venerdì 4 ottobre 2019

Secondo il Card. Kasper non si torna indietro. Il popolo non accetterebbe un futuro papa che non continui l'eredità di Francesco

Nella nostra traduzione da LifeSiteNews riprendiamo un'intervista rilasciata il 26 settembre a José Manuel Vidal di Religion Digital. Ne ricaviamo il quadro fedele della situazione odierna, che conferma con inesorabile evidenza i nostri timori per la situazione de La Catholica 

Stralcio dall'introduzione 
La proposta del cardinale Kasper durante il Sinodo sulla famiglia circa l'ammissione alla Comunione di cattolici "risposati" con rito civile che vivono more uxorio è poi entrata nel documento finale del sinodo. L'Esortazione apostolica Amoris laetitia del 2016 è stata interpretata da molti vescovi di tutto il mondo secondo l'adozione di questa proposta contenuta nella nota 351. Nel contesto di una discussione sulla risposta pastorale della Chiesa ai cattolici che vivono in unioni "irregolari", la nota afferma che in "alcuni casi" tali cattolici possono ricevere l'"aiuto" della Chiesa, che "può includere l'aiuto dei sacramenti". La nota a piè di pagina fa quindi riferimento all'eucaristia e alla confessione. Da allora Kasper ha affermato che la corretta comprensione dell'Amoris laetitia di Francesco è nel senso di consentire ai cattolici divorziati e "risposati" di ricevere la Santa Comunione. [qui il nutrito indice degli articoli sull'argomento]
Altrove nell'intervista, il cardinale Kasper ha riconosciuto che il papa non teme uno scisma per le domande sulla teologia papale. Affermando che il pontefice vuole garantire un successore, Kasper ha dichiarato: “Coloro che provocano timori [sullo scisma] sono piccoli gruppi i quali sono apertamente contro il Papa. Ma occorre sapere e considerare che sono pochi, pochissimi, anche se fanno molto rumore attraverso i media. Non bisogna dar loto alcuna importanza"

* * *
Intervista di Religion Digital al cardinale Kasper

Lei è appena stato con papa Francesco. Va avanti con la forza di sempre?
Sì, il Papa continua ad essere abbastanza forte. Ha una spinta interiore che lo induce a continuare ad andare avanti, e non teme le critiche che lo circondano anche all'interno del mondo cattolico. Continua il suo percorso e sta bene, anche fisicamente, per un uomo di 82 anni. Lo dimostra il fatto che lavora instancabilmente.

Non ha nemmeno paura di uno scisma, come ha appena dichiarato.
Il Papa non ha paura dello scisma.

E lei?
Non credo che ci sarà uno scisma. Coloro che provocano timori sono piccoli gruppi apertamente contro il Papa. Ma occorre sapere e considerare che sono pochi, pochissimi, anche se fanno molto rumore attraverso i media. Non attribuite loro alcuna importanza.

Cosa si aspetta dal sinodo dell'Amazzonia?
Questo sinodo dell'Amazzonia sarà molto importante e significativo per le chiese incarnate nelle culture di quella parte del mondo.

Il sinodo approverà l'accesso al sacerdozio per gli uomini sposati?
Il problema della mancanza di vocazioni in Amazzonia è molto grave e la questione dell'ordinazione degli uomini sposati, e non solo, dipenderà dalla decisione e dall'unanimità dei vescovi della regione. Il Papa, con il suo spirito sinodale, darà il via alle sue decisioni se c'è sufficiente consenso tra i vescovi.

Anche la Chiesa tedesca celebrerà un sinodo con cui il Vaticano apparentemente ha dei problemi.
Sì, c'è chi ha problemi con il Vaticano. C'è sempre stata tensione tra Germania e Roma. È qualcosa di storico, ma posso dire che in questo momento la grande maggioranza della Chiesa tedesca è  in totale e profonda sintonia con Roma. C'è un po' di nervosismo in giro, ma credo che possa essere superato.

Lei è noto per essere uno dei pilastri su cui Francesco si appoggia
Sì sono felice con questo papa. Credo che sia il papa giusto per questo momento storico.

Con i cardinali del prossimo concistoro, quelli scelti da Francesco saranno la maggioranza. E dunque il Papa ha garantito la sua successione?
Sì. Si ha l'impressione che con le nomine al cardinalato il Papa voglia garantire la sua successione.

In che senso?
Penso che nel prossimo conclave, non si possa eleggere un papa "a contario". Il popolo non lo accetterebbe.

Chi pensa succederà a Papa Francesco?
Questa è una domanda aperta e inopportuna.

Ѐ convinto che, dopo Francesco, non si possa tornare indietro?
No, non è possibile. Il popolo non lo accetterebbe perché vuole un Papa normale e umano, che non eserciti lo stesso potere imperiale di quelli del passato. [potere che invece, paradossalmente, Bergoglio sembra aver sottratto al papa e dunque alla Chiesa, per trasferirlo sulla sua persona esercitandolo di fatto in ogni ambito -N.d.T.] 
[Traduzione a cura di Chiesa e post-concilio]
_____________________________
Avviso per chi volesse dare un contributo per le traduzioni e l'implementazione del sito di aggiornamento. Vi indico i dati:
Maria Guarini
Unicredit Agenzia Pasteur
IBAN: IT 66 Z 02008 05134 000103529621
Codice BIC SWIFT : UNCRITM1731

43 commenti:

Anonimo ha detto...

