerebbe sentire qualcosa di più; un po' nella sostanza, ma soprattutto nella frequenza. Onestamente è uno dei pochi che aveva già parlato prima dell'approvazione della Cirinnà (anche al Senato), ma si tratta di uscite isolate.

Tuttavia, faccio presente che ha richiamato il documento _firmato_ dal Papa con Kirill... tutto merito di Kirill, ma la firma c'è. Non sono sicuro che questa citazione sia stata gradita, quindi forse non è stata una mossa da poco. Inoltre vedo che è scoppiata una polemica sui giornali - che, direi, prima di tutto scopre le nudità di Alfano e compagnia - , e quindi qualche effetto c'è stato.

Detto questo, mii piacerebbe che fosse molto più costante e determinato.

--
Fabrizio Giudici

Anonimo ha detto...

Molto spesso Francesco straparla e dice vere e proprie eresie , questo è un problema ma solo perché lui è il Papa.Nella Chiesa ormai da decenni ognuno fa e dice quel che gli passa per la testa senza che i superiori intervengano se non in rarissimi casi.Eppure non dovrebbe essere impossibile ,oltreché doveroso, intervenire per richiamare , correggere o cacciare questi eretici da strapazzo.Se la Chiesa non fosse di Gesù Cristo ,con un Papa e con dei vescovi come questi , non avrebbe scampo.Invece..... .bobo

Anonimo ha detto...

http://www.sanpiox.it/public/index.php?option=com_content&view=article&id=1801:santa-messa-in-diretta-su-you-tube&catid=82&Itemid=139

Anonimo ha detto...


@ Anche il cardinale Ruini attacca la legge sulle unioni civili, che e' incostituzionale

Il Corriere della Sera in prima pagina riporta un'intervista ad hoc con il cardinale e stampa un lungo articolo di analisi politica sulla "frattura" tra vescovi e Renzi-Alfano. L'analisi e' condotta sempre dal punto di vista "laicista", che nulla comprende dei veri motivi per i quali tanti cattolici si oppongono a questa legge (e anche qualche laico, di cultura e sentimenti). E' una legge anticristiana sino al midollo, che distrugge la famiglia e il matrimonio, riconosce ed incoraggia il vizio e porta all'estinzione delle societa' e dei popoli, per le sue evidenti conseguenze negative. Peggio di cosi'...Viola la legge di natura, come gia' la intuivano e concepivano con chiarezza i migliori (intellettualmente) tra i pagani (vedi Platone, vedi L'"Antigone" di Sofocle, vedi Cicerone sul rapporto tra Stato e famiglia).
Renzi ha detto che ha giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo. Giusto. Ma, come cattolico (dice di esserlo, pare vada a Messa regolarmente), puo' firmare una legge che contraddice apertamente il Vangelo? L'ha mai letto veramente il Vangelo? Ma questa legge iniqua contraddice anche la Costituzione, bisogna pertanto impugnarla subito alla Corte Costituzionale.
Secondo l'art. 29.1 Cost. la Repubblica quale tipo di famiglia riconosce? Riconosce "i diritti della famiglia come societa' naturale fondata sul matrimonio". Solo questa, riconosce: la famiglia naturale, fondata sul matrimonio, ovviamente (nel 1947) tra il maschio e la femmina (non c'era bisogno al tempo di precisare, ti avrebbero preso per matto); sul matrimonio, istituto naturale che permette di fondare una famiglia, grazie alla procreazione naturale dei figli. Per la "societa' contronatura" (e quindi nemmeno vera societa', direbbero Aristotele e S. Tommaso, ma anche altri pensatori) non c'e' posto, secondo la nostra Costituzione.
E non c'e' posto nemmeno per una "societa'" tra il maschio e la femmina che sia solo di fatto, che non sia cioe' "matrimonio" ma solo partnership, come si dice oggi, scopiazzando sempre indegnamente dagli Anglosassoni. Nel dettato costituzionale, "societa' naturale" e "matrimonio", ovviamente secondo natura, sono inscindibilmente connessi. PP

irina ha detto...

In relazione con questa intervista a mons. A. Schneider leggere:
M.Blondet, Ha ragione Johnson: la UE è il Reich. A sua insaputa

Anonimo ha detto...

Molte sono le persone scontente ma non riescono a trovare un centro coagulante, unificatore: nè partito nè movimento nè pubblicazione cartacea o online; i blog e forum tradizionalisti, che sono tanti, navigano ognuno per conto suo e tutti si strappano i capelli e si stracciano le vesti. Divide et impera.

irina ha detto...

@Anonimo 11:32
Da "Il Veggente" di S. Gaeta:

4 gennaio 1992:"Signore, tu mi hai fatto vedere una volta, ai primi tempi della grazia ricevuta, sacerdoti in fila che entravano nella chiesa di San Marcellino in via Merulana e ne uscivano in borghese. Ora me li mostri in talare, ma sono gli uni conto gli altri. Cristiani che si combattono perchè non hanno più un capo che li guidi".(pp.218-219)

Anonimo ha detto...

La divisione è un altro segno evidente, come hanno scritto i commentatori sopra. D'altronde Cristo ha "inventato" il Papa proprio come antidoto alla divisione. Ma quando non è affidabile, la divisione non può che dilagare. Però, proprio per questo, noi dobbiamo fare quel che possiamo per evitarla.

--
Fabrizio Giudici

Anonimo ha detto...

Per tornare a Bagnasco, è pur vero che l'uscita è tardiva, ma abbiamo ben presente come la direzione effettiva della CEI sia stata completamente "occupata" da Galantino. L'aver dato un segnale, per quanto "a scodelle lavate" come si dice dalle mie parti, potrebbe significare l'inizio di un movimento non totalmente allineato. Vedremo in seguito.

Luisa ha detto...


"CEI, strana creatura bicefala"


http://www.lastampa.it/2016/05/18/blogs/san-pietro-e-dintorni/cei-strana-creatura-bicefala-QLuoZQnMCkNc93lxvKGF1I/pagina.html

Rr ha detto...

Miles,
io l'URSS ed i suoi paesi satelliti li conosco NON per la propaganda occidentale. Et de hoc satis, come usa dire Silente.