lunedì 29 ottobre 2018

Sempre contro gli italiani - Marcello Veneziani

Ieri avevo estrapolato, condividendole, due affermazioni che ripeto qui: 1. La sinistra sta facendo di tutto per distruggere la reputazione di una ragazza morta, pur di riabilitare quattro tagliagole africani. 2. Ma questi moralisti dell'ultima ora, come mai su Cucchi - per cui tutti continuiamo a chiedere verità e giustizia - non hanno utilizzato la stessa chiave?
E ora le ritrovo, insieme ad altro, nel solito chiaro contundente ed efficace Veneziani, che riprendo di seguito. In ogni caso questa triste e turpe cultura anti-italiana - ma innanzitutto anticristica - speriamo sia al tramonto, anche se sarà duro soppiantarla.

L’altro giorno Michele Serra confessava onestamente su la Repubblica che quando sente la notizia di uno stupro si augura vivamente che gli stupratori siano italiani, perché teme l’ondata razzista contro i neri. Altrettanto onestamente ammettiamo che a gran parte degli italiani succede esattamente l’inverso, preferiscono pensare che gli stupratori siano immigrati, come del resto il più delle volte accade. Entrambi brutti vizi, ma se permettete il primo è leggermente peggiore. Dopo l’onesta ammissione, però, l’antico vizio fazioso dell’uomo di sinistra prendeva il sopravvento in Serra e ristabiliva il razzismo etico: voi italo-razzisti di questa contrapposizione ci campate, noi antirazzisti illuminati invece ne soffriamo e prima ancora la denunciamo, e a differenza di voi rozzi noi ne siamo consapevoli.
No, Michele, posso assicurarti che anch’io ne soffro, non mi piace patire di questi pregiudizi e soprattutto di questi odi incrociati. Però poi ho collegato l’osservazione di Serra a una serie di eventi recenti e ho notato una cosa che poi vi dirò. Dunque, mettiamoli in fila.
Gli spacciatori nigeriani che straziano il corpo e la vita di Pamela a Macerata passano nel dimenticatoio rispetto al gesto folle di Traini che volendo vendicare la ragazza spara all’impazzata, senza uccidere nessuno, contro un gruppo di neri. Ma il meraviglioso mondo della sinistra ricorda di Macerata solo il gesto di Traini, e l’ex direttore di Repubblica Ezio Mauro addirittura gli dedica un libro per inveire contro l’Uomo Bianco.

Secondo episodio, più recente, lo stupro e poi lo strazio di Desirée, a Roma ad opera di un branco di nigeriani, senegalesi, gambiani, spacciatori di droga. A sinistra insistono a definire la povera ragazza una drogata, e Gad Lerner tiene a far sapere che la droga era di casa nella famiglia italiana di lei. Come a dire, ben gli sta, ecco gli spacciatori made in Italy.

Terza storia, infinita il caso Cucchi. Come voi sapete l’unica etnia nera che suscita livore e disprezzo a sinistra è l’etnia dei Carabinieri, con le loro divise nere e il loro minaccioso ruolo di garantire ordine e sicurezza al paese.
Il caso Cucchi, non dello spacciatore Cucchi ma del geometra Cucchi, per carità, diventa l’occasione per processare, discreditare, delegittimare l’Arma dei Carabinieri. In un paese sano si sarebbe portati a circoscrivere la vicenda ai diretti, presunti colpevoli, lasciando che la giustizia faccia il suo corso. Da noi no, non basta cercare coperture dei superiori ma si deve allargare il cerchio nero del discredito anche ai vertici dell’Arma che cercano come è giusto e naturale, difendere l’onorabilità dei Carabinieri e limitare la portata della brutta storia ai soli responsabili. Ed è inutile ricordare che ogni giorno migliaia di carabinieri rischiano la vita e l’incolumità per garantirci ordine e sicurezza, acciuffano delinquenti di vario tipo, spesso rimessi presto in libertà. Ma no, hanno le divise, usano le armi, quindi sono per natura violenti, il caso Cucchi docet.

Ma non finisce qui. Quest’anno è il centenario della Vittoria, l’anniversario in cui l’Italia vinse una guerra, fu una tragedia, una catastrofe di morti ma fu anche un evento glorioso per l’Italia e un evento da ricordare anche per quanti sacrificarono la loro vita sul fronte. Ma di quell’evento cruciale non si parla affatto, se non per parlare dei generali felloni, delle diserzioni e delle carneficine. Mai nessuno che ricordi quei poveri soldati morti al fronte, quegli eroi, quei militi ignoti, quel momento in cui un popolo si scoprì patria. In compenso, si commemorano da svariati mesi, quasi ogni giorno, su tg, giornali, con le istituzioni, le infami leggi razziali del ’38. Sembra che sia la cosa più importante che abbia fatto l’Italia, e non solo il fascismo, nel Novecento sia quella.

