domenica 15 marzo 2020

Mons. Crepaldi alle ore 11:50 affiderà la città di Trieste alla Madonna della Salute.

Oggi domenica 15 marzo mons. Crepaldi alle ore 11:50 presso il santuario cittadino di Santa Maria Maggiore affiderà la città di Trieste alla Madonna della Salute.

Preghiera dell’Arcivescovo alla Madonna della Salute nella prova del coronavirus

Madonna della Salute,
come tante volte nella storia della nostra Trieste,
veniamo a te smarriti e pieni di paura
per chiedere il conforto della tua materna presenza
che ci protegga dal pericolo del virus.

Consolatrice degli afflitti,
ottienici l’amore provvidente del Padre celeste,
che dona forza ai malati e a quanti li curano,
che sostiene chi lavora e produce,
che illumina i governanti nella scelta del bene comune.

Madre di misericordia,
rinsalda in noi la volontà di non peccare più,
e accompagnaci per mano dal Figlio tuo Gesù
che professiamo come unico nostro Salvatore
da amare con tutto il cuore e in cui sperare.

Vergine clemente e fedele,
implora la potente azione dello Spirito Consolatore
che lava ciò che è sordido, che sana ciò che sanguina,
che riempie di verità e carità il cuore di tutti.

Madonna della Salute,
radunati sotto il tuo manto a te ci consacriamo,
fiduciosi che, dopo questo periodo di sofferenza,
farai tornare nella nostra Trieste, nell’Italia e nel mondo intero
il tempo della tranquillità operosa e serena. Amen!

+ Giampaolo Crepaldi, Arcivescovo

14 commenti:

mic ha detto...

Sub tuum praesídium confúgimus,
sancta Dei Génetrix;
nostras deprecatiónes ne despícias
in necessitátibus;
sed a perículis cunctis
líbera nos semper,
Virgo gloriósa et benedícta.

Ut inimicos sanctae Ecclesiae humiliare digneris, te rogamus audi nos. ha detto...

A damnatione perpetua libera nos Domine.
A subitanea et improvvisa morte, libera nos Domine.
Ab imminentibus peccatorum nostrorum periculis, libera nos Domine.
Ab infestationibus daemonum, libera nos Domine.


Ab omni immunditia mentis et corporis, libera nos Domine.
Ab ira, et odio, et omni mala voluntate, libera nos Domine.
Ab immundis cogitationibus, libera nos Domine.
A coecitate cordis, libera nos Domine.

Per mysterium sanctae incarnationis tuae, libera nos Domine.
Per passionem et crucem tuam, libera nos Domine.
Per gloriosam resurrectionem tuam, libera nos Domine.
Per admirabilem ascentionem tuam, libera nos Domine.
Per gratiam sancti Spiritus Paracliti, libera nos Domine.
In die judicii, libera nos Domine.
Peccatores, Te rogamus audi nos.

Anonimo ha detto...

"Non tocca a noi dominare tutte le maree del mondo; il nostro compito è di fare il possibile per la salvezza degli anni nei quali viviamo, sradicando il male dai campi che conosciamo, al fine di lasciare a coloro che verranno dopo terra sana e pulita da coltivare."
J. R. R. Tolkien.

Casa San Clemente IBP Roma Adesso . ha detto...

15 Marzo 2020 Santa Messa cantata della III Domenica di Quaresima
https://www.youtube.com/watch?v=3o9Eyi4tt5E

Anonimo ha detto...

https://paolobecchi.wordpress.com/2020/03/15/democrazia-infettata/#more-10824

Anonimo ha detto...

https://www.maurizioblondet.it/berlino-kaputt-e-sono-stati-gli-americani-di-nuovo/

BERLINO KAPUTT (e sono stati gli americani, di nuovo)
Maurizio Blondet 15 Marzo 2020 60 commenti
La Germania che di colpo stacca un assegno da 550 miliardi, e si rimangia il decennio di politica economica “zero null” di Schauble e di Merkel? “La decisione di stampare 550 miliardi è etero diretta”. “Due giorni fa la Merkel è stata avvertita della fine del suo mandato e dall’incarico”.E da chi? Sentite questa ipotesi straordinaria: sono stati gli americani...