"Il popolo non lo accetterebbe perché vuole un Papa normale e umano, che non eserciti lo stesso potere imperiale di quelli del passato"

I Papi da San Pietro a Benedetto XVI non erano umani? Strano che il popolo li abbia accettati. Mi domando se Kasper si sia reso conto di quello che ha detto. Purtroppo temo di sì.

Anonimo ha detto...

"Il popolo" : per quale popolo parla ?
Ha fatto fare le indagini Doxa ?
Sembra di sentire Mike Bongiorno : "Gli italiani " preferiscono grappa ....
Un'Ave per Lui!

Catholicus ha detto...

Il loro popolo è quello dell'abisso, di cui essi (i prelati modernisti, cioè satanisti) sono i degni sacerdoti

Anonimo ha detto...

Dies ìrae, dìes ìlla,
Solvet seclum in favìlla,
Teste David cum Sybìlla.

Quantus tremor est futùrus,
Quando Iùdex est ventùrus,
Cuncta stricte discussùrus.

Tuba, mirum spargens sonum,
Per sepùlchra regiònum,
Coget omnes ante thronum.

Mors stupèbit et natùra,
Cum resùrget creatùra,
Iudicànti responsùra.

Liber scriptus proferètur,
In quo totum continètur,
Unde mundus iudicètur.

Iudex ergo cum sedèbit,
Quidquid latet apparèbit,
Nil inùltum remanèbit.

Anonimo ha detto...

L'ala modernista ha afferrato la Chiesa da dentro e, con progetti ben calibrati, farà in modo di non poterne essere scalzata. Umanamente parlando i cattolici di sempre si ritroveranno chiusi in un ghetto senza uscita, prigionieri di una chiesa loro totalmente contraria. Con che fegato continueranno a pregare per il papa, sentendo chiaramente che quel papa non li rappresenta per nulla? Di fatto si sta creando sempre più una situazione assurda e anomala dove la cosiddetta comunione ecclesiale è solo una facciata che non significa nulla. Già ora i cattolici di sempre pregano nella messa per la conversione del papa (è l'unico motivo per cui lo si commemora) ma quando apparirà chiaro che questa conversione non è possibile e che il papa commemorato non è per nulla cattolicamente ortodosso e rappresenta una realtà "altra", che succederà? Avverrà come nell'Inghilterra di Enrico VIII dove il clero superstite alla sua riforma non poteva più considerare il re cattolico. L'intervista a Kasper mostra chiaramente che si sta definitivamente assestando una "nuova chiesa" cattolica, in rottura evidente con quella esistente fino a 60 anni fa. Questo è molto pericoloso perché può finire per spingere il fedele in una sorta di sdoppiamento tra ciò che deve essere e ciò che di fatto è obbligato ad essere.

Anonimo ha detto...

“Alcune persone, essendo dei veri e propri faziosi, interpretano erroneamente in modo ideologico il dogma del primato della giurisdizione e dell’infallibilità del Papa in materia di fede e morale; e trasformano questi dogmi in un assolutismo ecclesiale mai visto prima, come se – anche al di fuori delle questioni di fede e morale – il Papa potesse chiedere l’ “assenso religioso della volontà e della intelligenza” dovuto a riguardo del “magistero autentico del Romano Pontefice” (Lumen Gentium25). Lo fanno come se ci fosse, accanto alla Parola di Dio, un’ulteriore fonte di Rivelazione, sia nel Papa sia nel Popolo di Dio, cui i Pastori dovrebbero dare ascolto. Tali nuove fonti, dicono, ci permetterebbero di andare oltre le Scritture e la Tradizione e persino di conoscere meglio del Magistero insegnato fino a quel momento ciò che Gesù aveva realmente voluto dire e ciò che direbbe se fosse vivo oggi.”

Card. Gerhard L. Müller

Anonimo ha detto...

Diciamo che il popolo dovrebbe trovare il modo per fare capire a chiare lettere che invece è tutto il contrario...

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/perche-a-roma-non-si-puo-fare-raccolta-differenziata/

PERCHE’ A ROMA NON SI PUO’ FARE RACCOLTA DIFFERENZIATA
Maurizio Blondet 4 Ottobre 2019

El Papa ha nominato Giuseppe Pignatone, ex procuratore capo di Roma oggi in pensione, capo del Tribunale dello Stato vaticano. Ciò, secondo i media, perché vuole un così sopraffino indagatore per fare pulizia sui riciclaggi di soldi che fluiscono nello Ior, giustappunto testé scoperti. I media inneggiano a Francesco che fa pulizia....

Perché in Italia? Dovreste ormai saperlo, anche se i media sono alquanto reticenti: perché si ritiene che – sotto i governi Renzi e Gentiloni – i servizi italiani aiutarono Obama-Clinton e il capo dell’FBI Mueller a “fabbricare” quelle prove infamanti contro Trump, intortando individui che stavano partecipando alla campagna di Trump, e infilando dati compromettenti nei server di Giulio Occhionero, un filo-trumpiano esperto di sicurezza digitale...

