martedì 2 dicembre 2014

Dichiarazione comune delle religioni firmata in Vaticano

Tappa decisiva dell'ONU delle Religioni. Fatti autoritari
sganciati dai nostri Fondamenti. La prassi cambierà il mondo
Alcuni passaggi, di mons. Antonio Livi, dalla Introduzione a La sinagoga bendata di E.M. Radaelli, (da incorniciare anche il resto) [qui].
Per accompagnare un'immagine, relativa ad un evento, tra i molti che ci stanno sommergendo a ritmi incalzanti ormai si direbbe irrefrenabili: una dichiarazione comune delle religioni firmata in Vaticano. Della serie: «Questa e quella per me pari sono». Riguarda la schiavitù: impegno sacrosanto. Ma chi ricorda al mondo che la vera schiavitù è quella del peccato e che solo Cristo Signore è colui che salva ed è solo da questo e non dalle volontà umane che tutte le schiavitù possono essere eliminate? Siamo costretti a segnalare e rimarcare queste tappe inquietanti, che non posso pensare restino senza effetti nel mondo ecclesiale, ma soprattutto nella sfera spirituale e dunque nel mondo intero. Se non fosse che conosco tanti sacerdoti sconvolti quanto noi e parrocchie in cui nonostante le difficoltà la lampada della Fede continua ad ardere, mi sentirei sperduta. E mi risuona nel cuore la Voce e la Parola inconfondibile: «Sono con voi tutti i giorni fino alla fine dei tempi».
[...] Il pragmatismo – ben chiaramente teorizzato da gran parte della filosofia contemporanea, e inconsapevolmente recepito da tutti gli altri ambiti della cultura, non esclusa quella cattolica – ha sepolto progressivamente la coscienza del primato che la verità ha in ogni momento e in ogni aspetto della vita umana.
[...] Partendo dalla premessa (falsa) che di per sé ogni religione, se ritenuta vera, produce intolleranza, fanatismo e conflitti, si insiste nel costringere le confessioni religiose negli angusti e innaturali spazi di un “minimo comun denominatore”, che (guarda caso) coincide con il Dio del deismo settecentesco, quello che è invocato dalla Massoneria a garanzia di un ordine politico nel quale la religione non deve avere alcuna influenza pratica.
[...] E ai nostri giorni l’operazione politica dell’ideologia pacifista ha buon gioco nel suo progetto di omologare a sé anche la cultura teologica, perché l’indifferentismo e il relativismo dogmatico sono già penetrati in ampi settori dell’opinione pubblica cristiana, anche tra i cattolici, tanto che la Chiesa ha dovuto intervenire (senza molto successo, purtroppo, almeno per ora) con il documento chiarificatore intitolato Dominus Iesus
L'efficacia non c'è stata né "per ora" né tanto meno poi... La tradizione storicista ormai rende obsoleto anche questo.

36 commenti:

Anonimo ha detto...

Persuasi che rarissimamente si trovano uomini privi di qualsiasi sentimento religioso, sembrano trarne motivo a sperare che i popoli, per quanto dissenzienti gli uni dagli altri in materia di religione, pure siano per convenire senza difficoltà nella professione di alcune dottrine, come su un comune fondamento di vita spirituale. Perciò sono soliti indire congressi, riunioni, conferenze, con largo intervento di pubblico, ai quali sono invitati promiscuamente tutti a discutere: infedeli di ogni gradazione, cristiani, e persino coloro che miseramente apostatarono da Cristo o che con ostinata pertinacia negano la divinità della sua Persona e della sua missione. Non possono certo ottenere l’approvazione dei cattolici tali tentativi fondati sulla falsa teoria che suppone buone e lodevoli tutte le religioni, in quanto tutte, sebbene in maniera diversa, manifestano e significano egualmente quel sentimento a tutti congenito per il quale ci sentiamo portati a Dio e all’ossequente riconoscimento del suo dominio. Orbene, i seguaci di siffatta teoria, non soltanto sono nell’inganno e nell’errore, ma ripudiano la vera religione depravandone il concetto e svoltano passo passo verso il naturalismo e l’ateismo; donde chiaramente consegue che quanti aderiscono ai fautori di tali teorie e tentativi si allontanano del tutto dalla religione rivelata da Dio. [Pio XI, Mortalium Animos]

Rr ha detto...

