mercoledì 20 novembre 2019

Anche Chiesa e post-concilio denuncia di essere sotto censura social: «Limitazioni alla nostra pagina»

Riprendo da Radio Spada.

Giornate dense per i “garanti della tolleranza”. Dopo l’attacco al Convegno di Studi Storici Cattolici di Vignola [qui], ecco la denuncia di Chiesa e post-Concilio.
Questo clima – che qualche mese fa ha portato alla chiusura improvvisa in un elevato numero di profili social – ha spinto Radio Spada a incrementare la diversificazione degli strumenti di comunicazione, promuovendo sempre più piattaforme alternative come VK o Telegram. Per questo, ricordiamo a tutti che è possibile iscriversi in maniera immediata e gratuita al nostro canale Telegram: https://t.me/Radiospada

47 commenti:

Anonimo ha detto...

https//:www.dagospia.com/rubrica-4/business/fondo-barile-ndash-nessun-giornale-ne-parla-ma-sta-succedendo-219354.htm
ECCO COME E PERCHÉ DIVAMPANO LE POLEMICHE SUL MES (MECCANISMO EUROPEO DI STABILITÀ)

Anonimo ha detto...

Con me lo fanno da parecchio, a volte aprendo la loro comunicazione di censura, se clicco su "non è spam", mi dicono che ringraziano per aver segnalato, però quanto a ripristinare….. certe questioni sono censurate.

Anonimo ha detto...

Un altro modo di provare è inserire una frase prima del link, a volte la censura resta ingannata.

Anonimo ha detto...

sono risalita a Lei cercando di capire perchè facebook mi ha avvisato di un commento che non rispetta gli standard della comunità (non so quale sia il commento): Il tuo post non rispetta gli Standard della community in materia di spam

Il tuo post non è visibile a nessun altro. Abbiamo creato questi standard per impedire pubblicità falsa, frodi e violazioni della sicurezza.
23 h
‎Maria Guarini‎ a Gruppo per la difesa della bimillenaria sana Dottrina Cattolica
Ieri alle 12:08

Chiesapostconc...ho dovuto cancellare il nome del blog, perchè facebook mi impedisce di pubblicare A questo punto mi unisco a Lei per cercare di capire, chi ci può aiutare?
Giuliana Cenci

mic ha detto...

Giuliana Cenci vista l'ora di pubblicazione si tratta del post della commozione del vescovo Cordileone al termine della celebrazione della 'Messa delle Americhe' nell'Antico Rito. E credo che tutto sia partito da lì.

Anonimo ha detto...

"Coloro che dovranno parlare taceranno" diceva la Madonna del buon successo nel 1600
Vi pare possibile che il compito di reagire all occupazione massonica del trono di Pietro sia affidata ai laici ????
Mi ritornano in mente le parole drammatiche di Gesù Cristo Salvatore:
"..ma quando il Figlio dell uomo tornerà troverà la Fede sulla terra??"
Eppure quello che sta accadendo nella Chiesa Cattolica è sotto gli occhi di tutti in maniera inequivocabile
" La Chiesa sarà lasciata orfana ed in balia del mondo " ripeteva la Madonna a Bruno Cornacchiola veggente delle Tre Fontane
Nonostante tutta questa oscurità la nostra Fede deve rimanere incrollabile
Prendiamoci per mano preghiamo ed aspettiamo il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria

Anonimo ha detto...

https://www.ricognizioni.it/la-mia-preghiera-per-lateo-prezzolini/?unapproved=56112&moderation-hash=6c255577828ae6cdf79ad78aa425da72#comment-56112

Anonimo ha detto...