Occhionero commenta: “Sembra che il governo Conte metta a serio rischio i rapporti fra America e Italia. E’ solo questione di tempo che Barr e Durham (il vice) comprendano il ruolo della Procura di Roma nello Spygate”. Arriva la tempesta internazionale”...

L’insoddisfazione viene da reticenza italiana? E perché Giuseppi Conte dovrebbe poi essere reticente, visto che in questa sporca storia non c’entra, non essendo stato al potere sotto Renzi e Gentiloni? Vero è che Salvini lo accusa di gestire i servizi (di cui ha tenuto le deleghe) come roba sua....

Un esterno come Occhionero può tirar fuori pezzi di macerie, ormai inservibili, difficili da riutilizzare.
Tipo una deposizione di Palamara: “Feci incontrare Renzi e Pignatone sul caso Consip”.
O quest’altro spezzone:
.......
Cosa vogliamo farci? Io non so, li rimetto nel cassonetto. Accontentiamoci di sapere che anche a Santa Marta il PD ha un soccorritore.

Anonimo ha detto...

Tanto tempo fa i frati piantavano croci in tutto il mondo per far pregare le persone con il pio esercizio della Via Crucis. San Leonardo, che fu il più grande diffusore di questa pratica, ne inaugurò più di cinquecento in tutta Italia. Oggi le cose sono cambiate, i frati francescani, divenuti dialoganti, non piantano più croci, ma insieme ai rappresentanti del Global Catholic Climate Movement (Movimento cattolico globale sul cambiamento climatico) e la RePam (rete ecclesiale panamazzonica), oggi 4 ottobre, giorno della festa di san Francesco, per mandare un “potente messaggio al mondo sull’impegno della Chiesa nella cura della casa comune”, pianteranno un albero in Vaticano alla presenza del papa.
SAN BONIFACIO TAGLIO' L'ALBERO DOVE I PAGANI FACEVANO SACRIFICI AL DIO THOR

Anonimo ha detto...

https://www.marcotosatti.com/2019/10/03/sinodo-vatican-news-applica-la-scomunica-facebook-sententiae/

Anonimo ha detto...

Questa intervistato con le proprie affermazioni si autodenuncia come: 1)non cattolico in quanto non credente in una Chiesa Divina 2)denuncia che esiste un piano di sostituzione totale dei cardinali ancora cristiani (dire ancora cattolici è troppo, forse) in modo da garantire il loro paganesimo in eterno (dopo aver garantito dal concilio il loro protestantesimo) 3) si denuncia come pagano amante dei piaceri e che i tedeschi sono concordi con Bergoglio, di fatto,si tratta di farse, pressioni accordate per spingere anche ai prostituti sacri 4) mette in Croce Gesù Cristo e LO uccide eliminandolo dalla storia col vero Vangelo che non cambia mai, manco i 10 comandamenti cambiano infatti, Parola di Cristo 5) secondo lui non è "secondo il popolo", tanto che il popolo ne ha le tasche piene di loro, restano solo i pagani, gli altri, come denunciato da clero ancora cattolico dell'Amazzonia,sono all'80 % divenuti protestanti a causa della penuria di fede del clero, non di penuria del numero, e ciò sta avvenendo da decenni anche in Italia dove si passa all'ateismo, ai testimoni di Geova o anche ai protestanti . 6) Dice falsità.Si vendono le chiese per mancanza di fedeli, si chiudono, sono vuote ai loro riti. Avveniva così anche nell'antichità: i capi corrompevano il popolo, lo scrive la Bibbia Non c'è penuria di preti ma di fedeli nella foresta anche europea; i fedeli sono stufi di loro e sono talmente intelligenti da aver capito che per fare i pagani non hanno bisogno di un pontefice come Nerone né di altri Dato che la fede è innata (siamo stati creati da Dio e per Dio) qualcuno la cerca in altri lidi, purtroppo migliori di loro 7) il vero popolo di Dio userebbe volentieri i bastoni se servisse a rinsavirli dalla loro follia pagana, come li usò, disse recentemente Bergoglio, per far affermare il dogma della verità conosciuta. Dogmi da lorsignori derisi 8) il serpente dell'Eden parlava come Kasper &c. 9) il sale andato a male serve ad essere pestato nelle strade dal popolo di Dio (Gesù disse). Qualcuno si accorge che li stanno calpestando? Sono calpestati e sostituiti da quel popolo di Dio che li rifiuta in toto.

Giova ricordarlo ha detto...

I DOGMI DEFINITI DALLA SANTA CHIESA CATTOLICA SONO:

1. Unità e Trinità di Dio in Tre Persone Divine (Concilio di Nicea, 325);
2. Gesù è la seconda Persona Divina, incarnato, morto e risorto (Concilio di Nicea, 325);
3. Maria SS. è Madre di Dio perché madre di Gesù che è Dio (Concilio di Efeso, 431);
4. Gesù Cristo è vero Dio e vero uomo (Concilio di Efeso, 431);
5. Nascita verginale di Gesù (Secondo Concilio di Costantinopoli, 553);
6. Esistenza del Purgatorio, Inferno e Paradiso (per il solo Purgatorio, Concilio di Lione, 1274);
7. Transustanziazione (Concilio di Trento, 1545-1563);
8. Infallibilità papale, quando parla ex cathedra in materia di fede e di costumi (Concilio Vaticano I, 1870);
9. Immacolata Concezione di Maria SS. (Enciclica di Papa Pio IX, 1854);
10. Assunzione di Maria SS. in anima e corpo (Costituzione apostolica di Papa Pio XII, 1950).

