martedì 2 luglio 2019

Ore amarissime per il nostro Paese

Dopo che il Colle, silenzioso su un evento che ha umiliato innanzitutto le nostre forze dell'ordine, ha detto che l'immigrazione è inarrestabile (!?), il Capitano Rackete, nuova eroina dell'immigrazionismo piratesco, è stata liberata da un giudice appartenente ad una magistratura politicizzata e ideologizzata che, anziché applicare le leggi, le interpreta a suo modo. La nazione italiana, l'intero popolo (almeno nella componente dotata di buon senso), sotto scacco. La buona volontà e la concretezza di Salvini nulla può contro uno schieramento di forze così grande: magistratura, presidenza della repubblica, reti televisive pubbliche e private, giornalisti, artisti, intellettuali (o seducenti tali), nani e ballerine, tutti a favore dell'invasione, con narrazioni addomesticate,  alcuni per interesse altri per stupidità o accecati dall'ideologia. Monta la rabbia, ma è soffocata da un tanfo incontenibile proveniente anche da una vicenda da film horror che riguarda bimbi inermi, genitori e famiglie distrutte; ma su questa gli ideologi e i salariati tacciono. E intanto sul fronte europeo le cose non si mettono meglio, anche perché al timone, al momento, c'è il partito del Colle, composto dal Presidente del Consiglio e dal ministro dell'economia (il terzo partito: quello del Colle). Gli altri non pervenuti... Certo non può finire qui. Ma possibile che gli italiani siano diventati così imbecilli?

94 commenti:

fabrizio giudici ha detto...

Vabbè, tutto come previsto, per ora.

Anonimo ha detto...

E poi le accuse di aver «messo a repentaglio al vita dei passeggeri della mega imbarcazione del soccorso migranti».
«Noi? Abbiamo solo intimato l’alt. È il comandante che, deliberatamente, non ha fermato la nave e ci è venuta addosso, senza curarsi delle conseguenze. Se non fossimo riusciti a compiere una manovra veloce probabilmente saremmo morti», si sfogano, al termine della notte più lunga della loro vita. Mentre i parlamentari che erano a bordo lanciano accuse sulla loro manovra durante l’attracco del comandante Carola Rackete.
«Noi siamo uomini dello Stato», spiegano con un velo di commozione negli occhi. -«Abbiamo il dovere di far rispettare le leggi. E rispettare noi stessi le direttive che ci vengono date. Abbiamo passato tre giorni a bordo senza dormire un attimo per contrastare i tentativi di avvicinamento. E abbiamo agito nel profondo rispetto di tutte le norme. Senza preoccuparci di mettere a repentaglio la nostra vita perché in quell’incidente potevamo essere morti».
«Ci sono le immagini. La nave non ha rispettato l’alt e ha schiacciato la motovedetta contro il molo. I parabordi hanno causato una sorta di movimento elastico e hanno per un attimo allontanato la nave. Con una mossa rapidissima siamo riusciti a sfruttare quell’istante e a sfuggire via prima che il rimbalzo tornasse indietro, perché a quel punto la Sea Watch avrebbe distrutto la motovedetta e noi saremo rimasti tutti schiacciati».
https://www.corriere.it/cronache/19_giugno_29/sea-watch-sfogo-finanzieri-potevamo-morire-59618dc6-9a70-11e9-8fdd-d4f7eb4bd62c.shtml

Anonimo ha detto...

L'Italia facendo sponda con i Paesi del gruppo di Visegrad sta portando ad eleggere come Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen
Durante la crisi greca la von der Leyen si distinse per la sua linea da 'falco', riuscendo a irritare persino Wolfgang Schauble.
Secondo quanto riportano il Guardian e il Financial Times, disse che la Grecia avrebbe dovuto mettere riserve auree o asset industriali a garanzia degli aiuti ottenuti dall'Ue.
Chissà se Conte lo sa o lo scoprirà quando dovrà trattare per la procedura d'infrazione.

Praticamente abbiamo un governo che fa gli interessi nazionali degli ungheresi.

fabrizio giudici ha detto...

Ci sono alcune cose che devo capire:

1. perché ai 4 di Visegrad piace la der Leyen
2. perché Farage oggi ha accusato Conte di fare gli interessi franco-tedeschi

Detto questo, e in attesa di leggere qualche resoconto, io non solo non sono sorpreso, ma neanche tanto scontento: mi pare evidente che un candidato decente non c'era, e francamente meglio avere un falco con cui sai che andrai ai ferri corti invece di un mezzo falco con cui magari qualcuno sarebbe anche andato a fare compromessi. Idem per la BCE. Ci sono due falchi in Europa? Vuol dire che il PD ci perderà ancor di più la faccia a sostenerli.

Semmai sono preoccupato per Draghi che ora è a piede libero, ma questo era scontato.

Anonimo ha detto...

Per capire che ci prendono tutti per i fondelli basta osservare le immagini dei baldi ragazzoni africani scesi dalla Sea Watch. Alti, spallati, muscolosi, l'immagine della gioventù, del vigore fisico e dellla salute. Secondo la narrazione immigrazionista ufficiale avrebbero dovuto essere allo stremo dopo un viaggio lungo e pericoloso per raggiungere la Libia. E soprattutto dopo essere stati detenuti e torturati per mesi nei lager libici. Ma dalla nave non è sceso nessuno denutrito e stremato. Tutt'altro. E' evidente che sono balle, sono tutte balle per nascondere la verità. E la verità é che si vuole l'invasione, e la si vuole per almeno due motivi.
Il primo è economico: nuova forza lavoro non sindacalizzata da sfruttare a basso costo. Il secondo è ideologico: si vuole l'Europa del melangismo kalergiano.
I "migranti" sono da una parte il nuovo proletariato a basso costo, l'armata di riserva del capitale; e dall'altra il grimaldello utilizzato dall'ideologia liberal (si badi bene: "liberal", non più "comunista") per distruggere l'identità etnico-culturale degli europei. Che come tutte le identità collettive (religiose, familiari, locali, comunitarie, persino sessuali) deve essere distrutta. Il resto sono chiacchiere senza senso.
Martino Mora

Anonimo ha detto...

fateve na letturina interessante l'articolo 54 del codice di procedura penale ridicoli e disinformati
Alessandra Maria Tarantino

mic ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/carola-italiana-condannata-francia-lindifferenza-dei-1720332.html

Anonimo ha detto...

Charles Michel
Strenuo difensore del Global compact sull'immigrazione. E' stato uno dei pochi ospiti al matrimonio gay del primo ministro del Lussemburgo.
Dovrebbe essere il nuovo presidente del Consiglio Europeo.

Anonimo ha detto...

Giorgia Meloni:
LA MAGISTRATURA CI IMPONE IL GLOBAL COMPACT
La magistratura libera la comandante della Sea Watch. Manco un minuto di galera per chi ha violato i nostri confini, violato la legge, speronato una nave della guardia di finanza. Per la sinistra immigrazionista la legge non conta. Possono fare i loro porci comodi e farla franca. Abbiamo fatto bocciare dal Parlamento il Global Compact ma i magistrati ce lo impongono con le loro sentenze. Una ragione in più per chiedere subito il BLOCCO NAVALE per impedire ai barconi di partire e di avvicinarsi alle nostre coste. Per non dover avere ancora a che fare con la magistratura italiana.
E ora almeno affondiamo (o demoliamo) la Sea Watch.

Anonimo ha detto...

Oggi non voglio parlare, sono troppo arrabbiata. Delusa profondamente da una Magistratura sempre e comunque contro l'Italia e gli Italiani. Non credo più nella sua innocenza o buona fede. Credo invece che esistono essere malvagi che vogliono a tutti i costi distruggerci come civiltà e come etnia, vogliono una sostituzione di genti per fini non leciti. E noi non abbiamo il coraggio di RIBELLARCI sul serio, di andare fino in fondo alzando una mano e dicendo: fino a qui, ora non un passo avanti ..........o vi scontrerete con noi.....
G.A.

irina ha detto...

@ Alessandra Maria Tarantino
le spiace sinteticamente di darci un sunto dell'articolo 54 del codice di procedura penale? Grazie.

Anonimo ha detto...

Alessandra Vella, che ha deciso il caso Rackete, è iscritta alla corrente "Movimento per la Giustizia", la corrente dei cosiddetti "Verdi", più a sinistra di Magistratura Democratica.

Anonimo ha detto...

54 Codice Penale. Stato di necessità . Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo.

Anonimo ha detto...

Gentile mic alla lista dei danzanti deve aggiungere costoro:
https://www.adista.it/articolo/61614
...anche i cosiddetti teologi .....
È una vergogna!

Anonimo ha detto...


Ci invita una lettrice romanesca a leggerci l'art. 54 del codice di procedura penale, per colmare la nostra ignoranza ed evitare di apparire ridicoli.

