martedì 12 aprile 2022

12 aprile - L'apparizione della 'Vergine della Rivelazione' alle Tre Fontane

Oggi ricordiamo l'anniversario, il 75° - era il 12 aprile 1947 ed era il sabato in albis - delle Apparizioni alle Tre Fontane (qui). In una grotta immersa in un bosco di eucaliptus prossimo ad un'antica Abbazia cistercense alle Acque Salvie, luogo del martirio di San Paolo, la Vergine della Rivelazione - così si è chiamata - apparve a Bruno Cornacchiola, persecutore della Chiesa, che da allora si convertì e divenne un testimone instancabile.
Leggiamo e meditiamo alcuni estratti che riprendo di seguito dal testo: Saverio Gaeta, Il Veggente - Il segreto delle Tre Fontane Edizioni Salani, Milano, 2016 - pp. 238, € 13,90.  .

Colpisce leggere, tra le tante esortazioni: «Camminiamo nella Via della Verità, portiamo al mondo intero la Verità, che dobbiamo conoscere, amare, obbedire e difendere. Ascoltiamo il Sacerdote che vive nell'Autorità del Vescovo, ascoltiamo il Vescovo che vive ed è unito alla Santità del Padre, ascoltiamo il Papa vivente nella Chiesa, che è nell'Autorità e nella Fede di N. S. Gesù Cristo, come vero suo Vicario e successore di Pietro che continuamente ed infallibilmente ci indica la Via della Verità per ottenere la Vita». Ma se questo poteva essere pienamente realizzato allora che regnava Pio XII - da molti chiamato "Il Papa di Fatima" per le molte coincidenze che lo legano a quelle apparizioni (e peraltro anche a questa) - oggi, come siamo messi? Del resto quella che segue è la prima citazione tratta dal testo di Gaeta:
“ Venite al Cuore di Gesù, venite al cuore di una Madre e sarete consolati e sarete alleggeriti dalle vostre pene. Peccatori tutti, venite! Consacratevi al Cuore immacolato di una Madre senza dubitare di essere soccorsi... Sono presso la giustizia divina, il muro riparatore dell'ira divina... Prima che la Russia si converta e lasci la via dell’ateismo, si scatenerà una tremenda e grave persecuzione. Pregate, si può fermare... accostatevi con più fervore al sacramento vivente fra voi, l'Eucaristia, che sarà un giorno dissacrata e non più creduta la presenza reale di mio figlio... Allontanatavi dalle false cose del mondo: vani spettacoli, stampe d’oscenità... Satana è sciolto per un periodo di tempo e accenderà tra gli uomini il fuoco della protesta per la santificazione dei Santi. Figli siate forti, resistete all’assalto infernale... La Chiesa tutta subirà una tremenda prova, per pulire il carname che si è infiltrato tra i suoi ministri.… sacerdoti e fedeli saranno messi in una svolta pericolosa nel mondo dei perduti, che si scaglierà con qualunque mezzo all’assalto: false ideologie e teologie... Vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d’oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo, e spezzerà le cose più sacre e sante, quando gli sarà dato di farlo... Pregate molto e vi saranno alleggeriti la persecuzione e il dolore...  Non dimenticate il Rosario che molto coopera alla vostra santificazione, le Ave Maria sono frecce d'oro che raggiungono il Cuore di Gesù... Il mondo entrerà in un’altra guerra, più spietata delle precedenti; maggiormente sarà colpita la Rocca eterna (Roma). L’ira di satana non è più mantenuta; lo Spirito di Dio si ritira dalla terra, la Chiesa sarà lasciata vedova, sarà lasciata in balìa del mondo... La colpita maggiormente sarà la Chiesa di Cristo per nettarla dalle sozzure che vi sono dentro... I sacerdoti saranno calpestati e trucidati, ecco la croce rotta vicino alla talare dello spogliamento esteriore sacerdotale” (Saverio Gaeta, op. cit. pp, 79-88)

Significativa la locuzione di Cornacchiola del 9 gennaio 1986:

