martedì 18 luglio 2017

Custode della nostra coscienza storica, il Liceo Classico è nemico del mercato

Intanto parliamone. Un altro fronte (formazione e cultura) su cui "resistere"... Gli studi classici danno una struttura, una forma mentis, una coscienza critica, una capacità di lettura del mondo e di approccio ad ogni ulteriore approfondimento che altri studi non danno o danno in maniera diversa. Riformarli ulteriormente significa snaturare uno strumento prezioso per le generazioni che verranno. Anche se già fortemente depauperato, resta tra gli ultimi baluardi della nostra civiltà.
Nonostante l'autore appartenga ad un versante ideologico polare rispetto al nostro, non possiamo non condividerne le preoccupazioni nel caso specifico.

Ciclicamente torna il tema della riforma. Che significherebbe togliere tempo a greco e latino per darlo a materie "più utili". Una tendenza a cui bisogna opporsi.
Mi ha assai colpito, debbo ammetterlo, leggere bene in vista sulla prima pagina piemontese del quotidiano La Stampa l'annuncio di un particolare convegno a Torino. Tema degno di nota, non v'è dubbio. "Ma il Liceo Classico deve restare com'è o deve essere rivisitato?": questo l'annuncio sul quotidiano sabaudo.

L'OBIETTIVO È LA SUA DISTRUZIONE. Il tema del convegno, quali che siano le conclusioni a cui i relatori addiverranno, è rivelativo di una tendenza obiettiva oggi in atto: la tendenza a voler "rivisitare" e "ammodernare" il Liceo Classico per poterlo, in verità, distruggere e archiviare. Sì, perché le "rivisitazioni" e gli "ammodernamenti" vanno puntualmente nella direzione della riduzione - o, magari, anche dell'eliminazione - delle ore consacrate al greco e al latino, per lasciare spazio, ovviamente, a temi e discipline più utili e meglio spendibili nel mercato del lavoro flessibile e precario (si rammenti la demenziale norma delle tre "i": inglese, impresa, informatica).

NON SI PIEGA ALLA LOGICA DELL'UTILE. È la prova di quanto vado dicendo da tempo (verba ventis, com'è naturale): il fanatismo economico non tollera la sopravvivenza del Liceo Classico come luogo fecondissimo della coscienza storica dell'Occidente e della nostra cultura più alta, aliena al vincolo mortificante del do ut des. Nel mondo del monoteismo del mercato e della mercificazione integrale dell'esistente, tutto deve piegarsi alla logica dell'utile, «il grande idolo del nostro tempo», come lo etichettava Schiller. E tutto ciò che non rientra in questo orizzonte - compreso il Liceo Classico - viene delegittimato come retrogrado, antimoderno, arcaico, nostalgico, inutile, improduttivo.

EROICA RESISTENZA ALLA BARBARIE. Il Liceo Classico è oggi un luogo di eroica resistenza alla barbarie che avanza e che vorrebbe distruggerlo. Ancora, la barbarie dell'aziendalizzazione integrale del mondo della vita vorrebbe ammodernare, cioè annichilire, il Liceo Classico per poter così distruggere la possibilità, per le nuove Erasmus Generations, di formarsi liberamente, di essere consapevoli di sé e della propria storia, della propria provenienza storica e della propria progettualità futura. In una parola, il nichilismo del mercato vuole decapitare le nuove generazioni, affinché in luogo di teste pensanti e consapevoli (e, dunque, eventualmente critiche rispetto al mondo capovolto) prosperino «meri uomini di fatto», come li chiamava Edmund Husserl, puramente operativi, calcolanti e integrati nel sistema irrazionale non più percepito come tale.

UN TEMPIO SACRO DA CUSTODIRE. Ultimo baluardo della coscienza storica occidentale e della cultura in cui è radicata la nostra civiltà, il Liceo Classico resta davvero, oggi, un tempio sacro da custodire e da difendere contro gli attacchi - ed è solo l'inizio - che sta subendo e che sempre più subirà. Ne va della nostra civiltà. Ne va della nostra umanità.
Diego Fusaro - Fonte

41 commenti:

irina ha detto...

