venerdì 18 luglio 2014

Vescovo di Treviri: l'omosessualità non deve essere "curata"

Aggiornamento: adesso, raggiungendo il testo dal link sotto riportato, è cambiata l'immagine; ma non la sostanza! Che ci sia la foto del vescovo in clergyman ad appoggiare l'eresia è solo somma ipocrisia.
Con la foto a sinistra - inequivocabile emblema del mondo del genere assurto a sistema - Radio Vaticana riprende le esternazioni eterodosse del vescovo di Treviri [qui]. E purtroppo non è una novità. Non è una novità per la sezione tedesca di RV che già ai tempi di Benedetto XVI aveva una linea redazionale discutibile, e non lo è per quel vescovo. Complice l'usuale intervista, dal momento che la cattedra mediatica è purtroppo quella ormai usata e abusata. Con  tutte le conseguenze negative più volte evidenziate.
Riprendo da un intervento di Luisa.
Mons. Ackermann è uno dei più impegnati a sovvertire la morale cattolica, che abbia detto quelle parole alla comunità lgbt è in linea con ciò che ha già detto nel passato. Questo il suo pensiero:
“non potendo cambiare completamente la dottrina della chiesa”, sarebbe opportuno “avviare un cambiamento profondo della morale cattolica, adeguandola ai tempi correnti”.
Un vescovo - e Ackermann purtroppo non è il solo - può portare i suoi fedeli su strade non cattoliche, può seguire l`aria del tempo, anche se quell'aria è inquinata al massimo, e dire ai fedeli che quell'aria è buona e deve essere respirata dalla Chiesa tutta, può farlo in tutta libertà, può farlo sempre più in libertà. Ormai non c'è più nessun freno, non che prima ce ne fossero molti, ma oggi i tempi stanno accelerandosi, i sovvertitori della dottrina, della morale cattolica, hanno capito che sono vicini a raccogliere i frutti marci della loro battaglia.

Tutto ciò può accadere per un unico esiziale motivo ormai evidente: la perdita del fondamento dell'Etica nella Verità, non più richiamata perché di fatto rinnegata; il che scioglie la morale da ogni vincolo normativo per immergerla nel contesto storico-culturale, ovvero nell’etica della situazione

Questa "frangia" tedesca di certo non può dirsi conforme a la Catholica. Di fatto, però, canonicamente la rappresenta. Questo è il vulnus che una volta non si sarebbe tollerato e che oggi diventa regola malsana e foriera di confusione e traviamento per le anime. Del resto cosa aspettarsi, dal momento che la conclamata lobby gay tuttora continua a tessere le sue trame indisturbata e anzi potenziata, in Curia, con un papa che dice chi sono io per giudicare?

71 commenti:

Renzo T. ha detto...

Nessuno scandalo...
Solo da registrare che... Motus in fine velocior.
Ormai penso sia inutile parlare, anche se bisognerebbe "gridare dai tetti"...
Siamo sereni perché alla fine "non prevarranno" e, a Colui che ci ha promesso questo, noi crediamo fermamente!

AICI ha detto...

dovrebbero rimettere il Paragrafo 175. Sono inoltre convinto che queste persone sino alla guarigione non debbano avere incarichi come maestri per non insinuare come normalita' il peccato della sodomia in giovani menti!

Luisa ha detto...

Riporto qui il mio commento:

Un vescovo, Ackermann non è il solo, può portare i suoi fedeli su strade non cattoliche, può seguire l`aria del tempo, anche se quell`aria è inquinata al massimo, e dire ai fedeli che quell`aria è buona e deve esseere respirata dalla Chiesa tutta, può farlo in tutta libertà, può farlo sempre più in libertà.
Ormai non c`è più nessun freno, non che prima ce ne fossero molti, ma oggi i tempi stanno accelerandosi, i sovvertitori della dottrina, della morale cattolica, hanno capito che sono vicini a raccogliere i frutti marci della loro battaglia.

http://www.corrispondenzaromana.it/morale-cattolica-stravolta-e-riscritta-dal-vescovo-di-treviri/

http://www.ilfoglio.it/articoli/v/118316/rubriche/dissenso-vescovo-treviri-pastorale-matrimonio-papa-francesco.htm

Annarè ha detto...

Purtroppo quando Dio agirà. ci sarà da soffrire per tutti, pertanto da una parte prego che che intervenga al più presto, perchè meno anime si perdano, ma nel contempo tremo.

Anonimo ha detto...

Ho capito per anni che la secreta terza di Fatima riguardava la persecuzione della Chiesa da fuori, e i guai che la Chiesa soffrirà dagli nemici esterni...

Ma adesso capisco che è proprio i nemici interni che riceveranno la punizione...

Stiamo molto vicino...

La casa di Pietro sta per distruggersi.

Per tanti anni la rivoluzione muoveva in secreto, la battaglia in secreto...ma adesso, La guerra civile si è comminciata al Vaticano in aperto, in pubblico...

Che scandalo!

Signore, salvaci dalla dannazione eterna e temporale di questi giorni!

Romano

Anonimo ha detto...

Non credo sia necessario cambiare profondamente la morale cattolica. Nella vita di tutti i giorni la morale è già cambiata ed è in continua evoluzione, almeno per la stragrande maggioranza di coloro che oggi si dichiarano cattolici.
Il problema non è tanto quello delle regole e della dottrina che, in quanto tali dovrebbero essere rispettati. Il problema vero è che a quelle regole le persone non vi aderiscono per libera scelta, ma per mero condizionamento familiare.
Lasciamo stare il battesimo, cui si partecipa da neonati, ma anche al resto della trafila non si partecipa certo per scelta, ma soltanto per decisione degli adulti, i quali a loro volta agiscono più per tradizione, perché “così si è sempre fatto e così fan tutti” e quasi mai per una scelta consapevole e motivata.
Come si può pretendere che quelle regole e quella dottrina generi interesse in coloro che non vi hanno mai aderito in modo convinto?
La Chiesa dovrebbe valutare se ci sono i presupposti per partecipare per esempio alla Cresima che non è acqua fresca, ma dovrebbe rappresentare la “Conferma” di un’adesione matura e convinta. E così dovrebbe fare per il sacramento del matrimonio, ma non lo farà mai.
Preferisce rallegrarsi pubblicando ogni anno il numero dei battezzati, pur sapendo che quel numero non rappresenta nulla.

Claudius ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

Come si può pretendere che quelle regole e quella dottrina generi interesse in coloro che non vi hanno mai aderito in modo convinto?

Non si può "pretendere", si può solo agire insegnando e santificando secondo il comando di Cristo, innestati in Lui - che è Verità e Vita -.
Il comportamento anche morale e la carità (non la sociologia), non è che conseguenza... Ma se non si capisce questo e non si riparte da qui, si continuerà per la discesa.

Claudius ha detto...

L'ennesimo vescovo eretico (e ). Oramai non fa piu' non dico scandalo, ma nemmeno notizia.

Luisa ha detto...

Le parole di quel vescovo erano illustrate su Radio Vaticana(!) dall`immagine che figura nel thread, e visibile qui:

http://www.leforumcatholique.org/message.php?num=755139

Ma guarda, guarda un pò, i coraggiosi redattori tedeschi si son resi conto che quella foto su un sito vaticano stonava leggermente, allora la tolgono e mettono quella di Ackermann!

http://de.radiovaticana.va/news/2014/07/17/d:_homosexualität_muss_nicht_„geheilt_werden/ted-813772

Interviste papali messe, poi tolte e poi rimesse, e poi ancora tolte, foto messe e poi tolte, specchio che riflette la confusione, lo scompiglio, il ca**no che non è solo quello degli organi di comunicazione vaticani.

