martedì 12 marzo 2013

Il Conclave è iniziato. Attesa orante...

I Cardinali sono in conclave.



C'è già stata la prima votazione e la fumata è stata nera. Piazza San Pietro era stracolma di persone. La nostra preghiera presso l'Obelisco continua.
L'attesa orante continua.

Trascrivo qui una poesia che le bimbe romane imparavano ai tempi del cardinal Ottaviani (proviene dalla sua cerchia).
Che ar Papa novo nun je ficcate 'n testa
d'allargà n'artro poco la finestra
perché a furia de finestre sopr'ar monno
qua la barca pija già er fonno.
Se la Chiesa ha bisogno d'aria pura,
nun la ficcate 'n quella fogna oscura ch'è già er monno,
perché tutto 'sto tanfo nauseabondo
nun po' venì dallo Spirito Santo.

36 commenti:

Luisa ha detto...

Sul rigore e ortodossia liturgica del card. O`Malley:


http://bostoncatholicinsider.wordpress.com/2012/05/19/neocatechumenate-questions/

http://www.cardinalseansblog.org/2009/09/25/gathering-with-the-seminarians-of-the-neocatechumenal-way/

Luisa ha detto...

Certo che vedere un papabile, e non è il solo ad averlo fatto (Canizares in testa...Schönborn, Rylko, e molti altri) celebrare la "liturgia" dissacratoria del cnc, con un candelabro ebreo sulla mega
mensa e la Comunione presa seduti al proprio posto, mi da dei brividi d`orrore perchè quei cardinali calpestano e diprezzano il Magistero della Chiesa sull`Eucaristia.
Se l`Eucaristia non è più fonte e apice della nostra Fede, se il Magistero è annullato, si dovrà pur dirlo ai cattolici.

Anonimo ha detto...

Guardate qui. Anche lui!
Da inorridire...

Anonimo ha detto...

continua l'attesa...fino a quando?
Da inorridire...vogliamo un novello S. PIO X!!!!

Thaddeus ha detto...

Mi pare che la celebrò anche Ratzinger.

aut aut ha detto...

la chiesa di O'Malley e simili non è la Sposa di Cristo,
ma la sposa del mondo e dei suoi poteri, preparata da Kiko & falsari vari, movimenti ecclesiali delle false fedi vario-pentecostali-sincretiste (medjugorismo incluso).

Figurarsi se diventa papa !
sarà papa dell'anti-chiesa che ingannerà milioni di persone.
Gli adepti si sentiranno CONFERMATI IN TUTTE LE ERESIE, spacciate per buona dottrina, con le lodi del papa novello!

e a chi non dà retta al verbo kikiano e alle sue false messe i sommi pastori (papa in primis) diranno:

O TI ADEGUI O TE NE VAI !

non è così che fanno i kikiani da 40 anni divorando le parrocchie ?

bene, con un papa loro supporter quest'ordine perentorio verrà dato dal papa stesso, passerà "d'autorità" in tutte le diocesi.

Vi pare che QUESTA che si prospetta sia la Chiesa di Cristo ?
a me NO.

Anonimo ha detto...

Mi pare che la celebrò anche Ratzinger.

Sì la celebrò quando era cardinale. Ma per amore di verità occorre dire che non ha mancato di dare direttive, già fin dal 1995, con la Lettera di Arinze, per il rispetto dei Libri Liturgici e, nel 2010, ha affidato la questione alla Dottrina della fede, che ancora non si è pronunciata al riguardo, perché il Cnc ha sguinzagliato tutti i suoi potenti sostenitori (tanto per fare alcuni nomi solo in curia, Rylko, Filoni, Canizares...).

Luisa ha detto...

Se verrà eletto uno dei numerosi sponsor dl cnc, ne dedurrò che per i 2/3 dei cardinali la retta dottrina, la teologia liturgica, l`ortodossia liturgica, non hanno più corso nella Chiesa, affranta e costernata ne dedurrò che per i 2/3 dei cardinali la sacra Liturgia non è più il cuore e l`apice della nostra Fede e che il Magistero Petrino sull`Eucaristia è da gettare nella pattumiera, è da considerare non più valido.
Fra poco sapremo.