Una mente e/o mentalità perversa, ormai diffusa ed accettata e condivisa, mira all'annientamento culturale che è spirituale, al fine di declassare l'uomo al rango di animale. La maggior parte dei nostri simili sono ormai plagiati,dunque imbestialiti. Tutti contenti, al passo dei tempi, quando si è detto a NSGC, indicando la porta, si accomodi. Naturalmente Lui non si è accomodato, siamo stati noi a porci fuori dalla Grazia di Dio. L'altro giorno citavo il libro, Cultura umanistica e desiderio di Dio, che non è solo un titolo è la storia, in sei parole, di come fu salvata l'Europa, l'Occidente. Un compito di testimonianza ci rimane, dire con le nostre parole che cosa ha voluto dire nella nostra vita aver ricevuto la Fede e la Cultura umanistica, per poco che siano state vissute consapevolmente lungo gli anni delle prove giovanili e della età adulta. Posso testimoniare qui ed ora che nel turbine della tempesta poche parole, riemerse dagli abissi della memoria, della Fede e della cultura umanistica ricevute, sono state le scialuppe alle quali mi sono aggrappata grata. Sono state quelle parole chiare e vere che hanno domato la tempesta del cuore, riportando la pace che sempre riporta la Verità e le verità.

Anonimo ha detto...

Ho frequentato il Liceo Classico, pur tra molte difficoltà, e ne sono sempre stato orgoglioso. Devo ammettere però che alla fine la maturità classica mi ha purtroppo creato problemi in molti ambienti di lavoro. Guardato quasi con schifo da chi aveva fatto studi tecnici, quasi ghettizzato per il mio modo diverso di pormi, parlare e affrontare i problemi, mi sono ritrovato a sentirmi spesso un idiota e un insoddisfatto a lavorare in ambienti tecnici. Non avendo avuto la possibilità di laurearmi, ho dovuto infatti ripiegare sui lavori che erano disponibili, in primis in ambito della logistica. Sono quindi arrivato alla conclusione che oggi purtroppo non c'è più spazio per un liceo classico perchè apre troppo la mente. Meglio una qualsiasi scuola tecnica, che ti insegna a fare qualcosa di pratico e di immediato. Molti che hanno frequentato il Liceo con me (ed era un Signor Liceo) sono oggi quasi dei disadattati. Meglio sarebbe stato aver studiato altro. Oggigiorno, purtroppo, si ha da essere dei beoti. Questo ci è chiesto dal mercato del lavoro.

Anonimo ha detto...

E' questo il punto : non arrendersi , non gettare la spugna , non darla vita ai somari ( nel senso di mente ristretta )

Anonimo ha detto...

Chi non è in grado per propria scelta ideologica, e quindi per propria colpa, di capire ed accettare una realtà la vuole semplicemente distruggere.
Questo caso è un esempio del rifiuto del principio della adaeguatio rei et intellectus.
In altre parole, avendo buttato il cervello e il cuore nel cesso non si vede ragione per cui non tirare lo sciacquone. Attenzione però che poi anche tutto il resto finisce nella fogna, in pasto ai ratti.

Anonimo ha detto...

che il liceo classico sia un baluardo di eroica resistenza alla barbarie mi sembra ridicolo. io se tornassi indietro non lo rifarei mai. farei una scuola professionale e studierei le lingue classiche da autodidatta. Perché non far studiare a tutti il latino ?
In India c'è un vasto movimento che sta diffondendo il sanscrito come lingua parlata.
In Israele sono riusciti a rendere nuovamente l'ebraico una lingua di uso quotidiano.
I musulmani ovunque studiano l'arabo classico e si preoccupano di insegnarlo.Persino i protestanti americani incoraggiano lo studio del greco del nuovo testamento. La Chiesa Cattolica invece sembra voler disfarsi del tutto del latino, ma non sa come fare. Il latino alle scuole medie è stato abolito sciaguratamente nel 1978. La Chiesa se facesse il suo mestiere si batterebbe per reintrodurlo per tutti come materia obbligatoria.


Luigi Rmv ha detto...

Anche io ho fatto gli studi classici.
Ma ci sono arrivato con la voragine culturale causata da una scuola.media sperimentale, naturalmente di sinistra.
Erano gli anni 70 e a scuola, pur nell'età 11-13 anni, li ho sentiti tutti
Il prof di matematica parlava solo di politica, contro gli americani.
Quando gli facevo notare, con i limiti della mia tenera eta', gli orrori del comunismo, e che quindi erano da preferire su tutti i fronti gli americani, annuiva con la testa, e iniziava a fare il lavoro suo, cioe' 'spiegare' matematica.
Niente voti, del tu ai professori, libri in comune, niente compiti a casa, niente voti, nientw compiti a casa, una vera scuola hippy che reinterpretava così il metodo Montessori.
Il più grave errore dei miei genitori, pur perplessi, fu lasciarmi in quella specie di comune hippy.