Anonimo ha detto...

E questo dovrebbe essere un custode della fede? E poi commissariano i FI?? Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da morire dal ridere, abbiamo superato il senso del ridicolo in questa nuova chiesa...
John

Luís Luiz ha detto...

Quello che è più grave è che Bergoglio brucia i vascelli alle spalle. I danni sono irreversibili.

r.r. ha detto...

E come ha scritto Magister, spendono un sacco di soldi perchè la McKinsey ne curi l'immagine e la comunicazione.
In una qualsiasi azienda di media grandezza, una comunicazione così disastrosa nelle forme e contenuti sarebbe oggetto di un repulisti con decine di "teste" tagliate, ed assunzione di nuovi "comunicatori". Ma poichè ormai in Vaticano non solo hanno purtroppo perso la Fede in molti, ma anche il semplice uso di ragione, questi sono i risultati.
E meno male che si stava male sotto BXVI !
Complimenti a tutti quei cardinali del Nuovo Mondo e dell'Europa del Nord che pensano che i "romani" siano pigri, non efficienti ed un poco maneggioni. Adesso con l'America Latina ed il Sudeuropa (che NON è l'Italia) "stamo propprio a vede".
R.R.

Annarè ha detto...

E c'è anche chi crede che a questi pastori bisogna obbedire, invece bisogna resistergli in faccia, S.Paolo lo fece per cause molto meno gravi.

r.r. ha detto...

E tutto ciò da un lato per nascondere le proprie tendenze sessuali malate, dall'altro per "cattar su" qualche "fedele" omo (5-10% della popolazione) rischiano di perderne il 50% e più. Come investimento di "marketing" non c'è che dire, complimenti vivissimi.
Se non t'interessa più insegnare la vera dottrina cattolica, almeno si preoccupassero dei soldi. Dopo l'ultima sparata pro "illegal children", molti cattolici americani non daranno più un centesimo di dollaro alle loro parrocchie.
Chissà, forse quando l'Obolo di S.Pietro si sarà prosciugato, si porranno domande. O assumeranno altri costosissimi consulenti del nulla ?
r.R.

per AIICI ed i suoi dubbi. Forse è sfuggito ha detto...

b. ha detto...
Amici cari, MA SCHERZATE?!?
QUANTI SCRUPOLI!
SALUS ANIMARUM, PRIMA &t SOMMA LEX!
A Napoli, per anni la FSSPX ha detto Messa nella sede di un'associazione.
Ci sono amici che hanno avuto l'onore di avere, a volte per anni,la SANTA MESSA DI SEMPRE in casa. So di case in cui sono state celebrati battesimi, prime comunioni e matrimoni, abiure e conversioni di musulmani e TdG et altro. Per la *VALIDITà* della Messa è NECESsARIO & SUFFICIENTE che ci sia un prete validamente ordinato, del vino genuino e del pane (nei casi di cui parlo, il prete si è portato ostie e vino). PER LA *liceità* è raccomandato che ci siano Reliquie di Santi (se possibile martiri)e/o il corporale greco, in cui, tali reliquie, sono tessute dentro. Di solito i preti di passaggio, quando sanno di poter essere nella necessità di celebrare fuori di chiesa,(e non crediate che TUTTE le Chiese siano consacrate. Alcune sono solo benedette) si portano dietro la "BORSA-CAPPELLA", con tutto il necessario, inclusi corporale greco e/o pietra santa, con dentro reliquie di martiri. Dite che fa "brutto effetto"? Come mai non vi fa venire in mente l'est europeo anni '50, o la CINA (o l'Arabia Saudita)anche di oggi? Sono strano io, cui il primo pensiero, di fronte a ciò è proprio di partecipazione alla sofferenze di quei fratelli? Circa le "mura spoglie", ma i tradizionalisti non erano famosi perché le mura di casa loro erano addobbate di Sacri Cuori, Madonne, San Giuseppe, Angeli e frasi del Vangelo? Preferiscono anche loro i quadri dell'arte astratta?

16 luglio 2014 23:40

mic ha detto...

Preferiscono anche loro i quadri dell'arte astratta?

E' evidente la battuta.
Il fatto è che loro si fondano sull'Unico essenziale.
E la sobrietà e la povertà (non il pauperismo) non impediscono la cura e il rispetto e il fervore.
Convengo sul clima di emergenza evocato.

Luís Luiz ha detto...

“Gotta love new Pope. He cares about poor, hates dogma.” (Jane Fonda su Twitter la settimana scorsa) Anche le dicervellate stars di Hollywood l'hanno capito: hates dogma.

Anonimo ha detto...

In mittendo la foto del vescovo al

http://de.radiovaticana.va/news/2014/07/17/d:_homosexualität_muss_nicht_„geheilt_werden/ted-813772

inveche di quella dei perversissimi, la Radio Vaticana prova di appoggiare ERESIA morale con la faccia di qualcuno in clergyman...

Che ipocrisia! che bestemmia!


Nel Signore,


Romano

AICI ha detto...

Conoscendo la cattiveria della gente, io quando mi muovo-in qualunque campo- lo faccio all'interno delle regole. Più volte hanno prpvato in diversi campi a pigliarmi in castagna ma regolamento alla mano si scopriva che erano loro quelli a non rispettarlo pienamente!
Manco sto a dirvi che quando non riuscivano a screditarmi passavano al dire che ero un retrogrado troppo legato alle regole....
Comunque nulla di male dire saltuariamente messa in casa, soprattutto se uno ha una stanza consona al rito sacro,

Turiferario ha detto...

Il metodo è chiaro: nessuno mai "ai vertici" proclamerà solennemente che l'omosessualità è lecita. Ma nessuno afferma più il contrario, e a questo punto basta che un pinco pallo qualsiasi, un vescovo, un monsignore, finanche l'uomo delle pulizie dica l'indicibile (con l'opportuno risalto e senza essere minimamente contraddetto), et voilà, l'effetto è come se lo avesse detto la Chiesa.

Francesco ha detto...

A mio avviso bisogna fare un pò di chiarezza. E' ovvio che l'omosessualità, non essendo una malattia ma una caratteristica genetica di un individuo (come avere i capelli rossi o essere mancino) non può essere curata, nel senso che non è modificabile dall'esterno. Altra cosa, ed è quello che insegna la dottrina cattolica da sempre, è il dovere di mantenere la castità da parte di tutte le persone non sposate in Chiesa, quindi anche da parte degli omosessuali, i quali, fino a prova contraria, non possono contrarre matrimonio religioso. Dunque non vedo motivo di scandalizzarsi per quanto detto da questo Vescovo, a meno che egli non sostenga che l'attività sessuale tra individui dello stesso sesso sia lecita e legittima: in questo caso, egli non seguirebbe la morale cattolica tradizionale e tuttora prevista dal Catechismo ma si farebbe portavoce di una sua personale opinione.

Luisa ha detto...

La foto che ha sostituito l`abbraccio omo è quella di mons. Ackermann.

mic ha detto...

A mio avviso bisogna fare un pò di chiarezza. E' ovvio che l'omosessualità, non essendo una malattia ma una caratteristica genetica di un individuo (come avere i capelli rossi o essere mancino) non può essere curata, nel senso che non è modificabile dall'esterno.