Anonimo ha detto...

NESSUNO caccerà dalla neo-chiesa gli eretici e i celebranti alla kiko....
medicina misericordiosa con le eresie continua.....invocata nel discorso di Sodano: niente "sceriffi", niente regole, piena armonia di tutti i credenti/multicredenti con l'ordine mondiale, esaltazione dei diritti umani e pace diquestomondo, non di quella che Gesù ci vuol dare.
Gesù non è più segno di contraddizione, bensì ci fanno credere che vuole "l'abbraccio al mondo" !
ma ci dobbiamo credere ? proprio lui che ha detto
Siate NEL mondo, ma NON DEL mondo ?
Quel discorso mostra FEDE NEL MONDO, non in Gesù Cristo Salvatore del mondo.
E' terribile, ma le masse sono già abituate alla "variazione":
non la percepiscono più come ADULTERAZIONE della Fede.
Ormai è cosa "acquisita" la fede nell'uomo (+speranza nell'uomo e nel mondo, autosalvante ecc.) sostituita alla Fede in Cristo, e gli sta bene così, a molti.

sic stantibus ha detto...

concordo con Luisa 8.25

infatti dicevo, riprendendo altro suo commento:
Se l`Eucaristia non è più fonte e apice della nostra Fede,

precisiamo un po'....

-se QUELLA celebrazione blasfema non è il culmine ecc....
continuando così i preti a celebrare, senza freni, l'Eucaristia autentica sarà sempre più svilita, contraffatta, SVUOTATA, con papi di tali "belle premesse" che offriranno-imporranno il loro esempio al clero !

-se QUEL pastore che si spaccia per cattolico sarà papa....

-se QUEL papa che, eletto, si presenterà come il "restauratore" della Chiesa e AUTORIZZERA' ufficialmente le celebrazioni che vediamo, che NON SONO PIU' il S. Sacrificio istituito da Gesù 2000 anni fa....

se TUTTE queste cose, che già accadono impunemente da 40 anni, essendo proibite -come da misericordiacv2- le correzioni e gli anatemi contro gli ERETICI, cioè correzioni solo PROPOSTE, senza forza cogente di legge, si consolideranno,
(in quanto: o TIZIO O CAIO o chiunque sia eletto, NESSUNO di loro caccerà dalla Chiesa gli eretici nè li correggerà, statene certi, visto il discorso di Sodano sulla chiesa-ONU, e niente papa-sceriffo ecc.),

allora sì, TUTTE queste cose bisogna dirle ai cattolici.

ma CHI gliele dice, tutte come stanno ?
chi avviserà i poveri fedeli ignari della devastazione del sacro culto e della Fede, che procede inesorabile DALL'ALTO ?
noi ?
forse i nostri parroci, che già tutti giulivi (come ho sentito il mio) si apprestano a festeggiare il novello "papa-buono-con-tutti-gli-errori", colui che sarà il "liberatore da OGNI REGOLA" ?
Non vi sembra che sia già troppo tardi per avvisare le masse inerti e plasmate al cv2, di ciò che sta accadendo, e che ormai sono diventate indifferenti a tutto, vedendo un conclave- kermesse tipo Sanremo, del tutto mondana, dove lo Spirito Santo non trova il suo "habitat", perchè non c'è alcun TIMORE DI DIO in quei discorsi pronunciati, bensì solo un grande INCHINO allo spirito del mondo ?
e lo spirito del mondo, seguito da costoro, annunciato da Sodano, manderà alla falsa chiesa di O'Malley & simili il suo rappresentante in terra.

hpoirot ha detto...

Anche il TG di Gloria TV di ieri parlava del card. O’Malley.

Il suo direttore delle comunicazioni é tale Terrence Donilon il cui fratello, Tom Danilon, é niente di meno che il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Obama!
Se O’Malley fosse eletto papa un fratello Donilon lavorerebbe per l'uomo più potente della terra, l'altro per il più potente capo religioso della terra.

hpoirot ha detto...

