giovedì 21 marzo 2019

Interceda per l'Europa tutta San Benedetto affinché quel che non possiamo coi nostri meriti, l'otteniamo per il suo patrocinio

Glorioso San Benedetto proteggi le famiglie europee dalle iniquità dei progressisti e dalla dittatura del gender.
Intercéssio nos, quǽsumus, Dómine, beáti Benedícti Abbátis comméndet: ut, quod nostris méritis non valémus, eius patrocínio assequámur.
Per Dóminum nostrum Iesum Christum, Fílium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti Deus, per ómnia sǽcula sæculórum. Amen

12 commenti:

Anonimo ha detto...

21 marzo, San Benedetto da Norcia, Padre d'Europa

"la dolcezza del frutto maturo e l’asprezza del vento gelato e pane e sale si offre all’ospite sacro...a nord ad est a sud ad ovest in Europa"

San Benedetto Custode dell’eredita’ di Roma e costruttore di Futuro....

Roberto De Albentiis

Anonimo ha detto...

È morta nella festa di San Benedetto Madre Anna Maria Canòpi, fondatrice del monastero di San Giulio, sul lago d’Orta. Aveva 87 anni.
R.I.P.

Anonimo ha detto...

L'attentatore di origine senegalese, è indubbiamente "italiano". Invece Samir, il ragazzino di origine marocchina che ha chiamato i carabinieri, diventa magicamente "marocchino".
Della serie: italiano no buono razzista; africano buono a prescindere....

Anonimo ha detto...

Un ricordo e grazie a Madre Anna Maria Canòpi.
In Cielo aumentano gli Amici del Signore. Loro saranno al nostro fianco!

mic ha detto...

http://costanzamiriano.com/2019/03/21/lasciati-portare-oltre-dal-silenzio-2/

Fabio Riparbelli ha detto...

Alla vostra cortese attenzione,





Riguardo all'immigrazione va detto che il problema non è tanto nell'immigrazione stessa, che comunque va regolata, ma risiede specificatamente nella abnorme immigrazione islamica, avente come conseguenza reale, l'islamizzazione dell'Europa.


Il problema risiede quindi nell'islam stesso e riguarda il mondo intero, perché il corano comanda di sottomettere con la spada, i presunti infedeli di ogni tipo su tutta la Terra, e non si devono fermare finchè ciò non sia avvenuto.

Il problema quindi è nel corano stesso e a questo punto bisogna chiederci: il corano è veramente parola di Dio, oltretutto dello stesso Dio cristiano ed ebraico, o è piuttosto il libro di un'eresia gnostica cristiana, la più pericolosa di tutte, come ne sono sorte molte in medio oriente, nei primi secoli dopo Cristo, e quindi destituito di ogni fondamento?

Questa è la radice del problema che va chiarita una volta per tutte, perché senza fare ciò il mondo sarà sempre in pericolo.


Il punto fondamentale di parenza è dimostrare storicamente, e si può fare, che la Bibbia Cristiana Cattolica non è mai stata falsificata, ed è perfettamente coerente con gli originali, al contrario di quanto dice il corano e poi consiglio caldamente di leggere il libro del Prof. Pierluigi Nicolò: "da cibele a maometto, storia della pietra nera della mecca", Ed Il Ponte Vecchio del 2004, se avranno la cortesia di ripubblicarlo, perché finchè l'inganno del corano non sarà smascherato una volta per tutte, l'islam non si fermerà mai.





Distinti Saluti,


Fabio Riparbelli.

fabrizio giudici ha detto...

OT First Things ha pubblicato un documento che mi pare molto interessante, forse un momento molto importante nel conservatorismo americano:

https://www.firstthings.com/web-exclusives/2019/03/against-the-dead-consensus

Servus Mariae ha detto...

Cari amici, nel giorno in cui la Santa Chiesa fa memoria di San Benedetto, rileggiamo il preziosissimo CONSIGLIO AUREO dell'abate benedettino García Jiménez de Cisneros (1455-1510), che al capitolo IX del suo "Eserciziario spirituale" (pubblicato nel 1500) ci esorta con queste parole ispirate:

"Se vuoi pazientemente tollerare le avversità; se superare le tentazioni e tribolazioni; se calpestare i cattivi affetti; se conoscere le astuzie del demonio, e fuggirne gl'inganni; se vuoi allegramente vivere nel servizio divino e camminare per la via della fatica e dell'afflizione; se esercitarti nella vita spirituale, ed estinguere i desideri sensibili; se vuoi cacciare i vani pensieri; se impinguar l'anima di sante e buone cognizioni, desideri, fervori e divozioni; se vuoi stabilire il cuore tuo in un tenace e costante proposito, e nel divino beneplacito; se estirpare i vizi, e rivestirti delle virtù; se finalmente vuoi ascendere alla contemplazione, e deliziarti nei casti amplessi dello Sposo celeste: SII UOMO DI ORAZIONE."

Ave Maria ! ha detto...

Questo Venerdì 22 Marzo meditiamo il Rosario per i Sacerdoti
(4 meravigliose Corone alla Madre di Dio )
https://www.radiobuonconsiglio.it/preghiere/santo-rosario/rosario-per-sacerdoti/

Anonimo ha detto...

Che grandissima vergogna ! E scommetto che tutti gli interessati in ombra , tutti i parodianti sono tutti battezzati e introdotti alla fede cristiana..crocifiggete, crocifiggete...!
http://blog.messainlatino.it/2019/03/venezia-la-profanazione-della-chiesa-di.html

Ma nelle parole di Gesù vi è una promessa: la vigna non sarà distrutta. Mentre abbandona al loro destino i vignaioli infedeli, il Padrone non si distacca dalla sua vigna e l’affida ad altri suoi servi fedeli.Questo indica che, se in alcune regioni la fede si affievolisce sino ad estinguersi, vi saranno sempre altri popoli pronti ad accoglierla.

Anonimo ha detto...

L'attuale guerra e' volta a sradicare dalle anime l'idea stessa di Dio.

irina ha detto...

Il cardinale, del cortile delle genti, ha dato il via alle danze dalla lontana America!
La chiesa insegna anche quando sbaglia.