lunedì 3 marzo 2014

Chi? Il mio papa

Da non credere. Mondadori lancia un nuovo settimanale. Il primo settimanale al mondo interamente dedicato al papa. 

Lo annuncia Sandro Magister.

65 commenti:

Anonimo ha detto...

Non c'è più religione

f

una sola fede ha detto...

sulla copertina, in basso, sotto la scritta "le parole del papa che rendono più bella la nostra vita" campeggia una sua frase:

"ABBIATE IL CORAGGIO DI ESSERE FELICI"


sì, io penso effettivamente che ce ne voglia tanto, ma tanto a 'sto punto (ma a Dio niente è impossibile!)

Anonimo ha detto...

Io non me ne intendo, ma la grafica della copertina non ricorda un po' quella di "Novella 2000"?

Maso

Wiseman ha detto...

Non so se sia vero l'aneddoto della frase detta da Francesco I appena eletto al cerimoniere: "Il carnevale è finito".

So però che avrebbe fatto meglio a dire: "Il carnevale comincia".

Maso

Anonimo ha detto...

Cosa c'è ancora da discutere?

"Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me.

Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia."

"Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi.
Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti."

Luisa ha detto...

Potrebbe essere solo una delle tante manifestazioni del culto sfrenato della personalità portato a papa Bergoglio, in realtà è un`operazione di marketing, con successo scontato se non assicurato, visto il martellamento (matraquage) mediatico e conseguente "lavaggio del cervello" già subito dai potenziali lettori, e sarà anche un sicuro strumento di ulteriore manipolazione delle coscienze, o di quel che resta, per far passare quelle idee che son certi papa Bergoglio realizzerà, basterebbe per convincersene questa frase: "“prestando grande attenzione ai messaggi di cambiamento che caratterizzano questo pontificato".
Beh, io unirei ad ogni numero delle figurine del papa da incollare su un foglio, il primo che ha il foglio riempito guadagna un viaggio a Roma, ma ci sarebbero anche dei premi di consolazione, magari farei un concorso di disegni o di canzoni dedicato a Bergoglio, e per il vincitore un viaggio romano.
Mi domando che cosa pensa e dice Bergoglio che all`inizio domandava ai fedeli accorsi di non dire: Francesco, Francesco, ma Gesù, Gesù, apparentemente il suo "successo" non lo disturba, il culto portato alla sua persona nemmeno.
Fenomeno italiano che,spero e penso, lo restarà.

una sola fede ha detto...

a questo link si può ammirare la copertina intera del primo numero in edicola:


http://www.primaonline.it/wp-content/uploads/2014/03/cover_IL-MIO-PAPA1.jpg


e...buonanotte! (ma chi ci riesce a dormire??)

Anonimo ha detto...

Mi sento male...yuk...

M

Anonimo ha detto...

Ecco: PAPOLATRIA PURA!!!

Sara ha detto...

Mi sento male anche io...

Peter ha detto...

Si si e' solo un fenomeno italiano!
Stiamo calmi e continuamo a pregare per il nostro Papa.

Anonimo ha detto...

Si si è un fenomeno solo italiano
e la copertina di Time quella di Vanityfair d quella dei rolling stones?

Anonimo ha detto...

e i fumetti e i murales e le figurine?

basta con le critiche ha detto...

Perchè, Cristo non può passare anche attraverso il qualunquismo?

Angelo ha detto...

Dietro a queste espressioni tanto sciocche (il "mio" papa, la "mia" messa, il "mio" amico Bergoglio) c'è solo un miscuglio micidiale di egoismo, ipocrisia e nullità umana e spirituale. Avranno, avremo tutti quel che meritiamo. Alla fine dei conti, il Vendicatore rimetterà tutto perfettamente al suo posto: questo ci deve confortare.

Turiferario ha detto...

Ma non era il Papa umile che si ispira a san Francesco poverello di Dio, fautore della Chiesa povera fra i poveri? Com'è che adesso ha il "suo" settimanale, che non hanno nemmeno le star di Hollywood? Rinuncio a capire. Spero, per il bene di tutti, che ora arrivi la presa di distanze e la sconfessione dell'iniziativa (ma mi sorprenderebbe che l'operazione sia stata fatta senza avere le debite approvazioni).

