lunedì 5 ottobre 2020

Il lavaggio del cervello, noto anche come Brainwashing, è un nome generico per indicare diverse tecniche di mutamento non consensuale di idee.

Personalmente mi càpita di riconoscere tecniche di manipolazione nei contenuti delle varie fiction come pure in molti messaggi pubblicitari propinatici dalle reti TV e non solo. Nella narrazione/ambientazione vediamo presentati come normali stili di vita fino a non molto tempo fa considerati immorali nonché veicolati messaggi subliminali che dispiegano i loro effetti nell'inconscio e alla fine anche in quello collettivo, poiché l'immediatezza dell'immagine raramente passa attraverso il filtro della ragione. Tuttavia a me càpita di riconoscere (prendo l'esempio di spot pubblicitari più recenti), rapidi flash in cui compaiono persone di colore quando si enfatizzano prodotti o situazioni in riferimento ad abitudini o scelte che riguardano gli italiani. Ora, a me non infastidisce che persone di colore acquistino la cittadinanza italiana (anche se con l'aria che tira non si contano più); ma che facciano passare il messaggio subdolo che si appartenga alla stessa etnia... Altrettanto dicasi per i talk shaw che, senza contraddittorio, quotidianamente contrabbandano come umanitarismo l'irresponsabile acquiescenza all'invasione incontrollata delle masse islamiche. Non parliamo poi del terrorismo psicologico sul Covid di cui si parla a reti unificate in tutte le ore e in tutte le salse in termini fortemente allarmistici. Sono riconoscibili, a ben vedere, le tecniche di manipolazione illustrate di seguito (dalla segnalazione di un lettore), evidentemente utilizzate per giustificare la nefasta dittatura sanitaria che si sta stringendo sempre più. Anche qui, non nego l'esistenza di un virus certamente non innocuo e il rischio del contagio; ma mi rifiuto, al di là di qualche ragionevole precauzione, di dover cambiare la mia vita e veder stravolte in termini apodittici le dinamiche relazionali della nostra società già così degradata per effetto della seria crisi spirituale e morale che conseguentemente investe tutti gli altri ambiti del vivere civile. Ma noi siamo nati per la Verità che ci fa liberi, non per essere schiavi della paura di morire o dello strapotere di altri. (M.G.)

Il lavaggio del cervello, noto anche come Brainwashing, è un nome generico per indicare diverse tecniche di mutamento non consensuale di idee

