sabato 23 settembre 2017

Storie di ormai ordinaria follia. Ma nessuno dice: 'Basta'!

L'immagine riproduce l'incontro del Papa con i Direttori nazionali delle Migrazioni in Sala Clementina, in occasione del quale sono pronunciate le dichiarazioni sotto riportate. Spero che quei signori applaudano il Papa e non l'ideologo... Ne abbiamo abbastanza di questo ritornello ossessivo e nauseabondo, che non rispetta né l'Italia né l'Europa né tanto meno le persone (la loro identità e la loro storia), se non i credenti, che soffrono e subìscono un'invasione apocalittica, foriera di rischi materiali e spirituali. Un'invasione, ché tale è, per di più affrontata con la stessa ideologia, se non in collusione con i poteri forti sovranazionali, da parte dei loro governanti.
(ANSA) - ROMA, 22 SET - "Non vi nascondo la mia preoccupazione di fronte ai segni di intolleranza, discriminazione e xenofobia che si riscontrano in diverse regioni d'Europa. Esse sono spesso motivate dalla diffidenza e dal timore verso l'altro, il diverso, lo straniero". Così il Papa ai capi della pastorale migranti. "Mi preoccupa ancor più la triste constatazione che le nostre comunità cattoliche in Europa non sono esenti da queste reazioni di difesa e rigetto, giustificate da un non meglio specificato 'dovere morale' di conservare l'identità culturale e religiosa originaria".

35 commenti:

Anonimo ha detto...


L'identità religiosa e culturale originaria, questa Gerarchia cattolica ha cominciato a distruggerla con il Concilio Vaticano II, che ha voluto fare della religione cattolica una religione come le altre, "in ascolto" delle altre, del mondo profano. Papa Francesco sta completando l'opera del Concilio e dei suoi predecessori, più moderati ma ugualmente rivoluzionari. Egli rappresenta l'ala sinistra, se così possiamo dire, della rivoluzione conciliare, quella che ha avuto il suo ferro di lancia nei Gesuiti, avendo come Gran Maestro Karl Rahner, il teorico della "Chiesa aperta" a tutta l'umanità, e come perno in Italia per tanti anni il defunto e gay friendly cardinale Martini, entrambi maestri riconosciuti di Bergoglio (il quale si scaglia giustamente contro la "pedofilia" ma tace o dice cose ambigue sull'omosessualità).
Z.

Anonimo ha detto...

Basta ! Ma 'sta cosa e' diventata una questione di vita o di morte ?
Prendetevi un po' di camomilla , ecche' diamine .
http://www.ilgiornale.it/news/politica/ius-soli-cei-torna-carica-sar-passo-avanti-tutti-1445241.html

irina ha detto...

...Se un giorno qualcuno troverà il coraggio di alzarsi e, onestamente, chiedergli: " Ma Lei, com'è diventato Papa? "...

Anonimo ha detto...

Ius soli, la Cei torna alla carica: "Sarà un passo avanti per tutti"
Renzi: "Essere di sinistra vuoldire approvare lo ius soli". E la Cei subito si allinea. Centrodestra sulle barricate: "Se vanno avanti, sarà rivoluzione"

Alessandro Mirabelli ha detto...

Bisogna continuare a battere sul no all'otto per mille alla CEI. È' l'unica musica che ascoltano

Anonimo ha detto...

2/4 di chi aveva espresso cautamente "dubbi" sono morti.

Anonimo ha detto...

Se chi nasce in Italia diventa per ciò solo un cittadino italiano, col tempo diventerà anche un elettore. Se invece la legge rimane invariata, la cittadinanza (e quindi l'elettorato attivo) è subordinata alla richiesta.

Con questa manovra politica la sinistra, e il suo leader mondiale che sta in Roma, mira ad accaparrarsi una maggioranza stabile nel volgere di una generazione.

Con la cittadinanza italiana si diventa anche cittadini ed elettori europei, godendo di vari diritti anche all'estero. Purtroppo la situazione è questa e la chiamano "progresso".

Anonimo ha detto...

E, per rendere più micidiale e insidioso il cazzotto sferratoci, usa come tirapugni quel patetico e fintissimamente "paterno" cicchetto rivolto alle "NOSTRE comunità cattoliche in Europa". Sì sì, ha detto proprio "nostre", come a voler darci a intendere di considerarle anche "sue". Hai visto mai?
Costui sta purtroppo sfruttando l'autorità e il prestigio guadagnati dal papato in duemila anni per imporci senza contraddittorio, un giorno sì e l'altro pure, la sua ideologia mondialista. Banale, ordinario e straconformista al pensiero dominante quanto a concetti e contenuti, fuori dalle righe quanto a prepotente fanatismo.