Cercate di aprire il commento di Facebook, e di commentare che ritenete che non vada bene la censura attuata o altro che ritenete voi, a me succede da almeno un anno, ed a volte riesco poi a pubblicare con stratagemmi vari, questo è uno, oppure cerco di mettere un commento personale e poi il link, nei commenti questo però non mi riesce…. a volte riesco a fregarli in quanto ritengo di aver a che fare con un cervello artificiale, da come agisce… bloccano a volte invece altre volte... Il problema vero a monte credo siano le segnalazioni di influencer e troll che hanno il compito di bloccare in qualche modo ed anche loro usano metodi vari . Le notizie su internet comunque oscurate sono parecchie, e le lessi solo negli anni scorsi,ed ora mi danno "non rispetta le norme UE"...Le censure sono mirate a certi argomenti che scottano, cattolicesimo, certi dati su ebrei, massoneria sono gli argomenti più censurati direi. A volte mi sembrano persino argomenti irrilevanti ma forse non lo sono. Comunque faccio sempre il possibile che mi riesce per contestare, con non è spam o altri commenti.

Anonimo ha detto...

Ricordo anche a Cornacchiola la frase "la Chiesa sarà lasciata vedova", vedova quindi dello Spirito Santo? Vedova del Papa vero?

Alessandro ha detto...

Tutto ciò è intollerabile. Ma continuiamo a lottare, certi che la tenzone è durissima ma la vittoria sarà nostra.
Alessandro Mirabelli

Anonimo ha detto...

#TgTalk 13 - MES: il segreto che tutti sapevano - 20.11.2019
byoblu
ore 18

Ancora non è iniziato su youtube

Anonimo ha detto...

Anche la pagina fb di Cooperatores veritatis e' stata sbiancata.

Anonimo ha detto...

Una premessa: io stesso mi chiedo perché non mi viene voglia di commentare la politica italiana. Sull’Ilva perduta, la sparizione delle ultime industrie nazionali, il collasso economico che avanza, su la Sacra Segre proposta alla presidenza della repubblica, sulla “unica religione rimasta” – la sola di cui nessuno può dichiararsi agnostico o ateo, nessuno è esentato dal professare culto pubblico (come quello a Cesare nella Roma antica, che migliaia di martiri cristiani rifiutarono) qualunque cosa pensi in privato, è meglio si tenga per sé. (M. Blondet)

Viator ha detto...

Magnifiche queste ragazze iraniane che si tolgono il velo e che staccano i manifesti contro l’America del regime islamico. Il nostro nemico, dicono, sono gli ayatollah. Quanta grandezza politica, quanta generosità umana, quanta chiarezza morale, rispetto agli europei che difendono il velo, che non sanno cosa sia la vera libertà e che attaccano l’America.

E nessuno parla delle centinaia di giovani morti perché contestano gli ayatollah. Altro che sardine!

Anonimo ha detto...

Anche il mio blog "Traditio Liturgica" per affermare onestamente quanto sta accadendo nel Cattolicesimo ha la stessa sorte: ho grosse difficoltà a segnalare i suoi link su alcune piattaforme.

@per Viator ha detto...

Sapete cosa ne penso?
VENDUTE le une (le Sardine) e pure le altre (iraniane filo-USA)

mic ha detto...

Iniziativa interessante e da replicare diffusamente. Tuttavia dipende da quale filosofia insegna...

Scuola, educazione civica e filosofia già da piccoli: a Grumo e Binetto si studia per diventare adulti responsabili
https://bari.ilquotidianoitaliano.com/attualita/2019/11/news/scuola-educazione-civica-e-filosofia-gia-da-piccoli-a-grumo-e-binetto-si-studia-per-diventare-adulti-responsabili-254215.html/

Anonimo ha detto...

EmiliaRomagna: la Commissione sui minori presenta i lavori dicendo che "non esiste un sistema Bibbiano". Però emerge come i sindaci Pd reggiani elogiassero il "Sistema affidi Val D'Enza" già nel 2016, tanto da volerlo estendere a tutti i comuni. Al tavolo provinciale dei Servizi sedevano 7 amministratori, tutti dem, tra cui il sindaco Carletti, poi finito agli arresti nell'inchiesta AngelieDemoni e l'attuale sottosegretario del governatore Bonaccini. Forza Italia scova un documento politico di appoggio "all'innovativo servizio, risorsa preziosa". La doppia morale dem all'emiliana: ieri Bibbiano era un modello, oggi fanno finta di niente e minacciano querele contro chi chi osa certi accostamenti.
La Nuova Bussola Quotidiana, Cristina Fantinati

Anonimo ha detto...

