lunedì 12 ottobre 2020

I vescovi pronti a misure restrittive che non riguardano solo le messe

In Basilica Vaticana non si può celebrare una Messa con centocinquanta fedeli [vedi: annullato il IX Pellegrinaggio Summorum ad Petri sedem]; ma alle udienze pubbliche papali si vedono folle accalcate con mascherine indossate male o per niente. Nei giorni scorsi si è visto che nonostante i controlli, una volta che il Papa si avvicina alle transenne o si sposta in Aula la gente si accalca per riprenderlo col telefonino e per cercare di vederlo da vicino. E si creano mucchi di persone appiccicate e noncuranti del pericolo di contagio. Lo stesso Bergoglio continua a non usare la mascherina e, per di più, a dare la mano a chiunque incontri senza rispettare le regole di sicurezza. Per contro nei giorni scorsi ha diramato un ordine interno che rende obbligatorie le mascherine ai dipendenti durante gli spostamenti.
Nel frattempo ci risiamo con l'indebito subordine dell'Autorità ecclesiastica a quella governativa [vedi indice articoli]. I media informano che l'attesa delle nuove misure è altissima persino ai piani alti della Cei, che risulta "in costante contatto con il governo e con il Viminale... Non si escludono misure restrittive, magari anche solo per evitare capannelli fuori dalle chiese". Cioè, non c’è ancora nulla di deciso, ma non si esclude che i vescovi vengano chiamati a far fronte a misure restrittive che non riguardano solo le messe, ma anche limitazioni all’accesso dei fedeli a matrimoni, battesimi, cresime e funerali. Un deja vu, purtroppo (consultare gli articoli di cui all'indice supra)...
Ha il sapore amarissimo di una nuova resa incondizionata al governo più laicista di sempre e in spregio alla libertà religiosa costituzionalmente garantita. A rischio chiusura le Chiese, peraltro sempre meno frequentate e comunque ricche di spazi che consentono il distanziamento; mentre gli aerei e i treni sono gremitissimi: viaggiatori ammassati senz'alcuna distanza di sicurezza. E questo in termini di logica elementare, a prescindere dallo ius divinum al culto pubblico e a quello dei credenti di praticarlo. Solo i fedeli devono pagare l'ignavia dei vescovi?
E non dimentichiamo che, se il primo confinamento ci ha negato la Santa Pasqua insieme alla più Santa delle Settimane (nefandezza senza limiti!), con i ventilati provvedimenti rischiamo ci venga negato il Santo Natale. Dovremmo prepararci fin da ora a resistere; ma c'è bisogno di pastori e fedeli determinati!

55 commenti:

Marisa ha detto...

I vescovi pretenderanno volontari che manganellino a dovere i fedeli che si attardano sul sagrato?

Diego ha detto...

È possibile esautorare i nostri vescovi dal basso? Possiamo destituirli in maniera coatta?

Anonimo ha detto...

Allora era gia' tutto previsto..... perche' proprio la scorsa settimana nella mia parrocchia modernista che somiglia sempre piu' ad un'aula protestante , c'era un opuscolo della Cei o del Vescovo De Donatis (? non ricordo)intitolato : "Siamo pronti al nuovo stile di vita ?"

Anonimo ha detto...

TeleMaria 208 - La dittatura sanitaria
https://gloria.tv/post/wmcqt8sFDnC1122sxFybw9jsn

Anonimo ha detto...

State dunque saldi e non lasciatevi imporre di nuovo il giogo della schiavitù.
Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Galati 4,22-24.26-27.31; 5,1

Josh ha detto...

Ad 1 funerale novus ordo cui purtroppo dovetti andare in giugno ci fu impedito di alzarci in piedi al Vangelo e ad ogni parte in cui bisognava alzarsi etc, con tanto di richiamo dal servizio d'ordine,
perché pur mascherinati seduti non eravamo contagiosi, ma in piedi sì...
Roba da manicomio

Aloisius ha detto...

Non c'è bisogno, bastano il parroco (il mio è un esempio di zelo governativo scorbutico) e i fedeli 'kapo', quelli pronti a cazziare chiunque, con l'aria da sapientini fedeli al parroco e al governo.

Anonimo ha detto...

Caro Aloisius, ieri dopo la messa da noi i ragazzi dell'oratorio distribuivano le caldarroste monoporzione cotte dopo la castagnata. Ci sono tracce di vita sul pianeta, malgrado la presenza dei soggetti da te descritti, che non mancano nemmeno da queste parti.