Anonimo ha detto...

http://1.bp.blogspot.com/-rOel8NsxyHE/UusvpQ8w89I/AAAAAAAAJpE/WmVC1GAsZ18/s1600/Super+Papa+2.jpg

Sine Timore ha detto...

E CHE CA..O!!!

Ops, se sfugge a "Sua Santità" può sfuggire anche a me...:

http://www.gloria.tv/?media=577511

mic ha detto...

Turiferario,
credo che il nuovo apparato vaticano della comunicazione veda di buon occhio certe 'mode' essendo scaduto anche lì il senso dell'identità e della funzione.
Però la responsabilità non è tanto direttamente del papa quanto frutto del suo stile sciatto e populista che fa leva sul sensazionale appiattito al volgo, con tutto il rispetto per una massa anonima e informe (che sta seriamente rischiando di divenire deforme) e che avrebbe bisogno di ritrovare un Nome e non dei surrogati.

Anonimo ha detto...

L'album già c'era 400 figurine, poi rosari , braccialetti ,magliette , felpe , pupazzi e statue di ogni genere poi anche la rivista stile nov.3000 che altro manca????? Il mio parroco oltre all'orrida gigantografia ha esposto un vistoso striscione con thumbs up e la scritta 'Diamoci del tu' spero che comprendiate il perché dei miei incontrollabili desideri di randagismo........lo stomaco è andato definitivamente perso dietro all'agghiacciante buooonaaaseraaaaa......non mi sono più ripreso. Lupus et Agnus

Anonimo ha detto...

Ma il mio Papa, porta poi al mio Dio ?

Giacomo ha detto...

Un po' di sano gossip ecclesiastico non può che far bene alla casalinga di Voghera...
In fondo se questa deve perdere tempo a scuriosare fra tutte le scappatelle delle varie subrette ed attricette è meglio che "scuriosisca" o "scurioseggi" fra tutte le innovative trovate del "nuovo che avanza"!
A questo punto sembra quasi non vi sia fine al peggio...

una sola fede ha detto...

@Lupus et Agnus che scrivi:


".lo stomaco è andato definitivamente perso dietro all'agghiacciante buooonaaaseraaaaa......non mi sono più ripreso"

...lo vedi allora che il "tuo" BXVI (che pure certo non mi ha mai entusiasmato, e sai tutti i miei perché) doveva restare indefessamente al suo posto, a QUALSIASI COSTO, considerando QUESTO COSTO??


"che altro manca?????"

..e questo per carità, no, ti prego, non te lo chiedere!!

Anonimo ha detto...

Per "Basta con le critiche":

"Perché, Cristo non può passare anche attraverso il qualunquismo?"

Evviva il qualunquismo, allora!

Io penso che la società di massa, all'americana, sia il nemico da combattere: il nemico della ragione e della fede, dell'uomo naturale e di quello soprannaturale, di tutto quel che c'è di vero, di bello e di buono.

È un errore seguitare a dire: "Potrà non piacere, ma la dobbiamo accettare, perché è una realtà". No, non la dobbiamo accettare, la dobbiamo combattere.

Anche se ormai è necessario un vero e proprio miracolo, io spero e prego che la Provvidenza ci liberi da quest'incubo che ci rattrista la vita da parecchi decenni, e che il sole torni a splendere.

Poi, certo, Dio scrive dritto anche sulle righe storte, e trae il bene anche dal male; ma non per questo dobbiamo chiamar bene il male.

E la bruttezza, la mediocrità, la volgarità, il conformismo e il sonno delle menti, il populismo, il qualunquismo, la demagogia, il prevalere dell'emotivo sul razionale, tutto questo è un grandissimo male.

Ma già, il Santo Padre – che a quanto pare è peronista – direbbe ch'io pecco d'aristocraticismo (o "elitismo", come direbbe lui alla francese). Sennonché, purtroppo, non c'è nulla di meno autenticamente popolare della società di massa: popolo, nazione, patria è quella che ha una precisa identità storica, e la viene continuamente elaborando in una cultura: proprio il contrario della massa amorfa.

"Salva nos, Domine: perimus!"

Maso

Turiferario ha detto...