“Oggi gli uomini hanno messo tutte le religioni sullo stesso piano per cui tutte portano a Dio e tutti si salvano. […]. Allora si salvano anche coloro che non accettano Gesù?. […]. Contro la Chiesa satana non può far nulla perché è divina; ma contro le anime che vivono in essa può molto; anzi presenterà il male sotto la veste morale, religiosa, politica e sociale. […]. Chiamo tutti alla conversione, ma per giustizia devo lasciare la mano di mio Figlio: proprio perché si compia la giustizia ” (op. cit., p. 165-166).
Impressionante è la visione avuta il 7 aprile 1966:
“si vede la basilica di San Pietro che ha la faccia tutta rovinata, la guardiamo e piangiamo” (op. cit., p. 169). Il 1° agosto 1966: “Mi son trovato davanti alla chiesa detta della Scala Santa, nella piazza adiacente ove c’è l’obelisco. Vi era allestita come una sala con vescovi e cardinali. D’improvviso crolla sopra molti vescovi, cardinali e altri tutta la facciata della chiesa” (ivi).
Nel messaggio del 1° gennaio 1988 un particolare ammonimento è riservato ai sacerdoti:
“Voi state calpestando le mie pecore e le portate verso la perdizione. Perché non fate più conoscere la mia dottrina? Perché le mie pecorelle le portate dove sono erbe secche e cespugli mortali? […]. Io sono stato ucciso proprio perché la mia dottrina non era la loro (dei farisei) dottrina. Voi avete chiuso la vostra bocca e le orecchie del mio gregge. Avete chiusa la porta della mia Chiesa per non entrarvi voi e non farvi entrare il mio popolo” (op. cit., p. 171).
Nel 1982 la Madonna dà un ulteriore monito ai sacerdoti (che costerà a Cornacchiola tantissime grane):
“essi miseramente girano sicuri senza segni sacerdotali esterni: non solo vivono nel dubbio della fede, ma attirano altri a lasciare la fede […] si sono ubriacati del mondo e del falso modernismo” (op. cit., pp. 172-173).
Una delle visioni più toccanti è quella del 28 aprile 1986. Cornacchiola si trova in piazza San Pietro e la Madonna gli dice:
“anche se chi dà un ordine ti sembra che sbagli, tu sei tenuto ad obbedire, a meno che quest’ordine tocchi la fede, la morale e la carità. Allora no!” (op. cit., p. 174).
Il 12 novembre 1986 la Madonna gli mostra una scena terrificante:
“vedo molti sacerdoti con la loro talare e religiosi e religiose con il loro saio: tutti in fila e degli aguzzini che li spingono e trascinano uno alla volta su un palco di legno. Li facevano inginocchiare e chiedevano loro: ‘Getta l’abito’. Alla risposta ‘No!’ gli prendevano la testa e gliela mettevano su un ceppo e lì venivano decapitati dal boia che aveva una scure” (op. cit., p. 174-175).
Una delle visioni più attuali mi sembra quella del 18 luglio 1996:
“Specialmente tanti miei figli sacerdoti, e anche più in alto, facilmente cadono nella braccia di satana come foglie secche che cadono da un albero al soffio del vento” (op. cit., pp. 181-182).
Il 4 giugno 1964 la Madonna aveva dettato a Cornacchiola una richiesta per
“salvare l’umanità dal diluvio di fuoco” (op. cit., p. 183).
Il 1° gennaio 1988 il veggente riceve una rivelazione che dischiude le porte del futuro:
“Avete degli esempi, Sodoma e Gomorra: non si pentirono, non fecero penitenza e conoscete quello che la giustizia ha fatto di loro. […]. Se non vi convertirete ferro e fuoco scenderà sopra di voi. […]. Quello che voi chiamate pace non è altro che inganno perché manca la conversione e tutto si sta preparando per una satanica guerra” (op. cit., p. 187).
Un’altra apparizione attualissima è quella del 14 agosto 1999:
«La Vergine mi fa vedere religiosi e religiose, sacerdoti, vescovi, cardinali e mi dice: “Sono sordi e stolti! Vedono i segni che sono un richiamo, ma non riflettono sopra questa realtà. […]. Negano Dio uno e trino e si fanno orgogliosamente essi stessi dio”» (op. cit., p. 195).
Il 13 marzo del 2000 la Madonna gli dice:
“la salvezza non è riunire tutte le religioni per farne un ammasso di eresie e di errori, ma convertitevi per l’unità di amore e di fede” (op. cit., p. 204).
21 settembre 1988:
“Quello che ho sognato non si avveri mai, è troppo doloroso e spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede e si metta al posto di Dio. Quanto dolore ho provato nella notte, mi si paralizzavano le gambe e non potevo più muovermi, per quel dolore provato nel vedere la Chiesa ridotta a un ammasso di rovine”.