Parole, parole, parole...soltanto parole, parole tra noi...
A parte che dopo l' ultimo incontro interreligioso in Vaticano e dintorni, inclusa la Partita per la Pace, s' e' scatenata l' ennesima guerra a Gaza e l' ISIS, e' noto che in alcune zone del mondo, dove il Cristianesimo NON e' religione di maggioranza, la schiavitù e' viva e vegeta SENZA CHE LE LOCALI AUTORITÀ RELIGIOSE DICANO O FACCIANO QUALCOSA, sarebbe ora che il VdR, sfruttando al sua popolarita' mediatica, facesse nomi e cognomi, che basta un minimo d' indagine poliziesca ed investigativa
giornalistica per conoscerli - e molto si trova su Internet. Sarebbe molto più credibile. Come Capo di un' ONG, intendo.
Rr

Cesare Baronio ha detto...

...ma qualcuno ha mai pensato che Bergoglio sia mai stato Cattolico? come fa ad allontanarsi dalla religione rivelata da Dio, chi non vi ha mai creduto?

mic ha detto...

Leggo ora su Radio Spada:

Le religioni' in Vaticano per i diritti umani? Il commento di S.S. Pio X.

“In altri ambienti è di moda, quando si tocca la questione sociale, mettere anzitutto da parte la Divinità di Gesù Cristo, e poi parlare soltanto della sua sovrana mansuetudine, della sua compassione per tutte le miserie umane, delle sue pressanti esortazioni all’amore del prossimo e alla fraternità. Certo, Gesù ci ha amati di un amore immenso, infinito, ed è venuto sulla terra a soffrire e a morire affinché, riuniti attorno a Lui nella giustizia e nell’amore, animati dai medesimi sentimenti di carità reciproca, tutti gli uomini vivano nella pace e nella felicità. Ma, per la realizzazione di questa felicità temporale ed eterna, Egli ha posto, con un’autorità sovrana, la condizione che si faccia parte del suo gregge, che si accetti la sua dottrina, che si pratichi la virtù e che ci si lasci ammaestrare e guidare da Pietro e dai suoi successori. Inoltre, se Gesù è stato buono con gli smarriti e con i peccatori, non ha rispettato le loro convinzioni erronee, per quanto sincere sembrassero; li ha tutti amati per istruirli, per convertirli e per salvarli. Se ha chiamato a Sé, per consolarli, quanti piangono e soffrono, non è stato per predicare loro l’invidia di un’uguaglianza chimerica. Se ha sollevato gli umili, non è stato per ispirare loro il sentimento di una dignità indipendente e ribelle all’ubbidienza. Se il suo Cuore traboccava di mansuetudine per le anime di buona volontà, ha saputo ugualmente armarsi di una santa indignazione contro i profanatori della casa di Dio, contro i miserabili che scandalizzano i piccoli, contro le autorità che opprimono il popolo sotto il carico di pesanti fardelli, senza muovere un dito per sollevarli. Egli è stato tanto forte quanto dolce; ha rimproverato, minacciato, castigato, sapendo e insegnandoci che spesso il timore è l’inizio della saggezza e che a volte conviene tagliare un membro per salvare il corpo. Infine, non ha annunciato per la società futura il regno di una felicità ideale, da cui sarebbe bandita la sofferenza; ma, con le sue lezioni e i suoi esempi, ha tracciato il cammino della felicità possibile sulla terra e della felicità perfetta in Cielo: la via regale della Croce. Sono insegnamenti che si avrebbe torto ad applicare soltanto alla vita individuale in vista della salvezza eterna; sono insegnamenti eminentemente sociali e ci mostrano in Nostro Signore Gesù Cristo una realtà ben diversa da un umanitarismo senza consistenza e senz’autorità.”

[San Pio X, Notre Charge Apostolique (42)]

Garabandal ha detto...


OT

http://www.katholisches.info/2014/12/02/organisierten-kasper-lehmann-danneels-murphy-oconnor-eine-verbotene-kampagne-zur-wahl-bergoglios/

In merito al tema "Team Bergoglio"anche Katholisches.info sta trattando l'argomento

Un commento/informazione da per me abbastanza sconcertante


Agricola dice:
2 dicembre 2014 a 14:32

Dal diario del compositore Wilfried Hiller (compositore in Baviera, Vol 56 :. Wilfried Hiller, a cura v Tonkünstlerverband Bayern eV in DTKV, Tutzing 2014, p 97.):
. "11 Febbraio 2013 - Lunedi di Carnevale Durante la prova generale di Würzburg "Terezin Diary" di poesie Alexander Jansen per i bambini da Theresienstadt arriva la chiamata che Papa Benedetto si era dimesso. Pensiamo che questo sia uno scherzo di carnevale. Winfried Böhm già sa di più, mi dice che il cardinale Bergoglio, che ha voluto portare il nostro "figlio del carpentiere" a Buenos Aires, che sarà il nuovo Papa. "

Se le informazioni sono corrette dal diario di Hiller: Come fa Winfried Böhm (http://de.wikipedia.org/wiki/Winfried_B%C3%B6hm, vedi in particolare "appartenenze" ..) prima del conclave essere così sicuro che Bergoglio sarà nuovo il Papa?

