domenica 9 marzo 2014

L'Addolorata di Castelpetroso e la sua offerta sacerdotale del Divin Figlio

In ordine all'articolo precedente sulla devozione mariana diffusa dai FI, un lettore pone giustamente l'accento sul Santuario di Castelpetroso (IS) delle cui vicende recenti è capitato di parlare in quella occasione. A questo punto è non solo doveroso ma provvidenziale questo nostro approfondimento.
Sono riconoscibili le parti del suo intervento, ci cui gli siamo molto grati, nella sintesi che segue.

Alla Vergine rivolgiamo le nostre preghiere perché ogni cristiano riceva il cuore sacerdotale di Cristo Signore e della Sua e nostra Madre.

A Castelpetroso la Madonna è apparsa a due pastorelle il 22 marzo 1888, 30 anni dopo Lourdes e 29 prima di Fatima. Si capisce, già da questa centralità cronologica rispetto a questi altri due ben più famosi "eventi", quanto esso sia rilevante. Per volontà e decreto del papa Paolo VI la Vergine Addolorata di Castelpetroso è Patrona della Regione Molisana dal 6 dicembre 1973. Ricordiamo che è di questa terra colui che - come Benedetto - ha "rinunciato" alle Somme Chiavi: Celestino V/Pietro del Morrone.

La Beata Vergine, che certamente accompagna la Chiesa e la cristianità nei secoli, sin da quando l’umanità le fu affidata da Gesù Cristo sulla Croce, indicando lei come madre degli uomini, è apparsa tante volte, in posti, tempi e modalità diverse, sempre a sollecitare la speranza e la fede nel suo Divino Figlio.

Questo Santuario è importante perché qui Maria, che non lasciò alcun messaggio, parla col suo atteggiamento. La Madonna, difatti, è apparsa - anche al vescovo di allora - in atteggiamento sacerdotale di Madre "sofferente" ed "offerente", presentando al Padre celeste il suo Figlio, offerto in espiazione per i peccati degli uomini. Si tratta di un'offerta "fatta col cuore", il suo Cuore Immacolato. E difatti in questo modo è raffigurata la Vergine nei gruppi scultorei, sia nella grande Cappella centrale del Santuario sia sul luogo delle Apparizioni, più a monte.

Proprio la postura "sacerdotale" della Vergine di Castelpetroso, tipica di chi presenta i doni, lascia chiaramente intendere che il trionfo del Cuore Immacolato di Maria, preannunciato a Fatima, riguardi proprio il retto culto cattolico, perché è proprio il significato della Messa come Sacrificio redentore l'obiettivo dei pervertitori del culto, operanti in questi nostri drammatici tempi.

Il Santuario stesso ha una pianta a forma di Cuore, in cui sette cappelle radiali simboleggiano i "Sette Dolori" della Madre di Dio, che è anche Madre della Chiesa, Madre nostra.

Le Apparizioni mariane verificatesi in questa terra, poco conosciute, sono strettamente legate a quelle ben più famose di Lourdes e Fatima. Urge una conoscenza - anche teologica - più approfondita del messaggio della Beata Maria Vergine Addolorata di Castelpetroso, le cui Apparizioni silenziose possono essere associate al fenomeno prodigioso delle lacrime versate dalla statuetta di Siracusa nel 1953; un modo diverso di dimostrare il dolore di Maria, per i peccati del mondo e quindi della necessità della Redenzione, tramite il sacrificio salvifico di Gesù e del suo Cuore di madre.

Da notare che mentre le raffigurazioni dell’Addolorata nell’arte e nella devozione popolare, sono state sempre in abito scuro rappresentante il lutto, il sorreggere in grembo Gesù morto, per simboleggiare il dolore straziante materno, il cuore trafitto dalla spada, profetizzato da Simeone al Tempio ebraico; ma a Castelpetroso, Maria è apparsa in atteggiamento regale di maternità sacerdotale, semi inginocchiata senza stringere il Figlio morto, ma con le braccia aperte e lo sguardo rivolto in alto, ella offre Gesù al Padre, quale vittima di espiazione per i peccati umani.