NEGARLI E/O CONTESTARLI COMPORTA IPSO FACTO L'ESSER ERETICI!

Anonimo ha detto...

Secondo Kasper il popolo vorrebbe un papa normale? Vi sembra normale l'atteggiamento di Papa Francesco verso l'islam?

Riporto dal blog di Tosatti.

I cattolici sono già abbastanza male informati sull’islam. La dichiarazione di Abu Dhabi, quando si sarà ampiamente sedimentata, servirà solamente a rafforzare questo atteggiamento naïf. Il che li renderà impreparati al passo successivo di un processo ampiamente prevedibile.

Il prossimo passo si chiama «islamizzazione». Tale parola non risuona spesso nei circoli cattolici garbati e rispettabili. Ma ci sono cattolici che non si possono permettere il lusso di essere garbati. Padre Valentine Obinna ha raccontato al quotidiano online Crux che, in Nigeria, musulmani dell’etnia fulani hanno ucciso 9.000 cristiani e un numero imprecisato di altri non musulmani negli ultimi tre anni. Questi omicidi rientrano in un programma di «islamizzazione della Nigeria». Il presidente Buhari e coloro che governano la Nigeria chiudono un occhio dinanzi alle attività degli estremisti fulani e di Boko Haram, poiché essi «vogliono assicurarsi che l’intero Paese diventi islamico».

A quanto pare, al presidente Buhari – che è un membro dell’etnia fulani – il messaggio di Abu Dhabi non è arrivato. Altrimenti, capirebbe che l’islam è una religione di pace, amore e fraternità. Ma un’altra interpretazione è possibile: forse l’anziano presidente ha una concezione dell’islam più aderente alla realtà rispetto a quella di Papa Francesco e dei suoi consiglieri. Papa Francesco dovrebbe capire che l’islamizzazione della Nigeria non è una deviazione dagli insegnamenti dell’islam; ma è pressoché il primo dei suoi principi. Come Muhammad ha detto: «Mi è stato ordinato di combattere i popoli fino a quando non testimonieranno che non c’è alcun Dio se non Allah» (hadith «Sahih Muslim» 1,33). Infatti, lo scopo dell’islam sulla terra consiste nell’assoggettare l’intera «casa della guerra» – cioè i popoli non musulmani – alla «casa dell’islam» [lo spazio territoriale e politico già soggetto alla legge islamica e abitato dalla comunità dei credenti in Allah].

La dottrina islamica non solo impone che sia islamizzata la Nigeria, ma anche l’Europa, il Canada, gli Stati Uniti e il mondo intero. Solo allora, da un punto di vista islamico, si potrà raggiungere la pace e la fraternità umana. Buhari lo capisce. Al-Tayeb lo capisce. I cattolici non possono permettersi di rimanere disinformati su questo punto.

La stupefacente ignoranza di questi aspetti dottrinali di base dell’islam da parte di Papa Francesco e dei suoi consulenti non renderà il mondo più armonioso, ma più pericoloso. Quelli che prenderanno per buona questa loro visione fantasiosa dell’islam sono destinati ad andare incontro a una brusca sorpresa quando verranno a contatto con la cosa reale.

https://www.marcotosatti.com/2019/10/04/crisis-magazine-papa-francesco-non-comprende-lislam/

Anonimo ha detto...

Il Prof. Matteo d'Amico ha pubblicato un saggio analitico di grande valore sull'Instrumentum laboris. Uno dei suoi maggiori pregi, anche nelle conferenze, è di rendere chiare a tutti questioni molto difficili.
Il saggio si può trovare ai seguenti links:
https://fsspx.it/it/news-events/news/commento-allinstrumentum-laboris-parte-1-51207

https://fsspx.it/it/news-events/news/commento-allinstrumentum-laboris-parte-2-51208

Sono state pubblicate le prime due parti, suppongo a breve seguiranno le altre.
Per chi lo desidera è possibile scaricare il pdf dell'intero studio al seguente indirizzo:
http://laportelatine.org/publications/presse/courrier_de_rome/courrierdeRome2012/courrierderome_archives.php

Hai voglia a far conclavi! ha detto...

Ma lo sappiamo ormai è lo abbiamo scritto in molti anche qua: il pensare che con l'avvento di un altro Papa (scelto da questi cardinali) la Chiesa riprenderebbe magicamente a brillare nella sua ritrovata missionearieta' nel mondo (tornando cioe ad essere il sale della terra) è pura illusione,
Finche infatti non ci sarà un reset vero rispetto a quanto è accaduto col CVII e col post-concilio, o almeno (in alternativa ed in attesa eventualmente di quello) finché non sarà nata una parallela solida comunità in grado di riportare Cristo Salvatore al centro con la Dottrina bimillenaria e un suo degno e qualificato Suo Vicario (scelto dal basso stavolta, per ricominciare), non potra mutare nulla.
Nelle attuali condizioni e con tali prelati in supermaggioranza infatti, hai voglia ad assister a nuovi conclavi sperando n chissà che cosa, in chissà quale novita! Prima lo comprendiamo meglio è.

Anonimo ha detto...