Che dice quest'articolo?
Parla dello stato di necessità, esistendo il quale,"non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo."
Questo dice il primo comma. Par di capire, dall'elegante intervento della suddetta "lettrice", che la liberazione della ormai famosa Carola, peraltro scontata nell'opinione dei più, sarebbe dovuta all'applicazione di questa norma. La suddetta non è punibile perché ha agito in stato di necessità, per salvare sé o altri dal pericolo di un danno grave alla persona etc.
Ma non si vede come si possa applicare una norma del genere qui, a meno che non si voglia credere agli argomenti della Carola, di aver salvato delle persone in mare che doveva sbarcare in un porto sicuro. Stavano costoro forse per naufragare? Non pare proprio. Tutti sappiamo come stanno le cose: i "naufraghi" vanno ad un appuntamento già organizzato tra i trafficanti e le navi ONG, che li aspettano vicino alla Libia per traghettarli (è la parola giusta) in Italia. Esistono, sembra, persino opuscoli con tutti i prezzi del viaggio via mare. E'un servizio di ferry-boat tra la Libia e il nostro Paese. Organizzato e mantenuto per motivi politici ed economici, da un variegato spettro di forze, anche criminali, sviscerati i motivi già molte volte. Si tratta di una vera e propria invasione (musulmana) che si vuol far passare per "migrazione" di disperati e bisognosi,convinti che gli italiani (e non solo) siano tutti imbecilli e non capiscano come stanno le cose. Però una parte piuttosto ampia della popolazione ha finalmente capito e forse comincerà presto anche a capire che con le buone qui non si cava il ragno dal buco, che una qualsiasi Carola può impunemente sputarci in faccia e farsi beffe di noi, assieme a tutti i finti naufraghi che trasportava.
Z.

Anonimo ha detto...

Caro art 54: io non vedo stato di necessità manco con un binocolo, ma è un tempo pazzo questo, vediamo pure i papi doppi, ed al tg ci dicono che siamo in crescita e 5 minuti dopo Zingaretti e la siliconata di forza i. ripetono la solita barzelletta loro che si sente da un anno 2 volte al giorno come minimo, siamo in decrescita causa Salvini, ma forse oltre che vedere doppio udiamo doppio anche. Non vedo manco col binocolo pure il pericolo dalla capitana non volontariamente causato, anzi lo vedo causato, dato che se li vanno a caricare dietro compenso (lo dicono i salvati), mentre vedo invece il pericolo causato volontariamente dalla pirata, ma anche li avesse ammazzati mi sa che il giudice l'avrebbe liberata, sarebbe ora di indagare il giudice. Coi porti aperti della Francia poi far soffrire quei bei ragazzi muscolosi e denutriti in mare per così tanti giorni, che pena, che sadismo. Non vedo neppure la non evitabilità, ma proprio noi italiani abbiamo difetti di vista, per fortuna che i pirati, e non solo loro, hanno vista da falco. Vedono triplo, quadruplo, quintuplo...secondo necessità.

irina ha detto...

@ Anonimo, grazie.
Personalmente non lo vedo lo stato di necessità perchè altri porti avevano invitato Fraulein Carola Rackete a dirigersi verso di loro, es: Livorno e Palermo. Ma non erano solo due, comunque io ricordo solo questi. L'onorevole del Rio, da quello che si diceva, voleva proprio andare a Lampedusa, perché lì i magistrati avrebbero sciolto il nodo di Fraulein Rackete. Quindi il pericolo non era il mare ma, sarebbe stato un magistrato diverso, con diversa frame of mind. Herr Rackete ha anticipato che Fraulein Carola lo rifarà. Se lei caro Anonimo ha modo di contattarlo gli ricordi che sbagliare è umano, perseverare diabolico. Grazie ancora per la sua solerzia, sono certa che anche lei è poco convinto/a di questo stato di necessità, personalmente non lo sono affatto. Quando si dice che la pezza è peggio dello strappo. Comunque Dio, che tutto vede e tutto sa, darà a ciascuno il suo. E lo sta già dando, la verità ha una sua forza intrinseca, come il filo d'erba che buca il manto stradale. Non si sa quando, non si sa come, ecco che è spuntato il filo d'erba al centro della corsia di grande scorrimento autostradale. Buona serata.

fabrizio giudici ha detto...

Prima di tutto non c'era nessun grave danno alla persona: la bugia spudorata che viene ripetuta è "le persone vanno salvate", ma lo erano già nel momento in cui sono state prese a bordo. Secondariamente, l'eventuale pericolo - che semmai è un disagio - è stato causato proprio dal capitano della Sea Watch che per giorni ha stazionato praticamente fermo al limite delle nostre acque territoriali, mentre avrebbe potuto raggiungere altri porti.

Da Fb ha detto...

IN ITALIA, RICAPITOLANDO:
1. SI POSSONO VIOLENTARE FISICAMENTE E PSICOLOGICAMENTE BAMBINI, FARGLI CAMBIARE SESSO TOGLIERLI AI GENITORI E DARLI, PER UNA SANA EDUCAZIONE, A COPPIE AMICHE MA SOLO DI OMOSESSUALI!
2. SI PUÒ FORZARE UN BLOCCO, ENTRARE NON GRADITI IN UN PORTO, SPERONARE DEI FINANZIERI, MAGARI UCCIDERLI, RICATTARE UN PAESE, PROVOCARE UN GOVERNO E AVERE PURE IMPUNITÁ E SOLIDARIETÁ!
3. SI POSSONO TRUCCARE CONCORSI UNIVERSITARI, DISTRIBUIRE CATTEDRE, CONTROLLARE ATENEI COME FOSSERO STUDI PRIVATI.
4. SI POSSONO VIOLARE DOMICILI, STUPRARE RAGAZZINE, AGGREDIRE E FERIRE POLIZIOTTI E CARABINIERI ED ESSERE RIMESSI IN LIBERTÁ CON TANTO DI SCUSE!
5. SI POSSONO NOMINARE, PROMUOVERE, TRASFERIRE MAGISTRATI AMICI E AMICI DEGLI AMICI, TANTO IL CSM NON RISPONDE A NESSUNO.
6. SI POSSONO BUTTAR GIÙ PONTI E VIADOTTI AUTOSTRADALI E CONTINUARE A RISCUOTERE PEDAGGI!
7. SI POSSONO INQUISIRE MINISTRI CHE APPLICANO LE LEGGI.
8. SI POSSONO IMPEDIRE BISTECCHE FIORENTINE E PRODURRE CETRIOLI CON ANGOLO DI CURVATURA STABILITO DA BUROCRATI ALL’ESTERO
9. SI POSSONO CENSURARE SUI SOCIAL COME FB QUELLI CHE A LORO DISCREZIONE NON HANNO UNICI E OMOLOGATI PENSIERI!!
10.SI POSSO ACCOGLIERE TUTTI, COMPRESI POTENZIALI TERRORISTI, RAPINATORI, VIOLENTATORI ALTRIMENTI SI POSSONO FARE GROSSI MISERICORDIOSI AFFARI CON GLI ALTRI!
11. SI POSSONO TRASFORMARE GLI AVVERSARI IN NEMICI, E INVENTARSI POI PRETESTI PER INSULTARLI COME RAZZISTI FASCISTI, OMOFOBI E VIA DICENDO!
12.SI POSSONO OCCUPARE LE CASE MENTRE I PROPRIETARI STANNO AL SUPERMARKET, E NON RIAVERLE PIU’!
13. SI POSSONO FARE PUBBLICHE SFILATE ORGOGLIOSE CON IL FILO INTERDENTALE TRA LE CHIAPPE, SENI AL VENTO E CARTELLI OSCENI E PUR CON BAMBINI AL SEGUITO!
14. SI POSSONO RIMUOVERE PAPI LEGITTIMI CON IL RICATTO, SENTIRE ERESIE DAL SOSTITUTO E IN CONTROCANTO I SERMONI DI INTEGRALISTI E TERRORISTI ISLAMICI CHE, GRATI, RICAMBIANO, COSI L’OBBLIGATORIA ACCOGLIENZA!
15. SI POSSONO CONTROLLARE OSPEDALI, SUGGERENDO O IMPONENDO NOMINE A DIRIGENTI COMPIACENTI, CHE SI ADOPERANO PER NON DELUDERE I POLITICI CHE LI HANNO INFILATI AD HOC.
16. SI POSSONO PROTEGGERE, SALVARE BANCHE PURCHÈ AMICHE E CON LORO SPECULATORI SENZA RITEGNO.
17. SI POSSONO PRENDERE PER IL CULO I TERREMOTATI, DIFFERIRE PER ANNI UNA VERA RICOSTRUZIONE, FARE PASSERELLE DEMAGOGICHE FAR SPARIRE PURE I SOLDI DI PUBBLICHE COLLETTE LORO DESTINATE!

COSI LA VEDO! PER IL MOMENTO!