Gederson Falcometa ha detto...

"L'identità religiosa e culturale originaria, questa Gerarchia cattolica ha cominciato a distruggerla con il Concilio Vaticano II, che ha voluto fare della religione cattolica una religione come le altre, "in ascolto" delle altre, del mondo profano".

Caro Z.,

Sono d'accordo con il tuo commento. La migliore definizione da ciò che accade con il pontificato di Francesco se può leggere nel libro "Chiesa: carisma e potere" dell'eretico Leonardo Boff:

« A noi pare che il cristianesimo romano (cattolicesimo) si distingua per l'affermazione coraggiosa dell'identità sacramentale e il cristianesimo protestante per un'affermazione intrepida della non-identità » (p. 130; cf. pp. 132 ss., 149).

Il cristianesimo di Francesco è esattamente un'affermazione temeraria della non-identità, è un cristianesimo vuoto, nichilista, anonimo (come lo è il protestantesimo). In ciò che dice rispetto alle parole di Boff il cattolicesimo se distingue dal protestantesimo non solo per l'identità sacramentale, ma anche e principalmente per avere la tradizione apostolica come fonte di rivelazione (che identifica i propri sacramenti e prova la sua origine apostolica), la sucessione apostolica che se basa sul sacramento dell'ordine e il primato petrino.


Il ricente Motu Propio Summa Familiae Cura nemmeno usa la parola sacramento, il tono è bene diverso dal Motu Proprio Magnum Matrimonii Sacramentum di GPII. Il cambiamento del tono me ricorda un po la riforma del Sant'Uffizio fatta per Paolo VI. Dopo la riforma ha perso lo aggettivo "suprema" e se ha diventato la cdf. Forse i problemi della Curia Romana cominciano con l'ugualità tra le Congregazioni Romane...

Silvano M. ha detto...

Un non meglio specificato 'dovere morale' di conservare l'identità culturale e religiosa originaria"? Adesso la storia dell'Europa cristiana fondata dai santi monaci è diventata un "nonmegliospecificato..."? Questo personaggio odia noi e tutta la Chiesa Cattolica.L'unica sua attenuante potrebbe essere solo la mancata conoscenza della storia del cristianesimo

Catholicus ha detto...

Consiglio la lettura di una mia breve riflessione, appena pubblicata da su Una Vox, in cui cerco di dare una spiegazione all'accanimento del clero modernista contro i cattolici tradizionalisti, in particolare contro sacerdoti e fedeli della Fraternità sacerdotale San Pio X, respinti da tutti i luoghi sacri dell’ormai ex Chiesa Cattolica. : http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV2142_Catholicus_Patto_diabolico.html
Grazie per la cortese atttenzione, L.J.C.

Anonimo ha detto...

@Silvano M 24 settembre 2017 07:26: verissimo, lui e suoi hanno in odio viscerale, inestinguibile, tutto ciò che è stato cattolico per duemila anni. Esattamente come i loro potentissimi sodali laici. Ed è senza attenuanti perchè si tratta di odio lucido, freddo con precisi programmi di dissoluzione totale da attuare come stiamo quotidianamente vedendo. Non per caso la sintonia della Chiesa bergogliana con quel Potere Globale straricco e privo di scrupoli che domina il mondo è totale su ogni tema. Inoltre una cosa che mi ha sempre colpito molto è la crudele, efferata totale assenza di empatia e solidarietà nei confronti delle innumerevoli vittime dei reati anche violentissimi compiuti dai loro protetti. Mai! Così come, per esempio, stanno ben zitti e complici sui continui tagli dei servizi di assistenza medica a malati, disabili ed anziani, per tacere della previdenza, mentre le risorse destinate al loro immigrazionismo sono enormi ed illimitate.
Se posso avere dei dubbi su come inquadrare la mia posizione di cattolico dal punto di vista religioso nel contesto della Nuova Chiesa i dubbi cessano all'instante se palesemente questa Nuova Chiesa decide di essere una agenzia politica del Potere Globale e della sua ideologia. E di fatto, innegabilmente, la Nuova Chiesa bergogliana è solo questo. Nulla d'altro.
Miles

Anonimo ha detto...