Mettete in fila queste vicende diverse e traete la conclusione: di fronte a ogni evento storico, giudiziario, di cronaca nera, la sinistra mediatica, politica, intellettuale e di potere, è sempre contro gli italiani, contro la nostra storia, contro chi tutela la nostra sicurezza. Sempre dalla parte di chi viola, violenta, ferisce, colpisce, o si commemorano solo le pagine di cui dovremmo vergognarci. Una costante, metodica, fanatica campagna di odio contro se stessi, contro l’Italia e contro gli italiani, giustificazionista verso gli spacciatori neri, gli stupratori neri (o anche romeni). E se un quartiere si ribella ai furti e alle sopraffazioni dei rom, la Premiata Ditta è sempre sistematicamente dalla parte dei rom contro gli italiani, con la benedizione delle Istituzioni.

Eccoli, gli antiitaliani, gli antipopolari, gli anti-noi, eccoli i fautori dell’Arrivano i loro, del Viva gli stranieri abbasso i connazionali, la setta che predica “forza i lontani abbasso i vicini”. E’ la stessa logica che porta a preoccuparsi di chi vuole sbarcare e a trascurare i vecchi di casa propria, i loro disagi, la loro povertà, la loro solitudine.
Capite perché allora questo razzismo a rovescio fa doppiamente male e suscita avversione, anche virulenta nella gente comune? Per carità, manteniamo la calma, la civiltà, la compostezza, i barbari di fuori e i loro complici di dentro non devono trascinarci nell’imbarbarimento e nella brutalizzazione. Però ristabiliamo la verità, ristabiliamo i fatti. E ripartiamo dall’amor patrio anziché dall’odio per i vicini che è la vera matrice del buonismo in favore dei lontani più distanti. Fino a quando disprezzerete gli italiani, gli italiani disprezzeranno voi.
Marcello Veneziani, Il Tempo 29 ottobre 2018

47 commenti:

Catholicus ha detto...

Spero che Veneziani possa leggere questo mio post: "caro Marcello, le posso assicurare che anch'io soffro per questi episodi, chiunque ne siano i responsabili; ma la sofferenza è acuita dall'odio che vedo uscire dal cuore, dalle parole, dalla penna di questi pseudointellettuali di sinistra, clero compreso, che definire folli autolesionisti è dir poco; sono dei nemici giurati del popolo italiano, questa è la pura verità; ci fanno la guerra, mediatica, economica (tramite i farabutti della UE che ci governano di nascosto), religiosa (imponendoci Lutero, lo sdoganamento delle perversioni sessuali, i balli da culattoni sulla spiaggia di Rio ed ora al termine del farsesco Sinodo dei giovani). Ci vogliono distruggere come società, come civiltà cristiana cattolica : a questo ,mira la guerra in atto contro Salvini, Savona, Fontana, ecc. e dispiace dover ammettere che i più accaniti sono questi falsi preti, vescovi cardinali, papi, in realtà agenti del Nemico di Dio d nostro. Una semplice conferma, dal periodico stimmatino Il Missionario : Immigrazione: "il fenomeno degli spostamenti di masse di persone da un paese all'altro è sempre esistito (?) ... Non esistono scorciatoie che consentano con un tratto di spugna di eliminare difficoltà e conflitti" Sotto : "Agli inizi di luglio 2018 un gruppo di 1130 presbiteri e laici ha scritto una Lettera datata Luglio 2018 ai Vescovi italiani, perché intervengano sul dilagare della cultura intollerante e razzista" : pazzi o criminali? decida lei caro Veneziani, io non nutro alcun dubbio in proposito : sono sfacciatamente in mala fede, pensano di aver vinto, forse sopravvalutando la protezione della masssneria e del suo capo, Lucifero !

Fuori tema ma non troppo ha detto...

Ti interessa questo convegno ?
L’associazione a/simmetrie è lieta di annunciare la settima edizione del convegno internazionale Euro, mercati, democrazia, che avrà luogo a Montesilvano (PE) il 10-11 novembre 2018, presso la Sala del Nord del Centro Congressi Serena Majestic (via Carlo Maresca 12, Montesilvano). L’edizione di quest’anno è dedicata al tema della sovranità. Economisti, politologi, giornalisti, politici si confronteranno su questo argomento traendo spunto dalla cronaca e approfondendo la riflessione in varie direzioni. I lavori verranno aperti da una prolusione di Jacques Sapir, al convegno parteciperanno, fra gli altri, Alberto Bagnai, Luciano Barra Caracciolo, Claudio Borghi Aquilini, Daniele Capezzone, Stefano Fassina, Brigitte Granville, Maria Giovanna Maglie, Riccardo Realfonzo, Antonio Socci, Alessandro Somma. Il programma definitivo con la lista completa di sessioni e partecipanti verrà reso disponibile su questa pagina.......

http://www.asimmetrie.org/upcoming-events/euro-mercati-democrazia-2018/

..dunque , iscriviti .

Catholicus ha detto...

Chiedo scusa per l'eccessiva presenza, ma non posso far a meno di richiamare l'attenzione su di un articolo di Roberto Pecchioli che si allinea perfettamente a quello di Marcello Veneziani; è appena stato pubblicato, ecco il link:
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/euroscettici-e-signoraggio/6939-lo-spread-lo-spritz-lo-splash
Grazie, e scusatemi per la ridondanza, pace e bene ... e viva l'Italia e Cristo Re!

Degno di nota ha detto...