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Ottimo libro, ottimo autore, una miniera di informazini fino ad allora ignote, che aprono suqarci crudemente realistici sulla deriva attuale della sociertà e della Chiesa (il Papa sotto il controllo di Satana, ....)

tralcio ha detto...

"Io sono colei che sono nella Trinità Divina... Sono la Vergine della Rivelazione".

La creatura umile (la serva del Signore nella quale grandi cose compie l'Onnipotente perchè ha guardato l'umiltà della sua serva) giunge ad usare il modo di presentarsi di Dio (Io sono...) nel mistero trinitario del quale è legittimamente interprete: ancella del Padre Onnipotente che l'ha preservata dal peccato originale e la accoglie in cielo, regina degli angeli, in anima e corpo; sposa piena di grazia dello Spirito Santo nel generare l'incarnazione del Verbo; Madre sempre vergine del Figlio redentore, accompagnandolo da mediatrice delle grazie e corredentrice.

Promessa da Dio all'umanità fin da Genesi per vincere la sfida con il serpente antico, la Vergine è intima alla Rivelazione divina tanto nel modo della Scrittura quanto in quello della Tradizione, dalle quali sono riconoscibili i suoi privilegi per nulla abusivi e cari ai fedeli lungo i secoli, anticipandone la definizione dei dogmatica e correggendo le eresie.

Quando la Madonna apparve a Bruno Cornacchiola questi era scettico e irato contro l'Immacolata Concezione: ma in Maria l'anima umana trova la luce della divinità che rivela, raccomandando specialmente alle anime consacrate i doveri della retta dottrina e i tesori della devozione. La Vergine della Rivelazione proietta l'anima umana nel mistero trinitario, rendendolo possibile tramite la purezza assoluta.

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=L5fndP2L-L4

Per capire il presente occorre conoscere il passato


N.B.Attenzione ad alcune tecniche che anche noi abbiamo conosciuto e conosciamo.

Anonimo ha detto...

OT
Qualcuno dovrebbe pur mettere un freno all'arroganza dell'Ucraina in questo momento storico, però. Non hanno voluto accogliere il Presidente tedesco perché giudicato in rapporti "troppo vicini" con la Russia, e fin qui passi: i paesi europei a quanto pare non sono più liberi neanche di aver avuto, in passato, rapporti con la Russia. Ma ora leggo che l'ambasciatrice ucraina presso la Santa Sede "contesta la decisione vaticana di far portare insieme la croce a una famiglia ucraina e una russa alla Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo". Cioè, questi vogliono pure imporre al Papa di non fare il Papa e di piegarsi pure lui alla propaganda di guerra. Ma vi sembra normale?

Anonimo ha detto...

https://www.corriere.it/cronache/22_aprile_12/ambasciata-ucraina-non-russi-via-crucis-papa-colosseo-f3928666-ba66-11ec-ac09-3ceafb137606.shtml

Anonimo ha detto...

Dopo le parole del cardinale Marx sull’omosessualità, vescovi da tutto il mondo scrivono che in Germania si mostra «più sottomissione alle ideologie del mondo che all’insegnamento di Gesù»

Anonimo ha detto...

