giovedì 29 giugno 2017

Perché l’Italia finora non ha subìto attacchi terroristici di matrice islamica? Il The Guardian risponde

Il The Guardian si pone la domanda che forse un po’ tutti si sono posti finora, ma in pochi lo hanno esternato per evidenti preoccupazioni di essere facilmente smentiti o per non “gufare” in tal senso. Ma noi che non siamo superstiziosi la domanda del The Guardian la facciamo nostra: perché finora nel Bel Paese non ci sono stati atti terroristici di matrice islamica?

Il quotidiano inglese indica tre motivi.
  • Il primo: l’abilità e l’esperienza acquisita da polizia e intelligence italiane negli anni di lotta a terrorismo e mafie. Il che è credibile. Noi siamo abituati ad essere un po’ troppo piagnoni e a dircele di tutti i colori, ma la capacità degli Italiani è riconosciuta da tutti.
  • Il secondo: in Italia non è presente un’ampia popolazione di immigrati di seconda generazione, dotati di cittadinanza e e facilmente predisposti alla radicalizzazione. Su questo motivo ce ne è da riflettere sulle politiche che il governo italiano sta promuovendo.
  • Il terzo: in Italia non non ci sono enormi periferie, come per esempio quelle di tipo parigino, periferie che costituiscono territori difficili da controllare. 
Questi i tre motivi del The Guardian, ma noi ne vogliamo aggiungere un quarto, che forse -ci permettiamo di dire- è quello più decisivo: l’Italia si presenta come una sorta di “ventre mollo” per la penetrazione dell’immigrazione clandestina in Europa. Un eventuale attacco terroristico rischierebbe di far aumentare il disaccordo della popolazione italiana nei confronti dell’attuale politica dei governi degli ultimi anni, poco orientati verso i respingimenti. [Fonte]

21 commenti:

Esistenzialmente Periferico ha detto...

La strategia della tensione era necessaria quarant'anni fa, coi comuniesti al trentacinque per cento. Ora collezioniamo governi non eletti, siamo perennemente proni all'europeismo e alla NATO, avanzano a grandi passi i promotori dell'immoralità, abbiamo svenduto i gioielli di famiglia agli stranieri già da venticinque anni, le furie italiche si scatenano solo su Facebook, mentre il Papa colleziona applausi dai nemici giurati della Chiesa e della fede per aver lasciato una quantità di danni che richiederà parecchie generazioni di lavoro per correggere almeno il grosso. Insomma, che bisogno c'è di attentati "islamici" in Italia? Cui prodest?

Ah, già, dimenticavo: a parlare dell'evidenza si viene subito etichettati "complottisti".

Anonimo ha detto...


I migliori alleati e propagandisti dei musulmani sono oggi in Italia i preti, con il Papa in testa, essi contribuiscono enormemente a tenere spalancate le porte dell'invasione, assieme alla sinistra postcomunista e non. Sarebbe sciocco da parte dei terroristi di Maometto rovinare un simile idillio con qualche spaventosa carneficina.
Questo possibile argomento non si contrappone ai tre enumerati dal Guardian ma li integra.
Naturalmente, sempre sul presupposto che la mente dei "terroristi" sia analizzabile secondo categorie razionali. Tale analisi vale solo in parte, per loro.
Può comunque trattarsi solo di una tregua perché non è da pensare che la loro volontà di "conquistare Roma", più volte annunciata, sia solo retorica. Ma per il momento gli conviene molto di più lasciar entrare musulmani in Italia a carrettate, a centinaia di migliaia, una vera e propria bazza, per loro.
Continuando così, la conquista del nostro Paese avverrà probabilmente da sola, per la sola forza del numero, tanto si sa che gli italiani non si battono (abbiamo sempre questa fama), che i loro governi sono vili, dicono sempre 'vorrei ma non posso'..Si sottometteranno per forza d'inerzia, preti e femministe per primi...