L’ASSOLUTA NULLITÀ CULTURALE DELLE SARDINE E DI MATTIA SANTORI

La piazza delle sardine è la perfetta metafora dei tempi in cui viviamo. Migliaia di persone che scendono in piazza contro un avversario (o nemico per molti di loro) senza avanzare proposte o idee per risolvere i problemi o migliorare la società in cui vivono. Si può protestare e al tempo stesso essere propositivi, offrire un’alternativa, delle risposte, ma le sardine rappresentano l’incapacità di avere una visione ormai troppo diffusa in questo paese.
A ciò si aggiunga il cortocircuito alla base delle manifestazioni: in Emilia Romagna governa il centrosinistra dal dopoguerra, non la Lega e il centrodestra che rappresentano invece un’alternativa a un sistema di potere stratificato.
Le sardine non avranno futuro e scompariranno con la stessa velocità con cui sono nate perché culturalmente nulle, figlie dell’odiernità, dell’improvvisazione, dell’incapacità di costruire progetti.
L’impreparazione culturale del loro leader Mattia Santori, ragazzo all’apparenza simpatico, ma privo di contenuti, ne è la dimostrazione. Interrogato in una trasmissione televisiva se ci fossero punti in comune tra le sardine e i girotondi che protestavano contro Berlusconi, ha candidadamente risposto: “non so, fino a pochi giorni fa discutevo di chi doveva fare le pulizie a casa”. Come dire: che ne so della storia italiana, la mia occupazione era occuparmi dei problemi quotidiani (magari con qualche compagno fuori corso) e non avevo certo tempo di studiare quello che succedeva nel nostro paese.
Ma Mattia Santori è il leader giusto per la protesta, rappresenta lo stereotipo di un certo tipo di studente che affolla la gloriosa Alma Mater Studiorum di Bologna, in particolare nelle facoltà umanistiche. Per come si veste, come parla, per la banalità dei suoi slogan tipici del semi-colto di sinistra che ha sul comodino l’ultimo libro di Baricco, Coelho per i più mainstream, un Einaudi Stile Libero per i più ricercati.
C’era un tempo in cui la nostra terra dava i natali a geni come Ariosto, Marconi, Pascoli, Longanesi, Ferrari, oggi dobbiamo accontentarci della nullità delle sardine. Ma non disperiamoci, sic transit gloria mundi.
Domenico Napolitano

Anonimo ha detto...

Anch'io credo che gran parte siano comparse pagate e strapagate, ciò non toglie. come si è visto in Ucraina, che un ristretto gruppo tra le comparse sia addestrato alla guerriglia urbana da far esplodere, da condurre ai fini che i paganti si sono prefissi. Chiunque ha a cuore la sua patria, la sua gente deve lanciare un allarme contro le infiltrazioni di ogni ordine e grado, in ogni ambito in piazza e negli uffici, fino ai massimi gradi compresi quegli uffici, quei ruoli rappresentati da un'unica persona.

Viator ha detto...

Parla l'ex ministro dell'Economia: «Con il Fondo salvastati si ripete la situazione del 2011, al posto della Grecia ci sono le banche di Berlino. La riforma ha meccanismi autocratici per noi devastanti. La logica del pacchetto invocata da Conte? Idea da kamikaze». (La Verità)

Il Presidente del Consiglio Conte mente quando dice che Salvini sapeva della riforma del MES.
L'indirizzo politico delle Camere fu chiaro: NO ad una riforma peggiorativa!
Conte ha violato l'art. 5 della Legge n. 234/2012.
Articolo a firma mia e di Becchi su Libero di oggi. (Giuseppe Palma)

Anonimo ha detto...