Zelenski loda Biden per aver parlato di genocidio

Le parole hanno un senso, non possono essere usate a caso. “Genocidio” nel dizionario e secondo l’Onu significano “Metodica distruzione di un gruppo etnico, razziale o religioso, compiuta attraverso lo sterminio degli individui e l'annullamento dei valori e dei documenti culturali”. In Ucraina è in corso una guerra, se volete un massacro, ma non mi sembra che sia in corso “un genocidio”. Altrimenti anche quello che era in corso nel Donbas negli ultimi 8 anni andrebbe considerato, a maggior ragione, un genocidio visto che li proprio gli ucraini se la prendevano con un determinato gruppo, quello russofono, anche attraverso leggi che intendevano privarlo della propria eredità linguistica e culturale.

Anonimo ha detto...


"Io sono colei che sono nella Trinità Divina.."

Un'affermazione del genere non può averla fatta la Madonna, in apparizione o visione, dal momento che suona inevitabilmente eretica.
La S.ma Vergine non può essere "nella" S.ma Trinità.
Ciò equivarrebbe a divinizzarla, eresia patente.
Attenzione a non fare indigestione di "rivelazioni private", dal tenore più o meno ortodosso o dalle dichiarazioni non sicuramente accertate e controllate.
T.

Anonimo ha detto...


Le accuse di genocidio ai russi non sono affatto provate ed anzi appaiono fino a questo momento del tutto assurde.
L'accusa di "genocidio" viene usata oggi con estrema disinvoltura, anche a livello storiografico-polemico.
I civili uccisi vicino a Kiev possono esser stati freddati anche dalle forze ucraine, uno dei cadaveri aveva le mani legati con la banda bianca dei filorussi.
Inoltre: Zelensky ha voluto armare i civili, organizzare la guerra di popolo contro l'invasore, trasformando così ogni civile in un bersaglio legittimo per l'invasore russo. Legittimo, perché ogni civile, per il soldato russo, potrebbe esser a questo punto armato, sparargli all'improvviso o tirargli una bomba a mano, dal ciclista alla casalinga.
Zelensky ha assunto poteri dittatoriali e inoltre sta dettando il programma all'intera Europa e persino al Papa. Quest'ultimo raccoglie quello che ha seminato con il suo ridicolo e assurdo "pacifismo".
Speriamo che i russi prendano finalmente Mariupol. Vanno piano, limitando le perdite, dopo le brutte sorprese dei primi giorni. Non possono iniziare la c.d. grande offensiva finché Mariupol non cade del tutto, visto che gli impegna molti uomini, essendo una grande città portuale.
La perdita di Mariupol potrebbe forse indurre gli ucraini a negoziare seriamente? Difficile dirlo. Zelensky sembra voler recitare la parte di Napoleone.
Tutti parlano di questa grande offensiva russa ma forse non avrà luogo, nel senso che si continuerà con la guerra d'attrito, esercitando i russi una pressione costante, mirata e ragionata, in superiorità di uomini e mezzi, impiegati però in modo sagace e metodico.
Preoccupa l'atteggiamento sempre più allucinato di Biden, che sembra sempre più violento e lontano dalla realtà.
Miles

mic ha detto...

"Io sono colei che sono nella Trinità Divina.."

Un'affermazione del genere non può averla fatta la Madonna, in apparizione o visione, dal momento che suona inevitabilmente eretica


Sonio d'accordo. E non avevo ancora ripreso questo dato, dopo aver censurato una preghiera, per il resto molto bella, che partiva con questa premessa...

Anonimo ha detto...

Personalmente guardo con estrema diffidenza alle apparizioni, tranne quelle approvate dalla Chiesa, fino al 9 ottobre 1958 e, anche in questi casi, essendoci alcune cose non del tutto chiare (segreto de La Salette, terzo segreto di Fatima, etc.), vi presto pochissima attenzione.
Abbiamo la Buona Novella. Che essa ci basti per andare in Paradiso!

ilfocohadaardere ha detto...