Kathleen Taylor, una ricercatrice di fisiologia presso l’Università di Oxford ha pubblicato un libro dal titolo Brainwashing dove sostiene che l’utilizzo continuo e sistematico di 5 tecniche di manipolazione equivalgono a quello che molti chiamerebbero lavaggio del cervello o Brainwashing.
In un articolo collegato al libro, apparso sul quotidiano The Guardian, la Taylor scrive: "fatto sorprendente del lavaggio del cervello è la costanza con cui si presentano le sue caratteristiche." Il contesto può riguardare un campo di prigionia, la sede centrale di una setta o una moschea fondamentalista ma saltano sempre fuori le 5 tecniche di base:
  • Isolamento
  • Controllo
  • Incertezza
  • Ripetizione
  • Manipolazione emotiva
La Taylor aggiunge che in psicologia lavaggio del cervello è una locuzione che sta diventando sempre più superflua.Può essere fuorviante per la sua associazione con storie come quella del film The Manchurian Candidate dove cittadini apparentemente comuni si trasformano in assassini di presidenti ascoltando una specifica frase scatenante. Come dice la Taylor, questo tipo di lavaggio del cervello è un mito [forse in questo caso si potrebbe parlare di ipnosi -ndr].
Studi analitici indicano che non c’è procedimento “magico” detto “lavaggio del cervello”, nonostante siano stati in molti (governo USA compreso) ad aver consumato tempo e denaro alla sua ricerca.
Gli studi invece dicono che è meglio considerare il lavaggio del cervello come un nome collettivo per indicare tecniche diverse e sempre meglio comprese di mutamento non consensuale di idee.
Vediamo le 5 tecniche di base per il lavaggio del cervello descritte da Stephen Law nel libro "Credere alle cazzate"
  1. Isolamento
    Una persona isolata è più vulnerabile a varie forme di manipolazione psicologica. Se vuoi che qualcuno creda a qualcosa che è in contrasto con le credenze di amici e famiglia, è una buona idea fargli passare un po’ di tempo in un luogo appartato o in un campo d’addestramento lontano, dove sia più agevole allentare i suoi legami con altre idee. Spesso le sette isolano così i loro membri. Il santone “Reverendo Jim Jones” si trasferì fisicamente con tutti i suoi seguaci nella giungla della Guyana (dove poi si suicidarono tutti). L’isolamento è consigliato anche da alcune religioni più tradizionali. In molti stati americani le scuole religiose chiuse ermeticamente alle influenze esterne sono pratica comune.
  2. Controllo
    Se vuoi che le persone accettino il tuo sistema di credenze non è saggio lasciarle a contatto con sistemi alternativi. Mettiti in condizione di controllare il tipo di idee a cui hanno accesso e con le quali sono a contatto. Censura le credenze e le idee che minacciano di scalzare le tue. Spesso si giustifica questo genere di controllo dicendo che diversamente le persone si corromperebbero o rimarrebbero confuse. I regimi totalitari tolgono sovente dalle biblioteche i libri “malsani” se si oppongono al sistema politico vigente e tutti i tipi di media sono soggetti a limitazioni con la motivazione che altrimenti “porterebbero sulla cattiva strada”. Nei regimi rigidamente religiosi le scuole a volte sono legittimate a impedire ai bambini di scoprire o esplorare punti di vista diversi, in base all’idea che altrimenti “confonderebbero le idee” o li “corromperebbero”. Segui l’esempio di questi regimi e restringi la visuale dei tuoi seguaci in modo che tutto sia interpretato attraverso una sola lente ideologica, la tua. Se vuoi che le persone abbandonino le loro credenze e scelgano le tue, o se vuoi assicurarti che non scartino le tue per altre, è utile anche suscitare quanti più dubbi e incertezze possibili sulle credenze concorrenti. 
  3. Incertezza
    L’incertezza è una grande fonte di tensione per cui più associ le credenze alternative all’incertezza meglio è. L’ideale sarebbe offrire un insieme semplice di certezze geometriche, formulate e ricordate con facilità, destinate a comprendere ogni aspetto della vita e a dargli significato. Tornando costantemente sugli imprevisti, le incertezze e l’assenza di senso di una vita esterna al tuo sistema di credenze, quelle semplici e concrete che offri possono iniziare a sembrare sempre più invitanti per chi ti ascolta. 
  4. Ripetizione
    Incoraggia la ripetizione. Fai in modo che la gente reciti continuamente quello che vuoi che creda, come se fosse un mantra, che le credenze vengano pronunciate senza neanche pensarci. Non ha importanza che i soggetti ritengano giusto quello che stanno dicendo o, prima ancora, che lo capiscano completamente: resta una concreta possibilità che alla fine la credenza attecchisca. La ripetizione ottusa funziona bene soprattutto quando si applica in situazioni in cui i soggetti avvertano una forte pressione a dare la loro conferma. Per esempio, mettere in fila gli alunni nel cortile della scuola per la recita quotidiana, come se fosse un mantra, dei tuoi principi dottrinali unisce la ripetizione a una situazione nella quale ogni scostamento ad opera di un singolo avrà l’effetto di tirarsi subito addosso lo sguardo di cento paia di occhi. 
  5. Manipolazione Emotiva
    Particolarmente utile a questo scopo è l’emozione della paura. Nel romanzo 1984 di George Orwell il regime cerca di controllare non solo il comportamento delle persone ma, cosa ancora più importante, ciò che esse pensano e sentono.
    Quando alla fine lo sventurato oppositore Winston viene catturato i suoi “educatori” dicono esplicitamente che ciò a cui sono interessati in definitiva sono i suoi pensieri:
    “E secondo te perché portiamo la gente in questo posto?”
    “Per farla confessare”.
    “No, non è questo il motivo. Riprova”.
    “Per punirla”. “No!” esclamò O’Brien. La sua voce era straordinariamente mutata e improvvisamente la sua faccia si era irrigidita e animata.
    “No! Non solo per tirarti fuori una confessione o per punirti.
    Vuoi che ti dica perché ti abbiamo portato qui? Per curarti! Per farti ragionare! Lo capisci, Winston, che non lasciamo andare via nessuno di quelli che abbiamo portato qui senza che sia guarito?
    Non ci interessano quegli stupidi delitti che hai commesso. Al Partito non interessano le azioni palesi: tutto quello che ci importa è il pensiero”.
    È naturalmente la paura (lo spaventoso contenuto della Stanza 101) che alla fine costringe Winston a cedere. Finisce col credere sinceramente che se il Grande Fratello dice che due più due fa cinque allora due più due fa veramente cinque.
Molti regimi reali sono stati preparati a utilizzare metodi brutali simili per il controllo di ciò che avviene nella mente delle persone. Ma la manipolazione emotiva può assumere forme molto più lievi ed essere pur tuttavia efficace.
Per esempio, potresti sfruttare la potenza emotiva di musica e immagini rappresentative. Assicurati che la gente si trovi abitualmente di fronte a ritratti del Nostro Leader accompagnati da bambini sorridenti e raggi di sole che si irradiano dalla sua testa (balzano alla mente le pitture murali di Saddam Hussein a Baghdad). Assicurati che nelle raffigurazioni i tuoi avversari e critici siano sempre accompagnati da immagini di catastrofi e sofferenze, e magari anche di una visione dell’inferno nello stile di Hieronymus Bosch.
Rendi le persone emotivamente dipendenti dal tuo sistema di credenze. Accertati che l’autostima e il senso di rilevanza, determinazione e appartenenza che hanno derivi il più possibile dal loro legame col tuo sistema di credenze.
Fai in modo che si accorgano che se abbandonano queste credenze perderanno cose a cui tengono moltissimo. Non c’è bisogno di dire che questi cinque meccanismi di controllo del pensiero sono comuni in vari regimi totalitari e costituiscono anche gli elementi principali di molte sette religiose estreme. Applicati con determinazione e sistematicamente possono essere efficacissimi per il lavaggio del cervello. Sono particolarmente potenti quando sono applicati su bambini e adulti giovani, che hanno difese critiche deboli e la tendenza ad assorbire come spugne tutto ciò che viene detto loro. Talvolta anche l’educazione religiosa tradizionale, la più diffusa, ha fatto pesantemente ricorso a molti di questi cinque meccanismi di lavaggio del cervello, a volte a tutti.
Riflettete bene ... e guardatevi intorno per capire se c'è qualcuno che vi vuole sciacquare il cervello! 

54 commenti:

Anonimo ha detto...

LA LIBERTA' VALE PIU' DELLA SALUTE
Una vita senza libertà non ha alcun senso di durare. Siamo nati per essere liberi, non per essere schiavi della paura di morire o della prepotenza di altre persone.
La paura di morire, peraltro, è la più stupida e irrazionale delle paure, giacché la morte è ineluttabile ed è solo questione di tempo: se non è oggi, sarà domani. Memento mori!
Pertanto sono radicalmente in contrasto con tutto quello che viene fatto nella Repubblica Italiana rispetto a quanto fatto in Svezia, dove invece fin dall'inizio non è stata presa alcuna misura coercitiva verso i cittadini e ci si è affidati alla loro responsabilità attraverso una comunicazione onesta.
Comincio a nutrire un'avversione molto radicale verso le persone che sostengono le misure coatte imposte dal Governo italiano.

Anonimo ha detto...

L'ipocondria di stato e la politica iettatoria
Il virus c’è e nessuno ce lo può togliere di mezzo, né i medici né i politici né i negazionisti. Il contagio sale, come era del resto previsto, e nessun può negarlo. Però accanto alla realtà c’è la sua interpretazione, c’è la politica fondata sul virus, la politica che campa sul virus e spera nel virus. Potremmo chiamarla politicovid, ed è adottata da governi, media, campagne elettorali. Oltre la realtà della pandemia c’è l’iperrealtà del suo uso politico.
http://www.marcelloveneziani.com/articoli/lipocondria-di-stato-e-la-politica-iettatoria/

Anonimo ha detto...