L'omossessualità non è una caratteristica genetica. Geneticamente si è maschi o femmine. Ci sono le prove scientifiche.

Che poi cultura, ambiente, fattori ormonali o altro, da studiare e approfondire, possano indurre una persona a fissare un'identità contro-natura diversa da quella genetica, questo è un altro discorso.

Col suo definirla "non curabile", il vescovo abbatte il discorso sull'identità sessuata...

Ne abbiamo parlato qui

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2014/06/oltre-il-gender-il-cervello-e-maschio-o.html

Luisa ha detto...



" A mio avviso bisogna fare un pò di chiarezza. E' ovvio che l'omosessualità, non essendo una malattia ma una caratteristica genetica di un individuo (come avere i capelli rossi o essere mancino) non può essere curata, nel senso che non è modificabile dall'esterno. "

L`omosessualità NON è una caratteristica genetica, se per taluni forse si può dire che sono nati con quella tendenza, non è vero per tutti, lo è ancor meno oggi in questo clima di libertà sessuale sfrenata dove tutto è possibile, dove le sollecitazioni e tentazioni sessuali sono ovunque e dove si tenta tutto, dove tutto è a disposizione e facilmente ottenibile, dove si spingono sempre più lontano e in basso i limiti per scoprire nuove sensazioni, dove da ogni parte ti dicono che etero, omo, bi, trans, sono la stessa cosa, che tutto è normale e naturale e che si va nelle scuole per imporre quella ideologia, dai piccoli fino agli adolescenti, quest`ultimi preda particolarmente vulnerabile, dove gli istinti guidano la carrozza.
Non è esatto dire che quella tendenza, quel comportamento, non può essere modificato dall`esterno, esistono gruppi terapeutici che agiscono in quel senso, e anche testimonianze di chi, dopo un cammino di approfondimento per portare alla coscienza le cause del suo comportamento omo hanno ritrovato equilibrio e serenità e lasciato dietro di sé l`omosessualità.

Francesco ha detto...

Gent. Mic, lei dice bene: geneticamente si è maschi o femmine. E infatti, geneticamente, anche nel mondo animale, esistono maschi eterosessuali e maschi omosessuali, così come esistono femmine eterosessuali e femmine omosessuali. Un individuo non è meno maschio o meno uomo perchè è omosessuale, nè meno femmina o meno donna per la stessa ragione. L'appartenenza al genere maschile e femminile non impedisce affatto che esistano maschi sessualmente attratti verso altri maschi e femmine (molte meno per la verità) sessualmente attratte verso altre femmine. L'essere omosessuali non costituisce un terzo sesso, che non esiste affatto: in natura esiste il maschio ed esiste la femmina, punto. L'origine biologica dell'omosessualità non è stata ancora accertata, probabilmente esistono cause diverse in individui diversi e possono esistere anche concause. La scienza, non solo non esclude affatto che certi tipi di omosessualità possano avere natura genetica (si informi meglio), ma, anzi, negli ultimi anni sembrerebbe orientarsi sempre più verso questa spiegazione. In precedenza si preferiva parlare di ragioni ormonali o psicologico-ambientali, che comunque non sono mai state escluse. Sta di fatto che anche il mancinismo rappresenta una forma di "inversione", di deviazione dalla maggioranza degli individui, deviazione che ha molto probabilmente ragioni di natura genetica esattamente come può averle la tendenza sessuale verso individui del proprio sesso anzichè verso il sesso opposto.
Consiglio pertanto molta, molta cautela quando si parla di argomenti che non si conoscono bene o che non si sono sufficientemente approfonditi, magari perchè il nostro odio ideologico ci impedisce di ragionare con distacco e di farci oltrepassare la rassicurante e comoda soglia dei pregiudizi e dei luoghi comuni.

Anonimo ha detto...

Il vosto odio per gli omosessuali dovrebbe essere perseguito per legge. Ma con la legge Scalfarotto vedrete, vi passerà la voglia di odiare.

Luisa ha detto...


Potrebbe interessarvi questa intervista a mons. Anatrella dopo l`uscita del suo libro
"La teoria del “gender” e l’origine dell’omosessualità," pubblicato da San Paolo,

http://www.tempi.it/e-vietato-dirlo-ma-col-sesso-non-si-gioca#.U8kGx8baRLI

Anonimo ha detto...

se l'omosessualita e' genetica allora Dio ha sbagliato giuduzio con Sodoma.

e san Paolo era omofobico e non sapeva quello che diceva quando parla di rapporti innaturali, cioe non connaturati alla natura fisica e spirituale dell'uomo.

rapporti omosessuali infatti sono contro il diritto naturale umano.

chi prete afferma certe cose non e' in buona fede ma per un qualche motivo mette se stesso prima della Verità . mario Mieli, di famiglia ricco borghese di origine ebraica, affermava che la vera rivoluzione sarebbe stata quella omosessuale. non quella proletaria che servi' da mezzo per il comunismo vero e toatalizzante omosessualista. non piu tutti uguali perche tutti compagni , ma tutti uguali perche tutti omosessuali. vendola nasce infatti nel pc per esempio. e comunque sembra assurdo ma basta leggere csa scriveva Mario Mieli nel suo librotitolato "elementi di critica omsessuale"... è il programma che stann attuando oggi.

Anonimo ha detto...

La nuova eresia fa divorzio tra la natura e la moralità per negare ogni fondamento del giudizio giusto morale...

in un senso, siamo ai confronti con un nuovo tipo di eresia di natura, non come quella dei Albigensi che credeva in 2 dii, uno buono e spirituale, l'altro cattivo e materiale, ma l'eresia contraria in cui il Dio spirituale è cattivo, e la materia è buona...o almendo vogliano di propore la loro eresia cosi..

ma infatti, siamo ai confronti con la conseguenza lunga di Sentimentalismo in cui i sentimenti sono considerati come l'espressione e la facoltà pià alta nella persona umana, e quindi la misura secondo la quale ogni morale si deriva...

Quindi, abbiamo le regole della mondanità odierna: se ti piace, farlo...

La figlia di Sentimentalismo, è modernismo, che esalta il sentimento religioso al livelo di regola oggetiva teologica per l'espressione di fede...

Per tutte queste ragioni, cio che leggiamo sulla Radio Vaticana è un espressione complete di tutti gli errori odierni e tutte le eresia vigenti...

Come la Madonna di La Salette ha detto: Roma (cioè il Vaticano) perderà la Fede, o quella di Fatima secondo le opinioni dei studiosi: la fede si perde dal capo...

Romano

Turiferario ha detto...

Ad ogni modo (basta leggere il testo di Radio Vaticana riportato nel thread) il vescovo di Treviri non ha detto solo che in sé l'essere omosessuali non è un male (e questo è in linea con la dottrina della Chiesa): alla domanda posta dall'associazione gay che le diocesi cattoliche non licenzino i loro dipendenti che contraggono pubblicamente un'unione gay ha risposto in maniera ambigua e possibilista.

Cattolico ha detto...