Mic,
sono tendenzialmente "garantista", e per esempio sulla questione del passaporto argentino avevo detto che in fondo non c'era nulla di male, la notizia poteva essere circolata contro la volontà dell'interessato e mettersi da parte sua a fare smentite o puntualizzazioni per una questione del genere non era poi il caso. Ma qui non c'è spazio per i dubbi. Non sono un esperto di diritti d'immagine, ma credo proprio che non sia possibile creare un giornale espressamente dedicato a un personaggio (per quanto pubblico) senza avere il suo consenso. I fan ci verranno a dire che si evangelizza anche in questo modo, ma questa è un'operazione biecamente commerciale fatta da un editore commerciale che non ha certo nessun interesse per la diffusione del Vangelo. Vedo che in internet già si commenta "piatto ricco mi ci ficco". Sì, si è smarrito il senso dell'identità e della funzione del Papa, ormai è chiaro.

Anonimo ha detto...

G.P.II - "Gli aspetti dottrinali vanno trasmessi, chiariti e difesi, ma ancor più importanti sono le azioni coerenti"

http://www.iltimone.org/30580,News.html

BXVI - "Quanti venti di dottrina abbiamo conosciuto in questi ultimi decenni, quante correnti ideologiche, quante mode del pensiero... La piccola barca del pensiero di molti cristiani è stata non di rado agitata da queste onde - gettata da un estremo all’altro: dal marxismo al liberalismo, fino al libertinismo; dal collettivismo all’individualismo radicale; dall’ateismo ad un vago misticismo religioso; dall’agnosticismo al sincretismo e così via. Ogni giorno nascono nuove sette e si realizza quanto dice San Paolo sull’inganno degli uomini, sull’astuzia che tende a trarre nell’errore (cf Ef 4, 14). Avere una fede chiara, secondo il Credo della Chiesa, viene spesso etichettato come fondamentalismo. Mentre il relativismo, cioè il lasciarsi portare “qua e là da qualsiasi vento di dottrina”, appare come l’unico atteggiamento all’altezza dei tempi odierni. Si va costituendo una dittatura del relativismo che non riconosce nulla come definitivo e che lascia come ultima misura solo il proprio io e le sue voglie.

Noi, invece, abbiamo un’altra misura: il Figlio di Dio, il vero uomo. É lui la misura del vero umanesimo. “Adulta” non è una fede che segue le onde della moda e l’ultima novità; adulta e matura è una fede profondamente radicata nell’amicizia con Cristo. É quest’amicizia che ci apre a tutto ciò che è buono e ci dona il criterio per discernere tra vero e falso, tra inganno e verità. Questa fede adulta dobbiamo maturare, a questa fede dobbiamo guidare il gregge di Cristo. Ed è questa fede - solo la fede - che crea unità e si realizza nella carità. San Paolo ci offre a questo proposito – in contrasto con le continue peripezie di coloro che sono come fanciulli sballottati dalle onde – una bella parola: fare la verità nella carità, come formula fondamentale dell’esistenza cristiana. In Cristo, coincidono verità e carità. Nella misura in cui ci avviciniamo a Cristo, anche nella nostra vita, verità e carità si fondono. La carità senza verità sarebbe cieca; la verità senza carità sarebbe come “un cembalo che tintinna” (1 Cor 13, 1)."
http://www.vatican.va/gpII/documents/homily-pro-eligendo-pontifice_20050418_it.html

Josh ha detto...

@Turiferario

prelevo un tuo acuto passaggio

"i fan ci verranno a dire che si evangelizza anche a questo modo"

diranno pure così, ma ...

per un verso si rasenta il culto divistico della persona, il che metterebbe in ombra il Cristo.

per altro verso, è già stato detto chiaramente:

"Noi infatti non predichiamo noi stessi, ma Gesù Cristo il Signore."

2 lettera di S.Paolo ai Corinzi 4,5

Josh ha detto...

un po' di risposte..leggo sopra

"Perchè, Cristo non può passare anche attraverso il qualunquismo?"

Quando Gesù afferma categoricamente e con autorità di essere Lui l'unica Via, Verità, Vita, e quando parla di "via stretta" non mi pare intenda il qualunquismo...

@Anonimo 04 marzo 2014 10:47

"Ma il mio Papa, porta poi al mio Dio ?"

"Gesú gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me." (Gv 14,6)

"E in nessun altro vi è la salvezza, poiché non c’è alcun altro nome sotto il cielo che sia dato agli uomini, per mezzo del quale dobbiamo essere salvati»." (Atti 4,12)





Un picnic in Vaticano 26 Euro ha detto...