La Matrix europea: le prove di come il cartello finanziario ha distrutto l'Italia.
27 ottobre 2018
La Matrix finanziaria, il libro del blogger e giornalista Francesco Amodeo, non è un testo complottista, ma un elenco circostanziato e documentato di fatti incontestabili, di dati economici oggettivi e provenienti da fonti ufficiali e di legami documentati tra i soggetti che hanno guidato l'Italia negli ultimi decenni che mostra, in maniera inconfutabile, come gli atti che hanno portato l'Italia dall'essere la quarta potenza economica del mondo all'essere un Paese in crisi economica e sociale siano stati voluti e perseguiti da un "cartello finanziario" composto da un ristretto numero di persone legate tra loro. Il video che vi presentiamo cambierà la vostra percezione della nostra storia recente.
https://www.youtube.com/watch?v=Al6gY3WQZkk

Valeria Fusetti ha detto...

Il fenomeno degli spostamenti di massa è sempre esistito. Vero, un cugino di mio nonno agli inizi del '900 si sposò ed emigrò in Inghilterra. Non so chi gli aveva trovato un lavoro in miniera. Quando si ammalo tornò a morire al paese natio, con la moglie e il figlio James nato in Inghilterra.Molte altre persone che conosco hanno parenti che sono emigrati, e tutti perché avevano un lavoro,chi nelle miniere del Belgio e del Lussemburgo, chi nelle fabbriche in Australia, Svezia,Canada, Germania e Stati Uniti. Solo i film prodotti da registi Italoamericani mafiosi e liberal hanno costruito la loro fama sul mito dei nostri connazionali esclusivamente come delinquenti.La maggior parte dei nostri connazionali che sono emigrati sono stati apprezzati ovunque per laboriosità ed intelligenza.Con buona pace dei tromboni alla DeNiro i delinquenti sono stati una netta minoranza. Basta andare negli USA e, in qualsiasi Stato dove abbiamo messo piede, quando capiscono che siamo italiani ci trattano con cordialità e rispetto. Persino nei villaggi rurali delle Enchainted Mountains, che non sono esattamente il posto più "liberal" ed intellettuale dello Stato di NY. Tutti sembrano avere parenti più o meno prossimi di origine italiana pure lì, a parte gli Amish ovviamente.Insomma ci sentiamo più fieri ed orgogliosi di essere italiani quando siamo da nostra figlia negli USA che quando siamo nella nostra Patria. Non è un paradosso ?

Anonimo ha detto...

Contro gli italiani, oltre si precedenti governi prezzolati anche e soprattutto la Germania.
http://www.politicamentescorretto.info/2018/10/27/stampa-tedesca-berlino-vuole-la-guerra-contro-litalia-e-pretende-anche-latomica-in-veste-eu/

mic ha detto...

Merkel: "Ho perso, lascio la politica"
http://m.ilgiornale.it/news/2018/10/29/crolla-limpero-della-merkel-ho-perso-lascio-la-politica/1594286/

Anonimo ha detto...

Desirée Mariottini, Giorgia Meloni lancia l'accusa: "Perché l'ha uccisa il lassismo della sinistra"

La piccola Desirée è stata stuprata e uccisa. Sarà la magistratura, grazie al lavoro degli investigatori e delle forze di polizia, ad individuare tutti i colpevoli e si spera a dare loro una pena esemplare. Esiste tuttavia, nella triste vicenda di questa ragazzina, un altro livello di responsabilità, quello di chi ha contribuito a creare i presupposti di questa tragedia. Nonostante qualcuno, come mi aspetto, vorrà accusarmi di "sciacallaggio", voglio assumermi la responsabilità di parole chiare e scomode: Desirèe è stata uccisa una volta da un branco di vermi spacciatori, ma anche quattro volte dal lassismo della sinistra.
Uccisa da chi promuove la droga, attraverso un martellamento scientifico che tenta di convincerci che drogarsi sia una forma innocente di svago, mentre le cronache, supportate dalle statistiche, ci raccontano sempre più di giovani vittime di overdose. L' eroina gialla, spacciata da bande di nigeriani, ha causato decine di morti negli ultimi dodici mesi, tra i quali Alice, 16 anni come Desirée, spirata nella desolazione di un bagno della stazione di Udine. Giovani uccisi da una sinistra che spaccia la cultura della morte e che in sei anni di governi filo-tossicodipendenze è riuscita a portare l' Italia tra le prime nazioni per il consumo di droghe in Europa.
Desirée è stata uccisa da chi difende l' illegalità delle "zone franche", come quello stabile di San Lorenzo a Roma, come tutte le terre di nessuno che esistono in Italia, difese dai centri sociali e dall' ANPI, che scendono in piazza, non contro gli spacciatori che hanno ucciso Desirée Mariottini, ma contro la presenza dello Stato. A questa sinistra piace l' idea di uno spazio in cui lo Stato non possa entrare, perfino quando questo è diventato covo di spaccio e sede di violenza. Una rivendicazione politica e ideologica che spesso nasconde torbidi affari tra centri sociali, spacciatori e delinquenti vari.
Desirée è stata uccisa da chi ha favorito per anni l' immigrazione incontrollata in Italia. L'illegalità questa volta come "resistenza democratica", in nome dell' immigrazione di massa, sostenuta dal sindaco di Riace e da tutte le anime belle della sinistra. Per dirla con le parole del guru Saviano «centomila immigrati (clandestini) non sono un problema, ma un dono». A proposito del sempre loquace Saviano, aspettiamo ancora una parola su Desirée e su Pamela, anche lei drogata, violentata e uccisa da pusher africani, per spiegarci meglio questo dono.