ESERCITO IN STRADA PER LE MASCHERINE?
MA RAGAZZI, SU, NON SIATE COSI' INGENUI...
Il Viminale probabilmente manderà i soldati per strada nei prossimi giorni: "si tratta di far rispettare le distanze per prevenire il Covid", ecc. ecc.
Comprensibilmente, il web insorge (ormai insorge solo quello) protestando (a colpi di post) contro la misura totalitaria! Qualcuno, a modo suo giustamente, trasecola pensando che nessuno ha mai chiamato l'Esercito quando migliaia di mafiosi nigeriani e di guerriglieri dell'ISIS in fuga approdavano (approdano) sulle nostre coste, sbattendo in faccia alle TV un paio di donne incinte sequestrate allo scopo di fare scena. Così come mai nessuno ha pensato di inviare l'Esercito per ripulire le piazze di spaccio o per farla finita, manu militari, con le cosche che controllano il 40% del territorio nazionale.
Il fatto é, come spesso capita, la mentalità particolarista e piccina - della serie: mandano l'Esercito per impedirci di pomiciare fuori dai pub! - non fa comprendere la realtà in maniera più generale.
Signori, se l'Esercito verrà mandato per strada non sarà per impedirvi di starnutire, ma per GESTIRE L'INGESTIBILE.
Guardate i dati: solo a Roma hanno chiuso 5000 (!) attività commerciali; moltiplicate il dato per tutta l'Italia! Già in queste ore, stanno partendo 9 milioni (!) di implacabili balzelli che la solerte Agenzia delle Entrate infliggerà all'esausta economia nazionale.
Secondo informative delle Forze dell'Ordine, si prospettano potenzialmente "scenari libanesi" per i mesi di Dicembre/Gennaio.
Capito che cosa andrà a fare l'Esercito per strada?
Capito anche perché l'opposizione, ormai, non oppone più nulla? Ma pensate davvero che Salvini, Meloni o chi per loro ha tutta questa voglia di andare al Governo a gestire una situazione simile?
Beata Illusione.
E pensate che tutto questo sia solo un problema dell'Italia? Illusi due volte: guardate i dati macro-economici mondiali ( https://www.ilsussidiario.net/news/spy-finanza-lantipasto-da-incubo-delloctober-surprise/2076654/?fbclid=IwAR01FR3hulCs1lYj8MlG7XrpMWTW6yWGpCUBrTMc5w_aojJYe3L41BPNb0k ).
Ecco ...la situazione é questa. Ognuno ne tragga le conclusioni che vuole. Si regoli come meglio crede.
E buona giornata.

Anonimo ha detto...

Cerco ogni giorno di sforzarmi di capire il fatto che esista gente che non capisce quello che sta accadendo.
Ma non riesco a capire.
O forse a crederci.
E' pazzesco, ma così è. Intelligenze mascherinate che trascinano decine di milioni di non-intelligenze verso la fine della libertà.
Quando lo scientismo trionfa, la fantascienza diventa la realtà. (MV)

Viator ha detto...

Casellati: "Sullo stato d'emergenza devono dirci la verità"
La presidente del Senato, rivolta al governo, sul Corriere: “Penso che il Paese non sia in grado di sopportare un nuovo lockdown. Socialmente ed economicamente”

https://www.huffingtonpost.it/entry/casellati-sullo-stato-demergenza-devono-dirci-la-verita_it_5f7ab133c5b64cf6a2528d78

Anonimo ha detto...

Conte: "Rinunciamo ad alcune libertà per la salute".

È proprio questo il punto. Un vero liberale, nel senso più nobile del termine, trova inaccettabile la rinuncia alla Libertà. Non perché la salute non sia importante, tutt'altro, è fondamentale, ma la Libertà - per un essere umano che voglia sentirsi tale - è irrinunciabile.
#CONTEDIMETTITI
(Giuseppe Palma)

Anonimo ha detto...

Con nuovo DPCM in arrivo si va verso la militarizzazione ulteriore del Paese. È previsto l'esercito in strada per contenere la diffusione del virus. Come nel Cile di Pinochet, mutatis mutandis. E in più i locali che dovranno chiudere alle 23, con coprifuoco segno delle Guerre Mondiali. Allora, vi piace questo regime terapeutico? Esercito e sterminio pianificato dei ristoratori.
(Diego Fusaro)

Anonimo ha detto...

Bambine tengono in mano conigli sgozzati sui manifesti in città. Una mostra itinerante per i bambini organizzata dal Comune (Cremona)
Ma cosa hanno in testa i nostri amministratori?

Anonimo ha detto...

Le cinque tecniche di base:
Isolamento
Controllo
Incertezza
Ripetizione
Manipolazione emotiva

Sono parte di qualsiasi apprendimento e di qualsiasi lavoro, fatta eccezione della quinta, della manipolazione emotiva. E' la manipolazione emotiva la strega diabolica.

Un sano apprendimento, un sano lavoro, un sano rapporto sociale mira all'educazione di chi non conosce, di chi non sa ancora rapportarsi con gli altri, avendo di mira infine l'autoeducazione personale che continua lungo tutta la vita, facendo tesoro liberamente di quanto appreso e di quanto continua a verificare personalmente.

L'educazione mira ad emancipare il soggetto educato dall'educatore, l'apprendista dal maestro carpentiere muratore che sia. La manipolazione viceversa mira a legare a sé, a far dipendere il soggetto manipolato da sé per sempre, cioè per sempre dipendente dal manipolatore che lega a sé e svuota il manipolato della possibilità di ragionar da sé.

Gran parte delle persone che stiamo prendendo in considerazione in questi nostri commenti presentano degli sviamenti dall'educazione alla manipolazione, avvenuti non si sa quando, non si sa da parte di chi o da parte di quale ideologia.

Certamente è mancata un'educazione cattolica sincera, sana, vissuta in seno alla famiglia. Mediamente l'educatore cattolico sa di essere uno strumento in mano del Signore e non tende a legare a sé ma, cerca di incarnare in sé la Parola di Dio tanto da poter essere un buon esempio, pur con tutti i suoi difetti.