Liceo classico tradizionale, dove naturalmente ho preso botte pesanti da tutti i professori, giustamente.
Ma dopo il ginnasio chi mi insegnò storia e filosofia?
Una prof marxista leninista, anticattolica e anticristiana!
Una persecuzione, e con la mia autostima seppellita, amici atei, pur amando sempre Gesù, mi sono allontanato dalla Chiesa, complice una ignoranza religiosa enorme, logica conseguenza di tali ambienti "culturali"

Eppure, nonostante sia stato il periodo peggiore della mia vita, ho sempre amato gli studi classici e sono contento di averli completati, sebbene annaspando.
Mi ha dato e lasciato tanto, nonostante quanto sopra.
Ho lottato, sono andato avanti e non rimpiango quella.scelta.
Tanto che mi piacerebbe ristudiarlo, in età senile, se Dio vorrà, ho sentito che ci sono licei classici per anziani

Ora sono tornato a Cristo, grazie al.rigore della.Sua Parola della Chiesa vera, che mi e' sempre stata negata.
Potete immaginare come mi fu insegnata la religione in quei contesti...
E ora sono qui, tra Voi, amanti di Cristo senza alterazioni e migliori di me , capaci di insegnarmi quello che mi e' sempre stato negato.
Non è questa una Grazia divina?

fabriziogiudici ha detto...

Io ho fatto lo scientifico e poi ingegneria. Se potessi tornare indietro, farei il classico. E poi ingegneria. Combinazione rara, ma - guarda caso - due colleghi che ho conosciuto e che hanno fatto questo percorso sono due grandi.

OT L'emerito parla di barca della Chiesa che sta quasi per capovolgersi. Seguono schizzi di bile dalle parti di Bologna, non dovuti ad un pasto eccessivamente sostanzioso. Sarà un caso che, subito dopo, in prima sul Corriere online rispunta una nota vicenda di abusi a Ratisbona che, apparentemente quanto forzatamente, coinvolgeva il fratello dell'emerito?

Anonimo ha detto...

A.13.51.

Ha già detto tutto da solo, i mussulmani OVUNQUE studiano l'arabo classico del Corano, ma non tutti parlano arabo, anzi, si da il caso che sia questa la situazione attuale dell'Eurabia. Da ex studente del classico, rinascessi 1.000 volte lo rifarei e per quello che mi ha insegnato, e per gli straordinari insegnanti di lingue classiche che ho avuto, da autodidatta non si imparano lingue morte, già si fa fatica con l'inglese che tutti tentano di imparare con corsi vari su internet, con risultati sconfortanti, almeno in Italia. Temo che il liceo voluto da Gentile sarà accantonato e inglobato in un orrido ibrido psychopedagogico come fanno da noi, sic transit gloria mundi. Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Anche io ho fatto il classico. Ogni tanto se ne riparla. Sapete cosa vi dico? Lo rifarei! E io ero scarso... Purtroppo chi non ha fatto il classico fa fatica a capire cosa significhi. Non bisogna però scoraggiarsi adeguandosi al livellamento verso il basso, dobbiamo difendere ciò che è meglio per i nostri figli. Almeno come opzione. I Greci hanno forse detto ai Persiani: "avanti, tanto ormai è finita per noi, spariremo dalla storia"?. NO.
Il fatto è che non si studia per lavorare ma per sapere...e per essere. Concetto che i fanatici della mercificazione non capiranno mai.
MD

Anonimo ha detto...

Conseguenze dell'ignoranza e della perdita dello spirito critico
https://senzanubi.wordpress.com/2017/07/17/germania-sassonia-la-realta-travolge-i-tedeschi-ed-e-solo-linizio/

irinia ha detto...

@ Anonimo 15:45
Dal post da lei segnalato:

"...La popolazione autoctona tedesca sta estinguendosi..."