Seguito Da 4 ottobre 2019 08:01
Infine non si qui Dio dov'e'?
..............................................?
Dio , se ne stia dove sta , in disparte , e non interferisca con i nostri progetti , i progetti di dio Rahner ?

Un'altra Ave per lui.
Grazie

Anonimo ha detto...

Finto ambientalismo, finto papato, finti preti, finto governo, finti giornalisti, finti buonisti, finti profughi, finti invalidi, finte organizzazioni umanitarie, finti uomini, finte religioni, ecc ecc..ma c'è rimasto qualcuno (o qualcosa) di vero (oltre CRISTO e La Sua Parola)?

Anonimo ha detto...

Onestamente credo che si possa cominciare a studiare il tracciato del bisconte ancor prima delle elezioni del 2018. Questa è stata 'na sòla nella sostanza uguale a quella del senatore a vita introdotto dall'emerito, con la differenza che questa è stata rappresentata come elezione nazional/ popolare/ sovranista con primo ministro annesso scontato.

Japhet ha detto...

Oggi ricordiamo San Francesco, che voleva la conversione di tutti gli uomini! Non era un pacifista medioevale. E dal Sultano sapeva di rischiare la testa, altro che dialogo con L’Islam! Conversione!

Anonimo ha detto...

Che San Francesco d'Assisi interceda presso Dio per l'Italia e per la Chiesa.

Anonimo ha detto...

L’amore vero è una Persona: Gesù! Lui ci ha fatto comprendere che l’Amore (la carità al modo di Dio) è un mistero che conduce alla salvezza e alla pienezza di vita, alla vera gioia. Il modo in cui tutto questo si è verificato è questo: l’Amore si è abbassato fino a noi attraverso l’Incarnazione, per portarci fino a Lui, attraverso la Redenzione e perciò ci ha chiesto di rimanere uniti a Lui come un tralcio è unito alla vite e di seguirlo nella via della croce!

San Giovanni della Croce, (Salita al Monte Carmelo) scrive: “L’amore non solo rende uguale, ma assoggetta l’Amante alla persona amata… tutto l’essere delle creature, paragonato con quello infinito di Dio, è niente, e quindi l’anima che ripone nell’essere creaturale il suo affetto è agli occhi di Dio niente, anzi, meno di niente, perché come ho detto, l’Amore ha la proprietà non solo di rendere simili o uguali, ma di collocare chi ama in condizioni di inferiorità rispetto all’amato… Amare Dio vuol dire cercare di spogliarsi per il Signore di tutto ciò che non è Lui… L’anima, quanto più cresce nell’amore, tanto più aumenta quello verso il Signore; quanto più aumenta quello del Signore, tanto più cresce quello per il prossimo… ”.

Dio ci insegna che l’Amore è l’unica via che porta e unisce a Lui. Santa Teresa di Lisieux lo traduce nel concetto: Amare Dio significa: essere occupati a far piacere a Gesù. Chiedersi costantemente qual è la cosa che fa più piacere a Gesù: “Sono sempre restata piccola, non occupandomi d’altro che raccogliere fiori, i fiori dell’amore e del sacrificio e offrirli al buon Dio per fargli piacere”. Ha scoperto che il Signore è misericordia per le creature “povere” della povertà in spirito, umili e timorate di Dio, che riconoscono cioè la loro piccolezza spirituale, la loro impotenza a rag¬giungere la santità con le sole proprie forze. Gesù ama il cuore dei miseri, quelli che nel proprio cuore si riconoscono miseri. Dio ama loro più di chi, vantando meriti e persino i propri sacrifici, non solo si pone davanti a Dio con l’aria di chi ha da pretendere qualcosa, ma non sentendosi misero -anzi forte delle proprie opere- non nutre amore verso il Signore, vivendo il presentarsi di fronte alla Sua maestà più in un rapporto come con un “fornitore”, in un contratto.

E come Santa Teresa, così San Francesco, un altro piccolo, un altro semplice, ma determinatissimo innamorato di Gesù, fino a recarne le stigmate.

... (segue)

Da Fb ha detto...

LA PERSUASIONE DELL’ANTICRISTO

Non ha corna e non puzza di zolfo, non ha apparenza malvagia, non è violento e neppure apertamente ostile a Dio. Non sembra affatto lui, il nemico di Dio, l'avversario del genere umano, colui che opera per la dannazione eterna delle anime create da Dio a sua immagine e somiglianza.

Eppure lavora incessantemente per travolgere ed ingannare chiunque lo incontra e lo ascolta, con apparente bontà, falso pacifismo, totale relativismo e un’indifferenza che è sincretismo.

Può trattarsi di un uomo ma anche di un'ideologia che manipola ed inganna le masse. La capacità di mescolare alla menzogna un poco di bene. La forza di legioni di spiriti ribelli che riversano nel creato di Dio oceani di veleno e di anestetico spirituale.