Interessante e' su Wikipedia in tedesco l'appartenza"(Mitgliedschaften) di Winfried Böhm
http://de.wikipedia.org/wiki/Winfried_B%C3%B6hm

Il componista Hillar e' un socio del Rotary

Sabine F. dice:
2 dicembre 2014 a 14:41

I "Capisco" ora, ma in realtà tutti già sospettavamo.
Povero signor Lombardi, ora veloce veloce fuori dal cesto e negare.
Il cardinale Kasper certamente sembra avere un asso nella manica (lui pensava), altrimenti non poteva farlo. Egli conosce chiaramente il vescovo di Roma
CAPISCO! CARRIERA.
Ora capisco anche PORSCHE (affitto capella Sistina)

Anonimo ha detto...

“storia altra” dell’età contemporanea

http://www.ariannaeditrice.it/vetrina.php?id_macrolibrarsi=73835

Anonimo ha detto...

Around the Sun Table
http://vigilantcitizen.com/sinistersites/sinister-sites-astana-khazakhstan/

Josh ha detto...

se il vdr davvero non amasse la "schiavitù" (e l'impugnare il concetto non fosse un'altra delle sue) avrebbe dovuto dire qualcosina anche all'islam direttamente,
in cui le donne, ogni donna, è in pratica una schiava e una macchina sfornapargoli, se no è considerata solo adatta ad essere pestata ed esser seppellita nella direzione giusta!

Anonimo ha detto...

problema, reazione, soluzione...
schema classico hegeliano..

wahabiti (..ariee califfi)
http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&task=view&id=308993&Itemid=100021

http://www.papalepapale.com/develop/califfi-califfati-e-cammelli-che-non-passano-per-la-cruna-dellago/

Anonimo ha detto...


A propósito do cardeal alemão Karl Lehmann, "chosen fool of the year 2005", quando era presidente da Conferência Episcopal Alemã, vale a pena ver estas imagens:

http://www.traditioninaction.org/RevolutionPhotos/A105rcLehmannFooll.htm

http://www.traditioninaction.org/RevolutionPhotos/A178rc_LehmanFool2.htm

http://www.traditioninaction.org/RevolutionPhotos/A220rcAhrweilerCarnival.html

Piave ha detto...

Sempre OT: Kasper ha detto che lui non sa nulla della storia del "team bergoglio"... non sa nulla allo stesso modo di quell'intervista famosa che dice di non aver fatto - ma della quale invece esiste l'audio - o non sa nulla davvero?
------

Per quanto riguarda l'articolo segnalo questo link:

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_20000905_dominus-iesus-ratzinger_it.html

Era troppo lungo per fare copia-incolla ma questo scritto dell'allora cardinale Ratzinger può essere molto di aiuto.

RIC ha detto...

A New York, nel silenzio generale, ennesima soppressione di una Messa nella forma Extraordinaria

http://www.riposte-catholique.fr/riposte-catholique-blog/breves/persecution-de-la-tradition-dans-une-paroisse-new-yorkaise

Garabandal ha detto...


Da un articolo di Katholisches.info
http://www.katholisches.info/2014/12/01/papst-franziskus-haelt-anbetung-richtung-mekka/
Papa Francesco tiene un momento di"adorazione"in direzione della Mecca?

Chiara dice;

Non:Papa Francesco tiene un momento di" adorazione "in direzione della Mecca?
Ma Papa Francesco tiene un momento di "adorazione" in direzione della Mecca!!!
Si lo ha fatto.E in aereo ha aggiunto un collloquio terribile ed eretico.Sono cosi'senza parole....che devo ancora venirne a capo.
Inoltre, ha paragonato i fondamentalisti cattolici con i terroristi! E che dire di: Sangue ECUMENICO versato! Caro Signore vescovo di Roma, non c'è nessun: sangue ECUMENICO
versato c'e solo un vero Martirio , e' morire per la fede cattolica,di morire come un Martire perche' sei di credo cattolico e non per un qualcos'altro.Lei parla eretico.
Sangue versato ecumenico e il martirio sono i concetti e le ideologie della Nuova Chiesa, e in effetti la DOPO CHIESA come i loro padri la Chiesa ha Rahner e Co. e non i Padri della della Chiesa cattolica romana. Sono scioccata !!!