Anni fa la figlia di un mio amico andò in Germania per studiare. Durante uno dei suoi intervalli a casa la incontrai e parlammo. Non scese in particolari, ma si capiva che là incontri sessuali occasionali erano la regola. Dove sboccia la libertà sessuale, emancipata, le nascite decrescono. Questo dimostra che la fornicazione ad oltranza è un VIZIO. Vizio che porta con sè profondi cambiamenti dell'essere. Stravolgimenti dell'essere. Se guardassimo gli animali, che tanto diciamo di amare, vedremmo che si accoppiano solo in alcuni periodi dell'anno e questi accoppiamenti portano nuovi cuccioli. L'animale solo se è in gabbia presenta delle patologie nel comportamento,in particolare sessuale. L'articolo di cui sopra non tratta solo di questo ovviamente. Leggendo però mi è stata chiara la connessione tra libertà sessuale e decrescita demografica. Anche da noi, che siamo stati forse gli ultimi ad esserci emancipati dall'insegnamento retrivo, oscurantista della Chiesa, ora bambini non ce ne sono più. Erano bambini grassi ed eravamo poveri; una canzone americana, melodiava del "fat bambino", tutto il mondo sapeva che qui non si lesinava con la vita, malgrado la Chiesa incombesse tetra con la sua rigidità lontana da ogni elasticità nordica e/o d'oltreoceano.

Rr ha detto...

Sig. Giudici,
non solo Georg Ratzinger, ma anche Mueller tirato in ballo per vicende che risalgono al1945 (ha presente com'era la Geramnai dal 1945 al 1955?). Inoltre la stagrande maggioranza delle "violenze" sarebbero percosse. Come se in tutte le scuole di allora, ed almeno fino al1970, i bambini "indisciplinati" non venissero malmenati, anche pesantemente. Ovunque, in Italia, Germania, USA, Canada, UK, Francia...scuole pubbliche e private, rinomati colleges WASP e poveri convitti cattolici...
Dopo il III Reich ora è la Chiesa cattolica il "Male assoluto". Cosi impara ad essersi piegata alla logica della colpa collettiva, da ricercare e far espiare fino alla quarta generazione, al metodo di giudicare il passato col presente, e ad aver smesso di ripetere ed insegnare urbi et orbi la sua Verità immutabile.
Che poi, commissioni d'indagine su fatti che risalgono ad almeno 25 anni fa, interrogando adulti le cui memorie possono essere state bellamente abbellite o abbruttite a seconda, manipolate come e quanto si vuole, specie se c'è la speranza di un bel risarcimento in denaro...
In tanti anni, tra tanta gente, il delinquente psicopatico ci sarà pur stato - ma non li avevano fatti tutti fuori a Norimberga ?- , ma da li a
condurre una classica "caccia alle streghe" in puro stile puritano, ce ne corre.
Ma in Germania, dove ogni giorno una donna (intesa come essere di sesso femminile da 0 a 100 anni) viene aggredita, molestata,
quando non violentata, non hanno altro di meglio di cui occuparsi ?
Eh, viene da dire : - Ha da veni' Maometto ! - Perché naturalmente nessun imam, nessun mullah, nessun predicatore mussulmano picchia, aggredisce o stupra i bambini, no, eh ? Di sicuro, però, non esistono cori di ragazzi nell'Islam. E manco nell' Ebraismo.
Facciamo fuori il Cristianesimo, ed il problema delle violenze e soprusi ai bambini finisce subito, dal giorno alla notte. LOOOOOLLLLL !!!!

Rr ha detto...

Liceo classico io, liceo classico mia figlia e, se avrò nipoti, liceo classico pure loro.

Anonimo ha detto...

Il Protestantesimo Ieri e Oggi
https://www.amazon.com/Protestantesimo-Ieri-MONS-ANTONIO-PIOLANTI/dp/B00EZ5SY5Y

Anonimo ha detto...

Tre nomi a caso : Monti, Renzi e la Boldrini. Hanno fatto tutti il liceo classico.
Io devo moltissimo alla mia insegnante di lettere del ginnasio per il resto zero assoluto. Il liceo gentiliano non esiste più da parecchio tempo. T. Adorno nei Minima Moralia scriveva:non sappiamo più il greco come ai tempi di Goethe. Io credo che se si fosse la volontà di rendere il latino accessibile a tutti sarebbe possibile farlo.
Oggi ci sono ottimi strumenti per lo studio delle lingue classiche. Internet, diverse app anche gratuite, ottimi corsi. per il latino ne segnalo uno poco noto, ma molto interessante "Patris Suitberti H. Siedl, a S. Joanne a Cruce, O.C.D., CURSUS LINGUÆ LATINÆ VIVÆ". a questo link la recensione di bedwere https://www.youtube.com/watch?v=QY7hFOgdsLE. Bedwere ha registrato eccellenti audiolibri gratuiti in latino su librivox (Boezio, Agostino,L'imitazione di Cristo, La regola di San Benedetto). sarebbe interessante provare in Italia a lanciare un movimento che promuova la diffusione del latino parlato. Credo gioverebbe anche alla Messa in VO.
segnalo poi per il greco biblico e altre lingue tra cui il latino http://www.polisjerusalem.org/koine-greek-language-
course



fabriziogiudici ha detto...