Anonimo ha detto...

Per forza! La chiesa conciliare è un baluardo della dittatura sanitaria e del Nuovo Ordine Mondiale.
Mi stupirei se si mettesse a battagliare alla Pio IX.
Quanto a noi pochi fedeli, cerchiamo di non lamentarci e basta, bensì piuttosto di trovare qualche buona soluzione.
Invochiamo per questo lo Spirito Santo.

Anonimo ha detto...

OT: Commissione Cardinalizia di Vigilanza sullo IOR: Escono dalla commissione i cardinali Parolin, Collins e Bozanic ed entrano il filippino Tagle, l'elemosiniere Krajewski e l'arcivescovo dell'Aquila, Giuseppe Petrocchi.

Anonimo ha detto...

C'è un tempo per la Misericordia ed uno per la Giustizia.

E così c'è il tempo per la Preghiera quello per servire Cristo Signore con l'Azione

Anonimo ha detto...

Alla domanda di come si possa capire dove sia una festa privata (coartazione con la scusa del rischio contagio), il ministro Speranza ha risposto che si aspetta delle SEGNALAZIONI (suppongo dai vicini, come quelli che in Cina aiutano a dare il punteggio sociale alle persone a seconda dei comportamenti giusti o sbagliati) e che aumenterà i controlli delle Forze dell’ordine (deve avere scambiato l’Italia per una dittatura dove le perquisizioni nelle case, sono “normalità”....)

Questi non stanno bene!

Anonimo ha detto...

Allora denuncio assembramenti nei porti... nei centri di accoglienza... nei Barchini e barconi che arrivano di continuo!

Questi incapaci, oltre che abusivi perché non votati dalla maggioranza degli italiani, stanno violando gli spazi più intimi della persona: la casa è la chiesa!

Anonimo ha detto...

Andrea Zambrano:
L'agghiacciante intervista di Fabio Fazio al ministro della Salute Speranza ("stop alle feste nelle case, confidiamo nelle segnalazioni e interverremo con le forze dell'ordine") svela quattro verità.
COMUNISTI
La prima è che non importa se ti chiami Speranza o Roberto o come vuoi e nemmeno se fai parte di un partito di fantasmi chiamato Liberi e uguali che oggi è già sparito dal radar politico anche se occupa ancora degli scranni in parlamento. Se vuoi controllare i cittadini fin nella camera da letto sei un comunista. E comunista della peggior specie. E se sei un comunista sei un pericolo. Almeno un pericolo per me. Puoi anche essere fascista per quanto mi riguarda, ma se ti ispiri ai colori di bandiera dell'internazionale sei un comunista.
ODIO
La seconda è che introdurre la delazione tipica dei regimi sovietici non farà altro che mettere i cittadini gli uni contro gli altri attraverso il meccanismo dell'homo homini lupus. La guerra di stato alle feste ci proiettera nei "due minuti d'odio" di 1984. Vi parteciperemo e dovremo stare attenti a urlare bene i nostri strali per essere convincenti perché ci sarà sempre qualcuno che userà il termometro del nostro odio.
STATO ETICO
La terza è che, stando alle parole di Speranza, sarà competenza del ministro pro tempore, quindi dello Stato, decidere che cosa sia "fondamentale" e che cosa non sia fondamentale per i cittadini. La scuola è fondamentale - dice lui - le feste di compleanno, di prima Comunione, di Battesimo, di anniversari di matrimonio, di addio al celibato, di laurea non sono fondamentali. Lo stato etico è già qui, non serve essere complottisti, basta mettere in fila gli eventi e conservarsi liberi da interessi, paure e convenienze.
SERVI
La quarta e ultima è che lo Stato etico affida ai genitori il compito di vigilare sulla loro stessa osservanza, senza un criterio oggettivo, ma invitando con paternalistica compiacenza i cittadini a essere responsabili (ci aveva già provato Conte l'altro giorno nel consigliare la mascherina in casa). Così le famiglie perdono definitivamente la loro libertà educativa per diventare servitù di uno stato totalitario che li userà come automi gendarmi. In caso contrario "manderemo" i carabinieri (ha detto così) a casa. In 1984 erano i figli a fare le spie contro i genitori.
Di fronte a questo popò di minacce, nessuno si indigna, nessuno alza un grido. Abbiamo già tutti la pancia così piena da non capire che nella nostra opulenta comodità si sta consumando un liberticidio?