In un momento storico tanto difficile e delicato ormai occorre non escludere più di poter votare alle prossime elezioni Forza Nuova, un movimento nazionalista e patriottico. E che aiuta tra l'altro da sempre le famiglie italiane in difficoltà. Movimento politico nato tra l'altro esattamente venti anni fa, il 29 settembre 1997, sotto la protezione di San Michelle Arcangelo, come sempre affermato dagli stessi responsabili.

Diego ha detto...

Forza Nuova non può essere un alternativa cattolica. È meglio della sinistra ma non incarnano il messaggio di Cristo. Fanno tutti gli spacconi i politici ma ci fosse uno che avesse il coraggio di abolire la 194. Poi, una volta abolita dovrebbe indire tre giorni di lutto nazionale e farsi in ginocchio da Palazzo Chigi alla tomba di Pietro per espiare e supplicare misericordia a Dio per la nostra Nazione.

Anonimo ha detto...



Forza Nuova che simbolo ha sulla sua bandiera? E'un simbolo cattolico? O forse "runico"?
Il fatto che si sia posta sotto la protezione dell'Arcangelo s. Michele, non è di per sé indicativo ed anzi potrebbe rinviare all'antisemitismo di matrice rumena. Infatti, Cornelio Codreanu, il fondatore della Guardia di Ferro, fortemente antisemita e protagonista di sanguinosi pogrom, disse di esser stato ispirato da visioni dell'Arcangelo Gabriele. E'vero che FN combatte contro la sinistra sempre più degenerata che ci affligge e vuole difendere l'Italia dall'invasione e dai poteri forti, però nel suo programma politico c'è una effettiva restaurazione dei valori cattolici (abolizione del diritto all'aborto, delle unioni civili di ogni tipo etc.)?
H.

Anonimo ha detto...

La crudeltà e la mancanza totale di pieta' (per il terremoto di Ischia neanche una parola...) è data dal maligno

Anonimo ha detto...

Non ho mai visto nessuno così odiatore dei poveri dei (veri) ultimi.

Marisa ha detto...


Dispiace veramente ascoltare papa Bergoglio, non solo quando parla in senso meramente sentimentalistico, ma anche e di più quando parla 'di pancia' e non reale, senza essersi informato delle conseguenze che produrrebbero le sue prese di posizione ideologiche ove venissero messe in atto (se invece ne fosse informato e andasse avanti comunque a testa bassa come un panzer, la cosa sarebbe moralmente per lui molto più grave).

Della legge sullo ius soli e culturae fruirebbero non solo tutti i minori figli di immigrati sul suolo italiano, ma anche:

- tutti i minori NON accompagnati arrivati in Italia da ogni dove e con ogni mezzo (i dati ufficiali del periodo Gennaio 2011-Dicembre 2016 parlano di 62.672 - sessantaduemilaseicento72 - minorenni, a cui verrebbe concessa la cittadinanza italiana - v. link);
- tutti gli apolidi, in maggioranza rom, il cui numero reale è sconosciuto alle stesse prefetture per il grande numero di clandestini. Possono essere un migliaio come molte migliaia (vedi link).

Considerazioni:

1) Mentre i minori nati su suolo italiano da famiglie qui immigrate, o arrivati dopo ma con un iter di studi presso di noi, vivrebbero in famiglia e da questa sarebbero mantenuti per vitto e alloggio - con le inevitabili sovvenzioni del caso - i minori non accompagnati vivrebbero in comunità educative fino non meno ai 18 anni, con costi stratosferici per le singole finanze COMUNALI. Il costo di un minore in comunità si aggirava - aggiornato a circa 3 anni fa - sui 130-150 EURO GIORNALIERI. A cui aggiungere la spesa sanitaria, quella per l'istruzione scolastica e quant'altro.

2) Molti extracomunitari richiedenti la cittadinanza italiana - lo dicono le statistiche - lo fanno per poter espatriare in altri paesi della comunità europea (in qualità a questo punto di cittadini comunitari perché con passaporto italiano) cosa che attualmente è loro preclusa per la chiusura delle frontiere. Con la nostra cittadinanza, poi, vivrebbero altrove ma col diritto di voto degli italiani all'estero, quindi col (potenziale) potere di influire sulla nostra politica nazionale pur essendosi radicati in tutt'altra realtà.