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Ma sì, me li immagino questi espertissimi elementi delle forze dell'ordine italiane che setacciano i forum islamisti su internet a caccia di radicalismi. Uno di loro, brandendo il proprio terzo caffè del pomeriggio, si alza di scatto e grida al collega: vogliono fare un attentato! Leggi qui! [in arabo] "Allah Akbar, faremo esplodere il $FamosoObiettivo, così come richiede il Corano!" Subito parte uno squadrone armato di secchi d'acqua a bagnare le micce degli esplosivi e a rovinare telefonini e telecomandi, coordinando uno sciopero dei benzinai in modo che il furgone esplosivo resti a secco proprio il giorno prestabilito. Missione Compiuta! Un altro attentato evitato.

"Allora?" - chiedono impazientemente in arabo gli islamisti radicalizzati sullo stesso forum - "ancora non si è sentito il Boom Boom, a che punto siete?". Un elemento speciale delle forze dell'ordine continua a compulsare i messaggi del forum e scova la risposta (in arabo): "Allah è grande! ma il Boom Boom è rinviato di un pochino! L'attentato a Napoli non è riuscito perché la camorra ci ha rubato gli esplosivi, il tassista ci ha fatto girare mezza Napoli per vicoli e vicarielli prima di portarci all'obbiettivo, e quando eravamo quasi arrivati abbiamo trovato la manifestazione di disoccupati che gridava «O' lavoro ce stà e nun ce lo vonno dà», e infine l'obiettivo da far esplodere era sepolto sotto una catasta di sacchetti di spazzatura..."

Intanto Geppino, giovanotto depresso che lavora in nero, dopo aver guardato stancamente un po' troppi video delle esecuzioni dell'ISIS, si ritrova a canticchiarne a bocca chiusa la melodia mentre lava i piatti. Gli si avvicina il vicesguattero Ahmed, gli dà una pacca sulla spalla e gli sorride (tentando di nascondere l'espressione sarcastica) e gli dice: "molto presto, amico mio, molto presto!". In quel momento interviene immediatamente la SWAT italiana, ottanta uomini armati fino ai denti, e arresta Ahmed e Geppino. "Niente titoloni di giornali", soggiunge Esposito, meglio noto come il kommissario d'acciaio dell'antiterrorismo, "non incitiamo i loro compagni a vendicarsi!"

Anonimo ha detto...

@ esistenzialmente periferico

sei geniale!

Anonimo ha detto...

Intanto gli innumerevoli e incontrollati arrivi di immigrati qualcosa fanno già esplodere: i conti pubblici.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/costo-irregolari-fa-esplodere-i-conti-pubblici-1414454.html


Quando anni fa sia Salvini che Meloni davano l'allarme anche in questo senso, cioè economico - oltre che sulla prospettiva di una sempre più minacciata pace sociale legata alla impossibilità di una serena convivenza gli uni con gli altri, date le già allora cospicue cifre degli arrivi - venivano naturalmente accusati di essere dei fomentatori di odio razziale, dei miserabili propalatori di timori infondati, dei qualunquisti estremisti senza arte ne' parte sempre alla ricerca di facili e rozzi consensi.

In più, quando sia il leader della Lega/Noi con Salvini, sia la presidente di Fratelli d'Italia via via con delle attualizzazioni hanno indicato via via delle possibili soluzioni (come tuttora indefessamente continuano a fare), tipo campi di identificazione già sulle coste nordafricane, blocco navale in mare con salvataggio rifocillamento e poi però riaccompagnamento indietro, blocco portuale in Italia, controlli severi delle navi ong ecc, oltre a vedersi dare addosso con disprezzo , si sono visti pure derisi.

