venerdì 9 dicembre 2022

“Tragico e peccaminoso”: il responsabile dell'istruzione dei vescovi statunitensi condanna l'ideologia LGBT nelle scuole cattoliche

 Nella nostra traduzione da LifeSiteNews una diversa posizione di vescovi statunitensi rispetto a quelli italiani et alii [vedi].


Il vescovo Thomas Daly di Spokane, Washington, ha criticato l'ascesa dell'ideologia LGBT nell'educazione cattolica, definendola "tragica e peccaminosa" in un'intervista al National Catholic Register.

Nei commenti al Register durante la riunione autunnale dell'USCCB a novembre, il vescovo Daly, presidente del Comitato per l'educazione cattolica della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti (USCCB), ha condannato la cancellazione dei diritti dei genitori nelle scuole pubbliche.
Ha anche osservato che l'ideologia transgender è andata sempre più imponendosi nelle scuole cattoliche e che alcuni consentono persino agli studenti di "scegliere i propri pronomi" con il pretesto di "essere affermativi e accoglienti".

L'ideologia di genere non dovrebbe avere "nessun posto" nelle scuole, ha detto il vescovo Daly al Register, aggiungendo che essa è particolarmente "tragica e peccaminosa" quando permea gli istituti di istruzione superiore cattolici.

Il vescovo di Washington ha affrontato la crescente identificazione LGBT tra i giovani e ha affermato di ritenere che i social media svolgano un "ruolo significativo" nella crescita della confusione di genere.

Ha collegato l'affermazione dell'ideologia di genere alla “compassione mal riposta”, invocando  Giovanni Paolo II nell'Evangelium vitae. Tale affermazione porta i bambini a diventare “i moderni orfani della società”, che vengono “sottoposti a sperimentazione” da “adulti che in realtà non hanno a cuore i migliori interessi dei giovani”, ha lamentato il vescovo Daly.

Sempre secondo il Register, il presule ha anche elogiato le recenti catechesi sul genere pubblicate dal vescovo Michael Burbidge di Arlington e dall'arcivescovo Jerome Listecki di Milwaukee.

Le osservazioni del vescovo Daly si allineano con commenti simili di altri vescovi ortodossi, tra cui il cardinale Gerhard Müller, che ha recentemente descritto l'ideologia transgender come "automutilazione della mente, dell'anima e del corpo" e ha avvertito che promuoverla è "niente meno che un grave peccato contro il benessere e salvezza dei bambini e dei giovani”. L'anno scorso l'arcivescovo emerito Charles Chaput di Filadelfia ha denunciato il transgenderismo come "l'ultima ribellione contro Dio".

Anche l'arcivescovo Salvatore Cordileone di San Francisco ha condannato la sperimentazione "transgender" sui bambini come "terribile" e un affronto all'"ordine creato".

L'incontro autunnale dei vescovi statunitensi ha visto l'elezione di diversi vescovi che sostengono l'insegnamento cattolico fondamentale a posizioni di leadership, tra cui il neoeletto presidente dell'USCCB, l'arcivescovo Timothy Broglio, e il vescovo Thomas Paprocki, che ora guida il comitato della conferenza sul governo della chiesa.
[Traduzione a cura di Chiesa e post-concilio]

9 commenti:

Anonimo ha detto...

10 DICEMBRE SUPPLICA ALLA MADONNA DI LORETO

O Maria Loretana, Vergine gloriosa, noi ci accostiamo fiduciosi a Te, accogli oggi la nostra umile preghiera.
L' umanità è sconvolta da gravi mali dai quali vorrebbe liberarsi da sola. Essa ha bisogno di pace, di giustizia, di verità, di amore e si illude di poter trovare queste divine realtà lontano da tuo Figlio.

O Madre! Tu portasti il Salvatore divino nel tuo seno purissimo e vivesti con Lui nella santa Casa che noi veneriamo su questo colle loretano, ottienici la grazia di cercare Lui e di imitare i suoi esempi che conducono alla salvezza.

+ Nostra Signora di Loreto, prega per noi. !

Con fede e amore filiale, ci prostriamo spiritualmente nella tua Casa benedetta. Per la presenza della tua Famiglia essa è la Casa Santa per eccellenza, alla quale vogliamo si ispirino tutte le famiglie cristiane, da Gesù, ogni figlio impari l' ubbidienza e il lavoro, da Te, o Maria, ogni donna apprenda l' umiltà e lo spirito di sacrificio, da Giuseppe, che visse con Te e per Gesù, ogni uomo impari a credere in Dio e a vivere in famiglia e nella società con fedele rettitudine.

+ Nostra Signora di Loreto, prega per noi. !