Cose dall'altro mondo.Sangue Ecumenico,Cristiani fondamtalisti alla pari con i Terrosti islamici..parole pronunciate dal" Vicario di Cristo".

Cattolico ha detto...

Ma allora, se è così chiaro il testo di "Mortalium Animos" e di "Notre Charge Apostolique", non capisco come i modernisti vogliano conciliarlo con la "Nostra Aetate", e come pretendano di imporre (con le buone o con le cattive) l'accettazione in toto dei documenti del CV II (tra l'altro espressamente pastorale, e quindi non obbligatorio per i fedeli) a laici e religiosi (vedi il caso dei FF I). Ma i nostri preti attuai, cosa dicono dei primi due documenti? bisognerebbe domandarglielo, così sarebbero loro ad esporsi, rivelando il loro espresso rifiuto alla dottrina bimillenaria della Chiesa.

Luisa ha detto...

Scusate un OT.

Continua l`epurazione firmata Bergoglio, questa volta è il comandante della Guardia Svizzera, Daniel Rudolf Anrig, a fare le spese dei metodi di governo brutali del papa, incompatibilità di carattere...e vlan ti scarico!
Sembra che Bergoglio vorrebbe dare una connotazione meno militare alla Guardia Svizzera,no comment.

http://www.arcinfo.ch/fr/monde/vatican-fin-de-mandat-pour-le-commandant-de-la-garde-suisse-577-1381980

Anonimo ha detto...

Do "Boulevard Voltaire", para ler :

http://www.bvoltaire.fr/joriskarl/habemus-bisounours

Interessante a evolução da opinião dos franceses em relação a Bergooglio. Parece que o "encanto" acabou.

Angelo ha detto...

Sì, ma non pubblichi mai le mie riflessioni. Qui ognuno può sparare a zero su cose che non conosce e che ha appreso dalla tv. Forse un minimo di autocritica non farebbe male. Siete in un vicolo cieco.

RIC ha detto...

Leggendo il post di Luisa mi e' venuta in mente una cosa. Nel Palazzo Ducale di Venezia il ritratto di Marin Faliero, il doge destitutio per alto tradimento, e' sostituito da un drappo nero. Forse, un giorno, la stessa cosa potra' avvenire a San Paolo fuori le mura per il ritratto di Bergoglio. Sempre ammesso che sia veramente papa. Perche' ormai, visto il libro di Socci e in parte quello di Ivereigh, e da ultimo anche in considerazioni delle agghiaccianti parole con le quali ha paragonato i tradizionalisti cattolici agli esremisti islamici, e'praticamente impossibile parlare per lui di Grazia di Stato.

Anonimo ha detto...

Papa francesco e le differenze incomprese

Ritornando dalla Turchia papa Francesco ha dichiarato che “credo sinceramente che non si possa dire che tutti gli islamici sono terroristi, come non si può dire che tutti i cristiani sono fondamentalisti, perché anche noi ne abbiamo”. Con linguaggio criptico ha messo sullo stesso piano i tagliagola dell’Isis ai conservatori e ai tradizionalisti della Chiesa Cattolica. Appello: non sarebbe il caso che qualcuno spiegasse al papa dei buongiorno, dei buon pranzo e del chi sono io per giudicare un gay, la differenza che passa tra una mitria e un kalashnikov?

http://www.politicamentecorretto.com/index.php?news=71689

mic ha detto...

Sì, ma non pubblichi mai le mie riflessioni. Qui ognuno può sparare a zero su cose che non conosce e che ha appreso dalla tv. Forse un minimo di autocritica non farebbe male. Siete in un vicolo cieco.

Angelo,
se la tua fosse stata un riflessione argomentata e non una battuta condita di insulto nei confronti del lettore che parlava di donne e Islam, che evidentemente volevi smentire, dovresti aver capito perché non ho pubblicato.
Non credo che la questione possa esser liquidata neppure nei termini qui su espressi e in ogni caso ci sono temi ancor più incalzanti sui quali ci stiamo confrontando.

Petrus LXXVII ha detto...

O.T: Interessante articolo di Magister

http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350933

Anonimo ha detto...

Rr dimmi qualche tuo pensiero sull'intervista concessa dal tuo vescovo apparsa ieri sul Corsera e tienici informati sul discorso per S.Ambrogio. Anonymous.