Anonimo ha detto...

Raccomandare prudenza mi sta bene
Confidare che gli italiani siano diventati un popolo di delatori che denunciano il vicino di casa per la possibilità di un contagio che, in quell'evenruale caso, creerebbe quasi sicuramente nuovi asintomatici, no.

"I virus sono invisibili al microscopio. Piccoli, piccoli, anche nove milionesimi di millimetro. Ripetete con me: hanno un diametro di nove milionesimi di millimetro.
Le fibre della mascherina se va bene trattengono le zanzare.
Allora perché la mascherina piace tanto ai nazisti al governo e ai mercenari in divisa?
Perché copre la bocca. Dalla bocca non escono solo goccioline ma parole. Le parole sono il vostro pensiero. Pertanto la sua funzione è quella di mettere la museruola al pensiero.
La mascherina fa tanto camicia nera, sottomissione, uniforme (ve lo spiego meglio: uni-forma, una sola forma, un unico pensiero), accettazione delle regole, ordine e disciplina (sich!). La mascherina o museruola o bavaglio priva ognuno dell'identità e rende tutti uguali, abolisce di fatto la giurisprudenza che tutela la persona. Parola fondamentale, perché la persona è un soggetto giuridico tutelato dal diritto e dalla legge.
Siccome avete il guinzaglio vi arrabbiate quando vedete qualcuno senza, non in quanto rappresenti un pericolo reale ma perché si comporta secondo ratio ed è diverso da voi. Libero e emancipato. È questo che vi rode e infatti spiate il vicino e lo magari lo denunciate se fa un colpo di tosse.
Ottant'anni fa avreste consegnato alle SS l'ebreo.
Non siete diversi o migliori. E non siete vittime.
Il fascismo era niente a confronto di questa roba qua. Chiamatelo come vi pare, staatssicherheit se vi piace, ma il nazismo è tornato nelle forme della dittatura sanitaria. In giacca e cravatta, con la bandiera progressista e la via della seta, come stato di polizia o militare e non più di diritto.
Però avete ragione voi. Andrà tutto bene".
Cit. Marco Nassisi

Soldatini del regime italocinese ha detto...

L'attuale fase storica non poteva essere gestita dalla destra. Si tratta di totalitarismo e se ci fosse stato qualcuno di destra al governo, non sarebbe stata possibile l'attuale mistificazione. I militari per le strade ed il coprifuoco non sono certo necessari per il Covid, serviranno quando i disordini dovuti alla fame, diventeranno giornalieri.

Viator ha detto...

Non mi pare siano in tanti a voler capire dove ci stiamo dirigendo, sia nella sfera spirituale, con la responsabilità della gerarchia, che in quella civile a causa di un governo imposto fraudolentemente. Solo in pochi sembrano restare lucidi ed obiettivi e vengono accusati di negazionismo : una vera tragedia sta per compiersi.

Matteo ha detto...

A me basterebbe che mi fosse concesso di partecipare all'Eucaristia. Per quanto averla ascoltata in TV mi abbia fatto sentire meno solo, ritengo che una fede senza il Sacramento sia pian piano attaccata da forchettone. Intercedete affinchè non si ritorni al lockdown liturgico. per favore. rinuncio volentieri ad uscire di casa, a fare la fame, ma senza Eucaristia no

Anonimo ha detto...

Leggo su un quotidiano di oggi il consiglio di un ginecologo di fare sesso con la mascherina.
Ma chi può prendere certe norme seriamente?!? C’è da sbattere la testa al muro...sono fuori !!! Ma tanto tanto!!!

Fare sesso senza contatto fisico
e chiudere le messe anche con distanziamento gel e mascherina...

Lo strano è che non c'è nessun cenno di ribellione, almeno finora.

Anonimo ha detto...

Purtroppo il 99% degli italiani è entusiasto della dittatura sanitaria e del Nuovo Ordine Mondiale.
Temo che la situazione sia uguale anche nelle altre nazioni.
Quei pochi che sono in grado di comprendere la serietà della situazione devono continuare a combattere senza paura.
Ai buoni combattenti non mancherà l'aiuto di Cristo Re. E grande sarà la ricompensa.

Anonimo ha detto...