3) E' palese che le forze politiche che spingono per lo ius soli e lo ius culturae lo fanno per motivi esclusivamente elettorali (anche se vorrebbero muovere le corde del sentimento degli italiani parlando di poveri minori ormai naturalizzati che però rischiano di sentirsi stranieri in patria e blablà. Uno in TV diceva che, poverini, ad oggi non possono accedere all'Erasmus! mentre non ha detto che tutti gli altri diritti, sanità, istruzione ecc. sono loro già garantiti per legge).
Questi stessi politici non parlano invece, ovviamente, di istituire seri corsi obbligatori di lingua e cultura italiana, di educazione civica ecc. per gli immigrati richiedenti la cittadinanza. Si sa che ci sono migliaia di essi, soprattutto donne, che a distanza di 10 anni di permanenza da noi non parlano ancora la nostra lingua, pur essendo già genitori e con figli a scuola).
Che lo ius soli sia un calcolo di propaganda elettorale è dimostrato dal fatto - se ce n'era bisogno - che molte associazioni di sostegno agli immigrati si sono schierate a favore della sinistra politica perché 'pensa ai loro problemi'.
Che poi queste leggi a favore dei 'loro problemi' costituiscano un suicidio economico e sociale per la nazione che gli ospita, perché farebbero saltare il banco, non gliene impippa ovviamente nulla.
E, se passasse questa infausta legge suicida, per chi pensiamo che voterebbero tutti quei neodiciottenni?


https://www.articolo21.org/2017/06/migrazioni-minori-non-accompagnati-oltre-62mila-arrivati-in-italia/

http://immigrazioneoggi.it/daily_news/notizia.php?id=005003

Gederson Falcometa ha detto...

Soros ‘investe’ 500 milioni di dollari nei rifugiati e nei migranti europei e spiega perché
https://www.controinformazione.info/soros-investe-500-milioni-di-dollari-nei-rifugiati-e-nei-migranti-europei-e-spiega-perche/

Anonimo ha detto...

mi permetto di rispondere ad H. che aveva formulato alle 14.45 una domanda circa il programma di Forza Nuova(FN) alla fine del suo intervento.

Sì, so che Forza Nuova fin dal 29 settembre 1997 - data appunto della sua fondazione - nel suo programma ha inserito punti sia contro la legge sull'aborto sia contro le unioni civili e tentativi successivi di portare anche in Italia pratiche ad esempio come il cosiddetto "utero in affitto". Si è schierata da sempre a favore delle misure di sostegno della famiglia tradizionale. Ovviamente un altro suo punto da sempre è quello contro immigrazione selvaggia, per l'espulsione immediata di immigrati condannati in primo grado, sospensione del Trattato di Schengen ecc..

Comunque sia è tutto scritto nel programma di cui inserisco un link che ne riprende i punti salienti...

https://forum.termometropolitico.it/560982-il-programma-di-forza-nuova.html

Rr ha detto...

Una considerazione politica: se noi Cattolici non modernisti - un ossimoro - continuiamo a storcere il naso di fronte a formazioni politiche come Fratelli d’Italia, Lega, Casa Pound, Forza Nuova et similia, ci beccheremo lo ius soli, l’ Islam sempre più dilagante, e, perché no, un prossimo Papa peggiore dell’attuale ( ammesso lo sia). Se aspettiamo un movimento politico veramente e solamente cattolico, saremo fatti fuori, letteralmente, molto presto: TUTTA la Storia del XIX e XX secolo lo dimostra ( per non ricordare l’Illuminismo e la Rivoluzione francese).

Silente ha detto...

Confermo: Forza Nuova è un movimento politico cattolico: così l'ha voluto il suo fondatore, Roberto Fiore. Non solo, il cattolicesimo di Forza Nuova è ben ancorato nella Tradizione. Che il programma di FN sia incardinato su temi cattolici, è facilmente constatabile leggendo il loro sito. Il primo dei punti del loro programma è l'abrogazione delle leggi abortiste, il secondo è la famiglia e la crescita demografica (Roberto Fiore ha dato il buon esempio: ha 11 figli). FN è un movimento cattolico, nazionale, identitario, sovranista. Basta controllare, come dicevo, il loro sito e il sito della loro piattaforma informativa e culturale Ordine Futuro.

Alfonso ha detto...

Rr, alla fine voteremo per una delle forze politiche che hai elencato. Per quanto mi riguarda, voterei senza dubbi o tentennamenti quella che inserirà nel programma di governo anche l'abolizione dei contributi statali a tutte le istituzioni religiose. Siano i fedeli a giudicare chi sostenere con i denari propri. Le quote incassate finora con l'8 per mille dovrebbero essere utilizzate esclusivamente per sostenere la natalità delle coppie italiane. Comunque, quando non abbiamo a portata di mano i perfetti, accontentiamoci dei migliori e se neanche questi fossero sulla piazza, allora è gioco forza puntare sui meno peggio. Ma al voto bisogna andare!