Notare che lo stesso TG riporta le parole del superiore tedesco SPX don Schmidberger "Da fonti relativamente ben'informate abbiamo saputo che il papa si é dimesso perché soffre di una depressione"

http://www.gloria.tv/?media=412609

Anonimo ha detto...

Non vi sembra che sia già troppo tardi per avvisare le masse inerti e plasmate al cv2, di ciò che sta accadendo, e che ormai sono diventate indifferenti a tutto, vedendo un conclave- kermesse tipo Sanremo, del tutto mondana, dove lo Spirito Santo non trova il suo "habitat", perchè non c'è alcun TIMORE DI DIO in quei discorsi pronunciati, bensì solo un grande INCHINO allo spirito del mondo ?
e lo spirito del mondo, seguito da costoro, annunciato da Sodano, manderà alla falsa chiesa di O'Malley & simili il suo rappresentante in terra.


Umanamente può apparirci troppo tardi; ma dobbiamo fondarci sulla consapevolezza e sulla fiducia che tutto è possibile presso Dio... e dunque la deriva già innescata potrebbe essere corretta e confidiamo anche che il nuovo Papa, chiunque egli sia, non si sottrarrà alla Grazia di stato che ne faccia il Papa di tutti per la salute delle anime che gli sono affidate.

Presto conosceremo il suo nome, ascolteremo le sue parole e vedremo i suoi atti. E che il Signore lo illumini, ci illumini e ci aiuti a custodire e vivere e anche a diffondere la nostra Fede.

Marco ha detto...

Farei una domanda a Luisa: Lei, giustamente, ha orrore delle "messe" neocat. Ciò vale anche per la messa neocat (eventualmente, le messe) celebrata dal card. Ratzinger? Grazie.

Anonimo ha detto...

Curiose queste immagini:

http://www.repubblica.it/speciali/esteri/conclave-papa-elezioni2013/2013/03/12/foto/conclave_2013_il_pellegrino_inginocchiato_a_san_pietro-54380448/1/#1

Anonimo ha detto...

Marco,
intanto rispondo io per quanto mi risulta.

Il card Ratzinger - anche come Benedetto XVI - aveva, com'è noto grande considerazione e fiducia per i movimenti considerati frutti del concilio.
Il Cnc di per sé è un'anomalia, rifiuta di considerarsi un movimento qualunque e abbiamo le prove documentate (da tempo in mano alla Santa Sede ma finora neutralizzate dai potenti mezzi degni di una lobby) che si tratti di un vero e proprio messianismo giudeo-luterano-gnostico. Sia Benedetto XVI che Giovanni Paolo II lo hanno sempre incoraggiato, non mancando di indicare correttivi puntualmente senza esito. E tuttavia, nonostante questo, sono convinta che non ne conoscessero interamente le storture da noi evidenziate, dal momento che è normale che un pontefice (che non è onnisciente) sia tributario delle informazioni che riceve dai suoi collaboratori. Purtroppo, sia le denunce documentate che le testimonianze (moltissime e tutte convergenti nei contenuti pur provenendo da Paesi e contesti differenti), sono rimaste a tutt'oggi senza risposta.