Io preferisco fare come Blaise Pascal: scommettere sull'esistenza di Dio e sulla validità eterna di tutti i suoi comandamenti, precetti, consigli., Alla faccia dei vari Kasper, Ravasi, ed altri che, nei loro scritti, arrivano a dire che c'è un Cristo della fede ed un Cristo della storia, e che i miracoli di Gesù, la sua stessa Resurrezione ed Ascensione appartengono al primo campo, sono senza prove certe di eventi storici, sono state "inventate" dai primi discepoli per confermare i fratelli nella fede, ma non hanno alcuna validità storica. Sono tutte frasi scritte da Ravasi e Kasper, per citarne solo due: è o non è eresia? e i papi, vecchi e nuovo, hanno mai detto nulla? no, questi fanno carriera mentre i poveri FFI vengono sonoramente bastonati. La nuova pastorale senza dogmi, anzi contro di essi, per me può andare a quel paese, come pure tutti coloro che ce la vogliono far digerire, e temo molto sulla credibilità di Bergoglio come papa, dato che dà dei punti anche a Roncalli e Montini, i papi del Concilio, filo comunisti, filoprotestanti, massoni (e sì, perché l'iscrizione di Roncalli alle logge avvenne im Bulgaria nel 1925, mentre Montini fece un monumento funebre a sua madre senza segni cattolici, ma con simboli massonici, poi c'è la famota stella a 5 punte sulla sua mano, nel portale di S, Pietro, formella subito rimossa, ed altri segni ancora...)

murmex ha detto...

Questa frangia tedesca non può dirsi conforme alla Catholica...ma di fatto non solo è in comunione con essa , ma addirittura CANONICAMENTE LA RAPPRESENTA. La miglior risposta a chi ancora è diffidente nei confronti della F SSPX , come ero io tempo fa , a causa della mancata sistemazione canonica . Con tutto il rispetto dovuto al diritto canonico (non sarò certo io a sottovalutarlo )pare che ormai ,in questa tempesta che infuria , occorra appellarsi a quella che è (anche )giuridicamente la legge suprema che tutte le sostiene : la salus animarum ,nostra e altrui .

mic ha detto...

Consiglio pertanto molta, molta cautela quando si parla di argomenti che non si conoscono bene o che non si sono sufficientemente approfonditi, magari perchè il nostro odio ideologico ci impedisce di ragionare con distacco e di farci oltrepassare la rassicurante e comoda soglia dei pregiudizi e dei luoghi comuni.

Non è l'unico a tirar fuori l'"odio" dove non esiste...
Io non parlo in termini ideologici. Sono sufficientemente documentata non solo perché credente e quando ho tempo ne riparleremo.

R.r. ha detto...

X Francesco: mia figlie e' mancina, nessuno di noi in famiglia lo e'. Da chi lo ha ereditato ? Da nessuno, semplicemente all' inizio il cervello e' plastico, e i due emisferi si equivalgono, poi, ad un certo punto, l' emisfero sinistro prende il sopravvento e si diventa destrimani. In alcuni bambini questo processo di lateralizzazione arriva più tardi, cosi come ci sono bambini che parlano o camminano più tardi. A quel punto, essendo più grandi, avranno già iniziato ad imparare cosa fare dai genitori, ed useranno la mano che vedono usare dai genitori SPECULARMENTE, quindi ...la Sinistra. Alcuni di questi bambini, crescendo ancora, diventano ambidestri, specie se glielo si insegna, e useranno la sinistra per scrivere e la destra per altre cose, altri rimarranno mancini, altri diventeranno destrimani corretti.
Perché in natura ci sono mancini? Perché si riproducono come gli altri, quindi non costituiscono un problema per la sopravvivenza della specie.
L' omosessualita' di cui abbiamo già -ampiamente parlato SCIENTIFICAMENTE ( Mic puo' inserire il riferimento) e' tutt'un' altra cosa
( e poi siamo noi cattolici gli ignoranti in termini scientifici. Qui si confondono cromosomi, geni, eredita' cromosomica ed eredita' genetica, oh, mio Dio ! )
R.R.

murmex -una donna ha detto...

Comunque il mancinismo può essere corretto , io scrivo istintivamente benissimo con la destra ;facendo questo paragone dimostra che anche una tendenza può essere corretta , e che molto dipende dall'ambiente ... E' evidente che quello attuale cerca di orientare chi questa tendenza potrebbe averla (siamo nell'ipotesi)e anche chi non ce l'ha affatto , verso questi comportamenti aberranti per un preciso piano dissolutorio , in ultima analisi sorretto dalla pretesa diabolica di porsi al posto di Dio

R.r, ha detto...

A chi crede che omo si nasce, consiglio di leggere la letteratura omo, non solo quella degli attivisti.
Ricordo infine che le caratteristiche veramente ereditarie sono presenti alla nascita e per tutta la vita, e non si cambiano. Un emofiliaco lo e' alla nascita, e non puo' NON sserlo, a meno di modificarlo geneticamente. Un emofiliaco sanguina, non puo' NON sanguinare.
Molti cosiddetti omosessuali sono in realta bisessuali, cioe vanno anche col sesso opposto. Se si trattasse di un allele diverso, non codificante per un enzima, un ormone, un recettore, NON potrebbero aver rapporti sessuali completi con le donne.
Ri guardo la legge: e' l' ennesimo tentativo da parte di una minoranza, a somiglianza di quanto fatto da altre minoranze, di impedire la liberta' di espressione, negando la realta per un' ideologia. Peccato che, storicamente, prima o poi la realta' si fa sentire e vedere, a volte MOLTO pesantemente.
R.r.

AICI ha detto...

Mic, te cerchi di porre la verita' contro le amenita' di questi.
Questo non e' un tema da discutere ad un Simposio.
Il Sant'Uffizio dovrebbe intervenire con radicalita' per estirpare questo male.

Luisa ha detto...

"La scienza, non solo non esclude affatto che certi tipi di omosessualità possano avere natura genetica (si informi meglio), ma, anzi, negli ultimi anni sembrerebbe orientarsi sempre più verso questa spiegazione"

Potrei dire a lei, si informi meglio, non condividere la sua opinione non è far prova di odio ideologico(!?!), o pregiiudizi, o di insufficiente informazione, e poi di quale scienza si parla?
Di quella che permette ad una coppia eterosessuale, a due uomini o a due donne di diventare genitori senza passare per l`atto sessuale?
La scienza senza etica che dà argomenti e strumenti a chi sopprime la vita al suo inizio e-o alla sua fine?
La scienza che crea la vita in laboratorio per poi sopprimerla gettando gli embrioni nella pattumiera? La scienza, che come altri campi, è dominata da lobby minoritarie ma ricche e potenti?
Ha letto l`articlo di mons. Anatrella?
Mons. Anatrella ha dato così fastidio alla lobby omo che a Parigi hanno tentato di distruggerlo con una denuncia che la giustizia ha riconosciuto essere falsa.

murmex ha detto...

Cara mic consentimi di esprimere la mia vicinanza alla moglie di Unasolafede . più di 10 anni fa mi sono trovata in una situazione simile :essendo ancora piuttosto giovane (avevo ancora un figlio al ginnasio )i bravissimi medici dell'IST di Genova mi dissero che non mi avrebbero fatto sconti , ma che non si sarebbero accontentati di metterci una pezza . Dopo un anno di cure non mi reggevo in piedi , ma ero guarita . La cosa più importante : ora considero quella vicenda come una delle più grandi grazie ricevute , e non tanto per la guarigione .

Anonimo ha detto...

