martedì 5 marzo 2013

Una strana "Campagna elettorale": votate Turkson

Trovato su Letturine e ora ripreso anche da blog francesi. La 'strana' campagna elettorale nei confronti del cardinale ghanese, che di certo non giova alla sua immagine. C'è molto di inedito in questo conclave.

Roma, piazza san Giovanni in Laterano: curiosi manifesti elettorali per il prossimo conclave:

13 commenti:

RIC ha detto...

Turkson è il cardinale che in occasione dell'ultimo Sinodo ha presentato un filmato sull'islamizzazione in Europa, scatenando le proteste dei "confratelli dialoganti". Un'iniziativa come quella dei manifesti ha tutta l'aria di voler bruciare le possibilità del cardinale ghanese in vista del Conclave.

Anonimo ha detto...

Combinazione proprio poco fa ho avuto occasione di fare il collegamento.
Vedi l'articolo successivo...

Anonimo ha detto...

...con questo Papa dimissionario si chiude il Concilio di Trento; credo che chi sarà eletto,sarà un Papa ordinato Sacerdote dopo il Concilio Vaticano II.

Ritengo che progressivamente il Summorum Pontificum sarà abbandonato o modificato in senso restrittivo. E anche ogni discussione sull' "ortodossia" del Vaticano II.
Credo che non accadrà subito,per rispetto al Papa emerito, ma sono convinto che,con il tempo e la scomparsa di J.Ratzinger, si andrà incontro ad una restrizione del 'uso del Messale promulgato da Pio V. Credo che si ritornerà a quanto prevedeva il motu proprio promulgato da G.P.II limitando a gruppi ristretti e che danno garanzia di ortodossia e adesione piena al Magistero del Vaticano II.

Del resto gli interessati alla Messa Tridentina sono pochissimi e in questi anni non abbiamo assistito ad una corsa a questa Messa,come forse qualcuno sperava.Quelli che erano interessati prima lo sono anche adesso ma la maggior parte dei Cattolici è rimasta del tutto fredda.

Non credo ci sarà alcuna riforma della riforma della liturgia.
Mi chiedo cosa faranno liturgisti ... filo ratzingeriani nel caso la linea del nuovo Papa non collimi con quello precedente.

Anonimo ha detto...

Questo messaggio è il solito 'mantra' di conio notoriamente neocat.

Se il Signore vorrà darci anche questa prova - ma non darei tutto per così scontato, anche se probabile in relazione alla rosa dei candidati -, ci darà anche la Grazia e gli strumenti per viverla secondo la Sua volontà per questo nostro tempo assurdo.

Anonimo ha detto...

Non di un neocat....ma di un conservatore deluso dagli uomini di Chiesa, e3 illusosi.

Anonimo ha detto...

Caro "conservatore deluso"

il quadro fosco che hai fatto di solito ci viene reiterato da chi ne fa i suoi 'desiderata' e, invece, coincide con i tuoi timori.

Certo, a ben guardare i cardinali elettori c'è di che farsi venire i brividi al solo pensiero. Tra l'altro è di stamane la notizia della 'cordata' di un tripode tremendo Sodano-Ruini-Bertone (due kingmaker e un elettore), alleati, si dice, nel conservare i propri privilegi ma purtroppo, anche versus la Tradizione. I loro voti convergerebbero su Scherer...

Rifuggo dal toto-Papi; ma quando ho letto sono inorridita!
Mancanza di fede o realismo?

Felice ha detto...

Non possiamo sapere come si evolveranno le cose, ti pare? La speranza e' una virtu' cardinale, e' dovere di ogni cristiano, non possiamo chiuderci in ragionamenti tutti e solo umani. La Provvidenza lavora anche attraverso le manchevolezze degli uomini. Comunque a mio avviso, anche ragionando solo con criteri umani, i numeri che piu' contano non sono principalmente quelli dei fedeli legati alla Messa VO (numeri peraltro non irrilevanti), ma quelli delle numerose vocazioni di sacerdoti e religiosi legati alla tradizione. E' questo il futuro, e non c'e'eventuale Papa neocat che possa lottare contro la carta di identita' del clero.....

Felice ha detto...