Anonimo ha detto...

... segue

Desirée è stata uccisa, infine, da chi nega le evidenze statistiche che mettono in relazione l' immigrazione illegale di massa con l' aumento di un certo tipo di reati in Italia, la violenza sessuale su tutte. I dati del Viminale sono allarmanti: gli stranieri, che sono solo l' 8% della popolazione commettono quasi il 42% delle violenze sessuali, con una incidenza sconcertante per determinate nazionalità e in particolare proprio quelle prevalenti di chi è sbarcato sulle nostre coste negli ultimi cinque anni. Una vera e propria emergenze stupri da parte di stranieri che coinvolge ormai tutta l' Europa. Quella stessa sinistra che nega l' allungarsi nella nostra nazione dell' ombra della mafia nigeriana.
Un giorno potremmo scoprire che molte delle violenze finite nelle cronache di questi anni, siano ascrivibili a pratiche tribali, stupri e omicidi rituali, tipici di organizzazioni criminali che abbiamo importato con i barconi durante l' ubriacatura dell' accoglienza per tutti.
Per questo mi assumo tutta la responsabilità delle mie parole. Stiamo combattendo una autentica guerra per salvare i nostri giovani e sfido tutta la sinistra, compreso il M5S, a dire chiaramente da che parte intende schierarsi. Per la liberalizzazione delle droghe o con chi, come Fratelli d' Italia, sostiene che non esistono droghe leggere e pesanti, ma solo la droga, quella che rende schiavi e che uccide senza pietà? CENTRI SOCIALI A difesa delle zone franche dello spaccio e del degrado care ai dai centri sociali, o dalla parte della legge e dello Stato sgomberando tutti gli edifici occupati e portando la polizia dove oggi non può entrare?
A favore dell' immigrazione di massa, come fenomeno ineluttabile e positivo per l' Italia, oppure per un controllo serio delle frontiere stabilendo che in Italia non si entra illegalmente e chi entra deve rispettare le nostre leggi e la nostra civiltà?
Continuando a negare il nesso diretto tra immigrazione incontrollata e l' aumento degli stupri o con Fratelli d' Italia che ha il coraggio di dire che va bloccata l' immigrazione proveniente da quelle nazioni che, in base ai dati ufficiali, creano maggiori problemi di sicurezza e di allarme sociale?
Fratelli d' Italia non resterà a guardare aspettando un' altra Pamela, un' altra Desirée, un' altra ragazzina sacrificata sull' altare del politicamente corretto della sinistra. Possono chiamarci "sciacalli" se vogliono, siamo disposti ad essere anche iene, squali e belve feroci per difendere i nostri figli.
di Giorgia Meloni
https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13394215/desiree-mariottini-giorgia-meloni-perche-l-ha-uccisa-lassismo-sinistra.html

Aloisius ha detto...

Bhe' brava Merkel, magari facessero così i politici italiani!

Quanto all'articolo, bravo Veneziani, come sempre.
Da quando hanno perso le elezioni, i sinistri figuri si sono scatenati, rendendo evidente quanto sia forte la loro faziosa influenza sui media.
Sulla povera Desiree hanno raggiunto il massimo della faziosità, ma il disgusto che ingenera la loro arroganza e ipocrisia e' un toccasana per la destra, perche' la maggioranza delle persone ancora sane di mente non li sopporta più.

La squadra e il compasso ? ha detto...

Domanda :
A che titolo l'Imperatore Soros da ordini a questo e a quello ... ?
Risposta mia :
Perche' evidentemente ha titolo per "comandare sui gregari "che ne avranno un vantaggio in termini di denaro e/o in termini di potere . In altre parole sono subordinati .
https://www.maurizioblondet.it/varoufakis-soros-telefonoa-tsipras-nel-2015-e-chiese-la-mia-espulsione/

Sarebbe interessante seguire le tracce del Soros e provare a svelare il cervello dei cervelli , la/le fonti raffinatissime che dirigono l'orchestra , per quanto , ci sembra di saperlo :
1) Ha comandato sull'Italia
2) Ha comandato sulla Grecia
3) Ha comandato ...
e poi ?

Anonimo ha detto...

@ Aloisius

lei forse non ha letto bene, die kanzllerin se ne andrà, ma solo nel 2021, quando in Germania ci saranno le elezioni per il nuovo cancellierato, quindi quasi 3 anni di colei al potere, a meno di scossoni che al momento non vedo, il terrore di qualche sia pur velatissimo rigurgito nazi, paralizza la Germania da 75 anni e chissà per quanto ancora.........accontentiamoci di poter annullare i tromboni del PPE, se ci riusciremo..........

Anonimo ha detto...