? ha detto...

https://www.change.org/search
LA PETIZIONE non è disponibile. C'è la possibilità che il URL sia sbagliato, che la petizione abbia infranto le nostre Linee guide della comunità o la persona che ha lanciato la petizione l'abbia rimosso.
Ciao!

Luigi Rmv ha detto...

Se e' per questo, anche Maometto, se non erro, disse di essere ispirato dall'Arcangelo Gabriele,.... I frutti però non sono commestibili.
Tornando allo ius soli, trattasi di problema prettamente politico che non ha un nesso con la carità cristiana, come vogliono imporci di credere.
La Chiesa e i cattolici hanno sempre messo in pratica per 2000 anni la carita' a livelli eccellenti senza necessita' di riconoscere il ius soli.
Ora, invece, sembra che l'unica forma di carità sia solo accogliere indiscriminatamente masse enormi di persone, oltre ogni limite si sopportabilita' e riconoscere loro la cittadinanza, sebbene con i limiti previsti dalla futura legge

Semmai, visto che la maggioranza degli immigrati è mussulmana, e che la sinistra e' nemica della spiritualita cristiana e, quindi, della Chiesa cattolica, un papa dovrebbe preoccuparsi di difendere quella identità cristiana cosi' a rischio con il ius soli.

Invece Brgoglio, in perfetto stile rivoluzionario bolscevico, capovolge tutto:
Il ius soli è vera carità, l'islam è religione di pace, soprattutto con i cristiani, i cristiani perseguitati in varie parti del mondo non si devono lamentare perche' ci sono state le crociate e i cattolici - naturalmente prima di papa Francesco - sono stati sempre cattivi, la tutela dell'identita' cristiana e' solo un pretesto razzista dei veri nemici, cioè i cattolici.
Quindi nessun dialogo con il nemico.

Vi ricordate coda rispose alla domanda' "che ne pensa dei lefebriani?"
Rispose: "sono cattolici"
Alla luce del contesto generale della sua nuova ideologia, resa nota in tutte le sue esternazioni - che ci vuole spacciare come vero cristianesimo finalmente scoperto "per sorpresa dello Spirito Santo" - la sua risposta non indica una constatazione, ma un'accusa!

Intanto avremo la legge Fiano che vuole allargare lo spettro del reato di apologia del fascismo.
Quindi, chi criticherà il ius soli sarà un fascista xenofobo da punire severamente.
Se poi criticherà islam e dirà che Cristo è Dio sarà punito dalla legge Boldrini come islamofobo integralista cristiano divisivo.
E se dirà che l'omosessualità è un peccato grave contro natura, sara perseguito per omofobia.
Sempre con la benedizione e "promulgazione" del papa, , naturalmente.

E se il cattivo è scomodo e non accusabile di questi reati, c'è sempre la pedofilia.
Ormai esce fuori a comando:
per azzittire Ratzingher, per punire cardinali scomodi o per riprendere popolarità, come emerso nell'ultima sparata "tolleranza zero" al crimine, sempre naturalmente causato da colpe dei suoi predecessori.


fabriziogiudici ha detto...

LA PETIZIONE non è disponibile.

Quando ieri ho letto qui che era su change.org mi son detto: dura poco.

Mi e' tutto chiaro ... ha detto...

Il tantra alla gregoriana. Rimanendo in ambito fallico, segnaliamo un grande incontro all'università gregoriana, dal titolo "Illuminazione e via tantrica", incontro fra cristiani e induisti. Per chi non lo sapesse, il tantra è una di quelle dottrine, composta da vari testi il cui studio sarebbe molto complesso, che mescola assieme insegnamenti spirituali e tradizioni esoteriche di varie religioni orientali. In occidente generalmente se ne parla solo in virtù delle pratiche sessuali legate ad essa. Alla gregoriana probabilmente diranno un mucchio di idiozie, ci chiediamo che illuminazione potrebbe dare al cristianesimo la via tantrica...

http://religioniperlapaceitalia.org/wp-content/uploads/2017/06/Illuminazione-e-tantrismo-2.jpg

https://www.facebook.com/UniGregoriana/posts/1550438985020158

https://www.unigre.it/Univ/eventi/documenti_16_17/609_170620_PUG_CSI_it.pdf

Anonimo ha detto...