Tre nomi a caso : Monti, Renzi e la Boldrini. Hanno fatto tutti il liceo classico.

Tre pirla non mandano a monte tutto il ragionamento (e poi magari fossero solo quei tre).

Anonimo ha detto...


Se la Chiesa abolisse finalmente la Nuova Messa in volgare (quella a suo tempo lodata da prostestanti, massoni e comunisti) e tornasse al rito Romano
Antico, in latino, ciò provocherebbe di per sé una ripresa degli studi classici e del latino.

bedwere ha detto...

Il Liceo non e` nemico del mercato. Anzi, chi avra` una formazione classica sara` avvantaggiato. Infatti, non solo i lavori manuali, ma anche quelli tecnico-professionali sono in via di estinzione a causa dell'automatizzazione che procedera` sempre piu` spedita. Invece chi sapra` destreggiarsi nella complessita` della realta`, perche' conosce la natura umana attraverso il patrimonio culturale del passato, potra` trovare occupazione. Chi vuole eliminare il Liceo Classico non e` quindi il libero mercato, ma politici-burattini e i burattinai dietro di loro. Questi vogliono dominare il popolo bue e temono coloro che non si assoggettano al pensiero corrente terzo-mondista, immigrazionista, teoria del genere e governo unico mondiale.

irina ha detto...

A DIFESA DEL MANDATO IMPERATIVO. E DUNQUE DEL POPULISMO.
Maurizio Blondet 18 luglio 2017 5

irina ha detto...

-E' interessato alle religioni non cristiane,ad esempio quelle asiatiche: buddismo induismo?
"Curioso più che interessato. Ne ho un certo spavento: come di sistemi che mirino all'annientamento della persona, dell'individualità. Quello che è nato nel mondo mediterraneo- filosofia, diritto, teatro, arte e (non mi contraddico) Cristianesimo- è quanto l'umanità abbia di meglio prodotto. Impareggiabilmente".

(V. Messori, Inchiesta sul Cristianesimo,Quatto no, in nome della ragione: Leonardo Sciascia, p.25, SEI, 1987)

RR ha detto...

Monti ha fatto il classico in un istituto privato, religioso. Ai tempi era noto che i licei classici statali surclassavano ampiamente quelli privati, anche di religiosi, meno "gentiliani". Renzi ha fatto un classico abbondantemente post '68, e poi è un bischero certificato. Boldrini ha verosimilmente studiato anche lei privatamente da religiose (v. Monti).

Il Greco studato anni orsono, ma ripassato prima con i miei fratelli più piccoli e poi con mia figlia, mi aiuta un sacco con l'apprendimento del Tedesco, che a sua volta mi ha aiutato a ricordare la costruzione della frase latina. E naturalmente risco a leggere, seppur non a capire, il Russo, sempre grazie al Greco.MA è sufficiente quando cerco un programma TV russo sul pattinaggio, sport che mi piace molto, e che la nostra RAI trascura alquanto.

So, LIceo Classico über alles !

Anonimo ha detto...

Note sparse e una lucida amara intervista di Marcello Pera
http://www.rossoporpora.org/rubriche/vaticano/713-note-sparse-e-una-lucida-e-amara-intervista-di-marcello-pera.html

RR ha detto...

Anche senza abolirla, la Messa NO, basterebbe la dicessero in Latino ovunque nel mondo, così non ci si sentirebbe esclusi nella Casa del Signore, quando si assiste ad una Messa all'estero !
Ma questo presuppone anche semplicemente lo studio accurato della lingua. Ce li vedete certi preti di oggi mettersi a studiare il Latino? Molti non sanno neanche bene l'Italiano.

Anonimo ha detto...