Nelle nostre città è sempre più evidente la presenza di zone franche ormai diventate terra di nessuno. Si spaccia droga e si compiono reati di ogni tipo e dove bisogna avare paura anche soltanto ad avvicinarsi. Addirittura vere e proprie protezioni di tipo militare ad opera di queste mafie straniere che impediscono a chiunque l’ingresso nelle aree dell’illegalità. Tutto questo è il prodotto di una mentalità ideologica e buonista che ha portato queste persone a godere quasi di un’impunità totale che va oltre le regole del vivere civile. Il ministro Matteo Salvini e il Parlamento devono dare risposte concrete alle tante famiglie che temono per il futuro dei loro figli spazzando via certa ideologia buonista e politicamentecorretta di un’accoglienza indifferenziata e di un’apertura senza difesa. Per Pamela e Desirée pugno duro e rispristino dell’autorita dello Stato!
Alessandro Meluzzi

Anonimo ha detto...

San Lorenzo
....Naturalmente ci sono numerosi, quelli che invece lo trovano “un ottimo quartiere”, un “quartiere giovane”, antifascista e di sinistra. E sono i commenti più allarmanti, sapere che c’è gente che trova ottimo il puzzo di orina e “gli zombi” drogati, il rumore insopportabile a tarda notte, la gente pericolosa. Che si trova a suo agio nel degrado e decadenza. E’ l’incanaglimento di una parte della società italiana, “liberata”, che quando muore lì violentata una bambina, se la prendono con ministro degli Interni venuto “per fare propaganda”.
Sono gli stessi che accoglono i negri. E li “integrano”, eccome, nel puzzo della rumenta mai raccolta, e nel ciarpame e nel piscio. Un livello di civiltà superiore, non c’è che dire. (M. Blondet)

Anonimo ha detto...

Prima constatazione: che genere di "dono"? Mi vengono in mente facili ironie... arcobaleno. Seconda constatazione: a Roma, da giorni due storici licei sono occupati, con spaccio, consumo di alcol e lancio di petardi notturni dalla terrazza, il tutto nella completa omertà ed indifferenza delle istituzioni, che anzi probabilmente come sempre monitoreranno il preside per evitare che sanzioni i fatti in modo troppo severo. E ci stiamo a preoccupare di San Lorenzo? A Roma (e non solo) ormai zona franca della delinquenza sono i licei. Perché non si può intervenire? Perché, guarda un po', i sediziosi sono figli di giornalisti, deputati, avvocatoni, gran Maestri, e chi più ne ha (di nausea) più ne metta. Da cittadino, vorrei umilmente sapere perche' non si procede con lo sgombero forzato.

Anonimo ha detto...

Martina si ritira...peccato. con lui si era toccato il fondo...ancora qualche mese ed il PD sarebbe sparito completamente. Speriamo nel lieto fine anche senza Martina..

Anonimo ha detto...

E anche titolo Bono degli U2, Sting e George Clooney pure? Ci raccontano a noi che sono attori e cantanti...non ce le beviamo più, ormai.

Anonimo ha detto...

Che dire di Bologna? E' stata pioniera nello sfacelo...una città dove la guerriglia urbana sonnecchia, sempre pronta a risvegliarsi...

Anonimo ha detto...

A Bologna sonnecchiano dal '68, sempre all'erta kompagni okkupanti, centri a - sociali e giovani(?)pdioti......a proposito che dire della prof di lettere di istituto superiore del padovano colpita da una sedia tirata dai cari studenti che però prima avevano spento la luce, sia mai che........istituto definito 'problematico', ma va!

Anonimo ha detto...

Tribunale di Prato rimette in libertà 3 nordafricani e restituisce loro i proventi dello spaccio, sequestrati dai carabinieri

C'è una logica in questa follia!

Anonimo ha detto...

Voglio solo dire che Desiree,non ha colore politico su cui speculare,dimenticando che ha fatto una fine orribile per una ragazzina,perpetrata da " Bestie Umane".
Ho letto sui social inneggiare alla Resistenza e ai Partigiani,è veramente vergognoso ed oltraggioso difronte alla morte.Purtroppo la Fede è venuta meno,oggi è importante il pallone,la TV spazzatura,cellulari ultimi modello etc.,questo ci danno i poteri forti,convincendoci che tutto va bene,No!!!! Non va bene nulla,non si può morire a 16 anni in questo modo orribile,è per vile propaganda politica,intimare ad un Ministro della Repubblica,di intervenire e di posare un fiore in memoria.Ma dove stiamo andando? Dice bene Veneziani ci sono Italiani e Anti Italiani,così siamo presa di chi non si fa scrupoli sulla nostra pelle.
Concluso, se per una volta gli Italiani mettessero da parte le Ideologie,che non portano da nessuna parte,tirassero i temi verso una soluzione dei nostri problemi,forse vivremmo meglio.
LA MIA È SOLO UTOPIA,APPUNTO CREFO SOLO in CRISTO.

Marisa ha detto...

OT:
https://www.maurizioblondet.it/molti-dicono-alla-commissione-ue-siete-pazzi-a-sfidare-litalia/

Anonimo ha detto...