[..] Come un buon imprenditore, Bergoglio ha deciso di aprire al pubblico i giardini della residenza Pontificia di Castel Gandolfo, dal primo Marzo. Ci sta un però: dietro il modico prezzo di un biglietto da 26 euro. Pensavamo che il Papa avesse deciso per un atto di generosità e di disponibilità e invece si paga per vedere la natura. Intanto il prezzo é esagerato, ma una domanda. A che cosa saranno devoluti questi soldi? Non sarebbe stato giusto annunciare che gli eventuali incassi fossero devoluti ad opere di carità e di giustizia? Non é dato sapere. Ma dal primo marzo, il Papa della Chiesa povera, come un abile immobiliarista ed imprenditore, ha trovato una nuove fonte di ingressi economici: complimenti.
Bruno Volpe

mic ha detto...

Ma è vera la notizia del pic nic a pagamento? La fonte?

Anonimo ha detto...

http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/vaticano-vatican-vaticano-32468/

Urgentissimo! ha detto...

Chissà come mai dal 2005 al 2013 nessuno ha mai pensato di fare un settimanale dedicato a Benedetto XVI... il massimo che c'era in giro era un blog "paparatzinger-blograffaella"...

Anonimo ha detto...

I giornalisti sono molto attivi in provando di usurpare il magistero della Chiesa...in Bergoglio c'è un'occasione ottime, essendo che ogni altro giorno egli fa profeta del Anticristo....

Romano

mic ha detto...

Risposta a razzo.
Grazie. Ho visto.

A prima vista potrebbe apparire l'ennesima contraddizione. Ma di coerente c'è la dismissione della Sede papale e la sua trasformazione in museo.

L'operazione in sé è geniale (se è questa l'efficienza - o l'efficientismo - che si richiedeva ad jn papa in non ingravescente aetate, chapeau!).
Tra l'altro i giardini offrono risorse naturali e archeologiche di una bellezza e di un interease indicibili.
Diversi altri luoghi non accessibili al pubblico, nella zona, conservano rovine grandiose dell'epoca di Diocleziano et alia...

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Quanto vorrei che qualcuno confermasse che è uno scherzo di carnevale ben riuscito perché molto realistico...

Angelo ha detto...

Ci sta un però: dietro il modico prezzo di un biglietto da 26 euro

Bisognerà chiedere a Don Curzio, esperto di genealogie: magari anche in Bergoglio scorre qualche stilla di sangue eschimese!

bernardino ha detto...

Nel 1948, dopo la guerra, le sinistre volevano fare delle chiese delle rimesse per il fieno; chi è giovane sicuramente queste cose non le sà, chi è anziano come me, sà che i propri genitori l'han vissuto.
In quell'epoca volevano chiudere le Chiese, perchè i sacerdoti parlavano di Dio e non accettavano il materialismo, e quelli venivano definiti mangiapreti; sapeste quante ne han passate i preti di allora per difendere la Dottrina Cattolica.
Preciso che il Papa di allora si Chiamava Eugenio Pacelli - Pio XII, ed i Cardinali si chiamavano Ottaviani, Bacci, Siri, ecc.ecc.
e predicavano dai pulpiti la Dottrina pura Cattolica - l'Azione Cattolica era un esempio di virtù -
Oggi (che predicano la liberta' religiosa, l'ecumenismo, la collegialita', cioè tutto ciò che addolora Dio, non e' forse che si può parlare di rimesse per fieno?) come vogliamo definire le chiese? a cosa servono se non a quello che volevano i mangiapreti di allora?
Facevano piu' danni i mangiapreti del dopoguerra, o fanno piu' danni i predicatori di oggi?
I tempi non cambiano, la storia purtroppo si ripete anche se gli eserciti sono diversi.
Non dimentichiamo i Vescovi ed i Sacerdoti della prima metà del novecento, quelli, si! erano sacerdoti e vescovi - di quelli di oggi ho i miei dubbi che possano credere nella Una e Santa. Ogni giorno che passa, vedo una scisma sempre più strisciante - alla fine franerà tutto. Fatima ci ha avvertito 97 anni fà.
Cosa ha detto la Madonna? il disastro nella Chiesa verrà dall'alto, dall'interno di Essa.
Però ci ha chiesto anche di pregare incessantemente
I peggiori nemici della Chiesa sono all'interno, e lo vediamo e lo sentiamo tutti i giorni.

Anonimo ha detto...