La pianta del Tempio, simboleggia un cuore (parte centrale) trafitto dalle sette spade dei dolori di Maria, rappresentate dalle sette cappelle poste a raggiera; lo stile è neogotico e tutto, esterno ed interno, invita al raccoglimento; nella Cappella maggiore vi è il trono dell’Addolorata con Gesù morto, nell’atteggiamento visto nelle Apparizioni, che è quello del dolore corredentivo di Maria, la sofferenza che le lacera il cuore e la sua offerta di madre sublime ed eroica.
[su Maria Corredentrice rimandiamo a questo prezioso documento di Mons. Gherardini - e qui. Documenti preziosi, consegnatici dall'attività dei Francescani dell'Immacolata, che non sappiamo se e quando potrà riprendere in questi termini così importanti, nutrienti e significativi]

Dal febbraio 1993 [e fino al 2007], il Santuario è stato affidato alle cure pastorali, liturgiche e della stampa di un periodico, a due giovani Comunità religiose, scaturite dal secolare albero francescano: i Francescani e le Francescane dell’Immacolata, fondate da padre Stefano Manelli negli anni Ottanta; mentre le opere assistenziali per i pellegrini, e l’orfanotrofio, sorte attorno al Santuario, sono tate affidate alle ‘Piccole Discepole’ di Marino (Roma) [fino al 2013] . Ora il Santuario è affidato ai Francescani conventuali.
[per maggiori dettagli qui, da cui ho preso alcuni inserti].

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Sumens illud ave
Gabrielis ore
Funda nos in pace
Mutans Evae nomen

Anacleto ha detto...

Questo commento vuole essere solo una provocazione.

Vi siete mai chiesti, perché la BVM è apparsa sempre nell'ambito della Chiesa Romana e mai (almeno in modo appariscente) nella Chiesa Cattolica Ortodossa?

Forse, perché i latini hanno più bisogno...

Anonimo ha detto...

Bergoglio ha insabbiato il miracolo eucaristico di Buenos Aires quando era vescovo e non ne ha mai parlato da papa.
Dipenderà dal fatto che dà troppa importanza ai giocatori di pallone e all'ipad?

Anonimo ha detto...

Qui una tela coeva alle Apparizioni, molto venerata:

http://3.bp.blogspot.com/-sa23udaL-z0/UjYKniIdwlI/AAAAAAAAGKw/tQTT7Kkg8a8/s640/Giovanni+Gagliardi%252C+Addolorata+di+Castelpetroso%252C+olio+su+tela%252C+1890.JPG

E' significativo che la Vergine Addolorata sia apparsa anche al vescovo diocesano - caso piuttosto raro, se non unico - come a voler significare che il messaggio "muto" della Madonna era rivolto anche ai Pastori. Vediamo purtroppo, che quest'ammonimento è quanto mai attuale, anche se scarsa - almeno per ora- è la percezione del Dolore della Madre della Chiesa per i peccati commessi dai suoi figli, anche da coloro i quali sono stati santificati per pascere il gregge.

MartaB. ha detto...

Un santuario che non avevo mai sentito nominare. Un'apparizione dal significato molto forte. E non li si conosce!

Anonimo ha detto...

Calciatori e ipad fanno salire l'audience al massimo....

Amicus ha detto...

@ Anacleto che scrive: "Vi siete mai chiesti, perché la BVM è apparsa sempre nell'ambito della Chiesa Romana e mai (almeno in modo appariscente) nella Chiesa Cattolica Ortodossa? Forse, perché i latini hanno più bisogno..."

Ormai ho la certezza che sei un infiltrato, al 90% pseudo-ortodosso. Basta vedere anche e soprattutto il tuo intervento nell'articolo precedente, alle h. 15.10 di oggi, in cui hai il coraggio di rallegrarti della mancata riunione della gran parte degli scismatici orientali con la Chiesa Cattolica Romana, l'unica vera, dopo il Concilio di Firenze nel XV secolo, scrivendo con straordinaria faccia di bronzo,che "...le decisioni dei concilî sono valide unicamente se accettate all'unanimità e ratificate dal cœtus fidelium (cfr. Concilio di Firenze, dove gli pseudo-accordi furono cassati dai fedeli)".