L’anticristo è tra noi? Lo spirito dell'anticristo si muove ed opera in questa società?
Quale spirito opera nel silenzio di milioni di aborti o in quello di migliaia di martiri?
Cosa spinge a dividere le famiglie create da Dio, a rinunciare al matrimonio per legalizzare la convivenza ed il sesso libero?
Quale potenza spirituale spinge alla lussuria sfrenata ed alle aberrazioni sessuali?
Chi spinge ad uccidere un figlio o un automobilista al semaforo per una precedenza?
Quale spirito si cela dietro al tentativo di manipolare la Chiesa e distruggerla dal suo interno tramite potenti gruppi sovversivi omosessuali, pedofili e satanisti?
Quali influssi spirituali si muovono in una società in cui si vuole rimuovere Dio dalla vita pubblica tramite la censura del crocefisso oppure appropriandosi del diritto alla vita e scegliendo quando farla finire?
Chi è che spinge tanti cristiani d'etichetta a vergognarsi di Gesù tanto da non nominarlo quasi più, oppure a nutrire tanta indifferenza e freddezza nei confronti di coloro che chiamano fratelli?
E ancora il crescente interesse per magia e occultismo, così come il ritorno del paganesimo antico?

Ma tutto questo passa quasi inosservato, nell'indifferenza di molti, troppo presi a curare i propri interessi personali ed impegnati nell'adorazione e nel culto della propria persona, del proprio d-io.

O forse siamo stati anestetizzati da qualche veleno.
Quello dell'anticristo.

Anonimo ha detto...

...

Santa Teresina e San francesco intuiscono la verità evangelica della gratuità assoluta dell'amore di Dio, che si comunica agli uomini in proporzione alla piccolezza del loro cuore, ovvero all’umiltà della loro miseria, che è la loro consapevolezza che Egli non deve loro nulla e tuttavia mendica il dono dell'amore collocato nelle umili cose quoti¬diane, fatte appunto per Suo amore, avendone scoperto la sorgente nell’abbassamento che Dio stesso ha rivelato come modo di amare.

La piccola via, per quanto diretta e molto semplice, non è facile o semplicistica ed è anzi “dura e spinosa”, perché suppone una virtù provata o che lo vuol diventare con l'aiuto divino, abbandonandosi in Dio facendo la Sua Volontà con fiducia che è il meglio per me.
Solo essa infatti è l'imitazione che la creatura fa del-l'abbassamento di Dio; una grande spoliazione, senza la quale la felicità promessa ai poveri di spirito è pura illusione. Il tabernacolo è veramente il polo della vita contemplativa di un’anima così delicata e piena di amore per Gesù, chiuso per amore dentro i tabernacoli, attendendo un'anima fedele gli renda visita, gli renda grazie e sia felice di vivere umile e nascosta.
Come per santa Teresina di Lisieux la misericordia di Dio diventa il so¬le della sua vita. “Proprio dell'amore è abbassarsi” scrive Teresa, provando così come pensi ad un amore di misericordia. Di Gesù l'affascina l'amore che le ha testimoniato con i suoi “annientamenti”: la mangiatoia, la Croce, l'Eucaristia, alcune tra le tappe di un abbassamento sempre più generoso e umile. Immersa in questa “fornace”, cioè nello Spirito Santo amore, Teresa non può che “amarlo e farlo amare”, offrendosi a Lui quale “vittima” per essere consumata da questo fuoco di Amore trinitario.

TUTTI GLI ABBASSAMENTI DI GESU’ CRISTO
1-come Figlio, Persona della Ss.ma Trinità, si rende disponibile a incarnarsi come uomo
2-come uomo nasce nella povertà, in una mangiatoia per animali
3-minacciato di morte dal Re Erode è costretto all’esilio in Egitto con la sua famiglia
4-da buon figlio resta obbediente e sottomesso ai genitori terreni e alle usanze del popolo
5-come figlio di Dio Padre, lo obbedisce nel consegnarsi alla crocifissione (Getsemani)
6-nell’accettare questa morte infamante accetta di essere tradito da uno dei suoi
7-con questa morte dolorosa e infamante accetta d'essere percosso e svillaneggiato da molti
8-umiliato e insolentito esprime il perdono e muore per salvare anche i nemici
9-si consegna alla fede della Chiesa nell’umiltà del pane e del vino consacrati, Eucaristia
10-attende chiuso in un tabernacolo, che qualcuno lo visiti, lo lodi, lo ringrazi.

Ragazzi, ci tocca pregare anche per chi fa ragionamenti del kasper...

Anonimo ha detto...

Oggi e' il primo Venerdì del mese e domani (supplica a piazza G.XXIII) il primo Sabato dedicato alla vergine Maria .

Germania invidiosa ? ha detto...

Walter Brandmüller

“Ohne Juda, ohne Rom, bauen wir Germaniens Dom” [La cattedrale della Germania la costruiremo senza Giuda e senza Roma]: questo slogan del primo ispiratore di Hitler, Georg von Schönerer (1842-1921), esprime un risentimento tedesco che, in origine, ebbe espressione nella battaglia della foresta di Teutoburgo. La sconfitta di Roma in quella "Hermannsschlacht” del 9 d.C. è stata almeno negli ultimi duecento anni una parte essenziale della "teutonica" cultura del ricordo.

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/

Anonimo ha detto...

Cuore di Gesu' fonte di vita e di santita' abbi pieta' di noi !

Anonimo ha detto...

