giovedì 29 giugno 2017

Custos, quid de nocte?

'Diritti umani' (o umanitari) riservati piuttosto ad un cane...

Guardate cosa titola il Corriere proprio nei giorni in cui si consuma la tragedia del piccolo Charlie e dei suoi genitori. Mi risulta che molti siano stati gli appelli perché il cane venisse risparmiato, compresi quelli di svariati nomi illustri.... A me onestamente ripugna questo genere di protagonismo e l'impegno di politici e magistrati che non è mancato. 
Non ci sono commenti, se non un senso di accorato affidamento, al Signore e alla Sua e nostra Madre, di noi tutti e di questa povera umanità allo sbando.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Accademia del Vaticano per la Vita rilascia dichiarazioni sul bambino Charlie Gard
http://en.radiovaticana.va/news/2017/06/29/vaticans_academy_for_life_issues_statement_on_charlie_gard/1322138

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/londra-domani-staccheranno-spina-piccolo-charlie-gard-1414716.html

Anonimo ha detto...

Il simile ama il proprio simile... Michele

Anonimo ha detto...

Segnalo il bellissimo, intenso commento di Giorgia Meloni dalla sua pagina fb in merito a questa tristissima e scandalosa vicenda

"Staccheranno domani le macchine che tengono in vita il piccolo Charlie Gard. Hanno vinto i giudici, i burocrati, gli ideologi dell'omicidio di Stato, e quelli che pensano che sia un costo tenere in vita un piccolo di essere umano. Hanno perso i genitori del piccolo, che hanno combattuto per poterlo portare negli Usa e sottoporlo a una cura sperimentale. Volevano che Charlie avesse una speranza, ma i giudici hanno detto no. Volevano poterlo portare a casa, per passare con lui le ultime ore in un ambiente caldo, ma i medici hanno detto no. Charlie deve morire. Contro il parere di chi lo ama. In ospedale. Continuo a pensare alla mamma e al papà del neonato e ho pietà e grande rispetto per loro, per la razionalità con la quale affrontano questa vicenda. Perché tentassero di farlo a me, di staccare le macchine che tengono in vita mio figlio quando potrebbe esserci una speranza di curarlo, beh dovrebbero passare sul mio cadavere. E ora indignatevi, cari benpensanti, che tanto non sarete mai indignati come lo sono io ora."

E qua sotto la commovente, struggente foto fino alle lacrime e ai brividi che Meloni inserisce, con il bambino e, a destra e a sinistra i suoi poveri genitori che dormono lì accanto al loro Charlie senza lasciarlo un attimo...gli ultimi attimi per lui su questa terra.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/19554123_10155398173562645_4548141076402167558_n.jpg?oh=a1219a04fd18bf63fe6495829239bc2a&oe=5A0A1F73


...e Salvini commenta laconico nella sua pagina fb:

"Per me dovrebbero essere mamma e papà a decidere, non altri! Buon viaggio, piccolo sfortunato Charlie."


E a sinistra invece? Tutto tace, naturalmente. Tutto giusto, tutto nella norma. D'altronde la Corte Europea ha sentenziato, cos'altro possono aggiungere da quella parte?

Prega per noi, caro dolce piccolo Charlie, quando arriverai in Cielo. Ne abbiamo bisogno. Questa (dis)umanità ne ha disperato bisogno.

Cordialmente
Romanus

Luigi Rmv ha detto...

" E a sinistra invece? Tutto tace, naturalmente. Tutto giusto, tutto nella norma"

Mentre negli alti vertici della Chiesa cattolica...., tuoni e fulmini contro questa gelida barbarie!
Meno male che Bergoglio c'è

Anonimo ha detto...

Gentile Luigi Rmv, lei ha perfettamente ragione. Il fatto è che ormai da tempo almeno io fatico molto a sottolineare i colpevoli silenzi oppure le inopportune parole, gli atti e le prese di posizione che lasciano sgomenti e che sanciscono certe vere e proprie falle dottrinali di questa "neo-chiesa" (neo- a dir la verità fino ad un certo punto, se si fa decorrere dal CVII). Allora preferisco magari - lo riconosco come mio personale limite emotivo - occuparmi di temi come quelli di più stretta attualità e/o di politica e/o di quelli socio-culturali-economici, in cui comunque la mia personale fede Cattolica non può non condizionare i vari giudizi che di tali temi appunto via via mi formo.

A parte questo, a proposito del suo conclusivo sarcastico quanto apprezzabile "Meno male che Bergoglio c'è" riguardo la mesta vicenda del piccolo Charlie, pare che da più e più parti si invochi un intervento dell'argentino che, probabilmente non trattandosi in questo caso della vicenda di qualche povero migrante o di incompresi fratelli islamici, non sembra intenzionato a dire la sua (che poi, a volere essere precisi, non dovrebbe essere "la sua" posizione, semmai, ma quella della Catholica, ed ecco infatti spiegato perché non abbiamo sentito neanche una parola sulla questione...).

http://www.occhidellaguerra.it/charlie-gard-venga-salvato-bergoglio/

Cordialmente
Romanus

Anonimo ha detto...

Così i poveri genitori del piccolo Charlie in un loro video messaggio che il Giornale riporta a questo link. Penso che le lacrime che scendono a tutti noi che guardiamo il video e ascoltiamo quelle loro parole siano il risultato di profonda commozione mista però anche a senso di impotenza, rabbia e incredulità davanti a un certo mondo scientifico-politico-giudiziario sempre più prevalente che pare giustificare ogni orrore facendolo passare per il maggior bene possibile.

"Volevamo portarlo a casa, fargli l'ultimo bagnetto e avvolgerlo in lenzuola in cui non aveva mai dormito... Volevamo morisse a casa sua, tra l'affetto di genitori, parenti e amici, ma non ce l'hanno permesso..."

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/charlie-gard-ultimo-giorno-1414975.html


E dopo la commossa ma ferma presa di posizione di Giorgia Meloni di ieri che ho riportato per intero in questo thread, Matteo Salvini dopo avere anch'egli riportato le parole a singhiozzo dei due genitori, oggi, ribadendo il suo sconcerto, asserisce perentorio su fb:

"Ma come si fa??? È un OMICIDIO.
Da papà un bacio al piccolo Charlie e un abbraccio fortissimo ai suoi coraggiosi genitori"

Cordialmente
Romanus