1 sola fede, BXVI non è il 'mio' papa per infantile senso di proprietà come invece pare vogliano fare di PF guadagnandoci pure, visto il prezzo stracciato saranno mln. le casalinghe di Voghera e pure Pozzuoli, volendo , ma è l'uomo di Dio che ho visto in lui , che mi ha convinto a rientrare nella CC con argomentazioni, discorsi e scritti che mi hanno dato un qualcosa di simile ad un'identità cattolica, tra l'altro mi ha insegnato tantissimo (che ero proprio ignorante in senso lato), tantissimi altri libri ho letto, ivi compresi Vangelo , Atti e Bibbia, lettura che sto completando perché lunga ed impegnatuiva.....se n'è andato i motivi possono essere tanti, il principale che non reggeva più fisicamente e psichicamente e non voleva fare la fine di GP2 ,poi ne abbiamo già discusso a te fregava niente di lui , ti stava sui cosiddetti , a me ha aperto uno spiraglio di luce che ora si sta restringendo, vero che il Signore veglia, ma addossare a Ratzinger l'elezione di PF già programmata e pianificata da tempo dalle lobbies che lui si guarda bene dal rimuovere mi pareeccessivo, BXVI sarà giuducato come te e me, pensiamo hic et nunc , ciò che è stato è stato, almeno io non sono voltagabbana quello chedicevo prima di lui lo dirò sempre e non vorrei essere condannato dai tanti tribunalidiinquisizionechesorgono in qua ed in là come dice Socci i silenziatori messi agli scandali prima o poi salteranno.....the best (or worst) is yet to come. Lupus et agnus.

Anonimo ha detto...

@Anonimo ore 11.20
Io c'ero! È stata una straordinaria omelia, grazie per averla ricordata. Invece oggi il vdr è diventato un idolo "pop" ci sono poster giganti in ogni luogo....ne ho visto uno enorme, anche in una macelleria!!
Io faccio come Lupus, giro alla larga.
Neri

una sola fede ha detto...

@Lupus et Agnus scrivi: "poi ne abbiamo già discusso a te fregava niente di lui , ti stava sui cosiddetti"

ecco, Lupus, sì, ne abbiamo già discusso e per questo sai bene (o dovresti sapere) che a me nessun papa conciliare o post- sta sui "cosiddetti", non ne faccio certo un caso personale, non sono abituato a farne con alcuno, bensì le mie ragioni per dissentire sono profonde, altroché, e non sono solo le mie...Ma, appunto, nonostante ciò, ho detto solo che era preferibile di gran lunga il predecessore, senza paragoni e che stiamo pagando lo scotto enorme dell'abbandono. Comunque ok, ho capito il messaggio: terreno scivoloso, minato, superpersonale... meglio non tornare più neanche di striscio su tale questione.

mic ha detto...

Benedetto XVI aveva spessore e stile e ha lasciato insegnamenti che toccavzno il cuore e l'intelligenza ed erano jnsegnamenti profondi, tutt'altro che slogan che toccano il sentimento.
Questa convinzione ci accomuna, al di là di alcune valutazioni più approfondite sotto l'aspetto di alcuni afflati conciliari rivelatisi indelebili.

A volte sembra di dover arrivare a dire che è stato l'ultimo grande Papa, che tuttavia con le sue dimissioni ha dato uno scossone non indifferente al papato, se non sapessimo che il Signore provvederà.

Anonimo ha detto...

BXVI passerà alla storia come dottore della Chiesa. Più passa il tempo più ci renderà conto dell'immenso deposito lasciato.
Ed anche il tanto criticato GPII (con cui Benedetto è stato a strettissimo rapporto per più di un ventennio) credo sia stato comunque un grande Papa (il magistero è incontestabile).
ps è probabile che ci manchi qualche dato sulle dimissioni, un Papa ha una visione più profonda di noi semplici fedeli (di sicuro non si è ritirato per vigliaccheria o per dare un colpo alla Chiesa).m Il tutto, forse, ci sarà più chiaro in seguito.

Anonimo ha detto...