"Ti adoro, o Padre nostro celeste,poiché hai deposto nel grembo purissimo di Maria il Tuo Figlio unigenito.Ti adoro, o Figlio di Dio,poiché Ti sei degnato di entrare nel grembo di Maria e sei diventato vero,reale Figlio Suo.Ti adoro, o Spirito Santo,poiché Ti sei degnato di formare nel grembo Immacolato di Maria il corpo del Figlio di Dio.Ti adoro, o Trinità Santissima, o Dio uno nella Santa Trinità,per aver nobilitato l’Immacolata in un modo così divino.E io non cesserò mai, ogni giorno, appena svegliato dal sonno,di adorarTi, umilissimamente, o Trinità divina, con la faccia a terra,ripetendo tre volte:“Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen” (S. Massimiliano Kolbe - SK 1305). "Bisogna infatti che egli regni finché non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi.L'ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte,perché ogni cosa ha posto sotto i suoi piedi.Però quando dice che ogni cosa è stata sottoposta,è chiaro che si deve eccettuare Colui che gli ha sottomesso ogni cosa.E quando tutto gli sarà stato sottomesso,anche lui,il Figlio,sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa,perché Dio sia TUTTO IN TUTTI"(1Cor, 25-28)

ilfocohadaardere ha detto...

Macché ERESIA...

https://tempidimaria.com/2019/09/14/massimalismo-mariologico-del-messaggio-delle-tre-fontane-sono-colei-che-sono-nella-trinita-divina/

"«Il vertice dell’amore della creazione che torna a Dio è l’Immacolata… E in Lei avviene il miracolo dell’unione di Dio con la creazione. A Lei, come alla propria sposa, il Padre affida il Figlio, il Figlio discende nel Suo grembo verginale, divenendo Figlio di Lei, mentre lo Spirito Santo forma in Lei in modo prodigioso il corpo di Gesù e prende dimora nella Sua anima, La compenetra in modo così ineffabile… Dal momento in cui si è attuata tale unione, lo Spirito Santo non concede alcuna grazia, il Padre non fa scendere, attraverso il Figlio e lo Spirito, nell’anima la vita soprannaturale se non attraverso la Mediatrice di tutte le grazie, l’Immacolata, con il Suo assenso, con la Sua collaborazione. Ella riceve tutti i tesori di grazia in proprietà e li distribuisce a chi e nella misura che Ella stessa vuole »: san Massimiliano Kolbe, Scritti, ENMI, Roma 1997, n. 1310"

ilfocohadaardere ha detto...

Non abbiamo fretta di gridare all'eresia, sol perchè i nostri piccoli e limitati intelletti non arrivano, non dico a comprendere,ma neppure a lontanamente intuire le dimensioni profonde del Mistero derivante dall'Immacolata Concezione e dall'Incarnazione del Verbo.
P. Stefano Mannelli:"Proviamo a riflettere, chiedendo aiuto a due grandi santi francescani. Il primo è nientemeno che san Francesco d’Assisi. Si deve infatti sapere che « tra gli Scritti di san Francesco, leggiamo questa mirabile antifona mariana: “Santa Maria Vergine, non vi è alcuna simile a te, nata nel mondo, tra le donne, figlia e ancella dell’altissimo Re, il Padre celeste, Madre del santissimo Signore nostro Gesù Cristo, Sposa dello Spirito Santo”.In poche frasi, san Francesco d’Assisi, teologo mistico, presenta l’Immacolata nella sua unicità, espressa in luce trinitaria altissima, a richiamo ravvicinato dell’antica espressione dei Padri che consideravano e chiamavano Maria Santissima “complementum Trinitatis”, (complemento della Santissima Trinità), a richiamo, ancor più suggestivo, dell’espressione di santa Maria Maddalena de’ Pazzi (1566-1607), la celebre mistica carmelitana fiorentina, che definiva Maria Santissima “sazietà della Santissima Trinità”»"

mic ha detto...

Non abbiamo fretta di gridare all'eresia, sol perchè i nostri piccoli e limitati intelletti non arrivano, non dico a comprendere,ma neppure a lontanamente intuire le dimensioni profonde del Mistero derivante dall'Immacolata Concezione e dall'Incarnazione del Verbo.