Anonimo ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/anarchia-italia-carola-e-libera-chi-comanda-nel-paese

1) Il vocabolario e' ampio e Azzeccagarbugli alla magistratura italiana gli fa un baffo ovvero giocare con le parole e la punteggiatura

2)Karola , Greta e le femministe e le paladine nostrane sono chiaramente pedine

3)il"colle" non esiste , fu una invenzione del direttore del giornale repubblica ,l'espressione a mio dire e' infelice e non m'e' mai piaciuta :o si dice il Quirinale o si dice l'attuale capo dello stato Mattarella ( che e' meglio ).

Anonimo ha detto...

La gip è bianca, ricca e di sinistra (iscritta alla corrente più sinistra della Magistratura) come la Carola, ma non rasta, anzi direi piuttosto radical chic... fotografata al Lions Club.
Sara Fumagalli

Anonimo ha detto...

"Il capitano della Sea Watch che per giorni ha stazionato praticamente fermo al limite delle nostre acque territoriali, "

Lo stato di necessita' era tale che ha avuto tutto il tempo per riflettere....ievidentemente in attesa di istruzioni/ordini .
Questa e' una barzelletta da raccontare ai bambini dell'asilo ancora non genderizzati , alla stregua del monsignore elettricista

irina ha detto...

L'equivoco dello stato di necessità derivava dal fatto che la necessità non era cagionata dal loro stare in mare, come quasi tutti hanno inteso ed era ovvio intendere vista la situazione, ma dal trovare, a terra, nel porto giusto il magistrato giusto, cioè il magistrato capace di trovare l'articolo in grado di far intendere quello che l'apparenza suggeriva (il disagio marino) con quello che la realtà cercava(il magistrato 'amico'). La Sea Watch, nella persona del comandante, a parole cercava il porto, nei fatti cercava 'il magistrato'. Del Rio aveva detto che attraccati, il compito spettava ai magistrati completarlo. Del Rio quindi ha ben consigliato il comandante della Sea Watch, avendo evidentemente una chiara visione di dove sono localizzati gli amici, peccato che nel contempo ha pugnalato alle spalle gli Italiani.

Anonimo ha detto...

La decisione del giudice di Agrigento di non convalidare l’arresto di Carola Rackete apre la guerra tra due dei tre poteri su cui si fonda la Repubblica: dire che la Sea Watch stesse salvando vite è una dichiarazione politica. Eppure, inchieste come quella di ieri delle false onlus per migranti mostrano che il business dei clandestini è sotto gli occhi di tutti. Ma Sinistra, magistratura ideologizzata e Chiesa progressista lo ignorano. Chi comanda in questo clima di anarchia? 

Anonimo ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/anarchia-italia-carola-e-libera-chi-comanda-nel-paese

GIUDICI SCONFESSANO GOVERNO
Anarchia Italia, Carola è libera: chi comanda nel Paese?
EDITORIALI03-07-2019 Andre Zambrano
La decisione del giudice di Agrigento di non convalidare l’arresto di Carola Rackete apre la guerra tra due dei tre poteri su cui si fonda la Repubblica: dire che la Sea Watch stesse salvando vite è una dichiarazione politica. Eppure, inchieste come quella di ieri delle false onlus per migranti mostrano che il business dei clandestini è sotto gli occhi di tutti. Ma Sinistra, magistratura ideologizzata e Chiesa progressista lo ignorano. Chi comanda in questo clima di anarchia?

Anonimo ha detto...

https://voxnews.info/2019/07/02/seawatch-gip-pro-ong-di-agrigento-indagato-per-i-reati-di-falso-e-abuso/

fabrizio giudici ha detto...

Neanche espulsa, per ora, perché il magistrato deve prima interrogarla. Come? Non ha fatto niente, allora perché interrogarla? E il suo avvocato ha detto di essere impegnato, dunque l'interrogatorio è rimandato.

Japhet ha detto...

Cosa resta del metodo Bibbiano

Se un italiano insulta un nero sta tornando il razzismo. Se un ragazzo schiaffeggia un coetaneo antifascista sta tornando il fascismo. Se qualcuno offende un gay sta dilagando l’omofobia. Se un’inchiesta rivela un sistema criminale che toglie i bambini ai loro genitori per venderli ad altri, non è successo niente, è solo un episodio da accertare. Anzi, bisogna difendere il sindaco piddino di Bibbiano coinvolto, e mostrargli vicinanza per “il linciaggio mediatico” che subisce.

http://www.marcelloveneziani.com/articoli/cosa-resta-del-metodo-bibbiano/

Anonimo ha detto...

Un uomo solo comanda al governo dell'Italia????????????????????????????????????' Un uomo solo con la cricca di sinistra alle spalle??????????????????????????????????????? QUESTO é COLPO DI STATO !!!!!!!!!SI INDAGHI IL GIUDICE per LIBERAZIONE DI CLANDESTINI, MANCATO RISPETTO DELLA LEGGE, INTEPRETAZIONE ARBITRARIA DELLA LEGGE, per non applicazione della legge uguale per tutti.... si indaghi il PD nei suoi rappresentanti per favoreggiamento,per italiafobia, per presa in giro degli italiani, per poliziafobia (hanno accusato gli speronati di essere i colpevoli dello speronamento!!!!!!!!!!)…... Comunque è da rivedere il punto dei 3 poteri divisi ed autonomi se un uomo SOLO comanda 60.000.000 di persone compresi i suoi superiori, qualcosa non va! Mi sa che fu progettato allora quando padri di questa cricca avevano in mente dove volevano arrivare….oggi. Un giudice a Torino decide che la legge va applicata in un modo, un giudice decide che va applicata in senso contrario, i detenuti si fanno trasferire dove c'è il giudice "buono" per loro e contro lo STATO nella sua ARBITRARIA interpretazione della legge? Significa che allora uno dei 2 giudici sbaglia, la verità è di un colore solo, non arcobaleno, le foglie del fico sono verdi in estate. Significa che la legge non è uguale per tutti, significa che un uomo senza potere di governare governa lo stato intero, significa che questa storia di anarchia giudiziaria va fatta terminare: la legge deve essere uguale per tutti nella sua interpretazione. Niente trasferimenti di carcere, niente stazionamenti davanti al giudice giusto per 14 giorni in mare con pericolo di SALUTE degli ospiti ben nutriti e privi di ferite di guerra: che se poi hanno ferite si mandino ai causanti la morte di Gheddafi, si sa chi sono molto bene: chi è causa sia soluzione a proprie spese. Ma mi sa che anche la guerra a Gheddafi sia stata una mossa in questo gioco sciocco ma pericoloso per gli italiani che o si svegliano o saranno sepolti compreso il pd e le carole varie.

Anonimo ha detto...

E mentre la Costituzione afferma che la sovranità appartiene al popolo, in Italia alcuni dipendenti pubblici, non eletti da nessuno, si arrogano il diritto di fare scelte politiche

Occorrono mosse inedite (e concertate)... ha detto...

I MAGISTRATI UMILIANO L'ITALIA
Come prevedibile i magistrati scarcerano Rackete. La criminale tedesca viene rilasciata nonostante abbia attentato alla vita dei nostri agenti. Rackete è esponente della razza padrona, ricca e di sinistra. Per loro la legge non esiste. Sono impunibili, e i magistrati garantiscono la loro incolumità. L'Italia e gli italiani vengono ancora umiliati dalla magistratura, e il messaggio è dirompente: si possono sfondare i posti di blocco della marina militare e importare migranti. Lo Stato non ha più alcun potere. Le leggi sono carta straccia. Comandano i magistrati, i guardiani del regime liberal, immigrazionista e Lgbt. A questo punto non resta che la rivolta popolare visto che il nostro voto non conta più nulla.

Anonimo ha detto...

Speronare una motovedetta della Guardia di Finanza e mettere a repentaglio le vite dei suoi uomini d'equipaggio non è reato.
A spiegarlo, con una decisione che grida vendetta al cielo e al comune senso della giustizia, è il Gip di Agrigento Alessandra Vella a cui spetta il poco invidiabile merito di aver rimesso in libertà la capitana Carola Rackete. Il problema è evidente. A questo punto non stiamo più parlando di giustizia, ma di ideologia. E per capirlo basta leggere le capziose motivazioni con cui il Gip cerca di avvalorare la propria decisione. Escludere il reato di resistenza e violenza a nave da guerra sostenendo che entrambi siano stati giustificati da una «discriminante» legata «all'adempimento di un dovere» identificato nel «salvare vite umane in mare» è un autentica mostruosità giuridica. In primo luogo perché una corte - assai più rilevante nel merito - come quella per i «diritti umani» di Strasburgo aveva già escluso l'assenza di qualsiasi pericolo immediato per i migranti. In secondo luogo perché l'articolo 54 del vigente codice penale prevede sì la non punibilità per chi agisce nella necessità di «salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave» - ma sempre e solo a condizione «che il fatto sia proporzionato al pericolo». Invece di proporzionato e sensato nella condotta di Carole Rackete non c'è assolutamente nulla. La «capitana» ha deciso di tenere sulla tolda per quasi tre settimane il suo carico di umani non in base ad un dovere, ma semplicemente in virtù della scelta politica di farli sbarcare solo ed esclusivamente in Italia. Del resto come sancito dai giudici di Strasburgo, e comprovato dalle visite mediche successive allo sbarco, nessuno di quei migranti era in pericolo di vita. Ma la bestemmia giuridica contenuta nella decisione del Gip è comprovata dalle parole dello stesso Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio. Subito dopo il fermo di Carla Rackete il capo della Procura aveva escluso l'esistenza di qualsiasi «ragione di necessità» capace di giustificare lo speronamento della motovedetta della Guardia di Finanza. «Le ragioni umanitarie aveva detto Patronaggio - non possono giustificare atti di inammissibile violenza nei confronti di chi in divisa lavora in mare per la sicurezza di tutti». Ma evidentemente il Gip Alessandra Vella ha un'altra visione del diritto e della legge. Per lei, come per la tedesca Carola Rackete, pur di portare dei migrati irregolari in Italia è lecito non solo infrangere il codice penale, ma anche mettere a rischio le vite degli uomini in divisa chiamati a far rispettare la legge e a difendere le nostre istituzioni.
Gian Micalessin

mic ha detto...