Colgo l'occasione per alcune risposte ai vari post, a Murmex dico che la correzione del mancinismo è una vera e propria aberrazione ed una crudeltà che resta come ferita sanguinante per tutta la vita in chi è stato violentemente costretto ad usare un arto con cui non aveva confidenza, parlo per esperienza personale, e le assicuro che è un trauma spesso sottovalutato, fortuna adesso non si usa più,(RR,mio nonno era mancino come me, casistica?) passo a 1 sola fede, auguro a lui e consorte che la decisione presa sia giusta e li tengo sempre presenti nelle mie preghiere, per quel che riguarda questa chiesa alla deriva, la lascio andare dove vuole, anche su tutte le più prestigiose copertine del mondo.....la Chiesa, come diceva spesso BXVI è di Cristo, sto' tranquillo.....il vdr non è un ingenuotto, è gesuita, Scalfari è vecchio, ma non svanito, vorrei che la piantassero con ste stro......che già ce ne dicono tante i nostri piazzisti, abbiamo una guerra dietro il sedere, ma nessuno vuol farlo sapere, senza pensare che i razzi del MO arriverebbero in un nanosecondo sulle nostre teste che manco ce ne accorgiamo. Lupus et Agnus

Anonimo ha detto...

Quando mai Bergoglio manda un Commisario ai Treviri ?????

è Gesuità: deve non essere troppo difficile anche per il suo cervello di capire le problemme legali che sorgeranno nella Diocesi di Treviri quando il Vescovo appoggia il vizio che opporre ogni senso di pudore e di castità...

Infatti, la Radio Vaticana mostra che il Vaticano già ha person il pudore...

Dovè l'indagine preparato per Benedetto XVI, conservato per il suo successore dopo il Conclavo??

Bergoglio annunciava che è venuto per pulire il Vaticano: inveche ha fatto di esso un "slum"...dei diavoli

http://mundabor.wordpress.com/2013/09/18/slum-pleasures/

Romano

Anonimo ha detto...

ot 777 malese
http://aurorasito.wordpress.com/2014/07/18/il-777-malese-abbattuto-sullucraina/
http://italian.ruvr.ru/2014_07_18/Kiev-ha-fretta-di-incolpare-le-milizie-per-il-disastro-9349/

mic ha detto...

In effetti mentre ci dibattiamo in queste "girandole" vaticane, tralasciamo argomenti di drammatica attualità, che peraltro gli stessi media trascurano (Ucraina, MO...).
Ma siamo anche consapevoli che è nella Chiesa il cuore di tuuto ed è in essa che si gioca il futuro dell'umanità.

R.r. ha detto...

Una volta per tutte: lezioni di metodo scientifico( alla Galileo):
IPOTESI: l' omosessualità' e' genetica ?
METODO: si raccolgono 10.000 uomini( il numero e' a caso, ma si puo' calcolare con determinati presupposti e dati gia' acquisiti dalle precedenti ricerche); dopo averne ottenuto il consenso, si preleva loro il sangue, da cui si estraggono i globuli bainchi, da questi il nucleo ed infine il DNA, secondo tecniche emetodiche ormai acquisite.
Si mappa il DNA di tutti e 10.000, e si confronta il DNa di quelli che si autoriconoscono come omo e quelli chesi autodefiniscono normali( in realta', per rendere lo studio piu' corretto, si dovrebbe testare la loro omosessualita' o no, ma va be', non siamo Mengele). Si pubblicano i risultati, e li si offre alla comunita' scientifica internazionale per poterli discutere e, se del caso, ripetere.
SE, e solo SE si trovano differenze tra i due tipi di DNA statisticamente e biologicamente significative, con opportuni calcoli statistici, tenendo conto di tutti i fattori confondenti(v. su Wiki che significa), si potra' affermare con certezza che l' omosessualita' maschile e' geneticamente determinata.
Poi si ripete con le donne, i trans, ecc.
Naturalmente sarebbe meglio prima determinare quali geni sono responsabili del comportamento sessuale in genere, per es. Se il gene che codifica per la produzione di testosterone varia, e questo e' associato con una maggiore o minore propensione all' accoppiamento, alla maggior o minor virilita' fertilita' maschile, ecc. e quindi vedere se c'e' differenza tra normali ed omo. Le concentrazioni di testosteronemia sono notoriamente diverse tra africani, europei, asiatici, cosi come i tassi di cancro alla prostata.
Vi risultano simili studi ?NO, perché se si dimostrasse che ci sono mutazioni geniche, si potrebbe studiare di modificarle( come con l' emofilia, v. Sopra) e fare del counseling genetico ai genitori o lasciare che le madri abortiscano se il feto e' geneticamente omo...o viceversa naturalmente.
Invece tenere tutti all' oscuro, nella nebbia, nel caos, FA COMODO, ideologicamente, politicamente, economicamente.
Finiremo come l' Impero romano, che tra fr...pardon, omosessuali, ed intossicati da piombo, sterili, non aveva più uomini romani per difendersi dai barbari.
R.r.

R.R. ha detto...

Lupus, ci sara' una componente genetica anche per il amcinismo, o e' che tu stavi tanto con tuo nonno ? Nature or nurture ?
Se non si studia, non si s, solo che il mncinismo non e' un argomento sensibile che interessi l' agenda ideologica e politica delle powers that be".
Mio suocero voleva che io correggessi mia figlia, io ho detto un secco no, e la cosa e' finita li.
Sai che anche la stitichezza ha una componente familiare ?
Ma di solito si racconta: " quando ho finalmente avuto il coraggio di dirlo ai miei, mia madre/ mio padre han detto subito: nessuno prima nella nostra famiglia !"
Che ne deduci, Lupus ?
R.R.

Lettore ha detto...

Occhio, però. La Chiesa non ha mai detto che l'omosessualità sia una malattia da curare. Questa è una questione su chi la Chiesa si rimette alle definizioni dell'OMS (che la definisce una "tendenza"). La Chiesa si occupa degli aspetti morali degli ATTI omosessuali, che sono gravemente peccaminosi. Per le persone omosessuali, la Chiesa dice, CCC alla mano, che "vanno trattate con rispetto", evitandogli qualsiasi "insulto" o "ingiusta discriminazione", e che "sono chiamati a santificarsi attraverso la castità". Poi la morale familiare ecclesiastica è contro qualsiasi riferimento giuridico delle coppie omo. Ma questo non c'entra con la questione "malattia"

mic ha detto...

La Chiesa non ha mai detto che l'omosessualità sia una malattia da curare.

Questo sottile distinguo su malattia o non malattia deducibile dal termine "curare", non ha senso.
Nessuno di noi ha definito l'omosessualità una "malattia".

Del resto esistono cure fisiologiche per le malattie e cure psicologiche per le tendenze devianti che non riguardano solo l'esercizio della sessualità.

Anonimo ha detto...

RR, no, mio nonno è morto quando avevo neanche 3 anni,quindi.....aggiungo che a Mosul, nel più completo disinteresse dei media, il fondatore del califfato, ha ordinato di segnare le case dei cristiani con la lettera araba N iniziale di nazaria, cristiani, case requisite, chi non paga la tassa o non si converte all'Islam, aria, sennò ammazzati......dice niente? Ma vuoi mettere con la presidenza del piazzista in Ue e le carinerie sulle zie scambiate col ministro tedesco, anzi bavarese, che se potesse eliminarci dalla carta geografica lo farebbe volentieri, e non avrebbe tutti i torti. Lupus et Agnus.

Franco ha detto...


- Una domanda a chi sa: secondo suor Lucia Dos Santos la Madonna predisse che in Portogallo si sarebbe conservata LA FEDE oppure IL DOGMA DELLA FEDE ( come mi sembra di ricordare )? La differenza è di grande rilevanza. Nel secondo caso verrebbe rinforzato il discorso dei tradizionalisti, diciamo quello che ha come capofila i vari Amerio, Siri, Livi: non c'è vita
autenticamente cristiana senza fedeltà ai dogmi e alla dottrina, che può essere precisata, esplicitata ma non cambiata.