Per due millenni la Santa Chiesa per bocca dei Sacri Ministri in occasione delle pubbliche calamità spronava i fedeli ad aumentare la preghiera: le Litanie sono l'espressione del dialogo orante della comunità cristiana che corrabora la fede ed accende il fuoco non spegnibile della speranza cristiana.
Dopo la pessima figura dimostrata in occasione del lungo lockdown dei mesi scorsi vediamo ora con altrettanto disgusto l'altalena mediatica dei Pastori progressisti che pensano, e non si vergognano di renderlo noto, di "fare ricorso nuovamente a misure restrittive". Oltre dal "solito" vescovo di Pinerolo Monsignor Derio Olivero, anche il tiepido Segretario Generale della CEI, impaurito dal modesto, almeno per ora, aumento di decessi a causa del coronavirus, ha dichiarato che "occorrono interventi a vasto raggio".
Ammirabile, invece, il santo zelo pastorale  di Mons. Corrado Sanguineti, vescovo di Pavia che ha saggiamente ammonito con  cristiana franchezza: “Rischiamo d’essere un popolo sempre più disperso”. 
La Chiesa, che dovrebbe essere "
Il pensiero cattolico

Anonimo ha detto...

Se qualcuno spera ancora di ragionare con un comunista, comunque si facciano chiamare oggi, se lo tolga dalla testa! Se avete l'occasione di parlare con uno di loro capirete che sono irrecuperabili, attualmente sono contentissimi della miriade di divieti imposti dal sinistrume governativo, dal divieto di invitare amici in casa al divieto di denunciare alla Stampa i disservizi e le carenze della sanità campana, come ha preteso di fare lo sceriffo di Nottingham, tutti i dipendenti della sanità campana non possono fiatare su nulla con la stampa tranne che " il rancio è ottimo e abbondante "!
È anche vero che il presidente dell'ordine dei giornalisti della Campania lo ha mandato dove merita di essere mandato, e gli ha detto papale papale che non sta né in cielo né in terra il togliere la libertà di espressione e di parola ad un cittadino, tranne che in terra comunista!
Ma non divaghiamo, dicevo che è inutile cercare di confrontarsi con un comunista, è capace di dirvi che l'erba non è verde ma rossa, così come mi sono sentito dire, più volte da un amico che ha appena votato PD " io sono di destra ". E quindi, in conclusione, come sotto il nazismo c'erano tanti tedeschi felici di vivere in quel mondo, così oggi ci sono tanti che sono felici e ritengono giusto essere sottoposti a tutti i divieti possibili ed immaginabili, con costoro non c'è nessuna possibilità di dialogo, sono alieni venuti da un altro mondo e bisogna pensare ad altri metodi per impedire che trasformino la nosta vita in un inferno! E questo è quanto!
Salvatore Napolitano

Anonimo ha detto...

I nuovi limiti della vita "civile" nella Italia dei pentapidioti: Max 20 persone ad un matrimonio, max 500 in un barcone di trafficanti di esseri umani!

Livelli di guardia ampiamente superati ha detto...

Ricordate la polemica sui ragazzi delle medie che non potevano uscire di scuola da soli? Si risolse con un modulo di assunzione di responsabilià delle famiglie. Ora, le stesse ragazzine che non potrebbero fare un paio di isolati da sole, possono abortire senza dirlo a nessuno, comprando senza bisogno di ricetta le pillole ad hoc.
Quando uno stato ritiene di essere il padrone dei vostri figli, chiaramente diventa il vostro nemico.

https://www.centrostudilivatino.it/determina-aifa-su-ellaone-a-minori-senza-prescrizione-illegittima-e-dannosa/

Anonimo ha detto...

Non è del tutto vero che viviamo nella "dittatura del relativismo". Viviamo invece nella dittatura del pensiero unico postmoderno. Il quale relativizza quello che sta in alto e assolutizza quello che sta in basso. I principi trascendenti diventano relativi, i valori materiali ed egoici diventano assoluti.
La qualità diventa relativa, la quantità assoluta. I beni immateriali relativi, quelli fisici assoluti.
Dio è relativo, l'Io è assoluto.
Nessuno ti obbliga a credere a Dio, ma ai diritti dell'uomo devi credere per forza.
Lo spirito è relativo, le passioni assolute.
Bergoglio, vescovo di Roma, incarna benissimo tutto questo Il suo relativismo estremo in ambito religioso e morale diventa assolutismo fanatico in ambito sociale e politico: ai "migranti" porte aperte, altrimenti fulmini e saette, ma chissenefrega della loro conversione.