Mi chiedo: la non convalida dell'arresto è inappellabile?
Perché un conto è che non ci siano prove, un altro conto è una interpretazione di parte..

Japhet ha detto...

La magistratura libera la comandante della Sea Watch. Manco un minuto di galera per chi ha violato i nostri confini, violato la legge, speronato una nave della guardia di finanza. Per la sinistra immigrazionista la legge non conta. Possono fare i loro porci comodi e farla franca. Abbiamo fatto bocciare dal Parlamento il Global Compact ma i magistrati ce lo impongono con le loro sentenze. Una ragione in più per chiedere subito il BLOCCO NAVALE per impedire ai barconi di partire e di avvicinarsi alle nostre coste. Per non dover avere ancora a che fare con la magistratura italiana.

Anonimo ha detto...

aprile 2012: Christine Lagarde (nuovo commissario BCE) parla del "problema" della longevità degli anziani europei...
Risolto, attuate leggi a favore dell'eutanasia

fabrizio giudici ha detto...

Cercare di capire qualcosa nelle recenti nomine ai vertici della UE è complicato. Parto da due articoli de La Verità:

https://www.laverita.info/i-gialloblu-hanno-fatto-inciampare-parigi-e-berlino-2639059555.html
https://www.laverita.info/il-muro-ha-funzionato-merkel-costretta-a-rinunciare-ai-suoi-2639059393.html

Premetto che sono i due articoli che più mi hanno lasciato perplesso su questo giornale... In sintesi:

1. Sarebbe stata una vittoria di Visegrad ed Italia, perché sono stati mandati all'aria i piani originali. Vero, e Timmermans era probabilmente la peggior cosa che potesse capitare. Però la "seconda scelta" imposta è comunque funzionale al dominio franco-tedesco e dei poteri finanziari globali. Vittoria di Pirro?

2. Sarebbe stata una sconfitta della Merkel. Ho i miei grossi dubbi, visto che proponeva un socialista come parte del solito compromesso, e si ritrova praticamente un suo clone del suo partito.

3. La mossa dei quattro di Visegrad sarebbe stata orientata da Trump, perché von der Leyen sarebbe più "atlantista". Mah... Trump ha messo la Germania nel mirino e non capisco come un clone della Merkel possa piacergli.

Ho cercato dunque su Breitbart, che dovrebbe dare una lettura dalla prospettiva di Trump:

https://www.breitbart.com/europe/2019/07/02/merkel-minister-who-promotes-eu-army-chided-trump-emerges-as-jean-claude-juncker-replacement/

Come immaginavo, non c'è proprio nessun entusiasmo: la von der Leyen si disse "scioccata" dall'elezione di Trump, è una grande sostenitrice degli Stati Uniti d'Europa di cui ha spinto molto l'integrazione militare (essendo stata ministro della difesa), cosa che tra l'altro contraddice un passaggio degli articoli de La Verità.

L'unica nota positiva è che i socialisti sono furiosi. Forse l'idea è perseguire l'alleanza tra populisti e parte del PPE, strategia delineata da tempo, mandando all'aria la grande coalizione popolari-socialisti?

Anonimo ha detto...


In Italia, tra tante nequizie, si possono anche RIMUOVERE PAPI CON IL RICATTO ETC?

Punto n. 14 della lunga lista di cui sopra. Qui però c'è un errore, dovuto forse
ad eccesso di zelo. Con le vicende vaticane delle dimissioni ed elezioni papali,
più o meno chiare, l'Italia, in tutti i sensi, non c'entra nulla.
Sono questioni che riguardano la gerarchia ecclesiastica, lo Stato Vaticano, insomma
la Chiesa come istituzione, che non ha niente a che vedere con l'Italia
in quanto tale ed è un'entità che trascende l'Italia anche dal punto di vista meramente
organizzativo, non solo religioso.
Unicuique suum: non facciamo confusione tra l'Italia e la Chiesa, anche solo come istituzione e gerarchia.
O.

fabrizio giudici ha detto...

Questo è appena uscito:

https://it.insideover.com/politica/italia-ursula-von-der-leyen-commissione-europea.html

Mi pare che ognuno in gran parte proietti la propria visione per interpretare una situazione caotica... Rimane solo la questione dell'asse popolari-sovranisti, che effettivamente potrebbe essere sancita dal voto di conferma delle nomine al Parlamento Europeo.

mic ha detto...

Sono questioni che riguardano la gerarchia ecclesiastica, lo Stato Vaticano, insomma
la Chiesa come istituzione, che non ha niente a che vedere con l'Italia


La Chiesa istituzione ha a che vedere, per gli effetti che dall'ordine spirituale discendono su quello materiale, sia l'Italia che col mondo intero...

mic ha detto...

Fabrizio,
l'ennesima dimostrazione della politica come "arte del compromesso". Ma ogni volta resta da vedere qual è il prezzo da pagare. Certo l'asse popolari sovranisti è il meno peggio rispetto a quello franco-tedesco... Un futuro tutto da scrivere...

Anonimo ha detto...


L'inchiesta contro la Carola sembra dover continuare

Secondo un articolo de Il Giornale, la Carola non viene ancora rimessa in libertà
dai domiciliari perché il giudice starebbe indagando su un'altra ipotesi di reato,
che richiede ulteriori interrogatori.
Cioè: si vorrebbero ricostruire le modalità esatte dell'imbarco dei "migranti" al largo della Libia per capire se c'è stato favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, che è un reato per noi. Quest'aspetto dell'indagine è condotto da un giudice diverso da quello che ha assolto la Carola dalle altre accuse.
La CArola deve quindi tenersi a disposizione della magistratura e la nave rimane ferma in porto mentre la "capitana" è provvisoriamente domiciliata presso il suo avvocato difensore,
essendo agli arresti domiciliari. Non sarebbe vero quindi che è "libera".
Chi si trova agli arresti domiciliari non è libero, non può andare dove vuole, è pur sempre agli arresti. Vive in pratica confinato in un appartamento, sotto controllo.
L'indagine sulla complicità nell'immigrazione clandestina è giuridicamente ineccepibile e doverosa. Se dimostrasse il suo assunto, portando alle conseguenze penali del caso, costituirebbe un precedente di fondamentale importanza.
Però, data la situazione generale, non bisogna illudersi troppo.
Stiamo, dunque, a vedere l'evolversi dei fatti.
(Opnione personale: penso che i giudici più responsabili tengano conto del profondo stato di irritazione della GdF e in generale delle forze di polizia e armate con le quali devono pur collaborare - e irritazione per giustissimi motivi).

Anonimo ha detto...


L'elezione del Papa nelle sue modalità riguarda solo la Gerarchia della Chiesa.
Se ci sono stati brogli o meno, che cosa c'entra l'Italia?
Non si vede perché anche di queste eventuali forme patologiche si debba
dar la colpa dall'Italia, in generale.
La Gerarchia ecclesiastica non è poi oggi più in prevalenza "italiana" come
un tempo, tra l'altro.
Si potrebbe dare la colpa "all'Italia" di influire sulla elezione di un Papa,
se accadesse come al tempo della Cattività avignonese della Chiesa, quando
il popolo romano tumultuò fuori del Conclave gridando alle eminenze ivi
riunite : "Romano lo volemo [il Papa, basta con i papa francesi] o armanco
italiano!". Ma non è certo questo il caso oggi.
O.

mic ha detto...

O.
Sono d'accordo. Non avevo capito bene. E mi riferivo più agli effetti (in generale) che alle responsabilità oer l'elezione del papa.

Japhet ha detto...

"(Opnione personale: penso che i giudici più responsabili tengano conto del profondo stato di irritazione della GdF e in generale delle forze di polizia e armate con le quali devono pur collaborare - e irritazione per giustissimi motivi)."