Oggi che il governo di centrosinistra pare svegliarsi dal torpore (o meglio forse fa finta di svegliarsi solo perché ha preso un'altra batosta elettorale), nonostante la attuale effettiva realizzazione di quegli scenari già in quel tempo prospettati dai due, non solo non viene chiesto loro scusa e non ci si cosparge il capo di cenere per l'allarme ignorato; bensì ancora arrogantemente si preferisce da quelle parti (non solo politiche ma anche mediatiche, almeno nella stragrande maggioranza dei casi) continuare ad osteggiarli e insultarli, quasi che il problema fosse stato causato, creato da coloro che dettero l'avviso di attenzione per primi.

Ma ritengo che tutto ciò stia già arrivando a larghe falcate a procurare una disfatta delle forze che tale invasione l'hanno favorita e che anzi propongono senza alcuna remora lo ius soli (e ne immaginiamo il perché ultimo). La preoccupazione semmai a questo punto è se sarà possibile, anche cambiando a breve governo, ritornare indietro verso condizioni accettabili o comunque arrestare la deriva, o se invece rischiamo di trovarci davanti ali'"ormai è troppo tardi" pur cambiando a 180 gradi atteggiamento e tentando a quel punto di assumere atteggiamenti durissimi nei riguardi dei flussi attualmente incontrollati e di cercare, pur con inevitabili grandi difficoltà, di rimpatriare coartatamente le centinaia di migliaia di persone già entrate e che non hanno lo status per restare; ma anche verso la nemica UE che ci sta strangolando senza pietà e se ne infischia di noi.

In tutto questo non ci resta che continuare a sensibilizzare - a "martellare", come ha scritto la dott.ssa Guarini rendendo bene l'idea in modo figurato - a sperare, a votare bene, a pregare (e offrire) il più possibile.

Cordialmente
Romanus

Anonimo ha detto...


Sicilia al collasso altre migliaia di arrivi anche oggi e quindi indovinate un po' cosa si fa? Dirottati verso Calabria e Campania. Che geni!

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sbarchi-sicilia-collasso-migranti-dirottati-nei-porti-altre-1414660.html

Anonimo ha detto...

Il credente accanto a questi quattro o cinque motivi, anzi forse prima ancora di essi, non dovrebbe trovare nulla di strano in un altro ancora. Un altro motivo, di cui in 4-5 di prima sono forse le "cause efficienti". L'intercessione dei Santi Patroni e degli Angeli Custodi.
Il Cattolicesimo tradizionale è anche questo.

Rr ha detto...

Non sempre sono d'accordo con Esist.Periferico, ma oggi va "quotato" al1000x1000.
Aggiungo solo: ricordiamoci di Andreotti e della sua politica filoaraba. Ed anche di quella di Craxi.

Andrea P. ha detto...

Forse è qualcosa di simile a quello che fu il "lodo Moro" negli anni in cui non c'erano i mussulmani al Qaeda, Isis ma altre, come l'OLP.
In cambio di cosa, l'immunità, dovremmo chiederci?
Voglio dire: oltre alla consueta generosità di elargizioni mostrate innumerevoli volte per riscattare ostaggi, l'impegno di essere "ventre molle" facendo solo la commedia vittimista per illudere tanti tonti che autenticamente i governi da Monti a Letta, da Renzi a Gentiloni vogliano contrastare il fenomeno è lo farebbero qualora potessero (balle: invasione come da programma, patrocinato dal governo servo eterodiretto dall'estero).
http://m.ilgiornale.it/news/2017/05/03/quellincontro-a-palazzo-chigi-tra-soros-e-il-premier-gentiloni/1392744/

Anonimo ha detto...

Anche Marcon, cioè il neo-mito della sinistra nostrana (che a sinistra tra l'altro non è) e dei filo-UE si sfila con gran tranquillità dalla questione migranti: aiuteremo solo per ciò che concerne i "rifugiati", non gli altri, cioè il 90% circa di tutti gli immigrati che stanno arrivando.
Ci sarebbe da ridere se la nostra situazione non fosse tragica. I pro-immigrazione a tutti i costi perdono pezzi...e miti.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/laccogliente-macron-allitalia-aiuti-solo-richiedenti-asilo-1414672.html

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Ma fanno sul serio? Papafrancé sarebbe alleato degli islamici? In un certo senso sì, visto che brama di vedere l'Italia etnicamente identica all'Arabia Saudita. Ma se considerate il vostro tipico Islamista© Radicalizzato™ noterete che del cristianesimo annacquato se ne infischia. Un cristianesimo per mezzi uomini, imborghesito e rincitrullito, non è un nemico da combattere ma al più una barzelletta di cattivo gusto. Non è un leone, è uno scarafaggio, di quelli che amano star lontani dai guai.