Molte famiglie, o Maria, non sono un santuario dove si ama e si serve Dio, per questo Ti preghiamo affinché Tu ci ottenga che ognuna imiti la tua, riconoscendo ogni giorno e amando sopra ogni cosa il tuo Figlio divino.
Come un giorno, dopo anni di preghiera e di lavoro, Egli uscì da questa Casa santa per far sentire la sua Parola che è Luce e Vita, così ancora, dalle Sante mura che ci parlano di fede e di carità, giunga agli uomini l' eco della sua Parola onnipotente che illumina e converte.

+Nostra Signora di Loreto, prega per noi. !

Ti preghiamo, o Maria, per il Papa, per la Chiesa universale, per l' Italia e per tutti i popoli della terra, per le istituzioni ecclesiali e civili e per i sofferenti e i peccatori, affinché tutti divengano discepoli di Dio.
O Maria, in questo giorno di grazia uniti ai devoti spiritualmente presenti a venerare la Santa Casa, ove fosti adombrata dallo Spirito Santo, con viva fede Ti ripetiamo le parole dell' Arcangelo Gabriele:

Ave, o piena di grazia, il Signore è con Te!

Noi Ti invochiamo :

Ave, o Maria, Madre di Gesù
e Madre della Chiesa, + prega per noi
Rifugio dei peccatori, +prega per noi
Consolatrice degli afflitti, +prega per noi
Aiuto dei Cristiani. +prega per noi
Tra le difficoltà e nelle frequenti tentazioni noi siamo in pericolo di perderci,
ma guardiamo a Te e Ti ripetiamo:

Ave, Porta del Cielo, +prega per noi
Ave, Stella del Mare! +prega per noi
Salga a Te la nostra supplica, o Maria.
Essa Ti dica i nostri desideri, il nostro amore a Gesù e la nostra speranza in Te, o Madre nostra.
Ridiscenda la nostra preghiera sulla terra con abbondanza di grazie celesti. Amen.
Salve, o Regina....

+Nostra Signora di Loreto, prega per noi. !

Cronaca corrente ha detto...

Leggo da laverità:
"LA FRANCIA CELEBRA 117 ANNI DI LAICITA' MA LO STATO SI SOTTOMETTE ALL'ISLAM. Mentre i cattolici sono stati messi ai margini e un insegnante su due teme i musulmani".

Succederà anche in Italia? Se continua l'andazzo temo di si, e prima di 117 anni.

Anonimo ha detto...

Ancora non ne hanno abbastanza, ancora la superbia li gonfia, il vizio li irretisce, il delitto li abbacina, ancora si ostinano a mentire, usando le menzogne come formule magiche che daranno loro danaro, potere, goduria. I da baraccone il vostro tempo sta per finire. Pentitevi! I servi fedeli di Dio stanno scendendo in campo, onore e gloria a loro.

bernardino guerrini ha detto...

sono pochi i vescovi veri contro le ideologie conciliari e post.. e sappiamo pure chi sono si era formata una mentalità che mettersi contro il concilio che ha portato a questo (ma già era nell'aria da decenni prima del concilio - diceva Pio XII a dei cardinali che volevano un concilio, che sotto le pietre era pieno di vipere, e aspettavano solo che si muovesse qualcosa per venir fuori.. e lo abbiamo visto con Roncalli.. la rivoluzione vera è cominciata da li, ma covava sotto le pietre da mezzo secolo o forse più.. c'era già una gerarchia corrotta dal mondialismo.. e la teologia della liberazione ha dato la mazzata più forte.. c'era bisogno di una piazza pulita già da inizio 900 come diceva Pio X ..

bernardino guerrini ha detto...

Aveva ragione Mons. Lefebvre ed il Card Ottaviani, quando gli chiusero il microfono per non farlo più parlare.. quel blocco andava buttato fuori al completo.. la paura dello scisma è tremendo.. ma credo che ora sia peggio -- volevano la libertà religiosa per portare il mondo dove l'hanno portato .. ora solo Dio può tutto.. non esiste più una vera gerarchia cattolica.. è rimasto il piccolo resto.. e speriamo che Dio sistemi tutto.. basta guardare quello che succede nel mondo.. e questo è solo briciole.. abbiamo dimenticato che Dio vede tutto e sa cosa deve fare... speriamo di poterci salvare l'anima con la grazia che Dio ci concede.. ma bisogna pregare tanto la Madonna di intervenire.. Lei può tutto.. bruciare tutta la gramigna.. Dio può tutto in un istante..

Catholicus ha detto...