Speriamo si rendano conto anche dell'irritazione sempre più consistente di ampie fasce della popolazione....

Anonimo ha detto...

Ora il pd è salito a bordo dopo aver discusso a terra la strategia, in modo da essere testimoni dei fatti solo loro? Questo è quanto emergerebbe visto che sono loro a sostenere in tv che chi ha sbagliato è stata la polizia mentre la Carola ha fatto tutto bene, bene per chi la manda, dato che la piccola è solo una pedina nel grande business. Quanto al libero stato e libera Chiesa di O, puntualizzerei che la polizia italiana non dovrebbe allora lavorare per il vaticano, come mai ci lavora ed in numero rilevante? Con le tasse li paghiamo noi, mica il vaticano. Come mai poi Paolo VI confabulava con Andreotti se devono stare separati, O vuol dire che è Paolo VI che deve comandare Andreotti forse, e non viceversa, come mai il b nay b rith ha comandato certi conclavi ben precedenti tanto che Roncalli sapeva di essere eletto prima del conclave?come mai abbiamo queste connessioni politiche allora di fatto?L'unica nota sbagliata di quel commento è che non è stato un ricatto del 2013, ma ben precedente, un colpo di stato connesso con la politica.

fabrizio giudici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
fabrizio giudici ha detto...

Un commento a margine relativamente alle questioni europee, però focalizzato su questioni interne.

Brandi e Coghe hanno appena rilasciato un comunicato stampa molto puntuale a proposito di chi sia la Von der Leyen, apparentemente accolta con indebito ed ingenuo entusiasmo da alcune parti cattoliche per via dei suoi sette figli. Tutto giusto, e sono un gran supporter di Brandi e Coghe, e sono molto soddisfatto di come lavora Pro Vita e Famiglia, che sostengo finanziariamente anche con il 5x1000...

Non capisco però il senso dell'ultimo paragrafo, che riporto; anzi, fa del danno:

“Stupisce – concludono con indignazione i due organizzatori del Congresso Mondiale delle Famiglie - che le realtà cattoliche associative che si occupano di famiglia in Italia abbiano da subito esultato, e questo solo perché madre di 7 figli.

Fin qui tutto bene... E poi:

Anche il Papa ha messo in guardia che essere cattolici non significa fare figli come conigli, per non parlare dell’attacco che ha lanciato alla teoria gender come ‘espressione di frustrazione e rassegnazione, che mira a cancellare la differenza sessuale perché non sa più confrontarsi con essa’.

Io ora uso la prima persona plurale perché sono sicuro che una moltitudine di cattolici la pensa come me. Non ne possiamo più della "comedicepapafranceschite"!. E non è una questione soggettiva, né necessariamente legata ai disastri che fa e dice Papa Francesco. Lo direi anche se il regnante pontefice fosse Pio XII.

È un problema culturale: da quando in qua ogni singola affermazione cattolica necessita di essere avvalorata dal "come dice il pontefice regnante"? Forse che negli Atti degli Apostoli, nelle epistole di Paolo, Giacomo, Giovanni, eccetera, ad ogni frase c'è l'intercalare "come dice Pietro"? San Tommaso d'Aquino ha infarcito la Summa con mille "come dice [il pontefice regnante]"? Non mi pare. Ha semplicemente citato i papi opportuni quando c'erano da radicare i ragionamenti su fondamenta magisteriali.

Cos'è, un insegnante di aritmetica cattolico dovrebbe dire "2+2=4, come dice anche Papa Francesco"? Uno di matematica apporre al cvd in fondo ad ogni teorema "E lo dice anche Papa Francesco"? Certo che no, non ha senso. Allora, visto che tutto il resto del comunicato è ineccepibile, puntuale, documentato, motivato, che senso ha questa postilla? Dicevo sopra: fa danno. Fa danno ai papolatri perché li abitua ancora di più a questa ossessione papalina, e fa danno a noi poveracci che imploriamo la Madonna ogni giorno di darci la grazia di resistere nell'ortodossia e contemporaneamente rimanere fedeli alla Sede Petrina e che subiamo un bombardamento esasperante su più fronti.

Per non dire che la frase "non si fanno figli come conigli" risulta, per via del suo contesto culturale, un insulto nei confronti delle famiglie numerose; e non è neanche corretto affrontare l'argomento nei confronti della signora Von der Leyen che è un disastro politico, ma delle sue questioni familiari non sappiamo niente e non dobbiamo intrometterci.

Un po' di razionalità, per favore, e mettete un freno alla "captatio benevolentiae" nella comunicazione... Grazie.

Anonimo ha detto...

https://www.secoloditalia.it/2019/07/carola-i-magistrati-dellanm-contro-salvini-con-le-sue-critiche-alimenta-un-clima-dodio/

No, Signori Magistrati, non c'entra nulla Matteo Salvini, ci pensate da soli a farvi odiare dal popolo italiano, con il vostro disprezzo della Costituzione e del popolo nel nome del quale dovreste amministrare la giustizia, con la vostra superbia di sentirvi al di sopra delle leggi, del bene e del male, con le vostre sentenze abnormi, con i vostri due pesi e due misure, con l'impunità per i criminali e con la paura che fate agli onesti e agli innocenti in forza del vostro potere tirannico.
Voi - intendendo con voi, solo la parte sovversiva di voi - siete i veri nemici della democrazia e del popolo, voi siete i traditori della Repubblica Italiana e, se non fossi cristiana, vi odierei anch'io, anche perchè Dio mi ha dato la sofferenza di conoscere abbastanza bene il vostro mondo e di conoscere troppe storie di giustizia negata o di mala giustizia che gridano vendetta al cielo e anche troppe vostre porcherie, scandali, appartenenze palesi e occulte, corruzioni e, in tutto questo, la vostra totale intoccabilità.
Essendo cristiana non vi odio, prego per la vostra conversione e che, prima o poi, qualcuno coraggioso, capace e giusto tra voi abbia la forza di scoperchiare il vaso di Pandora, ma se questo non avvenisse, mi consola che prima o poi ci penserà La Giustizia assoluta a fare giustizia di tutte le vostre ingiustizie impunite, delle vostre ingiustizie arrecate e, soprattutto, del vostro tradimento e uso immorale dell'autorità che vi è stata data.
Sara Fumagalli

Anonimo ha detto...

So che non è pubblicabile per ovvi motivi, ma la Carola è già stata fermata per possesso e spaccio di cocaina, guida in stato di ebbrezza e reati vari nel suo paese, ma mai è stata in arresto, una volta visto il nome, zac, un colpo di spugna, quanto al capitano/a non ha neppure la patente per guidare un pedalò, altro che patente marittima, hanno già detto che altre 3 Sea watch, più moderne, riprenderanno i loro salvataggi umanitari.......in un paese di buffoni voltagiacca come il nostro, dove si trovò la ridicola scusa che Kappler era fuggito dai tetti del carcere in cui era detenuto, senza trovare il coraggio di dire che la Germania l'aveva preteso e pure il viaggio con aereo privato fu a carico nostro.......quanto alle nomine UE per noi cambia poco, sempre schiavi del IV reich e Draghi incombe minaccioso, sponsorizzato dal colle........

Anonimo ha detto...

https://www.analisidifesa.it/2019/07/il-caso-sea-watch-delinea-i-nemici-dellitalia/

https://www.maurizioblondet.it/dopo-la-gip/

Francesca Totolo
I fondi raccolti da @SeaWatchItaly, con la scusa di #CarolaRackete, hanno superato i 2 milioni di euro.
Aiutatemi ad affrontare i nemici, interni ed esterni, del nostro Paese.
Io non desisto!
https://twitter.com/francescatotolo?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1146305599904329728&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.maurizioblondet.it%2Fdopo-la-gip%2F

Migranti ? Ma de che ? Piuttosto chiamiamoli "prescelti" ad inseminare il nuovo mondo

Anonimo ha detto...

Francia, anche la Cassazione condanna a morte Vincent
Lo capite ora che l'Occidente ha stabilito che i magistrati siano i nuovi sacerdoti al di sopra del bene e del male, padroni di vita o di morte, della nuova religione dogmatica e totalitaria del politicamente corretto?

Giovanni Paolo II ci aveva avvertito di questa nuova "ideologia del male" nel suo "vero testamento spirituale" (secondo la definizione di Benedetto XVI) - Memoria e Identità - che però non si trova più in nessuna libreria, nemmeno cattolica e nemmeno online, se non in formato elettronico. Non viene ristampato.

La chiesa apostata è colpevole di aver aderito alla nuova religione, come ne "Il padrone del mondo" di Benson.

Anonimo ha detto...

La decisione del giudice di Agrigento di non convalidare l’arresto di Carola Rackete apre la guerra tra due dei tre poteri su cui si fonda la Repubblica: dire che la Sea Watch stesse salvando vite è una dichiarazione politica. Eppure, inchieste come quella di ieri delle false onlus per migranti mostrano che il business dei clandestini è sotto gli occhi di tutti. Ma Sinistra, magistratura ideologizzata e Chiesa progressista lo ignorano. Chi comanda in questo clima di anarchia?
Andrea Zambrano

Anonimo ha detto...