- Non so quanto i vescovi tedeschi prendano certe posizioni per malizia ereticale oppure perché sentono di essere "alla frutta", con l'etica matrimoniale e sessuale del Cattolicesimo universalmente disattesa. Insomma, sarebbe un'operazione volta a "salvare il salvabile", con la precisazione che sono i Tedeschi a fare da portavoce per i modernisti o modernizzanti dell'intero mondo, data la loro ineguagliabile potenza culturale, campioni del mondo anche in filosofia ( come nel caso di Kasper, di cui ho letto un eruditissimo libro sul grande filosofo-teologo Schellling ).

Anonimo ha detto...

Dom Emmanuel Andrè, «Sacerdozio e ministero», libro IV: “Le virtù necessarie all’esercizio del ministero”.
http://www.haerentanimo.net/?p=790

IL DOGMA DELLA FEDE ha detto...

"In Portogallo (attenzione, non è detto in TUTTO il Portogallo) si conserverà IL DOGMA DELLA FEDE".
Notare che questa frase, la cui presenza nel testo del Terzo Segreto, è stata svelata dal Patriarca di Lisbona, non sembra che figuri nel testo del 2000.
Io lo collego,tale assunto, da una parte a che presso la popolazione portoghese,(non tanto il clero) forse un po'più che presso altri popoli, si è mantenuto il "sentire cum ecclesia" vero. Il buon senso cattolico (anzi, il buon senso punto e basta) che fa riconosce quando una cosa è cattolica e quando no, anche se è presentata per tale da un Cattolico (o presunto tale), fosse pure un'autorità. E, dall'altro, con il fatto che, in Portogallo si è conservato, per quanto celebrato solo da qualche prete e non più dal capo -rito, il Rito Paleo-lusitano di BRAGA. Il più antico dei riti occidentali, forse il più antico in assoluto dei riti cattolici, molto simile al Tridentino, e MAI riformato, neppure da Montini. L'ultima edizione del messale braghensis risale agli anni '30.

R.r. ha detto...

Lupus,
certo che ci sono cose piu' importanti degli omosessuali (<10% popolazione maschile occidentale)
ma siccome qualcuno, sempre troppo pochi, cominciavano a preoccuparsi dei Cristiani in Irak e del Califfato- che come si sa non sono protestanti, ma ortodossi e cattolici orientali- ecco che riscoppia il conflitto israelepalestinese, e poi, per distrarci da quel che combinano la, ecco l' aereo malese abbattuto. Da chi ? Beh, ma ovviamente dai filorussi, quei cattivoni, fascisti, nazisti...no veramente comunisti.
Ed allora se Washington e Londra sono sicuri di cio' , perché fare una commissione d' inchiesta che e' stata chiesta sempre da loro ?
NB: sull' aereo c' erano molti olandesi, inglesi, cittadini UE e NATO, ed un americano. Decideranno d' intervenire per " motivi umanitari"?
Nel frattempo il VdR chiama Peres, il due di picche, ed Abbas, il due e mezzo di picche, non i re di coppe Netanhyau ed i capi di hammas!!!!
R.R.

Anonimo ha detto...

Che Ironia divina....

il giorno la Radio Vaticana pubblica un articolo che afferma che non esiste una cura per la malattia di omosessualità...

un areoplano MH17 che portava 100 studiosi che lavoravano tutta la loro vita professionale per curare HIV, è colpita da missile e tutti sono ucisi...

Sono conseguenze per il mondo quando quelli nel Vaticano negano le verità revelate dal Signore...

Romano

Silente ha detto...

Istruttivo il commento di tale anonimo delle 13:34
"Il vosto (sic, ndr) odio per gli omosessuali dovrebbe essere perseguito per legge. Ma con la legge Scalfarotto vedrete, vi passerà la voglia di odiare.
Istruttivo perché:
1) dimostra l'astio dei progressisti per la libertà di pensiero e di espressione, come è evidente con la famigerata legge Mancino;
2) dimostra la loro ignoranza, perché la proposta di legge Scalfarotto (che minaccia il carcere a chi dovesse affermare la verità naturale sulla sodomia) è ormai insabbiata. Questa è la buona notizia. Quindi le speranze manettare e illiberali dell'anonimo sono vane. La cattiva notizia è che in autunno dovrebbe passare la legge sulle unioni sodomitiche, complice la componente "liberal" di Forza Italia, rappresentata dalla nuova "pupa del Capo", da Capezzone, Galan (sì, lui) e da Feltri che, tanto per non farsi mancare nulla, ha dato anche il suo endorsement a Veronesi per l'eutanasia.
In sostanza: forse (e dico forse) potremo continuare a dire che la sodomia non è molto commendevole, ma dovremo pagare ai sodomiti la pensione di reversibilità.
E, essendo costoro in fondo, nonostante il folklore trasgressivo dei "gay pride", dei piccoli borghesi, è quello che vogliono.




Anonimo ha detto...

Sono omosessuale. Ho quasi 60 anni. Ho vissuto in castita' e solo Dio sa quanto mi sia stato e mi sia difficile.
Quando si affronta l'argomento leggo spesso commenti rabbiosi, attacchi senza appello, percepisco una violenza repressa che traspare da parole fredde e taglienti. Perche" troppo spesso si fa di tutta l'erba un fascio: c'e' chi pensa all'omosssualita' come ad un comportamento dettato solo dalla ricerca del piacere fisico, nel disinteresse verso un peccato che grida vendetta al cospetto di Dio. Ma c'e ' chi vive l 'omosessualita' come una croce che ci portiamo sulle spalle per tutta la vita. Ma veramente pensate che si possa scegliere di vivere una vita che al fondo ci condanna alla solitudine? Ho scelto io di non poter avere una famiglia, di non poter avere la gioia della peternita', di attendermi nella migliore delle ipotesi una vecchiaia appoggiata solo ad una badante, senza neppure l'attesa della visita di figli o nipoti? Ma sapete cosa significa tornare a casa la sera, tutte le sere della propria vita e non trovare nessuno ad aspettarti? Sapete cosa significa avere la certezza che questa sara' la vostra condizione fino all'ultimo giorno di vita? Vado in Chiesa, mi confesso, mi avvicino alla Santa Comunione, offro al Signore la mia solitudine perenne. Ma per cortesia non confondete nei vostri commento gli omosessuali con quei cialtroni, peccatori e volgari che sfilano ai gay pride.

Anonimo ha detto...

http://www.enzopennetta.it/2014/06/gender/

Silente ha detto...

Aggiungo al commento di Rosa delle 19:53:
1) l'abbattimento dell'aereo, che ha distratto per bene l'opinione pubblica internazionale, è avvenuto qualche ora prima dell'aggressione israeliana a Gaza. Un caso?
2) i patrioti russofoni, ma non solo, che si battono perché l'Ucraina non cada sotto la feroce dittatura dell'unione europea, che stiamo tutti sperimentando con la crisi usurocratica, con le leggi contro la morale e la difesa delle identità etniche e naturali, non dispongono di missili di alta quota che possano aver causato l'abbattimento. Fino a prova contraria. Di questi missili ne dispongono invece le forze armate ucraine, il cui nuovo regime, dopo le elezioni-farsa, è supportato dall' "occidente" e da Israele.
3) la livrea dell'aereo delle linee malesi (bianco-blu-rosso) è la stessa degli aerei di linea russi.
Con tutta la prudenza del caso, lascio a tutti voi la conclusione.

mic ha detto...