Dati certi:
ministro Tria, con Salvini ho sempre vinto io;
ministro Trenta, ho combattuto con Salvini più degli altri;
colloqui di Mattarella dopo le elezioni 2018 con Napolitano;
visite su invito o a sorpresa di Napolitano ai papi;
poca 'simpatia' di JMB per sovranismo italiano e per Trump americano;
Bertone cardinale chiacchierato amico e concittadino di Grillo;
Silvestrini cardinale in cerca di fondi, dominus di Villa Nazareth e mentore di Conte. Con questi dati chiunque, come solutore di enigmi, può buttar giù ipotesi fantasy.

mic ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/sarah-la-chiesa-vive-il-mistero-di-giuda-il-tradimento-della-fede

Penso che lo riprenderò.

Matteo ha detto...

Forse sta pensando all'elezione del Papa... non l'Elezione, ma l'elezione. tutti a votare per il Papa.
Che profonda tristezza.
già il fatto che la presunta rivoluzione parta da una nota a piè di pagina è sconvolgente.

Ora assisteremo ai "viri probati" dell'Amazzonia. apri una maglia nel recinto e ti trovi i lupi ovunque.
fra 10 anni, quando tesseranno le lodi di questi uomini sposati santissimi, ce li ritroviamo pure in italia. la nostra Amazzonia sono le campagne, o i paesini di montagna. vedrete, 10 anni al massimo.

Matteo ha detto...

io non prego per il Papa, o comunque non più di quanto non faccia per tutti gli uomini in generale.
io prego per le Intenzioni del Papa, che secondo la Tradizione sono: l’esaltazione della Chiesa, la propagazione della Fede, l’estirpazione delle eresie e degli scismi,la conversione dei peccatori, la pace e la concordia tra i cristiani e gli altri bisogni della Società Cristiana.

Prego affinché il Papa se le ricordi.

Anonimo ha detto...

2018: ennesimo colpo di stato in Italia, con supervisione e complicità del vaticano, sotto la spinta di poteri stranieri, affidato ad italiani, nemici degli Italiani, per organizzare e portare a conclusione, ancora una volta, il millenario lavoro sporco di Caino.

Anonimo ha detto...

"Il popolo non lo accetterebbe .
Ammesso & non concesso, e allora? Dio, in tutto questo discorso, che ruolo svolge?

Lia ha detto...

Chela Madonna e gliAngeli facciano un po’ di pulito ( spazzino, lavino perché di sporco se n’è accumulato in tanti anni ) ma poi.......RISPLENDA LA LUCE DI CRISTO SU TUTTO IL MONDO CHE ORA SOFFRE LE TENEBRE

Anonimo ha detto...

Matteo 14,02 Ha chiesto di pregare proprio per lui " Bergoglio secondo le sue intenzioni" precise contro di noi che lo perseguitiamo,nessuno può essere così ingenuo da illudersi di pregare per la Chiesa, se non colpevolmente anonimo 13,10 Ipotesi fantasy reali, veda la lista Pecorelli che finì ammazzato, veda il generale Mino incaricato dal card.Siri di verificare la massoneria in vaticano caduto morto dall'elicottero con elenco scomparso, veda denunce di Malachi Martin (la casa del vento ed altri, il 90% vero) nelle sue interviste, veda don Villa (tra l'altro la censura ha colpito, ti dà pagina non sicura…..)anonimo 12,55 non mi sento in colpa a non fare l'emerito in villa, non mi sento in colpa a non fare il giuda dei nostri tempi, anzi penso proprio che chi difende la verità è odiato sempre, perché il mondo ama il male, lo ama poi alla follia se è vestito di bene, l'unico giudizio che io posso pronunciare su un Papa è: è o non è. Ho concluso che non è, per carenza di essenz a ontologica oppure... se è è Caifa (con emerito suocero) ed allora sto sulla via del Calvario con Maria e Giovanni e non nel tempio pregando secondo le intenzioni di Caifa, non a celebrare la pasqua vecchia, non col clero a starnazzare contro Gesù "bestemmiatore" e con le banane che crescono sui meli, i dogmi aboliti perché non adatti al nostro tempo (ringrazio chi ha postato le verità rivelate definite dogmaticamente, che d efiniscono dogmaticamente eretico pure Bergoglio &c.). L'annientamento mio, nostro, consiste nel lasciarsi crocifiggere dai nostri Caifa e Giuda perché rispettiamo e difendiamo la Verità, ad imitazione perfetta del nostro Capo. Santa Teresina si sarebbe annientata nello stesso modo e pure san Francesco, oggi, seppure in modo migliore del mio, ma ad ogni tempo serve uno stile diverso di battaglia. Non ci sentiamo in colpa.

mic ha detto...

Finché c'è chi canta l'Ave Maria così, c'è speranza, in questo mondo sconvolto:
https://www.youtube.com/watch?v=HHYL7IqqZ-w

mic ha detto...

Anonimo 14:02
Un vero cattolico che prega per le intenzioni del Papa sa che prega per queste (secondo la Tradizione) e non altre:
- L’esaltazione della Chiesa,
- la propagazione della Fede,
- l’estirpazione delle eresie e degli scismi,
- la conversione dei peccatori,
- la pace e la concordia tra i Principi cristiani
- e gli altri bisogni della Società Cristiana

Anonimo ha detto...

Or

DUE AGENTI SONO STATI GRAVEMENTE FERITI da colpi d'arma da fuoco a Trieste davanti alla questura. Ancora non si conoscono dettagli

https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2019/10/04/news/sparatoria-davanti-alla-questura-a-trieste-due-agenti-feriti-e-fuggifuggi-dei-cittadini-1.37663866?refresh_ce

PREGHIAMO per loro

Anonimo ha detto...