Anonimo ha detto...

“Vi lascio la Pace, vi do la mia Pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi”
Nella bandiera della pace vengono riprodotti i colori dell'arcobaleno, ma con l'ordine di apparizione capovolto, chiaro segno esoterico di opposizione all'autorita' di Dio,col chiaro intento di significare che "l'uomo non ha piu' bisogno di Dio"

Da http://www.fides.org/it/news/20555#.VH7n5Hsw1uM
… le origini della bandiera della pace vanno ricercate, nelle teorie teosofiche nate alla fine dell’800….. La moderna versione ha preso forma dalla Società Teosofica…Il programma della Società… formare un nucleo di fratellanza universale dell'Umanità, senza distinzione di razza, credo, sesso, casta o colore … non esistono verità assolute…. La visione dell’uomo del New Age si riassume nello slogan …"Noi siamo Dio". Più esattamente al fondo di ognuno di noi si trova una scintilla divina… Il New Age parla anche volentieri di una realtà che chiama "il Cristo" ma - seguendo tutta una tradizione esoterica e gnostica - ha cura di distinguere "il Cristo" da Gesù di Nazareth come personaggio storico. Gesù non era "il Cristo", o almeno non lo era in modo diverso da Buddha o da chiunque sia in grado di entrare in contatto con la scintilla divina che porta dentro di sé. È questa scintilla, propriamente, che costituisce "il Cristo" come principio divino all’interno dell’uomo. .Altro tema del New Age è il rifiuto della nozione di peccato .. e la sua sostituzione con la nozione di malattia.

…tale simbolo …si presenta come il più adatto a rappresentare un idea, oggi molto in voga, secondo la quale non ci sarebbe alcuna verità assoluta: tutte le opinioni hanno la medesima dignità e quindi meritevoli di spazio. La bandiera arcobaleno è una valida sintesi per rappresentare questo sincretismo… L’unità ..è raggiungibile attraverso una sintesi, un’armonia e una tolleranza globale fra le diverse filosofie, ideologie e religioni. Così la pace sarà possibile. Pertanto " va considerato nel modo più severo l'abuso di introdurre nella celebrazione della Santa Messa elementi contrastanti con le prescrizioni dei libri liturgici, desumendoli dai riti di altre religioni" (Congregazione per il Culto divino e la disciplina dei Sacramenti, Istruzione Redemptionis Sacramentum, n 79 ).
Il ricorso a quelle filosofie orientali, che estrapolate dal loro contesto storico- sociale- economico-religioso e ben sintetizzate dalla New Age, si inserisce perfettamente nel contesto occidentale, preoccupato di marginalizzare il discorso sulle sue autentiche radici, finisce per assumere come categoria fondamentale il relativismo etico imponendo al mondo culturale politico sociale e religioso una nuova forma di “dittatura”. (NL) (Agenzia Fides 20/6/2008)

Anna

Josh ha detto...

Dubito, Angelo, che qui ci sia qualcuno che "spara a zero su cose che non conosce e che ha appreso dalla tv."

Certo poi oggi questa metodologia pressapochista è messa in pratica innanzitutto a partire dagli alti sogli....

Anonimo ha detto...

angelo, stai tranquillo, la tv non la guardo (e non mi piace il sensazionalismo fine a sé stesso). Guardala in faccia la realtà, è molto peggio di quello che pensi (vorrei fosse diverso). In ogni caso sono destinati al fallimento totale. m
ps 2011
http://www.asianews.it/notizie-it/Crisi-economica:-una-demolizione-controllata-22680.html
Il problema, poi, è che l'attuale vdr sembrerebbe (condizionale, ma i segnali vanno tutti in quella direzione)inserirsi fin troppo perfettamente nel "programma". E poi c'è Benedetto, a pregare (e soffrire)sul monte.

Rr ha detto...

Anonymous,
mi spiace, ma NON COMPRO, NE' LEGGO il Corriere, perché da tempo schierato in una certa direzione, NON MI PIACE poi per nulla tutto quello che gli gira intorno, gente con la puzza sotto il naso, l' "erre" moscia ed il cercare di farti sentire sempre inadeguata, inferiore, indegna, solo perché non sei nata all' interno della cerchia dei Nnavigli, e non vanti un Visconti, uno Sforza, un Porro, ecc. tra i tuoi antenati, non sei bionda naturale, snella, sottile ed elegante come loro. Semianoressiche e tutte tr...e.
SU Scola...stendiamo un velo per carità di Patria ed amore per la Chiesa.
Rr

Angelo ha detto...