Eletto l'italiano Sassoli come vice presidente del parlamento europeo.
Come giornalista lo apprezzavo molto, come politico spero non abbia preso la stessa piega dei propri colleghi e si ricordi di essere Italiano.

Anonimo ha detto...

Sta là solo per l’appartenenza politica (PD) e perché è contro il suo governo... i voti che gli mancavano glieli hanno dati i verdi grandi vincitori delle elezioni che non portano a casa nemmeno una sedia e neanche uno sgabello.
In fondo grande continuità con Tajani...
Il sovranismo europeo dov'è?

Japhet ha detto...

Caso Sea Watch, L'Ammiraglio Nicola De Felice: "Sono costernato come tutti i veri militari: il GIP di Agrigento non convalida l’arresto della Conduttrice Rakete perché la Tunisia non risulterebbe porto sicuro quando migliaia di turisti fanno settimanalmente le crociere in quei porti??? E poi la motovedetta della GdF non sarebbe nave da “guerra”? Ma se sono navi militari essendo iscritte nel Ruolo speciale naviglio militare. Sono equiparate alle navi da guerra, secondo la Cassazione, ai fini della tutela penale riservata ad esse. Nel caso di guerra concorrono al dispositivo navale di difesa marittima!!! Tutte le motovedette della GdF hanno la bandiera da guerra della Marina Militare!! Ma anche se fosse stata una barchetta al servizio del prefetto, non sarebbe stato lo stesso un gravissimo attentato criminale alle nostre leggi italiane?"

Anonimo ha detto...

Mic: "Mi chiedo: la non convalida dell'arresto è inappellabile? 
Perché un conto è che non ci siano prove, un altro conto è una interpretazione di parte.."

Si, il pm potrebbe ricorrere, ma la vedo molto difficile. Se il capo della magistratura fosse realmente super partes sarebbe già intervenuto.

Filastrio ha detto...

Per FB delle 07.22

Già, così va il mondo, direbbe Manzoni. O meglio, così andava nel secolo decimo-settimo.

fabrizio giudici ha detto...

Come giornalista lo apprezzavo molto, come politico spero non abbia preso la stessa piega dei propri colleghi e si ricordi di essere Italiano.

???? È del PD, ha un record da PD mainstream... Degno successore di Schulz.

Anonimo ha detto...

Alessandro Meluzzi:
Come giudica il fatto che tanti italiani stanno comunque dimostrando solidarietà al comandante Carola al punto da aver raccolto 800mila euro per il pagamento delle spese legali e delle eventuali multe?

“Non mi stupisco di questo sinceramente, dal momento che esiste un’area di questo Paese il cui senso critico e la cui capacità di analisi razionale, è gravemente compromessa dall’ideologia. Attenzione però, perché quando si parla di ideologia non si deve pensare al marxismo che animava l’antico e glorioso Partito Comunista di Gramsci, Togliatti, Longo, e successivamente seppur con forme diverse anche di Berlinguer. Nell’ambito di una cultura davvero gramsciana, un personaggio come Carola Rackete non sarebbe mai diventata una eroina. E non si deve neanche pensare al cattolicesimo, che prima dell’avvento di Papa Bergoglio non aveva mai avuto una matrice migrazionista e globalista. Oggi ci troviamo di fronte ad un’alleanza fra un’area post comunista che ha dimenticato la classe operaia e i lavoratori, e un’area post cattolica che sembra aver ormai adottato una dottrina terzomondista. Questo ha dato vita ad un coacervo catto marxista di cui forse personaggi come Del Rio sono la massima espressione”.

https://www.lospecialegiornale.it/2019/07/01/carola-rackete-meluzzi-noi-profanati-di-cio-di-piu-sacro-per-un-loro-folle-progetto/amp/

fabrizio giudici ha detto...

... successore di Schulz ... e Tajani.

Anonimo ha detto...

Stato di necessità protratto per 17 giorni!!!! Tunisia porto non sicuro!!!! Esercizio del dovere di salvare i migranti ( salvare da cosa?).Impossibilità di raggiungere altri porti ( Francia Spagna a pochi giorni di navigazione ... in 17 giorni si circumnaviga tutta la costa occidentale europea). Queste in estrema sintesi le motivazioni del Gip.
MAMMA MIA!!!!
Avvocato penalista.

Anonimo ha detto...

Errata corrige:adempimento di un dovere.
Avvocato penalista

Anonimo ha detto...

IL DIRITTO E' MIO, ME LO GESTISCO IO.
Ora le eroine dell'invasionismo sono diventate 2: la tedesca e la giudice di Agrigento. La prima viola volantariamente la legge italiana, la seconda la libera e le dice: "Brava, vai avanti così". A me fanno paura entrambe, ma la seconda di più. E' inutile prendersela con gli stranieri. La giudice di Agrigento è italianissima. E' antitaliana ma al contempo italianissima. Ha studiato nelle nostre scuole, si laureata in una nostra università, ha fatto pratica nei nostri tribunali. E' figlia della nostra cultura che odia se stessa. E può decidere, lei e tutti quelli come lei, delle nostre vite. Può decidere, seguendo solo il suo aribitrio soggettivo, se la legge va fatta rispettare o non va fatta rispettare. Tanto non rischia nulla, semmai una promozione. Siamo alla completa incertezza del diritto. "Il diritto è mio e me lo gestisco io", è il motto di questa magistratura. . A me questa gente fa più paura della tedesca. Perchè é padrona delle nostre vite e del nostro futuro.
Martino Mora

mic ha detto...

A me questa gente fa più paura della tedesca. Perchè é padrona delle nostre vite e del nostro futuro.

Finché glielo si permetterà. Bisogna trovare un punto di superamento.... Deve esserci!

fabrizio giudici ha detto...

... successore di Schulz ... e Tajani ... e Pittella. Ecco, man mano mi rendo conto dell'inutilità di questa carica, tanto che uno non si ricorda neanche chi l'abbia ricoperta - una sequenza di signor nessuno - se non di chi, come Schulz, si è reso protagonista suo malgrado di un famoso teatrino.

fabrizio giudici ha detto...

Probabilmente la contropartita era la procedura di infrazione, che è saltata.

Carte veline ha detto...

Mi sembra di poter aggiungere che comunque la si metta tutti i mezzi di informazione in esercizio in Italia ( video, giornali e quant'altro, tra i giornali forse si salva la Verita'), tutti concorrano chi per un verso chi per un altro al dissesto del Paese ( basta dare una scorsa ai titoli ).La magistratura , i giornali , i comunisti , quelli del Forteto , questi di hansel e gretel , quelli che favoriscono la morte dei viventi....gli elettricisti del Colle Vaticano, tutti "über alles".,
Ah dimenticavo , certi giornalisti erano gia' scialbi che piu' scialbi non si puo' sia a vederli sia ad ascoltarli .

Unknown ha detto...

Anche questa è una lettura interessante.
CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE SUL DIRITTO DEL MARE.
ART.19
Punto 2 - Il passaggio di una nave straniera è considerato pregiudizievole per la pace, il buon ordine o l'indipendenza politica dello Stato costiero se nel mare territoriale intraprende una delle seguenti attività.
(Seguono vari esempi dettagliati fra cui)
- g - il carico e lo scarico di qualsiasi merce, valuta o PERSONA contraria alle leggi e regolamenti doganali, fiscali, di IMMIGRAZIONE o sanitari dello Stato costiero.

Maurizio ha detto...

@Fabrizio Giudici ore 12.21

..."Non ne possiamo più della "comedicepapafranceschite"!"...

Chissà se sul sito di Brandi e Coghe sono ammessi interventi dei lettori ...
Sarebbe sacrosanto potergliele scrivere lì queste cose ...

mic ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/rabbia-dei-poliziotti-derisi-dai-criminali-e-umiliati-dai-1654988.html

La rabbia dei poliziotti: "Derisi dai criminali e umiliati dai giudici"
C'è chi è nei guai per aver sedato risse e chi per aver catturato ladri: "Leggi da cambiare"

fabrizio giudici ha detto...