Lungi dal voler sminuire la profondità e l'altezza del mistero della nostra tenera Madre, l'espressione di cui abbiamo parlato continua a stridere al mio sensus fidei. E lo dico con semplicità e con responsabile condivisione. "Nella" Santissima Trinità possiamo vedere solo le Tre Persone, uguali e distinte... La Beata e Santa Vergine è la più alta delle creature, fatta oggetto di un rapporto unico e di Grazie indicibili. È e resta l'Immacolata Madre di Dio, Regina del cielo e della terra, ma non è divina... l'unico uomo-Dio è Cristo Signore!

Anonimo ha detto...


# il foco ha da ardere

Nelle fonti da lei citate, nessuno mette la Madonna "dentro" la S.ma
Trinità.
Questo l'ha fatto Maometto (Sura V, 116 : "E quando Dio disse: 'o Gesù, figlio di Maria, hai mai detto agli uomini prendete me e mia madre come due divinità, accanto a Dio?'. 'per tua gloria, no' rispose Gesù, 'perché dovrei dire ciò che non ho il diritto di dire?")

Maria è mediatrice di tutte le Grazie e per questo diciamo il Rosario ogni giorno. Ma Chi le distribuisce è NOstro Signore.
Esiste una gerarchia precisa.
T.

Anonimo ha detto...

Vivete nella verità, i sacerdoti obbediscano ai vescovi nella verità, i vescovi al papa nella verità, il papa a Gesù Cristo nella verità. Oggi avviene nella menzogna , il che significa che Iddio sta provando il suo popolo e gerarchia come disse a La Salette, un castigo mai avvenuto prima, tremendo: camminare dietro la bandiera del nemico illudendosi che sia la bandiera giusta, come si erano scritti nei loro progetti i fratelli carbonari massoni.

ilfocohadaardere ha detto...

Se Dio nella Gloria è Tutto, se Dio, nella proiezione escatologica della verità rivelata- per Parola di Dio (S. Paolo, 1 Cor., cit.)- sarà "Tutto in tutti", attraverso la resurrezione finale, allora appare chiaro che tale destino è stato mirabilmente anticipato, e si è compiuto con pienezza ineffabile, per la SS.ma Vergine Madre di Dio, Tempio dello Spirito Santo. Ella non "risorgerà" alla fine del mondo, come tutti noi altri, perchè è già, e compiutamente- per volontà di Dio stesso- nella condizione in cui Dio è, per il tramite di Cristo (Primizia dei risorti): nella Gloria del Padre, con il Figlio, per lo Spirito Santo: "Tutto in tutti".
Maria Ss.ma, mediante la sua gloriosa Assunzione in Cielo (se il Suo santo corpo fu stato toccato dalla morte, trattasi come di una "resurrezione anticipata" rispetto a quella promessa per tutte le altre creature umane; altrimenti, se solo "dormiente", si potrebbe parlare di un "risveglio" nella stessa Vita eterna e gloriosa e divina di Dio),partecipa della condizione di Cristo risorto, ed è glorificata in Cristo, al cospetto della Trinità beatissima,immersa in Essa. Ma se Gesù Cristo, con la Sua Ascensione, in corpo, anima e divinità, E' nel seno del Padre, in unione con lo Spirito Santo; se Maria Ss.ma, in anima e corpo, è anch'essa nella Gloria, (come) già risorta, cioè nel godimento e partecipazione pieni degli effetti della Resurrezione;se Lei, Madre di Dio, dalle cui immacolate viscere Dio stesso ha tratto la stessa sua corporea umanità;se Lei, col Suo corpo pienamente glorificato, partecipa in pienezza della gloria e della potenza di Dio (cit. di S.Pio Pietrelcina, cfr. commento al Mistero glorioso del Rosario della incoronazione di Maria Ss.ma Regina del Cielo e della terra),perchè così è piaciuto di fare a Dio;dunque, Ella è nella gloria della Trinità Beatissima per partecipazione,perchè come Lei ha,per imperscrutabile disegno sapientissimo di Dio, cooperato e partecipato all'opera di Redenzione di Cristo,divenendo Madre di Dio creatore e redentore,così,nel suo stato glorioso,è stata assunta nella Gloria di Dio stesso,partecipando della Sua potenza ("onnipotente per grazia"),e divenendo Mediatrice di ogni grazia,poichè ogni grazia promana dai meriti del Figlio Suo,ai quali per volontà di Dio Ella pienamente partecipa.Dunque può dirsi che Ella sia non solo "al cospetto" della SS.ma Trinità, come è per qualsiasi creatura angelica od umana beata,ma NELLA Trinità stessa,poichè partecipa in modo unico e specialissimo ed incomparabilmente più ampio rispetto a qualsiasi creatura alla Sua stessa gloria ed alla Sua stessa potenza,essendo (inaudito,incredibile a dirsi, eppur vero!) Madre di Dio, elevata a Regina del Cielo e della Terra.Per partecipazione, sicuramente Maria Santissima, la Madonna, Madre di Dio, è al sommo grado, per una creatura, "divinizzata", poichè vive e regna IN DIO, così come Dio fattosi Uomo ha vissuto ed ha regnato in Lei, associandola alla Sua opera mirabile di redenzione, cioè di ri-creazione di tutte le cose in modo nuovo.