Mi dispiace tanto di sentire questa notizia, Mic. La raccomando fare il suo blog su un dominio independente privato, forse anche al estero...

Anonimo ha detto...

Cesare Sacchetti:
Moscovici sul MES: "e' parte di un pacchetto di misure per rafforzare l'unione monetaria in caso di choc." No, diciamolo bene. E' l'Italia che tira fuori i suoi soldi per salvare le disastrate banche tedesche. I conti dei "virtuosi" li deve sempre pagare l'Italia.

Sulle sardine ha detto...

Non sono degli stupidi. Sono il prodotto artificiale della lobotomizzazione ideologica in senso "rivoluzionario" operata dal sistema scolastico e corroborato dai media e dal mainstream culturale che li disancora dalla realtà . Emblematico il riferimento infastidito su Bibbiano.
Piero Mainardi su Fb

Anonimo ha detto...

"... I conti dei "virtuosi" li deve sempre pagare l'Italia."

Speriamo e preghiamo che finalmente l'Italia possa rispondere con un colto e fermo, gentile ed elegante, tiè.

mic ha detto...

Carissimi,
mi sto organizzando. Tutto il male non viene per nuocere e da questa esperienza ho tratto molti insegnamenti e maturato alcune idee.
Appena ho tempo vi informo più diffusamente. Intanto desidero che lo sappiate!
Laus Deo e coraggio avanti in Corde Matris!

Anonimo ha detto...

Rivalutiamo vecchi strumenti come NG e ML.

Anonimo ha detto...

non mi lascia condividere su fb

mic ha detto...

Ho trovato vome aggirare, spero non solo per il momento, Fb. 
Mi sono accorta che se inserisco un testo lo prende (la censura riguarda qualunque URL del blog), così come mi carica le immagini. E dunque ora carico l'immagine e poi l'intero testo anziché il rinvio al blog. E così il contenuto risulta a corredo dell'immagine...

mic ha detto...

Però, intanto, sto organizzando anche una soluzione alternativa... e forse anche più d'una iniziativa parallela.

mic ha detto...

Intanto guardate qui. È appena l'inizio. Ma lo sistematizzerò e lo riempirò. Anzi lo riempiremo....

https://roma-perenne.blogspot.com/2019/11/lapostasia-nella-chiesa.html

E la URL http://roma-perenne.blogspot.it

non è censurata. E speriamo per quanto basta...

Anonimo ha detto...

Mattia Santori non è solo il prototipo della AMS di Bologna, lavora anche per una consociata azienda di sponsorizzazioni facente capo a Prodi......sardine=utili idioti.

Anonimo ha detto...


Intanto le "sardine" (un nome infelice) svolgono opera di provocazione politica,
con un sottofondo minaccioso.
Infatti, radunano piazze gremite, contemporaneamente ai comizi di Salvini, in contraltare
per così dire. E perché non si radunano il giorno prima o il giorno dopo, comunque in un
giorno diverso? Il loro scopo sembra proprio quello di provocare Salvini. Chi se ne serve, di queste "sardine", anche se non le ha inventate, spera forse nell'incidente di piazza che crei problemi a Salvini?
Finora, dal punto di vista del contenuto, si sono rivelate le "sardine" uno zero assoluto.
Una certa terminologia usata (stare in ascolto, aprirsi etc) sembra rinviare ai cattolici impegnati di oggi, al "politichese" diffuso anche da Bergoglio.
Ma l'impressione è che lo scopo del movimento non sia quello di farsi valere per un contenuto politico. Che sia, invece, solo quello di danneggiare il più possibile la Lega e i suoi alleati, manovrando sulla piazza, per ora in modo pacifico ma già nei fatti minaccioso, come dimostra la strategia della manifestazione in simultanea non per esporre un messaggio politico proprio ma per parlare contro i leghisti che stanno parlando in una piazza vicina.
Vedremo presto, credo, se il contenuto provocatorio delle adunate delle "sardine" passerà dalla potenza all'atto.
O.

Josh ha detto...