Non è infatti possibile vivere senza punti di riferimento. Non può esistere una società fondata sul relativismo. Si tratta solo di capire che cosa viene assolutizzato. Anche il liberalismo, apparentemente neutrale e pluralista, assolutizza antropologicamente l'individuo atomo ai danni dela trascendenza e dela comunità.
Quindi non viviamo nella dittatura del relativismo, ma della sovversione, che relativizza ciò dovrebbe stare in alto e assolutizza ciò che dovrebbe stare in basso.
Martino Mora

Anonimo ha detto...

Sono pronti a richiudere le chiese.
Non basta aver tagliato del 40% la frequenza alla messa domenicale.
L'obbiettivo del governo grillino-comunista-massonico è chiudere una buona volta le chiese.
Il tutto col bonario sorriso di chi "lo fa per il vostro bene".
Quanti sono i casi di contagio a messa? Forse zero, forse 1 su 30 milioni. Ma non importa. Il nuovo ordine mondiale, senza più famiglia, senza più patria e soprattutto senza più Dio procede grazie al Covid. (Simone Pillon)

Anonimo ha detto...

Siamo in una fase ancora tutta da verificare, anche per via della naturale incidenza delle influenze autunnali, così come è da tenere conto il rapporto tra tamponi e numeri di contagio, e questi invece non perdono tempo per prostrarsi, addirittura prevenire il peggior e più anticattolico governo mai visto dalla Repubblica, che evidentemente vuole colpire il prossimo Natale; sono disgustosi. Nemmeno i vescovi patriottici scismatici cinesi arrivano a tali livelli di servilismo.
Senza contare che proprio nelle chiese vige un assoluto rispetto delle norme, anche quelle più assurde.
Vorrei sperare in un modo per tastare il terreno degli umori dei fedeli, già pessimi; perchè se no siamo davanti a ben e peggior cosa...
Roberto De Albentiis su Fb

Anonimo ha detto...

DIEGO FUSARO: Gravissimo! Da oggi potranno entrarvi senza preavviso in casa per fare controlli?
https://www.youtube.com/watch?v=q38aUlTIs9I&feature=youtu.be&ab_channel=DiegoFusaro


FIAT mascherine business.
https://www.youtube.com/watch?v=xFik7x7RtHY
RASSEGNA STAMPA - Commento del Giorno 9 ottobre 2020
di Pier Luigi Bianchi Cagliesi.

Regime fascista , regime socialista , regime comunista , regime biosanitario,..

Stanno festeggiando.. ha detto...

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1007735422973205&set=a.132628817150541&type=3&theater

Anonimo ha detto...

Ormai il governo comunista ci spia i c/c, ci spia tra le mura domestiche, si affida a delatori, libertà ormai ridotte al lumicino, tutti servi, esercizi privati multati e fatti chiudere, barconi lasciati attraccare. Siamo ai livelli della Germania Est e dell'URSS. E' l'eliminazione scientifica della classe media, tipo Stalin coi kulaki. Per fortuna per ora con metodi diversi, ma la finalità è la medesima.

Anonimo ha detto...

Credo che, se confermato, questo "atto amministrativo" sia la fine definitiva ad ogni pretesa di tutela della salute pubblica. Una dimostrazione di vanagloria di poveri matti a cui l'accesso a un potere del quale non sono all'altezza ha dato definitivamente alla testa.
Mi vergogno, soprattutto, per i funzionari e i consiglieri giuridici che devono assistere a questo scempio della costituzione, dello stesso diritto e di ogni sensatezza.
E no, non è una posizione "liberale", ma di semplice constatazione che questa parodia di potere politico è nulla più di una tirannide di bambini speciali.
(Marco Cassini)

Anonimo ha detto...

Nuove disposizioni in arrivo anche per matrimoni e funerali: "I matrimoni possono essere svolti con la sola presenza dei soggetti che devono intervenire secondo le norme dello stato Civile alla celebrazione e non più di dieci invitati. La mancata osservanza della disposizione determina l’invalidità del matrimonio stesso. I funerali devono svolgersi con la presenza contemporanea di non più di quindici persone", si legge nella bozza diffusa da Italpress. 

https://www.iltempo.it/politica/2020/10/12/news/nuovo-dpcm-giuseppe-conte-limite-dieci-ospiti-controlli-polizia-casa-misure-bozza-matrimoni-24854590/

Anonimo ha detto...