Una comunità familiare, nazionale e/o internazionale che rigetta il Cattolicesimo e/o si vezzeggia con tutte le vecchissime aberrazioni umane non educa e, non educando alla autentica libertà, finisce col passare nel campo della manipolazione fine a se stessa, neanche più ideologica.

Allora quelle che sono state definite le cinque tecniche dell'indottrinamento sotto la guida della manipolazione emotiva diventano strumenti di tortura mentale, di schiavitù anche fisica in un sistema totalitario, invece di restare lievi strumenti passeggeri di educazione ed autoeducazione cristiana che in Gesù Cristo e nei Santi trovano gli esempi da seguire e la forza per non tradire mai 'il Santo Vero'.

Anonimo ha detto...

DOMANDE CHE VENGONO DA LONTANO

“(…) che tu non possa veder nulla di più grande della città di Roma”.
Orazio, Carme secolare (vv. 11-12)

Di tanto in tanto qualche anima bella della sinistra italiana – indubbiamente la più incolta e spocchiosa dell’Occidente tutto – si scuote dal proprio compiaciuto torpore e inizia a chiedersi se davvero esista una cultura che non sia naturalmente progressista e democratica. E si arrovellano, si affaticano, si dimenano, ma niente: pare proprio che una cultura che non abbia addosso il lezzo di stalla della democrazia non sia possibile trovarla. Si vede, argomentano questi sottili ragionatori, che essa non esiste!

Voglio credere che costoro siano in buona fede (e cioè che siano solo onestamente ignoranti).
Sono almeno tre millenni che la nostra Tradizione produce cultura e culture. Noi siamo stati a Tirinto e a Micene, quando il santo nome di Omero ancora giaceva nel ventre gravido del futuro; abbiamo visto Milziade e i suoi opliti sconfiggere le orde orientali nel fango e nel sangue della piana di Maratona; siamo tornati al Pireo insieme al nobile Crizia, quando i Lacedemoni spezzarono la protervia e l’empietà dei democratici ateniesi. Abbiamo sacrificato a Marte nei rustici templi di Lavinio, di Alba Longa e, quindi, sopra i colli fatali di Roma; e l’abbiamo vista, questa Roma magnifica, estendere l’ombra delle sue alte mura sul mondo intero, risparmiare chi si sottometteva e debellare i superbi. Poi, con sgomento e con orrore, abbiamo udito il fragore degli zoccoli dei cavalli unni, vandali e longobardi calpestare le nostre vie e le nostre basiliche, sfregiare i nostri archi e insozzare i nostri splendidi fori. Per mille anni abbiamo resistito, costruendo, combattendo, pregando e sognando la gloria dell’antico impero. Abbiamo poi solcato i mari, scoperto nuovi continenti, riportato ovunque un’idea sublime dell’uomo e del cosmo, della città terrena e della città di Dio. Abbiamo ascoltato Virgilio leggere a Ottaviano Augusto i versi eleganti e mesti dell’Eneide; abbiamo pianto per Dante, esule a Ravenna; abbiamo accompagnato Machiavelli per i viottoli della campagna toscana, mentre nella mente egli andava concependo un certo libriccino de principatibus; abbiamo percorso la navata di Santa Croce, commovendoci per quel nuovo olimpo, colmo di itale glorie.

Due secoli fa – due secoli? un battito di ciglia, per chi, come noi, ha tanto vissuto – ci han detto che l’antico regime era finito. Masse tumultuanti hanno dato fuoco alle nostre cattedrali; con picche e bastoni hanno fatto a pezzi le statue e i sepolcri, distrutto le venerande immagini dei santi e dei sovrani; e quello che non hanno potuto distruggere lo hanno razziato, se lo sono giocato ai dadi e se lo sono spartito. È nata la democrazia, ci han detto. D’ora in poi, ci han detto pure, gli uomini saranno tutti uguali. A noi, che dei mortali avevamo lunga esperienza, sembrava che continuassero a essere tutti diversi e che questa supposta eguaglianza non avrebbe portato loro nulla di buono, semplicemente perché non era vera. Ma gli uomini nuovi ci hanno gridato in faccia che non erano più tempi di verità; che adesso sarebbe bastata la libertà. E così ci ridussero tutti in schiavitù.

Da duecento anni le forze della dissoluzione vanno eseguendo una danza macabra ai margini di un mondo che altri hanno costruito e di cui esse non comprenderanno mai la grandezza, la bellezza. A che punto è la notte? Sfregando due legnetti, costoro han visto scoccare una scintilla; c’è da supporre che fra qualche secolo riusciranno anche a trovare un modo per conservarlo, il fuoco. Poi, ballando intorno alle fiamme, ululeranno alla luna. Eccolo qui, insomma, il progresso dei tempi moderni.

Come si vede bene, la questione culturale è posta male: non si tratta di sapere se esista una cultura non progressista, ma se esista cultura che non sia naturalmente conservatrice.

mic ha detto...

Le cinque tecniche di base:
....
Sono parte di qualsiasi apprendimento e di qualsiasi lavoro, fatta eccezione della quinta, della manipolazione emotiva. E' la manipolazione emotiva la strega diabolica.


Anche l'emotività rientra nell'apprendimento... Effettivamente è quando si parla di manipolazione (nell'esempio solo in riferimento all'emotività) o di un uso distorto abbinato a fini non rispettosi dell'etica che qualunque tecnica, di per sé semplicemente utile, diventa nociva.

tralcio ha detto...

Provate a leggere questa dell'ANSA:

https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/10/05/piero-angela-se-serve-giusto-esercito-per-norme-anti-covid_7ba830fd-d76c-45ae-9f77-b2cd269fdae8.html

"L'esercito in campo per far rispettare le norme di sicurezza sanitaria? Secondo me è utile. Questo è un virus mortale. Non si può dover chiedere 'per favore, mettete le mascherine'. Quelli che non le usano sono degli untori, soprattutto se sono stati ben informati".

Parla "con la forza della scienza"...