Capisco facebook serva alla visibilità.
Mai avuto un profilo su Fb, Twitter, Instagram.

Non mi sono mai aspettato niente da Zuckerberg. Uno che mise i mutandoni alle statue ignude che comparivano nelle foto, mentre altrove sempre su FB in pratica alcuni profili paiono fare (fanno) marchette seminudi/e.

Il loro è un politically correct sciocco e ottuso. Per dire: restrizioni su temi caldi, per es. anche se onestamente trattati, su salvini e meloni, solo per ciò che sono, mentre le idio..pardon 'sardine' possono scrivere di prendere gli elettori 'a sprangate sulle gengive' e non sarebbe 'odio'.

FB funziona come il sinistrume nostrano, come le society parallele sorosiane. Solo loro la saprebbero giusta. Loro il bene e tutti gli altri il male.

Anonimo ha detto...

Il compito delle sardine potrebbe essere anche quello di suscitare il caos estemporaneo a favore del caos per il consolidamento del potere fine a se stesso. Ma, qui si dimostrerà quanto le persone hanno compreso dall'attualità e dalla storia, se le persone nulla hanno compreso si lasceranno intimidire e/o si lasceranno intortare ulteriormente nell'errore e nella menzogna, oppure se hanno compreso non raccoglieranno, non risponderanno ad alcuna provocazione e procederanno dritte sulla via della loro liberazione.

Josh ha detto...

visto che le citate più volte, ne abbiamo parlato qui, anche nei commenti parecchio.

https://sauraplesio.blogspot.com/2019/11/il-passo-delle-sardine.html

...non sono affatto 'spontanee'

Josh ha detto...

L'Italia è l'unico paese al mondo dove chi governa scende in piazza (le sardine, che poi è il solito sinistrume) contro l'opposizione

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=aZs_W4MqmKs

La lezione che la Germania non ha imparato - Vladimiro Giacché

Molto interessante da non perdere, gli ultimissimi minuti un grande insegnamento anche per questa chiesa.

Anonimo ha detto...

Alla famiglia Cucchi è stato elargita, da parte dell'ospedale "Pertini", una somma di unmilionetrecentoquarantaduemila euro per la morte del geometra Stefano. Intanto, la battagliera sorella Ilaria, che tanto l'amava (da morto) si candida per il P D.
A breve, arriveranno quelli dello Stato per la responsabilità civile dei CC (si vocifera altri 2/3 milioni di euro). Ovviamente, non entro nel merito della vicenda. Desidero però chiedere, scusandomi per la mia ignoranza in materia, se ai Familiari di un operaio che muore sul lavoro o a quelli di un militare delle Forze dell'Ordine, Caduto nell'adempimento del Suo dovere, vengano assegnate simili somme. Un ringraziamento affettuoso e anticipato a chi saprà rispondere a questa mia domanda.

Anonimo ha detto...

Forza siamo con voi. È certo che la Verità fa male a Loro...
Giuseppina Santoriello

Anonimo ha detto...

Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Pertanto fattasi avanti, disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».

Luca 10,40-42

Josh ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/biancalani-minaccia-niente-dialogo-lega-e-bella-ciao-messa-1788315.html

c'è chi propone di cantare Bella Ciao a Messa e sarebbe un prete.
ma è già accaduto 1 anno fa a Bologna.

Per dirvi dove stiamo eh

Anonimo ha detto...

tutto è gravemente offensivo se non è allineato al pensiero unico. Maria Guarini autentica sentinella e custode della dottrina della chiesa; tutti questi autentici cristiani li fanno cadere come birilli; e chi resterà in piedi!? Le guide cieche.
Castellaz Giovanni

Anonimo ha detto...

Ultimamente mi è successo spesso, e solo per pubblicare articoli del vescovo Viganò o del vescovo Schneider, dove si condanna bergoglio di eresia. La motivazione? FAKE NEWS!! Capito? sono notizie false, secondo loro! Ormai la censura stringerà sempre più le maglie e se non scriverai W bergoglio o W la massoneria, bloccheranno tutto. Che schifo!
Roberto Negriolli

Coincidenze? ha detto...