Faranno soldi a palate i produttori di spray e gel sanificanti , le acque ne risentiranno ? Che dice Greta ? Come si smaltira' tutta 'sta plastica ? Che dice Greta ? La mamma potra' fare il bagnetto al bambino oppure dovra' farselo da solo ? Che dice Greta ?Il nonno potra' essere accudito o dovra' arrangiarsi ? Che dice Greta ?Lo spray sanificante conterra' freon ?

Anonimo ha detto...

"Se due persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" togli il cartello."
W. Churchill

Ogni qualvolta il potere impone un obbligo, sia anche dannoso, e constata che la plebe, non solo gli ubbidisce ma va addirittura oltre per servilismo, capisce che può inasprirlo.

Anonimo ha detto...

Le forze dell'ordine NON POSSONO ENTRARE in una casa privata senza un mandato e se non si è in flagranza di reato.
Il mandato è difficile da ottenere e lo può emettete soltanto un magistrato.
Forse Speranza conta sull'ignoranza e/o sulla sudditanza psicologica delle persone nei confronti delle forze dell'ordine...ma bisognerà tenere ben presente (ed informare più gente possibile) che, IN ASSENZA DI UN MANDATO E SENZA UNA FLAGRANZA DI REATO (le feste e gli assembramenti sono reati? NO, al massimo potrebbero essere considerati illeciti amministrativi), le forze dell'ordine possono essere rispedite al mittente!

Anonimo ha detto...

In aggiunta a 12 ottobre 2020 17:14
D'altronde La signora Merkel non e' stata istruita, allattata, irrobustita nella DDR ?
Finalmente Deutschland über alles + ONU + OMS + pachamama .

Da Fb ha detto...

Bisogna ora vedere nel dpcm come giustificheranno ciò. Temo che lo stato di emergenza li possa agevolare ma siamo in presenza di una vistosa norma anticostituzionale. Aggiungiamo che quando il responsabile sanitario svedese ha parlato pochi giorni fa di "emergenza italiana", Roberto indifendibile Speranza tramite l'ambasciatore a Stoccolma ha fatto sapere che in Italia non sussiste alcuna forma di emergenza presente o plausibile. Quindi come si giustificano queste misure draconiane?

Anonimo ha detto...

Qui siamo oltre i limiti. Se davveto formalizzassero dispisizioni simili, una opposizione seria dovrebbe immediatamente chiedere conto con un'informativa formale e pubblica al Presidente della Repubblica della deriva autoritaria del capo del governo da lui incaricato.
Caro Mattarella la Costituzione viene calpestata, lei dov'è?

Anonimo ha detto...

Tecniche vecchie...
Prima ti danneggiano, poi la tua rabbia e la frustrazione te la dirigono verso i tuoi simili.
Perdi il lavoro? Colpa di chi non metteva la mascherina.
Aumentano i contagi e ti rinchiudono in casa? Colpa dei negazionisti.
Inoltre ecco tornare in voga anche la delazione..
Covid et impera.

John Bell Hood ha detto...

Se si considera - io penso a ragion veduta - questa nostra epoca come un tempo del tutto particolare, molte domande trovano risposta, e molto lamentarsi diventa stucchevole. Una coscienza cristiana ben formata, non potrà difatti non rilevare, la "stranezza", ma anche la irreversibilità degli accadimenti degli ultimi mesi e anni. Si potrà ancora pensare, ad esempio, a una "normale" Messa, dopo l'8 settembre della Chiesa (anche se più vicino all'8 marzo)? Si potrà ancora pensare a una Gerarchia non dico santa, non dico zelante, non dico discreta, non dico onesta, dico solo da 6 menomeno, dopo il cinesame paroliniano, la borsa dei soldi maradiaghese, i festini di coca in Vaticano, la promozione dei diversamente fornicanti dall'Alpi alle Piramidi, il newagismo dal Manzanarre al Reno? Si potrà davvero presumere un Papato dopo la mostruosità delle dimissioni di Benedetto Sedicesimo e la contemporanea installazione sul sacro Soglio del Gauleiter di Roma? Chissà. Io credo che la Provvidenza provvederà, e il Galtieri gesuita troverà presto le sue Falklands. Stiamo a vedere.

Non c'è fine al peggio ha detto...

L'idea è contenuta in una proposta di legge firmata dai deputati di Pd, M5S, Leu e +Europa, che chiedono l'istituzione di un osservatorio per controllare che i libri di testo rispettino le "diversità", con tanto di certificato di qualità e "liste di proscrizione" sul web

https://m.ilgiornale.it/news/politica/governo-vuole-losservatorio-gender-sui-libri-scuola-devono-1895643.html

Ireneo ha detto...