La Madonna a Fatima aveva parlato, correggetemi se sbaglio, di un tempo di prova e di persecuzione cui sarebbe stata sottoposta la Chiesa se, come e' avvenuto, le sue parole non fossero state ascoltate. La prova e la persecuzione sono evidentemente tutte interne alla Chiesa, da quel che si puo' giudicare oggi. Ma alla fine il suo cuore immacolato trionfera', non dobbiamo spaventarci per le difficolta' che stanno per arrivare, perche' termineranno.....

Anonimo ha detto...

Scherer e' uno dei pro-paracattolici tenuto nell'ombra, sempre a parlare di schonborn, canizares, filoni etc.... poi vai a vedere e ti escono fuori pure gli scherer, gli o'malley, e i barbarin...per il momento giusto.

Anonimo ha detto...

per Felice (va bene che nomen=omen, però...):

" ....In the portion of the Third Secret revealed by the Vatican in the year 2000, there is a vision of the Holy Father passing “through a big city half in ruins”, who is then “killed by a group of soldiers who fired bullets and arrows at him, and in the same way there died one after another the other Bishops, Priests, men and women Religious, and various lay people of different ranks and positions”. Earlier in the same vision, Sister Lucy also reports seeing one she identified as “a Bishop dressed in white”. Interestingly, she did not refer to the Bishop in white as the Holy Father, but only said “we had the impression that he was the Holy Father”....MORE>>>

->On the Eve of Abdication: Pope Benedict, Vatican II and the Third Secret of Fatima
->A Bishop Dressed in White?
->
Possible Chastisement, Fatima (John Salza):
http://www.remnantnewspaper.com/Archives/2013-0131-salza-fatima-chastisement.htm

http://www.remnantnewspaper.com/
---------------------
"il suo Cuore Immacolato trionfera'" come lei dice, ma solo DOPO le persecuzioni feroci contro i veri cattolici (quelli della Tradizione), da parte dei falsi cattolici (=potenti prelati eretici che infestano la Chiesa, come vediamo e vedremo pilotare gli eventi), travagli che devono ANCORA esplodere;
trionferà, il Cuore Immacolato di Maria SS.ma, solo DOPO che un papa avrà fatto la consacrazione della Russia, e non prima.
Il grave contenuto del segreto di Fatima occultato deve ANCORA realizzarsi nella sua parte più drammatica, compresa quella visione del "vescovo vestito di bianco" che cade ferito a morte.
(cfr. : "ci sembrò il santo Padre....", ma non era chiaro che fosse un papa "effettivo")
Le difficoltà termineranno DOPO che Dio avrà castigato (=purificato con sofferenze immani) la Chiesa, non prima.
jm

don gianluigi ha detto...

Che allegria, caro anonimo delle 14.01! Ma un pizzico di speranza non riesci proprio a esprimerla. A meno che tu non sia tra quelli che sperano in una virata in direzione opposta a quella di Benedetto XVI. Comunque ad ogni buon conto le Messe tradizionali dopo il Motu proprio hanno avuto un notevole incremento in tutto il mondo, meno in Italia che comunque registrava già nel 2010 64 Centri con SS. Messe festive, mentre prima solo 11: Incremento + 53 (+ 480 %). Tenendo presente il quasi assoluto silenzio da parte del clero riguardo al documento pontificio, e le resistenze da parte della quasi totalità dei vescovi, mi sembra un risultato lusinghiero. Quanto a un'abrogazione del Motu proprio non credo sia possibile, poiché anche nel malaugurato caso dovesse avvenire, chi già celebra il rito antico, continuerà a farlo ribaltando la situazione attuale.

Felice ha detto...

Era quello che volevo scrivere, forse in modo troppo irenico, ne convengo. Volevo solo dire che la persecuzione che potrebbe arrivare, e condivido la tua opinione sul fatto che le avvisaglie per ora indicano una persecuzione tutta interna alla Chiesa verso alcuni fedeli, non deve coglierci impreparati, perche' e' il momento di vigilare e pregare, stare saldi nella fede, non lasciarci scandalizzare come gli Apostoli nei giorni della Passione, e non perdere la speranza, perche' la Madonna ha promesso che vincera' Lei, dopo, ma vincera' Lei......

MarcoP ha detto...

Ottimo don Gianluigi. Un saluto da Marco P.