ilfocohadaardere ha detto...

http://www.unavox.it/Rubrica_spirituale_FSSPX/17_Maternita_di_Maria_e_Santissima_Trinita.html


Con la sua Divina Maternità, la Santa Vergine Maria procura alla Santissima Trinità una gloria nuova e unica, è quello che esprime San Cirillo d’Alessandria col titolo: «Maria, complemento della Santissima Trinità».

"La maternità divina di Maria dona al Figlio una nuova esistenza, la Sua esistenza temporale. Grazie a questa maternità, il Figlio può rendere a Suo Padre quegli omaggi di sottomissione e di adorazione, di riconoscenza e di riparazione, che la Sua natura divina non Gli permetteva di offrire.
In rapporto agli uomini, la maternità divina ha fatto del Figlio il «beneamato dell’umanità»: verso il Figlio si dirigono soprattutto i nostri pensieri e i nostri affetti; tramite il Figlio, la creatura umana vive, lavora, s’immola e muore; al pensiero di questo Figlio crocifisso, i Martiri hanno gioiosamente dato la loro vita; verso il Figlio, nell’Ostia, si volgono i voti ardenti di migliaia di anime di tutte le età e di tutte le condizioni.

Infine, grazie alla divina maternità di Maria, lo Spirito Santo, infecondo quanto alle processioni divine, riceve una fecondità riguardo al Figlio, a cui contribuisce a dare un corpo. Egli fa di questo Figlio il grande Adoratore del Padre e il beneamato dell’umanità.
Riguardo agli uomini, Lo Spirito Santo esercita per mezzo di Maria una fecondità analoga, generando con Lei, fortificando e conducendo alla perfezione la vita di Gesù nelle anime.

Per sua natura, Maria è infinitamente al di sotto di Dio, ma con la sua divina maternità Ella è stata introdotta, in un certo senso, nella stessa famiglia di Dio e posta ai confini dell’adorabile Trinità. "

ilfocohadaardere ha detto...

"La Vergine Maria intesse una relazione speciale con la SS. Trinità. È la Figlia del Padre, la Madre del Figlio e la Sposa dello Spirito Santo. Esichio di Gerusalemme (V secolo) ben a ragione la definisce «Complementum Trinitatis», per il fatto che Maria, dall’esterno, entra in un’intima relazione con le Tre Persone divine e partecipa così al piano della Redenzione. La Trinità economica vive in Maria e per mezzo di Lei si manifesta nel suo operare tra noi. Quali implicazioni ha tutto ciò? La sponsalità di Maria con Dio è la categoria chiave per distinguere il suo triplice legame con l’Unitrino, preparando così la strada alla sponsalità di ogni anima con Dio" (P. Serafino M. Lanzetta)

https://www.youtube.com/watch?v=Aaz7t6oU6fk


Anonimo ha detto...


"Relazione speciale con la SSma Trinità", "complemento della SSma Trinità", "posta ai confini della SSma Trinità".
Ma se vogliamo dire "introdotta" nella "stessa famiglia di Dio", dobbiamo dire "in un certo senso", rendendo così l'espressione ambigua, tant'è vero che Maria resterebbe sempre "ai confini della SSma Trinità".
Se è stata "introdotta", come può esser posta ai "confini"?
Sono tutte immagini che rifuggono dal dire "dentro" la Sma Trinità.
È il "dentro" che non va bene.
T.

ilfocohadaardere ha detto...