Giuro che è l'ultima volta che ne parlo e vorrei ti attenessi anche tu, non vorrei perdere il piacere di dialogare con te, 1 sola fede , vedi a me non interessano le dispute pre-postconciliari , l'ho ribadito più volte ,nonappartengo , ma Ratzinger per me è speciale per una cosa ben precisa , mi ha fatto tornare a pregare e questo è già un miracolo e gliene sarò per sempre riconoscente, nonfosse stato per lui non l'avrei mai fatto, neppure se mel'avessehiesto mia madre che pure adoravo. Spero esser stato esaustivo ed esiziale e.....continua a pregare per me , io lo faccio x te e fam. all inclusive ogni sera dopo il rosario.<:<> Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Card. Müller: "Non comprendere la dottrina sul matrimonio non è una buona scusa per cambiarla"

Sul matrimonio indissolubile e sul divieto della comunione ai divorziati risposati, torna a insistere il Card. Müller, richiamando quello che già aveva affermato chiaramente e senza eccezioni (qui).

Forse ora si incominciano a intravedere i motivi per cui Papa Benedetto XVI lo volle alla guida della Dottrina della Fede. (nomina 2 luglio 2012)

http://blog.messainlatino.it/2014/03/card-muller-non-comprendere-la-dottrina.html
m

rosa ha detto...

Avevo letto ieri sul "Giornale"della rivista della Mondadori e sempre lì dei Giardini di Castel Gandolfo, ma non ho postato per non far l'uccello del malaugurio.
Ora come faranno gli "amanti" progressisti di Bergoglio ad accettare questa mercificzione del Papa fatta dalla Mondadori dell'odiato Cavaliere ? e i Verdi come faranno a giustificare le orde di gente che si riversano sui giardini, rischiandone il danno ? E' vero che 26 euro sono tanti,ma i bambini avran lo sconto, idem le scolaresche ed i gruppi parrocchiali... Inizialmente ho pensato, ma non sapevo del costo - così si ricompensano gli abitanti della città che han perso turisti da quando il Papa non ci va più, ma ora...E beh, fa' entrare gli eschimesi nel pollaio, e quelli cominciano a far subito cassa e lucrarci sopra. A quando la visita a 30 € del Palazzo apostolico, tanto lui è a S.Marta ? Ma faran visitare anche quella...del resto la Casa Bianca si visota, perchè non è una reggia, ma l'abitazione del Capo di una nazione repubblicana, il cui Capo è come tutti gli altri.
BXVI non poteva sapere, spero e mi auguro, che avrebbro scelto Bergoglio, e quando ne avrà avuto sentore, era troppo tardi.
A Segrate devono aver pensato che visto che Belen non tirà più, tanto vale usare un altro della pampa.
Ed è ovvio che a Segrate non si sono moossi senza aver prima sentito il Vaticano, rischiando diffide o azioni legali e buttando via un sacco di soldi.
Rosa
PS: ma perchè dobbiamo sempre importare il peggio degli USA, e mai il meglio ? Compresi gli spin doctors assunti lautamente in Vaticano. e che forse han scambiato il Papato per la Presidenza degli USA sotto Obama ?

tramviere-cattolico ha detto...

Tutti gli altri evidentemente non erano i "nostri papi" ma solo fastidiosi accidenti storici in attesa della liberazione finalmente arrivata.. E' evidente il messaggio che qui si vuole mandare

rosa ha detto...

Rimpiangeremo non solo Benedetto e Giovanni Paolo, me anche Paolo VI !!??
ed il dramma è che dopo Francesco o arriverà uno veramente assistito dallo Spirito Santo e con gli attributi - Dio mi perdoni - di un Leone o un Giulio, o la Chiesa anglicana sembrerà un lusso.
Chi dice che il sedevacantismo sia un'ipotesi assurda e ridicola ?
Rosa

Anonimo ha detto...

con le sue dimissioni ha dato uno scossone non indifferente al papato

Forse lo scossone definitivo l'ha dato con la sua permanenza in Vaticano, mantenendo il nome, gli abiti, lo stemma, il titolo di "papa emerito" (?), incontrandosi continuamente col "papa in servizio attivo" (?), partecipando con lo stesso a cerimonie pubbliche, ecc.
Ma non aveva deciso di ritirarsi per il bene della Chiesa?
Così ci sono due papi.
Penso che tutto ciò non abbia alcun senso se non quello di preparare il terreno a profonde modifiche nell'organizzazione di una Chiesa che da tempo ormai riesce sempre più difficile definire cattolica.

Cesare


una sola fede ha detto...