Alcuni minuti fa avevo chiesto, conbun OT, preghiere per i DUE AGENTI gravemente feriti da colpi d'arma da fuoco a Trieste. Purtroppo è arrivata ora la notizia che i due non ce l'hanno fatta.

https://www.televideo.rai.it/televideo/pub/notiziasolotesto.jsp?id=1271583&pagina=100&sottopagina=1

A questo ounto, mi sia almeno consentito chiedere un Requiem aeternam per loro e una Ave Maria per le loro povere famiglie.

mic ha detto...

Purtroppo ho passato solo adesso i commenti. La notizia ora è rimbalzata su tutti i Tg. Hanno fatto una gran fatica a dire che gli assassini erano "stranieri con permesso di soggiorno per ragioni familiari"... Ora possiamo solo pregare per le loro anime e per le loro famiglie.
Ogni giorno echi di una cronaca violenta da tutta la penisola. Siamo in guerra. Signore pietà!

Anonimo ha detto...

Il cardinale parla di popolo. Ma quale popolo? Quello che vota al Sinodo? Quello di questa epoca? Se il popolo del prossimo decennio proponesse in un modo diverso dovremmo cambiare conclusioni. O il popolo che vota oggi, ipostatizzato, avrebbe le caratteristiche dell'infallibilità perché vota secondo le idee di Kasper? Si vede tutta la pochezza teologica di questo teologo che è considerato il pensatore maggiore che possiede la chiesa oggi.
Siamo in...buone mani.

Saldi in veritate

Aloisius ha detto...

Con Kasper scopriamo che, per 2000 anni, la Chiesa e'stata guidata da Papi e da un clero che erano 'anormali e disumani'.

Purtroppo esistono ancora, al giorno d'oggi, anche
"......piccoli gruppi apertamente contro il Papa. Ma occorre sapere e considerare che sono pochi, pochissimi..."

E' come se dicesse
'Ingrati! Rifiutano la luce
della nuova dottrina del CVII e del nuovo papa, nonostante li abbia liberati da quella gabbia di anormalità e disumanità.

Ma in verità, l'unico papa "normale e umano" (che infatti è il primo a chiamarsi Francesco), ci insegna che, se parlate con quelle persone", scoprite subito "... che hanno nella testa qualcosa che non va".
Per questo
"..... Non attribuite loro alcuna importanza".
Quindi non rispondetegli, ignorateli, come fa il papa.
Costoro, poverini, vanno solo "accompagnati, con mitezza e misericordia", a causare uno scisma che il papa non teme.
Emarginateli senza rispondere, alla fine se ne andranno.
Poverini, vanno compatiti, credono ancora che il Vangelo e i Comandamenti di Gesù Cristo possano essere rispettati anche nel terzo millennio!
Ma che volete farci, sono vittime da quella 'dottrina anormale e disumana' e non si rendono conto che la Parola va adeguata ai tempi, essendo chiaramente improponibile e inadeguata a questo momento storico.

Pensate, fanno parte di questi gruppetti persino colleghi cardinali come Burke, Muller, Brandmuller, Sarah e il defunto Carraffa, il vescovo Sneidher e altri, che formulano "dubia" e manifestano dissenso
Ma anche se "....fanno molto rumore attraverso i media" non vi fate ingannare, sono dei poveri illusi, chiusi nelle loro disumane gabbie mentali.

Parafrasando Fantozzi si potrebbe dire
"Ma com'è umano,Lei!"

GMZ ha detto...

Che teneri qesti bergogliani: sono talmente ossessionati da sé stessi, da arrivare a mettere risibili ipoteche sul futuro per esorcizzare l'idea che tutto il loro operato possa un giorno essere azzerato!
Possono dire quel che gli pare, tutto è nelle mani di Dio (e il popolo accetta quel che passa il conclave, come Francesco dimostra).
Ossequi.

Anonimo ha detto...

Diventare prete cattolico per poi vivere una vita contro Gesù Cristo e la Sua Chiesa è il massimo della contraddizione. E' inspiegabile. E'da manicomio. E'diabolico.
Perché quando hanno capito che il Cattolicesimo non era la loro strada non sono usciti? Chi si sentiva luterano perché non è diventato luterano? Chi aveva scoperto invece di avere vocazione sciamanica, perché non è diventato sciamano e/o stregone? Chi si è scoperto un'anima islamica, avrebbe potuto convertirsi all'Islam, chi, non credendo in Gesù Cristo, avrebbe potuto farsi ebreo. Chi sentiva più rispondente alla sua religiosità il Buddismo avrebbe potuto farsi monaco buddista,un altro magari induista, shintoista, oppure laicamente confuciano. Oppure, per tornare alle radici, fallocrate o meglio antropofago tra loro. Sbagliare è umano, se il Cattolicesimo non era e non è la loro strada, vadano dove li porta il cuore e smettano di stracciare, liofilizzare, polverizzare il gender al prossimo Cattolico.
Perché no? Da parte dei Cattolici troveranno sempre porte, portoni e porti spalancati. Vadano, vadano, vadano in pace. Auguri e buon viaggio.