Ho ricevuto dalla Polonia proprio ora una notizia che ha dell'incredibile. A Cracovia stanno preparando la celebrazione per il giorno 11 novembre data in cui la Nazione ha avuto l'indipendenza. La tv era presente mentre alcuni politici parlavano al popolo, e sapete come hanno salutato le persone presenti, ma naturalmente a tutti i cittadini questi uomini di governo? Ecco le parole pronunciate: Dio vi benedica tutti! Sia lodato Gesù Cristo sempre!
Là i politici salutano così e la Nazione vive in pace e senza disastri continui non solo meteorologici, noi che abbiamo qui la Sede di Pietro dobbiamo sempre sentir salutare con: buon giorno, buona sera, buon pranzo, buon gay, buon comunismo.....
Eppure il Signore i segnali li da, ma ormai si tace sulle cose che riguardano Dio per il bene di tutti. Ma almeno un saluto a Gesù!! Eh che è? E' considerato peggio di uno straccione visto che neppure gli si rivolge un saluto. Poveri noi....!

Comunque imparino i politici a rivolgersi a Dio prima di iniziare il lavoro e pregare. Sono certa che anche l'Europa dei burocrati massoni non ci tormenterebbe più.
Beata la Nazione che ha Dio per Signore!

Sia lodato Gesù Cristo amici!
Enza Pasquali su Fb

Anonimo ha detto...

In Italia, come in quasi tutta Europa, i popoli votano contro l'establishment eurista perché le regole che questo ha imposto sono antidemocratiche e tendono allo smantellamento dei diritti fondamentali.
In ogni epoca l'establishment avrebbe compreso i malumori del popolo e dato a questo risposte concrete.
In ogni epoca, ma non in questa.
Oggi l'establishment risponde facendo quadrato attorno a se stesso ed accusando il popolo di essere fascista!
Col nemico interno che applaude.
Giuseppe Palma

Anonimo ha detto...

Un'analisi veritiera,lucida e ineccepibile.che tristezza! spero davvero che qualcosa cambi, anche perché la massa la pensa diversamente... mi chiedo,ma cosa ci guadagnano a contrabbandare questo tipo di pensiero?
Enza Giannattasio

Anonimo ha detto...

Solo Giorgia Meloni alle esequie della ragazza stuprata e uccisa a Roma. Le lacrime del padre

Anonimo ha detto...

“L’antirazzismo attuale non ha in realtà che due funzioni reali: la prima è disarmare ogni critica all’immigrazione. La retorica antirazzista, cosi’ come la ascoltiamo tutti i giorni, sorretta dai mezzi di informazione e dalle lobbies, si prefigge fondamentalmente di far credere che tutte le critiche all’immigrazione sono ispirate dal “razzismo”. Chiunque critichi l’immigrazione è accusato di razzismo, chiunque voglia dar prova di “antirazzismo” deve al contrario parlare in favore della soppressione delle frontiere (ciò che si potrebbe definire come “Feticismo dell’Apertura”
La seconda ragion d’essere dell’ “antirazzismo” è di dissimulare l’adesione al sistema capitalistico che in questi ultimi decenni ha caratterizzato un intera generazione di “pentiti”. L’antirazzismo ha sostituito l’anticapitalismo come la lotta contro tutte le discriminazioni ha sostituito la lotta di classe. Si denunciano tanto più le “discriminazioni” di origine ontologica (sessismo, razzismo, fanatismo religioso) in quanto ci si adatta benissimo alle disuguaglianze economiche e sociali molto concrete dovute allo sfruttamento del lavoro vivo da parte della logica del profitto. L’antirazzismo funziona da questo punto di vista come paravento di un’adesione al sistema”..."

Alain De Benoist

mic ha detto...

Sempre efficace e avvincente Veneziani:
http://www.marcelloveneziani.com/articoli/pound-limperdonabile/

Nun ve regghe piu' !! ha detto...

"quelli di Melendugno bruciano i ritratti dei deputati 5 stelle che gli avevano promesso di bloccare la Tap, e i valligiani di Susa pretendono il blocco della TAV. Microscopici egoismi retrivi, ma imperiosi, particolarismi dementi quanto violenti, neandertaliani, piccinerie irriducibili nella sedizione perché impermeabili alla ragione, stanno per far fallire il progetto di liberazione dei popoli europei di cui l’Italia s’era messa a capo."
https://www.maurizioblondet.it/merkel-ovvero-il-governo-per-omissione/

Se la memoria non mi inganna c'e' stato per anni un continuo e costante battage anti TAV e anti-vattelapesca di un certo Mercalli onnipresente nel programma di Fazio , programma che va in onda ininterrottamente dal 2003 ! 15 anni lo stesso programma , gli stessi interpreti.... nun ve regghe piu'!

La prima puntata andò in onda il 13 settembre 2003, in questa edizione era presente il Meteolab, composto dai meteorologi Paolo Frontero, Luca Lombroso, Luca Mercalli, Tiziana Paccagnella, Dino Zardi.[2]
Lo scarso successo della prima edizione - sia in termini di gradimento che di audience - spingono a riconvertire il programma in un talk show di costume, con interviste a ospiti italiani e stranieri, sullo stile e ispirazione dei Late Show trasmessi dalla televisione americana. In questa nuova versione le previsioni del tempo occupano solo un piccolo spazio di approfondimento all'inizio della trasmissione - tenuto dai meteorologi Luca Lombroso (fino all'edizione 2006/07) e Luca Mercalli, che hanno cambiato la forma tradizionale delle informazioni meteorologiche prendendole quasi a pretesto per fare considerazioni più ampie di carattere ecologico ed ambientale, talora in polemica con coloro che negano il degrado dell'ecosistema.