Vedrete, tanto manovre fanno i frammassoni al comando della gigantesca Operazione COVID che impediranno le celebrazioni del Santo Natale. Quale più grande trionfo che quello di cancellare i giorni più belli dell'anno? Vedrete!

Anonimo ha detto...

Ottima analisi, la ringrazio.
Antonio (Roma)

Anonimo ha detto...

12 ottobre 2020 20:41

In altri tempi sarebbero già in qualche manicomio criminale. Almeno si curino, approfittino del totalitarismo sanitario e si sottopongano ad una terapia di Kamasutra, una posizione agita ogni ora. Terapia che rientra nelle terapie del prosciutto dissetante, pagate dal servizio sanitario nazionale.

Aloisius ha detto...

Se le stesse identiche iniziative le avesse prese Salvini e un'ipotetica destra al governo, avrebbero fatto un putiferio:
sardine in piazza, Del Rio e Orfini sulle barche, disobbedienza civile, che ai comunisti piace tanto quando non governano loro, Mattarella che ritrova la parola e il veleno, come fece quando bloccò illegittimamente la nomina di Savona.

Ma loro possono, perché loro sono loro e gli altri non sono ...nulla.
Anzi, sono tutti fascisti, un rischio per la democrazia.

Ipocriti, prepotenti, arroganti e bandieruole che capovolgono la realtà a loro convenienza.

Ha ragione l'Anonimo delle hm 13, coi comunisti, o con questa versione mostruosa del terzo millennio che possiamo definire capital/socialista o social/capitalista, è impossibile ogni ragionamento.
Solo loro possono mandare l'esercito perché loro sono i buoni, quindi l'esercito in strada e a casa diventa cosa buona.
Se lo manda Salvini è un rischio per la democrazia e anche se ha ragione bisogna dargli addosso e farlo arrestare.

Anonimo ha detto...

“A fulgure et tempestate, libera nos Domine
A peste, fame et bello, libera nos Domine
A flagello terrae motus, libera nos Domine
Ab omni malo, libera nos Domine”.

Suona antico, ma se ne sente il bisogno.
Di questa schiettezza che riconosce il disastro, il negativo,
la disgrazia, la catastrofe.
Che chiama per nome ciò che attenta alla vita,
allo scorrere fecondo dei giorni,
alla placida quiete delle notte.
Prima di cercarvi un’opportunità, che non sia la domanda insistente di una liberazione.
Liberaci Tu, perché noi non possiamo sopportare troppa realtà.
Antiche parole, che non hanno perso il loro senso, ma che non ripetiamo più.
Il positivo, dentro il male e il dolore, è ancora
questo domandare la vita.
A te, Signore,
nell’inquietudine dei tempi.
Prima di tutto e dentro tutto, liberaci dalla amarezza del cuore.
(Franca Negri)

Anonimo ha detto...

La persecuzione dell'Anticristo sarà la più grande che abbia avuto la Chiesa; e questa durerà per tre anni e sei mesi. Allora cesseranno le chiese pubbliche e cesserà il sacrificio dell'Altare.
Il suo intento sarà di far perdere la fede a tutti i cristiani, con farsi adorare per Dio: e dov'egli non assisterà farà erigere la sua statua per mezzo dei suoi seguaci e specialmente di un falso profeta ch'egli assumerà per compagno, chiamato da S. Giovanni la seconda bestia. E vogliono gl'interpreti che costui sarà qualche chierico o religioso o pure vescovo che sedurrà più popoli e forzerà tutti ad adorare la maledetta sua statua (S.Giovanni: E l'adoreranno tutti coloro che abitano la terra, i cui nomi non sono scritti nel libro della vita (Apoc.XIII,8)
Dal che si comprende che non tutti prevaricheranno, ma molti resteranno fedeli. Scrive Daniele che nel tempo di quella persecuzione, si abolirà il sacrificio dell'Altare. In quel tempo non si celebreranno più messe: ma ciò nonostante i buoni fedeli non lasceranno di raccogliersi, come meglio potranno, in luoghi nascosti a fare le loro orazioni ed a lodare il Signore ed anche a celebrare qualche messa di nascosto; poichè la predizione di Daniele dicono gl'interpreti che cesserà solo per le chiese pubbliche... E così spiegano quel che dice S.Giovanni della donna,intesa della Chiesa, che allora si rifugerà in solitudine: "E la donna si rifugia in solitudine, dove aveva un luogo preparato da Dio affinché la nutrano per 1260 giorni" (Apoc.XII,6)

Anonimo ha detto...