Non ho più molto tempo per scrivere, ma vorrei mettere in guardia chi legge dai tuoi capziosi attacchi sofistici, che si ripetono da un po' su questo blog.

rosa ha detto...

concordo con Amicus. Credo anzi che Anacleto non sia il solo, qui, che scrive con l' intento di creare dubbi e seminar confusione, come non ce ne fosse gia' abbastanza.
Rosa

Anonimo ha detto...

....anche se scarsa - almeno per ora- è la percezione del Dolore della Madre della Chiesa per i peccati commessi dai suoi figli, anche da coloro i quali sono stati santificati per pascere il gregge.

concordo.
Giorni fa avevo qui postato un commento incentrato proprio sul pianto della Madonna manifestatosi in varie circostanze nell'ultimo secolo, come monito per l'uomo moderno e per la Chiesa in degrado, lacrime sante della Madre di Dio a cui spesso gli uomini restano insensibili e talora sprezzanti, in primis gli ecclesiastici....ma
> commento censurato.

mic ha detto...

Qui ci censurano i proclami e gli anatemi, gli insulti e i millenarismi, le battute sciocche e le provocazioni, le eccessive sottolineature di rivelazioni private...

Dovrebbe averlo compreso.
Invece di recriminare si dia in nick per rendersi riconoscibile (possibilmente sempre quello) e eviti di parlare di rivelazioni private.

Anonimo ha detto...

@ mic

a leggere ... UREGENTE !

http://www.eschaton.ch/website/2014/la-renonciation-de-benoit-xvi-est-elle-valide/

Saluti e buona cresima a tutti !

mic ha detto...

Noi ne avevamo già parlato, da subito

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2013/02/clamorosi-errori-di-latino-nella.html

Sine Timore ha detto...

Cari amici del blog, vi comunico che è stata data la notizia della morte di Mario Palmaro.

http://www.donginooliosi.com/2014/03/in-morte-di-mario-palmaro.html

Preghiamo per lui, stringiamoci vicino ai suoi familiari, e continuiamo la sua battaglia in difesa della Verità e della nostra Fede Cattolica.

Amen

Anonimo ha detto...

Nella trascrizione della rinuncia nel libro "Non mi sono mai sentito solo" il latino è impeccabile e senza errori.....mysterium mysteriorum.

mic ha detto...

Siene Timore,
avevo inserito un articolo pensando di accompagnarlo con la nostra preghiera, che lo raggiunge ora, per la sua anima e per la sua famiglia.

Turiferario ha detto...

"Vi siete mai chiesti, perché la BVM è apparsa sempre nell'ambito della Chiesa Romana e mai (almeno in modo appariscente) nella Chiesa Cattolica Ortodossa?

Forse, perché i latini hanno più bisogno...".

O forse perché alla Madonna stanno particolarmente a cuore le sorti della Chiesa cattolica, che è quella sub Petro, rispetto a quelle delle chiese scismatiche che hanno rifiutato Pietro, contravvenendo palesemente a quando prescritto da Cristo.

Che Anacleto sia un "missionario" ortodosso è più che evidente.

Anonimo ha detto...

...e eviti di parlare di rivelazioni private.

ma che assurdità. Come se uno dicesse: "eviti di fumare 30 sigarette al giorno, che le nuoceranno alla salute",...o "eviti di sniffare cocaina" etc.
Inoltre, si vorrebbe capire la contraddizione:
qui si pubblica un thread dedicato a un'apparizione privata, che videro solo poche persone, e allora quale interesse pubblico avrebbe, se era destinata alle due bambine e pochi altri? e a che pro parlarne sul blog, se dobbiamo "evitare" tali argomenti in quanto nocivi o fuorvianti dalla Fede ?

mic ha detto...

QUI si parla di una rivelazione privata nella quale ci siamo provvidenzialnente imbattuti nel nostro percorso e ci si sofferma com'è giusto che sia.
L'invito ad evitare di parlarne viene rivolto a chi ne fa oggetto quasi esclusivo e martellante dei propri interventi. E ne arrivano decine al giorno, di qualunque cosa si parli...
È a quelli che mi riferisco.

mic ha detto...

Così come mi riferisco ai millenarismi e agli anatemi.

Anonimo ha detto...

Sulla vicenda del santuario cerchez l'argent...