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=5899

SCHEDATI I NEMICI DELL'ISLAM IN EUROPA (TRA I "CATTIVI" ANCHE BASTABUGIE)

Il Rapporto sull'islamofobia in Europa mette nel mirino Lega, Fratelli d'Italia, ma anche il Giornale, Libero, Il Tempo, la Verità e perfino... BastaBugie (YouTube ci ha subito mandato un avvertimento: smettete di "diffondere odio" contro l'islam o vi chiudiamo il canale)

Silente ha detto...

Ciò che m'indigna maggiormente non è la disgustosa censura dei liberal di varia natura. Costoro sono malvagi e intrinsecamente perversi, lo sappiamo. Mentono sapendo di mentire in nome delle loro perverse ideologie antifasciste, antirazziste, omosessualiste, genderiste, femministe. Fanno il loro sporco lavoro di censori della verità e di fomentatori e diffusori di odio. D'altronde, la Rivoluzione è demoniaca.
No, ciò che m'indigna di più è la debole, debolissima reazione dei "buoni". Pochi articoli di giornale su LaVerità o Libero e altre pubblicazioni di destra o presunta tale, qualche isolato convegno non pubblicizzato se non nel solito giro, lamentele sparse sui social. Nulla di più. Così, pezzo per pezzo, muore la nostra libertà.
Vorrei invece costituzioni di comitati attivi che alzino (e molto) la voce contro questa ignobile censura; raccolte di firme contro i social colpevoli; manifestazioni "muscolari" di fronte alle sedi dei "social" censori (sì, hanno anche sedi in Italia); conferenze stampa per denunciare, anche urlando, queste disgustose ingiustizie; interrogazioni parlamentari con deputati e senatori pronti a rischiare qualche denuncia da Facebook, Twitter, You Tube e dagli altri nemici della verità; proposte di legge per rendere le censure impossibili; pagine affittate sui quotidiani per denunciare i bavagli; costituzione di collegi di avvocati per denunciare, sempre e comunque, i social censori rendendo possibili per ogni censurato un'azione legale a basso costo o class action che costringano i social ad alti costi legali; redazione di "libri bianchi" che documentino le censure, una per una; minacce di boicottaggio per le aziende che pubblicizzano sui social censori; utilizzo di social alternativi; messaggi anticensura attraverso i social e le riviste di area, diffusione di istruzioni di "guerriglia informatica" per bypassare i controlli dei maledetti, oscuri censori. A proposito, chi sono? Possiamo costringere i social a rivelare le loro identità? Possiamo scoprirli? Possiamo rivelarne le identità? Qualche buon giornalista d'inchiesta di destra, se esiste, può farsene carico?
Conosco le obiezioni: non ci sono le persone, non ci sono le risorse. Dissento. Si può partire con un comitato, poi raccogliere i fondi. Molti, sottoscritto compreso, sarebbe disposti a contribuire. Per molti deputati di Fratelli d'Italia e della Lega sarebbe un'occasione di visibilità.
Poi, suvvia, mica si deve fare tutto e subito. Però, per favore, si inizi a fare qualcosa. Comunichiamolo, alziamo la voce. Fermiamo questi maledetti, miserabili, canaglieschi imbavagliatori liberal-comunisti, nemici della nostra civiltà e della nostra cultura. Loro vogliono silenziarci. Possiamo provare a silenziare loro?
Perché, sia chiaro, i buoni siamo noi. Sono loro a essere i malvagi. Diffondiamo il messaggio.
Silente

mic ha detto...

Piccolo esempio.
Ho chiesto a comuni amici che ho visto hanno contatti con il Giornale di poter avere l'opportunità di confutare e rettificare con adeguate motivazioni molti svarioni sul nostro impegno. Mi hanno detto che è molto difficile poter avere udienza.... Però riscontro che loro e certe loro puntualizzazioni continuano ad apparire.