Caro Anonimo che ci parla della sua omosessualità offerta e vissuta come limite. Un limite, una carenza e una solitudine che la condizione umana, quando non la natura, impongono a ognuno di noi in modo diverso.
Stia certo che non confondiamo la persona col problema e, se ne parliamo. lei sa bene che è perché vogliono imporci una svolta antropologica che non ci può portare da nessuna parte.

Il suo limite, se offerto, non parla più di 'sterilità'; ma lei sa, per fede, che esso diventa fecondo nel Signore, come ogni altro limite insuperabile. Ché tale appare anche il suo, da come ne parla.
Bisognerebbe imparare a condividere il peso dei drammi umani, piuttosto che sbattersi in faccia il reciproco disprezzo.
Ma, creda, che nelle mie e in tutte - spero - le analisi qui, non c'è alcun disprezzo per le persone, ma riprovazione per la protervia arroganza o per l'irresponsabile indifferenza di chi ha influenza sulle persone e sulle leggi che forgiano la nostra società.

Del resto il rispetto per gli omosessuali dovrebbe essere, come del resto è già, inquadrato nel rispetto per ogni persona o situazione, che non sia di sopraffazione dell'altro.

Silente ha detto...

Caro anonimo delle 21:25. E' ovvio che certi giudizi non si applichino a chi, come lei, vive esemplarmente in castità la sua condizione. A lei, e ad altri come lei, il nostro massimo rispetto. Quindi, nessuna confusione.
La sua sofferta e preziosa testimonianza, anzi, dimostra come l'osservanza della Dottrina, contro le nostre inclinazioni personali, tutte le nostre inclinazioni personali (non solo le sue), ci possa portare alla santità. E' quello che le auguro, di cuore.

R.r. ha detto...

La lettera dell' aninimo e' un grido contro tutti coloro che, rifiutandosi di vedere la realta', condannano gli omosessuali a sofferenze fisiche, psicologiche e morali.
Sesi studiasse sul serio il fenomeno, obbiettivamente, freddamente, scientificamente, si potrebbero trovare soluzioni, aiuti, trattamenti.
Invece cosi gli si danno pseudodiritti, ma in realtà, a chi li usa e strumentalizza, non frega assolutamente nulla dei loro problemi, della loro solitudine, dell' insicurezza dei loro rapporti personali, dei rischi fisici a cui vanno incontro...altro che " gay". E li si usa per attaccare la Chiesa, ultimo baluardo contro il NWO.
R.r.,

R.r. ha detto...

Silente,
E' il secondo aereo malese che fan fuori.
O la compagnia aerea fa gola ( v.Pan Am e Itavia), o i Malesi ha pestato i piedi a qualcuno ( tra l'altro sono musulmani), o si cerca di creare un grosso false flag, da trascinarci dentro l ' odiata Russia.
R.r.

Anonimo ha detto...

Ho letto pure io il commento dell'anonmimo delle 21,25 e sono pure io omosessuale.

Vale la pena ricordare brevemente alcune cose. Un omosessuale prima d'iniziare ad accettarsi fa' un cammino abbastanza lungo (un tempo, il cammino era più lungo ancora). Chi omosessuale non è, è totalmente al di fuori da questo tipo di vissuto e quindi tende a generalizzare, ad applicare degli stereotipi, a condannare senza conoscere.

La maggioranza degli omosessuali non è quella dei gay pride. Io ad esempio non ci sono mai stato.
Prendo, però, le distanze da due cose:
1) Dall'ignoranza ammantata da "crociata religiosa" (pur con le migliori intenzioni) con cui si giudica senza conoscere e si fa' di tutta l'erba un fascio;

2) Dal criminalizzare l'omosessualità di cui l'intervento del sessantenne riflette le conseguenze: uno non deve condannarsi per essere omosessuale! Neppure sentirsi inferiore ad altri per esserlo.
Detto questo non ho osannato il "libero amore" e il vizio, bene inteso! Esiste un modo di lodare Dio per come si è, un modo di vivere in modo puro e non mondano. Nessuno deve giudicare questo!

Ogni omosessuale che vive la sua realtà sa che, alla fine, parlare non conta molto, dinnanzi a chi continuerà a dire la sua vivendo in tutta un'altra realtà e a giudicare dividendo il mondo in bianchi e neri.
Il fatto è che spesso invece di ascoltare si ama "ascoltarsi"...

Anonimo ha detto...

NEWS. Firenze, 16 luglio. Grande successo del convegno sui Francescani dell’Immacolata

Nell’incontro è stata presentata la rivista di apologetica teologica “Fides Catholica”, fondata da p. Serafino M. Lanzetta ed è stato fatto il punto sulla persecuzione che perdura contro i Frati Francescani dell’Immacolata. Un pubblico numeroso e attento ha seguito gli interventi dei relatori e ha dato vita in chiusura a un appassionato dibattito.
....
Applauditissimo Carlo Manetti.

http://www.riscossacristiana.it/firenze-16-luglio-grande-successo-del-convegno-sui-francescani-dellimmacolata-di-vinicio-catturelli/

Anonimo ha detto...

Gentili lettori che fanno confessioni aperti qui...

Dovete capire che la disordine che spinge l'appetito sensuale in modo disordinate è un vizio morale e naturale: morale perche spinge verso un atto contro la legge morale stabilito da Dio; un vizio naturale, cioè riguarda una facoltà naturale e è una mancanza che reguarda la natura.

Quindi, essendo tale, non è valido che il quale che ha questo vizio dice, io sono...

Infatti, il dire di tale cosa implica un errore e una desperazione grandissima...

è un errore di identificare l'identità di una persona umana tramite il suo vizio...

Se si fa, si mette in una categoria in cui il maligno e la natura sono indivisibile...questo errore oppore la natura e il bene...

tale errore è una bestemmia, perchè, al contrario Dio ha fatto tutte le cose buone...

Accettare tale errore implica una desperanza totale ontologico personale...

Al contrario, un cattolic non parla così... egli non dice io sono, ma ho un vizio.

E tale confessione vera porta alla speranza, perchè essendo che ogni vizio è un'abito cattivo, e che ogni abito cattivo è una mancanza in una facoltà di ordine, segue che ogni vizio è guaribile con la grazia di Dio che infonde virtù e la pratica delle virtuù naturali.

Quindi, prego che tramite la grazia di Cristo e una buona confessione vi portano a dire: con Gesù posso convertire e posso curarsi, perchè Egli è il mio Dio, mio Salvatore Onnipotente, e è proprio Lui che ha risorto dalla morte e che ha fatto altri sorgere dalla morte, che mi possa toccare e far risorgere nella mia umanità!

Quindi, non dire che siete una persona viziata, dite che siete cristiani che vogliate convertirvi...

Tale confessione porta all vera salvezza, alla vera pace, perchè tale confessione porta tramite il sentiero unico di salvezza, la Verità Gesù Cristo...

Quindi, essendo che questo malattia spirituale --perchè ogni vizio è una malattia spirituale -- è guaribile, cerca la guarigione...


continuo...

Anonimo ha detto...

E essendo che un vizio è nella sua natura una mancanza di ordine, quando i sentimenti sono viziati si dedurre che la guarigione riguarda il loro mettersi in buon ordine...

Quindi, siete in questo senso responsabile per la sua condizione viziata...perche un uomo è responsabile sia quando agisce sia quando non agisce...