@Maurizio
Generalmente è possibile, per quanto mi ricordo (sul vecchio notizieprovita era possibile). Tuttavia per quanto mi riguarda non lo farei direttamente, perché non voglio aggiungere su di loro un fardello aggiuntivo, con tutto quello che già si portano sulle spalle; e poi non sono gli unici che fanno così. Secondo me basta farsi sentire in giro e il messaggio alla fine arriva.

fabrizio giudici ha detto...

tutti concorrano chi per un verso chi per un altro al dissesto del Paese

Certo: sono tutti stati colonizzati dalla sinistra, in un modo o nell'altro. E ringraziamo sentitamente la vecchia DC e il suo ca**o di compromesso storico, per questo grande risultato. Dall'intervista di oggi su La Verità di Cesare Cavalleri, direttore della rivista Studi cattolici e delle edizioni Ares:


«[La DC] Ha sempre preferito occuparsi di banche anziché di cultura, con i suoi buoni motivi, perché la cultura di per sé è dell'opposizione. Inoltre venivamo da una stagione totalitaria in cui c'erano i minculpop, il fascismo, e la cultura in questi casi pioveva, diciamo così, dall'alto, quindi anche per paura di evocare una cultura di Stato si è disertato il campo. Così per non sbagliare non si è mai fatto nulla e ci troviamo nella situazione attuale».


E almeno ci avesse lasciato in eredità un sistema bancario a posto. Manco quello!

Anonimo ha detto...

Una tedesca viene in Italia con carico di umani prelevate da mafie africane, sperona una motovedetta, infrangendo le leggi internazionali e Salvini alimenta odio? Capite perché scoppiano le guerre civili?

https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/sea-watch-anm-salvini-rischia-di-alimentare-clima-di-odio-in-italia-il-ministro-ultimi-che-possono-dare-lezione-morale-_3218028-201902a.shtml

Agostino Nobile

Report Difesa ha detto...

Guardia di Finanza infuriata

"Chi viola la legge diventa un'eroina e chi ha difeso la patria tra un po' passa per delinquente", spiega il militare che preferisce restare anonimo ma che non fatica a dirsi "molto amareggiato" per il comportamento della magistratura.

Molto rammarico negli ambienti militari, che si sentono delegittimati ed impotenti.

I precedenti sono tanti, dalle polemiche del G8 riguardanti il caso Giuliani, passando per la strage di Nassirya fino alla vicenda dei fucilieri di Marina.

Un rapporto tra una certa Italia e gli uomini in divisa sempre sul filo del rasoio.

fabrizio giudici ha detto...

Spero che almeno questo tolga tutti i residui voti PD da parte dei militari e delle forze dell'ordine.

Anonimo ha detto...

"In caso di necessita'" non si attua sempre.

Ascoli: 2 mesi di arresto, multa di 7.500€ a terremotato, per aver costruito casetta di LEGNO nel SUO terreno per stato di necessità.
Accusato anche il padre che nel frattempo e' morto...

Anonimo ha detto...

Vuoi mettere ? E mica sono poveri migranti , sono ricchi possidenti avevano pure il terreno !

Anonimo ha detto...


-- Il cattolicesmo prima di Bergoglio non aveva avuto una matrice immigrazionista e globalista?
Non è vero. Bergoglio ha sviluppato questa "matrice" in modo iperbolico, la matrice risale però al Concilio, alla Gaudium et spes, per esempio e alla Lumen Gentium. Il Concilio ha stabilito a sorpresa che il compito della Chiesa era quello di realizzare l'unità del genere umano, dato che nel mondo (diceva) era già in corso un processo di unificazione, a partire dal Terzo Mondo etc. La "pastorale del migrante" esisteva da ben prima di Bergoglio. La prospettiva bislacca inaugurata dal Concilio porta di per sé al dissolvimento delle nazioni.

-- La DC si è occupata solo di banche etc. Nei democristiani operavano anche altre compponenti negative. C'era sempre una riserva mentale nei confronti dello Stato, come istituzione, e in particolare dello Stato italiano, per il vulnus (in teoria superato) inflfitto alla Chiesa con l'unificazione. Questo favoriva la loro mancanza di senso dello Stato (non in tutti) sostituito dai vincoli di partito e di parrocchia. C'era poi un marcato senso di inferiorità a livello internazionale perché bisognava "scontare le colpe del fascismo", il che significava essere deboli e arrendevoli quasi per vocazione. Un'eccezione fu Pella, con la questione di Trieste. Quando ci furono gravi disordini (con morti) a Trieste con la polizia di slavi organizzata dall'amministratore inglese del Territorio Libero e Tito fece schierare truppe ai confini, Pella piemontese allora al governo, mandò l'esercito italiano al confine. Si interposero gli americani, con truppe e blindati. Ci furono giorni di grande tensione. Me li ricordo perché ero alla scuola media e partecipai a nutrite dimostrazioni di piazza, organizzate dall'allora MSI, per Trieste italiana. Poi la situazione si sgonfiò e i demoscristiani fecero rapidamente le scarpe a Pella "guerrafondaio".
Ma la mancanza di senso dello Stato, i complessi di inferiorità, l'autodenigrazione costante dell'Italia, insomma la c.d. "cultura della vigliaccheria" abbondava anche a sinistra, era persino ostentata.
Adesso è anche peggio, perché la dimensione etica è scomparsa completamente con la c.d. "emancipazione della donna", provocando l'estinzione anche degli altri valori, a cominciare da quello della Patria.
--Dire che il b.nai.berith o come si chiama ha condizionato gli ultimi conclavi, è da ridere. Roba da fumetto. E Mandrake e l'Uomo Mascherato, no?
O.

Anonimo ha detto...

Allora: non c'è speronamento perché "avanzava piano", non c'è favoreggiamento di immigrazione clandestina perché , diranno, non ci sono prove,
ma perché non c'è la sussistenza del reato di resistenza a nave da guerra, previsto dall’articolo 1100 del codice della navigazione e punito con la reclusione da tre a dieci anni ?
La gip Vella ha negato la sussistenza di tale reato ritenendo che
“le motovedette della Finanza sono considerate navi da guerra solo quando operano fuori dalle acque territoriali ovvero in porti esteri”, mentre la motovedetta speronata operava nel porto di Lampedusa. Ciò in pieno disaccordo con quanto scritto dall'ammiraglio De Felice (sopra riportato da Japhet) e affermato dalla stessa GdF !
Il Tempo, articolo del 30/06/19, riporta: "Salvatore Tesorieri, legale della comandante della Sea Watch 3 ai giornalisti a Lampedusa...ha anticipato alcuni spunti della difesa della tedesca che sarà interrogata domani o martedì: "Ci sono delle interpretazioni che la motovedetta della Guardia di Finanza non possa essere considerata una nave da guerra, questa è una delle possibilità"
Dunque la gip si è attenuta allo spunto della difesa. Non mi pare però che la Cassazione stia dalla sua: "Sono equiparate alle navi da guerra, secondo la Cassazione, ai fini della tutela penale riservata ad esse " (De Felice)
Non avete anche voi l'impressione che la neutralità della gip sia, come dire , un tantino sbilanciata?

Anonimo ha detto...

LA CONQUISTA DELL'ITALIA NON POTRA' MAI ESSERE UNO STATO DI NECESSITA'.

Anonimo ha detto...


La Karola e la gip, le reti femmniste dominano, a livello internazionale,
assieme ad altre pluriestese "reti".

Anonimo ha detto...

Siamo di fronte a un nuovo attacco alla cultura cristiana.

Come a Lepanto respingemmo i nemici via mare (7 Ottobre 1571), a Vienna li respingemmo via terra (11 Settembre 1683), ora li dobbiamo respingere dai media e dalla cultura del pensiero unico.

E’ una battaglia apparentemente meno cruenta, ma molto più’ sottile e insidiosa, che ha anche i suoi morti come Eluana Englaro, Charlie Gard, Alfie Evans, e numerosissimi altri non passati alle cronache e altri in combattimento come Vincent Lambert.

Come a Lepanto e a Vienna respingemmo i nemici con l’arma più forte per i Cristiani, il Santo Rosario, così dobbiamo fare ora.

Mercoledì 10 Luglio Santo Rosario ore 18.30 Piazza Montecitorio di fronte al Parlamento Italiano per il nostro PAESE e per le nostre Istituzioni!

!Uniti nell'iniziativa più AUDACE dell'anno!

Federica Picchi

fabrizio giudici ha detto...

Ieri cercavo di capire quali fossero le ragioni che hanno portato alle nomine in seno all'UE. Una delle cose che mi chiedevo, per quanto riguarda noi italiani, era se Conte si è mosso in accordo con la Lega o no. Pareva di sì, anche perché Borghi Aquilini diceva che si era fatto il possibile (e certamente è evidente che candidature decenti non ce n'erano).

Ma pare che non sia proprio così:

https://www.lastampa.it/esteri/2019/07/03/news/sassoli-presidente-nbsp-del-parlamento-ue-nbsp-ma-la-maggioranza-nbsp-gia-perde-colpi-1.36637884

Nei prossimi giorni [Von der Leyen] vedrà gli altri gruppi della maggioranza per chiedere il loro sostegno, ben consapevole dei malumori che potrebbero mettere a rischio la sua elezione. Per questo si è subito attivata per riportare i Verdi nella coalizione. «Difficilmente avrà il nostro voto» confessa un eurodeputato M5S. «Certamente noi non la sosterremo» spiega una leghista. Due prese di posizione che sconfessano Giuseppe Conte, che in Consiglio ha appoggiato Von der Leyen.