**** informazioni metereologiche prendendole quasi a pretesto per fare considerazioni più ampie di carattere ecologico ed ambientale, talora in polemica con color......****
https://it.wikipedia.org/wiki/Che_tempo_che_fa

Anonimo ha detto...

Cara amica, dimentichi buon accompagnamento, buona condivisione, e soprattutto...buon discernimento!

Anonimo ha detto...

Battisti: "Non sono in fuga. Da Bolsonaro solo fanfaronate"
http://www.ilgiornale.it/news/mondo/battisti-non-sono-fuga-bolsonaro-solo-fanfaronate-1595491.html

Esimio Battisti , resti pure dov'e' perche' in Italia siamo al completo . Non c'e' posto e' gia' tutto prenotato !

Anonimo ha detto...

Mattarella contro il governo.
Sergio Mattarella richiama tutti all’equilibrio dei bilanci pubblici – come richiamato dalla Costituzione – alla tutela del risparmio delle famiglie italiane come condizioni essenziali “per la sovranità del Paese”. Il presidente della Repubblica ha inviato un telegramma in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio.

Gute nacht! ha detto...

E per concludere..
Merkel è finita nella trappola che si è costruita da sola di F. Dragoni e A.M. Rinaldi.
https://scenarieconomici.it/merkel-e-finita-nella-trappola-che-si-e-costruita-da-sola-di-f-dragoni-e-a-m-rinaldi/

Anonimo ha detto...

Parlando dell’economia italiana, il tedesco Oettinger ha praticamente confessato che la manovra è stata bocciata perché in Italia c’è un governo populista.

“Ed io posso solo sperare che questo giochi un ruolo nel corso della campagna elettorale come segnale a non dare la responsabilità di governo ai populisti di sinistra e di destra.”
http://www.imolaoggi.it/2018/10/31/manovra-oettinger-non-bisogna-dare-ai-populisti-la-possibilita-di-governare/

Anonimo ha detto...

Oettinger è il tecnocrate che disse: "i mercati insegneranno agli italiani a votare".

Japhet ha detto...

“Golpe finanziario contro l’Italia. Jeroen Dijsselbloem è un politico olandese alleato del Pd in Europa. Le sue ultime dichiarazioni fanno rabbrividire.”

Lo ha scritto il Movimento 5 Stelle Europa in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook.

“In una intervista alla CNBC” – hanno spiegato i 5 Stelle – “invita apertamente i mercati a punire l’Italia facendo salire gli interessi sul debito. Questa è l’ennesima conferma che l’establishment finanziario è contro il popolo.”

“Ci fanno la guerra perché abbiamo chiuso il rubinetto a banche e lobby! La notizia è stata ripresa da Zerohedge, nessun telegiornale italiano invece riportato le sue dichiarazioni” hanno proseguito.

“Tutti ricordano Dijsselbloem – hanno sottolineato i pentastellati – perché ha accusato i Paesi del Sud Europa – Italia compresa – di spendere tutti i soldi in alcol e donne.”

“Dijsselbloem, da Presidente Eurogruppo, ha appoggiato il piano di salvataggio della Grecia che ha massacrato milioni di cittadini con tagli a stipendi, pensioni, sanità e istruzione. Sempre lui ha avallato nel 2013 il prelievo forzoso nelle tasche dei risparmiatori ciprioti per salvare le banche” hanno affermato.

“Oggi Dijsselbloem è consigliere strategico per il Meccanismo Europeo di Stabilità. Visto che l’Italia è il terzo contributore di questo Fondo auspichiamo che questo personaggio che passa il tempo a insultare l’Italia e gli italiani si dimetta al più presto!” hanno concluso.
https://www.silenziefalsita.it/2018/10/31/dijsselbloem-invita-i-mercati-a-punire-litalia-m5s-golpe-finanziario/

Dall'Olanda la luce ha detto...

Il Gruppo Bilderberg
Nel 1954, gli uomini più potenti del mondo si incontrarono per la prima volta, sotto gli auspici della corona olandese e della famiglia Rockefeller, nel lussuoso Hotel Bilderberg nella cittadina di Oosterbeek. Per un intero fine settimana discussero del futuro del mondo.
Al termine, decisero di incontrarsi una volta all’anno per scambiarsi delle idee e analizzare gli affari internazionali.
Si definirono “Gruppo Bilderberg”. Da allora, si sono riuniti annualmente in lussuosi hotel in varie parti del mondo per tentare di decidere il futuro dell’umanità. Tra i selezionati membri di questo club troviamo Bill Clinton, PaulWolfowitz, Henry Kissinger, David Rockefeller, Zbigniew Brzezinski, Tony Blair e molti altri capi di governo, uomini d’affari, politici, banchieri e giornalisti di tutto il mondo.
https://www.youtube.com/watch?v=s0Z27Kqyso0

mic ha detto...

https://www.corriere.it/politica/18_novembre_01/conte-italia-rallenta-non-colpa-nostra-nostra-manovra-sara-espansiva-ee0444fa-dd51-11e8-989f-9f5167836d06.shtml

Anonimo ha detto...