Quindi, un amallato è responsable quando il suo comportamento porta alla malattia, e quando il suo comportamento non cerca la guarigione...

Da dove viene il disordine? Ogni uomo con i sentimenti ben ordinati si sente maschio perchè conosce se stesso, non solamente tramite l'intelletto ma anche tramite i sentimenti, di essere maschio...un ragazzo impara questa in giovenezza in modo naturale tramite le rapporti interpersonali famigliari che affermano e definono lui come maschio...è questione della formazione psicologica personale nei suoi rapporti sociale.

Quindi, in una famiglia dove il quale che define i sessi, cioè il Papa, non comporta se stesso in modo che imporre definizione personale con l'affetto di accoglienza che define, le figlie e i figli non ricevanno un senso ben ordinato del proprio sesso...

Quindi, mancando questo senso nei sentimenti, cercano per il rimasto della vita per avere quest'affermazione... e cadono facilmente così' in lussuria e peccato...

Quindi, la conversione che dovete cercare si trova in una confessione fondata sulla verità di grazia, di natura, e della vostra responsibilità di riconocere voi stessi come maschi, anche nei movimenti del sentimento, tramite il riconoscimento di se stesso nelle sue affezione come maschi...

Quindi, per voi c'è un obbligo morale gravissimo per respingere i movimenti di senso e di sentimento che sono contrario del essere maschile, tramite una forte affermazione intelletuale, volontaria e sentimentale del vostro essere maschile...

Questo lavoro richiede che fate le cose che uomini virtuosi cristiani fanno con confidanza, stabilità, senza paura, senza dire a voi stessi io non posso farlo...

Dite inveche, sono cristiano maschio, e qualsiasi deviazione nei miei sentimenti è peccato e devo io opporlo, corregerlo, e reordinarlo con fiducia in Gesù, nei Sacrimenti, e nella bontà umana che il Signore mi ha dato in crearmi con tutte le facolta che ho, tramite le quali posso e sono maschio come tutti gli altri uomini

un medico dell'anima

sergio ha detto...

Caro anonimo, ti capisco, sono come te, con qualche anno in più, e leggere le sciocchezze, gli insulti e le idiozie che si leggono qui è penoso da sopportare. Stessa ignoranza e fiele e intolleranza di alcuni della nostra parte,stessa cecità. Una volta rispondevo, ormai sono rassegnato alla stupidità umana. Ti sono vicino.

R.r. ha detto...

Nessuno qui scrive sciocchezze, insulti, idiozie. Qui, in questo blog. Semplicemente diciamo la nostra, in base alla nostra esperienza. Pensate che nessuno di noi conosca un omosessuale ? O che nessuno di noi, da adolescente, abbia avuto dubbi sulla propria sessualita'? O che essere etero- anzi no normale, non bisogna farsi dettare il linguaggio dalla minoranza rumorosa e sopraffacente - sia facile sempre come bere un bicchier d' acqua ?
Personalmente sono stanca di sentirmi dire, da almeno 40 anni, che:
Bisogna preoccuparsi degli operai, solo loro lavorano veramente- e gli altri, che fanno, campano di eredita' o vincite al lotto?
Bisogna preoccuparsi di quello o quell' altra azienda pubblica strafallita- mentre invece i piccoli imprenditori nuotano nell' oro
Bisogna occuparsi dei drogati, perche' hanno avuto un' infanzia difficile, un rapporto complicato con i genitori, idem gli alcolizzati- perche' queli che invece i genitori non ce li hanno mai avuti o ne hanno perso uno, e sono stati tirati su con sacrific, e con altri sacrifici personli si sono fatti un lavoro, una carriera, una famiglia,chi sono, i figli dell serva?
Bisogna occuparsi dell quote rosa, perché le donne sono discrimanate, ma poi con le quote rose vanno avanti le solitebellocciesceme, le figlie di, le mogli di,le amanti di, le puttane di...e le altre, scavalcate da uomini meno preparati, meno esperti e competenti, ma che sono ben ammanigliati ?
Bisogna preoccuparsi di....tutte le minoranze di questo paese ed altri. Non m' interessa come stavano gli ebrei in Russia o in germania, o i negri inamerica, o gli omosessuali in i ghilterra, 20,40, 100 anni fa. Io so che oggi, in Italia, accendi la radio e senti 4 o 5 giornalisti su 10 al giornoche ti parlano con la voce da castrato, leggi un articolo medico qualsiasi, pubblicato in USA o UK, ed il90% degli autori e' ebreo, come del resto l' 80% dei proprietari di giornali, case cinematografiche e TV, ecc. NOn dimenticando il negro Obama con first lady, gli ex ministri Colin Powell e Condoleeza Rice, i vari politic neri, dive del cinema e TV nere ricchissime e prepotenti, ecc.
Ed ora gli omo. Ma credete che sia facile per un' adolescente di ieri e di oggi, in piena rivoluzione sessuale e libertà' di costumi, restare a guardare tutti i ragazzi minimamente interessanti che la ignorano, perche' lei e' seria, non la da' al primo che passa, e ci mettera' anni atrovare l' uomo giusto, dopo delusioni anche dolorose, proprio per essere rimasta fedele a dei principi e valori morali? E non poter poi aver figli, perche' sposatasi ormai tardi ?
O per un uomo, " che non deve chiedere mai, che deve essere un macho man", restare fedele alla moglie sposata da anni, mentre in vacanza, al lavoro, all' oratorio, a scuola, persino amiche delle figlie, gli fan capire chiaramente che son pronte e disponibilissime ?
O per veri sacerdoti che han sacrificato tutto per il Signore essere oggetto di scherno e derisione da parte di qualche ragazzotto gia' mal vissuto?
Ognuno di noi ha le sue miserie e le sue nobiltà', le sue gioie e dolori. Alcuni amano metterle in piazzam, altri le vivono in silenzio ed in privato. Ad ognuno il Signore ha detto: prendi la tua Croce e seguimi. A nessuno ha detto: tu hai piu' diritti di altri.
Nessuno di noi qui si sente " holier than thou and more righteous than you". Il fariseo sbagliava, ma il pubblicano non si ergeva a giudice e maestro, ma si batteva il petto.Il pubblicano, lui.
Chi e' senza peccato, scagli la prima pietra, ma anche: va' e non peccare piu'. Non: mettiti in fila che do' la comunione pure a te.
Il blog non e' mio,e MIC puo' non pubblicare questa tirata, ma io credo che se uno frequenta un blog,
deve avere rispetto per la proprietaria e gli altri bloggers, altrimenti puo' andarsene. Non lo ha prescritto il medico.
R.R.

Gederson Falcometa ha detto...

Nel fondo di questa mentalità (e di quella che vuole dare la comunione ai ricasati e abolire il celibato...) sta il pessimismo luterano che crede che l'uomo è stato irrimediabilmente corrotto dal peccato originale. In concretto, questo vescovo ci dice che la grazia di Dio non può curare gli omosessuali.

In ciò che dice rispetto ai ricasatti, sia nel discorso di Kasper o nella volontà di Francesco, manca la definizione di quale grazia i ricasatti hanno di ricevere con la comunione.

Silente ha detto...

Il bello di questo blog è di consentire e svelare comunità di vedute. E nella "tirata" di Rosa delle 19:04, appassionata e simpaticamente provocatoria, mi ci ritrovo. Grazie, Rosa.
Silente

R.r. ha detto...

Silente,
Grazie a te.
R.r.