Questa leggenda urbana degli attentati "islamici" dovrebbe far paura per il numero di morti e feriti. Immaginatevi un attentato "islamico" con una ventina di morti e immaginate di ripeterlo in Italia ogni mese. Toh, ma guarda, ogni mese in Italia muoiono una ventina di persone solo per incidenti autostradali, e lo scorso mese di maggio 2017 abbiamo contato esattamente diciannove vittime. Che salgono a trecento al mese se consideriamo tutti gli incidenti stradali. Se invece ci limitiamo agli omicidi, in Italia se ne contano una quarantina al mese. Perbacco, è come se ogni mese avessimo un attentato "islamico" da quaranta morti!

E ora confrontate quei numeri con il numero di bambini innocenti uccisi ogni mese coi soldi degli italiani. Diecimila. Avete letto bene, non dieci bambini al mese, ma diecimila. Quanti attentati islamici ci vorrebbero in Italia per avere almeno ogni mese qualche migliaio di bambini innocenti uccisi?

Anonimo ha detto...

A quanto ben esplicato da Romanus aggiungerei che l'Italia deve far fronte anche a 2 o 3 multe comminateci dalla zia UE per inadempienze varie . Poiche' il debito delle amministrazioni pubbliche a giugno 2016 era attestato appena a 2.248,8 miliardi , che vuoi che sia per un paese così ricco , che detiene l'80 per cento delle opere d'arte ....e che puo' sempre contare sui conti correnti degli italiani e sui buoni disinteressati vicini tipo Macron che si e' abbondantemente commosso alle sventure dell 'Italia e non vuole nulla in cambio :
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/laccogliente-macron-allitalia-aiuti-solo-richiedenti-asilo-1414672.html
Quant'e' caruccio 'sto Macron !
Di che ci lamentiamo , noi stiamo benissimo :
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/inferno-sanit-90enne-parcheggiata-5-giorni-barella-1414327.html

Questa poi , se e' vera , e' una buona notizia :
http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/mafia_sposta_germania-2533227.html

Grazie al buon governo i poveri italiani colpiti dal terremoto sono stati sistemati , tutti hanno un tetto .
No?
Niente paura , avremo a breve i fondi :
http://sport.ilmessaggero.it/calcio/terremoto_partita_beneficenza-2533280.html

Ah , dimenticavo , cito da il Giornale :
"L'Italia è in piena emergenza sbarchi. Di fatto sulle nostre coste gli sbarchi non si fermano più."
Non e' così . I 3384 gatti che comandano sull'Italia stanno portando avanti il compito loro assegnato .

Anonimo ha detto...

Policlinico a Roma, Tor di Quinto, alcuni parlano di casi sospetti TBC in richiedenti asilo. Sanitari però lo escludono recisamente...
Video allegato nell'articolo

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/migranti-denuncia-nel-centro-accoglienza-casi-tbc-1413532.html

Anonimo ha detto...

per me al governo c'è una squadra di illusi: credono di tenere buoni gli immigrati solo perchè li accolgono. E' già stato detto ad alta voce, in programmi televisivi che quando saranno la maggioranza prenderanno in mano loro le redini. Ci facciamo sopra una risatina come se stessero scherzando!?

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Il problema è che le centrali di potere che agitano il "pericolo immigrati", il "pericolo attentati islamici", ecc., sono le stesse che producono quei pericoli. Dovrebbe essere facile rendersene conto: perfino una mezza tacca come il Guardian inglese si è chiesto come mai nell'Italia-colabrodo non ci sono "attentati".