....Tra poco assisteremo a manifestazioni di piazza sfavorevoli all' ospitalità, e non sarà semplice arginare la rabbia che sta montando nel nostro Paese sfinito. È ovvio che la sinistra avverta il pericolo di non essere più in sintonia con la propria base elettorale e cerchi di recuperare consensi adottando misure drastiche onde frenare l' arrivo sul nostro territorio di sbandati. Forse è troppo tardi per arginare il disgusto italiano per la disponibilità del governo ad accogliere chiunque bussi alle nostre porte, ma bisogna comprendere lo stesso il tentativo di Gentiloni, quello di evitare che il Paese esploda in una sorta di rivoluzione antisistema. Per anni ci siamo illusi di controllare gli ingressi e abbiamo accettato di ubbidire agli ordini europei.

Ora siamo di fronte a una tragedia e dobbiamo deciderci a rompere i trattati che ci obbligano a ricevere cani e porci.
D' altronde gli accordi si firmano talvolta per errore di calcolo, ma si possono poi disdire e siglarne altri più convenienti.
Non ci resta che mandare al diavolo la UE e imporre la nostra volontà: sbarrare i porti e non permettere ad alcuno di sbarcare sulle nostre coste. Soluzioni alternative non esistono. Se il Pd non si spiccerà ad agire, perderà quasi tutti i suffragi regalandoli alla destra, e non sarebbe il peggiore dei mali.
Vittorio Feltri
http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12918839/ius-soli-paolo-gentiloni-immigrati-cittadinanza-italiani-disgustati.html

Anonimo ha detto...

che il liceo classico come dice Fusaro sia un tempio sacro da custodire a me personalmente fa ridere. Comunque Fusaro è un marxista del tutto innocuo, anzi su certe questioni tipo euro e sovranità nazionale ha perfettamente ragione.

Anonimo ha detto...

Fuori tema ma interessante.
Che senso ha un libro come questo?
https://www.libreriadelsanto.it/libri/9788810507469/formazione-affettivo-sessuale.html

bedwere ha detto...

@Anonimo 18 luglio 2017 18:05

Molte grazie! Ora sto registrando il De civitate Dei, ma ci vorranno ancora molti mesi per terminare. Sempre gratis, sono disponibili registrazioni di greco antico piu` o meno utile per la conversazione ed altro:

https://archive.org/details/@bedwere

Ora mi sto occupando delle favole di Esopo. Ne registro, salvo eccezioni, tre alla settimana.
Saluti dal Σύνοδος ἑλληνική in quel di Lexington, KY (cittadina servita dalla FSSP, anche se la diocesi non lo vuol far sapere)!

Anonimo ha detto...

OT ma importante

Il Congresso USA concede la cittadinanza americana al piccolo Charlie Gard e ai suoi familiari

Anonimo ha detto...

Roma 19 Luglio 1943.....a quest'ora Pio XII il Grande
si recava al quartiere San Lorenzo per confortare i suoi diletti figli dopo il terribile bombardamento. Che Dio gliene renda merito.

Anonimo ha detto...

Quando piu' nessuno conoscera' greco e latino potranno propinarci traduzioni modificate del Nuovo Testamento! Non sara' il motivo principale per cui vogliono a tutti i costi cambiare la sostanza del liceo classico? Quando mi vengono degli interrogativi su una frase del Vangelo o delle Lettere o dell'Apocalisse ricorro subito al mio Nestle-Aland e con un po' di fatica, ecco che il senso piu' corretto della frase si chiarisce. Stiamo attenti a chi vuole toglierci gli strumenti basilari per comprendere la storia, sacra o profana che sia! Nell'antichita' bruciavano le biblioteche, oggi possono far sparire i testi originali nel senso che pochissime persone potranno ancora leggerli. E' un attacco anche questo alla Chiesa, che non puo' sopravvivere senza la conoscenza di greco e latino!

Luigi Rmv ha detto...

Fusaro e' un marxista libero, non ingabbiato nei dogmi ideologici e sa riconoscere la verita' anche se contro la corrente della sinistra di cui fa parte
Quindi mi sembra intellettualmente onesto, oltre che preparato, anche se non condivido le sue posizioni.
Critico contro il gender e le adozioni delle coppie omosessuali, ad esempio.
Magari i sinistri figuri fossero tutti come lui

Anonimo ha detto...

Pare che siano tre i principali nemici del liceo classico in Italia:
1) Confindustria
2) i cultori della linguistica italiana (vd. l'ex ministro Giannini)
3) l'attuale gerarchia modernista

Anonimo ha detto...

