domenica 4 novembre 2018

Un strano fenomeno, dal Veneto

Carissimi, che interpretazione date al fenomeno mostrato da questo video (dal quale ho tratto l'immagine a lato), per me inspiegabile? 
Non mi pare che sia la forza del vento, sembra più un fenomeno tellurico; ma direi sui generis...

13 commenti:

A. ha detto...

Mia figlia ha provato ad ipotizzare che la pioggia è stata tanto abbondante, da creare sotterranee di fango.

Pietro Gaspari Bandion ha detto...

Ciao. Probabilmente sai che anche il Veneto è stato colpito da un violentissimo maltempo in questi giorni: credo che il movimento in questione sia causato dalle radici degli alberi scossi dal vento.

stefano ha detto...

Impressionante. Ma probabilmente le radici dell'albero piega
to dal vento sollevavano il manto di terreno evidentemente sottile che le ricropono

Anonimo ha detto...

A mio parere si tratta semplicemente dello smottamento del terreno: gli alberi mossi dal vento si inclinano e le loro radici sollevano la terra che ad essere è attaccata. Succede la stessa cosa, in piccolo, se si inclina ripetutamente una pianta in vaso: il pane di terra sembra gonfiarsi, perché le radici sono collegate alla pianta. Tra l'altro si vede che il vento soffia proprio nella direzione in cui si inclinano gli alberi, e infatti il terreno si solleva da lato opposto. Come per effetto di una leva.

Anonimo ha detto...

https://www.bufale.net/home/bufala-senza-parole-con-la-foresta-che-respira-in-veneto-immagini-mai-viste/

Ad Superna semper intenti ha detto...

Fuori tema:

"Clero-spazzatura"

Dinnanzia all'immane decadenza che ci circonda ovunque ho pensato di coniare il termine "clero-spazzatura" per definire il neoclero modernista. Non si tratta di un giudizio in foro interno o sulla persona, cosa che riguarda solo Dio, dal momento che nessuno a questo mondo è perfetto.
Si tratta di un giudizio sul profilo istituzionale, esteriore. Mi spiego: un tempo i chierici se erano deboli nascondevano le loro mancanze, ben sapendo che erano peccati e che avevano la funzione di confermare i laici nelle pratiche evangeliche, oggi non lo nascondono più. Per di più negano loro stessi la nozione di peccato. Se sono eretici non nascondono i loro dubbi e proferiscono eresie, se sono immorali non se ne vergognano e si palesano sempre più, se sono truffaldini lo fanno alla luce del sole, ecc. E' esattamente questo ad essere il "clero-spazzatura". Ebbene, di "clero-spazzatura" è oramai piena la Chiesa, ce ne sono troppi per cui ci si chiede: come hanno fatto ad arrivarne così tanti, si sono dati il passa parola? I vescovi hanno fatto apposta a sceglierne di così malandati? Perché non li hanno individuati già in seminario? Perché se li tengono stretti e cari nonostante tutto? Sì, sono domande lecite perché un "clero-spazzatura" alla fine renderà la Chiesa una discarica di spazzatura, un luogo nauseabondo e ammorbante.
Se poi la gente se ne scappa via, non se ne devono meravigliare! Chi mai potrebbe starci in una discarica di spazzatura?

Anonimo ha detto...

E' il vento: andate a vedere cosa è successo al Parco di Levico Terme.
Anche l'altipiano di Asiago, in Veneto, è stato colpito.
Comunque, il culmine del maltempo è stato lunedì e la domenica prima, in Valsugana, era soleggiato e caldo poi, ad un certo punto, nel cielo un intenso traffico aereo ha cominciato a produrre un intenso reticolo di scie biancastre e persistenti. Per chi non lo sapesse la Valsugana non è vicino ad Orio al Serio. Ma sarà solo un po' di condensa dei deltaplani a motore...

Anonimo ha detto...

Se Bergoglio non sembra ragionare bene, Bartolomeo non sta molto meglio di lui: https://traditioliturgica.blogspot.com/2018/11/il-bonifacio-viii-dellortodossia.html

Catholicus ha detto...

@ Ad Superna semper intenti : è proprio vero quanto lei dice, caro amico, a proposito dei tempi andati, quando " i chierici se erano deboli nascondevano le loro mancanze"; dalle mie parti, infatti, in epoca preconciliare (e preroncalliana) girava un detto, a proposito dei preti: "fai come dico io, ma non fare come faccio io"; un altro detto riguardava l'alimentazione dei sacerdoti (un po' golosi) nei venerdì di Quaresima:si diceva che mentre addentavano un cosciotto di pollo arrosto si giustificassero dicendo a sé stessi "ha, com'è buona questa cipolla !" Quelli erano tempi in cui simili preti avevano ancora un briciolo di senso del dovere, anche se molto piccolo.

Anonimo ha detto...

Attenzione, il video proviene dal Canada:
https://m.youtube.com/watch?v=0v-xH3YfpIk

Anonimo ha detto...


Dei ragionamenti dello scismatico ed eretico Bartolomeo, a noi cosa cale?
Restiamo nel seminato, please.

Anonimo ha detto...

Dei ragionamenti dello scismatico ed eretico Bartolomeo, a noi cosa cale?
Restiamo nel seminato, please.

Insomma, proprio non vogliamo capire che dietro ai maggiorenti ecclesiastici (ortodossi o cattolici che siano) ci sono i burattinai che li comandano? Intelligenza, significa legare tra loro i fatti per ricercare le cause comuni. Se si resta nei seminati o ci si provincializza si perde il disegno totale del mosaico che può tornare utile a tutti. Prego Maria Guarini di pubblicare questa risposta.

Urgentissimo! ha detto...

Fenomeni simili sono stati registrati da tempo in altre parti del mondo (ricordo di averne visti dalla Siberia, senza alberi), dovuti a sollecitazioni ricevute da sacche di fluidi (gas o liquidi) a sufficiente profondità e con un terreno ammorbidito da piogge o detriti.