A me la forza pare ben altra.
Molto bruta.
Non preistorica, ma post-umana, come la méta cui tende.
Altro che il medioevo dei secoli bui... Qui siamo nell'evo in cui buia è la coscienza.

Anonimo ha detto...

ESERCITO IN STRADA: PER LE MASCHERINE?
https://www.maurizioblondet.it/esercito-in-strada-per-le-mascherine/

Mi viene sempre da ridere quando vedo (vedevo) che durante la piena del Tevere si inviavano gli "osservatori" per controllare se il vecchio fiume saliva di livello ; come se stando lì gli osservatori il fiume si prendesse paura e non tracimasse .Così e' per il virus ( oramai l'unico morbo esistente sulla faccia della terra ) , fornite l'esercito di paratìe , anziche' di scudi , per fermare l'avanzata del virus che sta marciando a tappe forzate .
Gia' che ci siamo proporrei a Zingaretti di tassarci per la cubatura d'aria consumata : io sono 1,60 di h. e peso 58 kg .

Anonimo ha detto...

L'emotività rientra a pieno titolo nell'educazione, è la parte più impressionabile dove è facile lasciare segni indelebili, per questo richiede grande accortezza, tatto, rispetto e..tanto ancora in sapienza. L'adulto può commettere mille errori e disattenzioni e questo anche con altri adulti. Errori e disattenzioni son emendabili col tempo ma, la manipolazione emotiva, che è scientemente perseguita, è solo e sempre una cosa sporca. Molto sporca. E' ipocrisia, falsità usata per piegare l'altro, piccolo o grande che sia.

Anonimo ha detto...

Nuove disposizioni del governo sul Covid, sempre più stringenti per italiani e attività, ma i porti continuano a rimanere aperti all’immigrazione illegale e incontrollata.
Chi vogliono prendere in giro?

Anonimo ha detto...

UN PASSO INDIETRO INACCETTABILE
La mascherina all'aperto è un atto di violenza inutile, poiché era già obbligatoria in caso d'assembramento e dunque l'imposizione ai singoli individui in solitudine è pura azione repressiva destituita da qualsiasi fondamento medico.
Bisogna trovare il modo di dissentire, anche se è dura per colpa dell'assenza dell'opposizione parlamentare troppo blanda.

Anonimo ha detto...

Obbligo di mascherina all'aperto, Toti apre il fronte del No
https://www.huffingtonpost.it/entry/obbligo-di-mascherina-allaperto-toti-apre-il-fronte-del-no_it_5f7ae6d6c5b649e564b59f42

Bah ! ha detto...

L'avv.Polacco ha presentato ricorso al Tar per l'obbligo di mascherine all'aperto

Ho visto in giro per Roma donne musulmane che al posto della mascherina indossano il famoso hijab e giovani ragazze "creative" che indossano una leggera sciarpetta che all'occorrenza tirano fin sul naso .

Anonimo ha detto...

Von der Leyen in autoisolamento, 159 positivi tra lo staff della Commissione Ue.
Sragionando come alcuni simpaticoni che, dalla positività di Bolsonaro a quella Trump, hanno inaugurato una demenziale viropolitologia, ne dovremmo concludere che il coronavirus sia euroscettico.
Ma per fortuna noi siam ragazzacci di strada, alieni da tanta scienza. Per cui siamo ancora liberi di dirlo sic et simpliciter: buona guarigione a tutti.
(Giuliano Guzzo)

Anonimo ha detto...

"Nonostante la contrarietà di insigni giuristi come Sabino Cassese, solo per citarne uno, il Governo si accinge a chiedere al Parlamento di approvare la proroga fino al 31 gennaio dello stato di emergenza. In altri Paesi in cui l'epidemia è anche più diffusa non si ricorre a nulla di simile. L'abitudine a poteri straordinari conferiti al governo è una minaccia concreta alla democrazia."

«Se l’emergenza diventa permanente e se uno stato eccezionale come quello che stiamo vivendo diventa la norma, salta la democrazia e quei pieni poteri tanto vituperati quando li chiedeva Matteo Salvini ora stanno diventando l’essenza della vita dello Stato perché ad esercitarli è direttamente il premier. In una Repubblica parlamentare questo è indice di patologia ed occorre tornare nell’alveo della Costituzione. Prima che sia troppo tardi.»

Anonimo ha detto...

La guerra contro Salvini e agli Italiani procede senza intoppi, l'odio verso l'Italia è l'unica ''qualità'' di questo ignobile governo. Con l'abolizione del decreto sicurezza avete aperto le porte dell'Inferno. Scafisti,trafficanti e coop esultano trionfanti.

Anonimo ha detto...

Mascherine in Olanda...?
https://gloria.tv/post/tVb9nbhTktdV6wEKtzeG2Sgm1

Purtroppo la pantomima sta riuscendo una seconda volta:gli italiani residui sono stremati e non c'e' chi li rappresenti.

Anonimo ha detto...

Tutto gia' pianificato : ieri ho dovuto andar per negozi ed ognuno di questi aveva affisso un avviso che così recita : F2 In questo negozio si entra così e così nell'orario così e così..Poi avremo la Fase 3...

https://gloria.tv/post/6qrwbXG4tuXB4HXTtFrgbBRRi ha detto...

È la terza bambina che muore in Germania a causa della mascherina
È la terza bambina che muore in Germania a causa della mascherina, questa volta alla sola età di 6 anni, è successo nello scuolabus. Il medico in ospedale ha confermato che la causa della morte è stata l'eccesso di CO2 dovuto alla respirazione con la mascherina.
Non aveva malattie pregresse. Dove sono i giornaloni a dare la notizia?
brd-news.de/…n-deutschland-3tes-kind-opfer/

Da La Verità ha detto...

Le mascherine ed altro

Giuseppe Conte vuole imporre l'obbligo di indossarle sempre ma praticamente tutti i medici ritengono la misura inutile quando non dannosa. Basterebbe il buon senso. Che purtroppo latita in chi pensa di ridurre gli orari dei ristoranti o blatera di battesimi con 200 persone. Giovanni Toti dà voce al malumore delle Regioni private dell'autonomia. Dubbi sull'uso dell'esercito.