#T. (e Mic)

Ecco il punto preciso (minuto 1:03:20) in cui P. Serafino M. Lanzetta praticamente risponde alla vostra stessa eccezione (tutto sta ad intendere correttamente- cioè, in ultima analisi, in quello che NON sia incompatibile con il dogma di Fede- il senso delle parole utilizzate dalla Vergine Maria alle Tre Fontane. Tale modo esiste? Risposta: sì, esiste.Del resto,credo che se così non fosse stato, Pio XII e tutti i successivi Papi non avrebbero stimato e ricevuto Cornacchiola,come fecero,non avrebbero consentito il culto alle Tre Fontane,come hanno fatto,e non sarebbe ivi stato creato un Santuario,affidato ai frati Min.Conv.):

https://youtu.be/Aaz7t6oU6fk?t=3800

tralcio ha detto...

Grazie di cuore a il foco.

Le rivelazioni private non sono dogmi. La Chiesa lascia la possibilità al fedele di accostarsi alle parole o agli scritti dei veggenti. Che a volte possano risultarne parole oscure, passi. Dire noi -alla Madonna- quel che dovrebbe o non dovrebbe dire mi sembra più azzardato. Molto meglio cercare di comprendere perchè avrebbe detto certe cose. Anche il terzo segreto di Fatima a molti prelati parve ciò che pensava Lucia e non ciò che disse la Vergine: così l'hanno taciuto. Dopo qualche decennio stanno parlando le pietre, soprattutto i sepolcri imbiancati.

Anonimo ha detto...


"dire noi alla Madonna quello che dovrebbe dire..."

Nessuno lo pretende. Semplicemente si obbietta ad un'espressione che appare oscura e possibile fonte di errore dottrinale ("Io sono nella S.ma Trinità") perché sembra portare alla divinizzazione della S.ma Vergine. Il che sarebbe certamente eresia.
Le rivelazioni private non sono dogmi. Giustissimo. Si possono pertanto tranquillamente ignorare, se non in tutto almeno in parte ossia in quelle loro espressioni che risultino dubbiose per la fede, se ci sono.
Come appunto quella della Madonna che sembra voler dire di essere la quarta persona della S.ma Trinità, che diventerebbe una Quaternità.
Ammesso che il Veggente abbia bene inteso o che la trascrizione sia stata corretta.
Un'interpretazione meno "mistica" potrebbe essere la seguente: Ella ha voluto dire che è nella S.ma Trinità così come il Lazzaro della famosa parabola era dopo morto, in cielo, "nel seno d'Abramo". Penso si possa dire che tutti i Beati siano "nella" S.ma Trinità, senza per questo metterli allo stesso livello della divina Monotriade.
O no?
T.

"Per il sangue di Gesù, vai via!”. ha detto...

Dov'e' il padre?
Quando la donna si sposava prendeva il. nome del marito..
Ma ella, opportunamente indottrinata,non ha voluto piu'ricordare che fu tratta dalla costola..
https://www.marcotosatti.com/2022/04/15/bdv-il-padre-il-patrigno-e-la-nostra-conversione/

Era cio' che intendevo quando ho scritto:"da adulti continuera'l'indottrinamento"

In assenza del padre e' iniziata la schiavitu' della tv. ha detto...

QUANDO INIZIA LA SCHIAVITU'?
La schiavitù inizia quando si perde "il dominio di sé". Il Nuovo Ordine Mondiale tra potere globale della grande finanza e "Persuasori occulti": perché affaticarsi a pensare, quando c’è qualcun altro che pensa al posto tuo?
https://gloria.tv/post/19EdRNyMJr9E247UEY8ncmoem

Anonimo ha detto...

Con tutte le gatte da pelare che già abbiamo, è meglio lasciar perdere le rivelazioni private, i segreti e altre fantasie del genere.