@mic. " è stato l'ultimo GRANDE Papa"

su quest'aggettivo si potrebbe discutere all'infinito e non si andrebbe molto lontano: a ognuno giustamente le sue proprie valutazioni, ma restano indelebili, appunto, molti, troppi fatti del suo pontificato che a mio parere non ne possono fare un "grande", tra cui, last but not least, appunto quello che scrivi appena dopo, e che non mi pare proprio cosa da poco, per un Pietro, e cioè:

"che tuttavia con le sue dimissioni ha dato uno scossone non indifferente al papato"


@anonimo 16.39: " GPII (con cui Benedetto è stato a strettissimo rapporto per più di un ventennio) credo sia stato comunque un GRANDE Papa (il magistero è incontestabile)":

vale, per me, lo stesso discorso per quanto riguarda l'identico aggettivo usato da mic per BXVI, e per quel che concerne ciò che ha fatto e detto in tanti anni, beh, non è il caso ogni volta di tirar fuori dati su dati, l'ho fatto anche personalmente per mesi e basta andare a ricercarseli, per chi ne ha veramente intenzione; e anche se penso che sia facile per molti di noi avere il proprio papa preferito, per molte e buone ragioni, ciò non significa dimenticare, seppellire atti, dichiarazioni, incontri ufficiali (per esemplificare dico subito le paroline magiche: bacio al Corano, Assisi I, II, III, così si ricorda meglio, magari anche qua e là anche in modo non sistematico in questa occasione, dove siano andati a parare)

una sola fede ha detto...

@Lupus et Agnus:

con te non voglio intrattenermi più su questioni che possono portare lacerazioni tra di noi, è l'ultima cosa che vorrei, perciò, una volta compresa ancor più a fondo la tua posizione di affetto e riconoscenza personali nei confronti di Ratzinger, eviterò con te, come promesso, e come anche da te richiesto, di tornarci sopra. Per quanto riguarda la preghiera, una volta che uno ha preso un impegno fraterno, lo porta avanti, e sai che anche io lo faccio.

rosa ha detto...

Cesare,
firmandosi Benedictus P.P. XVI in un biglietto d'auguri a Natale 2013...mentre PF firma solo Franciscus senza alcun P.P.
rosa

Zag ha detto...

Papolatria allo stato puro, lontana mille miglia dalla vera religione, che consiste nell'adorare l'unico Dio e Gesù Cristo suo Figlio.

Anonimo ha detto...

per quanto su assisi sia molto perplesso: Come Joseph Ratzinger guarda all’islam
di Samir Khalil Samir S.I.
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/53826

Anonimo ha detto...

Ma è vera la storia che dice le parolacce? Su un sito inglese l'ho trovato scritto. Passante per caso 2

Anonimo ha detto...

Ho letto le parole del cardinal Müller: meno male che c'è qualcuno che parla chiaro e dice la verità!

Maso

vighi ha detto...

che dire non c'è limite al peggio, che ci sia un giornale dedicato al Papa non mi stupisce più di tanto in questo momento Francesco è la gallina dalle uova d'oro e bisogna sfruttarla fin che dura. Quello che mi sconvolge di più è pensare al fatto che ci saranno cattolici che acquisteranno questo giornale e non per leggerci questioni di fede ma solo per fare gossip e sapere le notizie più frivole. Perchè dubito che il messaggio che passerà su questo giornale sia la via verso Dio quella non fa vendere!!! Poi concordo sicuramente prima di intraprendere una decisione di questo tipo a Segrate qualche prelato alto locato avranno interpellato. Vighi

bernardino ha detto...

Carissimi amici,
ormai la papolatria e l'idolatria non ha più limiti - ma io mi domando: ma dietro tutto questo chi c'è e per qual fine?
una volta gli idoli erano gli attori, i cantanti, i grandi scrittori o poeti; ora gli idoli sono coloro che dovrebbero adorare l'unico vero RE - e predicare il Suo Vangelo;
questo dimostra quanta ignoranza c'è nel mondo.
ho fatto un piccolo sondaggio personale, chiedendo a circa trecento persone chi conosceva cosa e' stato il concilio vat.II
- se qualcuno conosceva le costituzioni conciliari - se qualcuno sapeva cosa fosse: la liberta' religiosa, l'ecumenismo, la collegialita' ecc. la differenza tra S.Messa di rito antico o di nuovo rito di P.VI.
Ho ricevuto le risposte più strambalate. questo mi ha fatto pensare a che livello dottrinale si trova la massa che si dichiara cattolica. L'unica risposta è stata: siamo tutti figli di Dio e ci dobbiamo aiutare l'un l'altro e volerci bene.
Ho detto tutto...... proprio tutto.
Va ricominciato tutto daccapo con tanta pazienza e con l'aiuto di Dio.