“L’accoglienza deve essere affrontata a partire dalla considerazione di tutti i fattori implicati, in particolare quello della possibilità reale, anche solo dal puntdi vista numerico, di accoglienze che non siano più indiscriminate”.
Lo dice senza mezzi termini monsignor Luigi Negri, vescovo emerito di Ferrara, volto noto dei tradizionalisti cattolici e eminenza non certo nelle grazie di Papa Francesco. Parla di Ius soli e accoglienza, temi da Negri già affrontati durante il suo mandato in Emilia Romagna, quando invitava i governi locali e nazionali a pensare anche ai poveri italiani e non solo agli immigrati....

https://www.riscossacristiana.it/il-vescovo-negri-critica-il-papa-chiesa-non-tifi-per-lo-ius-soli-di-claudio-cartaldo/

Anonimo ha detto...

"...ci chiediamo che illuminazione potrebbe dare al cristianesimo la via tantrica..."

fallico/fallace.

Anonimo ha detto...


La via tantrica, orge e superstizioni

"Dopo una curva ascendente, che tocca il più alto punto nel sesto e settimo secolo dell'E.V. il buddismo comincia a decadere nell'India, dove ha da lottare con due potenti nemici: la setta dei jaina e la scuola del vedanta: dalla metà dell'ottavo secolo in poi le assurde e degradanti pratiche del tantra, tutte di magia e di superstizioni, gli portano un altro grave colpo. Dopo il decimo secolo esso esce dai confini dell'India [perseguitato dall'islam].
La Nepalia offre ai buddisti un sicuro e tranquillo asilo: qui sorgono conventi, qui si innalzano santuari, qui si conserva il tesoro dei sacri testi, che poi ai giorni nostri ritrovato e studiato dai dotti europei, ci porgerà i primi materiali per la storia del buddismo" (P. Emilio Pavolini, Buddismo, Hoepli, 1898, rist. anast. Cisalp.- Goliardica, 1977).
Destano scandalo i firmatari della Correctio che richiama rispettosamente il Papa al rispetto della vera dottrina, non le oscenità del "dialogo" con le altre religioni, immerse nelle tenebre più spaventose.
PP

Anonimo ha detto...

Può sembrare banale, ma quali sono le armi del cristiano per tenere lontano Satana?
“Mi piace rispondere con termini paolini. L’Apostolo dice ‘Indossate l’elmo della parola di Dio’ che protegge la mente, la volontà, l’intelligenza dagli assalti del nemico, fatti di dubbio, di paura, di ansia, di confusione e disordine. L’ascolto ripetuto e costante della parola di Dio ci fa riconoscere le tentazioni e ci ripara da scelte contro Dio e il prossimo. Poi c’è la spada della preghiera. E’ l’arma, nella costanza dell’uso (penso al Rosario, all’adorazione eucaristica, a devozioni come la Via Crucis), che rappresenta il dialogo continuo con Dio. Queste due cose preparano la corazza, che sono i sacramenti, ovvero l’azione diretta di Dio nella mia vita, in particolare con la frequenza assidua della Confessione e dell’Eucarestia. L’ultimo pezzo dell’armatura in questo combattimento spirituale è lo scudo della fede, che ci protegge dai dardi del Nemico”.
http://www.interris.it/2017/05/19/121356/rubriche/misteri/121356.html

Anonimo ha detto...

C'e' bisogno di Santi Sacerdoti , di lampade che glorifichino Dio , che illuminino , che non deformino la predicazione trasformando la Parola ed alterandola secondo le loro passioni . In un cuore di pietra la Divina Parola non germina e viene sperperata ma la Verita' e' una sola ed e' quindi inutile andare dietro al prurito delle novita' . L'umanita' ha bisogno delle nostre preghiere .

Anonimo ha detto...

Un Sacerdote Santo e' un Sacerdote illuminato .

Anonimo ha detto...

Salvaguardare la propria fede , la propria cultura e civiltà millenarie , i propri valori fondanti la nostra civiltà non solo cristiana , dovrebbe essere uno dei must fondamentali della Chiesa e del Papa . Ma , d'altronde , abbiamo un Papa e un Papa emerito . Emerito perché stanco , alla stregua di un impiegato del catasto in aspettativa. Ma anche questo è "normale"!

Anonimo ha detto...

Siamo anziani e malati ma ancora cerchiamo di spenderci per i fratelli e di fare la Volonta' di Dio .
https://gloria.tv/video/VmjcUgsh6U8k3cZ8YcvN6CSLz