Del resto le stessa cosa è successa per anni con Maciel... Vedremo fino a quando il Signore permetterà che questo grave 'vulnus' per la sua Chiesa continui ad essere non solo tollerato ma anche improvvidamente incoraggiato senza la necessaria 'purificazione' già dichiarata necessaria da Benedetto XVI ai Parroci Romani nel 2008, quando gli fu rivolta una domanda circa l'approvazione degli Statuti. E proprio in ragione di questi ebbe a dire che sussistevano dei problemi e che la questione avrebbe richiesto tempi lunghi. Stranamente solo 20 giorni dopo il Dicastero per i Laici (Rylko) approvò gli statuti con la pesante anomalia di far riferimento a catechesi mai approvate dalla Dottrina della Fede. Evidentemente le nostre pressanti segnalazioni di questa seria anomalia hanno prodotto un altro effetto anomalo: l'approvazione (sempre da parte del PCL, sentita la CDF) della PUBBLICAZIONE di quelle catechesi (non dei loro contenuti, che conosciamo perché disponiamo di originali fattici avere da sacerdoti e da catechisti pentiti e che non esitiamo a definire eretici, non arbitrariamente, ma in quanto raffrontati col Magistero), pubblicazione che non è mai avvenuta e che è stata rifiutata, anche in seguito a precise richieste, adducendo da parte del PCL il veto (!?) opposto dal Cnc che applica il cosiddetto "arcano", come nelle sette gnostiche e in evidente contrasto con universalità cattolica.
Ma nella Chiesa, come del resto abbiamo potuto constatare nell'applicazione dei documenti conciliari, se ci facciamo caso, ogni eccezione diventa la regola, purtroppo. Ed è da queste, che all'inizio sono solo 'fessure', che nel tempo si aprono voragini che rischiano di divenire incolmabili...

Marco ha detto...

sono convinta che non ne conoscessero interamente le storture da noi evidenziate, dal momento che è normale che un pontefice (che non è onnisciente) sia tributario delle informazioni che riceve dai suoi collaboratori. Purtroppo, sia le denunce documentate che le testimonianze (moltissime e tutte convergenti nei contenuti pur provenendo da Paesi e contesti differenti), sono rimaste a tutt'oggi senza risposta.

Del resto le stessa cosa è successa per anni con Maciel...

Ti ringrazio, anche se non mi pare sia una risposta a quanto chiedevo. E' inverosimile che i pontefici non sappiano (mentre noi sappiamo): se fosse così, dovrebbero rinunciare (!) per manifesta incapacità.
Ci sono buoni elementi per ritenere che GPII sapesse di "Padre" Maciel.
Ho in orrore i neocat: ma non esagerare con l'equivalente arcano=gnosticismo, perchè nel cattolicesimo esiste una "disciplina arcani" che, seppure di diritto accessibile a tutti (filtrata dal Magistero), di fatto non è perchè non può esserlo. Saluti

Luisa ha detto...

L`allora card. Ratzinger ha celebrato una volta in un seminario, ha sempre accompagnato i dirigenti del cnc, ha corretto con una Commissione i testi catechetici di Kiko Arguello, zeppi di gravi errori, ma se li è visti rifiutare dallo stesso nel 2003, diventato Papa, molto rapidamente, nel 2005, ha trasmesso al cnc delle PRESCRIZIONI per sopprimere tutte le aberrazioni dalla creatura liturgica di Arguello, è stato DISOBBEDITO, il cnc ha beneficiato dell`aiuto di Filoni, di Rylko , e altri, in quella vergognosa battaglia contro il Papa e la Liturgia, e nel 2008 il card. Rylko consegna al cnc uno statuto senza l`approvazione di ben due Congregazioni ( il cnc vi è definito itinerario di formazione cattolica ma i testi non erano approvati dala CDF e ancora oggi sono secretati!) e nel quale figura quella"liturgia"come se il papa non avesse deciso altrimenti, nel 2012, sempre gli stessi, ai quali si è aggiunto Canizares, hanno ordito alle spalle del Papa un complotto per strappargli l`approvazione di quella "liturgia" dissacratoria, i cartoncini di invito per festeggiare l`approvazione erano già sulle scrivanie dei cardinali, il card. Burke di ritorno da un viaggio , trovandolo, si è inquietato presso Bertone e all`ultimo momento Papa Benedetto ha fermato tutto, sottomettendo in seguito quella "liturgia" all`analisi di una Commissione.
Purtroppo il potere tentacolare dei dirigenti del cnc, che ha permesso loro di diffondere la loro cretaura, malgrado le aberrazioni e le disobbedienze, sta agendo e non si sa che fine farà quella Commissione!

Anonimo ha detto...