Insomma, un discreto caos.

Anonimo ha detto...

È assolutamente nessario cacciare le toghe rosse. L'ideologia non fa parte della giustizia. Primo responsabile è Mattarella, che subito dopo lo scandalo in cui sono implicati alti gradi della magistratura come Palamara si è limitato a un discorsetto per educande. Ci trattano come imbecilli. Vanno processati e cacciati.
Agostino Nobile

fabrizio giudici ha detto...

Ovviamente potrebbe essere un'invenzione de La Stampa: i giornali mainstream stanno facendo di tutto per accreditare la linea "Lega isolata in Europa". Però ci sono anche esponenti della Lega che lo dicono (non so quanto provvidamente):

https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13480095/matteo-salvini-mara-bizzotto-rivolta-lega-strasburgo-cordone-sanitario-contro-lega-europarlamento-vicepresidenti.html

Confermo: un discreto caos.

Imolaoggi ha detto...

Ecco come si pone Sassoli:
"Estendere la cittadinanza a tutti i bambini nati in Europa, gestire l’immigrazione a livello di Unione europea e sanzionare giuridicamente le discriminazioni razziali. Queste le proposte presentate da David Sassoli, presidente degli europarlamentari del PD, nel suo intervento in apertura del ‘Forum 2013 sull’integrazione’ in corso a Bruxelles e dedicato quest’anno al tema della cittadinanza.

”L’Europa – afferma Sassoli – deve avere capacita’ di governo dei fenomeni migratori, per questo servono trasferimenti di poteri nazionali all’UE. E’ inutile chiedere maggiore presenza dell’Europa se poi gli Stati restano gelosi delle loro prerogative”. ”Questo vale – sottolinea l’europarlamentare – anche per il tema della cittadinanza per i bambini che nascono in territorio europeo.
....

Anonimo ha detto...

Che t'ho detto ?
"Uno strumento " . Piu' sciapito di così. ?

Anonimo ha detto...

Segnalo

https://it.insideover.com/politica/putin-la-fine-del-neoliberismo-e-la-visita-in-italia.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect

e
Giulietto Chiesa https://www.maurizioblondet.it/putin-e-la-fine-dellepoca-liberale/
Esiste ancora — ha detto in toni palesemente sprezzanti — una cosiddetta idea liberale. Ma essa è ormai moribonda”. Le sue componenti, ha aggiunto, “sono semplicemente irrealistiche”, a cominciare dal multiculturalismo. “l’idea liberale presuppone che non si deve fare nulla”; che ”i diritti dei migranti debbono essere in ogni caso difesi”. Ma una tale idea presuppone il rifiuto del principio che “ogni delitto deve essere seguito dalla punizione” e cioè essa “entra in conflitto con gl’interessi della stragrande maggioranza delle popolazioni”.

Il secondo punto della requisitoria di Putin tocca i valori della tradizione. “Non intendo offendere nessuno, tanto più che già, per molto meno, ci qualificano come omofobi. Noi non abbiano nulla da dire contro le persone che hanno orientamenti sessuali non tradizionali. Ma ci sono cose che a noi appaiono come eccessive. Per quanto concerne i bambini, da qualche parte ci dicono che i sessi sono diventati cinque, se non sei. Non so nemmeno come si chiamano. Penso che non si può dimenticare la cultura, le tradizioni, le basi tradizionali della famiglia, che fondano la vita dei milioni d’individui che costituiscono i popoli”.

Valeria Fusetti ha detto...

Signora Alessandra Maria Tarantino, lei non è né ridicola né disinformata, è molto ma molto peggio. Lei è una persona che pur avendo le informazioni esatte,visto che cita con precisione il Codice, in realtà è così profondamente menomata dall' ideologia che affligge il mondo occidentale dal XVIII secolo, da non riuscire ad applicare correttamente le sue conoscenze. O forse le sue competenze. Il che, se è una posizione di grave menomazione per l' esercizio della ragione, lo diventa in modo ancora più subdolo per quanto attiene la morale. Immagino che la parola stessa - morale - le faccia schifo, visto che lei sembra far parte della combriccola "Dio Patria e Famiglia, una vita di merda !". Mi creda, è utilissima invece, praticamente indispensabile quando si tratta di applicare le leggi, poiché queste servono a regolare un aspetto fondamentale della vita civile.È l' aspetto del conflitto, che non scompare mondializzando il mondo ( come marxisticamente pensate), e che necessita di due "fondamentali": l' integrità del giudice nell' applicare la legge, da cui consegue la fiducia dei cittadini nei giudizi, anche quando essi fossero severi. La vostra menomazione ideologica vi porta a strumentalizzare le leggi per fini che non sono i loro, e di conseguenza, da servitori dello Stato vi trasformate, volontariamente, in servitori dell' ONU, facendo passare di fatto ciò che non è di diritto, visto che il Governo Italiano il global compact l' ha bocciato. Questo modo di strumentalizzare la giustizia ha, come effetto, lo stesso che ha avuto quello della sinistra nello strumentalizzare la politica, cioè la diffidenza prima, e l' ostilità poi della maggior parte dei cittadini. Presumo che lei non conosca la Sacra Bibbia, ed è un peccato, ma le do un consiglio "mirato": legga un episodio che coinvolse un uomo di nome Nabot, il re Acab e la sua degna consorte Jezebele, il tribunale legalmente costituito e la sentenza che ne uscì. (1 Re 21:1-26). La vostra povera ideologia mondialista, che orgogliosamente contrapponete alla Cattolicità della Chiesa,per cui quella Universalità voluta da Dio stesso,vi rende ciechi, sordi e muti. Davanti alle sofferenze dei vostri concittadini (Nabot), vi obbliga a prostituire la vostra mente ed il vostro cuore ai "poteri del mondo" quali ONU,Massoneria,Finanza Internazionale... ( Acab e Jezabele), e a sovvertire il diritto e la giustizia (tribunale e giudici di Jzreel). Ma la risposta del Signore a chi opera pervicacemente su questa via c'è già, la trova,se vuole, trasmessa attraverso le parole del profeta Michea 3:1-12. Il versetto 12 dice " Perciò, per causa vostra,Sion sarà arata come un campo, Gerusalemme diventerà un mucchio di rovine, e il monte del Tempio un' altura boscosa." Già successo, più di una volta.Dio non permette che si strumentalizzi la Sua Misericordia, non permette che si possa associare il peccato alla Sua perfetta Santità e senza Giustizia non può esistere la Sua Misericordia. Lo capisce questo ? Ne dubito, poiché sembrano incapaci di capirlo molti che credono di essere i Nuovi Interpreti,mentre sono solo vecchi, ammuffiti usurpatori.Mi creda, al suo servizio con dolorosa simpatia, Valeria Fusetti

Catholicus ha detto...

@ Valeria Fusetti : grazie Valeria, sono commosso da tanta sapienza, associata a Verità ed umanità. Loro non capiranno mai, o rifiuteranno di capire, ma a noi tocca il compito di gridare forte la Verità, a qualunque costo. Se contribuiremo a salvare anche una sola anima dalle grinfie di questi novelli servitori di Lucifero, avremo salvato anche la nostra anima. I tempi sono bui, ma la Luce risplenderà nuovamente, e tra non molto sembra. Per questi poveri fratelli/sorelle non c'è più speranza, umanamente parlando. Andranno dove hanno scelto di andare, e peggio per loro. Christus Vincit !

Anonimo ha detto...

https://www.gloria.tv/article/n7TLyFgJ2Fdq2PtsAjYKa1jZY
http://www.exsurgatdeus.org/2016/08/15/gregorio-xvii-lincredibile-storia/https://journals.openedition.org/mefrim/2385#tocto1n5
qui Roncalli parla di sé come quinto successore a Pio XII nel 1954 (in occasione della canonizzazione di Papa Sarto), ma dopo san Pio X abbiamo Benedetto XV, Pio XI e Pio XII. Quindi la massoneria aveva programmato Roncalli come quinto dopo Montini? Ma poi il cancro di Roncalli. e soprattutto il veto posto da Pio XII alla nomina a cardinale di Montini, indussero a far eleggere Roncalli che scrive "quando darò ordine di farlo venire a Roma" prima di essere eletto….

Anonimo ha detto...

In ogni caso i sondaggi parlano chiaro.

https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13480122/matteo-salvini-sondaggi-swg-lega-sale-ancora-centrodestra-numeri-record.html

Catholicus ha detto...

Vedrai che cercheranno di impedire in tutti i modi possibili il ritorno alle urne, magari con un altro colpo di mano stile 2011 (Berlusconi - Monti). Draghi è pronto ad entrare in campo, si sta scaldando i muscoli.

Anonimo ha detto...



La massoneria aveva programmato Roncalli come quinto dopo Montini?
Una fissazione, il toto-massoneria nell'elezione dei papi.
Basta con i riferimenti a fonti inaffidabili e interpretazoni
di fantasia.