Anonimo ha detto...

Vogliamo ricordare che i famosi 209 miliardi tanto sbandierati da Conte e tutto il sinistrume nostrano non ci saranno regalati dall'Europa e non ce li daranno in un colpo solo?
Vogliamo ricordare che ci arriveranno diluiti nel tempo,solo a piccole tranche e solo se utilizzati per piani di investimenti approvati dalla stessa UE?
Vogliamo ricordare che se l'Europa non accetta i nostri progetti non ci darà niente?
Vogliamo ricordare che tali progetti ancora non ci sono ma esistono solo delle liste della spesa senza un piano dettagliato di investimenti?
Quindi vogliamo ricordare che, al momento, stiamo parlando del nulla?
Ma sopratutto vogliamo ricordare che questi progetti sono in mano ad un governo di incapaci che ha già dimostrato gi essere anti-italiano e di non avere una visione di Paese etica e orientata allo sviluppo e al mantenimento ed incremento delle strutture piuttosto che all'assistenzialismo?

Siamo troppi , la madre terra soffre ha detto...

Vogliamo ricordare che si e' capito che eseguono il piano di riduzione drastica dell'umanita' ?

Non da meno in Francia ha detto...

Le avvisaglie qui da noi, se resta questo governo, già ci sono.

L'EDUCAZIONE È DELLO STATO
Macron: "Vietate le scuole parentali e l'home school"
06-10-2020
[ Macron ha annunciato l'approvazione, il prossimo 9 dicembre, di nuove norme che imporranno “dall'inizio dell'anno scolastico 2021 la scolarizzazione obbligatoria per tutti a partire dai tre anni. Mentre l'istruzione domestica sarà strettamente limitata ai requisiti sanitari poiché la scuola deve prima inculcare i valori della Repubblica, non quelli di una religione”. ]

Ignobile farsa! ha detto...

La sinistra e i sinistroidi oggi esultano per lo stravolgimento dei decreti sicurezza.
Volete sapere cosa è successo? Presto detto.
Abbiamo assistito ad una ignobile farsa il cui unico fine è quello di restare attaccati alle
Poltrone. Conte, contraddicendo se stesso, accetta l’ideologia piddina che favorisce immigrazione incontrollata e Ong, ed in cambio riceve il si sulla Nadef nella quale si mettono a bilancio risorse inesistenti.
E di tutto ciò sono gli italiani a pagare le conseguenze.
I risultati saranno flussi incontrollati, scarico del peso dell’accoglienza su territori già martoriati e ulteriori criticità per le nostre forze dell’ordine.
Un disastro su tutta la linea, un ‘liberi tutti’ mentre agli italiani vengono chiesti nuovi sacrifici, sia sul piano economico che della libertà personale.

Anonimo ha detto...

Anche chi dice che il virus c'è e aumentano i contagi ha già subito il lavaggio del cervello. I contagi aumentano infatti per la crescita esponenziale dei tamponi. Quest'ultimi, oltre ad essere altamente inaffidabili per l'alto numero di falsi positivi, non definiscono di per se lo stato patologico del soggetto in assenza di sintomi specifici, in quanto possono essere comunemente presenti diversi virus nell'organismo e tuttavia non essere in grado diprovocare l'infezione.

Anonimo ha detto...

Nei fatti questa E' una guerra all'Italia. Iniziata senza alcuna dichiarazione, con i nostri connazionali che, poco alla volta, hanno fatto entrare tanti ponies di Troia entro le mura.

La Germania dopo la riunificazione nel pensier si deve essere finta che le mancava ancora qualche pezzo di bosco per formare il IV Reich, il Sacro Romano Impero II Germanico, con l'inclusione del papato senza guerra per le investiture, in quanto il papa sarà valvassino del re germanìco perché glielo ha chiesto l'europa. E noi servi della gleba.

Anonimo ha detto...

Articolo molto interessante. E' di Maria Guarini solo l'introduzione o tutto l'articolo?

mic ha detto...

Grazie. Il tema è certamente interessante e da approfondire...
È mia l'introduzione, il resto è la comunicazione di un lettore.

Anonimo ha detto...

(ANSA) - ROMA, 06 OTT - "Col calar delle tenebre Giuseppe 2 e il suo governo hanno smantellato i decreti sicurezza e immigrazione del loro più grande nemico: il Giuseppe 1.
Varato un decreto che spalanca le porte all'immigrazione illegale di massa e che concede la protezione umanitaria a chiunque. Un segnale di arrendevolezza ai trafficanti di esseri umani che porterà a un aumento degli sbarchi e isolerà l'Italia in Europa, che chiede serietà nella difesa dei confini esterni dell'Unione e non vuole essere coinvolta dalla furia immigrazionista della sinistra italiana. Con un paradosso nel paradosso: mentre da una parte il Governo restringe a colpi di decreto la libertà degli italiani, dall'altra dà piena libertà alle Ong e a chi specula sull'immigrazione illegale". Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. 

Anonimo ha detto...

Le elezioni presidenziali americane sono per il nostro mondo importanti almeno quanto Lepanto. Chi l'ha capito, preghi e faccia dire Messe.
(Andrea Sandri)

Lia ha detto...

I confini aperti a tutti ( meglio se uomini colorati e di religione musulmana) non fa altro che far diventare realtà il progetto di uno dei "padri" della Unione Europea: il conte Kalergi.
Sembrava fosse stato dimenticato ma ha battuto tre colpi e.........gli hanno aperto.
CHE TRAGEDIA.
DOMANI 7 OTTOBRE E' LA FESTA DELLA MADONNA DEL ROSARIO (DELLE VITTORIE). RICORDIAMOCI DI LEPANTO E DI VIENNA. PER CHI NON LO SAPESSE C'E'UNA INIZIATIVA MOLTO FORTE DI PREGHIERA DA PARTE DI EXURGE CHRISTIANITAS PER IL RIPRISTINO DEI DIRITTI DELLA CRISTIANITA'E TANTI ALTRI PROGETTI. CERCATE SU GOOGLE MA ANCHE SU YOUTUBE. E BUONA PREGHIERA A TUTTI

Viator ha detto...