rocco ha detto...

ciao mic,
sopra hai detto: slogan che toccano il sentimento

sono d'accordo e forse non esagero se dico che si e' passati dalla Chiesa ragionevole alla chiesa sentimentale...
mi dai lo spunto per ritornare inoltre sul tema dell'incontro con Cristo , che non sono mai riuscito a capire. non so che dire ma penso che il mio amore per la Verita' perloppiu' sia dogmatico e razionale, non sentimentale.
ieri leggendo questo aticolo credo finalmente di aver capito le radici della teologia dell'incontro... che ne pensi?
io credo che sia illuminante per certi versi.

http://doncurzionitoglia.net/2014/02/24/la-filosofia-ebraica-contemporanea-il-nichilismo-teologico-la-cabala-di-massa-il-relazionismo-lo-strutturalismo-il-sionismo-e-la-religione-olocaustica/

Anonimo ha detto...

rosa ha detto...
Cesare,
firmandosi Benedictus P.P. XVI in un biglietto d'auguri a Natale 2013...mentre PF firma solo Franciscus senza alcun P.P.


Già. E ne tireranno fuori altre.
Sinergia...
Il fine? intanto la demolizione del papato così come inteso da 20 secoli.
L'altro giorno qualcuno su questo blog scriveva di star considerando la convenienza dello "stato brado".
In effetti l'allontanamento dalla dottrina cattolica di chi dirige la Chiesa è ogni giorno più evidente, e a questo punto, credo sia doveroso prendere le distanze.
Cesare

Anonimo ha detto...

Forse, nel nostro mondo moderno, due anni sono come 20 anni nel secolo precedente
http://vocidallastrada.blogspot.it/2014/03/ucraina-largomento-contro-la-rivoluzione.html#more
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2014/3/5/SPY-FINANZA-La-pantomima-di-Putin-che-spaventa-l-Europa/475961/
m

Alessandro Mirabelli ha detto...

Apro apro a proposito di sciatteria: c'è qualcuno che batte di brutto il vdr. Andate su internet e cercate la foto del card. Solerzano, arcivescovo di Managua. Sicuramente ha litigato con tutti i barbieri che ci sono in Nicaragua e anche a Roma non ne ha trovato uno che gli andasse bene.

Anonimo ha detto...

sommersi dal ridicolo)
Il ministro della Pubblica Istruzione (?) Vincent Peillon (quello della “religione repubblicana”: http://www.tempi.it/francia-peillon-educazione-bisogna-sostituire-la-religione-cattolica-con-una-religione-repubblicana#.UxYnObmYbyc ) e il Ministro della Cultura (?) e della Comunicazione Aurélie Filippetti hanno dato appuntamento a Toulouse per promuovere l’arte contemporanea nelle scuole (?). Hanno lanciato l’operazione “un istituzione, un lavoro” per esporre “ le opere “ della collezione d’arte (?) contemporanea regionale (FRAC) anche all’interno di scuole e università. http://www.informarexresistere.fr/2014/02/13/il-grande-oriente-di-francia-installa-una-statua-satanica-in-una-scuola-elementare-di-tolosa/
m

Anonimo ha detto...

SheZow
http://www.losai.eu/shezow-il-nuovo-supereroe-transessuale-per-bambini-dai-6-agli-11-anni/

labemolle ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
labemolle ha detto...

Oggi però leggo dal papa intervistato sul Corriere:

«Mi piace stare tra la gente, insieme a chi soffre, andare nelle parrocchie. Non mi piacciono le interpretazioni ideologiche, una certa mitologia di papa Francesco. Quando si dice per esempio che esce di notte dal Vaticano per andare a dar da mangiare ai barboni in via Ottaviano. Non mi è mai venuto in mente. Sigmund Freud diceva, se non sbaglio, che in ogni idealizzazione c’è un’aggressione. Dipingere il Papa come una sorta di superman, una specie di star, mi pare offensivo. Il Papa è un uomo che ride, piange, dorme tranquillo e ha amici come tutti. Una persona normale».

Il papa conosce questa operazione commerciale di sfruttamento della sua popolarità?