Ho in orrore i neocat: ma non esagerare con l'equivalente arcano=gnosticismo, perchè nel cattolicesimo esiste una "disciplina arcani" che, seppure di diritto accessibile a tutti (filtrata dal Magistero), di fatto non è perchè non può esserlo. Saluti

Ne sono consapevole e ne abbiamo parlato. E' il contenuto di quegli arcani e delle prassi anomale che ingenerano con implicazioni giudaizzanti che oltretutto sfigurano il volto di Cristo Signore, cui ci riferiamo.

In ogni caso nella Chiesa gli elementi fondanti della fede sono noti tutti e subito. La fede vissuta, poi, e gli approfondimenti attraverso la preghiera l'istruzione, gli aspetti mistagogici dell'Eucaristia (nei quali possiamo individuare l'arcano, come pure nella Lectio divina).

Ti posto di seguito una nostra riflessione.

Anzitutto occorre dire che se di Arcano si può parlare, nel Cristianesimo non può essere la Dottrina. Infatti l'Annuncio del Vangelo di Cristo Signore, è un fatto che è PUBBLICO dal momento in cui si è verificato! Dal momento stesso in cui Gesù lo ha predicato (pubblicamente, come Lui stesso più volte afferma e sollecita!), il Vangelo è per sua stessa natura pubblico, per l'intenzione che ha di SALVARE l'Uomo. L'Annuncio del Vangelo, infatti, sebbene abbia una specificità diversa a secondo se è primo Annuncio o meno, NON HA ELEMENTI SEGRETI E INDICIBILI che debbano essere nascosti all' "uditore"! Chiunque esso sia.
Anzi! Diremmo che è l'esatto contrario! Addirittura più si esplicita del Santo Vangelo, meglio è per chi ascolta!

Ora, l'Arcano però è effettivamente presente in un ambito specifico del Cristianesimo: l'ambito LITURGICO. Infatti i Cristiani sono chiamati a partecipare dei SANTI MISTERI, ovvero dei sacri Riti nei quali il Vangelo (Cristo) REALIZZA ciò che promette (la SALVEZZA!). Ebbene nei Sacri Riti esiste una componente Arcana, e riguarda specificatamente il loro significato intrinseco. Infatti il Cristianesimo conosce un termine, MISTAGOGIA, per indicare il valore "istruttivo" del Rito stesso, nel momento in cui si dischiudono i suoi tesori.

Ebbene questo Arcano NEI RITI, non è un elemento ESCLUSIVISTA riguardo a chi vi accede sia come convertito che come "ravveduto". Ovviamente il convertito e il ravveduto sono in due condizioni differenti, e questo non può non essere considerato. Ma la Mistagogia dei Riti è un Tesoro per entrambi, Tesoro a cui si PUO' e si deve accedere, e non in modo ESCLUSIVISTA. Ovvero: non secondo lo schema di una élite, ma secondo l'abbondanza del Dono di Cristo che è rivolto a TUTTI.

Dunque, in questo senso torniamo a parlare dello Scrutinio Nc, che è considerato PARTE INTEGRANTE di questo "Arcano" che il Cammino attua. Un "Arcano" che si sposta dai RITI alla dottrina stessa. Deviando dalla sua autenticità.

rafminimi@infinito.it ha detto...

La bella poesia che segeu, e di cui ringrazio Mic per alverla inviata è presente anche nel romanzo "Pio XIV, papa di
Transizione" (di Walter Martin, nom de plume di MONS. Giuseppe Pace
Salesiano * 13-XII-1911 + 01- XI-2000)
Che ar Papa novo nun je ficcate 'n testa
d'allargà n'artro poco la finestra
perché a furia de finestre sopr'ar monno
qua la barca pija già er fonno.
Se la Chiesa ha bisogno d'aria pura,
nun la ficcate 'n quella fogna oscura ch'è già er monno,
perché tutto 'sto tanfo nauseabondo
nun po' venì dallo Spirito Santo.

Luisa ha detto...