Sono felicissimo che la Procura di Catania abbia chiesto l'archiviazione per le accuse, assurde, contro Matteo Salvini. La buona giustizia si avvia sulla strada del trionfo. Sempre al fianco di Matteo che ha difeso, e difende, i cittadini e i confini italiani.
(Lorenzo Fontana)

Chissa'... ha detto...

LA COMPETENZA E LA CAPACITA’ OPERATIVA NON SI INVENTA (di Marco Santero)
https://scenarieconomici.it/la-competenza-e-la-capacita-operativa-non-si-inventa-di-marco-santero/

Speriamo che i molti maggiordomi e servi vengano stimolati dalle capacita' dei pochi ed abbiano finalmente uno scatto di orgoglio

Italia , salita al calvario ha detto...

BENITO LIVIGNI COME CI HANNO RIDOTTO IN POVERTA' E SVENDUTO TUTTO SENZABAVAGLIO.INFO
https://www.youtube.com/watch?v=Mf0mv5fDTEI

https://www.maurizioblondet.it/il-braccio-destro-di-mattei-privatizzazioni-furono-crimine/
IL BRACCIO DESTRO DI MATTEI: “PRIVATIZZAZIONI FURONO CRIMINE”

Benito Li Vigni: Le privatizzazioni furono un crimine. Italia in mano della finanza
https://www.youtube.com/watch?v=kB5MDW0yOz8

Polizia arresta magistratura scarcera ha detto...

Il gip di Ragusa ha liberato lo stupratore gambiano. A.S. di 26 anni a maggio aveva violentato una richiedente asilo nella struttura iblea che la ospitava e in cui lui lavorava come mediatore culturale per facilitare l’integrazione degli immigrati.
L’aveva minacciata di morte perché non parlasse e il giorno successivo si era riavvicinato a lei accusandola di aver violato una regola della struttura, finendo poi con il fratturarle le ossa nasali, la mascella e uno zigomo perché si era difesa minacciando di dire alle forze dell’ordine cosa le aveva fatto. Il 26enne aveva fatto perdere le proprie tracce. Gli uomini della Squadra mobile di Ragusa, operando con l’Ufficio immigrazione della questura, lo hanno individuato venerdì scorso e arrestato. Ma per lui, come ricostruisce il Giornale, non si sono aperte le porte di nessun carcere, e nemmeno i domiciliari, ma è stato deciso il divieto di avvicinamento alla vittima e l’obbligo di dimora nel comune della provincia di Ragusa in cui abita. Una notizia che ha fatto indignare i cittadini e le forze dell’ordine. «Questa è la nostra giustizia – dice un poliziotto al Giornale – Ci si affanna per arrestare delinquenti e il giorno dopo chi si è macchiato di un reato viene liberato. Per questo mediatore culturale si è pure saltato il passaggio dell’arresto e di conseguenza non c’è stata nemmeno una notte, macché dico, un’ora, in carcere. Perché c’è stata solo la lieve misura cautelare decisa dal magistrato?».
http://www.secoloditalia.it/2018/10/niente-carcere-per-lo-stupratore-gambiano-lira-dei-poliziotti-video/

La Legge fatta da Renzi prevede che se il danno non supera i quattro anni i delinquenti non vanno in galera . Che il nuovo governo la cambi prima possibile...

Anonimo ha detto...

Salvano una bambina e bloccano il pedofilo: poliziotto e funzionario condannati per “sequestro di persona”
https://fenicenews.wordpress.com/2018/11/01/salvano-una-bambina-e-bloccano-il-pedofilo-poliziotto-e-funzionario-condannati-per-sequestro-di-persona/

Anonimo ha detto...

Mattarella: «La tutela del risparmio motore di sviluppo responsabile e sostenibile». Bene ! Meglio tardi che mai. Ma dov’era il presidente quando veniva approvato il bail-in, esproprio criminale del risparmio che ha truffato, col concorso di Bankitalia e dello Stato, 500.000 famiglie,che noi risarciremo ?

Anonimo ha detto...

Non rientra tra le prerogative del Capo dello Stato formulare indirizzi politici al Presidente del Consiglio. Il Presidente della Repubblica può solo inviare messaggi alle Camere e alla Nazione.
Questo è ciò che dice la nostra Costituzione. Poi fatevi pure prendere in giro come volete.
Non siamo ancora una monarchia parlamentare!
Giuseppe Palma

Anonimo ha detto...

"Il verdetto non è ancora stato emesso ma è già stato deciso. La trappola scatterà ufficialmente il 21 novembre, quando la Commissione Europea farà scattare contro il nostro Paese la procedura d’infrazione per debito eccessivo, riportando così l’Italia nel bel mezzo di una crisi dalla quale sarà complicatissimo uscirne" (Affaritaliani). Procede senza tregua l'offensiva della realtà postdemocratica dell'Unione Europea contro la realtà sovrana democratica dell'Italia.

Anonimo ha detto...

E se è IlSole24ore a dirlo...
http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/finanza-e-mercati/2018-11-03/banche-problema-e-berlino-parigi-e-londra-084448.shtml