In Olanda a 75 arriva l’eutanasia per “vita compiuta”
Lo scontro in Europa sul Recovery fund non si ferma ai matrimoni gay. Tra l’Olanda a maggioranza atea da un lato, e le cattoliche Polonia e Ungheria dall’altro, sul terreno dei diritti civili vi è ormai un baratro incolmabile

https://www.italiaoggi.it/amp/news/in-olanda-a-75-arriva-l-eutanasia-per-vita-compiuta-2481388

Anonimo ha detto...

200 obiettori su 247 ginecologi nel Lazio.
Per fortuna.
Quei 47 potranno dedicarsi solo a macellare esseri umani, visto che la cosa non gli crea problemi etici, e lasciare i veri medici a fare il loro lavoro.

https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/10/04/news/se_l_aborto_e_un_odissea_nel_lazio_obiettori_di_coscienza_200_ginecologi_su_247-269415068/

Anonimo ha detto...

Nella centralissima via Roma (via Toledo) a Napoli.
Senza mascherina, forse rifiuta di fornire i documenti (o non li ha addosso) e viene arrestata con un dispiegamento di forze che nemmeno per Matteo Messina Denaro vedremmo in campo...
https://twitter.com/RadioSavana/status/1313436881653293056

Anonimo ha detto...

Si dice “preoccupato” per il declino della Chiesa e invoca una reazione il Cardinal Camillo Ruini, secondo cui occorre riportare il cattolicesimo al centro della vita sociale e politica italiana.

“Giorgia Meloni merita il successo che ha. E non sono pentito di aver parlato con Salvini”

il Cardinale spiega la propria opinione sulle modalità per riportare il cattolicesimo al centro della vita politica e culturale del nostro paese: “Dobbiamo avere più fiducia nella bontà e nell’attualità di una cultura che abbia il cristianesimo alle sue radici. Un rapporto sano e fecondo tra cattolici e politica passa attraverso la mediazione della cultura. Poi naturalmente occorrono capacità politiche e un grande amore per la libertà. Fermare la scristianizzazione è molto difficile. Non si può farlo solo a livello culturale e tanto meno politico. Decisiva è una testimonianza cristiana autentica, personale e comunitaria. In ultima analisi, decisiva è la grazia di Dio“.

https://www.leggilo.org/2020/10/06/la-chiesa-italiana-e-in-declino-occorre-reagire-dice-il-cardinal-ruini/

Da La Verità ha detto...

Il coordinatore nazionale di Fdi: «Non si manda a giudizio per reati ridicoli un ministro che svolge le sue funzioni. L'intervento dell'esercito ordinato con un Dpcm sarebbe un precedente grave, spero sia una balla».

Anonimo ha detto...

Abou...un ragazzo 15enne dalla Open Arms viene trasferito sulla nave Allegra per la quarantena.
Dopo due settimane muore oggi all'ospedale Ingrassia di Palermo.
Ne avete sentito parlare in TV?
No,non bisogna disturbare il manovratore perché non si chiama Salvini....
Salvatore Napolitano

Anonimo ha detto...

Il ministro Lucia Azzolina come Laura Boldrini. Dichiara guerra agli stereotipi di genere nei libri di testo. Bando alle illustrazioni che fanno vedere una mamma in cucina e un papà al lavoro. Come se la scuola non avesse ben altri problemi: aule fatiscenti, docenti che non ci sono, sostegno avviato in ritardo, per non parlare dei banchi monoposto di cui molte scuole sono ancora in attesa.

Anonimo ha detto...

La prima azione culturale che devono fare gli Italiani è ri/studiare e profondamente assimilare il Catechismo di San Pio X e la Pascendi.

Da Fb ha detto...

IL SILENZIO DI MATTARELLA E' PREOCCUPANTE E SURREALE.
FORSE HANNO TOLTO IL SONORO AL QUIRINALE

Il silenzio di Mattarella è davvero assordante. È il silenzio sullo scandalo della Contemagistratura e del Csm; il silenzio sullo scempio scolastico, unico paese in Europa a chiudere per primi e a non aprire ancora le scuola; il silenzio sugli sbarchi di clandestini, e di infetti, con cui saltano tutti i rigori invece pretesi per gli italiani.

È il silenzio sul Parlamento esautorato a lungo, e a lungo oltraggiato, silenzio sulle esternazioni debordanti del premier o davanti a decreti che gridano vendetta davanti a Dio e alla Costituzione, alla logica e alla grammatica.

Lui si palesa solo per premiare scrittori negazionisti delle foibe, per celebrare quasi ogni giorno la Shoah e magari qualche strage su cui si può imbastire la solita lettura.

Ci stiamo avvicinando alla sua scadenza al Quirinale e ci auguriamo che non gli rinnovino il mandato; ma quando si sentono i nomi alternativi, le manovre in corso, e il vuoto spinto del centro-destra sui nomi e le strategie, capisci che accadrà quel che accade ormai da decenni: sarà eletto un Presidente voluto dalla sinistra, non super partes. Diciamo un Pd filo-grillino, magari frutto di un patto obliquo con Berlusconi.

Negli ultimi cinquant’anni è andata così: gli unici due presidenti che non obbedivano al coro guidato dalla sinistra, vale a dire Giovanni Leone e Francesco Cossiga, sono stati massacrati con un linciaggio mediatico-politico-giudiziario.

libreidee.org

Anonimo ha detto...

Faccio una premessa: non è che se qualcuno critica l'idea di obbligare gli italiani a mettersi la mascherina anche all'aperto è per forza un negazionista. Magari, semplicemente, è una persona di buonsenso, che sa quando si deve mettere il dispositivo di protezione e quando no.

L'editoriale di Maurizio Belpietro

Anonimo ha detto...

Il colpo di genio
Donald Trump rimuove la maschera ed esorta gli americani a «uscire»
“Non lasciare che ti domini. Non averne paura”, ha detto Trump in un videomessaggio registrato. “Torniamo indietro, torniamo al lavoro. Saremo davanti. … Non lasciare che domini le tue vite. Esci”.