“Non pensare che stai andando tra gli infedeli. I musulmani giungono anch’essi alla salvezza. Le vie della Provvidenza sono infinite”
(Pio XI, al Card. Facchinetti, Delegato Apostolico per la Libia [in M. Lings, Un santo sufi del XX secolo, tr. it. Roma 1994, 79 n. 7]).

mic ha detto...

Angelo,
la Chiesa non ha mai escluso il fatto che si salvano coloro che, pur appartenendo ad altre religioni e non conoscendo il Signore senza loro colpa (perché nessuno glielo ha annunciato), seguono la legge naturale scritta nel cuore di ogni creatura.

Ma da qui a mettere tutte le religioni sullo stesso piano, con tutto quel che conosciamo - e se lo viviamo - della nostra fede, ce ne corre!

mic ha detto...

Per il resto,
non mi metto ad approfondire il tema della donna e dell'islam su cui insisti a focalizzart, perché è una realtà complessa e variegata e in continua evoluzione o anche regressione in alcuni paesi nei quali riemergono i rigurgiti che appartengono al DNA di un testo sacro che il papa attuale osa definire "buono"... E a che serve, in questo contesto in cui stiamo approfondendo altro, certamente più impellente?

Angelo ha detto...

“Non pensare che stai andando tra gli infedeli".

Non credi che sia qualcosa di più che la dottrina "classica"?

La "regressione" di cui parli avviene di solito in paesi amici dell'Occidente, che non è cristiano da tempo.

Chi ha mai parlato di mettere le religioni sullo stesso piano?

Avete mai letto il Corano?

mic ha detto...

Angelo,
No. non credo ci sia di più. Il modo in cui giungono alla salvezza i musulmani è quello di tutti gli uomini che praticano la giustizia.

Quanto al Corano l'ho letto e riconosco centrata la definizione che sia un "vangelo apocrifo" (nato in ambiente che conosceva la presenza di comunità giudaiche e cristiane) con l'aggiunta di detti degli uomini del deserto, dai quali sono venute le ulteriori contaminazioni in chiave violenta e "conquistatrice" inaugurata da Maometto.

Adesso non ci mettiamo a disquisire sul Corano e a salvarlo, per qualche perla di saggezza che può averti intrigato.

Comunque non è il nostro testo sacro, tenendo conto che nel nostro c'è tutto quel che basta e avanza e anche di più, perché c'è il Signore...

Angelo ha detto...

Grazie per la tua risposta. Ciao

angelo ha detto...

anche il taoismo cinese non è niente male.

mic ha detto...

:)

Tommaso Pellegrino ha detto...

Anonimo del 3.12.2014-10:54.
Se il Papa ha pronunciato esattamente le parole da Lei riportate, ha parlato di "cristiani fondamentalisti" e non di "cattolici tradizionalisti".
I cristiani, intanto (e non i cattolici), comprendono anche le miriadi di sette protestantoidi di tutti i tipi, specialmente americane, ma non solo, che non rispondono praticamente a nessuno e praticamente nessuno rappresentano, come, ad esempio, quella di quel pastore statunitense che, tempo fa, si mise a bruciare pubblicamente copie del Corano, con il rischio di fare scoppiare chissà quale putiferio, dato il clima di tensione dominante in quel periodo.
E quindi ecco dimostrato (ma non ce n'era bisogno, si sapeva) che anche in campo cristiano i fondamentalisti ci sono eccome.
E se poi proprio vogliamo mettere i puntini sulle i e parlare di proprietà di linguaggio, dote che in un Papa certo non guasterebbe, il termine "fondamentalista" da Lui usato è storicamente e correttamente da attribuirsi appunto soltanto a certe compagini protestanti e non anche ai cattolici intransigenti, per i quali è invece corretto usare i termini "tradizionalisti" o "integristi" (neppure "integralisti", riservato ai musulmani).
Tutto questo non per affermare che il Papa, nelle intenzioni, volesse riferirsi a questi o a quelli (questo lo sa solo Lui e non è possibile leggergli nel pensiero), ma perchè, attenendoci al significato strettamente letterale di quanto ha detto, le cose parrebbero stare come ho sopra esposto.
Tommaso Pellegrino - Torino
www.tommasopellegrino.blogspot.com

Gederson ha detto...

Il punto principale della schiavitù è quella al peccato, all'errore... e questa si trova più nelle false religioni che nel mondo del lavoro.