Caro Bernardino, concordo con lei al 101% e più, se fosse possibile; quanto al fuoco che covava spotto la cenere, rpima di Roncalli, nella mia corposa antologia del modernismo nella Chiesa Cattolica (da Pio IX a Bergoglio) ho defionito il perdiodo che va dalla morte di San Pio X al conclave del 1958, come "i decenni di preparazione", paragonando questo periodo al famoso "decennio di preparazione" del Risorgimento Italiano (in realtà definito già dagli storici dell'800 come £rivoluzione italiana", massonica, giacobila, anticattolica e antiitaliana, come hanno dimostrato Angela Pellicciari e Massimo Viglione nei loro libri "a tema"). In questo perdiodo i prlati ribelli ribelli si tenevano in contatto in stile carbonaro, segretamente, preparando le basi di quella che sarebbe stata la rivoluzione arttuata con il Concilio Vaticano II, grazie al fondamentale e decisiovo sostegno dei papai Conciliari, Roncalli e, po, Montini, sicuramente il peggior papa della storia della Chiesa, che forse sarà superato in negativo solo d Bergoglio. Una cosa però voglio ribadire, come faccio spesso: non considero i successori di Pacelli veri papi cattolici, ma solamente capi dello S.C.V., ricordando che lo stesso Pio XII profetizzò di considerarsi l'ultimo papa cattolico. Dopo di lui due sole sono state le grandi guide dei cattolici, i fari nella notte tempestosa che avvolge da oltre 60 anni Santa Romana Chiesa: Mons. Marcèl Léfèbvre e mons. carlo Maria Viganò. Deo Gratias !

Anonimo ha detto...

Oggi pomeriggio raggiungo moglie e un paio di figli in centro a Brescia: "Siamo alla Feltrinelli, ci vediamo lì". "Feltri cosa? Prendeteli altrove i libri!".
Li raggiungo e, salito al primo piano in bella vista c'era un libro con in copertina due ragazzi maschi che si baciano in bocca. In sottofondo la voce di un commesso... Ok, ci siamo capiti, non ce l'ho con loro, ovvio, ma con chi propone una realtà che riguarda lo zero virgola spiccioli della popolazione come se fosse la strada maestra.
Feltrinelli chi? Colui che morì esplodendo mentre metteva del tritolo sotto un traliccio dell'alta tensione?

Anonimo ha detto...

"" "Il sistema capitalistico come ora non è un male, è malissimo, è terribilmente male." (Gilbert K Chesterton, 1912).

"Il nostro Stato (La Gran Bretagna) è una plutocrazia, e interverrà sempre a favore della plutocrazia. L'unico modo di rendere uno Stato democratico è far sì che smetta di essere plutocratico " (Idem, 1912).

"La follia di domani non è a Mosca ma molto di più a Manhattan." (Idem, 1926).

Tre citazioni di un grande scrittore autenticamente cattolico, per capire come un sano antiamericanismo e un altrettanto sano anticapitalismo (che non metta in discussione la proprietà privata, ma anzi la difenda dall'avidità smisurata di finanza e multinazionali) siano oggi non solo legittimi, ma doverosi e necessari. Dopo che la finanza anglosassone ha imposto Draghi alle nostre marionette politiche (prima di lui Monti) dovremmo esserne tutti consapevoli. Viviamo in un regime plutocratico (da pluto, ricchezza e kratos, potere), non certo democratico.
Dobbiamo riscoprire l'anticapitalismo alla Chesterton. Altrimenti la globalizzazione del sistema orgiastico-mercantile americanista (con il suo feticismo della merce, il suo dirittismo fintamente universale, la sua ossessione per la tecnica e la sua fetida e antiumana sottocultura dell'intrattenimento) renderà il mondo un immenso deserto spirituale, e un immenso cimitero delle culture e dei popoli. ""

Pensare che le citazioni di Chesterton hanno mediamente un secolo e che ancora oggi siano considerate complottistiche dai più, ci da' il polso di quanto incide la propaganda martellante dei burattinai...

Anonimo ha detto...

Leggiamo: "I genitori dello stesso sesso e i loro figli".

Osservate come usino parole a sproposito per deviare.

E poi, le comiche: "nell'interesse superiore dei bambini".

L' Europa, mai unita sulle questioni che contano, dal caro energia, alle politiche economiche, si riscopre compatta nel riconoscere i "genitori gay" in tutti i paesi membri.

D'altronde su tre cose l'Europa è sempre apparsa granitica, inamovibile:

1) sull' austerity e sulla distruzione economica sistematica dei paesi di cui s'intende divorare ricchezze e patrimoni;

2) sul perseguire ad ogni costo gli obiettivi stabiliti nelle agende globaliste dettate dai gruppi dominanti

3) sul seguire a menadito i diktat dello zio Sam e della NATO, anche quando questo comporta mosse suicide.

Ma si sa, noi siamo degli omofobi fascisti e non capiamo quanto sia buona ed inclusiva la UE il cui solo scopo è tutelare le minoranze.
(Weltaschauung Italia)