Adesso ! ha detto...

Santuario B.V.Addolorata Campocavallo
S. Messa conventuale, III Domenica di Quaresima, Suore Francescane dell'Immacolata
https://www.youtube.com/watch?v=uYzytFa7PZQ

Adesso ! Seguira' Santo Sacrificio . ha detto...

S. Maria Succurre Miseris, ora pro nobis!
S. Rosario Coram Sanctissimo - Domenica 15 marzo 2020 ore 17:45
https://www.youtube.com/watch?v=0XmkXCII4mc

Anonimo ha detto...

Probabilmente tutto ciò è la copertura per altri cambiamenti.

Anonimo ha detto...

Chi sa cosa scriverà il New York Times, che ci criticava per l ‘esodo Nord-Sud causa virus, ora che tutti quelli che possono, fuggono da NYC ?

Anonimo ha detto...

UN ANNO RECLUSO NON LO FACCIO
Leggete bene qual è il rapporto sul quale si sta muovendo Boris Johnson e così capirete perché sta prendendo certe decisioni e quali prenderà prossimamente, affinché non crediate che faccia retromarce quando deciderà certe chiusure.
Da noi invece si annullano le libertà costituzionali perché c'è in giro un sacco di gente piena di paure! Paura di questo, paura di quello, paura per i figli, paura per i soldi!
AVETE PAURA DI MORIRE! Non menatela....
Ora, io non mi farò un altro anno di reclusione, dopo quello della naja, solo perché siete terrorizzati voi.
Bisogna riprendere in mano la nostra vita e, passato il tempo necessario per allestire i posti letto per le terapie intensive e le degenze, si deve tornare a una cauta e prudente normalità.
Ah, vi do una notizia: moriremo tutti, prima o poi. E può essere domani. Percui si deve vivere amando come se si morisse domani e progettando come se si morisse fra 50 anni. Ma questo sempre, non solo adesso....
Davide Lovat su Fb

RR ha detto...

Anonimo22.04:
E’ la seconda volta che cita i miei posts su FB.
Mi fa piacere, ma mi nomini pure.
RR

Anonimo ha detto...

Coronavirus, Fontana prende Bertolaso. E la Lombardia produce mascherine
Coronavirus, Attilio Fontana ha deciso di prendere Guido Bertolaso come consulente e la Regione produrrà le mascherine da sola

https://www.affaritaliani.it/milano/coronavirus-fontana-prende-bertolaso-e-la-lombardia-produce-mascherine-658913.html

Anonimo ha detto...

"La Cina, attraverso le sue aziende pubbliche e private, tenta di darci una mano a risolvere il problema di carenza di mascherine del personale medico italiano, ma la Germania si mette in mezzo. Ecco i fatti: una azienda di Sondrio, la Dispotech, acquista 830.000 mascherine dalla Cina. Il carico arriva al porto di Rotterdam, e da lì si sposta verso la Germania per essere poi trasportato in Italia fino all'azienda acquirente. Ma attenzione: Berlino trattiene le nostre mascherine, sotto disposizioni del governo, perché potranno essere utili a loro. Qui non salta soltanto il principio di libera circolazione delle merci su cui si fonda l'Unione Europea o il principio di solidarietà di cui tanto ci si vanta nelle sedi europee. Qui accade un fatto ben più grave: la Germania sta requisendo merci di proprietà di aziende italiane, pagate dalle aziende italiane, e, drammatica aggravante, lo fa in una circostanza di estremo bisogno per noi. In un momento in cui paesi come Cuba, come il Venezuela o la già citata Cina mandano personale medico e attrezzature per venirci in soccorso, la Germania mette in pratica nei nostri confronti azioni restrittive idonee più a sanzionare un paese nemico di guerra che ad aiutare un paese alleato. Di quale Unione stiamo ancora parlando?".
(Luca Pinasco)