Non può e non deve esistere nella Chiesa una formazione detta cattolica, segreta! Questo succede nelle loggie massoniche e nelle sette ma non nella Chiesa.
Anche in questo Papa Benedetto è stato disobbedito, appena lo statuto consegnato ha espresso la sua volontà, cosa più che normale, che il direttorio catechetico fosse pubblicato, e invece niente, tutto tace e quei testi continuano a restare segreti perchè i dirigenti del cnc ne rifiutano la pubblicazione!
Riposta data dal PCL ad un cattolico che domandava spiegazioni.

Marco ha detto...

è stato DISOBBEDITO (non capisco perchp lo scrive maiuscolo, visto che è la norma)

Poteva scomunicarli, come è successo con Lefebvre (che non oso neppure accostare a Kiko)? E' stato anche papa, per otto anni.

Anzitutto occorre dire che se di Arcano si può parlare, nel Cristianesimo non può essere la Dottrina. Infatti l'Annuncio del Vangelo di Cristo Signore, è un fatto che è PUBBLICO dal momento in cui si è verificato!

Assolutamente no. Il Credo è incluso nella "disciplina arcani", e fu scritto molto dopo la morte di Cristo. La tradizione d'arcano include dunque, in radice, la dottrina cristiana (ad es., la Trinità, che infatti non è attestata, se non in via "implicita", nella Scrittura). Cristo non ha detto tutto pubblicamente (ad es., il significato delle parabole); si potrebbe anzi dire, con una significativa "iperbole", che la sostanza l'ha detta a pochi (gli apostoli). "Non gettate le perle ai porci", ma anche "gridate i misteri [che, se anche divulgati, rimangono tali] dai tetti". Il Cristianesimo non è un "segreto", ma un "mistero" sì.

Anonimo ha detto...

Marco,
sono d'accordo con le tue osservazioni. Nella citazione ho puntato all'essenziale.

Ammetterai tuttavia che non possono essere inserite tra gli Arcani, insegnamenti e prassi che sono un vero e proprio stupro delle coscienze, come gli scrutini, che nulla hanno a che vedere con quelli riferiti ai catecumeni d'un tempo (ma anche di oggi)...
Infatti è stata assunta la terminologia dell'OICA, riempita però con contenuti e aggiunte arbitrarie...

rafminimi@infinito.it ha detto...

"‎"LA VERITà SARà GRIDATA DAI TETTI" .Nel CRISTIAnesimo, in quello NON eretico, non c'è posto per nulla di esoterico. Al massimo, su alcuni punti ultra-secondari, non essenziali ai fini dell'economia della salvezza, si può parlare di concetti "ACROAMATICI", ovvero tramandati (almeno concettualmente) oralmente e non iscrtitto."

Marco ha detto...

Ammetterai tuttavia che non possono essere inserite tra gli Arcani, insegnamenti e prassi che sono un vero e proprio stupro delle coscienze, come gli scrutini, che nulla hanno a che vedere con quelli riferiti ai catecumeni d'un tempo (ma anche di oggi)...

E' ovvio. Credo che si tratti di un autentico rovesciamento, da definirsi come diabolico (in senso tecnico, non metaforico).

Anonimo ha detto...

Caro Raf,
"Acroamatico" non è altro che l'equivalente di esoterico, perché si riferisce all'"ascolto" degli insegnamenti dei filosofi da parte dei discepoli già più maturi e ricettivi.

Ovvio che la nostra fede ha bisogno di maturazione e approfondimenti sempre ulteriori attraverso il nutrimento costante che viene dalla fedeltà attraverso Liturgia, preghiera, meditazione Scrittura, vita... Son tutti 'luoghi' nei quali ognuno di noi attinge sia direttamente ai Sacramenti e alla preghiera personale e comunitaria, ma ha anche la gioia e la grazia di ricevere insegnamenti orali da 'maestri' secondo il cuore del Signore.