Sarebbe interessante sapere come sarebbe possibile la trasmissione del virus in condizioni di limitazioni di contatti come quelli delle attuali celebrazioni che non hanno eguali in nessuna altra attività pubblica: né ai supermercati, nei bar, nei ristoranti o nei negozi o per le strade esistono misure tanto drastiche come quelle che vigono nelle chiese. Quindi, non esistono motivi e ragioni di tipo sanitario per tornare alla sospensione delle Messe, alle chiusure di quelle che un tempo vicinissimo ma che ora sembra infinitamente remoto erano le attività pastorali.
...
La sospensione del culto pubblico avrebbe il solo effetto di allontanare definitivamente la Chiesa dagli uomini, di renderla definitivamente inutile, di farla sparire per lasciare definitivamente campo libero ad una nuova, parodistica, religione dell’umanitarismo, un politeismo di fatto nel cui pantheon un ruolo determinante lo rivestirebbe la Dea Salute.

Anonimo ha detto...

1) Vengono accentrate le finanze vaticane = niente fondi riservati per la segreteria di stato;
2) Parolin fuori dalla commissione di vigilanza.

Alcune analisi parlano di un Parolin che si defila per difendere la sua “papabilità”.

Personalmente ritengo Bergoglio intenda sacrificarlo per scaricare alcune colpe su di lui relativamente al caso “Cina” e alle finanze allegre. E’ una costante della gestione Bergoglio. E’ evidente che la visita di Pompeo e l’ispezione Moneyval hanno messe alle strette i bergogliani.

Nessuno, comunque, ne uscirà bene.

Paolo Montagnese

Diego B. ha detto...

È ammessa la presenza del defunto? La bara come viene trasportata? C'è il rischio che quattro persone attorno alla bara creino assembramento.

Anonimo ha detto...

Se la mascherina si rinforza il virus non passa. Non è nell'aria ma nel respiro di chi ti sta di fronte. La prudenza è intelligenza e amore. Perché infettare i propri cari?

Anonimo ha detto...

Stamane alla Santa Messa delle 10 alla Basilica della S.S. Annunziata di Firenze si è presentata la polizia per il controllo delle mascherine ai fedeli. Tutti a norma. Ricordo che la Basilica ha una dimensione che assicura le distanze oltre al non essere per altro mai affollata. A fine della Messa delle 13 il prete officiante ha riferito l'episodio e si è raccomandato l'osservanza della disposizione sulle mascherine perchè la polizia tornerà a fare controlli e se trovasse qualcuno in disobbedienza la Chiesa sarà chiusa! La Basilica della SS Annunziata è un Santuario Mariano mi chiedo se sia possibile che l'Arcivescovado possa permettere un'eventualità del genere senza nulla fare e che il governo intervenga in modo così minaccioso sulla libertà religiosa sancita e difesa in costituzione per l'eventuale trasgressione ad una norma profondamente dibattuta e incerta dato le divergenze scientifiche sull'argomento !??

La peste al confronto era una boccata di salute.. ha detto...

Per 13 ottobre 2020 23:53
Una volta (Vedi Lutero)ci si rifugiava nella Chiesa per aver salva la pelle , adesso alcuni uomini che la dovrebbero amministrare hanno ritenuto che entrare in una Chiesa sia come entrare in un lazzaretto .

Anonimo ha detto...

"La sospensione del culto pubblico avrebbe il solo effetto di allontanare definitivamente la Chiesa dagli uomini, di renderla definitivamente inutile, di farla sparire per lasciare definitivamente campo libero ad una nuova, parodistica, religione dell’umanitarismo, un politeismo di fatto nel cui pantheon un ruolo determinante lo rivestirebbe la Dea Salute."

E vi pare poco?
E se fosse proprio questo lo scopo di tutte queste misure? Non riesco a capire come la CEI sia così masochista da addirittura anticipare gli eventi.

Anonimo ha detto...

Io invece lo capisco. La CEI non è né cristiana né cattolica.
Della sua essenza la CEI ha dato ampie dimostrazioni in varie occasioni e ne sta dando continuamente.
La CEI non è al servizio di Cristo Re, del quale fra poco si celebra la festa, bensì di organismi che non sono né cristiani né cattolici.