E per vedere un Papa che dice la sua anche in politica, abbiamo dovuto aspettare il patetico show Young Pope...

Anonimo ha detto...

Viva l'integrazione! Viva il fondamentale ius soli!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/29/bologna-violenza-sessuale-e-maltrattamenti-su-sorelline-troppo-occidentali-fratello-condannato-a-8-anni/3695720/#disqus_thread


Ah, ci chiediamo tutti all'unisono: "ma come potremmo mai fare senza...?"

Anonimo ha detto...

"DRASTICO CALO DELLE DONAZIONI ALLE ONG PRO-MIGRANTI"

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/drastico-calo-delle-donazioni-ong-pro-migranti-1414648.html

Anonimo ha detto...


Non c'è bisogno che siano la maggioranza numerica, più di 30 milioni di persone, cifra
inimmaginabile. Basta un altro annetto di arrivi a 5000 al giorno, come oggi (1.800.000 all'anno) e sarebbero già in grado di impossessarsi di parti del territorio italiano, piccole per cominciare, cominciando da quartieri di città (già li stanno di fatto occupando).
Ma, a parte questo, è il numero in sé che è preoccupante, questa massa di musulmani, tutti giovani, robusti, dallo sguardo truce; decine di migliaia ed anzi centinaia di migliaia che bivaccano in giro per l'Italia, a nostre spese, pieni di odio per l'Occidente, pronti a scatenarsi un domani già vicino, forti del numero. Hanno tutti il cellulare in tasca.

Noi abbiamo la ministra della Difesa che di recente ha presentato come suo personale e innovativo contributo alla democrazia nel nostro disgraziato Paese la proposta di istituire il servizio civile obbligatorio per tutti - non quello militare, quello civile! Dovrebbero cacciarla, dovrebbero. Speriamo tutti nelle prossime elezioni, per forza. Ma una crisi sempre più apocalittica come questa, si può pensare di risolverla sul piano delle elezioni ossia solo parlamentare? Forse bisognerebbe rileggersi Georges Sorel.

mic ha detto...

un altro interessante comunicato di Giorgia Meloni

La sinistra che parla di fermare l'immigrazione è credibile come un tacchino che parla di tecnica delle acrobazie aeree. Lo ripetiamo da anni, l'unica soluzione reale per fermare l'invasione è un blocco navale europeo al largo delle coste libiche, il resto è solo inutile propaganda. La nuova proposta ventilata da Gentiloni e Minniti di impedire alle navi delle ong straniere di entrare nei porti italiani è semplicemente una idiozia. È molto più difficile (e inumano) impedire a una nave carica di immigrati di entrare in un porto italiano piuttosto che impedire ai barconi di partire, senza contare che rimarrebbe comunque il problema delle navi delle missioni europee pienamente autorizzate (dai deliranti accordi firmati dai governi PD) a portare in Italia tutti i disperati raccolti in mare. Caro Governo, cari Gentiloni, Minniti, Renzi, facciamo così: in tema di immigrazione se volete evitare di fare la figura dei "dilettanti allo sbaraglio", limitatevi ad attuare le storiche proposte di Fratelli d'Italia. Non chiediamo i diritti sulle nostre proposte.

Anonimo ha detto...

Si concordo, ottimo e ficcante il post dell'on. Meloni.
Cordialmente
Romanus

Anonimo ha detto...

Quando un capo dello Stato e un Presidente del Consiglio rilanciano sempre e solo un messaggio di accoglienza, il Paese si sbraca e perde la gerarchia delle sue priorità. La priorità per l’Italia dovrebbe essere la tutela dei cittadini italiani. Se non si creano prima dignitose condizioni di vita per gli italiani, accogliere immigrati significa fare un’opera devastante che si ritorce negativamente anche nei confronti di chi viene accolto.