Quelli di cui stiamo parlando non sono altro, purtroppo che 'cattivi maestri' e 'falsi profeti' e, se siamo stati in grado di riconoscerli, è proprio grazie alla formazione ed agli insegnamenti ricevuti nella e dalla Chiesa.

Anonimo ha detto...

dal blog Rorate:

Il Dr. Moynihan ha scritto ieri di una conversazione con un Cardinale senza nome in un angolo di strada a Roma. Molto sobrio, quasi impaurito: "Eminenza," dissi, "ho dimenticato. ha già più di 80 anni, o no?"
"Non ne ho ancora 80," mi ha detto.
"Così domani voterà."
Lui annuì, e i suoi occhi sembravano pieni di ombre e preoccupazioni. Sono rimasto sorpreso dalla sua intensità. Sono rimasto sorpreso da tutta la conversazione. Mi ha strettola mano. "C'è qualcos'altro che posso fare?" Ho chiesto. "Pregate per noi", ha detto. "Pregate per noi". Si è voltato come se avesse bisogno di andare. "Devo andare." Ha fatto un passo, poi si è voltato di nuovo. "E' un momento pericoloso. Pregate per noi." Penso che dovremmo fare come ha chiesto.


...la conversazione del Dr. Moynihan con un cardinale anonimo fa riflettere. Con molta probabilità anche gli stessi cardinali sanno che nonostante l'articolato giuramento i pericoli ci sono!
Solo la preghiera ha la forza di contrastare i piani loschi dei nemici della Chiesa che sono dentro - come ricordava papa Benedetto... - ...dentro...il conclave!

rafminimi@infinito.it ha detto...

Caro Raf,
"Acroamatico" non è altro che l'equivalente di esoterico, perché si riferisce all'"ascolto" degli insegnamenti dei filosofi da parte dei discepoli già più maturi e ricettivi.
Carissima Mic,
come ho detto,si tratta di punti ultra-secondari, non essenziali all'economia della salveza, e, sopratutto che NON CONTRADDICONO la Rivelazione pubblica. Nell'esoterismo, si insegna una dottriana nascosta, diversa da quella pubblica. Questa è la grande differenza.

Anonimo ha detto...


Fumata nera!

Anonimo ha detto...

era improbabile l'elezione stamattina!
se tutto va bene domani avremo il papa. Ma se si va oltre c'è da porsi delle domande...

hpoirot ha detto...

La conversazione del Dr. Moynihan con un Cardinale senza nome é riportata anche da "The Remnant"

http://www.remnantnewspaper.com/Archives/2013-rome-reports-hilary-white.htm

Speriamo in un bel colpo di reni dello Spirito Santo. Abbiamo "solo" questa Chiesa...

Anonimo ha detto...

se tutto va bene domani avremo il papa. Ma se si va oltre c'è da porsi delle domande...

se si va oltre, una risposta plausibile già c'è: la rosa dei papabili è ampia e distinte (ognuna a suo modo attestata) le cordate che li sostengono. Tutto dipenderà dalle dinamiche che si intrecceranno e speriamo nel Signore...

Antonio ha detto...

Che succede se eleggono il card. Ratzinger?

Anonimo ha detto...

Il blocco tra candidati forti e il non accordo su papabili minori allungherebbe il conclave e potrebbe anche portare a fine settimana, se non domenica, ad avere un papa fuori da ogni lista elettorale, preso quasi a caso per accontentare tutti. E quando si annuncerà l'habemus papam tutti si diranno : e chi è? Come avvenne nel 1978 secondo turno. Potrebbe essere questo il colpo dello Spirito Santo.

Anonimo ha detto...

Secondo me in tutta questa situazione non c'e' nulla di positivo e rasserenante, ma se le votazioni non sortiranno esito positivo entro domani non mi sembra un dramma. Non l'ha ordinato il dottore che il Papa debba essere eletto entro il settimo scrutinio..... Felice

Anonimo ha detto...

si, certo. Ma vuol dire che non c'è accordo. E un papa eletto obtorto collo per uscire dal conclave crea problemi di stabilità governativa per la Chiesa.