La giudice avrà fatto il classico?

"Riepilogando: un poliziotto che difende i cittadini e prende uno stipendio medio di € 1.400,00 viene accoltellato da un clandestino che doveva essere espulso. La giudice ( un giudice guadagna dopo 4 anni 3.600,00 euro mensili e a fine carriera può arrivare a 7.500, 00) libera con obbligo di firma il delinquente: Lei non sta sulla strada a difendere i cittadini. Con questi atti anzi li mette in pericolo. Del resto anche il serbo "Igor il russo" che ha ucciso 4 persone è stato liberato da un giudice per buona condotta e il Kaboto che uccise a picconate due persone era stato espulso. In questo Italia c'è qualcosa che non va che andrebbe corretto. Guadagna poco chi difende i cittadini ed è ultrapagato chi li mette in pericolo..."

Davide Lovat su Fb ha detto...

19 Luglio 1992, strage di Via D'Amelio e morte di Borsellino.... Il giorno in cui nacque la Seconda Repubblica.... L'accordo tra Stato e Mafia pose fine alle stragi e sancì il sostegno della Mafia non più alla DC e al Pentapartito di Centrodestra, bensì alla Sinistra.... Non più processioni religiose e traffico di droga, ma gay e traffico di immigrati.... Vendola e Crocetta a capo delle regioni del Sud (inconcepibile prima!) e PD a fare conferenze sulla legalità, tutto per sancire il cambio gattopardesco assieme a 4 vecchi boss inutili consegnati alla Giustizia... Ora sono 25 anni che va avanti l'accordo di predazione delle risorse della Repubblica a danno di chi non è né mafioso, né di Sinistra....

Priorita' assolute : ha detto...

E alé, è andata: fascismo zero, politicamente corretto 1.
Ancora una volta la democrazia è salva grazie all'eroina della resistenza toponomastica.
Boldrini alla guerra dei nomi Cancellato parco Mussolini .
http://www.ilgiornale.it/news/politica/boldrini-guerra-dei-nomi-cancellato-parco-mussolini-1422363.html

Anonimo ha detto...

No ma scusate. Se il docente del classico è un cretino non è colpa del liceo! Lo stesso vale per l'allievo.
Il Liceo Classico è un valore per sè. Abolirlo è una stupidaggine sesquipedale.
md

Rr ha detto...

Il giudice di sesso femminile ("giudice" da "iudex": sostantivo maschile) ha forse frequentato il Classico, ma potrebbe anche aver fatto le professionali. Inoltre ha verosimilmente avuto insegnanti marxisti (lo è più del 60% dei docenti, specie se di sesso femminile). Infine lavora a Milano, in un tribunale e palazzo di giustizia dove, o hai le palle quadrate, o sei bravissimo, o devi essere un compagno, altrimenti trovano un modo per cacciarti.
Ma soprattutto, e purtroppo, è una donna, forse nubile e senza figli. E soddisfa il suo desiderio di maternità (o forse semplicemente la sua sindrome ornitopenica), lasciando libero il "poveretto" immigrato, il nuovo "buon selvaggio" di russoiana memoria.
Il vigile, il poliziotto, il carabiniere portano una divisa, sono misogini, xenofobi, fascisti per definizione. :))))

Anonimo ha detto...

Sai Rosa quello che disse Churchill 'In Italia fino al 7 settembre c'erano 45 mln. di fascisti, l'8 settembre gli antifascisti erano 45 mln. ora gli Italiani dovrebbero essere 90 mln.......non mi pare'.....un paese che si attacca a penose dietrologie e non affronta i drammi e i danni causati dai sinistri antifascisti rosso sangue, a prescindere, non sarà mai serio e sarà sempre governato da fantocci, buffoni di corte e mariuoli per dirla alla napoletana come De Filippo......et voilà, analisi socio politica e semiseria di un paese nato male e cresciuto peggio. Della serie chi nasce quadrato mai diventerà tondo. Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Lupus,
chi nasce da tradimenti e ruberie (e non mi riferisco solo all'8 settembre), mai sarà fedele ed onesto.
Vedasi infatti come ci trattano in Europa per la questione "immigrati".

RR ha detto...

Lupus,
la frase di Churchill forse è apocrifa.

Rr ha detto...

L'Anonimo 11.23 sono io, RR. Ho dimenticato di firmare.