Finalmente uno reagisce ( e non e' laureato in medicina )!
ECCHECASPITA !
Quest'aria mortifera e' diventata una malìa !
Medici seri e coscienziosi , compratevi una pagina di giornale e ditelo chiaro e forte che bisogna respirare l'aria almeno all'aperto .

"Fresh air is good for the health " diceva il mio insegnante d'inglese .

Anonimo ha detto...

Signori medici per favore , fatevi una Corporazione di Medici come ai tempi di Dante , a cui si iscrivano solo quei professionisti seri e coscienziosi come Lejeune , che si siano laureati per fare semplicemente il medico e non l'attendente subalterno di qualcuno ...Grazie

Anonimo ha detto...

Vivere rettamente secondo la Verità del Vangelo - p.Giorgio Maria Faré
Meditazione di Padre Giorgio Maria Faré sull'esigenza di essere rimproverati.
7 ottobre 2020.
https://www.youtube.com/watch?v=K2Mh6MFmI04&feature=youtu.be

Signori cristiani cattolici che operate nelle istituzioni della Repubblica Italiana , per amore della verita' fateci la carita' di opporvi a viso aperto .

«Tutti nasciamo come degli originali, ma molti muoiono come fotocopie»
Beato Carlo Acutis

Anonimo ha detto...

Dopo l'esito dell'ultima votazione alla Camera sullo stato d'emergenza

In Italia l'opposizione serve per farsi selfie sui social network, mettere le bandierine italiane sulle museruole e andare in tv a sbraitare a casaccio.

Anonimo ha detto...

Beh non sono stati votati ( ne' pagati) per farsi le foto ne' per mandare "i bacetti",
Se e' così evidentemente bevono alla stessa fontanella dei sinistri .

E si parla ancora di integrazione? ha detto...

"L’Iraq e la piaga di ragazzine, anche di 13 anni, che vengono vendute nei cosiddetti "matrimoni di piacere" che possono durare fino a un'ora, il tempo di un rapporto sessuale.
Le ragazze sono in genere offerte da imam sciiti, tra i sunniti la pratica in se stessa sarebbe proibita, in base alla Sharia che permette la pratica dei matrimoni a tempo.
Ci sono bambine e ragazze che non sanno nemmeno elencare il numero delle volte che sono state concesse in “spose”. Generalmente si approfitta di ragazzine che non vanno a scuola, che non sanno leggere e scrivere, che per la loro condizione di inferiorità tramandata da 1400 anni possono essere facilmente sfruttate dagli uomini che offrono loro tali "matrimoni" in cambio di pochi soldi e il silenzio.
Ad esempio il contratto offerto dal chierico che benedice il “matrimonio” ha sì una data di scadenza, ma una ragazzina che non sa leggere non è nemmeno in grado di saperlo.
Sotto il regime del dittatore Saddam Hussein l’infame pratica coranica dei matrimoni temporanei era vietata e severamente punita, in Iran è invece pratica abituale nonché legale.
Poi ci ha pensato il globalismo ad esportare la democrazia facendo ripiombare l’Iraq sotto tutela iraniana e sotto il tallone della legge islamica.
Lo stesso globalismo che ora che ci impone in nome del grande inganno travestito da solidarietà di importare questa “cultura” come se non ci fosse un domani; in Germania le corti si stanno gradualmente piegando autorizzando sposalizi con bambine, fino alla poligamia. È solo l’inizio e non è un problema esclusivamente tedesco.
Chiaramente tutti muti di fronte a queste infanzie rubate, perché la verità è odio, perché la reputazione della religione di pace viene prima di qualsiasi cosa, perché se parli sei un razzista.
E così il destino è segnato, come quello di queste bambine senza voce".
Lorenzo Capellini Mion

Molto interessante ha detto...

Le Verità Nascoste sul Covid19 con il Dott. SERGIO RESTA
Come Don Chisciotte 27 ago 2020
https://www.youtube.com/watch?v=uSHOvpRK5mY

Anonimo ha detto...

« ...“L'attuale processo di demagogia spirituale e di esagerazione retorica ha trasformato la preoccupazione per le vittime in un comando totalitario e in un'inquisizione permanente. … Stiamo vivendo un “ultra-cristianesimo” caricaturale che cerca di sfuggire all'orbita giudaico-cristiana “radicalizzando” la preoccupazione per le vittime in maniera anticristiana. … Gli intellettuali e altre élite culturali hanno promosso il cristianesimo al ruolo di capro espiatorio numero uno“.

Girard dice che siamo all'avvento di quello che chiama "l'altro totalitarismo", dicendo che è “il più astuto e malizioso dei due, quello con il più grande futuro, secondo tutte le prove. Attualmente non si oppone alle aspirazioni giudaico-cristiane ma le rivendica come proprie e mette in dubbio la preoccupazione per le vittime da parte dei cristiani (non senza una certa parvenza di ragione a livello di azione concreta, date le carenze del cristianesimo storico). L'altro totalitarismo non si oppone apertamente al cristianesimo, ma lo aggira sulla sua ala sinistra."

L'Anticristo si vanta di portare agli esseri umani la pace e la tolleranza che il cristianesimo aveva promesso ma non è riuscito a mantenere. In realtà ciò che produce la radicalizzazione della vittimologia contemporanea è un ritorno a tutti i tipi di pratiche pagane: eutanasia abortiva, indifferenziazione sessuale, giochi di circo romano a bizzeffe ma senza vere vittime, ecc.
Il neopaganesimo vorrebbe trasformare i Dieci Comandamenti e tutta la moralità giudaico-cristiana in una presunta violenza intollerabile, e in effetti il ​​suo obiettivo principale è la loro completa abolizione. La fedele osservanza della legge morale è percepita come complicità con le forze di persecuzione che sono essenzialmente religiose. Poiché le denominazioni cristiane sono diventate solo tardivamente consapevoli dei loro fallimenti nella carità, della loro connivenza con ordini politici consolidati nel mondo passato e presente che sono sempre "sacrificali", sono particolarmente vulnerabili al ricatto in corso del neopaganesimo contemporaneo“

https://www.theamericanconservative.com/dreher/antichrist-of-compassion-girard-live-not-by-lies/.